Il 2006 sarà Linux Standard Base Desktop

Partito il lavoro di sviluppo dei primi standard application per il mercato desktop Linux; Free Standards Group comprende già numerose importanti aziende, fra cui Adobe, Intel e IBM
Partito il lavoro di sviluppo dei primi standard application per il mercato desktop Linux; Free Standards Group comprende già numerose importanti aziende, fra cui Adobe, Intel e IBM


Roma – Free Standards Group ( FSG ) ha dichiarato che inizierà a lavorare sullo sviluppo del Linux Standard Base ( LSB ) Desktop. Un progetto di cui già molto si è parlato e che ha come obiettivo la realizzazione di una standard application per il mercato mainstream desktop che agevoli la penetrazione di Linux in un settore oggi dominato da Windows.

Fra le aziende coinvolte si evidenziano: Adobe, Intel, IBM, Novell, Red Hat, Linspire e Trolltech.
“Le specifiche desktop si dimostreranno un ulteriore passo in avanti per il Core LSB “, ha dichiarato Jim Zemlin, direttore esecutivo di FSG. Per ora, infatti, il Core LSB copre le librerie standard di sistema, il Filesystem Hierarchy Standard ( FHS ), il formato eseguibile, i comandi standard e le utilità.

Le specifiche desktop faranno un passo in avanti per supportare librerie aggiuntive che magari non saranno necessarie agli ambienti server Linux. Secondo il wiki del gruppo di lavoro, nella prima versione saranno presenti, ad esempio, GTK, Freetype e XML2.

“E’ piuttosto difficile individuare il target di Linux. Ad esempio noi non forniamo versioni compatibili delle nostre applicazioni, tranne la gratuita di Acrobat Reader. Rendere Acrobat Reader 7 compatibile, ad esempio, sarebbe un mal di testa sopratutto a causa delle numerose distribuzioni; il testing sarebbe complicato”, ha dichiarato Patrice Lagrange, direttore del dipartimento Linux Strategy and Market Development di Adobe .

Il coinvolgimento di Adobe nel progetto LBS desktop induce però a presagire novità per il futuro. D’altronde il problema di fondo è stato evidenziato dallo stesso Lagrange: nel caso fosse presente uno standard, potrebbero arrivare finalmente prodotti compatibili. Tanto più che la stessa Intel ha mantenuto un piede all’interno del FSG, segno evidente dell’interesse di molte delle maggiori società del settore.

“Vi sono mercati nel mondo che stanno investendo su piattaforme desktop con Linux. Seguiamo il progetto LSB da vicino perché vogliamo proporre prodotti di qualità a chi sceglie soluzioni open source”, ha dichiarato Danese Cooper, portavoce di Intel.

“Linux desktop è nella stessa situazione di 5/6 anni fa quando si stava avvicinando al settore server. Ha una qualità sufficiente per numerose applicazioni presenti sul mercato, ma manca ancora della profondità dell’eco-sistema di Windows”, ha dichiarato Ian Murdock, alto dirigente della Progeny e leader della DCC Alliance , l’associazione sostenitrice dei prodotti Debian GNU/Linux.

Le prime specifiche LSB Desktop, a detta di Zemlin, saranno pronte nel 2006.

Dario d’Elia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 10 2005
Link copiato negli appunti