Il blog? Un'esca per stupratori e maniaci

Questa l'opinione di una scuola cattolica del New Jersey, che ha vietato l'uso dei diari online a tutti i suoi alunni. Alcuni ex-alunni accusano: Hanno solo paura che vengano pubblicati commenti sull'istituto


Sparta (USA) – L’istituto privato Papa Giovanni XXIII nello stato del New Jersey, ha attratto una pioggia di polemiche per una discutibile politica iperprotettiva nei confronti di tutti gli studenti. La direzione della scuola, assai selettiva e di impostazione cattolica, ha deciso di proibire l’uso di Internet per la pubblicazione di blog – pena la sospensione dalle lezioni .

A tutti gli alunni è stato interdetto l’uso di servizi come il popolarissimo MySpace , uno strumento assai diffuso tra gli adolescenti degli Stati Uniti e recentemente acquisito dal magnate dell’informazione Rupert Murdoch .

Monsignor Kieran McHugh, preside della scuola, è convinto che blog ed altri diari online possano costituire una grave minaccia per i minorenni , specie dopo che una diciassettenne è stata barbaramente trucidata da un maniaco conosciuto attraverso le pagine del portale MySpace. “Vogliamo semplicemente proteggere i nostri studenti”, dichiara McHugh, “perché MySpace, ad esempio, è una riserva di caccia per pedofili, stupratori e maniaci di ogni genere”.

L’anatema del sacerdote è rivolto a schiacciare la pubblicazione di informazioni personali , che anima le comunità online sorte attorno al fenomeno dei blog. Un divieto perentorio , che McHugh ha inoltrato a tutti i genitori affinché proibiscano l’uso dei diari online anche tra le mura domestiche.

“I più giovani mettono online la propria foto ed altri piccoli dettagli, animati da curiosità e voglia d’intrattenimento, magari con la speranza di stringere nuove amicizie”, sostengono alcuni studenti dell’istituto che mantengono uno spazio personale su MySpace. Un’ attività controproducente , secondo le rigide disposizioni del preside, che va vietata ad ogni modo.

Immediate le repliche da parte di EFF , l’associazione di San Francisco dedicata alle libertà digitali, che attacca l’istituzione religiosa con l’accusa di censura anticostituzionale . “Va bene che regolino l’accesso ad Internet all’interno dell’istituto, sono legittimati a farlo, ma non possono proibirlo in altri luoghi”, sostiene l’avvocato Kevin Bankston di EFF.

La scuola si difende: “Non vogliamo che succedano tragedie”, controbattono alcuni portavoce, “siamo d’accordo con la libertà d’espressione e tutto il resto, ma qui si tratta dell’incolumità dei giovani”. Gli ex-studenti dell’istituto, noto per rigidità e rigore, avanzano insinuazioni pesanti: “Hanno paura che qualcuno scriva commenti negativi riguardo alla struttura”, si legge tra le migliaia di blog presenti su MySpace.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Cina=Pericolo
    Attenzione alla Cina, paese privo di libertà di ogni tipo. Tutto ciò indotto da un paese in cui imperversa un regime dittatoriale ai fini dell'annullamento della persona ai soli scopi della propaganda del regime stesso. Oggi ancora di più si alza il grido delle persone che vorrebbero rovesciare questa insensata ideologia, anche perchè si nutre dei mezzi più alienati del capitalismo mondiale.Gli effetti già si notano:- Inondano il nostro paese di oggetti privi di qualità funzionale e che sono nel 99% dei casi privi si sicurezza soprattutto per i nostri bambini.- Il cibo prodotto non si basa sulle rigide leggi europee della qualità, dichiararli commestibili è un abuso mondiale!- Gli operai (per i quali quell'ideale è stato fondato) sono pagati miseramente per la ricchezza dei vertici del partitoSignore, signori, ragazzi e ragazze che leggete questa mail aprite gli occhi....Ragionate, pensate e ....Fermiamo questa pazzia!
  • Anonimo scrive:
    ULTIMA ORA .......
    SCOMPARSO CELENTANO
  • Anonimo scrive:
    9 --
    Forse è andato a putt***........
  • Anonimo scrive:
    Libertà cinese
    Non è bello fare dell'ironia su queste cose. In Italia siamo molto molto molto lontani dall'essere censurati solo per aver raccontato di uno sciopero, qualsiasi sia il partito politico al governo.In Cina il Partito è il padrone e le cose "sconvenienti" per il Partito vengono messe a tacere.Se volete saperne di più sulla libertà in Cina (non solo di parola e pensiero, ma anche di ESSERE e di VIVERE) leggetevi LA PORTA PROIBITA di Tiziano Terzani.E allora capirete perché quest'uomo è stato prelevato da casa...
    • Alessandrox scrive:
      Re: Libertà cinese
      - Scritto da: Anonimo
      Non è bello fare dell'ironia su queste cose. In
      Italia siamo molto molto molto lontani
      dall'essere censurati solo per aver raccontato di
      uno sciopero, qualsiasi sia il partito politico
      al governo.
      In Cina il Partito è il padrone e le cose
      "sconvenienti" per il Partito vengono messe a
      tacere.
      Se volete saperne di più sulla libertà in Cina
      (non solo di parola e pensiero, ma anche di
      ESSERE e di VIVERE) leggetevi LA PORTA PROIBITA
      di Tiziano Terzani.
      E allora capirete perché quest'uomo è stato
      prelevato da casa...Quoto, anche perche' in poche righe hai descritto bene come stanno le cose.aggiungo solo che chi dice che tra qua' e la Cina ci sia poca differenza, sarebbe bene che ci andasse a vivere, magari chiedendo la cittadinanza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Libertà cinese
      Terzani dice molte verità........ ma anche una marea di c....te sulla Cina, e lo dico da occidentale che vive da 20 in quel paese. La visione di Terzani è quella del "giornalista turista" che crede di aver capito tutto in pochi anni di una società completamente diversa da quella occidentale e di poter sparare sentenze a zero.Non prendete per oro colato quel che scrive...
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà cinese
        - Scritto da: Anonimo
        Terzani dice molte verità........ ma anche una
        marea di c....te sulla Cina, e lo dico da
        occidentale che vive da 20 in quel paese. La
        visione di Terzani è quella del "giornalista
        turista" che crede di aver capito tutto in pochi
        anni di una società completamente diversa da
        quella occidentale e di poter sparare sentenze a
        zero.
        Non prendete per oro colato quel che scrive...Giusto. Purtroppo e' famoso e se lo filano tutti. Peggio per loro che si bevono acriticamente ogni terzanata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Libertà cinese
      in uk uno scienziato che si opponeva al governo e' stato prelevato... e trovato "suicidato"in italia un imprenditore che voleva testimoniare sulla discarica di cerro maggiore a milano e' stato prelevato... e trovato mortoin italia un presunto terrorista e' stato prelevato... e torturato ad aviano e in egittoin usa in base al PA ti possono prelevare e tenere quanto vogliono all'insaputa di tuttiin italia quando indagini su un reato prendono direzioni sconvenienti per il governo si apre una bella commissione d'inchiesta parlamentare che accusa le vittime, i marziani, i fantasmi oppure archivia tutto. in italia quando si fa uno sciopero si intervistano solo signore di mezza eta' indignate che dicono "e' una vergogna" e qualche giorno prima partono le buste esplosive alle questure, mentre il numero dei manifestanti viene diviso per 3 in italia un'attrice impegnata sul fronte dei diritti sociali e' stata prelevata e violentata da un gruppo di neofascisti su istruzione di un comandante dei CCin italia un signore che denunciava violazioni alle disposizioni internazionali sulla proliferazione nucleare nel deserto del negev e' stato prelevato... e semiliberato all'estero una venticinquina d'anni dopoin italia un giornalista che indagava su istituzioni, golpismo, massoneria e camorra e' stato prelevato... e non e' piu' tornatotu dove vivi ?
      Non è bello fare dell'ironia su queste cose. In
      Italia siamo molto molto molto lontani
      dall'essere censurati solo per aver raccontato di
      uno sciopero, qualsiasi sia il partito politico
      al governo.
      In Cina il Partito è il padrone e le cose
      "sconvenienti" per il Partito vengono messe a
      tacere.
      Se volete saperne di più sulla libertà in Cina
      (non solo di parola e pensiero, ma anche di
      ESSERE e di VIVERE) leggetevi LA PORTA PROIBITA
      di Tiziano Terzani.
      E allora capirete perché quest'uomo è stato
      prelevato da casa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà cinese
        Tutto vero e in + si sa,La marmotta confeziona la cioccolata!
        • Anonimo scrive:
          Re: Libertà cinese
          - Scritto da: Anonimo
          Tutto vero e in + si sa,
          La marmotta confeziona la cioccolata!Si è vero, anche io ho visto la mucca viola che portava il suo latte per fare la cioccolata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà cinese
        - Scritto da: Anonimo
        in uk uno scienziato che si opponeva al governo
        e' stato prelevato... e trovato "suicidato"

        in italia un imprenditore che voleva testimoniare
        sulla discarica di cerro maggiore a milano e'
        stato prelevato... e trovato morto

        in italia un presunto terrorista e' stato
        prelevato... e torturato ad aviano e in egitto

        in usa in base al PA ti possono prelevare e
        tenere quanto vogliono all'insaputa di tutti

        in italia quando indagini su un reato prendono
        direzioni sconvenienti per il governo si apre una
        bella commissione d'inchiesta parlamentare che
        accusa le vittime, i marziani, i fantasmi oppure
        archivia tutto.

        in italia quando si fa uno sciopero si
        intervistano solo signore di mezza eta' indignate
        che dicono "e' una vergogna" e qualche giorno
        prima partono le buste esplosive alle questure,
        mentre il numero dei manifestanti viene diviso
        per 3

        in italia un'attrice impegnata sul fronte dei
        diritti sociali e' stata prelevata e violentata
        da un gruppo di neofascisti su istruzione di un
        comandante dei CC

        in italia un signore che denunciava violazioni
        alle disposizioni internazionali sulla
        proliferazione nucleare nel deserto del negev e'
        stato prelevato... e semiliberato all'estero una
        venticinquina d'anni dopo

        in italia un giornalista che indagava su
        istituzioni, golpismo, massoneria e camorra e'
        stato prelevato... e non e' piu' tornato

        tu dove vivi ?
        Alcune mi tornano alla memoria.Altre no ma potrebbero essere plausibili.... xo' sarebbe gradito qualche nome e riferimento.non dico tutto... ma giusto qualche indizio per aiutare i giovani di buona volonta' a informarsi un po'.Riportare informazioni in questo modo e' un po' come equipararle alla spazzatura... non valgono nulla !E siccome penso siano storie che ti stanno a cuore, fai uno sforzo e scrivi qualcosa di piu' ragionato e ragionevole.Grazie.
      • abbasso scrive:
        Re: Libertà cinese
        Quindi tu ritieni che ci sia poca differenza tra la libertà che c'è in Italia e quella in Cina?Aggiungo: quelle che hai raccontato sono il90% (o forse il 99%) dei "fatti strani" accaduti in Italia e su tutti c'è stata la possibilità di avere notizie.Dalla Cina esce forse un centesimo di quello che succede e su queste cose i cinesi sono più omertosi di Provenzano Riina e Brusca messi insieme.Per finire, la storia dell'egiziano rapito, non so se sia falsa, ma la fonte che ha dato origine all'inchiesta è il direttore della scuola islamica di via Quaranta, per cui nutro forti dubbi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Libertà cinese
          - Scritto da: abbasso
          Aggiungo: quelle che hai raccontato sono il90% (o
          forse il 99%) dei "fatti strani" accaduti in
          Italia e su tutti c'è stata la possibilità di
          avere notizie.Sei sicuro che TUTTI i fatti strani vengano resi noti?
          Dalla Cina esce forse un centesimo di quello che
          succede e su queste cose i cinesi sono più
          omertosi di Provenzano Riina e Brusca messi
          insieme.
          E' vero, ma l'omertà non è solo verso l'esterno ma soprattutto verso i cinesi stessi, quindi si ritorna al punto 1, come puoi essere certo che non ci siano "fatti strani" totalmente nascosti?
          • abbasso scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: abbasso

            Aggiungo: quelle che hai raccontato sono il90%
            (o

            forse il 99%) dei "fatti strani" accaduti in

            Italia e su tutti c'è stata la possibilità di

            avere notizie.

            Sei sicuro che TUTTI i fatti strani vengano resi
            noti?Non ne sono sicuro ma è altamente probabile. Pechè? Perchè abbiamo una stampa libera, perchè abbiamo dei sindacati indipendenti, perchè c'è libertà di parola e di manifestazione e questo lo vediamo tutti i giorni: chi ha qualcosa di cui lamentarsi lo fa senza problemi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese

            Facci i nomi di chi governa ed e' stato pero'
            condannato e non semplicemente indagato, questo
            sarebbe una notizia.se non ricordo male il presidente del consiglio non e' stato assolto da tutte le accuse che pendevano su di lui... da una sola e' stato assolto (ed e' la grande vittoria che tempo fa i suoi avvocati sbandieravano a tutti i tg), mentre delle altrre imputazioni alcune sono cadute perche' non costituivano piu' reato (con leggi che si e' fatto lui stesso) e altre sono andate in prescrizione (sempre grazie ad una sua legge che si e' fatto da solo)infine ricordo che e' stato dimostrato in tribunale che previti ha tratto profitti assieme a silvio da rapporti con la mafia, ma tutto e' andato a finire in un ben nulla per la solita prescrizione....
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: abbasso
            I misteri italiani. In effetti l'Italia non è il
            pease perfetto (ma esiste il paese perfetto?)La Cina
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: abbasso

            Aggiungo: quelle che hai raccontato sono il90%
            (o

            forse il 99%) dei "fatti strani" accaduti in

            Italia e su tutti c'è stata la possibilità di

            avere notizie.

            Sei sicuro che TUTTI i fatti strani vengano resi
            noti?No, per esempio, non ci e' noto cosa tu sia.

            Dalla Cina esce forse un centesimo di quello che

            succede e su queste cose i cinesi sono più

            omertosi di Provenzano Riina e Brusca messi

            insieme.


            E' vero, ma l'omertà non è solo verso l'esterno
            ma soprattutto verso i cinesi stessi, quindi si
            ritorna al punto 1, come puoi essere certo che
            non ci siano "fatti strani" totalmente nascosti?Il punto non e' se gli italiani o i francesi o i ciprioti o i cinesi abbiano scheletri negli armadi. Tutti li hanno.Ma in Italia non sparisci se ti batti per uno sciopero o se scrivi che il partito di governo non va bene. Non vieni sistematicamente incarcerato se ti opponi al governo.E questo rende il paragone tra Italia e Cina molto facile. In Cina le persone hanno meno liberta' che in Italia. L'Italia, paese che non brilla e non ha mai brillato per tutelare i diritti del cittadino, non raggiunge lo stesso livello di oppressione della Cina.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese

            Ma in Italia non sparisci se ti batti per uno
            sciopero no, ma tutti i tg mandano un ministro a dire che se scioperi sei terrorista
            o se scrivi che il partito di governo
            non va bene.de mauro ? pecorelli ?
            Non vieni sistematicamente
            incarcerato se ti opponi al governo.magari licenziato o fatto oggetto di querele miliardarie
            E questo rende il paragone tra Italia e Cina
            molto facile. In Cina le persone hanno meno
            liberta' che in Italia. L'Italia, paese che non
            brilla e non ha mai brillato per tutelare i
            diritti del cittadino, non raggiunge lo stesso
            livello di oppressione della Cina.ok, ma siccome a me infastidisce maggiormente una pagliuzza nel MIO occhio rispetto a una trave in quello altrui PRIMA guardo al mio paese anzichè partire in quarta verso gli obiettivi indicatimi da una liberissima agenzia residente in un paese in competizione economica con la cina, magari con prove significative come quelle sullle wmd di saddamnon é la divisione fra chi pensa che l'italia sia meno o ugualmente libera della cina e gli altri che divide chi posta in questo thread , ma tra chi rifiuta di farsi impostare un'agenda di pensiero da qualsivoglia think tank e per rendersi conto del condizionamento proprio e altrui cerca di applicare le regole mediatiche dirette da un agente verso l'atro nei due sensi e chi si beve quello che dicono al tg
          • abbasso scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo
            non é la divisione fra chi pensa che l'italia sia
            meno o ugualmente libera della cina e gli altri
            che divide chi posta in questo thread , ma tra
            chi rifiuta di farsi impostare un'agenda di
            pensiero da qualsivoglia think tank e per
            rendersi conto del condizionamento proprio e
            altrui cerca di applicare le regole mediatiche
            dirette da un agente verso l'atro nei due sensi e
            chi si beve quello che dicono al tgRileggiti considerando due cose:1. Gli anni di piombo sono finiti da un pezzo anche se certi no global - pacifisti ipocriti - etc. cercano in goni modo di farli tonare.2. Non sei nè il migliore nè il più informato di tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo


            Ma in Italia non sparisci se ti batti per uno

            sciopero

            no, ma tutti i tg mandano un ministro a dire che
            se scioperi sei terroristaEsagerato

            o se scrivi che il partito di governo

            non va bene.

            de mauro ? pecorelli ?Due?


            Non vieni sistematicamente

            incarcerato se ti opponi al governo.

            magari licenziato o fatto oggetto di querele
            miliardarieSistematicamente?Suvvia...

            E questo rende il paragone tra Italia e Cina

            molto facile. In Cina le persone hanno meno

            liberta' che in Italia. L'Italia, paese che non

            brilla e non ha mai brillato per tutelare i

            diritti del cittadino, non raggiunge lo stesso

            livello di oppressione della Cina.

            ok, ma siccome a me infastidisce maggiormente una
            pagliuzza nel MIO occhio rispetto a una trave in
            quello altrui PRIMA guardo al mio paese anzichè
            partire in quarta verso gli obiettivi indicatimi
            da una liberissima agenzia residente in un paese
            in competizione economica con la cina, magari con
            prove significative come quelle sullle wmd di
            saddam

            non é la divisione fra chi pensa che l'italia sia
            meno o ugualmente libera della cina e gli altri
            che divide chi posta in questo thread , ma tra
            chi rifiuta di farsi impostare un'agenda di
            pensiero da qualsivoglia think tank e per
            rendersi conto del condizionamento proprio e
            altrui cerca di applicare le regole mediatiche
            dirette da un agente verso l'atro nei due sensi e
            chi si beve quello che dicono al tgNon siamo tutti cosi' scemi. Molti come te pensano che "gli altri" siano manipolati dala televisione.Un vero insulto alla capacita' critica altrui che non serve a nulla per un confronto, un dicorso vecchio e stantio di una certa sinistra snob e anche di una certa massa di sinistra snob che si dice "noi non ci facciamo inquadrare come gli altri". Bel gruppo di pecoroni nel loro personale ovile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo


            Ma in Italia non sparisci se ti batti per uno

            sciopero

            no ma...Appunto no.Quindi l'oppressione cinese e' peggiore.
            non é la divisione fra chi pensa che l'italia sia
            meno o ugualmente libera della cina e gli altri
            che divide chi posta in questo thread , ma tra
            chi rifiuta di farsi impostare un'agenda di
            pensiero da qualsivoglia think tank e per
            rendersi conto del condizionamento proprio e
            altrui cerca di applicare le regole mediatiche
            dirette da un agente verso l'atro nei due sensi e
            chi si beve quello che dicono al tgGia' meglio bersi un bel bicchiere di idee di qualcun altro come questi luoghi comuni sulla massa che ci regali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà cinese

        tu dove vivi ? Molti delitti possimamo elencare, anche guerre e stragi, ma di certo l'Italia non e' un paese in cui sparisci se parli di uno sciopero o sparli del governo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Libertà cinese
          Ad ogni modo sapete quanto ci va a diventare come la cina? niente!Basta solo una mossa sbagliata di qualche capoccione.Non dimentichiamo che siamo soll'orlo di guerre mondiali ogni giorno (ora girano voci su attacchi ad altri paesi)!Siamo al capolinea delle riserve petrolifere!Di certo il clima non durerà tanto, ed è stato appurato che falsificavano i rapporti scientifici dietro ordine dei grandi petrolieri!Chiunque creda che la cina è lontana non riflette sulle possibili conseguenze di ciò che stiamo vivendo!PS: non sono un genio, ma studio neurolinguistica da anni, è il mio mestiere. Qualcosina riuscirò a vedere, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            Io vivo in un paese che sta male (se non ci credi scendi in strada a parlare con la gente). Questa è la prima unità di misura delle mie valutazioni.La seconda me la dà il livello culturale del 99% delle trasmissioni televisive.La terza, è che comunque che dalla storia ho imparato che noi (poveri "schiavi benestanti")sappiamo niente del nostro presente.La quarta me la dà il sapermi immaginare al posto di chi ha potere (cosa farei io se...?).Provaci, e una volta fatto prova a chiederti se tu sei così intelligente da saper pensare sistemi che loro non hanno pensato. Da qui, valutando la realtà, chiediti cos'è probabile (ciò che sappiamo, o ciò che è sospetto), e cosa no!Vivo in un mondo dove pochi mesi fa il ministro che ha falsificato i rapporti sul clima(usa), è stato assunto in un posto di tutto rilievo in un azienda petrolifera.Vivo in un paese che avendo tra le più alte tasse d'europa, è sempre più in deficit.Vivo in un paese dove se ti apri una qualsiasi attività, hai la mafia che ti viene a chiedere il pizzo, eppure c'è gente che "si è fatto da solo" (mi chiedo come sia possibile).Vivo in un paese dominato dalle pubblicità, e dalle mode che essa crea, mi sembra stano che funzioni diversamente per "altro".Vivo in un paese dove uno dei più grandi esponenti delle br, e primo vero pentito, non aveva idea di chi le comandasse, da chi sia partito quell'ordine (di Moro), e dove veniva nascosto, e nè sapeva se c'era qualcuno che lo sapesse (avrebbe potuto darlo chiunque, quindi, e viste le circostanze, mi viene difficile pensare che avrebbero ucciso l'unico che voleva aprire un dialogo politico con loro. Mi chiedo chi abbia guadagnato di più da quell'avvenimento, tutto lì. E visto che è una storia oscura).Vivo in un mondo dove c'è gente che muore di fame, e altri spendono 20000 euro per un panino al salame fatto dal cuoco di moda.Vivo in un paese dove la gente non ha più un posto di lavoro fisso (quindi non può permettersi nemmeno un mutuo), e questo è ulteriore motivo di paura tra la popolazione. -Con tutte le conseguenza del caso (e visto che sei tanto geniale ci arrivi da solo)-.Vivo in un paese che ha abboccato all'esca di uno che pensa solo a se stesso.Vivo in un paese dove l'interesse maggiore dei partiti è quella di fare danno al partito opposto, invece di essere il bene del paese (e questo quando va bene)Vivo in un paese che nonostante abbia la possibilità di aver imparato da 2000(e più) anni di storia che il popolo non sa niente di ciò che veramente accade, ha ancoraper cittadini gente come te, che prende per oro colato tutto quello che viene detto.Tu, invece dove vivi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            ad ogni modo sì, forse la stampa è libera. l'unico problema è che le notizie le prendono intervistando i politi all'uscita del parlamento, e non è certo così che si scoprono verità nascoste.Non c'è più un solo giornalista che va alla ricerca della verità, sono solo bravi scrittori, magari con grande spirito critico, e che sanno mettere l'accento sul posto giusto, così da presentare l'articolo in modo da conquistare il tipo di lettori del suo giornale.Ma difficilmente possono scoprire verità nascoste chiedendole direttamente a chi le nasconde.Oltretutto con la legge che punisce penalmente i giornalisti, nessuno si può permettere di fare "strane" ricerche, nè supposizioni, ...rischio la galera.No, no credo proprio che questa sia stampa libera!Vespa ha detto, parlando del programma di Celentano, "perchè dice che il suo è libero, allora il nostro non lo è?", e cinque minuti dopo a detto, "Comunque è strano il contratto che hanno fatto a Celentano, gli hanno dato due ore per poter fare ciò che vuole, noi, se usciamo da una certa linea veniamo bacchettati". A parte l'ovvia contraddizione, questo mi fa capire che comunque la libertà di stampa è limitata
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo
            . A parte
            l'ovvia contraddizione, questo mi fa capire che
            comunque la libertà di stampa è limitataLa stampa e' un potere, a qualcuno fa comodo ad un altro pesta i calli. In questo vivace contrasto, ovviamente non puo' avere totale liberta'. Le pesone si trovano nella vita su fronti opposti e lottano attraverso e contro i poteri in cui si imbattono. E la stampa rientra nel grande gioco.Pero' la stampa c'e', e ci da quello che riesce.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo
            Io vivo in un paese che sta male (se non ci credi
            scendi in strada a parlare con la gente). Questa
            è la prima unità di misura delle mie valutazioni.
            Ma sei liberissimo di migrare nel paese che più ti aggrada nessuno ti ostacola. Quando arrivi facci sapere. Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo
            Io vivo in un paese che sta male (se non ci credi
            scendi in strada a parlare con la gente). Questa
            è la prima unità di misura delle mie valutazioni.Insomma hai fatto una bella statistica al bar.
            La seconda me la dà il livello culturale del 99%
            delle trasmissioni televisive.Se io per valutare una pesona guardo i suoi escrementi, ovviamente me ne faccio una cattiva opinione.
            La terza, è che comunque che dalla storia ho
            imparato che noi (poveri "schiavi
            benestanti")sappiamo niente del nostro presente.Ma visto il passato possiamo intuire le loscaggini
            La quarta me la dà il sapermi immaginare al posto
            di chi ha potere (cosa farei io se...?).Provaci,
            e una volta fatto prova a chiederti se tu sei
            così intelligente da saper pensare sistemi che
            loro non hanno pensato. Da qui, valutando la
            realtà, chiediti cos'è probabile (ciò che
            sappiamo, o ciò che è sospetto), e cosa no!Insomma una volta al potere saresti ugualmente losco ed omertoso? Tutta la tua etica si infrangerebbe come una coppa di cristallo? E questo accade a TUTTI?
            Vivo in un mondo dove pochi mesi fa il ministro
            che ha falsificato i rapporti sul clima(usa), è
            stato assunto in un posto di tutto rilievo in un
            azienda petrolifera.Evidentemente e' competente in questioni petrolifere.
            Vivo in un paese che avendo tra le più alte tasse
            d'europa, è sempre più in deficit.Ma almeno non ha forti debiti esteri, solo interni.
            Vivo in un paese dove se ti apri una qualsiasi
            attività, hai la mafia che ti viene a chiedere il
            pizzo, eppure c'è gente che "si è fatto da solo"
            (mi chiedo come sia possibile).Ha pagato il pizzo.
            Vivo in un paese dominato dalle pubblicità, e
            dalle mode che essa crea, mi sembra stano che
            funzioni diversamente per "altro".Mode e pubblicita' esistono da un pezzo eppure sei pulito, medicato ed istruito. Insomma forse non sono la piaga del mondo.
            Vivo in un paese dove uno dei più grandi
            esponenti delle br, e primo vero pentito, non
            aveva idea di chi le comandasse, da chi sia
            partito quell'ordine (di Moro), e dove veniva
            nascosto, e nè sapeva se c'era qualcuno che lo
            sapesse (avrebbe potuto darlo chiunque, quindi, e
            viste le circostanze, mi viene difficile pensare
            che avrebbero ucciso l'unico che voleva aprire un
            dialogo politico con loro. Mi chiedo chi abbia
            guadagnato di più da quell'avvenimento, tutto lì.
            E visto che è una storia oscura).Bene un mistero te lo sei tolto.
            Vivo in un mondo dove c'è gente che muore di
            fame, e altri spendono 20000 euro per un panino
            al salame fatto dal cuoco di moda.Uhu che contrastone da Famiglia Cristiana.Aspetta che mi turbo un po'.
            Vivo in un paese dove la gente non ha più un
            posto di lavoro fisso (quindi non può permettersi
            nemmeno un mutuo), e questo è ulteriore motivo di
            paura tra la popolazione. -Con tutte le
            conseguenza del caso (e visto che sei tanto
            geniale ci arrivi da solo)-.Perche', in passato tutti erano felici, benestanti e con il posto garantito?
            Vivo in un paese che ha abboccato all'esca di uno
            che pensa solo a se stesso.Chi, i figuri vaticani, Prodi o gli Agnelli? :)Ce ne sono tanti cosi', in tutti i fronti.
            Vivo in un paese dove l'interesse maggiore dei
            partiti è quella di fare danno al partito
            opposto, invece di essere il bene del paese (e
            questo quando va bene)Ovvio, chi li controlla?
            Vivo in un paese che nonostante abbia la
            possibilità di aver imparato da 2000(e più) anni
            di storia che il popolo non sa niente di ciò che
            veramente accade, ha ancoraper cittadini gente
            come te, che prende per oro colato tutto quello
            che viene detto.Strano non eri tu che prendi per verita' le cose dette nei tuoi sondaggi da bar?
            Tu, invece dove vivi?Per mia fortuna, lontano da te.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese

            PS: non sono un genio, ma studio neurolinguistica
            da anni, è il mio mestiere. Qualcosina riuscirò a
            vedere, no?La televisione in neurovisione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            A parte la stupidità che hai dimostrato, che sono certo non avresti esposto in mia presenza e che mi ha fatto capire con chi ho a che fare, le tue battute non hanno dimostrato il contrario di ciò che ho detto. Quindi hai dato soltanto la dimostrazione di quanto tu ti stia aggrappando ai vetri. Il sarcasmo non ti è servito a niente, soprattutto perchè nei bar, che secondo te frequento, sono certo che avrei sentito di meglio.Il fatto di fare lo stupido in una situazione in cui non hai di fronte la persona che pretendi di far passare per scemo, dimostra solo che non sei in grado di farlo in altre situazioni. Uno con le palle non fa lo scemo in certe situazioni, ma le dimostra in altri modi.Puoi risponderti da solo se vuoi, per me il discorso è chiuso (e quì sono certo che ti darai da fare, da bravo bambino). Non meriti un grammo in più del mio tempo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            Sai perchè non se ne và dall'italia,e perchè non c'è ne andiamo tutti quanti?Perchè in nessun altro posto troveremo qualcuno che ci fa divertire come tua sorella,nonostante dalle tue battute non ci riusciamo a capacitare come tu non riesca a farci divertire come loro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo
            Sai perchè non se ne và dall'italia,e perchè non
            c'è ne andiamo tutti quanti?Perchè in nessun
            altro posto troveremo qualcuno che ci fa
            divertire come tua sorella,nonostante dalle tue
            battute non ci riusciamo a capacitare come tu non
            riesca a farci divertire come loro.Questo raffinato comico ha bisogno di qualche ora di sonno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo
            A parte la stupidità che hai dimostrato, che sono
            certo non avresti esposto in mia presenzaUrca come le sai le cose bene in anticipo!Ma hai ragione in tua presenza avre solo riso di te senza degnarti nemmeno di risponderti.Purtroppo via internet le risate non passano per cui ti ho scritto.
            e che
            mi ha fatto capire con chi ho a che fare, le tue
            battute non hanno dimostrato il contrario di ciò
            che ho detto.Dimostare il contrario di stupidate non e' necessario.
            Quindi hai dato soltanto la
            dimostrazione di quanto tu ti stia aggrappando ai
            vetri. Veramente sei tu che invito a chiedere alle persone in giro come va il paese e poi sferzi tutti dicendo che non bisogna prendere per oro colato tutto quello che viene detto.Forse io mi aggrappu sui vetri (per cosa poi?) ma tu sei palesemente dicotomico.
            Il sarcasmo non ti è servito a niente,Io e molti altri ci siamo divertiti. Non lo sai che un sorriso fa bene?
            soprattutto perchè nei bar, che secondo te
            frequento, sono certo che avrei sentito di
            meglio.Non credo, sentiresti solo di calcio, donne, macchine...
            Il fatto di fare lo stupido in una situazione in
            cui non hai di fronte la persona che pretendi di
            far passare per scemo, dimostra solo che non sei
            in grado di farlo in altre situazioni.Ancora con le tue certezze incollabili, contento tu di sapere come satnno le cose, contenti tutti.Credi davvero che ti abbia voluto far passare per stupido? Sai quanto me ne importa. Ma chi sei?Penso che tu abbia scritto stupidate? Si esattamente.
            Uno con le
            palle non fa lo scemo in certe situazioni, ma le
            dimostra in altri modi.Se ti dicevo "hai ragione" ero uno con le palle giusto?
            Puoi risponderti da solo se vuoi, per me il
            discorso è chiuso (e quì sono certo che ti darai
            da fare, da bravo bambino).E io sono certo che verrai a leggere bravo curiosone.
            Non meriti un grammo
            in più del mio tempo.Chi se ne frega.
          • Anonimo scrive:
            9 --
            Non preoccuparti maccabbeo, che anche tu, per quanto stia bene (xkè è evidente che tu sei uno di quelli che mangia da questa situazione), dovrai scontrarti con la dura realtà di una società che mette il profitto sopra il benessere e a volte la vita di tutti gli altri. Certo, in questo momento sotto effetto di quelle sostanze che ti instupidiscono non te ne rendi conto,o forse te ne rendi conto anche troppo (dato che sei uno di quelli che se ne sa approfittare) pensi che tutto sia bello e tutto vada bene come và. Ma arriverà (te lo auguro) il giorno che dovrai preoccuparti per qualcun'altro a cui tieni, e del loro futuro, e allora ti renderai conto che persino un deficente come te è in grado di vedere che ciò che è non è la migliore delle scelte.E se non dovesse accadere, comunque arriverà qualcuno che ti insegnerà che non ti può andare sempre bene.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            Caro livoroso tipo, rispondo qui in quanto ti hanno censurato perche' sei sbroccato nell'insulto, senza molta fantasia.Mi dici che un giorno imparero', sei gentile a darmi speranza, mi dici che io ne approfitto, ma di cosa? Che ne sai te, non sai nulla, non sai cosa faccio ne' come vivo, e soprattutto non ho mai detto - e citami se sei in grado - che in Italia si sta bene. Forse vivi di illazioni. Ma la cosa piu' importante, e' che le tue sono chiacchere che non meritano nemmeno una discussione seria. E ti spiego perche' la penso cosi, nonostante tu gia' ti stia scandalizzando a pensare che "come!" le tue parole cosi' serie sulla grave situazione del paese, "sono solo chiacchere"? Se tu ci dici "vivo in un paese che sta male, basta parlare con la gente" scusa tanto ma che sciocchezza e che banalita',I bambini muoiono di fame e i ricchi spendono, hai scoperto l'acqua calda.Il paese ha una classe politica che fa quello che vuole,ehi buongiorno, lo sai anche tu che non hanno NESSUN controllo, a malapena la stampa e il voto li tengono buoni (senza contare che comunque non sono tutti ladri, si rischia di colpevolizzare anche gli onesti, gente come noi che e' andata al parlamento per magari gli ideali che hai tu o io, e calpestare anche loro e' molto male).L' Italia e' un gigante sul piano mondiale, ha un fatturato mostruoso e industrie notevoli. Sparisce la confronto con USA e Giappone, ma e' una realta' che e' merito tuo, mio, dei nostri amici e dei nostri parenti e nonni. Se tu guardi alla televisione vedi escrementi, ma la tv non e' l'Italia, tanto per fare un esempio c'e' anche la scuola che e' un universo molto piu' importante nella formazione degli Italiani.Ma complessivamente il pase va male. E allora? Vuoi indignarti? Indignati, e poi?Ti richiedo, per l'ennesima volta in questo forum, l'Italia e' come la Cina? Lo sai che i cinesi non possono espatriare liberamente? Tu puoi? Lo sai quanti partiti hanno da votare? Forse ben uno? E tu quanti? Quanti giornali e quanti siti di opposizione puoi leggere? Eh gia' mi dici, ma la televisione italiana e' tutta filogovernativa (a parte che Raitre continua sulla scia del suo cremlinismo antico) tutte in mano al nano. Ovvio!! La televisione e' potere, il governo lo usa. In che mani credi che fosse quando c'era D'Alema e Prodi al governo, in mano tua o loro? E allora non sentivi aria di Russia anzicche' di Cina? E poi quando c'erano solo re tre reti rai, secondo te la televisione era libera in mano a DC, PSI e PCI?Tutti sappiamo che non e' certo l'Italia il paladino della giustiza, delle liberta' democratiche, della liberta' di espressione e dei diritti civili, pane, lavoro, famiglia, sono parole, perche' dare pane e lavoro a 56 milioni di persone non e' uno scherzo ne' per un governo DC ne' per un governo PS ne' per un polo ne' per una coalizione margherita/ulivo.Se sei italiano e non ti piace come va il paese, ti dico francamente, cavolacci tuoi, rimboccati le maniche e lavora per cambiare, non importa se ci sono i muri di gomma. Come hanno fatto in molti altri paesi? Credi che i francesi vadano tutti d'amore e d'accordo? Che In Germania non esistano le classi privilegiate o che in Svezia tutto sia socialmente perfetto e soprattutto che sia sempre stato cosi'? No, questi nostri vicini, tra cui non dimentichiamo i bravissimi spagnoli, si sono rimboccati le maniche. Anzicche' LAGNARSI su PI che il nano ha censurato un comico, hanno lavorato tra cittadini a lungo e ora posseggono una coscienza civile che in Italia e' solo in embrione. Chiedi a un francese che succede se ci scappa il morto nella metropolitana. Per protesta i viaggiatori la boicottano in blocco per far pressioni sull'adempimento delle norme di sicurezza.E gli italiani? Si gonfiano e si arruffano e si riempiono la bocca, ma ai fatti nulla. Muovi il culo e cambia il tuo paese anzicche' strare qui a darmi del deficiente, ti sei offeso, bene, come ti offendi ti calmi, non me ne frega nulla, ma se non vuoi un Italia come la Cina, dipende anche da te. Fonda un giornale, fonda un comitato, vai in consiglio di quartiere, scendi in campo, scrivi editoriali, scrivi un libro, scrivi ad un politico, fai il portaborse, fai un sito di politica, fonda una azienda, fai famiglia, ma lascia perdere di divulguare i tuoi semini di spicciola saggezza, non la vuole nessuno, perche' e' roba riciclata e stantia e si sente.Gli appelli al prossimo del tipo "dovete pensare con le vostre teste" "Siamo tutti manipolati dalla tv" e "siamo in una dittatura" sono solo parole. A parte che si sentono dagli anni 50 e anche molto prima, ma sono esclusivamente stupidaggini e ti diro' una parola peggiore, sono solo propaganda, non di governo ma di opposizione, nonche' sono anche luoghi comuni che molti fanno propri pur non assumento parte politica. Perche'? Perche' e' FACILE dire "io sono contro, perche' va tutto male" e fa molto piacere sentirsi dire "Si e' vero, e' uno schifo hai ragione". Troppo facile. Sono luoghi comuni che lanciati nel vento non cambieranno di un capello niente, ma anzi indurranno un altro a dire "E gia' proprio vero, siamo messi male in Italia e non possiamo farci nulla, presto saremo come la Cina".E hai convinto un altro a non muovere un muscolo per il paese in cui vive e di cui siamo noi responsabili e non altre nazionalita'.L'Italia sara' come la Cina se gli italiani si comporteranno da cinesi, se invece si comporteranno come i vicini europei, rimarranno italiani in Italia. Quindi basta stupidaggini sui poveri che muoiono di fame, se ti interessasse veramente andresti ad aiutarli invece di fare la predica a noi. Se invece vuoi solo indignarti, allora l'ovile degli indignatie' in fondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            Complimenti, finalmente rispondi con un pò di cervello, senza battute degne del peggiore dei comici. Dai sempre comunque per scontate molte cose, come in quel "se" (allora se tu fossi al posto loro ti comporteresti così...-da una tua "battuta")- che non sei riuscito a comprendere nella sua completezza, seppur indicato dal resto del treadh.Tu non sai cosa faccio io, e non era mia intenzione scrivere un libro per far capire che no, no stiamo come in Cina (e te l'ho già ripetuto -vediamo quante volte...-), ma che siamo comunque ben lontani dal dire che non siamo un paese libero -e se questo è un luogo comune a cui possono giungere anche i bambini, non mi spiego perchè tu continui a cercare di negarlo, quasi a voler esprimere il contrario-. Si parlava di libertà, e a detta di qualcuno (Voltaire) libertà è anche potere (libero di poter fare...). Ora, anche senza voler scendere in recriminazioni politiche, o sospetti su quelli che sono stati i fatti della nostra storia recente, e libertà di stampa, ecc, dimmi cosa può fare un operaio (e affini) che guadagnando 1000 euro al mese si ritrova a pagare 600 euro d'affitto, spese che aumentano sempre più, tasse persino su servizi che non utilizzi (cd vergini per musica che non masterizzi ad esempio), zone blu persino sotto casa, benzina alle stelle, e gasolio che in rapporto è aumentato solo in rapporto alla volontà di voler risparmiare (più lo utilizzano, più aumenta), senza nessun diritto sul lavoro (in quanto non è fisso), ecc. Se tu ti senti di chiamare libertà una simile vita (e non è il mio caso, fortunatamente. E lo dico per prevenire il tuo prossimo acuto intervento), sei libero di farlo, ma che in Cina stiano peggio o meglio, non può certo essere motivo di consolazione.Ripeto, che in Cina stiano peggio (io non ci sono stato, comunque, e dopo aver parlato con "ex-russi" che mi han detto che prima stavano meglio, dove qui le televisioni dicono il contrario, non so quanto esserne certo), me ne dispiace, ed è cosa che non ho paragonato all'italia, ma visto che qualcuno l'ha fatto inizialmente, io ho solo sottolineato che l'italia non è il paradiso, così come anche tu confermi. Forse se tu avessi dimostrato un dialogo meritevole di risposta, invece di battutine che sembravano voler dire che tu godevi della situazione del paese, forse avremmo potuto sviluppare un dialogo costruttivo, e non fare la figura dei bambini. Ad ogni modo non sono convinto che qui ci sia la libertà che affermi, e se c'è, e facilmente manovrabile (non mi metto a scrivere un libro per spiegarti come, ma se vuoi vai su rai.it, guarda lo speciale sulla morte di Pasolini, e capirai che sì, le cose si dicono, ma viene anche fatto in modo che restino solo cose dette). Pascal diceva che il dittatore governa con la forza, il tiranno col sorriso, forse qui certi termini sarebbero esagerati ma di certo non ci stiamo muovendo verso un mondo migliore.PS: scrivo su PI nel mio tempo libero, per distrarmi, e questo dovrebbe esserti sufficiente per evitare di fare illazioni sul mio operato, e su come io combatto i miei mulini a vento.Se vuoi continiare a discorre ... ben lieto, ma fallo in modo che io possa considerarti almeno una persona adulta, e chissà, forse leggendoci anche altri possono trarre qualcosa da una sintesi delle tue e mie affermazioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese

            Complimenti, finalmente rispondi con un pò di
            cervello, senza battute degne del peggiore dei
            comici.Bah, semplicemente ora la risposta ti garba, ma andiamo avanti.
            Tu non sai cosa faccio io, e non era mia
            intenzione scrivere un libro per far capire che
            no, no stiamo come in Cina (e te l'ho già
            ripetuto -vediamo quante volte...-), ma che siamo
            comunque ben lontani dal dire che non siamo un
            paese liberoBella scoperta, infatti...
            -e se questo è un luogo comune a cui
            possono giungere anche i bambini, non mi spiego
            perchè tu continui a cercare di negarlo... non l'ho mai negato e se e' cosi' citami. Detto per inciso, io non "cerco" di negare o affermare le cose se una cosa la posso negare o affermare lo faccio, senza bisongo tentativi.
            quasi a
            voler esprimere il contrario-. Ah ecco "quasi", quindi sono impressioni tue.
            Ad ogni modo non sono
            convinto che qui ci sia la libertà che affermiLa liberta' che affermo l'ho affermata in relazione con la Cina. L'Italia e' un paese liberticida ma sicuramente PUOI espatriare e PUOI votare piu' di un partito, queste sono liberta' che io affermo esistano in Italia.
            se c'è, e facilmente manovrabile (non mi metto a
            scrivere un libro per spiegarti come, ma se vuoi
            vai su rai.it, guarda lo speciale sulla morte di
            Pasolini, e capirai che sì, le cose si dicono, ma
            viene anche fatto in modo che restino solo cose
            dette).Solo cose dette? Ovvio. Devo ancora vedere i responsabili di omicidi, corruzioni, depistaggi e sabotaggi fare un bel diario da pubblicare alla stampa.
            Se vuoi continiare a discorre ... ben lieto, ma
            fallo in modo che io possa considerarti almeno
            una persona adulta, e chissà, forse leggendoci
            anche altri possono trarre qualcosa da una
            sintesi delle tue e mie affermazioni.Non mi interessano le sfide a chi e' piu' adulto nelle risposte, se le mie non ti piacciono, fatti l'idea che ti pare di me, ne' a te ne' a nessuno devo dimostrare nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Libertà cinese
            - Scritto da: Anonimo


            Complimenti, finalmente rispondi con un pò di

            cervello, senza battute degne del peggiore dei

            comici.

            Bah, semplicemente ora la risposta ti garba, ma
            andiamo avanti.No,non mi garba se devo dire la verità,ma perlomeno esprimi un pensiero tuo che dalle tue battute non si riusciva a dedurre (prova a rileggerle).Si capisce solo che potevi essere contrario, ma perchè ... forse solo perchè non t'ho detto che la cina era peggio dell'italia?(che poi l'ho detto). Bhe, io troverei eccessivo chiamare ovvietà la miseria in cui tanti sono costretti a vivere, solo per questo.


            Tu non sai cosa faccio io, e non era mia

            intenzione scrivere un libro per far capire che

            no, no stiamo come in Cina (e te l'ho già

            ripetuto -vediamo quante volte...-), ma che
            siamo

            comunque ben lontani dal dire che non siamo un

            paese libero

            Bella scoperta, infatti...Quel "non" è sbagliato. Siamo ben lontani dal dire che siamo un paese libero! Per una volta prova a pensare secondo altri canoni e a vedere le cose nelle loro verità più profonde. Non è solo la forza fisica che può togliere la libertà.


            -e se questo è un luogo comune a cui

            possono giungere anche i bambini, non mi spiego

            perchè tu continui a cercare di negarlo

            ... non l'ho mai negato e se e' cosi' citami.
            Detto per inciso, io non "cerco" di negare o
            affermare le cose se una cosa la posso negare o
            affermare lo faccio, senza bisongo tentativi.Citarti per cosa? perchè affermi il contrario di ciò che io dico? è questa la tua idea di libertà?


            quasi a

            voler esprimere il contrario-.

            Ah ecco "quasi", quindi sono impressioni tue.Appunto. Non hai espresso niente. Hai fatto solo battute che non hanno detto niente. Da qui il mio apprezzamento per il tuo ultimo intervento. Almeno hai detto qualcosa


            Ad ogni modo non sono

            convinto che qui ci sia la libertà che affermi

            La liberta' che affermo l'ho affermata in
            relazione con la Cina. L'Italia e' un paese
            liberticida ma sicuramente PUOI espatriare e PUOI
            votare piu' di un partito, queste sono liberta'
            che io affermo esistano in Italia.


            se c'è, e facilmente manovrabile (non mi metto a

            scrivere un libro per spiegarti come, ma se vuoi

            vai su rai.it, guarda lo speciale sulla morte di

            Pasolini, e capirai che sì, le cose si dicono,
            ma

            viene anche fatto in modo che restino solo cose

            dette).

            Solo cose dette? Ovvio. Devo ancora vedere i
            responsabili di omicidi, corruzioni, depistaggi e
            sabotaggi fare un bel diario da pubblicare alla
            stampa.


            Se vuoi continiare a discorre ... ben lieto, ma

            fallo in modo che io possa considerarti almeno

            una persona adulta, e chissà, forse leggendoci

            anche altri possono trarre qualcosa da una

            sintesi delle tue e mie affermazioni.

            Non mi interessano le sfide a chi e' piu' adulto
            nelle risposte, se le mie non ti piacciono, fatti
            l'idea che ti pare di me, ne' a te ne' a nessuno
            devo dimostrare nulla.
            Difatti. Nessuno ti obbliga a dimostrare niente. Anche perchè cosa dovresti dimostrare: che sei spiritoso?
  • Anonimo scrive:
    ma che avete capito ..
    quell' imprenditore era un maniaco sessuale !!!http://www.chinadaily.com.cn/english/doc/2005-10/28/content_488412.htm(certi cinesi hanno la faccia come il c**o)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che avete capito ..
      Screditare infangando.Vedo che le tecniche cinesi le hai imparate a menadito.bye
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che avete capito ..
        ehm chi ti ha preceduto ha citato una fonte, che puo' essere ritenuta affidabile o no (e questa e' una questione IDEOLOGICA nel cui merito non entro) tu contrasti un'accusa non con argomentazioni in merito ma appellandoti ad un generico intento persecutoriodirei che tu hai appreso le tecniche della "difesa all'italiana" (giuridica e non scacchistica)
        Screditare infangando.

        Vedo che le tecniche cinesi le hai imparate a
        menadito.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che avete capito ..
          - Scritto da: Anonimo

          direi che tu hai appreso le tecniche della
          "difesa all'italiana" (giuridica e non
          scacchistica)Molto sottile, chissà quanti l'avranno capita. Comunque è "Difesa Italiana", non "difesa all'italiana". ;)
  • Anonimo scrive:
    Ci mancherebbe pure...
    ...che succedesse in Italia.IMHO, poco ci manca...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci mancherebbe pure...
      - Scritto da: Anonimo
      ...che succedesse in Italia.

      IMHO, poco ci manca...Mah insomma... se pubblicano ancora cose tipo Repubblica, allora ci manca ancora molto.
    • PolarisIlMago scrive:
      Re: Ci mancherebbe pure...
      Succede in tantissimi posti del mondo, di solito però si scrive ciò che fa notizia, ora fa notizia la Cina. Evviva!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancherebbe pure...
        è da sempre che fa notizia il regime cinese... :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancherebbe pure...
        - Scritto da: PolarisIlMago
        Succede in tantissimi posti del mondo, di solito
        però si scrive ciò che fa notizia, ora fa notizia
        la Cina. Evviva!!Questo perchè, a differenza degli altri tantissimi posti, con la Cina abbiamo o avremo presto tutti a che fare, visto che sta diventando (se non lo è già) la punta di diamante dell'umanità in campo scientifico ed industriale.E' ovvio che ci si angosci per notizie come questa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci mancherebbe pure...
          bha su questo sono sciettico ...ditemi 1 matematico cinese famoso .....( ok hanno inventato la bussola e la polvere da sparo ... )
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            da come scrivi verrebbe da pensare che non siamo bravi neppure in letteratura....cmq leggi qui:http://matematica.uni-bocconi.it/quarteroni/alfio.htmnon avranno matematici famosi, ma nel giro di poso avranno poco da imparare e molto da insegnarci..."Prendiamo l'esempio della Cina, un Paese che per via della Rivoluzione Culturale, per decenni non ha prodotto grande Matematica. Negli ultimi due decenni moltissimi giovani e brillanti laureati cinesi sono emigrati per compiere gli studi di dottorato. Ora diversi hanno iniziato a far ritorno al loro Paese e far germogliare nuovi talenti. Così, in questi ultimi anni, la scuola matematica in Cina ha fatto passi da gigante. "
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            10 menti mediocri non fanno 1 genio amico mio ... le rivoluzioni le fanno i geni .. e in 2000 anni loro non hanno avuto 1 , ma dico 1 matematico di rilievo ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            hai perfettamente ragione!ma ora non dobbiamo guardare al passato, sul passato non c'è dubbio che la cultura sia stata dalla nostra parte. Proviamo a vedere il presente: non ci sono più i Da Vinci, gli Edison e Otto ma c'è sony, intel, general electric... ora lo sviluppo lo fa il team perchè le cose sono sempre più complesse ed una persona da sola difficilmente può avere un'intuizione che porti a rivoluzioni. Con questo credo che ci saranno sempre meno nomi di spicco ed avere un "esercito" di matematici come di ingegneri e di altre figure professionali aiutate con tanti soldi per la ricerca sarà la chiave affinchè la Cina diventi veramente la più grande potenza mondiale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            - Scritto da: Anonimo
            hai perfettamente ragione!
            ma ora non dobbiamo guardare al passato, sul
            passato non c'è dubbio che la cultura sia stata
            dalla nostra parte.
            Proviamo a vedere il presente: non ci sono più i
            Da Vinci, gli Edison e Otto ma c'è sony, intel,
            general electric... ora lo sviluppo lo fa il team
            perchè le cose sono sempre più complesse ed una
            persona da sola difficilmente può avere
            un'intuizione che porti a rivoluzioni. Con questo
            credo che ci saranno sempre meno nomi di spicco
            ed avere un "esercito" di matematici come di
            ingegneri e di altre figure professionali aiutate
            con tanti soldi per la ricerca sarà la chiave
            affinchè la Cina diventi veramente la più grande
            potenza mondiale.L'hai fatto secco...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            lo hai fatto secco ..il tuo intervento è da troll ... sei 1 bigolo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            rimane comunque il fatto .....che chi a le mentiper risolvere questa roba http://www.claymath.org/sarà 1 pezzo avanti agli altri ... e .. una schiera di ingegneri e professionisti ben pagati , NON sarà comunque in grado di risolverli ...quindi .... ... i soldi per la ricerca in campo teorico te li metti dove non batte il sole ..... ( va bhe .. servono i centri di calcolo .. ma proprio visto che i calcolatori non sono in grado di risolverli per "forza bruta" ... )solo chi ha delle menti superiori sarà in grado .. "lo hai fatto secco ... "
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            - Scritto da: Anonimo
            hai perfettamente ragione!
            ma ora non dobbiamo guardare al passato, sul
            passato non c'è dubbio che la cultura sia stata
            dalla nostra parte.
            Proviamo a vedere il presente: non ci sono più i
            Da Vinci, gli Edison e Otto ma c'è sony, intel,
            general electric... ora lo sviluppo lo fa il team
            perchè le cose sono sempre più complesse ed una
            persona da sola difficilmente può avere
            un'intuizione che porti a rivoluzioni. Con questo
            credo che ci saranno sempre meno nomi di spicco
            ed avere un "esercito" di matematici come di
            ingegneri e di altre figure professionali aiutate
            con tanti soldi per la ricerca sarà la chiave
            affinchè la Cina diventi veramente la più grande
            potenza mondiale.Permettimi una domanda, dove l hai letto che la cultura passata sia stata dalla parte nostra? nei libri di storia stampati da noi stessi presumo, al massimo nei utlimi 200 anni a causa di una politica troppo conservatrice e chiuso dell ex impero cinese. se prendi una linea temporale piu ampia e fonti diverse . penso che non sia stato proprio cosi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            in realtà la cultura cinese é ed é stata ricchissima, dal punto di vista logico-filosofico la scuola dei legisti si é sviluppata prima di quella dei sofisti anticipando le loro conclusioni e arrivando fino ai sillogismi tipo aristotele, poi per quel che riguarda la fisica ti ricordo madame WU e i suoi studi sulla violazione della parità, tutti i matematici cinesi ad altissimo livello che conosco (e ce ne sono) sono emigrati all'estero dopo il phd, non so se valgono lo stessoinoltre la matematica non e' tutto, anche accettando una divisione culturale scienza/arte (retaggio latino del trivio e quadrivio che non condivido pur deprecando aberrazioni di segno opposto tipo la matematica multiculturale insegnata in alcune scuole usa), limitandosi alle materie scientifiche direi di considerare la biologia, la chimica, la fisica ecc.per il resto secondo me i geni anticipano le scoperte di molti anni, ma prima o poi gli sgobboni possono arrivarci lo stesso, infatti le scoperte si fanno anche ora che più che la genialità si cerca il team e le strutture/finanziamentiricorda poi che anche nel medioevo i pensatori pur proni ai geni del mondo classico sostenevano "siamo nani rispetto ai giganti del passato, ma poggiamo sulle loro spalle e possiamo vedere più lontano di loro"io tutto questo bisogno/ossequio di geni, di eroi e di "uomini forti" lo vedo con sospetto
            10 menti mediocri non fanno 1 genio amico mio ...
            le rivoluzioni le fanno i geni .. e in 2000 anni
            loro non hanno avuto 1 , ma dico 1 matematico di
            rilievo ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            col cazzo che gli sgobboni sono 1 newton .. 1 carl gauss ..e cmq è proprio vero .. è inutile che fai riferimenti al fascismo furbone ... quando galois è morto a 21 annihttp://it.wikipedia.org/wiki/Evariste_Galoisun matematico di tutto rispetto disse : non basteranno 100 anni per colmare la lucuna di questa perdita ....è inutile che fai tanto il furbone con riferimenti al superuomo di epoca nazista - fascista ....certe figure nella storia sono state insostibuile .. e cmq .. 10 teste mediocri non fanno 1 genio .. e con genio non si intende solo 1 superdotato .. ma anche gente che pensa fuori dagli schemi comuni ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            ma te probabilmente non sai nulla di matematica .. e quindi vaneggi ..
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            - Scritto da: Anonimo
            bha su questo sono sciettico ...

            ditemi 1 matematico cinese famoso .....Ma tu quanti matematici contemporanei famosi conosci?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            ... .... ma stai scherzando vero .... ?No sai ... esiste anche la medaglia FIELDS .. che è il nobel della matematica ...Poi sai .. le grandi scoperte matematiche vengono alla conoscenza dei non adetti ai lavori più tardi di quelli del settore ( perchè non ci si interessa e si aspettano applicazioni del fatto .. )Poi ci sarebbe questo qua : http://it.wikipedia.org/wiki/Ultimo_teorema_di_Fermatrisolto nel 1995 da Andrew Wiles,Wow .. pieno di cinesi ..2002 Pechino, Cina: Laurent Lafforgue, Vladimir Voevodsky1998 Berlino, Germania: Richard Ewen Borcherds, William Timothy Gowers, Maxim Kontsevich, Curtis T. McMullen1994 Zurigo, Svizzera: Eflffi Isakovich Zelmanov, Pierre-Louis Lions, Jean Bourgain, Jean- Christophe Yoccoz1990 Kyoto, Giappone: Vladimir Drinfeld, Vaughan Frederick Randal Jones, Shigefumi Mori, Edward Witten1986 Berkeley, Califomia, USA: Simon Donaldson, Gerd Faltings, Michael Freedman1982 Varsavia, Polonia : Alain Connes, William Thurston, Shing-Tung Yau1978Vancouver, British Columbia, Canada: Pierre Deligne, Charles Fefferman, Grigory Margulis, Daniel Quillen1974 Helsinki, Finlandia: Enrico Bombieri, David Mumford
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            i migliori in matematica sono sempre stati : indiani , russi e europei .. dopo dite 1 po quello che volete .. la storia dice cosi ....tipo questo indiano Ramanujan http://diamante.uniroma3.it/hipparcos/Ramanujan.htmRamanujan Srinivasa Aaiyangar, geniale matematico indiano, nacque il 22 dicembre 1887 e morì il 26 aprile 1920 a soli 33 anni. Era privo di istruzione e proveniva da uno sconosciuto villaggio dell'India. Egli rappresenta un tipico esempio di genio innato. . . .oppure carl gauss..Si narra che nelle scuole elementari, mentre il maestro teneva occupati gli alunni in una tediosa operazione di somma dei numeri da 1 a 100, Gauß notò che la somma delle coppie di termini opposti forniva lo stesso risultato (1+100=101, 2+99=101, 3+98=101) e giunse immediatamente al risultato (50*101=5050), fra lo stupore dei compagni e, probabilmente, lo sbigottimento del maestro.siccome mi interesso di queste cose .. matematici cinesi di questo tipo non no ho mai sentito parlare ....e dico mai .... ci sono casi per diversi paesi europei , russia , india .. ma zone orientali .. MAI ... Poi voi conditela come vi pare
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            - Scritto da: Anonimo
            bha su questo sono sciettico ...

            ditemi 1 matematico cinese famoso .....

            ( ok hanno inventato la bussola e la polvere da
            sparo ... )La Cina è la terza potenza spaziale.http://www.asianews.it/view.php?l=it&art=4192E i dottori in lettere non servono per mandare un razzo nello spazio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...
            a bhe ... a copiare tecnologie son maestri ..
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci mancherebbe pure...
      - Scritto da: Anonimo
      ...che succedesse in Italia.

      IMHO, poco ci manca...Te lo farei PROVARE quel regime.Peccato che poi per colpa tua dovrei provarlo anche io e non mi sta bene.Noi italiani sappiamo solo criticare e LAMENTARCI.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancherebbe pure...


        Noi italiani sappiamo solo criticare e LAMENTARCI.Vai a lavorare va ..
      • nanni666x scrive:
        Re: Ci mancherebbe pure...
        Si ok un po vero è, quei poveracci dovrebbero solo lamentarsi e ribellarsi. Noi in confronto a loro siamo in una bellissima valle floreale, loro sono nella m.......Mi fanno pena perchè non possono esprimersi come piace e pare a loro. Ma perchè non si ribellano? :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci mancherebbe pure...
          - Scritto da: nanni666x
          Si ok un po vero è, quei poveracci dovrebbero
          solo lamentarsi e ribellarsi. Noi in confronto a
          loro siamo in una bellissima valle floreale, loro
          sono nella m.......
          Mi fanno pena perchè non possono esprimersi come
          piace e pare a loro. Ma perchè non si ribellano?
          :@ Perché l'ultima volta che lo hanno fatto è stato per mettere su Mao, e non sembra che sia andata meglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancherebbe pure...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...che succedesse in Italia.



        IMHO, poco ci manca...
        Te lo farei PROVARE quel regime.
        Peccato che poi per colpa tua dovrei provarlo
        anche io e non mi sta bene.

        Noi italiani sappiamo solo criticare e LAMENTARCI.http://www.danieleluttazzi.it/?q=node/158#commentpoi vedi perché in Italia ci si lamenti.In Cina c'è un regime totalitarista, qua una Repubblica che ci prende per il c**o.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci mancherebbe pure...
          vabbeh, però se tu per fare un confronto delle condizioni di vita italiane e cinesi prendi per vero quello che ti racconta uno come Luttazzi...............dai su, siamo seri.........
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancherebbe pure...

        Te lo farei PROVARE quel regime.
        Peccato che poi per colpa tua dovrei provarlo
        anche io e non mi sta bene.

        Noi italiani sappiamo solo criticare e LAMENTARCI.io in cina non so se ci vivrei, peraltro neanche in usa, mi piace l'europa, e vorrei che si sviluppasse secondo la propria cultura. ora però nessun organismo internazionale di ispirazione asiatica mi viene a dire di privatizzare i servizi sociali o diminuire i diritti di cittadinanza, mentre molti organismi di ispirazione occidentale e atlantica specialmente lo fanno. l'italia che non mi piace e di cui mi lamento é quella che ascolta gli ultraliberisti che lasciano i diritti dei cittadini all'arbitrio del mercato e su loro istigazione si scaglia verso chi, con le stesse regole del mercato, insidia le posizioni dominanti del mercato attuale.quello cinese é un regime in cui non si sta bene, certo, ma é anche l'occidente che lo ha reso così facendone calare ancora il livello di vita per sfruttarne la manodopera quando gli comodava (pensa all' assistenza sanitaria che sotto mao era gratis e ora no, all'orario di lavoro che e' quasi doppio rispetto ai yempi della dittatura maoista che pure era più crudele del governo di hu jin tao) inoltre pensa che quando la cina era un mandarinato e protettorato britannico la gente stava molto peggio , e se anche ci mettono del tempo ad arrivare ad una democrazia per essere sicuri di non essere fagocitati di nuovo dall'imperialismo del mercato durante il percorso, penso che la loro prudenza non sia priva di fondamento, anche se i loro mezzi non li condivido
    • marcoweb scrive:
      Re: Ci mancherebbe pure...
      - Scritto da: Anonimo
      ...che succedesse in Italia.

      IMHO, poco ci manca...lol! fortissimo!Se tutti dicono che c'è l'informazione di regime, anche giornali e tv, che informazione di regime è??? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancherebbe pure...
        - Scritto da: marcoweb

        - Scritto da: Anonimo

        ...che succedesse in Italia.



        IMHO, poco ci manca...
        lol! fortissimo!
        Se tutti dicono che c'è l'informazione di regime,
        anche giornali e tv, che informazione di regime
        è??? :DSputtana e sputtana qualcosa resta sempre nella testa degli sciocchi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci mancherebbe pure...

          Sputtana e sputtana qualcosa resta sempre nella
          testa degli sciocchi.solo nella testa degli sciocchi che si credono furbi non resterà mai nulla
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancherebbe pure...


            Sputtana e sputtana qualcosa resta sempre nella

            testa degli sciocchi.

            solo nella testa degli sciocchi che si credono
            furbi non resterà mai nullaTutti gli sciocchi si credono furbi. Non sei convinto eh? Lo vedo da quel tuo sguardo vuoto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancherebbe pure...
        ehm leggiti un po' di roba di teoria della comunicazione, in particolare i temi "censura additiva" e "agenda setting"
        lol! fortissimo!
        Se tutti dicono che c'è l'informazione di regime,
        anche giornali e tv, che informazione di regime
        è??? :D
Chiudi i commenti