Il brevetto sul JPEG scuote la rete

La diffusione dell'utilizzo della tecnologia di compressione è tale che qualcuno prevede sconvolgimenti epocali per la rivendicazione del brevetto. Sony avrebbe già versato 15 milioni di dollari. Massima allerta sul web


Roma – È bastata la pubblicazione di una breve nota sul sito della semisconosciuta Forgent Networks per alzare un polverone come da tempo non se ne vedevano. Un polverone giustificato dal fatto che Forgent non solo si dice pronta a richiedere royalty e diritti sull’utilizzo della tecnologia di compressione delle immagini JPEG (.jpg), ma avrebbe anche già iniziato a riscuotere da alcuni importanti produttori.

Nella sua nota l’azienda sostiene di essere l’unica ad avere il diritto all’utilizzo e a dare in licenza la tecnologia di compressione JPEG in tutti i campi, con l’unica esclusione delle trasmissioni satellitari. Secondo Forgent, l’azienda può chiedere royalty per tutto quello che va dalle telecamere digitali ai telefoni cellulari più avanzati, dai browser agli scanner, dai sistemi di trasmissione di immagini digitali ai software per la gestione delle stesse e altro ancora.

Come ricostruisce Paolo Didoné sul sito no-patents, “Forgent Networks (ex VTEL) è una società texana che basa il suo business sulla videoconferenza. Nel 1997 ha acquisito una piccola società chiamata Compression Labs che tra i vari assets aveva anche un brevetto sui “sistemi di codifica per ridurre la ridondanza”. Compression Labs non ha mai rivendicato il diritto del pagamento di royalties da chi utilizzava questo algoritmo”. Ma le cose stanno cambiando.

Il brevetto rivendicato da Forgent è il numero 4.698.672, relativo a “Sistema di codifica per la riduzione della ridondanza”, un brevetto che riguarda un algoritmo utilizzato in JPEG. Secondo Forgent Networks, il brevetto riguarda gli algoritmi su cui si basa il JPEG, qualcosa di molto simile a quanto fu rivendicato da Unisys sulla compressione delle immagini “GIF”.

Come scrive Dpreview , Forgent ha intenzione di arricchirsi con questo brevetto e ha già iniziato ad avvicinare le grandi corporation e i produttori di software che utilizzano il suo algoritmo. Tanto che, come conferma The Register , Sony avrebbe già versato per l’utilizzo della tecnologia la bellezza di 15 milioni di dollari, una somma importante se si considera che 22 milioni di dollari è il fatturato di Forgent nell’ultimo trimestre.

Cosa accadrà a questo punto? Difficile dirlo. Si apre senz’altro una stagione di dispute legali che riguarderanno, almeno in questa fase, soprattutto i produttori americani. Come osserva Didoné, infatti, “questi problemi per ora non riguardano noi europei, ma solo gli Stati Uniti, dove è permesso brevettare algoritmi”. Questo non significa, visto l’ampio utilizzo delle tecnologie made in USA anche al di qua dell’Atlantico, che l’iniziativa di Forgent non potrà avere ampie ripercussioni anche in Europa…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Licenza
    Scusatemi ma nn ho capito una cosa: ogg vorbis è libero, mentre MP3 è un formato brevettato con il bisogno di una licenza per il suo utilizzo?Ciao a tutti e grazie
  • indegnosei scrive:
    masterizzazione dei file .ogg
    Non sono un super esperto, e chiedo scusa per l'ignoranza. E' un problema banale lo so, ma mi sta facendo diventar matto. Il mio Nero Burning (versione aggiornata: 6.3.1.6) non vuol saperne di masterizzare i file Ogg. Com'è possibile? C'è qualcosa che posso fare?Grazie a tutti
  • Anonimo scrive:
    Quando ci sarà un plugin per NERO?
    in modo da poter ricreare un CD-R (a partire da un file compresso) da poter ascoltare su una catena HI-FI e potere quindi fare qualche prova pseudo-seria?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando ci sarà un plugin per NERO?
      senza plugin per nero non siamo capaci di fare molto eh? nell'attesa convertirlo in wave no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando ci sarà un plugin per NERO?
        - Scritto da: qweasdzxc
        senza plugin per nero non siamo capaci di
        fare molto eh? nell'attesa convertirlo in
        wave no?sarebbe meglio di no, perchè convertire in wave non è un'operazione banale e genera risultati diversi a seconda del convertitore.Quindi il convertitore-plugin dovrebbe essere dello stesso produttore per tutti i file compressi, per omogeneità.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando ci sarà un plugin per NERO?
          dello stesso produttore di cosa? del codec audio spero... beh, per ogg ci sono tutti gli strumenti rilasciati direttamente dagli sviluppatori...se tu pensi che un plugin di nero ti garantisca una qualita superiore ad altri strumenti solo perche lo fanno quelli della ahead, che nulla hanno a che fare col codec..
  • Anonimo scrive:
    Sono felice
    Sono un'amate della musica ed ho moltissimi dischi,sono felice di potermeli comprimere finalmente con unformato aperto, spero che i produttori di lettoricd, autoradio, "walkman" supportino questo formato!W ogg!
  • Anonimo scrive:
    a che serve un altro compressore lossy?
    a parte che anche per MP3 esiste un progetto open source, comunque MP3 VBR a 160kbps ha qualità soggettivamente definita "CD" da panel di ascolto. Piaccia o non piaccia, le orecchie di quei signori erano buone quanto le nostre e le mie, che non distinguono la qualità dell'originale dal codificato MP3 (CD-R su lettore DVD contro originale su lettore CD ascoltati con cuffia di qualità del costo di 500 euro).Certamente l'estrazione digitale e la codifica richiedono cura. ma non poi più di tanto.La qualità dell'MP3 dipende dal modello psicoacustico e questo è in continua evoluzione senza che i decoder vengano intaccati.Per cui i file Mp3 suoneranno sempre un poco meglio e saranno sempre meno voluminosi, entro certi limiti.Volendo file ancora più compressi ma che suonano malino, (non a qualità soggettivamente CD) e avvicinandosi ai 64Kbps, MP3PRO e WMA vanno meglio di MP3. Non comprendo, aldilà dell'MPEG4 per il quale esiste apposito standard, dove voglia posizionarsi OGG VORBIS.probabilmente allo stesso livello di qualità di MP3 con minor data rate.Ma quand'anche OGG VORBIS suonasse come un MP3 VBR a 160k, utilizzandone solo 128 o 96.....dove si ascolta la musica così "splendidamente" codificata?su lettori a stato solido e CD player che non esistono al momento?su DVD player ancora da progettare?Su PC che hanno nella maggioranza dei casi una combinazione scheda+diffusori del costo di 20 euro con un sound da spiaggia anni 70?Ammettendo che uno scopo sia quello di scaricare musica legale da Internet per ascoltarsela sulllo stereo di casa, e ammesso che i programmi di CD-burning rilascino il plugin necessario per la creazione del CD audio, questo è un altro compressore lossy del quale proprio non si sentiva la necessità.
    • Anonimo scrive:
      Re: a che serve un altro compressore lossy?

      a parte che anche per MP3 esiste un progetto
      open source,un progetto opensource per mp3? fuori i link... lame e illegale in piu di un paese per questione di brevetti, ed e opinione comune che non sia possibile ottenere uno stream compatibile mp3 senza andare ad utilizzare i brevetti depositati, non ci sono scappatoie...
      comunque MP3 VBR a 160kbps ha
      qualità soggettivamente definita "CD" da
      panel di ascolto.c'e chi non si accontenta di 160kbit, e sentono la differenza fino a 192 e anche di piu (io non me ne curo piu di tanto) inoltre ci sono encoder che encodano bene a 160, altri che encodano meno bene a 160... inoltre 160kbit possono essere troppi in alcune circostanze... come stream da associare ai comuni divx occupa troppo spazio, come file da mettere nei riproduttori a stato solido e troppo grande, ed e grandicello anche in ambito file sharing, e meglio avere uno stream che si sente uguale e usa 80kbit no?
      Piaccia o non piaccia, le
      orecchie di quei signori erano buone quanto
      le nostre e le mie, che non distinguono la
      qualità dell'originale dal codificato MP3
      (CD-R su lettore DVD contro originale su
      lettore CD ascoltati con cuffia di qualità
      del costo di 500 euro).ok e allora? sono d'accordissimo, per me oltre 192 non si sente differenza... ma che centra? comunque uno stream da 500kbit multicanale puo fare comodo in ambiti particolari, sale di registrazione ecc, che ne so, e ogg comuque non e nato per rivaleggiare ad alti bitrate, e sempre stato impostato come alternativa all'mp3 con qualita superiore a bitrate inferioreogg inoltre scala benissimo come nessun altro codec mi risulta, da 8 a 500kbit.. o cose di questo genere, ed e multicanale, e un gioiellino tecnologico ogg..
      Certamente l'estrazione digitale e la
      codifica richiedono cura. ma non poi più di
      tanto.
      La qualità dell'MP3 dipende dal modello
      psicoacustico e questo è in continua
      evoluzione senza che i decoder vengano
      intaccati.la qualita dell'mp3 dipende ANCHE dal modello psicoacustico... e senno perche mp3pro e wma si sentono meglio di mp3 a parita di bitrate scusa?
      Per cui i file Mp3 suoneranno sempre un poco
      meglio e saranno sempre meno voluminosi,
      entro certi limiti.entro limiti ormai raggiunti da tempo eh... non si fanno miracoli... e la questione e un altra, i limiti dell'mp3 non sono solo nella qualita e nel bitrate, ma sono limiti legali...
      Volendo file ancora più compressi ma che
      suonano malino, (non a qualità
      soggettivamente CD) e avvicinandosi ai
      64Kbps, MP3PRO e WMA vanno meglio di MP3. si, ma hanno problemi di licenze molto peggiori di quelle degli mp3... dalla padella nella brace... wma con scadenza... licenze per mp3pro da pagare.. un inferno... sia per te che ascolti, sia per chi la musica la fa...
      Non comprendo, aldilà dell'MPEG4 per il
      quale esiste apposito standard, dove voglia
      posizionarsi OGG VORBIS.
      probabilmente allo stesso livello di qualità
      di MP3 con minor data rate.ci sei arrivato, in realta puo andare a competere benissimo anche nello streaming online per web radio, dove mp3 non ce la fa a bassi bitrate, e anche ad altissimi bitrate
      Ma quand'anche OGG VORBIS suonasse come un
      MP3 VBR a 160k, utilizzandone solo 128 o
      96.....dove si ascolta la musica così
      "splendidamente" codificata?la ascolti sul tuo pc, come fai anche con gli mp3ma il vantaggio e che puoi anche comprimerla la musica, non solo ascoltarla, e in modo completamente libero, a differenza degli mp3, per i quali esistono dei limiti legali, continuo a ripetermi.. guarda la condizione del povero lame, progetto straordinario ma anche condizionato da sti limiti...
      su lettori a stato solido e CD player che
      non esistono al momento?esatto, che credevi? magari poi basta un aggiornamento di firmware per alcuni modeli attuali... speriamo bene che i produttori si sveglino
      su DVD player ancora da progettare?di nuovo esatto.. ma la sai usare la testa allora... dove pensavi di guardare filmati mpeg4, sui dvd di adesso?
      Su PC che hanno nella maggioranza dei casi
      una combinazione scheda+diffusori del costo
      di 20 euro con un sound da spiaggia anni 70?cosa centra? li usano adesso per ascoltarci mp3,sperabilmente li useranno dopo per ascoltare ogg, in compenso ci metteranno meno a scaricare la musica... e ripeto per la milionesima volta, ci sara totale liberta di encoding...
      Ammettendo che uno scopo sia quello di
      scaricare musica legale da Internet per
      ascoltarsela sulllo stereo di casa, e
      ammesso che i programmi di CD-burning
      rilascino il plugin necessario per la
      creazione del CD audio,qua con debian ce stanno parecchi frontend ai programmi di masterizzazione che trattano gia ogg assieme a mp3... sotto windows non ce li avete? come mai questa carenza?
      questo è un altro
      compressore lossy del quale proprio non si
      sentiva la necessità.del quale tu non sentivi la necessita, ma spero che un giorno anche tu possa godere dei vantaggi che la diffusione di ogg porterebbe...
      • Anonimo scrive:
        Re: a che serve un altro compressore lossy?
        - Scritto da: qweasdzxc

        a parte che anche per MP3 esiste un
        progetto

        open source,

        un progetto opensource per mp3? fuori i
        link...lascia stare, tanto non ti risponderà...
      • Anonimo scrive:
        Re: a che serve un altro compressore lossy?
        Il punto di vista di chi ascolta musica su un PC è rispettabile, ma molto diverso da chi la ascolta da un impianto stereofonico di qualità. Non è quindi il caso di farne una questione "tecnica" quando è più di "religione", anche se molto di ciò che dici su MP3, WMA e MP3PRO non è frutto di fatti ma secondo me di luoghi comuni "religiosi".Trovo un poco curioso che uno che scrive di "file sharing" musicale abbia poi una così grande attenzione alla cavillosa legalità dell'utilizzo di un compressore MP3 piuttosto che di un altro.DVD e CD_Player non saranno, nella massa, aggiornabili, e quindi non leggeranno file codificati da questo OGG VORBIS. Ciò allontanerà coloro che ascoltano musica su apparecchiature di discreta qualità (non sono solo io) e avvicinerebbe chi utilizza il PC, vuole file smilzi per il "file sharing" e non si preoccupa quindi troppo della qualità. Non credo queste credenziali portino al successo di un codec audio perchè già MP3Pro e WMA hanno perso la battaglia;mi auguro (per gli inventori di OGG VORBIS) di sbagliarmi.Quanto alla possibilità per gli artisti di utilizzare un codice open source per fare "assaggiare" la propria musica.....beh, se io fossi un artista non ci metterei molto a trovare un amico che mi spiega che questo equivale a non avere protezione contro la copia.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: a che serve un altro compressore lossy?

          .....beh, se
          io fossi un artista non ci metterei molto a
          trovare un amico che mi spiega che questo
          equivale a non avere protezione contro la
          copia.
          Ciaogli artisti con la A maiuscola se ne sbattono...e per fortuna ce ne sono ancora.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: a che serve un altro compressore lossy?

          Il punto di vista di chi ascolta musica su
          un PC è rispettabile, ma molto diverso da
          chi la ascolta da un impianto stereofonico
          di qualità. Non è quindi il caso di farne
          una questione "tecnica" quando è più di
          "religione", anche se molto di ciò che dici
          su MP3, WMA e MP3PRO non è frutto di fatti
          ma secondo me di luoghi comuni "religiosi".nooooooooooooowma e mp3pro sono davvero il male, possibile che non te ne rendi conto? non c'e liberta... e si sentono peggio di ogg...devi ammettere che uno standard OPEN per la musica e superiore a uno standard closed... tu artista non dovrai pagare per comprimere la musica, non dovrai pagare per distribuire la musica, ecc... tu produttore non dovrai pagare per far leggere al tuo lettore della musica compressa... ci sono tantissimi altri esempi... wma e mp3pro sono fatti PER SFRUTTARE il portafoglio degli utenti, e basta... non e un luogo comune religioso purtroppo, sono aule di tribunale...
          Trovo un poco curioso che uno che scrive di
          "file sharing" musicale abbia poi una così
          grande attenzione alla cavillosa legalità
          dell'utilizzo di un compressore MP3
          piuttosto che di un altro.sono attento io alla cavillosita legale di un compressore mp3, dovrebbe esserlo 10 volte di piu uno che con la musica ci lavora, quindi ogg per lui sarebbe un vantaggio no? comunque io non sono un utilizzatore di file sharing musicale, ho 30 canzoni sul mio disco fisso, la maggior parte legale
          DVD e CD_Player non saranno, nella massa,
          aggiornabili, e quindi non leggeranno file
          codificati da questo OGG VORBIS. Ciòconcedi il beneficio del dubbio, qualche unita particolarmente recente,o qualche unita con firmware particolarmente volubili potrebbero farcelacomunque non ha importanza, e da adesso in avanti che ogg deve penetrare in questo settore
          allontanerà coloro che ascoltano musica su
          apparecchiature di discreta qualità (non
          sono solo io) e avvicinerebbe chi utilizza
          il PC, vuole file smilzi per il "file
          sharing" e non si preoccupa quindi troppo
          della qualità. chi non vuole usare mp3, forse non usera ogg, o forse si perche avra meno grane legali e si sentira meglio a parita di bitrate... tutti gli altri, per quale accidenti di motivo dovrebbero usare mp3 se non per il fatto che non conoscono niente di meglio?
          Non credo queste credenziali
          portino al successo di un codec audio perchè
          già MP3Pro e WMA hanno perso la battaglia;
          mi auguro (per gli inventori di OGG VORBIS)
          di sbagliarmi.hanno perso la battaglia? purtroppo wma ancora no... ma tu continui a non considerare l'aspetto fondamentale, che non e la qualita, la compatibilita ecc... E IL FATTO CHE E OPEN, libero, aperto, portabile, gratis, nessuno deve pagare per usarlo in nessun caso... e questo il suo straordinario vantaggio su ogni altro codec audio finora implementato... potrebbe non bastare a renderlo il piu popolare, purtroppo, spero che ti sbagli e che invece arrivi al successo, sarebbe un vantaggio per tutti
          Quanto alla possibilità per gli artisti di
          utilizzare un codice open source per fare
          "assaggiare" la propria musica.....beh, se
          io fossi un artista non ci metterei molto a
          trovare un amico che mi spiega che questo
          equivale a non avere protezione contro la
          copia.quindi tu "artista" preferisci affidarti a wma? buona fortuna... purtroppo molti lo faranno all'inizio...
          • Anonimo scrive:
            Re: a che serve un altro compressore lossy?
            Ma io sono daccordo che il fatto che "open" è un vantaggio rispetto a tecnologie brevettate o a pagamento, non avevo mai messo questo punto in discussione per carità, nè penso che nessun utente lo possa fare ragionevolmente.Su quasi tutto il resto (ovviamente esclusa la "minor parte") la tua opinione è rispettabile.- Scritto da: qweasdzxc

            Il punto di vista di chi ascolta musica su

            un PC è rispettabile, ma molto diverso da

            chi la ascolta da un impianto stereofonico

            di qualità. Non è quindi il caso di farne

            una questione "tecnica" quando è più di

            "religione", anche se molto di ciò che
            dici

            su MP3, WMA e MP3PRO non è frutto di fatti

            ma secondo me di luoghi comuni
            "religiosi".

            nooooooooooooo
            wma e mp3pro sono davvero il male, possibile
            che non te ne rendi conto? non c'e
            liberta... e si sentono peggio di ogg...
            devi ammettere che uno standard OPEN per la
            musica e superiore a uno standard closed...
            tu artista non dovrai pagare per comprimere
            la musica, non dovrai pagare per distribuire
            la musica, ecc... tu produttore non dovrai
            pagare per far leggere al tuo lettore della
            musica compressa... ci sono tantissimi altri
            esempi... wma e mp3pro sono fatti PER
            SFRUTTARE il portafoglio degli utenti, e
            basta...
            non e un luogo comune religioso purtroppo,
            sono aule di tribunale...


            Trovo un poco curioso che uno che scrive
            di

            "file sharing" musicale abbia poi una così

            grande attenzione alla cavillosa legalità

            dell'utilizzo di un compressore MP3

            piuttosto che di un altro.

            sono attento io alla cavillosita legale di
            un compressore mp3, dovrebbe esserlo 10
            volte di piu uno che con la musica ci
            lavora, quindi ogg per lui sarebbe un
            vantaggio no? comunque io non sono un
            utilizzatore di file sharing musicale, ho 30
            canzoni sul mio disco fisso, la maggior
            parte legale


            DVD e CD_Player non saranno, nella massa,

            aggiornabili, e quindi non leggeranno file

            codificati da questo OGG VORBIS. Ciò

            concedi il beneficio del dubbio, qualche
            unita particolarmente recente,o qualche
            unita con firmware particolarmente volubili
            potrebbero farcela
            comunque non ha importanza, e da adesso in
            avanti che ogg deve penetrare in questo
            settore


            allontanerà coloro che ascoltano musica su

            apparecchiature di discreta qualità (non

            sono solo io) e avvicinerebbe chi utilizza

            il PC, vuole file smilzi per il "file

            sharing" e non si preoccupa quindi troppo

            della qualità.

            chi non vuole usare mp3, forse non usera
            ogg, o forse si perche avra meno grane
            legali e si sentira meglio a parita di
            bitrate... tutti gli altri, per quale
            accidenti di motivo dovrebbero usare mp3 se
            non per il fatto che non conoscono niente di
            meglio?


            Non credo queste credenziali

            portino al successo di un codec audio
            perchè

            già MP3Pro e WMA hanno perso la battaglia;

            mi auguro (per gli inventori di OGG
            VORBIS)

            di sbagliarmi.

            hanno perso la battaglia? purtroppo wma
            ancora no... ma tu continui a non
            considerare l'aspetto fondamentale, che non
            e la qualita, la compatibilita ecc... E IL
            FATTO CHE E OPEN, libero, aperto, portabile,
            gratis, nessuno deve pagare per usarlo in
            nessun caso... e questo il suo straordinario
            vantaggio su ogni altro codec audio finora
            implementato... potrebbe non bastare a
            renderlo il piu popolare, purtroppo, spero
            che ti sbagli e che invece arrivi al
            successo, sarebbe un vantaggio per tutti


            Quanto alla possibilità per gli artisti di

            utilizzare un codice open source per fare

            "assaggiare" la propria musica.....beh, se

            io fossi un artista non ci metterei molto
            a

            trovare un amico che mi spiega che questo

            equivale a non avere protezione contro la

            copia.

            quindi tu "artista" preferisci affidarti a
            wma? buona fortuna... purtroppo molti lo
            faranno all'inizio...
          • Anonimo scrive:
            Re: a che serve un altro compressore lossy?
            Ragazzi a parte tutti sti discorsi, ma voi l'avete trovato un plugin ogg per Nero?????
  • Anonimo scrive:
    su WinMX
    Sapete mica se e quando ci saranno le funzioni di ricerca come ci sono adesso per gli mp3 sui programmi di file-sharing (WinMX, Kazaa, Edonkey, ecc)? :)
  • Anonimo scrive:
    licenze giocate ai dadi?
    mi chiedevo: ma se la licenza era LGPL ed ora l'hanno cambiata a favore di BSD, non è che quando vorbis vorrà dire "standard in audio business" non cambieranno la licenza un altra volta per farci dei gran dollaroni??tutto d'un tratto sembra che tutto il software debbe essere per forza open, libero di essere scopiazzato... ma non sarà solo fumo negli occhi per nascondere una mossa commerciale? Del resto perche' la Borland o la IBM(per dirne due fra tante) avrebbero investito nell'open?
    • Anonimo scrive:
      Re: licenze giocate ai dadi?
      Non è del tutto esatto:leggi bene qui -
      http://www.vorbis.com/faq.psp#slicla licenza BSD permette l'implementazione del Vorbis anche in applicazioni "closed source", è per questo che vi sono state rilasciate sia librerie che SDK.E` ovvio che se possono farci qualche soldo con la BSD è più facile, ma questo mi pare più che onesto per programmatori che si sono fatti il mazzo per sviluppare un ottimo codec. o sbaglio ?
      • Anonimo scrive:
        Re: licenze giocate ai dadi?
        - Scritto da: Marco Radossevich
        [...]
        E` ovvio che se possono farci qualche soldo
        con la BSD è più facile, ma questo mi pare
        più che onesto per programmatori che si sono
        fatti il mazzo per sviluppare un ottimo
        codec. o sbaglio ?esattamente, sono daccordo...come è giusto che venga pagata la ms per il wma.
    • Anonimo scrive:
      Re: licenze giocate ai dadi?
      non so borland e dell, ma mi pare ovvia la ragione della scelta della licenza bsd per sto formato, adesso comincia una vera guerra per la diffusione, adottare licenza bsd vuol dire far meno paura a chi non passa all'open per timore, vuol dire maggior penetrazione nel mercato di ogg, ecc... quindi per quanto mi riguarda ben venga la licenza bsd, che tra l'altro non e applicata proprio a tutto, i vorbistools restano open ad esempioi mezzucci utilizzati dai competitor di ogg per ottenere il predominio sono ben peggiori...
  • Anonimo scrive:
    PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
    dunque, ho provato un pokino questo stratosferico codec con le mie nuovissime "cuffione" AIWA hp-x121 (5-25.000 di risposta in frequenza, per chi se ne intende), sensibili anche ad un rutto di zanzara!ho usato i file di test sul sito oggvorbis indicato nell'articolo.putroppo il risultato non è stato quello sperato:- l'mp3pro è nettamente il più scarso del lotto (e questo già lo si poteva intuire - tecnicamente non è stato mai eccelso)- parità assolute fra ogg vorbis e wma! (giuro che li avrò ascoltati almeno 50 volte prima di farmi una opinione definitiva!)- altri formati non ne ho provati, ma se a qualcuno interessa ci provo (real, quicktime, vqf)saluti!
    • Anonimo scrive:
      Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
      Provare con "cuffione" AIWA xyz non mi sembra molto scientifico...guarda qua: http://ff123.net/buon lavoro
      • Anonimo scrive:
        Re: PROVA
        ho vistopeccato che no parlino dell'ultimo oggvorbis.e comunque viene fuore anche qui che wma batte mp3pro, anche senza essere degli scienziati per capirlo!
    • Anonimo scrive:
      Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"

      qualcuno interessa ci provo (real,
      quicktime, vqf)Come conduci le prove? Usa il doppio cieco: quando ascolti il brano dovresti metterti nelle condizioni di NON sapere che formato è, per annullare qualsiasi tuo (inconsapevole ed involontario) condizionamento. Io utilizzavo il sort casuale della play list, ascoltavo i brani più volte e solo alla fine guardavo l'ordine effettivo dei brani (e quindi il loro formato)
    • Anonimo scrive:
      Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
      - Scritto da: mr pablo(cut)
      - altri formati non ne ho provati, ma se a
      qualcuno interessa ci provo (real,
      quicktime, vqf)
      Prova MPC!
      • Anonimo scrive:
        Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
        ma mpc non era castrato da limiti legali?
        • Anonimo scrive:
          Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
          non saprei..dove lo trovo? sulla pagina di test di vorbis non lo vedo!se mi date il link provo anche quello, ma non chiedetemi di fare un encoding.. ;-))
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
            non ne ho idea, mai usato, ma ho letto che utilizza algoritmi e roba presi da piu parti, e per questo non e esattamente legalissimo, ma forse sbagliose cio e vero, non esiste qualita che tenga.. anche se ogg a bassi bitrate mi pare davvero grandioso
    • Anonimo scrive:
      Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
      - Scritto da: mr pablo
      - parità assolute fra ogg vorbis e wma!
      (giuro che li avrò ascoltati almeno 50 volte
      prima di farmi una opinione definitiva!)Io ho provato con delle Sennheiser HD-575 e la qualita' dell' .ogg mi sembra onestamente migliore.Bye
      • Anonimo scrive:
        Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
        ti invito a fare la prova come suggerito da Maik: playlist non precisamente alternata fra i 2 formati, ascoltati ad occhi chiusi e segnando i risultati su un foglietto a parte..comunque non ho detto che wma è migliore, ma che non ci sono differenze udibili!
    • Anonimo scrive:
      Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
      - Scritto da: mr pablo
      dunque, ho provato un pokino questo
      stratosferico codec con le mie nuovissime
      "cuffione" AIWA hp-x121 (5-25.000 di
      risposta in frequenza, per chi se ne
      intende), sensibili anche ad un rutto di
      zanzara!Sono le tue orecchie ad essere SICURAMENTE NON sensibili da 5Hz a 25kHz. E' già tanto se vai da 20Hz a 16kHz.Per di più le cuffie contano, ma conta anche tutto il resto dell'impianto, di cui non ci hai detto nulla: che sia una Saund Bluster 8 Plus Sgurz ?
      • Anonimo scrive:
        Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
        caro smarmittaz,ti assicuro che la differenza la senti eccome fra una 5-25.000 e una 10-20.000!tu hai mai provato? io sì! sono da poco passato da cuffie da 7-20.000 a 5-25.000 e la differenza si sente eccome! (bassi da far vibrare le orecchie e alti molto più puliti)la scheda audio è una SB128, anche se per i file non midi non conta tantissimo l'hardware in sè.. e comunque questo hardware è bastato e avanzato eccome per sentire tutte le differenze!provate voi gente!
        • Anonimo scrive:
          Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
          non e che abbia il convertitore DA meglio del mondo la pci128 eh...comunque io non sono audiofilo e me ne frego, probabilmente neanche io sentirei differenze.. non posso fare la prova perche non usando sistemi operativi microsoft ho qualche difficolta nel riprodurre wma... quindi per me ogg vince in ogni caso...
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
            beh, c'hai raggggione anche tu! ;-))su linux non so (anche se mi sembra strano che non ci sia nulla!), ma i wma li ascolti anche su mac con media player, ciao!
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
            - Scritto da: mr pablo
            beh, c'hai raggggione anche tu! ;-))
            su linux non so (anche se mi sembra strano
            che non ci sia nulla!), ma i wma li ascolti
            anche su mac con media player, ciao!www.mplayerhq.huciao, Sphinx!
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
            - Scritto da: qweasdzxc
            non e che abbia il convertitore DA meglio
            del mondo la pci128 eh...comunque io non
            sono audiofilo e me ne frego, probabilmente
            neanche io sentirei differenze.. non posso
            fare la prova perche non usando sistemi
            operativi microsoft ho qualche difficolta
            nel riprodurre wma... quindi per me ogg
            vince in ogni caso...Una Soundblaster ed un cuffione dell'AIWA sarebbero un bechmark qualitativo? Certo, e io sono la Regina d'Inghilterra.....non ci siamo.Io non sono un audiofilo ma neppure uno smanettone da PC e quindi è necessario dare qualche suggerimento a quest'ultima categoria. Le cuffie e le apparecchiature non si valutano per la risposta in frequenza, diversamente un compatto della Daewoo comprato ad un ipermercato e garantito 20-20k dovrebbe suonare come un MacIntosh......ovviamente non è così, uno suona da schifo e l'altro divinamente.....ovvio che non tutti hanno ascoltato un MacIntosh e quindi non tutti hanno toccato con "orecchio".in ogni caso il fatto che questo cuffione abbia dei bassi da far tremare le orecchie mi fa pensare che sia una cuffia di non buona qualità pompata sui bassi e sugli alti, come tutte le cuffie di non buona qualità amatissime dagli smanettoni, che, altro elemento distintivo utilizzano impianti hi-fi con equalizzatore pompato su alti e bassi perchè "si sente da sballo....". Non oso pensare a quanto possa costare questo "gioiello"........Non parliamo neanche della Soundblaster in questione che ha circuiteria appena degna di un CD player portatile. Se proprio si vuole usare una scheda, allora sia almeno una Terratec di base, il cui costo però purtroppo non è da poco.Sulla risposta in frequenza poi ha ragione chi dice che è già tanto se un essere umano "sente" da 20 a 20k. Non tutti hanno questa sensibilità; inoltre, dopo i 20 anni si ha un decadimento della soglia pari a circa un Hz per giorno per cui un trentenne non sente proabilmente più che segnali a 17Khz.Comunque la prova andrebbe fatta "rippando" un CD in WAV, (con EAC e con le opzioni giuste per cortesia) comprimendo a livelli di qualità simili il brano nei tre formati per poi ripassare in WAV e quindi su un CD-R i tre formati. (ammettendo che Vorvis possa fare questo) Questo consente di ascoltare il tutto su un impianto HI-FI degno di questo nome e quindi di comprendere se esistono (ne dubito molto) vere differenze a parte il "size" del file compresso.Inutile dire che le compressioni andrebbero fatte con i parametri di qualità settati al giusto livello, altra cosa che richiede la lettura dei manuali ed un minimo di competenza.Solo questo garantisce una prova "decente" fatta in casa.Tutto il resto, soprattutto le compressioni ascoltate su PC con cuffioni giapponesi e schede audio, non ha proprio nulla della "prova quasi scientifica".
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"

            Una Soundblaster ed un cuffione dell'AIWA
            sarebbero un bechmark qualitativo? Certo, e
            io sono la Regina d'Inghilterra.....non ci
            siamo.si ma io ti do ragione eh, era lui che ha fatto il test cosi
            Non parliamo neanche della Soundblaster in
            questione che ha circuiteria appena degna di
            un CD player portatile.e l'ho anche scritto...
            Comunque la prova andrebbe fatta "rippando"
            un CD in WAV, (con EAC e con le opzioni
            giuste per cortesia) comprimendo a livelli
            di qualità simili il brano nei tre formati
            per poi ripassare in WAV e quindi su un CD-R
            i tre formati. (ammettendo che Vorvis possa
            fare questo) non scherziamo, certo che si fa, fin dalle prime beta
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
            benissimo ragazzi, pensate quello che volete!io dico solo che basta e avanza una soluzione come quella da me provata per sentire CHIARAMENTE le differenze fra i diversi formati e/o bitratesi sente CHIARAMENTE la diffenza ad esempio fra wma a 48, 64 e 80 kbitcome si sente una differenza enorme fra il paio di cuffie che ho recentemente comprato e un paio normale con range di frequenze inferiori, che voi dite comunque inudibili: sarò io superdotato allora?prima di sparare balle grosse come caserme, provate di persona quello che dite, sennò passate solo per dei pignolini con la puzzetta sotto il naso, ma senza aver mai odorato nulla..riguardo al metodo utilizzato per il test, quel "quasi" indicato nel titolo non era messo apposta.. voleva essere solo una provocazione, sveglia!
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
            ma io ti credo che si sente la differenza tra 48kbit e 64...pero se non senti differenza tra ogg 64 e wma 64 e gli altri la sentono (io non sentirei un tubo probabilmente come ho scritto) forse e perche non e la piattaforma di test ottimale, tutto qua
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
            Io la sento la differenza... ed ho una semplice sound blaster player con queste cuffie: http://www.avdeals.com/hd575.htm .Comunque, c'e' da dire che le ho collegate direttamente all'uscita della sound blaster, perche' nel mio caso il pessimo ampli rovinerebbe tutto.Bye
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
            ok, ma la prova l'avete fatta "ad occhi chiusi"? o sapendo in anticipo quale file ascoltavate? l'effetto "placebo" non è da sottovalutare..
    • Anonimo scrive:
      Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"

      - parità assolute fra ogg vorbis e wma!Ho provato anch'io e non mi e' proprio sembrato.L'ogg, oltre ad essere completamente libero, suona molto meglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: PROVA
        ok, ma la prova l'avete fatta "ad occhi chiusi"? o sapendo in anticipo quale file ascoltavate? l'effetto "placebo" non è da sottovalutare..
    • Anonimo scrive:
      Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
      pastato da un sito americano:AIWAAiwa HP-X121 Closed Headphones, 1-1/2" (38mm) Drivers, Super Bass Sound, Stereo Mini Plug, Adjustable Headband Mfg Part #: HP-X121Our Price: $12.07 Ben dodici dollari e zerosette, ashpeta....siamo a livelli qualitativi al top.O forse al topo?Ma prima che cuffia avevi? .....quella che si trova nelle patatine?- Scritto da: mr pablo
      dunque, ho provato un pokino questo
      stratosferico codec con le mie nuovissime
      "cuffione" AIWA hp-x121 (5-25.000 di
      risposta in frequenza, per chi se ne
      intende), sensibili anche ad un rutto di
      zanzara!
      ho usato i file di test sul sito oggvorbis
      indicato nell'articolo.

      putroppo il risultato non è stato quello
      sperato:
      - l'mp3pro è nettamente il più scarso del
      lotto (e questo già lo si poteva intuire -
      tecnicamente non è stato mai eccelso)
      - parità assolute fra ogg vorbis e wma!
      (giuro che li avrò ascoltati almeno 50 volte
      prima di farmi una opinione definitiva!)
      - altri formati non ne ho provati, ma se a
      qualcuno interessa ci provo (real,
      quicktime, vqf)

      saluti!
      • Anonimo scrive:
        Re: PROVA
        non è denigrando l'hw altrui che si invalida un parere..se anche con questo hw si nota la differenza fra i vari bitrate, non vedo perchè bisognerebbe usare di meglio.. tutto qui!p.s.in italia quel modello non lo vendono a quel prezzo, te lo assicuro: il modello precedente (xv303), lo pagai 80.000 lire 2 anni fa: avevano una risposta di 7-20.000..compra un walkman sony in giappone, e vediamo il prezzo..
        • Anonimo scrive:
          Re: PROVA
          se vuoi vedere come si provano i compressori, vai qui; anche se si parla di MP3 nulla ti impedisce di copiare la metodologia; quella non è brevettata.http://www.r3mix.net/
          • Anonimo scrive:
            Re: PROVA
            trovi le stesse cose suhttp://www.microsoft.com/windows/windowsmedia/press/compare/avcomp.aspma alla fine fanno sempre ascoltare ad un certo numero n di persone e le fanno votare! il pubblico di certo non lo si conquista con dei grafici!
    • Anonimo scrive:
      Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
      come già altri ti hanno fatto notare, le "cuffione" aiwa sono il peggio per qualsiasi prova.io ti aggiungo che, professionalmente parlando, la prova migliore è quella in condizioni "flat", ovvero: zero equalizzazione (il contrario dei cuffioni!!)ti consiglio un paio di buone casse non troppo potenti, con un buon ampli con l'equalizzatore escluso.la prova migliore: casse del tipo Yamaha NS10 o analoghe.io ho provato e il .ogg mi sembra migliore dell' .mp3 in alcuni casi limite (piano e voce, per esempio)finora l'mp3 mi pareva imbattuto...
      • Anonimo scrive:
        Re: PROVA "QUASI SCIENTIFICA"
        strano, come mai usando il metodo da te citato non ti eri ancora accorto di quanto wma 8 (per non parlare del 9, cioè corona), ma anche real audio 8/9 fossero già da tempo inequivocabilmente superiori a mp3 e mp3pro?eppure sono risultati che si ottengono anche con cuffiette da 10.000 lire che compri alle bancarelle..ho tanto l'impressione che siano proprio le cuffie invece il test migliore: ovvio che poi le migliori (non le mie di certo, circa 50 euro) permetteranno di cogliere anche le + minime differenze..provaci anche tu, poi ne riparliamo! e vedrai quante migliori alternative all'mp3 ci sono oggi in giro..A proposito, a chi interessa, o ripetuto il test del primo post anche con i nuovi codec wma 9 corona di microsoft: beh, a bassi bitrate (tipo 22-28 kbs), bastonano ogg vorbis in lungo ed in largo: provate anche voi prima di rispondere però, ostrega!!!
  • Anonimo scrive:
    Ne esiste uno analogo per l' encoding video?
    Intendo qualcosa che abbia le prestazioni del divx, ma open source come l' ogg.Su PI qualche giorno fa c'era un articolo al riguardo che non avevo letto, ma non lo trovo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne esiste uno analogo per l' encoding video?
      xvid?o lo stesso ogg, stanno sviluppando un codec video anche, ma dovrebbe essere acerbo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne esiste uno analogo per l' encoding video?
      il divx con l'audio in ogg :-)- Scritto da: vaira
      Intendo qualcosa che abbia le prestazioni
      del divx, ma open source come l' ogg.
      Su PI qualche giorno fa c'era un articolo al
      riguardo che non avevo letto, ma non lo
      trovo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ne esiste uno analogo per l' encoding video?
        ah perche a te divx pare un codec open... vabbe ciao..
        • Anonimo scrive:
          Re: Ne esiste uno analogo per l' encoding video?
          c'è opendivx.ho scritto così perchè cercando ogg si trovano anche divx con audio in ogg.- Scritto da: qweasdzxc
          ah perche a te divx pare un codec open...
          vabbe ciao..
          • Anonimo scrive:
            Re: Ne esiste uno analogo per l' encoding video?
            opendivx? ma in encoding e preistoria, non e stato piu portato avanti, ed e divantato divx4-5 che e closedpoi da opendivx sono partiti quelli di xvid...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ne esiste uno analogo per l' encoding video?
            grazie. sballando si impara.- Scritto da: qweasdzxc
            opendivx? ma in encoding e preistoria, non e
            stato piu portato avanti, ed e divantato
            divx4-5 che e closed
            poi da opendivx sono partiti quelli di
            xvid...
  • Anonimo scrive:
    Wowwwwww.....che qualità
    ...decisamente superiore agli mp3.In piu' è open sorce...accidenti questa è si una rivoluzione....qualcuno sa se si cominciano a trovare in giro dile .ogg?
  • Anonimo scrive:
    supporto
    spero che finalmente esca il firmware *ufficiale* per lo Iomega HipZip con supporto Vorbis, cosi' non dovro' piu' usare i WMA per avere + canzoni su un dischetto :-))
  • Anonimo scrive:
    L'ho provato ed è eccezionale
    decisamente meglio degli altri formati a parità di bitrate
  • Anonimo scrive:
    ma i file dove sono
    Ho scoperto che c'è un player OpenSource: Zinf.Ovviamente legge i file.ogg, ma dove li trovo?Cioè, magari potete spedirmene uno?Graziegk
    • Anonimo scrive:
      Re: ma i file dove sono
      cercali con il tuo programma di file-sharing preferito. ne troverai pochi, ma il rapporto qualità/dimensione sembra ottimo. spero che questo formato si diffonda presto!- Scritto da: greenkey
      Ho scoperto che c'è un player OpenSource:
      Zinf.
      Ovviamente legge i file.ogg, ma dove li
      trovo?
      Cioè, magari potete spedirmene uno?

      Grazie
      gk
      • Anonimo scrive:
        Re: ma i file dove sono
        - Scritto da: ggtk
        cercali con il tuo programma di file-sharing
        preferito. ne troverai pochi, ma il rapporto
        qualità/dimensione sembra ottimo. spero che
        questo formato si diffonda presto!ok, ma se io non uso nessun programma di file-sharing (per principio)? Non ci sono siti?fatemi sapre, ciaogk
        • Anonimo scrive:
          Re: ma i file dove sono
          Sul sito Vorbis.com trovi i links ai siti che hanno gli OGG.dai un'occhio anche al sito del mio gruppo:www.cancrena.tkc'è un ogg, anche se fatto con la beta 4
  • Anonimo scrive:
    Saro' asino io...
    ... pero' il plugin per Winamp non l'ho trovato. Sul sito di Vorbis c'e' solo il link a winamp.com e su quello c'e' solo il plugin versione 1.0 RC2.Boh...
    • Anonimo scrive:
      Re: Saro' asino io...
      Winamp 2.80 integra già il Vorbis...Il plug-in per la *decodifica* è final (1.0) da più di 1 anno.In ogni caso questo è il sito dello sviluppatore dqi plug-in di winamp: http://www.blorp.com/~peter/
      • Anonimo scrive:
        Re: Saro' asino io...

        In ogni caso questo è il sito dello
        sviluppatore dqi plug-in di winamp:
        http://www.blorp.com/~peter/Grazie mille, ciao!
  • Anonimo scrive:
    Non hanno capito nulla
    Ancora credono che quello che conta e' il formato o la qualita' del CODEC?Quello che conta e' esclusivamente il rapporto economico tra chi le cose le produce e le distribuisce. Usate ogg, tutti gli altri gia' usano WMA... E non parliamo di Apple e dei trailer.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non hanno capito nulla
      - Scritto da: Freakie
      Ancora credono che quello che conta e' il
      formato o la qualita' del CODEC?
      Quello che conta e' esclusivamente il
      rapporto economico tra chi le cose le
      produce e le distribuisce. Lo hanno capito benissimo, solo che non credosia molto costruttivo per loro ammetterlo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non hanno capito nulla
        Ehm, ragazzi ma parlate tanto per farlo o con cognizione di causa ?Vorrei farvi notare che il Vorbis (e non l'OGG che ne è il "contenitore") è competitivo anche economicamente: molte aziende hanno già scelto di supportarlo (vedi http://www.vorbis.com/software.psp?pid=2) ed un numero crescente di etichette/artisti stanno già cambiando il panorama (http://www.vorbis.com/musicsites.psp)E QUESTE NON SONO CHIACCHIERE, MA FATTI !N.B.Sono un operatore dello spettacolo ed è mio preciso compito diffondere l'uso del Vorbis fra musicisti indipendenti/emergenti (che sono il 90% dei fruitori di queste tecnologie) per permettergli di diffondere il proprio operato senza dover dipendere giuridicamente/economicamente/tecnologicamente dalle grandi majors.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non hanno capito nulla
      - Scritto da: Freakie
      Ancora credono che quello che conta e' il
      formato o la qualita' del CODEC?Sì!
      Quello che conta e' esclusivamente il
      rapporto economico tra chi le cose le
      produce e le distribuisce. Usate ogg, tutti
      gli altri gia' usano WMA... E non parliamo
      di Apple e dei trailer.Conta moltissimo, ma non esclusivamente. Non hai letto la notizia sotto sul jpeg? La stessa cosa potrebbe succedere con l'mp3, e questo fatto potrebbe influenzare il futuro mercato della musica online. Adottare un formato libero significherebbe una spesa di meno per i distributori. Se poi le prestazioni sono migliori...Inoltre, se basta installare un codec per leggere gli ogg con windows media player, non vedo perchè l'ogg non dovrebbe diffondersi fra gli utenti...Ad esempio il divx non è un formato supportato direttamente nè da ms nè da apple, eppure è molto popolare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non hanno capito nulla
      Unreal turnament 2003 usa ogg per le musiche. Mica male eh.
  • Anonimo scrive:
    Musepack - MPC format: MIGLIORE
    Nell'articolo si cita di super-striscio il formato MPC: il cosiddetto MusePack.Consiglio vivamente chiunque sia interessato ad utilizzare un formato davvero potente, ad informarsi in merito (http://musepack.org/)
    • Anonimo scrive:
      Re: Musepack - MPC format: MIGLIORE
      ...sì è il migliore, ma ad alti bitrates... (
      160 Kb) ed inoltre non è multicanale (solo stereo)Da 128 in giù il re incontrastato è Vorbis.
      • Anonimo scrive:
        Re: Musepack - MPC format: MIGLIORE
        - Scritto da: BrUtE AiD
        ...sì è il migliore, ma ad alti bitrates...
        (
        160 Kb) ed inoltre non è multicanale (solo
        stereo)

        Da 128 in giù il re incontrastato è Vorbis.!!! :-)multicanale???interessante!!!e dove si può usare qualcosa di +di stereo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Musepack - MPC format: MIGLIORE
          - Scritto da: interessanzo
          multicanale???


          interessante!!!

          e dove si può usare qualcosa di +di stereo?Dolby 5+1 o AC-3 di dicono nulla... ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Musepack - MPC format: MIGLIORE
          provate ad encodare in OGG con qualità 5.5.Se seeguite ui news avrete visto che ho supportato mpc da anni. purtroppo a causa delle licenze devo ricredermi. se vogliamo trovare in giro files compressi decenti con ogg siamo al sicuro. mpc per problema di licenza non avrà mai grosso seguito.perchè per una volta non si sceglie qualcosa che va bene a noi? Mpc era perfetto. il suono stereo era (è?) ineguagliabile ma OGG ci va molto vicino. rinuncio molto volentieri alla quasi inesistente differenza se ho la certezza che tra un anno kazaa, edonkey ed altro mi forniranno musica ascoltabile, per una volta... e non mp3 fatti con il primo encoder che passa..ciao
  • Anonimo scrive:
    files campione su edo
    ciao a tutti,già da circa una settimana ci sono alcuni files campione e alcune raccolte su edonkey.La qualità di Ogg è veramente alta.. provate.ciao
  • Anonimo scrive:
    idem MP3
    I file Ogg non sono altro che file Mp3 camuffati,basta vedere la risposta in frequenza e il rapporto di compressione
    • Anonimo scrive:
      Re: idem MP3
      studia, studia... e leggiti i sorgenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: idem MP3
        - Scritto da: godzilla
        studia, studia... e leggiti i sorgenti.lol, ma cosa vuoi che legga un personaggio del genere, per uscirsene con un tale commento, può solo essere un lobotomizzato.
    • Anonimo scrive:
      Re: idem MP3
      Visto che si tratta sempre di file audio, che una volta decodificati riproducono + o - il brano originale, allora seguendo il tuo ragionamento ogg ed mp3 sono uguali a file wav , au , snd ecc...
  • Anonimo scrive:
    Era ora!!
    Da fan di Ogg confesso che stavo per perdere la pazienza!Tutto e' bene quel che finisce bene, ora inizio a rippare i miei CD ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Era ora!!
      Io codifico i miei CD da anni con OGG.In fin dei conti usavo OpenOffice ben prima del rilascio della 1.0 !!
  • Anonimo scrive:
    Spero che ciò significhi fine del wma
    A questo punto inizio a tenerlo in seria considerazione. Forse non ruberà lo scettro al formato mp3, ma sicuramente ci leverà dai cosiddetti il ridicolo formato wma con le sue scadenze, le sue protezioni ed i suoi tagli delle frequenze basse.
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero che ciò significhi fine del wma

      Forse non ruberà lo scettro
      al formato mp3, ma sicuramente ci leverà dai
      cosiddetti il ridicolo formato wma con le
      sue scadenze, le sue protezioniChe sono esattamente le cose che i creatori e i distributori di contenuti vogliono da un formato scaricabile. E visto che il WMA è l'unico a implementarlo in modo completo, avrà vita lunga e prospera.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero che ciò significhi fine del wma
        Ti dirò ... io ne ho visti circolare pochi di files audio in formato compresso rilasciati da creatori e distributori. Bene, questo ovviamente non vuol dire che non esistono. Ma se fai un giro su KaZaA o WinMX, oppure frequenti zone di scambio musica, di wma ne vedrai ben pochi. Se non altro, perchè la qualità fa pena.
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero che ciò significhi fine del wma
          non si diffondera' certo come formato per la pirateria :)) .. ci mancherebbema se un'azienda o un artista vogliono vendere o distribuire musica via internet e' molto probabile che utilizzino il WMA (che gli fornisce un certo controllo) piuttosto che un MP3 o un altro formato
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            Beh credo che siete tutti fuori strada (o più probabilmente non conoscete le licenze MP3 e WMA):- queste sono le tariffe http://www.mp3licensing.com/royalty/emd.html- questo è il motivo http://mondodesigno.com/music/ogg.htmlN.B.Se avete MP3 sul vostro sito vi consiglio di cominciare a toglierli...
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma

            N.B.
            Se avete MP3 sul vostro sito vi consiglio di
            cominciare a toglierli...Note: No license is needed for private, non-commercial activities (e.g., home-entertainment, receiving broadcasts and creating a personal music library), not generating revenue or other consideration of any kind or for entities with an annual gross revenue less than US$ 100 000.00
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            non mi piacerebbe distribuire la mia musica in un formato per il quale qualcuno in futuro potrebbe chiedermi dei soldi, o cose di sto genereinoltre bisogna considerare la questione dell'encoding, di fatto lame non e legale in germania e usa...
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: HotEngine
            Note: No license is needed for private,
            non-commercial activities (e.g.,
            home-entertainment, receiving broadcasts and
            creating a personal music library),==
            Se non avete banner pubblicitari o se lo usate a casa...
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero che ciò significhi fine del wma

          Ma se fai un giro su KaZaA o
          WinMX, oppure frequenti zone di scambio
          musica, di wma ne vedrai ben pochi. Se non
          altro, perchè la qualità fa pena.Te credo! E' un formato usato in genere per musica LEGALE, non per pirateggiare! :DGli ultimi WMA che ho tirato giù erano tutti a scadenza e funzionavano SOLO sul mio computer, dopo aver ottenuto la licenza online!!Se anche li metti in sharing non servono a un tubo agli altri! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma

            Gli ultimi WMA che ho tirato giù erano tutti
            a scadenza e funzionavano SOLO sul mio
            computer, dopo aver ottenuto la licenza
            online!!Complimenti, bella merda.Io quei soldi preferisco darli a chi ne ha bisogno anziche' buttarli nel tombino o, peggio, darli ai pezzenti della SIAE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero che ciò significhi fine del wma
      non è un cattivo formato! per filmati che devono occupare poco e non hanno il problema dei bassi (es. spezzoni di trasmissioni tv) è ottimo.Inoltre è praticamente "open" (praticamente...).al rogo quicktime, piuttosto.- Scritto da: Piwi
      A questo punto inizio a tenerlo in seria
      considerazione. Forse non ruberà lo scettro
      al formato mp3, ma sicuramente ci leverà dai
      cosiddetti il ridicolo formato wma con le
      sue scadenze, le sue protezioni ed i suoi
      tagli delle frequenze basse.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero che ciò significhi fine del wma
        - Scritto da: hdp
        non è un cattivo formato! per filmati che
        devono occupare poco e non hanno il problema
        dei bassi (es. spezzoni di trasmissioni tv)
        è ottimo.
        Inoltre è praticamente "open"
        (praticamente...).
        al rogo quicktime, piuttosto.
        Che acume! l'unica piattaforma multimediale in grado di supportare praticamente tutti i formati...
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero che ciò significhi fine del wma

          Che acume! l'unica piattaforma multimediale
          in grado di supportare praticamente tutti i
          formati...quicktime?peccato che non esista per unix/linux (la apple non ci sente da qull'orecchio), e il formato .mov (ok, sono un po' ot) sia ultra-closed. forse a te non te ne frega niente, ma imho sono meglio wma e wmw. se quicktime è bello perchè supporta tanti formati allora windows media player è un capolavoro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma

            quicktime?
            peccato che non esista per unix/linux (la
            apple non ci sente da qull'orecchio),Probabilmente non esiste un supporto ufficiale e magari non supporta tutto quello che supporta il quicktime "vero" (o comunque non ancora).In ogni caos le libquicktime per linux esistono...esiste anche un progetto open quicktime.Insomma io alcuni mov li ho visti su linux e li ho anche prodotti (xawtv broadcast2000).Sui dettagli tecnici pero' non so nulla.Ciauz
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            mplayer e xine possono far andare solo la vecchia versione del sorenson.openquicktime a me non funziona. :-(- Scritto da: Icex



            quicktime?

            peccato che non esista per unix/linux (la

            apple non ci sente da qull'orecchio),

            Probabilmente non esiste un supporto
            ufficiale e magari non supporta tutto quello
            che supporta il quicktime "vero" (o comunque
            non ancora).

            In ogni caos le libquicktime per linux
            esistono...
            esiste anche un progetto open quicktime.

            Insomma io alcuni mov li ho visti su linux e
            li ho anche prodotti (xawtv broadcast2000).

            Sui dettagli tecnici pero' non so nulla.
            Ciauz
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            io sono riuscito a vedere solo i .mov non compressi, cioe` quelli perfettamente inutili :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma

            io sono riuscito a vedere solo i .mov non
            compressi, cioe` quelli perfettamente
            inutili :(Ma raistlin quello vero?comunque sia.....Io son riuscito a comprimere e decomprimere in vari formati quicktime.Non so quali siano le parole tecniche giuste per dirle comunque ho usato come formati jpg png lzw...Dovrei vedere bene quali erano le varie opzioni da broadcast 2000.Certo che quando ho compilato le librerie per avere la compressione png ad esempio dovevo avere gia' le libpng.Per vederli avevo usato xmovie mi pare..o forse era xanim...Ricordo poco perche' e' un po che non smanetto piu' con la scheda tv comunque per comprimere comprime. Certo non avra' tutti i formati della versione mac o win.riassumendo rtfm a manetta :-)Ciauz
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma

            Ma raistlin quello vero?certo che si`, se non ci credi ti mando il mio simpatico cyan bloodbane come prova :)
            comunque sia.....
            Proprio mezz'ora fa ho scaricato CrossOver e sono riuscito a far partire Quicktime come plugin di mozilla, credo in emulazione, visto che e` partito wine per l'installazione. cmq, sono finalmente riuscito a vedere il trailer delle due torri!!!Quando riusciro` a far partire anche Warcraft III addio winzozz :))ciaoraist
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            Funziona gia.Scaricati (o compra) winex da transgaming.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: pelux
            Funziona gia.
            Scaricati (o compra) winex da transgaming.
            Ciaolo so che funziona gia`, il problema e` far funzionare winex: l'ho installato l'altro ieri ma ho avuto poco tempo per smanettarci. cmq, grazieciaoraist
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: Raistlin


            - Scritto da: pelux

            Funziona gia.

            Scaricati (o compra) winex da transgaming.

            Ciao
            lo so che funziona gia`, il problema e` far
            funzionare winex: l'ho installato l'altro
            ieri ma ho avuto poco tempo per smanettarci.
            cmq, grazie
            Cioe' : funziona Warcraft III su Linux?scusate, per giocare uso sempre win98se, ditemi che e' vero ... ditemelo vi prego :-) che spazzo via tutto e metto slack anche per giocare!!cosa serve? ARF ARF? WINE? ditemeeeeeeee vi prego!
            ciao
            raist
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            ma crossover non era a pagamento?credo che si possa fare anche col konqueror di kde3 (usare le plugin di ie!) ma per il momento vado avanti con la mia vecchia distro. ma qualcuno ha provato?
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: k(e)
            ma crossover non era a pagamento?c'e` la demo gratis con i messaggi fastidiosissimi
            credo che si possa fare anche col konqueror
            di kde3 (usare le plugin di ie!) ma per il
            momento vado avanti con la mia vecchia
            distro. ma qualcuno ha provato?no, pero` stasera, se ho tempo...ciaoraist
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: Raistlin
            [...]
            Proprio mezz'ora fa ho scaricato CrossOver e
            sono riuscito a far partire Quicktime come
            plugin di mozilla, credo in emulazione,
            visto che e` partito wine per
            l'installazione. cmq, sono finalmente
            riuscito a vedere il trailer delle due
            torri!!!
            Quando riusciro` a far partire anche
            Warcraft III addio winzozz :))spero che tu (e gli altri) ti renda conto di quello che dici :)cioe' tu devi usare l'emulatore di windows per vedere dei movie quicktime e non vedi l'ora che windows muoia?ma per favore...
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            mi sa che sei te che non fai bene i conti, lui e costretto a usare un emulatore proprio perche quella roba funziona solo con windows, se windows schiattasse, apple farebbe un player qt decente per linux...dove sta la contraddizione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: qweasdzxc
            mi sa che sei te che non fai bene i conti,
            lui e costretto a usare un emulatore proprio
            perche quella roba funziona solo con
            windows, se windows schiattasse, apple
            farebbe un player qt decente per
            linux...dove sta la contraddizione?ah ah :D scusa per la risatina.sia chiaro: non è che "quella roba funziona solo con windows" è che in linux non c'è un cane che fa *gratis* un codec sorensson 4 (almeno prima che esca il sorensson 5), perche "quella roba" funziona benissimo anche sul mac (per dire...) e con l'osx (linux) non sono cosi' sicuro che il codec sia open (e la GPL?).e torniamo sempre al solito punto: linux è bello e potente e carino perche' finora si è verificata la lotta al windows-against e ha suscitato le simpatie di chi è contro microsoft, soprattutto le grosse società che hanno "avvertito" quest'ondata di good-vibes che circonda linux in questo momento. Su linux si fa di tutto per "assomigliare" o, al meglio, "emulare" windows (si potrebbe coniare un nuovo termine, il "windowsing"). Non si puo' negare: open office, start office, media players vari, wine, il kde che sembra win95.Ma questo non lo fa un SO + "serio", piuttosto ne fa un SO che vuole diventarne uno che è già + "serio".Da questo punto di vista linux rimane un bellissimo e potentissimo mame.ed ora avanti con i flames.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            nono, niente flame per carita, hai scritto troppe vaccate in una pagina sola per meritare risposta
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: qweasdzxc
            nono, niente flame per carita, hai scritto
            troppe vaccate in una pagina sola per
            meritare rispostacheffai molli?siete solo capaci di dire: "linux è il migliore?"una domanda mi assale: ma voi windows 2000 l'avete mai usato? installato? visto? annusato? o solo sentito parlarne dai vostri amici?no senno perche usereste un emulatore per vedere (!!!) dei quicktime? usate windows no?ma probabilmente parlate perche qualcuno vi dice "c'hai ragione bravo!" ma quel qualcuno è uno che usa linux e basta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            ma che fai, istighi alla violenza? guarda io non so come dirtelo, non ho mai usato mac, ma per 6 anni buoni ho usato solo microsoft, ho usato il dos, ho usato win95a b e c, win98 (grazie a dio esisteva 98lite...) nt4 workstation, 2000 pro, perfino un po xp, da 6 mesi uso debianho solo un grande rimpianto, di non avere cominciato 6 anni fa a usarla e avere mandato a cagare tutti i sistemi windows... quando un giorno anche tu ti sarai stancato di farti prendere per il culo, magari ti accorgi della differenza che c'e... purtroppo fino a quel momento non posso fare molto, non c'e niente di piu testardo di un utente di windows soddisfatto.. per fortuna siete pochi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: qweasdzxc
            [...]
            minchia o te lo sei inventato apposta adesso
            per mettermi in crisi, oppure ho proprio
            sfiga... ok vada per la sfiga...
            [...]ecco cosa intendevo per "non solite cose". :)sempre di più mi convinco che si parla tanto di SO prendendo sempre ad esempio la situazione casalinga o al più quella di sistemisti di società.
            disgraziatamente non c'e niente di piu
            closed di un palmare, ciononostante c'e un
            esempio di palmare linux based, ha anche
            avuto un discreto successo in giappone pare,
            ma bisogna vedere che vuol dire discreto
            successo.. e comunque non ho ulteriori infosi l'ho visto... è un buon prodotto (anche se hanno scelto un palmare con hw un po' limitato...)ma è ancora embrionale e cmq non è paragonabile a windowsCE, c'è poco da fare, con windowsCE hai un'integrazione con i tools e le risorse che microsoft ti offre (se vuoi vedila pure come abuso di monopolio, non mi interessa :) ) che non ha paragoni.
            quindi non mi dilungo su questo, pero
            tecnicamente non e da escludere a priori la
            fattibilita della cosa usando quindi
            strumenti openio sono *sicuro* che in linux esista la possibilità di fare la stessa cosa... dipende dai costi -
            benefici (attenzione: nei costi ci stanno anche quelli per lo sviluppo)
            mi hai tirato fuori un esempio che definire
            estremo e eufemistico, mi chiedo quanta
            gente al mondo abbia a che fare con roba del
            genereestremo? non vorrei deluderti ma è una semplice "gestione delle manutenzioni preventive", solo che siamo nel 2002 e l'applicazioncina che interroga un db mysql con php viene vista come "vecchia" e insufficente.e cmq nel mondo del software a commessa no ho visti di più estremi :))
            io no percio non faccio ulteriori commenti
            voglio solo far notare che non e del tutto
            corretto prendere questo esempio per far
            vedere la produttivita del sistema windows
            rispetto al sistema open, perche e una
            applicazione estremamente ristretta, non lo
            [...]eh bhe'... questo è quello che richiede l'industria del software... quello che invece, sbagliando imho, ci vogliono far credere (vedi cepu e corsi di webmasters vari) è che il mondo dell e-business starebbe nel fare sempre i soliti sitarelli e-commerce che ormai li posso fare anche con il mio Cassiopeia.ma fortunatamente non è così :))
            beh, non sarebbe meglio anche per te se
            fosse possibile fare quello che devi fare
            usando strumenti open non in mano al
            detentore di un monopolio, al quale non
            saresti cosi obbligato a sborsare soldi?no, per due motivi principali:1) io che sviluppo usando componenti di terze parti (.net, wi-fi...) non avrei supporto tecnico, se non un laconico "waiting for stable release", e non ho certo il tempo di andare a modificare il codice sorgente per trovare e correggere il baco.2) il cliente NON ha fiducia nei prodotti open, è lo sai perche'? ironia della sorte: perche' NON costano nulla :) (lascia perdere le istituzioni pubbliche dove in questo momento va tanto di moda l'open... parlo di società che si affidano a partner tecnlogici dai quali esigono risultati)
            continuo a non capire allora sta difesa a
            spada tratta di tutto quello che microsoft,
            compreso office (hai accusato openoffice di
            copiare e basta), dell'interfaccia di
            windows (hai accusato kde di copiare...mamma
            mia, mettici dentro anche apple ed come il
            maiale che da del porco all'agnello...), dei
            player multimediali di windows (e qua
            andiamo sul ridicolo proprio)non copiano: vogliono "assomigliare" a windows... perché secondo te?ho visto una distribuzione (mi pare la Mandake) che addirittura tirava su il menu programmi premendo il tastino "microsoft" della tastiera...ma dai su....
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: windrak
            con windowsCE hai un'integrazione con i
            tools e le risorse che microsoft ti offre
            (se vuoi vedila pure come abuso di
            monopolio, non mi interessa :) )a me si', se permetti.e dato che io (-
            tutti) pago caro il tuo menefreghismo, ti pregherei di essere un po' piu' interessato
            estremo? non vorrei deluderti ma è una
            semplice "gestione delle manutenzioni
            preventive", solo che siamo nel 2002 e
            l'applicazioncina che interroga un db mysql
            con php viene vista come "vecchia" e
            insufficente.dipende da cosa devi fare...
            no, per due motivi principali:
            1) io che sviluppo usando componenti di
            terze parti (.net, wi-fi...) non avrei
            supporto tecnico, se non un laconico
            "waiting for stable release"perche', forse negli altri casi non fai un "waiting for stable release"? l'unica differenza e' che la unstable e' venduta nei negozi come la nuova rivoluzionaria release.
            , e non ho certo
            il tempo di andare a modificare il codice
            sorgente per trovare e correggere il baco.e allora fallo fare a qualcun altro...almeno puoi farlo...
            2) il cliente NON ha fiducia nei prodotti
            open, è lo sai perche'? ironia della sorte:
            perche' NON costano nulla :)su questo siamo perfettamente d'accordo.
            non copiano: vogliono "assomigliare" a
            windows... perché secondo te?
            ho visto una distribuzione (mi pare la
            Mandake) che addirittura tirava su il menu
            programmi premendo il tastino "microsoft"
            della tastiera...
            ma dai su....ah beh... quando qualcuno fa le cose in modo che la gente si trovi quanto piu' possibile a casa, allora e' un problema. Quando si inventa qualcosa di totalmente diverso (vedi windowmaker) allora non si e' "user friendly" (solo perche' non si assomiglia all'aspetto che anche le scimmie conoscono) ed e' un problema. decidersi please.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma

            si l'ho visto... è un buon prodotto (anche
            se hanno scelto un palmare con hw un po'
            limitato...)
            ma è ancora embrionale e cmq non è
            paragonabile a windowsCE, c'è poco da fare,
            con windowsCE hai un'integrazione con i
            tools e le risorse che microsoft ti offre
            (se vuoi vedila pure come abuso di
            monopolio, non mi interessa :) ) che non ha
            paragoni.io un palmare forse non avro mai i soldi per comprarmelo, e gia tanto che so che esiste quello la... ma so anche che probabilmente ce ne saranno altri, in questo momento palmari e open sono 2 cose ancora molto molto separate, per questo parlo di applicazione estrema, hai a che fare con hw particolare
            io sono *sicuro* che in linux esista la
            possibilità di fare la stessa cosa...
            dipende dai costi -
            benefici (attenzione:
            nei costi ci stanno anche quelli per lo
            sviluppo)di pende da quello che ha da offrire il parco software open... puo essere che ci siano implementazioni di interfacce con molti palmari, e open, e quindi riutilizzabili ecc... i costi per lo sviluppo usando software open di solito sono piu bassi, certo il tuo puonon essere questo caso..
            estremo? non vorrei deluderti ma è una
            semplice "gestione delle manutenzioni
            preventive", solo che siamo nel 2002 e
            l'applicazioncina che interroga un db mysql
            con php viene vista come "vecchia" e
            insufficente.non e quella la parte che definisco estrema, sono i protocolli di comunicazione con palmari dotati di sistemi operativi closed, la ho paura che saltino fuori le grane... boh...
            eh bhe'... questo è quello che richiede
            l'industria del software... quello che
            invece, sbagliando imho, ci vogliono far
            credere (vedi cepu e corsi di webmasters
            vari) è che il mondo dell e-business
            starebbe nel fare sempre i soliti sitarelli
            e-commerce che ormai li posso fare anche con
            il mio Cassiopeia.
            ma fortunatamente non è così :))dai, ci sono settori applicativi, banali e non, ben consolidati in cui si puo tranquillamente smettere di comprare closed, e innegabile questo... poi sul software su commissione io non ne so niente di quello che si chiede e di quello che si puo fare con strumenti open...
            no, per due motivi principali:
            1) io che sviluppo usando componenti di
            terze parti (.net, wi-fi...) non avrei
            supporto tecnico, se non un laconico
            "waiting for stable release", e non ho certo
            il tempo di andare a modificare il codice
            sorgente per trovare e correggere il baco.tu paghi la licenza, poi il supporto tecnico (o sono assieme, non conta, i soldi che escono son sempre quelli), con l'open NON paghi la licenza, ma puoi benissimo pagare il supporto tecnico, magari delle stesse persone che hanno scritto la componente open che interessa a te... open non vuol necessariamente dire "lasciati a se stessi", di solito anzi e garanzia di non essere lasciati se stessi, poni per assurdo che tra 3 anni microsoft si stanca di net e passa ad altro, e non da piu supporto, tra 3 anni magari non te ne frega niente, ma chissa...
            2) il cliente NON ha fiducia nei prodotti
            open, è lo sai perche'? ironia della sorte:
            perche' NON costano nulla :) (lascia perdere
            le istituzioni pubbliche dove in questo
            momento va tanto di moda l'open... parlo di
            società che si affidano a partner tecnlogici
            dai quali esigono risultati)disgraziatamente spesso e ancora cosi, ma le cose piano piano cambiano, ne e la dimostrazione che si parla sempre piu di open... siamo sicuri che sia solo una moda? per come e fatta la gpl, open sembra fatto per durare in eterno...
            non copiano: vogliono "assomigliare" a
            windows... perché secondo te?
            ho visto una distribuzione (mi pare la
            Mandake) che addirittura tirava su il menu
            programmi premendo il tastino "microsoft"
            della tastiera...
            ma dai su....ma dai su a te stavolta... ste interfacce che copiano spudoratamente windows, che usano lo stesso tasto, mamma mia, che scandalo... quanti proclami di guerra hanno fatto quelli della apple quando sono saltati fuori i primi windows? purtroppo l'utilizzo di un menu, di un puntatore e di pulsanti da cliccare non e brevettabile, se si accusa qualcosa di copiare windows, windows di cosa deve essere accusato allora?ma hai provato dei player multimediali per linux almeno prima? dove e che assomigliano a windows media player 7 8 9 ecc..?possiamo parlare di tutto ma non di linux che copia microsoft... questo no dai... se fosse vero dove sta la difficolta degli utenti nell'usarlo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma

            una domanda mi assale: ma voi windows 2000
            l'avete mai usato? installato? visto?
            annusato? o solo sentito parlarne dai vostri
            amici?

            no senno perche usereste un emulatore per
            vedere (!!!) dei quicktime? usate windows
            no?
            ma probabilmente parlate perche qualcuno vi
            dice "c'hai ragione bravo!" ma quel qualcuno
            è uno che usa linux e basta.
            windows 2000? oramai potrei installarlo ad occhi chiusi. mai che un'installazione mi duri più di 3/4 mesi! e bada che non faccio operazioni strane tipo installare/disinstallare terabyte di giochi o programmi di dubbia provenienza. ci installo sempre i soliti 4 programmi.una volta l'explorer crasha *sempre* sull'anteprima di qualsiasi immagine, un'altra volta iis rallenta il boot all'inverosimile e non c'è modo di fermarlo e tantomeno disintallarlo... questi e altri tanti piccoli malfunzionamenti saltano fuori dopo 2/3 mesi e rendono impossibile usare il pc in pace.deframmentare? non serve a niente.togliere software inutile? quale?virus? ho un antivirus sempre aggiornato e installo solo software sicuro.formattone, reinstallazione di tutti i driver (aggiornati e spesso certificati), serie di patch di ie e software vari, ed ecco che windows è velocissimo. tempo una settimana, ricomincia a dare segni di cedimento. boot in 4 minuti, 5 minuti, 6 minuti... computer che non si spegne, processi di sistema ribelli (kill -s 9, ho detto!).io questo msdos2000 l'ho usato eccome, ma preferisco sopportare i saltuari capricci dell mio xserver e del mio giocattolo linux.p.s.se i tuoi amichetti linuxari parlano a sproposito e ti fanno arrabbiare quando ti sfottono, non pensare che anche il resto del mondo sia così.p.s.s.la mia copia di win è ORIGINALE.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ciò significhi fine del wma
            - Scritto da: windrak
            sia chiaro: non è che "quella roba funziona
            solo con windows" è che in linux non c'è un
            cane che fa *gratis* un codec sorensson 4
            (almeno prima che esca il sorensson 5),
            perche "quella roba" funziona benissimo
            anche sul mac (per dire...) e con l'osx
            (linux) non sono cosi' sicuro che il codec
            sia open (e la GPL?).E' ILLEGALE sviluppare un codec sorensson 5, oltre che molto difficile.

            e torniamo sempre al solito punto: linux è
            bello e potente e carino perche' finora si è
            verificata la lotta al windows-against e ha
            suscitato le simpatie di chi è contro
            microsoft, soprattutto le grosse società che
            hanno "avvertito" quest'ondata di good-vibes
            che circonda linux in questo momento.
            è anche vero, ma il mondo linux non è tutto qui.
            Su linux si fa di tutto per "assomigliare"
            o, al meglio, "emulare" windows (si potrebbe
            coniare un nuovo termine, il "windowsing").
            Non si puo' negare: open office, start
            office, media players vari, wine, il kde che
            sembra win95.
            wine è un emulatore, non fa parte di linux. è nato perchè serviva.open office è una suite di office. può esistere solo in windows?star office pure.media players vari, anche: possono esistere solo per win? ma sei un bel tipo...kde che sembra win95??? sei rimasto al kde1? a me explorer del 95 sembrava il cde di unix. aaaah!
            Ma questo non lo fa un SO + "serio",
            piuttosto ne fa un SO che vuole diventarne
            uno che è già + "serio".
            :-))))))
            Da questo punto di vista linux rimane un
            bellissimo e potentissimo mame.


            ed ora avanti con i flames.premi esc e torna nel tuo mondo. nessuno sentirà la tua mancanza.:-)))))
Chiudi i commenti