Il CD lascia il posto al nastro adesivo

No, non è il primo di aprile. Alcuni ricercatori hanno effettivamente scoperto che una singola bobina di nastro adesivo commerciale è in grado di memorizzare fino a 10 GB di dati. La ricerca è già partita

Heidelberg (Germania) – Sembra una di quelle bufale che ogni tanto si ricevono per e-mail, invece è uno dei progetti di ricerca più significativi nell’ambito dello storage. L’obiettivo è quello di sostituire i media ottici come CD e DVD con… rotolini di nastro adesivo…

La ricerca è cominciata quando l’European Media Laboratory (EML), in collaborazione con l’Università di Mannheim, ha scoperto che una convenzionale bobina di nastro adesivo della marca “tesa Multi-Film” poteva memorizzare fino a 10 GB di dati. L’EML ha ora annunciato di aver stretto un accordo triennale con la Stanford University per avviare un progetto, chiamato “OptiMem”, la cui durata prevista sarà di almeno 5 anni.

La tecnica di archiviazione dei dati su cui lavoreranno i due istituti è simile a quella adottata nei CD: in pratica anche qui, attraverso un laser, è possibile mutare le proprietà ottiche del polimero con cui è fabbricato il nastro adesivo in modo da generare dei punti di informazione (pit) di dimensioni minori di 1 nanometro. Ma la cosa davvero interessante è che il rotolino di nastro adesivo si comporta come un media olografico, ossia può essere letto e scritto senza la necessità di svolgere la pellicola: il laser può infatti focalizzarsi attraverso i vari strati del nastro senza influenzare quelli antecedenti.

Il laboratorio tedesco che coopera al progetto sostiene che questa tecnologia è superiore a quella degli attuali CD visto che qui è la testina ottica a ruotare e non il supporto di archiviazione: questo fattore consente di raggiungere velocità di lettura/scrittura enormemente maggiori.

La possibilità poi di avvalersi di bobine molto piccole e la caratteristica del nastro di richiedere laser molto meno potenti di quelli utilizzati per i comuni CD, candida questa tecnologia come l’ideale per entrare nei piccoli dispositivi come player portatili, macchine fotografiche, palmari, ecc. Non solo, ma il nastro potrà essere anche in formato “stick” da utilizzarsi al posto delle attuali etichette con codice a barre…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    tastiera verticale
    Utilizzo un portatile, ed ho problemi di tastiera.Lo tengo sulle ginocchia, ma le spalle mi restano sollevate e scomode.Forse la tastiera verticale potrebbe risolvermi il problema. Non devo guardare i tasti: uso le dieci dita. E' in vendita e a che prezzo? Sandro
  • Anonimo scrive:
    E gli occhi?
    Potrebbe essere anche comoda una volta memorizzate le posizioni dei tasti, ma prevedo dei forti mal di testa all'inizio, con gli occhi che devono guardare a destra e sinistra sugli specchi per trovare i tasti.Una cosa invece che mi attira e' che con la tastiera sui lati si potrebbe utilizzare lo spazio centrale per posizionare i fogli da battere. Personalmente, con le tastiere tradizionali, trovo scomodissimo dover posizionare i fogli sui lati della tastiera, sopra, sotto, al lato del monitor ecc...Saluti
  • Anonimo scrive:
    io no
    sicuramente è un'idea originale, ma da qui a dire che avrà successo...
  • Anonimo scrive:
    utente 3d
    Perchè non si inventano anche l'utente a tre mani?
  • Anonimo scrive:
    dattilografia
    se hai studiato per fare il dattilografo (o la dattilografa) non ci dovrebbero essere problemi, con o senza specchi... non si guarda la tastiera.e non ci sono tasti in comune.Da provare, secondo me.
  • Anonimo scrive:
    Stress injuries
    Non condivido le critiche alla tastiera. Secondo me e' questione di pratica. D'altra parte chiunque usa la tastiera tradizionale per molte ore ogni giorno sa bene quanto affaticamente cade sulle mani, le dita, i polsi.Cercare un'alternativa e' doveroso, c'e' gente che soffre di gravi conseguenze dall'uso del computer. A me questa tastiera non dispiace, non guardo i tasti quando batto su quella tradizionale, perche' dovrei guardarli qui (che mi pare l'unico handicap per chi e' alle prime armi)
  • Anonimo scrive:
    Torcicollo
    Meno patologie ai polsi...vabbe'...ma non e' che poi a guardare i due specchi ti viene il torcicollo?
  • Anonimo scrive:
    E' uno scerzo sicuramente...
    Di vero c'e' comunque che nei prossimi anni ne vedremo delle belle in fatto di ergonomia. Secondo me alcune aziende potrebbero essere interessanti anche per investimenti azionari a lungo termine.Vuoi per gli obblighi di legge, vuoi che la genta passa sempre piu' il suo tempo a lavorare con il computer, questo settore sara' certamente in espansione.Per quanto riguarda la bislacca idea dell'articolo, non posso che associarmi a chi la ritiene un'idea assurda. Molte aziende fraintendono, per non dire che stravolgono i concetto stesso di ergonomia.Ergonomia non vuol dire costruire oggetti di forme strane come questa tastiera, o mouse anatomici come preservativi presentati da alcune aziende.Ergonomia significa soprattutto oggetti realizzati al fine di ostacolare il meno possibile la liberta' di movimento dell'uomo, in particolare delle sue mani. Un mouse che riprende in tutto e per tutto il calco di una mano, al contrario, ne blocca del tutto il movimento.Un ottimo mouse (e anche un'ottima tastiera) e' quello realizzato ad esempio da Apple. Semplice, leggero, preciso, funzionale, lo possono usare tranquillamente anche i mancini. Un solo tasto, un clic puntuale e impeccabile, massima liberta' delle dita che possono muoversi tranquillamente sulla superfice liscia e al tempo stesso a saldo contatto con l'epidermide.La tastiera? tasti di giusta dimensione e soprattutto ben ravvicinati tra loro, giusta pressione dei tasti sulle dita, posizione centrale dei tasti principali, presa del mouse direttamente sulla tastiera, devo continuare?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: E' uno scerzo sicuramente...
      ?!?!?!?!?!?!?
      Un ottimo mouse (e anche un'ottima tastiera)
      e' quello realizzato ad esempio da Apple.
      Semplice, leggero, preciso, funzionale, lo
      possono usare tranquillamente anche i
      mancini.fino ad adesso i mancini dovevano far corsi speciali per poter utilizzare i normali mouse...
      Un solo tasto,...e' un pregio secondo te?!? oh, aspetta devo smettere di guardare lo schermo (=distogliere l'attenzione da quello che faccio) per cercare il fo%%%%o control... ah, si, posso anche tenere premuto il tasto, e dopo mezzora appare il menu'... comunque il 2 tasto (tasto destro) farebbero meglio a mettercelo...
      un clic puntuale e
      impeccabile,...i click della concorrenza vengono eseguiti dal computer dopo 30 minuti...
      massima liberta' delle dita ovvero: dove metto le dita?!? in qualsiasi posizione ho 1/2 mano fuori dal mouse...
      che
      possono muoversi tranquillamente sulla
      superfice liscia di cosa?!? c'e' l'ho davanti e non mi sembra molto liscia...
      e al tempo stesso a saldo
      contatto con l'epidermide.
      La tastiera... bla bla bla????! ma hai mai usato un mouse apple? o una tastiera?!? con i tasti page up e page down imboscati?!? smettila di dar aria ai denti (=parlare per niente)
      devo continuare?e io ?!?ciao
  • Anonimo scrive:
    Ma che si sono fumati ?
    Qualunque cosa fosse e' grandiosa !Sara' la droga del secondo millennio !:)))))))
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che si sono fumati ?
      Ubriaconi!!!- Scritto da: Zibri
      Qualunque cosa fosse e' grandiosa !
      Sara' la droga del secondo millennio !
      :)))))))
  • Anonimo scrive:
    E i tasti in comune?
    Posso anche essere d'accordo sulle natural keyboard e tutta la famiglia; questa tastiera mezza verticale potrebbe essere la salvezza dei nostri polsi, ma finchè questi genialoidi non capiranno che non possono dividere una tastiera esattamente in metà, ma che sono anche necessari dei tasti in comune, che se magari non vengono utilizzati spesso "dall'altra mano", sono comunque utili, allora la velocità di battitura sarà sempre inferiore (o un po' vicina) e ci sarà sempre la scomodità della digitazione con una mano sola e altre cose comode per la lavorazione con il mouse...Pensate anche a programmi tipo Macromedia Flash, che possono esser sfruttati al meglio con un sapiente uso di tastiera e mouse assieme, per velocizzare i cambi degli strumenti di disegno/editing...Mah... Saluti!
Chiudi i commenti