Il cellulare perde lo speaker

NTT DoCoMo toglie i veli ad un telefonino che fa a meno dello speaker, mentre Samsung è pronta a lanciare un nuovo smartphone a cui si possono dettare gli SMS
NTT DoCoMo toglie i veli ad un telefonino che fa a meno dello speaker, mentre Samsung è pronta a lanciare un nuovo smartphone a cui si possono dettare gli SMS

Tokyo (Giappone) – Un telefonino senza altoparlante ed uno capace di convertire la voce in testo. Sono i due nuovi gioiellini hi-tech che si apprestano a lanciare sul mercato NTT DoCoMo e Samsung , due società simbolo di due mercati, quello giapponese e quello coreano, in forte concorrenza su molti fronti dell’alta tecnologia.

Il cellulare svelato da DoCoMo, denominato 2G mova N506iS, può fare a meno di uno speaker tradizionale grazie all’utilizzo della tecnologia SoundVu sviluppata dalla società inglese NXT : questa tecnologia è in grado di trasformare un display a cristalli liquidi in una fonte audio stereofonica trasmettendo allo schermo le vibrazioni necessarie alla propagazione dei suoni. DoCoMo sostiene che questa tecnica, oltre a ridurre i componenti di cui è composto un telefono cellulare, fornisce un suono più chiaro e fedele.

N506iS L’N506iS ha uno schermo ruotabile di 180 gradi da 262.000 colori con risoluzione QVGA, una fotocamera da 1,3 megapixel, uno slot miniSD, un’uscita TV, un software per leggere e memorizzare le informazioni contenute nei biglietti da visita, e un piccolo dizionario. Il telefono è poi dotato della funzione “shuttlekey” che permette di scattare foto utilizzando un qualsiasi tasto numerico.

Presso il recente CES di Las Vegas, Samsung ha invece presentato il suo primo smartphone dotato della tecnologia di riconoscimento vocale VoiceMode. Questa funzionalità permette agli utenti di scrivere i propri messaggi, siano essi SMS, MMS o e-mail, dettandoli direttamente al proprio cellulare: il software di riconoscimento vocale si occupa infatti di convertire le parole dettate in caratteri di testo.

“Questa tecnologia cambierà significativamente il modo in cui le persone interagiscono con i propri telefoni mobili”, ha proclamato Peter Skarzynski, senior vice president di Samsung. “Per la prima volta gli utenti possono dettare i messaggi direttamente al loro telefono, semplificando drasticamente il processo di scrittura”.

Il nuovo concentrato hi-tech di Samsung è inoltre in grado di comprendere comandi vocali, anche personalizzati: ciò significa che è possibile istruire il cellulare in modo che, pronunciando ad esempio la parola “tardi”, questo invii automaticamente un messaggio predefinito del tipo: “Cara, stasera arriverò tardi. Non aspettarmi per cena”.

Al pari dell’N506iS di DoCoMo, anche il nuovo smartphone di Samsung è in grado di utilizzare la fotocamera integrata per acquisire l’immagine di un biglietto da visita e, attraverso una tecnologia OCR (Optical Character Recognition), convertirla in testo archiviabile nella rubrica.

Nel corso del 2004 Samsung ha scavalcato Motorola divenendo il secondo maggior produttore di telefoni cellulari al mondo dopo Nokia.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 01 2005
Link copiato negli appunti