Il cellulare perderà l'antennina?

Lo spera Electronic Research Group, che ha sviluppato una nuova tecnologia di trasmissione del segnale che consentirebbe di rimpiazzare le attuali antenne dei cellulari, da molti temute per presunti effetti nocivi sulla salute
Lo spera Electronic Research Group, che ha sviluppato una nuova tecnologia di trasmissione del segnale che consentirebbe di rimpiazzare le attuali antenne dei cellulari, da molti temute per presunti effetti nocivi sulla salute


Dundalk – Cambia la struttura di trasmissione dei telefonini: questo è quello che sperano i ricercatori dei lab irlandesi dell’Electronic Research Group che sostengono di aver messo a punto una tecnologia che “supera” la tradizionale “antennina” e utilizza altri materiali per ricevere e trasmettere il segnale.

Secondo i ricercatori, la nuova tecnologia consentirà non solo di aggiornare il design degli apparecchi ma anche di ridurre sensibilmente, fino all’80 per cento, la quantità di emissioni elettromagnetiche del cellulare.

A quanto pare, il nuovo sistema si basa sulla realizzazione di “griglie” di trasmissione che possono essere adattate a pressoché qualsiasi “forma”, quindi al retro di un telefono cellulare o al tetto di una macchina, al muro di una casa, ad una borsa, e via dicendo. L’azienda, una divisione della Life Energy & Technology Holdings Inc. (LETH), ha affermato di aver già realizzato una serie di modelli di griglia incardinate su supporti flessibili, già utilizzati dalla marina russa per la protezione dalle interferenze elettromagnetiche che si possono verificare in corrispondenza dei fenomeni di aurora boreale.

Una serie di test confermerebbe la capacità delle griglie di operare nella trasmissione con lo stesso livello “qualitativo” di quello raggiunto con le antenne tradizionali.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 01 2001
Link copiato negli appunti