Il cellulare smarrito torna da sé

Perso o trafugato, il telefonino può essere ritrovato. Sempre, spesso, insomma talvolta. Nasce negli USA un servizio per apparecchi persi ma ritrovabili

Roma – Perdere un telefonino è spesso un problema drammatico, non tanto per il valore dell’apparecchio quanto per la perdita dei dati memorizzati: contatti, appuntamenti, fotografie e altre informazioni che – soprattutto per gli smartphone – possono avere un valore di molto superiore all’apparecchio nudo e crudo. Farlo disabilitare dall’operatore è una magra consolazione, perché in caso di ritrovamento l’apparecchio resta inutilizzabile. Che fare, dunque, quando il telefonino svanisce nel nulla? Affidarsi a YouGetItBack potrebbe diventare un’opzione percorribile.

Si tratta di un servizio sviluppato da una startup irlandese con l’intenzione dichiarata di rendere più facile il recupero di un telefonino smarrito o rubato.

Una volta che l’utente si rende conto di non averlo più, l’apparecchio può essere bloccato da remoto, semplicemente accedendo al servizio – previa registrazione – con il proprio account, attivando da lì la disabilitazione, che sfrutta l’applicazione client installata sul cellulare. Senza la necessità di effettuare chiamate telefoniche, ad eccezione di quella destinata al call center di YouGetItBack . Il lucchetto così impostato, spiega la presentazione del servizio, impedisce sia l’accesso ai dati memorizzati che l’utilizzo del telefonino.

Geralog spiega che l’applicazione da installare – che si chiama Mobile SuperHero – costa 20 dollari e consente di usufruire di un anno di protezione. L’abbonato YouGetItBack deve inoltre apporre un’etichetta sul telefonino con il proprio codice, con l’auspicio che questo possa fungere da deterrente per un malintenzionato o da segnalazione per chi dovesse rinvenire l’apparecchio, se smarrito, al fine di segnalarne il ritrovamento (attraverso questa pagina web a YouGetItBack .

Un’offerta premium (e quindi proposta ad un costo superiore) si propone alla stregua di un’assicurazione, promettendo all’utente un nuovo apparecchio in sostituzione di quello svanito nel nulla, se il software e i tag (le “etichette”) non dovessero mantenere la promessa di riportare l’apparecchio nelle mani del legittimo proprietario.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ciavarro scrive:
    Gaia, ma.. i commenti di stanotte?
    Stanotte qualcuno ha pubblicato dei commenti e, sebbene non li condividessi, non violavano alcuna policy del forum e nessuna legge italiana.Non contenevano parolacce, torpiloqui, ... ma ponevano semplicemente delle domande.Dove sono finiti? In Cina? Si possono rimettere on-line?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Gaia, ma.. i commenti di stanotte?
      contenuto non disponibile
      • Ciavarro scrive:
        Re: Gaia, ma.. i commenti di stanotte?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Ciavarro


        Dove sono finiti? In Cina? Si possono rimettere

        on-line?

        guarda, la tua osservazione è trita e ritrita.Apprendo ora che, per te, questa osservazione e' trita e ritrita.Io mi sono collegato stanotte, ho visto un post interessante e speravo di vedere una risposta. Non la tua risposta, ovviamente.
        PI è uno spazio privato, non una nazione in cui
        nasci e sei costretto a
        vivere.Basta scriverlo nella policy, cosi' gli utenti sono informati e si limiteranno a pubblicare cio' che fa piacere ai privatisti.Nella policy si potrebbe aggiungere una cosa cosi': "Sebbene Punto Informatico si occupi anche di censura ed esprima un forte punto di vista sul problema suddetto, la redazione si riserva il diritto di censurare anche i messaggi conformi alla policy ed alle leggi dello Stato Italiano".Cmq se PI e' uno spazio privato, perche' mai lo pubblicano su Internet? Le mie cose private me le tengo ben strette, a casa. Oppure se le pubblico, posso accettare i commenti e le critiche. Quando, s'intende, sono nei limiti dell'educazione, delle policy e delle leggi italiane
        I commenti censurati da PI possono essere
        pubblicati in ogni altro luogo di internet (che è
        un pelino più grande di un
        forum).
        E nessuno andrà mai ad arrestare chi li pubblica.Spero che almeno la redazione si faccia sentire su quest'ultima frase. Davvero la redazione preferisce che i suoi utenti diventino frequentatori di un altro sito?
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Gaia, ma.. i commenti di stanotte?
          contenuto non disponibile
          • Mr.God scrive:
            Re: Gaia, ma.. i commenti di stanotte?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Ciavarro

            Apprendo ora che, per te, questa osservazione e'

            trita e

            ritrita.

            beh... frequento il forum da anni... e alla primo
            messaggio che mi hanno censurato l'ho pensata
            come teTE NE DOVEVI ANDARE ALLORA TESTA DI CAZZ0!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Gaia, ma.. i commenti di stanotte?
            - Scritto da: Mr.God
            TE NE DOVEVI ANDARE ALLORA TESTA DI CAZZ0!duro ma giusto
          • Ciavarro scrive:
            Re: Gaia, ma.. i commenti di stanotte?

            beh... frequento il forum da anni... e alla primo
            messaggio che mi hanno censurato l'ho pensata
            come te
            :)Perdonami ma non mi sembra meno grave.
            Poi ci ho ragionato un po' sopra.
            Tra aprentesi io credo di avere il record di post
            mutilati (la maggior parte per colpa mia, altri
            per eredità di qualcuno censurato a cui
            rispondevo).Il post non ero mio. Era il post di qualcuno sicuramente piu' intelligente di me, visto che poneva delle domande ben precise.
            per lo stesso motivo per cui pubblicano il
            corriere della sera ma non ci pubblicano sopra le
            mie
            opinioni.Ci sono delle policy differenti ed un diverso spazio disponibile. Viene specificato.

            più probabilmente sa che il 90% delle persone non
            se la prende a morte se gli cancelli in
            messaggio.Puo' essere, ma... sanno anche se questa percentuale e' stabile? Perche' sono loro stessi a farci capire quanto sia brutta la censura.Fra l'altro, l'articolo di oggi parla proprio di questo, e suona davvero male. Avrei potuto capire se censuravano un messaggio di altro genere (ho visto che ne hai appena ricevuto uno di un certo tenore). Detto fra noi, spesso ci sono un sacco di post il cui solo scopo e' insultare ed andrebbero tranquillamente censurati.Perche' invece non rispondere alle domande?
            Il concetto di fondo comunque, è che se nasci in
            una nazione oppressiva non hai 'un altro sito' su
            cui
            andareDici che non ho alternative? ;)
    • la redazione scrive:
      Re: Gaia, ma.. i commenti di stanotte?
      Ciaoeffettivamente abbiamo spedito quei post in Cina :DQuesta discussione, Ciavarro, è off topic. Se leggi la policy scoprirai che per discutere di questo esiste un forum ad hoc oppure una mail (pi@redazione.it), questo per ridurre il rumore di fondo.Non so a quali post ti riferisci ma in generale è inevitabile che a giudicare se siano o meno rispondenti alla policy nel bene o nel male sia la redazione, tienilo sempre presente.Un salutone, next time segui la policy ok? :)ciao!!Lamberto
  • Mah scrive:
    CINA come paese turba le olimpiadi
    Per la prima volta nella mia vita non guarderò nemmeno 1 secondo delle olimpiadi, i politici non hanno le p4ll3 di boicottarle? Noi persone civili SI
  • compagno scrive:
    Cina
    Bel paese, mi piace!!!Gente tosta, che non guarda in faccia a nessuno.Li sì che il comunismo ha forgiato l'Uomo Nuovo!!!http://www.pmli.it/
    • XYZ scrive:
      Re: Cina
      - Scritto da: compagno
      Bel paese, mi piace!!!
      Gente tosta, che non guarda in faccia a nessuno.
      Li sì che il comunismo ha forgiato l'Uomo Nuovo!!!

      http://www.pmli.it/Mah.. Sul Bel Paese (forse)hai ragione.Sul fatto che sia "Gente Tosta", dipende da persona a persona, come nel resto del mondo.Sul "che non guarda in faccia a nessuno" non sono d'accordo, più che altro direi, a cui viene ciclicamente imposto di "non guardare in faccia a nessuno".. Pena? La Capitalistica eliminazione dal mercato.Io le olimpiadi le ostacolerei con ogni mezzo, se ne avessi la possibilità.. Anzi, avrei fatto di tutto per far partecipare i "nostri cari atleti" alle VERE olimpiadi che si stanno tenendo nell'India Settentrionale (poichè l'aver provato a realizzarle in Tibet, è costato la vita a circa 40 persone)E' triste vedere come uno che si riempe la bocca e le orecchie con ideali di larga veduta sia in realtà cosi cieco (o politicizzato?) da non rendersi conto che di "rosso" in Cina, non c'è nulla.Davvero Triste. Ma non Inutile spero.
      • Kumbila scrive:
        Re: Cina
        Credo facesse dell'ironia, o almeno lo spero! Ho visto il sito, troppo rosso ovunque invece che nelle sole bandiere, tanta bella ideologia che purtroppo è stata vanificata dal fallimento dell'URSS e dal capitalismo che in Cina ha iniziato da tempo la sua lunga marcia...Fosse per me boicotterei le Olimpiadi cinesi, ma non è possibile, troppi interessi economici in gioco, e la Cina è un mercato vastissimo, quasi infinito!
        • palle scrive:
          Re: Cina
          - Scritto da: Kumbila
          Credo facesse dell'ironia, o almeno lo spero! Ho
          visto il sito, troppo rosso ovunque invece che
          nelle sole bandiere, tanta bella ideologia che
          purtroppo è stata vanificata dal fallimento
          dell'URSS e dal capitalismo che in Cina ha
          iniziato da tempo la sua lunga
          marcia...
          Fosse per me boicotterei le Olimpiadi cinesi, ma
          non è possibile, troppi interessi economici in
          gioco, e la Cina è un mercato vastissimo, quasi
          infinito!Ti piace il sito degli orfanelli di Stalin e Pol Pot?Bene, sono contento.
      • anonymous scrive:
        Re: Cina

        Io le olimpiadi le ostacolerei con ogni mezzo, se
        ne avessi la possibilità.. ah e avresti ostacolato anche quelle in usa e in russia, paesi MOLTO + imperialisti o ce l'hai solo con gli stati canaglia ?e gli incontri sportivi nel sudafrica dell'apartheid, a israele e in arabia saudita ?
        Anzi, avrei fatto di
        tutto per far partecipare i "nostri cari atleti"
        alle VERE olimpiadi che si stanno tenendo
        nell'India Settentrionale (poichè l'aver provato
        a realizzarle in Tibet, è costato la vita a circa
        40 persone)fonti (escluso le dichiarazioni dei tibetani in esilio rsf, john ackerly &c )?

        E' triste vedere come uno che si riempe la bocca
        e le orecchie con ideali di larga veduta sia in
        realtà cosi cieco (o politicizzato?) da non
        rendersi conto che di "rosso" in Cina, non c'è
        nulla. lasciamo perdere il comunismo e altre farneticazioni, per me é triste vedere come uno non si renda conto della campagna mediatica anti-stati canaglia, indice della NOSTRA inesistente libertà d'informazione fortunatamente c'é chi sa leggere gli articoli: ecco per esempio su un sito di gente che a me non piace per niente (ultras) che segue uno sport che non mi piace per niente (calcio) che smonta un articolo di quotidiano nazionale individuando come il cronista faccia passare per repressive delle misure per gli spettatori delle olimpiadi 2008 che ci sono anche per le manifestazioni sportive in italia:http://www.asromaultras.it/updates.htme per la cronaca aggiungo che la pubblicazione di testi considerati sovversivi é reato anche da noi (non credo che i redattori dei comunicati delle br abbiano potuto invocare il diritto di informazione) e così pure la violazione degli arresti domiciliari, é vero che da noi la costruzione di edifici pubblici scadenti non é segreto di stato, ma da noi ci guadagano i palazzinari privati e anche da noi i tizi che denunciano la cosa vedono archiviare le indagini e spesso fanbno una fine peggiore della galera
        • aasd scrive:
          Re: Cina
          - Scritto da: anonymous

          Io le olimpiadi le ostacolerei con ogni mezzo,
          se

          ne avessi la possibilità..

          ah e avresti ostacolato anche quelle in usa e in
          russia, paesi MOLTO + imperialisti o ce l'hai
          solo con gli stati canaglia
          ?
          e gli incontri sportivi nel sudafrica
          dell'apartheid, a israele e in arabia saudita
          ?



          Anzi, avrei fatto di

          tutto per far partecipare i "nostri cari atleti"

          alle VERE olimpiadi che si stanno tenendo

          nell'India Settentrionale (poichè l'aver provato

          a realizzarle in Tibet, è costato la vita a
          circa

          40 persone)


          fonti (escluso le dichiarazioni dei tibetani in
          esilio rsf, john ackerly &c
          )?





          E' triste vedere come uno che si riempe la bocca

          e le orecchie con ideali di larga veduta sia in

          realtà cosi cieco (o politicizzato?) da non

          rendersi conto che di "rosso" in Cina, non c'è

          nulla.

          lasciamo perdere il comunismo e altre
          farneticazioni, per me é triste vedere come uno
          non si renda conto della campagna mediatica
          anti-stati canaglia, indice della NOSTRA
          inesistente libertà d'informazione


          fortunatamente c'é chi sa leggere gli articoli:
          ecco per esempio su un sito di gente che a me non
          piace per niente (ultras) che segue uno sport che
          non mi piace per niente (calcio) che smonta un
          articolo di quotidiano nazionale individuando
          come il cronista faccia passare per repressive
          delle misure per gli spettatori delle olimpiadi
          2008 che ci sono anche per le manifestazioni
          sportive in
          italia:

          http://www.asromaultras.it/updates.htm

          e per la cronaca aggiungo che la pubblicazione di
          testi considerati sovversivi é reato anche da noi
          (non credo che i redattori dei comunicati delle
          br abbiano potuto invocare il diritto di
          informazione) e così pure la violazione degli
          arresti domiciliari, é vero che da noi la
          costruzione di edifici pubblici scadenti non é
          segreto di stato, ma da noi ci guadagano i
          palazzinari privati e anche da noi i tizi che
          denunciano la cosa vedono archiviare le indagini
          e spesso fanbno una fine peggiore della
          galerala differenza tra la cinea e l'italia è che almeno in cina le leggi idiote sono scritte.In italia la legge dice una cosa e i gioverni appoggiati dalle forze dell'ordine fanno tutto il contrarioio continuo a sperare nell'estinzione della razza umana
        • Anonimo_ scrive:
          Re: Cina
          - Scritto da: anonymous
          e per la cronaca aggiungo che la pubblicazione di
          testi considerati sovversivi é reato anche da noi
          (non credo che i redattori dei comunicati delle
          br abbiano potuto invocare il diritto di
          informazione) e così pure la violazione degli
          arresti domiciliari, é vero che da noi la
          costruzione di edifici pubblici scadenti non é
          segreto di stato, ma da noi ci guadagano i
          palazzinari privati e anche da noi i tizi che
          denunciano la cosa vedono archiviare le indagini
          e spesso fanbno una fine peggiore della
          galeraNon stiamo parlando di br..STIAMO PARLANDO DI ARTICOLI SULLA STRAGE DI TIENANMEM...Petizioni per persone incarcerate eccetera...Ti pare libertà questa?Ma va va... VERGOGNATI
        • bubu scrive:
          Re: Cina
          Tu proprio non ti rendi conto che certe cose puoi dirle perchè sei in Italia e c'è libertà di pensiero e di parola. Se tu abitassi in Cina, ora, sicuramente ci penseresti 3 volte prima di dire o scrivere qualcosa contro il 'sistema'.
  • Gix scrive:
    Domanda a Gaia Bottà
    interessanti rimandi agli altri articoli di PI per ricostruire tutta la vicenda. La PI da dove ha preso queste notizie?
Chiudi i commenti