Il computer va dallo strizzacervelli

Per valutare la personalità artificiale di una macchina, un gruppo di scienziati ha pensato di sottoporla ad un test psicologico


San Diego (USA) – Se oggi quando un computer ha dei problemi si chiama il tecnico, domani potrebbe rendersi necessario “accompagnarlo” dallo psicologo.

Il Mindpixel Digital Mind Modeling Project (MDMMP) sta infatti sperimentando, per la prima volta al mondo, un test psicologico standard molto diffuso, l’MMPI-2, su una macchina basata su di una personalità artificiale.

L’MMPI-2 è un test utilizzato di frequente dai clinici per diagnosticare psicopatologie e valutare alcuni dei più diffusi squilibri mentali. Questo stesso test sarà ora utilizzato per valutare il GAC (Generic Artificial Consciousness), una personalità artificiale sviluppata dal MDMMP in collaborazione con quasi 40.000 utenti Internet appartenenti a 200 diversi paesi al mondo.

Con questo esperimento, che può essere visto come una curiosa variante del noto test di Turing , il MDMMP vuole valutare fino a che punto il GAC abbia appreso dall’esperienza umana di gruppo proveniente da milioni di analisi e misurazioni sul grande bacino di utenti che ha aderito al progetto.

MDMMP sostiene che si tratta senza dubbio del più grande progetto di intelligenza artificiale mai creato.

“Non sappiamo se sia possibile creare una personalità normale da un milione di piccoli pezzi”, ha detto Robert Epstein, supervisore del progetto. “Questo esperimento ci dirà quanto questa idea possa essere ritenuta ragionevole”.

Gli organizzatori del progetto sperano che entro il 2010, data del completamento della fase di raccolta dati, potranno essere raccolte sufficienti informazioni per sviluppare un modello statistico altamente attendibile d’una mente umana mediam utilizzabile come base per la vera coscienza artificiale. Chissà cosa ne penserebbe la robopsicologa Susan Calvin, straordinaria protagonista di moltissimi racconti di Isaac Asimov…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti