Il costo degli mp3 in azienda

Secondo una ricerca appena presentata, ogni anno il download di file mp3 sui computer delle imprese costa alle attività australiane l'equivalente di 35 milioni di euro
Secondo una ricerca appena presentata, ogni anno il download di file mp3 sui computer delle imprese costa alle attività australiane l'equivalente di 35 milioni di euro


Roma – E’ un’attività abituale per tanti dipendenti ma è un tipo di utilizzo della rete che finisce per avere un costo importante sulle imprese. Si sta parlando del download di file audiovisivi e musicali da Internet, uno scaricamento di massa dal posto di lavoro che, secondo uno studio, nella sola Australia costa ogni anno 60 milioni di dollari australiani, circa 35 milioni di euro.

Sebbene anche in Australia, come già in Italia e in molti altri paesi, le policy aziendali spesso e volentieri vietino certi utilizzi della rete, se non tecnicamente almeno sul piano normativo, il monitoraggio attivato sulle connettività aziendali nel paese dei canguri non sembra dar adito a dubbi.

Stando a quanto dichiarato dagli esperti di Exinda Networks , per ottenere questi risultati sono stati associati i dati raccolti da uno dei principali provider del paese, relativi a 10mila dei propri account, e quelli derivanti dagli studi dell’Ufficio nazionale di statistica.

Quel che emerge, dunque, è che ogni anno le imprese australiane spendono per assicurarsi una infrastruttura di rete funzionale una media di circa 450 milioni di dollari (quasi 263 milioni di euro) ma ogni mese ne “buttano” quasi 5 milioni per pagare la connettività che richiede il download di file di puro intrattenimento di grandi dimensioni. Il tutto viene calcolato, spiegano preoccupati gli uomini di Exinda (che vende peraltro impianti di monitoraggio aziendale…), senza contare i costi per la perdita di produttività, ossia per la “distrazione” dell’utente nel compiere le sue operazioni extra sfruttando i mezzi aziendali.

Oltre ad avvertire le imprese di tenere d’occhio i player mp3 degli impiegati (“oggi possono archiviare decine di gigabyte di musica e uccidere la tua connettività”), i ricercatori hanno sottolineato come il ricorso sempre più massiccio alla banda larga e la penetrazione della rete sempre più distribuita negli uffici e nelle imprese stia aumentando progressivamente questo genere di utilizzo di Internet.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 10 2004
Link copiato negli appunti