Il cyborg giapponese non ha bisogno di acqua

Un'ipotesi post-apocalittica per un transumanesimo fatto con stile: l'innesto di un sistema di organi artificiali per ridurre drasticamente la necessità di acqua potabile da ingerire ogni giorno

Roma – Allo studio di design nipponico Takram era stato commissionato il progetto di una bottiglia d’acqua adatta all’uso in un ambiente profondamente modificato da un futuro, ipotetico disastro ambientale. Piuttosto che limitarsi alla bottiglia, Takram ha pensato bene di ridisegnare il corpo umano per meglio adattarlo alle mutate condizioni di vita.

Il cyborg ipotizzato dello studio giapponese è molto più efficiente nella gestione delle esigenze idriche rispetto a un umano “liscio”: il transumano di Takram espelle quante meno particelle d’acqua è possibile, ne ricava quante più è possibile dall’aria che lo circonda e bandisce la traspirazione.

Il sistema di organi artificiali ideato da Takram si chiama Hydrolemic System e consta dei seguenti elementi: innesti nelle narici per trasformare l’umidità presente nell’aria inalata in acqua, innesti nelle ghiandole renali e alla fine del sistema digerente per catturare l’acqua in via d’uscita dal corpo, un collare da montare sul collo che riduce al minimo indispensabile la traspirazione trasformando il calore corporeo in elettricità.

Con un siffatto mix di apparati biotecnologici, ipotizzano i designer di Takram, un uomo o una donna costretti a vivere in un ambiente in cui l’acqua potabile sia a dir poco scarsa avrebbe bisogno di una minuscola percentuale di prezioso H2O allo stato liquido (pari a 0,1 tazze al giorno) per poter continuare a vivere.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Leguleio scrive:
    Ora anche la madre...
    Sostiene che verrebbe torturato, se consegnato alla Svezia:http://www.repubblica.it/esteri/2012/07/30/foto/ecuador_la_madre_di_assange_mostra_le_foto_di_julian_bambino-40045020/1/?ref=HRESS-3Oramai, solo sulla vicenda privata di Julian Assange, quindi tralasciando sia Wikileaks sia Bradley Manning, c'è materiale sufficiente per un thrilling mozzafiato. Regista consigliato: Ed Wood. Resuscitatelo!
  • Leguleio scrive:
    I precedenti
    È capitato in passato che alcuni cittadini chiedessero rifugio ad un'ambasciata, ottenendolo (non necessariamente con lo status di rifugiati politici: più banalmente, non venivano gentilmente messi alla porta): Nel 1956, gli Usa concessero rifugio al cardinale József Mindszenty nella loro ambasciata a Budapest. Ci rimase per 15 anni. Sette pentecostali fecero altrettanto nell'ambasciata di Mosca nel 1978: vi rimasero fino al 1983.Io non me lo vedo Julian Assange che rimane ospite perenne in un'ambasciata, situazione perfettamente equivalente a stare agli arresti domiciliari. Presto si convincerà ad uscire. Sempre che non lo convincano prima gli ecuadoregni....
    • collione scrive:
      Re: I precedenti
      potrebbe benissimo essere scortato in Ecuador, dove vivrebbe da uomo libero
      • Leguleio scrive:
        Re: I precedenti
        - Scritto da: collione
        potrebbe benissimo essere scortato in Ecuador,
        dove vivrebbe da uomo
        liberoÈ complicatissimo.Il territorio appena fuori dall'ambasciata è sotto sovranità britannica. E hanno appena detto, sostanzialmente, che lo vogliono arrestare. Idem per lo spazio aereo sopra l'ambasciata.
        • krane scrive:
          Re: I precedenti
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: collione

          potrebbe benissimo essere scortato in

          Ecuador, dove vivrebbe da uomo libero
          È complicatissimo.
          Il territorio appena fuori dall'ambasciata è
          sotto sovranità britannica. E hanno appena detto,
          sostanzialmente, che lo vogliono arrestare. Idem
          per lo spazio aereo sopra l'ambasciata.Come ???Ma proprio tu mi stupisci !!!Basta un'auto diplomatica ! Pure se vieni investito da quella hai l'immunita' e la polizia non ti puo' perquisite, correggimi se sbaglio !
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti

            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: collione


            potrebbe benissimo essere scortato in


            Ecuador, dove vivrebbe da uomo libero


            È complicatissimo.

            Il territorio appena fuori dall'ambasciata è

            sotto sovranità britannica. E hanno appena
            detto,

            sostanzialmente, che lo vogliono arrestare.
            Idem

            per lo spazio aereo sopra l'ambasciata.

            Come ???
            Ma proprio tu mi stupisci !!!
            Basta un'auto diplomatica ! Pure se vieni
            investito da quella hai l'immunita' e la polizia
            non ti puo' perquisite, correggimi se sbaglio
            !No, l'auto diplomatica è inviolabile solo se trasporta persone che hanno l'immunità diplomatica. E Assange non è fra questi. Tra l'altro è meglio così, perché altrimenti chiunque rubi un'auto diplomatica potrebbe fare, che so, una rapina in banca senza che la polizia possa intervenire.L'immunità non si acquisisce ricevendo un passaporto diplomatico. Vedi qui:http://www.wisegeek.com/what-is-a-diplomatic-passport.htmDa un punto di vista pratico, poi, dimentichi che la Gran Bretagna è un'isola: una volta giunto alle bianche scogliere di Dover, o al tunnel <B
            ferroviario </B
            della manica, cosa ci fai, con l'auto diplomatica? :-)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio
            No, l'auto diplomatica è inviolabile solo se
            trasporta persone che hanno l'immunità
            diplomatica. E Assange non è fra questi. Tra
            l'altro è meglio così, perché altrimenti chiunque
            rubi un'auto diplomatica potrebbe fare, che so,
            una rapina in banca senza che la polizia possa
            intervenire.Perché la rapina in banca non la fai restando dentro l'auto, devi uscire. A meno di non sfondare l'ingresso della banca e chiedendo agli impiegati di darti i soldi puntando una pistola attraverso il finestrino. ;)
            Da un punto di vista pratico, poi, dimentichi che
            la Gran Bretagna è un'isola: una volta giunto
            alle bianche scogliere di Dover, o al tunnel
            <B
            ferroviario </B
            della manica,
            cosa ci fai, con l'auto diplomatica? :-)La carichi su una nave diretta in Ecuador.Oppure (ma siamo davvero a livello film...) parti direttamente dal tetto dell'ambasciata con un elicottero fino a una portaerei in acque internazionali da dove poi con un aereo voli verso la tua nazione.
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Leguleio

            No, l'auto diplomatica è inviolabile solo se

            trasporta persone che hanno l'immunità

            diplomatica. E Assange non è fra questi. Tra

            l'altro è meglio così, perché altrimenti
            chiunque

            rubi un'auto diplomatica potrebbe fare, che
            so,

            una rapina in banca senza che la polizia
            possa

            intervenire.

            Perché la rapina in banca non la fai restando
            dentro l'auto, devi uscire. Sì, intendevo dire usare l'auto diplomatica per fuggire dopo aver fatto una rapina. I malviventi potrebbero sparare dall'interno dell'auto, ma le forze dell'ordine no, è un'auto immune. :-) E chissà, magari fra le garanzie della diplomazia è anche indicato che non si possono inseguire i diplomatici mentre girano in auto.

            Da un punto di vista pratico, poi,
            dimentichi
            che

            la Gran Bretagna è un'isola: una volta giunto

            alle bianche scogliere di Dover, o al tunnel

            <B
            ferroviario </B
            della
            manica,

            cosa ci fai, con l'auto diplomatica? :-)

            La carichi su una nave diretta in Ecuador.Credo che alla frontiera del porto bloccherebbero l'auto. Diplomatica o meno che sia. Intendevo dire che se ci fossero frontiere terrestri uno potrebbe tentare prima di seminare gli inseguitori, e poi di passare attraverso i campi, o, nell'area Schengen, attraverso le vie normali, non ci sono più controlli alla frontiera. Ma su un'isola è impossibile eludere i posti di blocco al confine di Stato...
          • attonito scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Leguleio


            No, l'auto diplomatica è inviolabile
            solo
            se


            trasporta persone che hanno l'immunità


            diplomatica. E Assange non è fra
            questi.
            Tra


            l'altro è meglio così, perché altrimenti

            chiunque


            rubi un'auto diplomatica potrebbe fare,
            che

            so,


            una rapina in banca senza che la polizia

            possa


            intervenire.



            Perché la rapina in banca non la fai restando

            dentro l'auto, devi uscire.

            Sì, intendevo dire usare l'auto diplomatica per
            fuggire dopo aver fatto una rapina. I malviventi
            potrebbero sparare dall'interno dell'auto, ma le
            forze dell'ordine no, è un'auto immune. :-) E
            chissà, magari fra le garanzie della diplomazia è
            anche indicato che non si possono inseguire i
            diplomatici mentre girano in auto.





            Da un punto di vista pratico, poi,

            dimentichi

            che


            la Gran Bretagna è un'isola: una volta
            giunto


            alle bianche scogliere di Dover, o al
            tunnel



            <B
            ferroviario </B
            della

            manica,


            cosa ci fai, con l'auto diplomatica? :-)



            La carichi su una nave diretta in Ecuador.

            Credo che alla frontiera del porto bloccherebbero
            l'auto. Diplomatica o meno che sia.

            Intendevo dire che se ci fossero frontiere
            terrestri uno potrebbe tentare prima di seminare
            gli inseguitori, e poi di passare attraverso i
            campi, o, nell'area Schengen, attraverso le vie
            normali, non ci sono più controlli alla
            frontiera. Ma su un'isola è impossibile eludere i
            posti di blocco al confine di
            Stato..."cuba" ti dice niente?
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti

            "cuba" ti dice niente?Lo stretto che separa Cuba dalle coste della Florida è più breve dello stretto che separa la Cornovaglia dalle coste dell'Ecuador. Sbarcare a Calais, Francia, non gli servirebbe a nulla, perché la presunta macchina immune (che come detto non esiste) sarebbe immune solo in Gran Bretagna. :-)In più, come non mi vedo Julian Assange che resta agli arresti domiciliari in un'ambasciata per anni e anni, così non me lo vedo su una pericolosissima carretta del mare, come uno dei tanti rappresentanti dei "boat people". Parere mio.
          • attonito scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio

            "cuba" ti dice niente?

            Lo stretto che separa Cuba dalle coste della
            Florida è più breve dello stretto che separa la
            Cornovaglia dalle coste dell'Ecuador.

            Sbarcare a Calais, Francia, non gli servirebbe a
            nulla, perché la presunta macchina immune (che
            come detto non esiste) sarebbe immune solo in
            Gran Bretagna.
            :-)


            In più, come non mi vedo Julian Assange che resta
            agli arresti domiciliari in un'ambasciata per
            anni e anni, così non me lo vedo su una
            pericolosissima carretta del mare, come uno dei
            tanti rappresentanti dei "boat people". Parere
            mio.Tu dicevi che era impossibile eludere i controlli di frontiera su un'isola. io ho confutato la tua affermazione, punto e stop. E poi non e' obbligatorio andare verso la francia: isciti da londra possono prendere qualunque direzione compatibile all'autonomia del veicolo. Per il resto, se riesce ad arrivare ad acque internazionali (12 miglia marine) il "profugo" assange puo' essere raccolto da una nave equadoregna e ciao.
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti



            "cuba" ti dice niente?



            Lo stretto che separa Cuba dalle coste della

            Florida è più breve dello stretto che separa la

            Cornovaglia dalle coste dell'Ecuador.



            Sbarcare a Calais, Francia, non gli servirebbe a

            nulla, perché la presunta macchina immune (che

            come detto non esiste) sarebbe immune solo in

            Gran Bretagna.

            :-)





            In più, come non mi vedo Julian Assange che
            resta

            agli arresti domiciliari in un'ambasciata per

            anni e anni, così non me lo vedo su una

            pericolosissima carretta del mare, come uno dei

            tanti rappresentanti dei "boat people". Parere

            mio.

            Tu dicevi che era impossibile eludere i controlli
            di frontiera su un'isola. io ho confutato la tua
            affermazione, punto e stop. Oh be', se vuoi vedere Assange "speronato" per "incidente" da una imbarcazione della guardia costiera, o della marina inglese... :-D Anche in acque internazionali, eventualmente, tanto chi ti vede, ci saranno mai testimoni?Credo che non desideri vedersi nemmeno lui in quella situazione. E alla fine uscirà spontaneamente dall'ambasciata.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio


            Da un punto di vista pratico, poi,

            dimentichi

            che


            la Gran Bretagna è un'isola: una volta
            giunto


            alle bianche scogliere di Dover, o al
            tunnel



            <B
            ferroviario </B
            della

            manica,


            cosa ci fai, con l'auto diplomatica? :-)



            La carichi su una nave diretta in Ecuador.

            Credo che alla frontiera del porto bloccherebbero
            l'auto. Diplomatica o meno che sia.

            Intendevo dire che se ci fossero frontiere
            terrestri uno potrebbe tentare prima di seminare
            gli inseguitori, e poi di passare attraverso i
            campi, o, nell'area Schengen, attraverso le vie
            normali, non ci sono più controlli alla
            frontiera. Ma su un'isola è impossibile eludere i
            posti di blocco al confine di
            Stato...Non tutte le parti dell'isola sono controllate, basta partire da un porticciolo piccolo o anche da una spiaggia e arrivare fino alle acque internazionali con un'imbarcazione anche piccola, e poi passare solo successivamente sulla nave grande.Comunque l'ipotesi dell'elicottero dal tetto dell'ambasciata è la più facile...
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti

            - Scritto da: Leguleio

            Credo che alla frontiera del porto
            bloccherebbero

            l'auto. Diplomatica o meno che sia.



            Intendevo dire che se ci fossero frontiere

            terrestri uno potrebbe tentare prima di
            seminare

            gli inseguitori, e poi di passare attraverso
            i

            campi, o, nell'area Schengen, attraverso le
            vie

            normali, non ci sono più controlli alla

            frontiera. Ma su un'isola è impossibile
            eludere
            i

            posti di blocco al confine di

            Stato...

            Non tutte le parti dell'isola sono controllate,
            basta partire da un porticciolo piccolo o anche
            da una spiaggia e arrivare fino alle acque
            internazionali con un'imbarcazione anche piccola,
            e poi passare solo successivamente sulla nave
            grande.La Gran Bretagna ha una guardia costiera piuttosto efficiente. Il tentativo potrebbe andare bene, ma potrebbe anche fallire.
            Comunque l'ipotesi dell'elicottero dal tetto
            dell'ambasciata è la più
            facile...Se mai la Gran Bretagna autorizzerà voli militari dell'Ecuador in questo periodo. Io la vedo molto dura.Sull'operazione, ne discutevamo poco sopra: l'ambasciata dell'Ecuador a Londra è un palazzo di più piani come tanti, e non so se il tetto può sostenere un elicottero militare, e nemmeno se è orizzontale o inclinato.
          • krane scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: Leguleio


            - Scritto da: collione



            potrebbe benissimo essere



            scortato in Ecuador, dove vivrebbe



            da uomo libero È complicatissimo.



            Il territorio appena fuori



            dall'ambasciata è sotto sovranità



            britannica. E hanno appena detto,



            sostanzialmente, che lo vogliono



            arrestare.



            Idem per lo spazio aereo sopra



            l'ambasciata.

            Come ???

            Ma proprio tu mi stupisci !!!

            Basta un'auto diplomatica ! Pure se

            vieni investito da quella hai

            l'immunita' e la polizia non ti puo'

            perquisite, correggimi se sbaglio !
            No, l'auto diplomatica è inviolabile solo
            se trasporta persone che hanno l'immunità
            diplomatica. E Assange non è fra questi.Ma basta che l'ambasciatore muova il popo' e salga sull'auto insieme a lui per accompagnarlo in aeroporto, o sbaglio ?
            Tra l'altro è meglio così, perché altrimenti
            chiunque rubi un'auto diplomatica potrebbe
            fare, che so, una rapina in banca senza che
            la polizia possa intervenire.
            L'immunità non si acquisisce ricevendo un
            passaporto diplomatico. Vedi qui:
            http://www.wisegeek.com/what-is-a-diplomatic-passp
            Da un punto di vista pratico, poi, dimentichi che
            la Gran Bretagna è un'isola: una volta giunto
            alle bianche scogliere di Dover, o al tunnel
            <B
            ferroviario </B
            della manica,
            cosa ci fai, con l'auto diplomatica?
            :-)Imbocchi il tunnel no ?
          • eleirbag scrive:
            Re: I precedenti
            Credo basti un elicottero Militare Equadorense che decollidall'ambasciata e atterri in acque internazionalidove lo attende una nave. L'importante è che abbiaabbastanza autonomia per arrivarci.In ogni caso bisogna vedere quanto a Delgado vadadi rompere i zebedei all'UK e agli USA e quantomotivato sia nel farlo. La Svezia è solo una pedinain un gioco internazionale.
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: eleirbag
            Credo basti un elicottero Militare Equadorense
            che
            decolli
            dall'ambasciata e atterri in acque internazionali
            dove lo attende una nave. Gli elicotteri militari di altri Paesi non possono entrare nello spazio aereo britannico senza autorizzazione. Si chiama violazione della sovranità aerea.E, va da sé, non possono nemmeno uscire indisturbati nel caso vi siano arrivati senza farsi scorgere.
            In ogni caso bisogna vedere quanto a Delgado vada
            di rompere i zebedei all'UK e agli USA Veramente lo chiamano tutti Rafael Correa, anche in Ecuador.Gli Usa non c'entrano, in questa fase. Non hanno mai inviato richieste di estradizione né in Gran Bretagna, né in Svezia.
            e quanto
            motivato sia nel farlo. La Svezia è solo una
            pedina
            in un gioco internazionale.Hai detto bene, "gioco". Anche qui su PI c'è chi gioca a scrivere i romanzi alla John Le Carré. = = = = = = = = = = = =Già che sei qui, eleirbag, saresti gentile da rispondere ad una domanda precisa che ti avevo fatto in questo commento ("Se mi fai qualche esempio di servizio che ha messo limitazioni drastiche, discutiamo di quello")? http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3550114&m=3551009#p3551009Non è bello lasciare le cose a metà.
          • eleirbag scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: eleirbag


            Credo basti un elicottero Militare
            Equadorense

            che

            decolli

            dall'ambasciata e atterri in acque
            internazionali

            dove lo attende una nave.

            Gli elicotteri militari di altri Paesi non
            possono entrare nello spazio aereo britannico
            senza autorizzazione. Si chiama violazione della
            sovranità
            aerea.E chi ha parlato di "senza autorizzazione".Hai mai visto gli elicotteri USA, con a bordoi Marines, che atterrano e decollano dalleambasciate USA in giro per il mondo.


            In ogni caso bisogna vedere quanto a Delgado
            vada

            di rompere i zebedei all'UK e agli USA

            Veramente lo chiamano tutti Rafael Correa, anche
            in
            Ecuador.E cosa c'entra come lo chiamano, cambia qualcosacon quanto detto sopra ? (newbie)
            Gli Usa non c'entrano, in questa fase. Non hanno
            mai inviato richieste di estradizione né in Gran
            Bretagna, né in
            Svezia.E si gli USA non c'entrano propio nulla con Assangee Wikileaks, hai propio ragione si si. 8)



            e quanto

            motivato sia nel farlo. La Svezia è solo una

            pedina

            in un gioco internazionale.

            Hai detto bene, "gioco". Anche qui su PI c'è chi
            gioca a scrivere i romanzi alla John Le Carré.Difatti ho detto propio gioco, perchè di questosi tratta. Un gioco tra potenti.

            = = = = = = = = = = = =

            Già che sei qui, eleirbag, saresti gentile da
            rispondere ad una domanda precisa che ti avevo
            fatto in questo commento ("Se mi fai qualche
            esempio di servizio che ha messo limitazioni
            drastiche, discutiamo di quello")?Tipo NETLOAD, che non ti permette più di guadagnareper ogni download completato. Tipo eh.Ma perchè inserisci cose che non c'entrano ?Ma che hai qualche risentimento nei mie confronti(come del resto traspare evidente dal tuo post).Ma vivi traquillo dai che magari domani non ci sei +! 8)
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti


            Gli elicotteri militari di altri Paesi non

            possono entrare nello spazio aereo britannico

            senza autorizzazione. Si chiama violazione
            della

            sovranità

            aerea.

            E chi ha parlato di "senza autorizzazione".
            Hai mai visto gli elicotteri USA, con a bordo
            i Marines, che atterrano e decollano dalle
            ambasciate USA in giro per il mondo.Ho seri dubbi che con l'ultimatum ad Assange in corso le autorità britanniche autorizzino un volo militare dell'Ecuador in questo momento. Ma non solo nella zona dell'ambasciata, in tutto il territorio nazionale. Per curiosità ho guardato con Google Earth la sede dell'ambasciata ecuadoregna a Londra, in 3, Hans Crescent, e si tratta di un palazzo in mezzo ad altri palazzi, e non di una villa con giardino, o con ampio parcheggio. Nemmeno saprei dire se ha un tetto adatto all'atterraggio di un elicottero militare, le foto non sono abbastanza nitide.




            In ogni caso bisogna vedere quanto a
            Delgado

            vada


            di rompere i zebedei all'UK e agli USA



            Veramente lo chiamano tutti Rafael Correa,
            anche

            in

            Ecuador.

            E cosa c'entra come lo chiamano, cambia qualcosa
            con quanto detto sopra ? (newbie)No, era per far chiarezza. C'è un famoso ecuadoriano che di cognome fa proprio Delgado (Agustín Delgado), ma è un ex calciatore.

            Gli Usa non c'entrano, in questa fase. Non
            hanno

            mai inviato richieste di estradizione né in
            Gran

            Bretagna, né in

            Svezia.

            E si gli USA non c'entrano propio nulla con
            Assange
            e Wikileaks, hai propio ragione si si. 8)Se hai documenti per dimostrare il contrario, sono tutt'orecchi.A differenza di te, io non abbandono le discussioni.
            Difatti ho detto propio gioco, perchè di questo
            si tratta. Un gioco tra potenti.Un gioco dilettevole, e per fare cosa, poi? Vendicarsi su un australiano che è solo uno di Wikileaks, non è l'unico che ci lavora e l'organizzazione andrebbe avanti anche senza di lui. E vendicarsi oltre un anno dopo che i documenti diplomatici americani sono stati resi pubblici.

            Già che sei qui, eleirbag, saresti gentile da

            rispondere ad una domanda precisa che ti
            avevo

            fatto in questo commento ("Se mi fai qualche

            esempio di servizio che ha messo limitazioni

            drastiche, discutiamo di quello")?


            Tipo NETLOAD, che non ti permette più di
            guadagnare
            per ogni download completato. Tipo eh.Veramente intendevo limitazioni un po' più sostanziose. Ad esempio: grandezza dei file massima molto ridotta. Oppure possibilità di caricare solo a chi è regolarmente registrato, paga, e non ha mai ricevuto reclami per violazioni dei termini del servizio.Che non ci si guadagni più con il sistema che mi dici potrebbe essere solo conseguenza, banalmente, di un calo degli introiti da pubblicità. Capita. Non ci vedo nulla che richiami il "terrore", come avevi scritto nel tuo intervento.
            Ma perchè inserisci cose che non c'entrano ?Potrei chiedere lo stesso io, perché non rispondi quando ti si fa una domanda? E interrompi tutta la discussione?
          • eleirbag scrive:
            Re: I precedenti

            Ho seri dubbi che con l'ultimatum ad Assange in
            corso le autorità britanniche autorizzino un volo
            militare dell'Ecuador in questo momento. Ma non
            solo nella zona dell'ambasciata, in tutto il
            territorio nazionale.Ho dubbi anch'io.Ma cio non toglie che esistono tantissimi motivi percondere una tale autorizzazione, sopratutto per motivisi sicurezza dei membri dell'ambasciata equadorense.

            Per curiosità ho guardato con Google Earth la
            sede dell'ambasciata ecuadoregna a Londra, in 3,
            Hans Crescent, e si tratta di un palazzo in mezzo
            ad altri palazzi, e non di una villa con
            giardino, o con ampio parcheggio. Nemmeno saprei
            dire se ha un tetto adatto all'atterraggio di un
            elicottero militare, le foto non sono abbastanza
            nitide.Sulla fattibilità dell'operazione non saprei dirti.Le mie, come tutte le altre, erano solo ipotesi.
            No, era per far chiarezza. C'è un famoso
            ecuadoriano che di cognome fa proprio Delgado
            (Agustín Delgado), ma è un ex calciatore.Viva la chiarezza allora.
            Se hai documenti per dimostrare il contrario,
            sono
            tutt'orecchi.
            A differenza di te, io non abbandono le
            discussioni.Tutti i documenti USA che Wikieaks ha rilasciato.Ho difficolta a capire se ci sei o ci fai.Non sto scherzando.Ma di quali discussioni stai parlando ?


            Difatti ho detto propio gioco, perchè di
            questo

            si tratta. Un gioco tra potenti.

            Un gioco dilettevole, e per fare cosa, poi?
            Vendicarsi su un australiano che è solo uno di
            Wikileaks, non è l'unico che ci lavora e
            l'organizzazione andrebbe avanti anche senza di
            lui. E vendicarsi oltre un anno dopo che i
            documenti diplomatici americani sono stati resi
            pubblici. Ok, vedo che continui su la strade del far fintadi non capire.

            Veramente intendevo limitazioni un po' più
            sostanziose. Ad esempio: grandezza dei file
            massima molto ridotta. Oppure possibilità di
            caricare solo a chi è regolarmente registrato,
            paga, e non ha mai ricevuto reclami per
            violazioni dei termini del
            servizio.Ahhh, adesso non ti va bene nemmeno questo esempioho capito.Facciamo l'esempio di filesonic che non ti permettepiù di scaricare i file uppati dagli altri ?Stessa cosa per hotfile.Parliamo di DDLStorage che non si affida più aPaypal per i pagamenti perchè hanno pauro che giblocchino i conti.Ma tanto continui a far finta di non capire e dunquemi sembra inutile.
            Che non ci si guadagni più con il sistema che mi
            dici potrebbe essere solo conseguenza,
            banalmente, di un calo degli introiti da
            pubblicità. Capita. Non ci vedo nulla che
            richiami il "terrore", come avevi scritto nel tuo
            intervento.No no, lo fanno spontaneamente per far si chevengano abbandonati da una moltitudine di utenti,come sta accadendo ora, così per puro masochismocommerciale.Ma smettila dai su.Capisco non avere argomenti ma tu stai facendoveramente una pessima figura, dunque dimostratiintelligente come probabilmente sei.Saluti

            Ma perchè inserisci cose che non c'entrano ?

            Potrei chiedere lo stesso io, perché non rispondi
            quando ti si fa una domanda? E interrompi tutta
            la
            discussione?
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti


            Se hai documenti per dimostrare il contrario,

            sono

            tutt'orecchi.

            A differenza di te, io non abbandono le

            discussioni.

            Tutti i documenti USA che Wikieaks ha rilasciato.No, non stavamo parlando di quello. Ti ho chiesto documenti che provino che gli Usa intendono incastrare Assange in Svezia, corrompendo una o entrambe le donne; oppure che intendano rapirlo per portarlo chissà dove. La questione delle comunicazioni diplomatiche Usa è nota, ed è ormai dimenticata dai più: non ci sono stati rivelazioni sensazionali di Wikileaks negli ultimi mesi.
            Ma di quali discussioni stai parlando ?Te la sei già dimenticata?Eccola:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3550114&m=3551009#p3551009(28 giugno 20122, ore 20:18, sull'articolo su Megaupload)C'è forse una replica alle mie obiezioni? Io non la vedo.

            Un gioco dilettevole, e per fare cosa, poi?

            Vendicarsi su un australiano che è solo uno
            di

            Wikileaks, non è l'unico che ci lavora e

            l'organizzazione andrebbe avanti anche senza
            di

            lui. E vendicarsi oltre un anno dopo che i

            documenti diplomatici americani sono stati
            resi

            pubblici.

            Ok, vedo che continui su la strade del far finta
            di non capire.Allora illuminami, o saggio.O perlomeno, illumina i lettori di PI, qualcuno legge anche senza intervenire.

            Veramente intendevo limitazioni un po' più

            sostanziose. Ad esempio: grandezza dei file

            massima molto ridotta. Oppure possibilità di

            caricare solo a chi è regolarmente
            registrato,

            paga, e non ha mai ricevuto reclami per

            violazioni dei termini del

            servizio.

            Ahhh, adesso non ti va bene nemmeno questo esempio
            ho capito.Non è che non mi va bene. Chi sono io per sindacare sugli esempi buoni o cattivi? Non è assolutamente pertinente a un regime di "terrore" che tu dici che si è instaurato fra i servizi di file hosting. Per carità, se ci fossero comunicazioni da parte di Netload che il motivo per cui hanno smesso di pagare per i download era il caso Dotcom, io crederei a loro. Ma queste dichiarazioni non ci sono.
            Facciamo l'esempio di filesonic che non ti
            permette
            più di scaricare i file uppati dagli altri ?Questo è pertinente.
            Stessa cosa per hotfile.No. Lo usavo prima del caso Megaupload, e lo uso tuttora. Non è cambiato nulla di significativo dal gennaio 2012.
            Parliamo di DDLStorage che non si affida più a
            Paypal per i pagamenti perchè hanno pauro che gi
            blocchino i conti.Be', si può pagare con due tipi di carta di credito...Da parte di DDLStorage è una paura perfettamente giustificata: nel marzo 2010 Paypal congelò il conto di Cryptome, per ragioni mai chiarite. Anche se pochi giorni dopo tornarono sui loro passi, il fondatore di Cryptome rifiutò sdegnosamente di appoggiarsi a individui simili.Nel dicembre 2010, congelarono il conto di Wikileaks (o piuttosto, il principale conto), su pressioni, dicono loro, del governo americano. Il quale governo americano però non ha mai confermato, e allora cambiarono versione. La sostanza è che avevano bisogno di una scusa per intascare il tutto.E di casi del genere ce ne sono parecchi. Tutti precedenti al caso Megaupload (20 gennaio 2012).
            Ma tanto continui a far finta di non capire e
            dunque
            mi sembra inutile.No, non è inutile. Guarda qui, l'elenco di altri cyberlocker che hanno tirato i remi in barca dopo il caso Megaupload:FileServe.com FileJungle.comUploadstation.com, x7.to Uploaded.to, nel senso che hanno cambiato drasticamente alcune procedure (così ho letto, almeno).Bene, ora ti passo il link di una lista italiana, non completa, di cyberlocker che funzionano benone, e sono più dei 6 casi citati finora:http://tinyurl.com/88phl69Sono 15. Lista incompleta, come detto.Forse prima di gridare "al lupo al lupo", è meglio dare un occhiata e vedere se, magari, è solo un cane randagio.
            No no, lo fanno spontaneamente per far si che
            vengano abbandonati da una moltitudine di utenti,
            come sta accadendo ora, così per puro masochismo
            commerciale.
            Ma smettila dai su.Questo tono è inaccettabile.Da qualche parte i soldi per pagare chi completa i download devono arrivare. E meno introiti pubblicitari, meno soldi.Del resto la concorrenza non sta a guardare, come ho mostrato sopra. Qui una lista più completa:http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_file_hosting_services
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio
            Uploaded.to, Funziona benissimo.
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Leguleio

            Uploaded.to,

            Funziona benissimo.Ho riferito quanto letto su altri siti, ad esempio qui:http://torrentfreak.com/cyberlocker-ecosystem-shocked-as-big-players-take-drastic-action-120123/quel servizio non l'ho mai usato. :-)Funziona sì, ma si può usare dagli Usa (con un IP Usa, cioè)?
          • eleirbag scrive:
            Re: I precedenti
            Ti ho risposto 1000 volte ma continuia non vedere, o peggio a mistificare, larealtà delle cose.Ok allora ti accontento:-Gli USA non c'entano nulla con l'estradizionedi Assange.-MU non c'entra nulla con tutti i siti DD chehanno chiuso e/o che hanno cambiato politichedi acXXXXX/download.-Nessun Terrore nei vari gestori di hosting DDanzi dormono tutti sonni più tranquilli adessoche sanno che l'FBI li pensa intensamente ognigiorno che passa.-Io continuo a non risponderti.Sei veramente uno spasso.(rotfl)(rotfl)(rotfl)PLONK!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 giugno 2012 09.41-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: eleirbag
            Ti ho risposto 1000 volte ma continui
            a non vedere, o peggio a mistificare, la
            realtà delle cose.No, non hai risposto. Dire di avere un milione di euro in banca non equivale a da averli davvero. Forum canta, chiunque può leggere le tue parole nei commenti precedenti e farsi un'idea. Hai polemizzato, e basta.
            Ok allora ti accontento:
            -Gli USA non c'entano nulla con l'estradizione
            di Assange.
            -MU non c'entra nulla con tutti i siti DD che
            hanno chiuso e/o che hanno cambiato politiche
            di acXXXXX/download.
            -Nessun Terrore nei vari gestori di hosting DD
            anzi dormono tutti sonni più tranquilli adesso
            che sanno che l'FBI li pensa intensamente ogni
            giorno che passa.Un proverbio antico un po' sciocco, ma che funziona sempre: "Tutto si può dire, basta dimostrarlo".E tu non l'hai mai fatto.
            -Io continuo a non risponderti.Be', se le risposte devono essere su questi toni, del tipo "io sono più spiritoso di te", è meglio così, per i lettori di PI.
            Sei veramente uno spasso.Temo tu non faccia uso di specchi.
          • eleirbag scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: eleirbag

            Ti ho risposto 1000 volte ma continui

            a non vedere, o peggio a mistificare, la

            realtà delle cose.


            No, non hai risposto. Dire di avere un milione di
            euro in banca non equivale a da averli davvero.

            Forum canta, chiunque può leggere le tue parole
            nei commenti precedenti e farsi un'idea. Hai
            polemizzato, e
            basta.Ti ho risposto precisamente e puntualmente.Il problema è che le risposte non trovanoconforto nella tua mente distorta.Hai inserito un off-topic dentro un'altro post.Vedi un po te.Ti ho fatto l'esempio di tutti i più grandiHostin DD di che hanno chiuso o che hanno cambiatopolitica perchè sono stati TERORRIZZATI dal comportamentodel FBI contro MU.Forse tu vivi sulla luna ma le cose stanno così che tipiaccia o meno. Ha chiuso spontaneamente la maggior parte dei siti dihosting e quelli che sono rimasti hanno cambiato politicheper non dover chiudere. Questo per pura e semplice pauradi fare la fine di DD. Se non è Terrore questo allora nonso cosa lo sia, apparte forse leggere i tuoi post. Quelli che sono emersi poi sono tutti minoritaei conuna notevole frammentazione dei contenuti.Per tutta risposta mi hai elencato 10 siti di hosting chedeterranno si e no il 0,1% dei file a livello mondiale.Se non è ottusita e cieca miopia la tua allora è follia pura.Scegli te quale delle tre o più di una.A questo punto, però, comincio a temere che tu non lo facciama ci sia. (newbie)
            Un proverbio antio un po' sciocco, ma che
            funziona sempre: "Tutto si può dire, basta
            dimostrarlo".
            E tu non l'hai mai fatto. Certo certo l'importante e che tu ne sia convinto,quello che dice il resto del mondo non conta.




            -Io continuo a non risponderti.

            Be', se le risposte devono essere su questi toni,
            del tipo "io sono più spiritoso di te", è meglio
            così, per i lettori di
            PI.Si qui concordiamo. Basta leggere i tuoipost precedenti per farsi un'idea delle tuefunanboliche arrampicate sugli specchi.Sei veramente patetico, accusi gli altridi non rispondere quando sei il primo a cambiareargomento e addirittura topic. (rotfl)



            Sei veramente uno spasso.

            Temo tu non faccia uso di specchi.Può darsi ma temo che tu non sia unbuon candidato per consigliarne l'usoagli altri.Comunque, tranquillo, non è colpa tua.E' la natura che di diverte a creare individuia dir poco bizzarri e il bello è propio questo.
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti


            - Scritto da: eleirbag No, non hai risposto. Dire di avere un
            milione
            di

            euro in banca non equivale a da averli
            davvero.



            Forum canta, chiunque può leggere le tue
            parole

            nei commenti precedenti e farsi un'idea. Hai

            polemizzato, e

            basta.

            Ti ho risposto precisamente e puntualmente.
            Il problema è che le risposte non trovano
            conforto nella tua mente distorta.Rispondere non significa riempire di byte il posto vuoto di un commento. Quello lo hai fatto, non ho mai detto il contrario. Significa portare dati e date, ad esempio. Sulla questione "terrore dopo Megaupload" tu ne hai portati 4, di cui uno, hotfile, è sbagliato. Decisamente poco, i cyberlocker sono un centinaio.Sulla questione Assange, peggio ancora, hai fatto solo ironia.
            Hai inserito un off-topic dentro un'altro post.
            Vedi un po te.Ti ho esortato a rispondere a una gentile domanda che avevi lasciato in sospeso, e mi sembrava sottinteso rispondessi di là (caso Megaupload).Qua o là, per me fa lo stesso; per i lettori era meglio tu proseguissi nel luogo preposto.E per la precisione, non l'ho inserito <B
            dentro </B
            un altro post. L'ho inserito <B
            alla fine </B
            , visivamente staccato dal resto da segni = = = = = = :-)
            Ti ho fatto l'esempio di tutti i più grandi
            Hostin DD di che hanno chiuso o che hanno cambiato
            politica perchè sono stati TERORRIZZATI dal
            comportamento
            del FBI contro MU.I più grandi? Evidentemente non hai dati aggiornati. Rapidshare, 4shared e ovviamente Megaupload erano i più grandi il 20 gennaio 2012. Cito i dati di oggi, secondo Alexa.com:Rapidshare: 182°4shared: 98° E i dati dei tuoi esempi: Filesonic: 908° (ma a gennaio era nelle posizioni alte; non quanto 4shared e Megaupload)DDLStorage: 158207° (non c'è grafico, accessi insufficienti)Netload: 917315° (idem, non c'è grafico) Hotfile: 510° (era nelle posizioni alte a febbraio 2011, un anno prima del caso Dotcom; poi è crollato)
            Forse tu vivi sulla luna ma le cose stanno così
            che
            ti
            piaccia o meno.
            Ha chiuso spontaneamente la maggior parte dei
            siti
            di
            hosting e quelli che sono rimasti hanno cambiato
            politiche
            per non dover chiudere. Questo per pura e
            semplice
            paura
            di fare la fine di DD. Se non è Terrore questo
            allora
            non
            so cosa lo sia, apparte forse leggere i tuoi
            post.Ti ho appena dimostrato che non è così. I più grandi non hanno chiuso, sono ancora lì. Casomai, si può dire che hanno cambiato regolamento "i piccoli" (relativamente agli altri), probabilmente non se la sentivano di affrontare un proXXXXX.
            Quelli che sono emersi poi sono tutti minoritaei
            con
            una notevole frammentazione dei contenuti.I guadagni sul web si fanno con gli accessi, i clic (e con chi è disposto a pagare per servizi aggiuntivi). Non con l'unitarietà o la frammentazione dei contenuti. Se al pubblico piacciono frammentati, lasciamoli frammentati.
            Per tutta risposta mi hai elencato 10 siti di
            hosting
            che
            deterranno si e no il 0,1% dei file a livello
            mondiale.Erano 15. E credo dovresti andare più spesso sul sito Alexa.com.Scopriresti un mondo insospettato fino ad oggi: i dati comparabili.
            Se non è ottusita e cieca miopia la tua allora è
            follia
            pura.
            Scegli te quale delle tre o più di una.Credo che abbia capito anche tu che questo atteggiamento non ti porta da nessuna parte. Ho fatto il callo ai maleducati, ai pagliacci e a coloro che cambiano discorso. Non mi fanno né caldo né freddo.La gente che segue la discussione non è scema. E capisce che uno ricorre a questi stratagemmi quando è a corto di argomentazioni.

            Un proverbio antio un po' sciocco, ma che

            funziona sempre: "Tutto si può dire, basta

            dimostrarlo".

            E tu non l'hai mai fatto.

            Certo certo l'importante e che tu ne sia convinto,
            quello che dice il resto del mondo non conta.Tu non sei "il resto del mondo".E per la verità, hai detto ben poco, riguardo alle questioni di cui ti ho chiesto. Se vuoi farlo ora, io sono qui.


            Sei veramente uno spasso.



            Temo tu non faccia uso di specchi.

            Può darsi ma temo che tu non sia un
            buon candidato per consigliarne l'uso
            agli altri.Lo faccio lo stesso. Chissà mai che una volta o l'altra lo provi per curiosità.
            Comunque, tranquillo, non è colpa tua.
            E' la natura che di diverte a creare individui
            a dir poco bizzarri e il bello è propio questo.Sai, questi sberleffi da scuola materna qualificano molto di più chi li fa, da chi li riceve. E non dovrei nemmeno dirlo, visto che non sei più alla scuola materna.Comunque, contento tu, contenti tutti.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: eleirbag
            Credo basti un elicottero Militare Equadorense
            che decolli
            dall'ambasciata e atterri in acque internazionali
            dove lo attende una nave.E io che ho detto?
          • eleirbag scrive:
            Re: I precedenti
            Io ho specificato Elicottero MILITARE,che gode dunque del cosidetto "territorionazionale flottante" cosa del tutto diversada un mezzo civile anche dell'ambasciata.
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti





            da uomo libero È
            complicatissimo.




            Il territorio appena fuori




            dall'ambasciata è sotto
            sovranità





            britannica. E hanno appena
            detto,




            sostanzialmente, che lo
            vogliono




            arrestare.




            Idem per lo spazio aereo
            sopra





            l'ambasciata.



            Come ???


            Ma proprio tu mi stupisci !!!


            Basta un'auto diplomatica ! Pure se


            vieni investito da quella hai


            l'immunita' e la polizia non ti puo'


            perquisite, correggimi se sbaglio !


            No, l'auto diplomatica è inviolabile solo

            se trasporta persone che hanno l'immunità

            diplomatica. E Assange non è fra questi.

            Ma basta che l'ambasciatore muova il popo' e
            salga sull'auto insieme a lui per accompagnarlo
            in aeroporto, o sbaglio
            ?Anche se così fosse, e non credo che lo sia, nel senso che la polizia può benissimo chiedere all'ambasciatore di far scendere il passeggero, lui lo accompagnerebbe all'aeroporto, e poi? Julian Assange deve scendere dall'auto e mettere piede sul suolo britannico. Non è possibile entrare direttamente sull'aereo con l'auto. :|

            la Gran Bretagna è un'isola: una volta giunto

            alle bianche scogliere di Dover, o al tunnel

            <B
            ferroviario </B
            della
            manica,

            cosa ci fai, con l'auto diplomatica?

            :-)

            Imbocchi il tunnel no ?No. È solo ferroviario, e mi hanno detto che non è ammesso rimanere in auto durante il tragitto. I passeggere devono scendere, e stare nei vagoni del treno. Qualcuno che ci è passato magari ne sa di più.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: I precedenti
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: Leguleio


            - Scritto da: collione



            potrebbe benissimo essere scortato
            in



            Ecuador, dove vivrebbe da uomo
            libero




            È complicatissimo.


            Il territorio appena fuori
            dall'ambasciata
            è


            sotto sovranità britannica. E hanno
            appena

            detto,


            sostanzialmente, che lo vogliono
            arrestare.

            Idem


            per lo spazio aereo sopra l'ambasciata.



            Come ???

            Ma proprio tu mi stupisci !!!

            Basta un'auto diplomatica ! Pure se vieni

            investito da quella hai l'immunita' e la
            polizia

            non ti puo' perquisite, correggimi se sbaglio

            !

            No, l'auto diplomatica è inviolabile solo se
            trasporta persone che hanno l'immunità
            diplomatica. E Assange non è fra questi. Tra
            l'altro è meglio così, perché altrimenti chiunque
            rubi un'auto diplomatica potrebbe fare, che so,
            una rapina in banca senza che la polizia possa
            intervenire.
            L'immunità non si acquisisce ricevendo un
            passaporto diplomatico. Vedi
            qui:

            http://www.wisegeek.com/what-is-a-diplomatic-passp

            Da un punto di vista pratico, poi, dimentichi che
            la Gran Bretagna è un'isola: una volta giunto
            alle bianche scogliere di Dover, o al tunnel
            <B
            ferroviario </B
            della manica,
            cosa ci fai, con l'auto diplomatica?
            :-)... un aereo privato?
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti


            Da un punto di vista pratico, poi,
            dimentichi
            che

            la Gran Bretagna è un'isola: una volta giunto

            alle bianche scogliere di Dover, o al tunnel

            <B
            ferroviario </B
            della
            manica,

            cosa ci fai, con l'auto diplomatica?

            :-)

            ... un aereo privato?Tutto si può ipotizzare. Ma le autorità della Gran Bretagna non mi sembrano proprio sprovvedute, e se ne accorgerebbero in tempo per sventare il tentativo. Non a caso ho citato i precedenti nell'ambasciata Usa a Budapest e a Mosca. Credi che in tutti quegli anni non ci abbiano pensato, a far volare via l'ospite sotto il naso delle autorità? Evidentemente hanno giudicato l'operazione troppo rischiosa.
    • styx scrive:
      Re: I precedenti
      - Scritto da: Leguleio
      È capitato in passato che alcuni cittadini
      chiedessero rifugio ad un'ambasciata, ottenendolo
      (non necessariamente con lo status di rifugiati
      politici: più banalmente, non venivano
      gentilmente messi alla porta):


      Nel 1956, gli Usa concessero rifugio al cardinale
      József Mindszenty nella loro ambasciata a
      Budapest. Ci rimase per 15 anni.

      Sette pentecostali fecero altrettanto
      nell'ambasciata di Mosca nel 1978: vi rimasero
      fino al
      1983.

      Io non me lo vedo Julian Assange che rimane
      ospite perenne in un'ambasciata, situazione
      perfettamente equivalente a stare agli arresti
      domiciliari. Presto si convincerà ad uscire.
      Sempre che non lo convincano prima gli
      ecuadoregni....Mhh... ma tu non ti preoccupi di quanto prono ad "interessi altri" dev'essere diventato il sistema legale europeo, Se assange preferisce la protezione dell'Equador a quella dell'equo proXXXXX nella "nobile" Svezia ? Ovviamente la svezia smentisce che l'affaire wikileaks e gli Usa c'entrino qualcosa... lei vuole solo processarlo per quel gravissimo reato sessuale (uscito per magia dopo il Manning-leak e piu' aleatorio e ridicolo anche di certi nostri reati).. MAH....
      • Leguleio scrive:
        Re: I precedenti

        Mhh... ma tu non ti preoccupi di quanto prono ad
        "interessi altri" dev'essere diventato il sistema
        legale europeo, Se assange preferisce la
        protezione dell'Equador a quella dell'equo
        proXXXXX nella "nobile" Svezia ? L'avevo già scritto: l'Ecuador ha avuto screzi con gli Usa nell'aprile del 2011, proprio a causa di rivelazioni di Wikileaks, ha espulso l'ambasciatore americano, e lo stesso hanno fatto a Washington con quello ecuadoregno. Ora le relazioni sono ristabilite, ma l'incidente diplomatico ancora brucia. Ecco perché Assange ha intervistato alcune settimane fa il presidente Correa: sapeva di poter contare su un insolito alleato.
        Ovviamente la
        svezia smentisce che l'affaire wikileaks e gli
        Usa c'entrino qualcosa... I fatti lo smentiscono, non la Svezia.Se gli Usa avessero voluto incastrare Assange per via giudiziaria non era più facile trovare due donne compiacenti in Gran Bretagna, anziché in Svezia, dove la pena massima, e solo per i casi più gravi, è di 10 anni? Anzi, non potevano addirittura inscenare un omicidio a sfondo passionale, in modo da infliggergli l'ergastolo? E lo smentisce la cronologia: rilascio delle prime comunicazioni delle ambasciate Usa: 18 febbraio 2010. Accusa presentata contro Assange in Svezia: 20 agosto 2010, addirittura dopo che un documento decisamente scottante era già stato divulgato, quello della guerra in Afghanistan (il 25 luglio 2010).Sono diventati un po' lenti, questi "cattivoni" americani, eh?!?
        lei vuole solo
        processarlo per quel gravissimo reato sessuale
        (uscito per magia dopo il Manning-leak e piu'
        aleatorio e ridicolo anche di certi nostri
        reati)..Bello usare il "lei" riferendosi a uno Stato. :-DSono le autorità giudiziarie della Svezia a voler processare Julian Assange, non è l'intero popolo svedese, non è il re di Svezia. E cerchiamo di mantenere separati potere esecutivo e potere giudiziario.È aleatorio e ridicolo? Be', vai a dirlo alla pubblica accusa a Stoccolma Marianne Ny. Assumi un interprete italiano svedese, prendi appuntamento, e dille in faccia: "è aleatorio e ridicolo!". Che cosa serve scriverlo qui?E non è una cattiva idea dirlo in faccia anche alle due donne che hanno denunciato Julian Assange, in forma diversa: "Siete aleatorie e ridicole". Vai, e poi dicci come è andata.
        • styx scrive:
          Re: I precedenti
          - Scritto da: Leguleio

          Mhh... ma tu non ti preoccupi di quanto
          prono
          ad

          "interessi altri" dev'essere diventato il
          sistema

          legale europeo, Se assange preferisce la

          protezione dell'Equador a quella dell'equo

          proXXXXX nella "nobile" Svezia ?

          L'avevo già scritto: l'Ecuador ha avuto screzi
          con gli Usa nell'aprile del 2011, proprio a causacon gli Usa? quindi allora non si tratta di una "cosa completamente slegata" e di un proXXXXX per beghe sessuali in svezia. C'e' dell'altro allora :)

          Ovviamente la

          svezia smentisce che l'affaire wikileaks e
          gli

          Usa c'entrino qualcosa...

          I fatti lo smentiscono, non la Svezia.Non parrebbe, se l'Equador e' un buon alleato per assange per screzi con gli Usa. Pare che gli Usa c'entrino eccome.
          Se gli Usa avessero voluto incastrare Assange per
          via giudiziaria non era più facile trovare due
          donne compiacenti in Gran Bretagna, anziché in
          Svezia, dove la pena massima, e solo per i casi
          più gravi, è di 10 anni? Anzi, non potevano
          addirittura inscenare un omicidio a sfondo
          passionale, in modo da infliggergli l'ergastolo?sicuramente. Avrebbe potuto anche farlo uccidere dal mossad. Ma hanno scelto altre strade. Non e' che gli Usa poi sono UNA persona unica.
          E lo smentisce la cronologia: rilascio delle
          prime comunicazioni delle ambasciate Usa: 18
          febbraio 2010. Accusa presentata contro Assange
          in Svezia: 20 agosto 2010, addirittura dopo che
          un documento decisamente scottante era già stato
          divulgato, quello della guerra in Afghanistan (il
          25 luglio
          2010).e io che ho detto : l'accusa sessuale e' POSTERIORE alle faccende calde militari. Che gli Usa poi tenessero d'occhio assange da prima, e' il minimo. Del resto WL esisteva dal 2006 e aveva pure vinto dei premi, nel 2008 e 2009.

          lei vuole solo

          processarlo per quel gravissimo reato
          sessuale

          (uscito per magia dopo il Manning-leak e piu'

          aleatorio e ridicolo anche di certi nostri

          reati)..

          Bello usare il "lei" riferendosi a uno Stato. :-Dlei "LA" giurisprudenza svedese
          Sono le autorità giudiziarie della Svezia a voler
          processare Julian Assange, non è l'intero popolo
          svedese, non è il re di Svezia. E cerchiamo di
          mantenere separati potere esecutivo e potere
          giudiziario.sicuramente non e' l'intero popolo svedese... probabilmente una grossa fetta pensa che siano le solite ingerenze Usa... :P
          È aleatorio e ridicolo? Be', vai a dirlo
          alla pubblica accusa a Stoccolma Marianne Ny.Per ora lo dico a te... loro credo lo sappiano gia' :)Del resto converrai anche tu che c'e' un set di reati che e' aperto alle piu libere e aleatorie interpretazioni [l'esistenza della norma stessa rende le robe aleatorie]... molestie sessuali, mobbing, diffamazione... roba da punta di fioretto di azzeccagarbugli.Claro che se prendo una per i capelli e la schiaffo in un vicolo per trombarla e' sicuramente violenza sessuale (e non).... ma e' un reato sessuale se in discoteca beviamo, balliamo e nel mentre ti sfioro/tocco le terga? ecc... le tipe di assange hanno fatto sesso consenzienti... Guardando il washinton post della prima ora : "Although the sexual misconduct accusations are murky and the handling of the case has been controversial, no evidence has surfaced that Assange fell victim to some kind of intelligence-agency honey trap, according to Assange's supporters and Swedish journalists who have investigated the case. BUT IF there had been a trap, it was successful, embarrassing Assange and calling his leadership into question."... character assasination (e non solo il character, ma proprio tutta la baracca. Ma SENZA pistole e mossad)
          • Leguleio scrive:
            Re: I precedenti


            L'avevo già scritto: l'Ecuador ha avuto screzi

            con gli Usa nell'aprile del 2011, proprio a
            causa
            con gli Usa? quindi allora non si tratta di una
            "cosa completamente slegata" e di un proXXXXX per
            beghe sessuali in svezia. C'e' dell'altro allora
            :)No, non c'è dell'altro, se non nella mente di alcuni.Gli incidenti diplomatici fra Stati capitano. Non sono mica una dichiarazione di guerra.


            Ovviamente la


            svezia smentisce che l'affaire wikileaks e

            gli


            Usa c'entrino qualcosa...



            I fatti lo smentiscono, non la Svezia.
            Non parrebbe, se l'Equador e' un buon alleato per
            assange per screzi con gli Usa. Pare che gli Usa
            c'entrino
            eccome.Certo che è un buon alleato. In base al vecchio detto "i nemici dei miei nemici sono i miei amici", che ha reso alleati, nell'ultima fase della II Guerra mondiale, Gran Bretagna e Urss, che fino a pochi mesi prima non si potevano vedere. :-)Non dimenticare che l'Ecuador ha relazioni diplomatiche anche con la Svezia e con la Gran Bretagna, e rischierebbe di deteriorarle per un'unica persona. Chissenefrega dei rapporti con gli Usa, sono già cattivi, ma con la Svezia e la Gran Bretagna no. Il presidente Correa dovrà vagliare bene i pro e i contro.

            Se gli Usa avessero voluto incastrare Assange
            per

            via giudiziaria non era più facile trovare due

            donne compiacenti in Gran Bretagna, anziché in

            Svezia, dove la pena massima, e solo per i casi

            più gravi, è di 10 anni? Anzi, non potevano

            addirittura inscenare un omicidio a sfondo

            passionale, in modo da infliggergli l'ergastolo?
            sicuramente. Avrebbe potuto anche farlo uccidere
            dal mossad. Ma hanno scelto altre strade. Prove di questa tua affermazione: nessuna.Convenienza di questa operazione: nessuna. Assange potrebbe essere assolto, o cavarsela con pochi mesi, visto il sistema giudiziario svedese, di cui buona parte già scontati in GB. Una macchinazione contro Assange tanto complessa quanto leggera: sarebbe a piede libero poco dopo.Si voleva infangarne la figura? I fan di Assange sono convinti della sua innocenza oggi, e rimarranno convinti anche dopo l'eventuale sentenza di condanna. La <I
            fandom </I
            funziona così, che si tratti di stelle del pop o di stelle del web.

            E lo smentisce la cronologia: rilascio delle

            prime comunicazioni delle ambasciate Usa: 18

            febbraio 2010. Accusa presentata contro Assange

            in Svezia: 20 agosto 2010, addirittura dopo che

            un documento decisamente scottante era già stato

            divulgato, quello della guerra in Afghanistan
            (il

            25 luglio

            2010).
            e io che ho detto : l'accusa sessuale e'
            POSTERIORE alle faccende calde militari. Certo. Ma se io, superpotenza, davvero ritengo un personaggio potenzialmente pericoloso, per ciò che ha già fatto, e per quello che annuncia di fare in futuro, io cerco di bloccarlo <B
            subito </B
            : anche un giorno in libertà in più potrebbe essere fatale. E qui son passati mesi!
            Che gli
            Usa poi tenessero d'occhio assange da prima, e'
            il minimo. Lo avessero tenuto d'occhio un po' meglio, avrebbero fatto sì che la denuncia contro di lui venisse sporta quando non solo si trovava in Svezia, ma non aveva alcuna intenzione di andarsene. Ricordiamo ai lettori che Assange lasciò definitivamente la Svezia perché la sua richiesta di permesso di soggiorno era stata respinta.

            Bello usare il "lei" riferendosi a uno Stato.
            :-D
            lei "LA" giurisprudenza svedeseIn italiano è scorretto comunque. :pE nella tua frase, il soggetto era inequivocabilmente "la Svezia". La ricopio qui:"Ovviamente la svezia smentisce che l'affaire wikileaks e gli Usa c'entrino qualcosa... lei vuole solo...".

            È aleatorio e ridicolo? Be', vai a dirlo

            alla pubblica accusa a Stoccolma Marianne Ny.
            Per ora lo dico a te... loro credo lo sappiano
            gia'No, no, troppo facile. :|Bisogna assumersi il coraggio delle responsabilità, e dire le cose in faccia. Tra l'altro non sta bene parlare dietro alle persone. Uno che il coraggio lo ha avuto è stato Piero Ricca, 5 maggio 2003, Palazzo di giustizia, Milano. Oppure Gabriele Paolini, in innumerevoli occasioni.
            Del resto converrai anche tu che c'e' un set di
            reati che e' aperto alle piu libere e aleatorie
            interpretazioni [l'esistenza della norma stessa
            rende le robe aleatorie]... molestie sessuali,
            mobbing, diffamazione... roba da punta di
            fioretto di
            azzeccagarbugli.C'erano già prima che Assange raggiungesse la maturità sessuale. E Assange, che è un giornalista, e si presume informato, quindi non è un ragazzino in preda a tempeste ormonali, non poteva ignorare come stessero le cose in Svezia sulle questioni sessuali.
            ma e'
            un reato sessuale se in discoteca beviamo,
            balliamo e nel mentre ti sfioro/tocco le terga?Sì. Lo è, se la parte interessata non gradisce il gesto; anche in Italia, non solo in Svezia.
            ecc... le tipe di assange hanno fatto sesso
            consenzienti...In un primo momento, sì. Le due donne lo hanno anche ammesso, se ho ben capito gli atti emersi ufficiosamente.In un secondo momento, alcuni giorni dopo, Assange ha preteso di fare sesso non protetto, e si è infischiato del loro rifiuto. E qui è scattato il fatto illecito. Sempre se ho capito gli atti trapelati, perché di ufficiale non sono riuscito a leggere nulla.
            Guardando il washinton post della prima ora :Scusa, tu ragioni con la tua testa, o con quella del giornalista del <I
            Washington post </I
            ?E si scrive Washington, non "washinton".Assange ha affermato fin dal primo istante in cui le accuse sono comparse sui giornali svedesi che era una macchinazione del governo Usa. È un suo diritto. Sai quante persone accusate di stupro sostengono che è una ritorsione per vendicarsi di un tradimento, oppure per gravi crisi della coppia? Quasi tutte.Il proXXXXX inizia lo stesso: talvolta vengono assolti, talvolta no.
  • Surak 2.0 scrive:
    Altrimenti?
    Non oso immaginare cosa sia capace di fare un'arrogante democrazia (o meglio, non serve imaginare visti Iraq, Serbia, Afghanistan, Libia...).In fondo il diritto internazionale vale solo per i paesi deboli e solo come obblighi
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Altrimenti?
      - Scritto da: Surak 2.0
      Non oso immaginare cosa sia capace di fare
      un'arrogante democrazia (o meglio, non serve
      imaginare visti Iraq, Serbia, Afghanistan,
      Libia...).
      In fondo il diritto internazionale vale solo per
      i paesi deboli e solo come
      obblighiAggiungo una news che riguarda gli USA:«The reason it is taking Ecuador so long to decide is because apart from letters and petitions from activists it is receiving a list of ultimatums and threats from the United States, Sibel Edmonds, the founder of the National Security Whistleblowers Coalition, told RT. The State Department is giving Ecuador plenty to think about by showing what kind of consequences they will be facing, whether its economical, whether its political.»Quello che tutti sanno. In pratica gli USA stanno minacciando l'Ecuador, come da copione e come da tradizione. Un po' come i cable che wikileaks ha diffuso, si sapevano ma erano incredibili per pensare che fosse davvero questo il comportamento degli USA.
      • Leguleio scrive:
        Re: Altrimenti?
        - Scritto da: Sandro kensan
        Aggiungo una news che riguarda gli USA:

        «The reason it is taking Ecuador so long to
        decide is because apart from letters and
        petitions from activists it is receiving a list
        of ultimatums and threats from the United States,
        Sibel Edmonds, the founder of the National
        Security Whistleblowers Coalition, told RT. The
        State Department is giving Ecuador plenty to
        think about by showing what kind of consequences
        they will be facing, whether its economical,
        whether its
        political.»Per completezza, diciamo anche da dove è tratta questa citazione: da Rt.com, il sito web della televisione russa Russia Today, gestita dall'agenzia stampa statale Ria Novosti. È sostanzialmente la Rai russa in versione internazionale (trasmette in quattro lingue). È abbastanza ovvio che di critiche al Cremlino non ne abbia mai mosse. E sempre per completezza, ricordiamo chi è Sibel Edmonds: una ex impiegata dell'FBI, incaricata essenzialmente di tradurre dal turco conversazioni intercettate, assunta nel settembre 2001 e licenziata nel marzo 2002. Da quel giorno si direbbe che passi il tempo ad attaccare sul suo weblog l'FBI, criticata per la sua debolezza e connivenza con il terrorismo di varie correnti. Fonda nel 2004 la National security whistleblowers coalition, la coalizione dei delatori sulla sicurezza nazionale, ed è in questa veste che ha rilasciato un'intervista a RT. Si tratta quindi di un'associazione privata, che non ha alcuno <I
        status </I
        ufficiale o semiufficiale negli Usa. Credere a quanto dice significa sostanzialmente credere al suo personaggio.
Chiudi i commenti