Il dado ultratecnologico

Una startup polacca reinventa il dado in senso moderno

Vi piace giocare a Monopoli, al gioco dell’oca e ai tanti altri giochi da tavolo che richiedono l’uso del dado? E che ne pensate degli appassionanti giochi di ruolo che riempiono le giornate di una schiera incredibile di giocatori? Il bello di questi incontri ludici è proprio la possibilità di stare insieme e di divertirsi con tanti altri player, che condividono la passione per questo o quel determinato gioco. Se fino ad ora sembrava che in questo tipo di giochi la tecnologia non potesse apportare le sue solite contaminazioni evolutive, le cose potrebbero presto cambiare grazie al primo dado tecnologico DICE+ .

Dado

Questo dado è in realtà l’evoluzione tecnologica dei dadi fino ad ora utilizzati in tutti i giochi da tavolo. Prodotto dalla startup polacca GIC , DICE+ ha un feel simile a quello del dado tradizionale, se non fosse che è leggermente più grande. La sua rotazione però viene controllata da un algoritmo che tiene conto dell’angolo e del tempo minimo di rotazione e delle caratteristiche della superficie per controllare la giocata.

Una volta terminato il giro di dado, il risultato appare su una delle sei facce con una retroilluminazione a LED. Lo stesso numero compare poi sul tablet o sullo smartphone che funge da tavolo da gioco elettronico. In questo modo il gioco tradizionale incontra gli schermi touchscreen dei dispositivi mobile. In qualunque luogo, quindi, sarà possibile giocare al proprio gioco preferito, semplicemente avviandone l’app dal proprio dispositivo e tirando fuori dalla tasca il dado elettronico prodotto da GIC. Non bisognerà quindi più portarsi dietro le scatole dei giochi di società e ad ogni gioco elettronico si potranno collegare fino a 5 dadi DICE+ contemporaneamente.

Il collegamento fra il dispositivo su cui si esegue il gioco da tavolo e il dado avviene in modalità wireless grazie al protocollo Bluetooth 2.1 EDR. La comunicazione, inoltre, è certificata e sicura, per cui i dati possono essere scambiati solo con i software-gioco autorizzati.

Il sistema “anti-bari” integrato permette di effettuare un controllo sul percorso di rotazione del dado, in modo che non possa essere modificato e il risultato, quindi, non possa essere truccato.

Attraverso un software esterno, poi, è possibile accedere alle impostazioni del dado e alle sue modalità di funzionamento.

Ogni DICE+ ha una batteria integrata ricaricabile, che garantisce una durata di funzionamento pari a 20 ore di gioco continuo. Una volta scaricata, la batteria può essere ricaricata attraverso una qualsiasi sorgente dotata di uscita micro-USB. La batteria, purtroppo, non può essere rimossa e cambiata, quindi al termine del suo ciclo di vita, il dado deve essere riacquistato.

Infine, il particolare materiale con cui il dado è costruito permette di lanciarlo anche sugli schermi di tablet e smartphone, senza rischi per la loro integrità e senza preoccuparsi del fatto che i display possano rigarsi.

L’evoluzione tecnologica dei giochi da tavolo avrà però un costo non da poco. Infatti si stima che ogni dado, quando il prodotto sarà disponibile più avanti nel corso di questo anno, costerà dai 30 ai 40 dollari.

(via Gizmodo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti