Il dialer che spolpa l'utente

L'agghiacciante racconto di un lettore che si trova a dover pagare 295 euro, più Iva, per lo sporco trucco di uno dialer sporco. Telecom che fa?
L'agghiacciante racconto di un lettore che si trova a dover pagare 295 euro, più Iva, per lo sporco trucco di uno dialer sporco. Telecom che fa?


Roma – Buongiorno. In merito alle discussioni dei mesi scorsi ma ancora molto attuali voglio raccontarvi la mia esperienza personale con il famoso dialer LOVE CARD.
Il 4 di Luglio di quest’anno mia moglie riceve il suddetto spam per posta elettronica, una serie di cause fanno sì che non presti la solita attenzione al fatto che la lettera rimandava a un sito contenente un dialer (nello specifico, aveva appena passato 5 giorni con febbre a 39, inoltre era il suo compleanno, unito al fatto che io ho l’abitudine saltuaria di spedirle quando sono via per lavoro delle cartoline elettroniche tramite servizi gratuiti). Senza pensarci prova a collegarsi, il servizio non riesce mai a funzionare e dopo una decina di minuti smette.

Nessun collegamento avvenuto, nessun problema penso io quando me lo racconta. Purtroppo no. Me ne accorgo perchè il giorno dopo arriva un telegramma di Telecom Italia che mi avvisa di contattare urgentemente il servizio clienti dandomi anche il nome e il numero della persona di cui chiedere, cosa molto strana penso, dato che ho l’accredito in banca e nessuna pendenza con T.I..
Preoccupato contatto la persona, la quale mi informa che T.I. ha registrato un picco sulla mia bolletta e quindi ha sospeso il servizio di chiamate per servizi speciali (!?), di fronte alla mia perplessità la signorina timidamente azzarda a chiedermi se avevo per caso scaricato qualcosa da siti “strani”.
Lì collego l’accaduto e le racconto il fatto (anche per l’imbarazzo di sembrare un assiduo frequentatore di sito porno a pagamento dato che mi par di capire questo si alluda), lei mi dice che la fattura la devo pagare e verrà anticipata e speditami con raccomandata per poter denunciare alla polizia postale il fatto, pur dovendo io pagare il totale di 295 euro + IVA! Alla mi richiesta di chiarimenti su come diavolo sia possibile aver raggiunto quella cifra senza mai collegarsi, mi viene spiegato il meccanismo della truffa.

Il dialer chiama una linea che addebita 5 Euro alla risposta, appena risponde butta giù la linea e riprova, quindi in 14 minuti ha effettuato la bellezza di 59 tentativi di connessione mai andati a buon fine addebitando pero’ 5 euro a ogni tentativo! Ovviamente io il dialer l’avevo disintallato, per mia fortuna pero’ avevo tenuto e-mail con collegamenti e salvato la pagina web in locale. Ho quindi provveduto a denunciare tutto alla polizia allegando fattura Telecom, dettaglio telefonate, testimonianza di mia moglie e dischetto con e-mail e pagina web.

Trovo particolarmente disgustoso che mia moglie nel giorno del suo compleanno, dopo 5 giorni passati a letto venga truffata coome regalo di compleanno da gente simile, mi chiedo anche se è giusto che io paghi il servizio non richiesto a T.I., non sarebbero loro a dover non pagare il loro cliente truffatore e a denunciarlo alle autorità?

Avro’ mai la possibilità di riavere i miei soldi ?

Saluti

Matteo Nemeth

Caro Matteo, difficile dire come andrà a finire. Di certo a fronte di episodi del genere in molti si chiedono quali rapporti Telecom Italia intenda intrattenere con chi sfrutta i suoi servizi per questi scopi. Un saluto, tieni informato PI, la redazione

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 09 2002
Link copiato negli appunti