Il disco flash si fa ultrasottile

Un produttore americano ha presentato un disco a stato solido da 64 GB che definisce il più sottile al mondo. Studiato soprattutto per il settore militare

Santa Ana (USA) – Tra i vantaggi offerti dai drive a stato solido (SSD) rispetto agli hard disk magnetici c’è, come noto, il minor peso e spessore. E soprattutto su quest’ultima caratteristica i produttori si sono già dati battaglia. Un esempio è l’ultimo SSD da 2,5 pollici di SimpleTech, che in meno di 10 millimetri di spessore offre una capacità di 64 GB.

SimpleTech sostiene che i prodotti rivali hanno uno spessore quasi doppio se comparati alla propria soluzione di storage, rendendoli poco adatti all’uso nei dispositivi ultraportatili, come i subnotebook e gli Ultra Mobile PC.

Con la sua linea di dischi a stato solido Zeus , di cui fa parte anche il succitato modello da 64 GB, l’azienda americana si rivolge soprattutto al settore delle applicazioni militari, dove i drive flash possono fornire un’imbattuta resistenza a umidità, urti, temperature estreme e vibrazioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    cosaa???
    "Sebbene oggi Linux supporti la maggior parte dei componenti per PC,"nn diciamo eresie... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: cosaa???
      - Scritto da:
      "Sebbene oggi Linux supporti la maggior parte dei
      componenti per
      PC,"

      nn diciamo eresie...

      :DBhe, se non sai di cosa parli...
      • Anonimo scrive:
        Re: cosaa???
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        "Sebbene oggi Linux supporti la maggior parte
        dei

        componenti per

        PC,"



        nn diciamo eresie...



        :D

        Bhe, se non sai di cosa parli...so solo che quando ho provato ad installare ubunto sul mio portatile acer è venuta giù na schermata nera pure con la modalità installazione tesuale...suvvia...
        • Anonimo scrive:
          Re: cosaa???
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          "Sebbene oggi Linux supporti la maggior parte

          dei


          componenti per


          PC,"





          nn diciamo eresie...





          :D



          Bhe, se non sai di cosa parli...

          so solo che quando ho provato ad installare
          ubunto sul mio portatile acer è venuta giù na
          schermata nera pure con la modalità installazione
          tesuale...

          suvvia...Che modello e' ?
          • Anonimo scrive:
            Re: cosaa???
            Acer Aspire 1694 wlmi- Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            "Sebbene oggi Linux supporti la maggior
            parte


            dei



            componenti per



            PC,"







            nn diciamo eresie...







            :D





            Bhe, se non sai di cosa parli...



            so solo che quando ho provato ad installare

            ubunto sul mio portatile acer è venuta giù na

            schermata nera pure con la modalità
            installazione

            tesuale...



            suvvia...

            Che modello e' ?
          • Anonimo scrive:
            Re: cosaa???
            - Scritto da:

            Acer Aspire 1694 wlmiStrano, sembra supportato, ma a parte l'installazione testuale da altri problemi ?Provato con la live ?E poi qual e' il problema di un'installazione testuale ???




            "Sebbene oggi Linux supporti la maggior

            parte



            dei




            componenti per




            PC,"









            nn diciamo eresie...









            :D







            Bhe, se non sai di cosa parli...





            so solo che quando ho provato ad installare


            ubunto sul mio portatile acer è venuta giù na


            schermata nera pure con la modalità

            installazione


            tesuale...





            suvvia...



            Che modello e' ?
          • Anonimo scrive:
            Re: cosaa???
            Io invece, documentandomi, ho letto che ha parecchie incompatibilità con una tecnologia di cui è dotata la mia scheda video (ati x700 pcie)a tal punto che manco il setup parte... con la live non ho provato... Ma comunque avrei anche trovato la soluzione, ma si tratta di stare una giornta intera vicino a linux solo per installarlo.... e non mi ci sono proprio applicato anche perchè sono pieno di esami e linux è il mio ultimo problema ora... Inoltre nessuna soluzione trovata sfrutterebbe a pieno le prestazioni del mio portatile;ho letto che ne sarebbe limitata la banda video, le DDR2 non sarebbero pienamente supportate, la tecnologia centrino sarebbe del tutto ignorata vedendo il processore come un normale processore e non come un cpu-mobile).. mi sembra che ci sarebbero problemi anche con il wifi... Solo per installare separatamente questo hardware (e manco vederlo completamente sfruttato) dovrei starci 2 giorni....insomma il gioco non ne vale la candela..Magari provo a metterci la beta di vista e vedo come va.. se va bene mi compro l'aggiornamento Saluti- Scritto da:

            - Scritto da:



            Acer Aspire 1694 wlmi

            Strano, sembra supportato, ma a parte
            l'installazione testuale da altri problemi
            ?
            Provato con la live ?

            E poi qual e' il problema di un'installazione
            testuale
            ???






            "Sebbene oggi Linux supporti la maggior


            parte




            dei





            componenti per





            PC,"











            nn diciamo eresie...











            :D









            Bhe, se non sai di cosa parli...







            so solo che quando ho provato ad installare



            ubunto sul mio portatile acer è venuta giù
            na



            schermata nera pure con la modalità


            installazione



            tesuale...







            suvvia...





            Che modello e' ?
          • Anonimo scrive:
            Re: cosaa???
            - Scritto da:

            Acer Aspire 1694 wlmiHo lo stesso modello. Al boot scrivilinux acpi=off noapice si installa perfettamentesi, il supporto acpi di acer è fuori specifiche, ma Linux riesce a funzionare lo stesso
          • Anonimo scrive:
            Re: cosaa???
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Acer Aspire 1694 wlmi

            Ho lo stesso modello. Al boot scrivi
            linux acpi=off noapic
            e si installa perfettamente

            si, il supporto acpi di acer è fuori specifiche,
            ma Linux riesce a funzionare lo
            stessocerto ma come ho già scritto funziona a "tirare a campare", perchè a partire parte ma sfrutta in minima parte le potenzialità dell'hw di questo laptop
          • Anonimo scrive:
            Re: cosaa???
            - Scritto da:
            certo ma come ho già scritto funziona a "tirare a
            campare", perchè a partire parte ma sfrutta in
            minima parte le potenzialità dell'hw di questo
            laptopnon sfrutta l'acpi, è fondamentale ?
  • markoer scrive:
    Re: E ora stiamo a vedere..
    - Scritto da: [...]
    a parte che linux è un sistema operativo obsoleto
    a basato su un'architettura kernel trapassata,Bah, che idiozia. Chi te l'ha raccontata questa?E quale sarebbe l'architettura innovativa? Minix 3.0? :-)
    altro che futuro, io penso che ai produttori di
    HD poco importa delle vostre religioni
    stallmaniane, si occuperanno semmai del vostro
    linuxino solo quanto questo supererà lo zoccolo
    duro dell'1% di diffusione desktop, il che oggi è
    ancora più improbabile di ieriA parte che ti sei perso qualche news (della serie che Peugeot migrerà tutti i suoi laptop a Linux: http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1872149 e come queste ce ne sono diverse altre...). Ma chi se ne frega della diffusione sul desktop? Mac e Windows sono già molto validi, ormai non si pianta nemmeno Windows e fanno anche il caffè. Casomai il problema è sulla sicurezza, visto che Vista pare essere lo stesso colabrodo alla Microsoft (l'ultima uscita è che può essere bucato senza nemmeno toccare una tastiera... basta il riconoscitore vocale :-D ROTFL!).La vera battaglia è a livello enterprise, chi se ne frega della tua ATI e NVidia...Ciao
  • Anonimo scrive:
    I segreti del mouse...
    Mi domando se poi siano così tanti i devices su cui i costruttori richiederebbero clausole di Non-Disclosure. Per quanto riguarda tanti "giocattolini" che ci mettiamo in casa non penso ci sia tutto questo interesse del costruttore a non divulgare i segreti di un mouse o di un telecomando...Piuttosto penso che se un produttore di periferiche potesse aumentare anche di poco il parco clienti e per di più a costo quasi nullo non si farebbe sfuggire l'occasione.
  • Anonimo scrive:
    Linux è morto
    Linux è morto già da un pezzo, ma alcuni non vogliono ammetterlo.Ci sarebbe solo un modo per far risuscitare linux ed è quello di riscrivere il kernel da zero e buttare quell'accozzaglia di spazzatura 2.6 e funzioni scordate pure da dio che rendono il tutto un pasticcio monolitico degno appena degli anni 70.Che poi anche su linux ci sia un desktop dagli effetti grafici tridimensionali (però il vero 3d ce l'ha solo Vista, mandriva ha solo una simulazione tramite motore 2d) cambia poco, il kernel è quello che conta e linux è troppo obsoleto per resistere all'avanzata dei sistemi operativi moderni: reactos, bsd, osx, vista, ecc..
    • markoer scrive:
      Re: Linux è morto
      - Scritto da:
      Linux è mortoW Linux!
      Ci sarebbe solo un modo per far risuscitare linux
      ed è quello di riscrivere il kernel da zero e
      buttare quell'accozzaglia di spazzatura 2.6 e
      funzioni scordate pure da dio che rendono il
      tutto un pasticcio monolitico degno appena degli
      anni 70.La differenza con Vista è solo che tu non vedi il codice. Per il resto, è uguale.Che barba, questi seguaci onanisti del Tannebaum... bello il Minix 3.0, invece - estremamente utile e diffuso!Ma andate a lavorare! ;-)La realtà è che la realtà ;-) se ne frega delle cose belle sulla carta e inutili in pratica... l'unica cosa importante è che io possa infilare un CD e installare un bel sistema operativo con tutte le applicazioni che mi servono. O meglio ancora, che non debba installare nulla e che sia già pronto all'uso.Monolitico o meno... non è certo quello che fa la differenza. E' solo un luogo comune.
      Che poi anche su linux ci sia un desktop dagli
      effetti grafici tridimensionali (però il vero 3d
      ce l'ha solo Vista,Ti sei perso qualche dettaglio: il Mac fa le stesse cose da 3 anni, con un hardware che è un quarto di quello richiesto da Vista... e soprattutto non ha copiato...
      mandriva ha solo una
      simulazione tramite motore 2d) cambia poco, il
      kernel è quello che conta e linux è troppo
      obsoleto per resistere all'avanzata dei sistemi
      operativi moderni: reactos, bsd, osx, vista,
      ecc..Ti consiglio di masturbarti meno, te l'hanno detto che abbassa la vista?Dovresti iniziare cercando una di quelle cose che si chiama: "ragazza". Hai presente? no, non esce nel search di Vista, quello al massimo ti dà un cagnolino scodinzolante... a meno che tu non abbia bisogno di lavorare seriamente sul tuo subconscio e sui problemi irrisolti con i tuoi genitori, non ti appagherà sessualmente... ;-)Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è morto
        - Scritto da: markoer
        - Scritto da:

        Linux è morto

        W Linux!



        Ci sarebbe solo un modo per far risuscitare
        linux

        ed è quello di riscrivere il kernel da zero e

        buttare quell'accozzaglia di spazzatura 2.6 e

        funzioni scordate pure da dio che rendono il

        tutto un pasticcio monolitico degno appena degli

        anni 70.

        La differenza con Vista è solo che tu non vedi il
        codice. Per il resto, è
        uguale.

        Che barba, questi seguaci onanisti del
        Tannebaum... bello il Minix 3.0, invece -
        estremamente utile e
        diffuso!

        Ma andate a lavorare! ;-)

        La realtà è che la realtà ;-) se ne frega delle
        cose belle sulla carta e inutili in pratica...
        l'unica cosa importante è che io possa infilare
        un CD e installare un bel sistema operativo con
        tutte le applicazioni che mi servono. O meglio
        ancora, che non debba installare nulla e che sia
        già pronto
        all'uso.

        Monolitico o meno... non è certo quello che fa la
        differenza. E' solo un luogo
        comune.



        Che poi anche su linux ci sia un desktop dagli

        effetti grafici tridimensionali (però il vero 3d

        ce l'ha solo Vista,

        Ti sei perso qualche dettaglio: il Mac fa le
        stesse cose da 3 anni, con un hardware che è un
        quarto di quello richiesto da Vista... e
        soprattutto non ha
        copiato...la prima beta di Vista Aero usci prima del mac a cui ti riferisci, e ormai è risaputo chi ha a copiato e da chi



        mandriva ha solo una

        simulazione tramite motore 2d) cambia poco, il

        kernel è quello che conta e linux è troppo

        obsoleto per resistere all'avanzata dei sistemi

        operativi moderni: reactos, bsd, osx, vista,

        ecc..

        Ti consiglio di masturbarti meno, te l'hanno
        detto che abbassa la
        vista?caxzo centra sta cosa, io mi masturbo quanto mi pare e piace sia solo che con tua sorella ;)

        Dovresti iniziare cercando una di quelle cose che
        si chiama: "ragazza". Hai presente? no, non esce"ragazza"? bah, eppure mi aveva detto di chiamarsi diversamente :)
        nel search di Vista, quello al massimo ti dà un
        cagnolino scodinzolante... a meno che tu non
        abbia bisogno di lavorare seriamente sul tuo
        subconscio e sui problemi irrisolti con i tuoi
        genitori, non ti appagherà sessualmente...
        ;-)
        e tu leggi meno freud e impara a usare qualche altro OS, prima che la scomparsa prematura di linux ti accompagni sotto un ponte (rotfl)

        Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è morto
          - Scritto da:
          la prima beta di Vista Aero usci prima del mac a
          cui ti riferisci, e ormai è risaputo chi ha a
          copiato e da
          chi
          Mac OS X è uscito nel 2001, insieme a Win XP.Gli effetti che vista vuol far passare per "rivoluzionarmente WOW" sono triti e ritriti.E anche Linux ha effetti 3d (XGL e AIGLX), che non hanno nulla a vedere con il motore 2d di Mandriva.Le innovazioni di Vista sono altre, ma l'utonto non riesce a vedere oltre le "fantastiche trasparenze del nuovo WOW-OS"!
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux è morto
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            la prima beta di Vista Aero usci prima del mac a

            cui ti riferisci, e ormai è risaputo chi ha a

            copiato e da

            chi



            Mac OS X è uscito nel 2001, insieme a Win XP.
            Gli effetti che vista vuol far passare per
            "rivoluzionarmente WOW" sono triti e
            ritriti.

            E anche Linux ha effetti 3d (XGL e AIGLX), che
            non hanno nulla a vedere con il motore 2d di
            Mandriva.

            Le innovazioni di Vista sono altre, ma l'utonto
            non riesce a vedere oltre le "fantastiche
            trasparenze del nuovo
            WOW-OS"!Ma gli rispondete pure a questo becero? :'(:'(
        • markoer scrive:
          Re: Linux è morto
          - Scritto da: [...]
          la prima beta di Vista Aero usci prima del mac a
          cui ti riferisci, e ormai è risaputo chi ha a
          copiato e da chiMac Os X 10.3 è nato quando Vista era ancora nelle palle di' su' babbo, come si dice in Toscana... e infatti lo sanno tutti chi copia da chi... ormai è patrimonio culturale dell'umanità.Inutile riportare gli innumerevoli esempi... un'immagine meglio di tante parole: http://www.youtube.com/watch?v=MDNuq94Zg_8
          caxzo centra sta cosa, io mi masturbo quanto mi
          pare e piace sia solo che con tua sorella
          ;)Se ti masturbi con mia sorella sei semplicemente scemo, ma d'altronde mi confermi i tuoi problemi ;-)
          "ragazza"? bah, eppure mi aveva detto di
          chiamarsi diversamente
          :)Era "trans-sex"? beh per favore, non lavare i tuoi panni sporchi in pubblico, almeno ;-)
          e tu leggi meno freud e impara a usare qualche
          altro OS, prima che la scomparsa prematura di
          linux ti accompagni sotto un ponte
          (rotfl)Io almeno so leggere, amico, mi dispiace che tu non abbia questa abilità, potrebbe esserti utile per imparare qualcosa.E come ho detto in altri post, io uso Mac, Windows e Solaris. Linux non mi interessa attualmente :-)ROTFL?Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è morto
      - Scritto da:
      Linux è morto già da un pezzo, ma alcuni non
      vogliono
      ammetterlo.

      Ci sarebbe solo un modo per far risuscitare linux
      ed è quello di riscrivere il kernel da zero e
      buttare quell'accozzaglia di spazzatura 2.6 e
      funzioni scordate pure da dio che rendono il
      tutto un pasticcio monolitico degno appena degli
      anni
      70.

      Che poi anche su linux ci sia un desktop dagli
      effetti grafici tridimensionali (però il vero 3d
      ce l'ha solo Vista, mandriva ha solo una
      simulazione tramite motore 2d) cambia poco, il
      kernel è quello che conta e linux è troppo
      obsoleto per resistere all'avanzata dei sistemi
      operativi moderni: reactos, bsd, osx, vista,
      ecc..stai rosicando e non sai neanche il perche
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è morto
      - Scritto da:
      Linux è morto già da un pezzo, ma alcuni non
      vogliono
      ammetterlo.

      Ci sarebbe solo un modo per far risuscitare linux
      ed è quello di riscrivere il kernel da zero e
      buttare quell'accozzaglia di spazzatura 2.6 e
      funzioni scordate pure da dio che rendono il
      tutto un pasticcio monolitico degno appena degli
      anni
      70.

      Che poi anche su linux ci sia un desktop dagli
      effetti grafici tridimensionali (però il vero 3d
      ce l'ha solo Vista, mandriva ha solo una
      simulazione tramite motore 2d) cambia poco, il
      kernel è quello che conta e linux è troppo
      obsoleto per resistere all'avanzata dei sistemi
      operativi moderni: reactos, bsd, osx, vista,
      ecc..bravo, vedo che hai studiato un po i microkernel.Pero non sei ancora capace di spiegarlo agli altri.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Linux è morto

      vista,
      ecc..Vista moderno? Se non erro c'è ancora (dopo 12 anni) quell'immonda cosa chiamata "registro di windows", più, tutt'oggi, la necessità di installare strani software chiamati "antivirus". Già solo questo getta seri dubbi sulla sua modernità.E poi Linus stesso afferma: "Linux is evolution, not intelligent design".TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è morto
        - Scritto da: TADsince1995

        vista,

        ecc..

        Vista moderno? Se non erro c'è ancora (dopo 12
        anni) quell'immonda cosa chiamata "registro di
        windows", più, tutt'oggi, la necessità di
        installare strani software chiamati "antivirus".
        Già solo questo getta seri dubbi sulla sua
        modernità.Che cazzo c'entrano gli antivirus anche per linux esisterebbero i virus se fosse il primo os sulla terra... GLi antivirus ora ci sono anche x il symbian perchè è il primo os diffuso per i cellulari (ed è unix based...)

        E poi Linus stesso afferma: "Linux is evolution,
        not intelligent
        design".

        TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è morto

          Che cazzo c'entrano gli antivirus anche per linux
          esisterebbero i virus se fosse il primo os sulla
          terra...
          Windows è forse il primo OS sulla terra? Ovviamente no, ma i virus ce li ha lo stesso!
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Linux è morto

          Che cazzo c'entrano gli antivirus anche per linux
          esisterebbero i virus se fosse il primo os sulla
          terra...Come cosa c'entra l'antivirus!?!? Ecco, evidentemente non è chiara una cosa. L'Antivirus è un programma che non dovrebbe neanche esistere, il solo fatto che sia necessario installarlo è un assurdità, un controsenso in termini. Invece di rendere un sistema più sicuro, gli si appiccicano dei software di terzi (spesso a pagamento) per tappare le falle. Faccio sempre l'analogia con le automobili: è come se la fiat producesse automobili che, di fabbrica, resistono in strada per poche centinaia di km, poi cominciano a perdere pezzi e a decomporsi e loro stessi ti obbligano a comprare un kit della Solidity Enterprise Inc. per attaccare i pezzi fra di loro e farla andare più lontano, solo che questo kit pesa 500 kg e i 130CV della tua auto diventano i 50 di un'utilitaria...Se lo facesse la fiat scoppierebbe uno scandalo, lo fa la Microsoft e, come tu mi dimostri, tutti lo considerano "normale"...TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è morto
      - Scritto da:
      Linux è morto già da un pezzo, ma alcuni non
      vogliono
      ammetterlo.

      Ci sarebbe solo un modo per far risuscitare linux
      ed è quello di riscrivere il kernel da zero e
      buttare quell'accozzaglia di spazzatura 2.6 e
      funzioni scordate pure da dio che rendono il
      tutto un pasticcio monolitico degno appena degli
      anni
      70.

      Che poi anche su linux ci sia un desktop dagli
      effetti grafici tridimensionali (però il vero 3d
      ce l'ha solo Vista, mandriva ha solo una
      simulazione tramite motore 2d) cambia poco, il
      kernel è quello che conta e linux è troppo
      obsoleto per resistere all'avanzata dei sistemi
      operativi moderni: reactos, bsd, osx, vista,
      ecc..Ci manca alla fine la faccina con le lacrime. Sembra il post di un bimbo al quale hanno regalato una macchina radiocomandata di dieci anni fa e rosica a vedere l'amichetto che gioca con la nuova Ferrari F1 radiocomandata.Su su, non la prendere così....
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è morto
      - Scritto da:
      Linux è morto già da un pezzo, ma alcuni non
      vogliono
      ammetterlo.

      Ci sarebbe solo un modo per far risuscitare linux
      ed è quello di riscrivere il kernel da zero e
      buttare quell'accozzaglia di spazzatura 2.6 e
      funzioni scordate pure da dio che rendono il
      tutto un pasticcio monolitico degno appena degli
      anni
      70.

      Che poi anche su linux ci sia un desktop dagli
      effetti grafici tridimensionali (però il vero 3d
      ce l'ha solo Vista, mandriva ha solo una
      simulazione tramite motore 2d) cambia poco, il
      kernel è quello che conta e linux è troppo
      obsoleto per resistere all'avanzata dei sistemi
      operativi moderni: reactos, bsd, osx, vista,
      ecc..OMG LOL bella trollata, ma sai almeno di cosa parli? sai cos'e' un computer? sai accenderlo un computer? sai che il monitor non e' il computer? poverino mi fai tanta pena... :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è morto

        Linux è morto già da un pezzo, ma alcuni non
        vogliono
        ammetterlo.

        Ci sarebbe solo un modo per far risuscitare linux
        ed è quello di riscrivere il kernel da zero e
        buttare quell'accozzaglia di spazzatura 2.6 e
        funzioni scordate pure da dio che rendono il
        tutto un pasticcio monolitico degno appena degli
        anni
        70.

        Che poi anche su linux ci sia un desktop dagli
        effetti grafici tridimensionali (però il vero 3d
        ce l'ha solo Vista, mandriva ha solo una
        simulazione tramite motore 2d) cambia poco, il
        kernel è quello che conta e linux è troppo
        obsoleto per resistere all'avanzata dei sistemi
        operativi moderni: reactos, bsd, osx, vista,
        ecc..Il mondo è bello perché chiunque può esprimere liberamente la propria opinione su qualsiasi argomento, anche se in tutta evidenza non ha la minima idea di quello che sta dicendo.
  • MandarX scrive:
    Re: E ora stiamo a vedere..

    a parte che linux è un sistema operativo obsoleto
    a basato su un'architettura kernel trapassata,davvero???strano, io pensavo il contrario...
  • Anonimo scrive:
    Boh che dire...
    Io rimango dell'idea di boicottare certe aziende che non danno la possibilità di sviluppare i driver per Linux...Rocco Dere Tano
    • Anonimo scrive:
      Re: Boh che dire...
      - Scritto da:
      Io rimango dell'idea di boicottare certe aziende
      che non danno la possibilità di sviluppare i
      driver per
      Linux...

      Rocco Dere Tanosecondo me voi comunisti la parola "boicottare" ce l'avete stampata nel dnama andate a lavorare, prima che il mondo boicotti voi
      • Anonimo scrive:
        Re: Boh che dire...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Io rimango dell'idea di boicottare certe aziende

        che non danno la possibilità di sviluppare i

        driver per

        Linux...



        Rocco Dere Tano

        secondo me voi comunisti la parola "boicottare"
        ce l'avete stampata nel
        dnaMi consenta, ma i referendum li ho boicottati io !
        ma andate a lavorare, prima che il mondo boicotti
        voiMi consenta di chiedere scusa con una bella letterina !
  • Anonimo scrive:
    credo sia l'unica strada
    io non criticherei troppo questa decisione, credo sia l'unica praticabile finché linux non adotta uno standard comune .molte aziende provano a s crivere driver an che per linux, ma spesso ci sono problemi di compatibilità. esempio.scrivi un driver, e su che distro lo testi?con che pacchetti lo distribuisci? e se scrivi un installer grafico su che librerie lo basi?io alcuni anni fa comprai una stampante che era indicata come linux compatibile, vadoa casa e non funziona, scopro che devo andare sul sito dell'azienda, scaricare il driver, ma l'installer non parte manca una libreria, la installo ma non funziona ugualmente. su un newsgroup spagnolo scopro che devo lanciare l'installer, ricavare un file sh, salvare il cotenuto del file sh attraverso l'opzione keep, così mi ritrovo con alcuni file rpm che installo e la stampante funziona.il tutto con lavoro extra da parte mia , da parte dell'azienda e da parte del venditore con giri di telefonate numeri verdi etc.anche da parte delle distribuzioni spesso la cosa è affidata al lavoro di utenti esperti . molti howto spesso sono imprecisi, o riferiti a situazioni particolari, o infarciti di "dovrebbe funzionare" che, per uno che deve co,prare un hardware magari costoso suonano un pò sinistri.solo mandriva ha un vero e proprio database per i vari hardware con un sistema di certificazione, ma l'assortimento é limitato. tutto questo per dire che la non certa o difficoltosa compatibilità hardware é il vero scoglio per desktop linux, e questo é quello su cui credo la fsf dovrà lavorare per molto tempo.
    • Anonimo scrive:
      Re: credo sia l'unica strada
      un'altra soluzione c'è ed è quella di forzare le aziende a rilasciare le specifiche....tuttavia bisognerà anche accettare l'ostruzionismo di queste ultime e aspettare altri 2-3 anni prima di vedere una cosa del genere.....ad ogni modo tutto potrebbe cambiare con le soluzioni integrate AMD/ATI e Intel....in quel caso, visto che le due aziende supportano l'opensource e il grosso dei componenti hardware saranno standardizzati linux potrebbe acquisire un ottimo supporto all'hardware e forzare le restanti compagnie ad aderire al modello dei driver aperti
      • Mazinga@ scrive:
        Re: credo sia l'unica strada
        - Scritto da:
        un'altra soluzione c'è ed è quella di forzare le
        aziende a rilasciare le
        specifiche....
        Purtroppo, nei fatti, le ditte che producono i chip puntano a minimizzare il piu' possibile la spesa di produzione.La prima spesa che salta guardacaso e' la portabilita'.Inoltre il loro e' un mercato saturo e IMO volubile: qualche centesimo puo' voler dire se conviene o meno sviluppare con quel chipset.Dato che i nuovi produttori si trovano ad avere a che fare con concorrenti spietati che possono arrivare a minacciare la tua ditta con due brevetti, allora tutti sentono che "devono" usarli; dal brevetto alla chiusura del codice il passo e' breve.Inoltre io ho avuto a che fare con diversi progettisti di apparecchi per l'industria (non di chip) che hanno delle basi di informatica magari non scarse ma cmq non hanno l'elasticita' di programmazione di un programmatore.Io ad esempio conosco uno che ha progettato e tuttora vende (l'impresa e' sua) macchine per l'incisione laser che funzionano col linguaggio "basic"...e si era fatto fare da una software house un software visuale di correzione e conversione da un dxf a linguaggio macchina. (in visual basic, che pero' era una roba davvero spartana...)Questo la dice lunga: questo qui e' senz'altro un asso nel settore elettronico, ma non essendo un programmatore "specializzato" (passatemi il termine), si e' dovuto servire degli strumenti piu' semplici di programmazione, di conseguenza ogni miglioria di quel progetto richiederebbe sempre un dispendio di tempo e costi.Senza contare che mi aveva confessato che lui, anche volendo, non sapeva sviluppare in visual basic, figuriamoci fare del porting... (e' uno di quelli che fa ancora le shell a caratteri colorati, per capirci...)
        tuttavia bisognerà anche accettare
        l'ostruzionismo di queste ultime e aspettare
        altri 2-3 anni prima di vedere una cosa del
        genere.....IMHO non c'e' ostruzionismo: le case produttrici di accessori tecnologici sarebbero ben contenti di fare un prodotto che funzioni dappertutto, perche' cosi' vorrebbe dire venderne di piu' e distinguersi dalla concorrenza.Purtroppo pero' devono fare i conti con un budget e con i chip: questi, se variano anche solo di pochi centesimi tra uno e l'altro, vuole dire perderci in maniera notevole se si fanno produzioni anche solo di qualche migliaio di pezzi.
        ad ogni modo tutto potrebbe cambiare con le
        soluzioni integrate AMD/ATI e Intel....in quel
        caso, visto che le due aziende supportano
        l'opensource e il grosso dei componenti hardware
        saranno standardizzati linux potrebbe acquisire
        un ottimo supporto all'hardware e forzare le
        restanti compagnie ad aderire al modello dei
        driver
        apertiLo spero, spero altresi' che questa sia la volta buona che le aziende comincino a valutare in massa i vantaggi di linux...(sembra un po' demagogia, ma vi prego niente applausi... ;) )Una volta si cambiavano i PC perche' effettivamente gli applicativi giravano piu' velocemente, ma oggi come oggi anche un PC usato (e tenuto in maniera decente) potrebbe essere usato fino a che non schiatterebbe di suo...Ormai le ditte (che hanno il computer da un bel po' di tempo) si sono stufate di spendere soldi perche' la retrocompatibilita' di winzozz li costringe sempre a spendere e spendere.Una volta la scelta era obbligata: o usavi Borland, o Visual Studio.Ma oggi bisogna rendersi conto che esistono molte piu' alternative (sia libere che commerciali).Certa gente e' pigra a cambiare le abitudini e spesso non ne sente il motivo; inoltre winzozz ha sempre accettato, da parte del programmatore, la filosofia del "se vuoi nasconderlo, nascondilo" e molti imprenditori (a volte grazie al progettista) sono molto in linea con queste vedute.Mentre dal punto di vista dei server sta' succedendo quello che (modestie a parte) prevedevo succedesse, (e cioe' uno spirito di migrazione verso alternative...) dal punto di vista delle workstation c'e' uno scalino che IMHO linux DEVE affrontare, ossia il mercato piu' importante di tutti: i videogame.Sembrera' una banalita' ma e' cosi': gli smanettoni sono piu' i ragazzini, che sono amanti di videogiochi e che sono i piu' disposti a fare esperimenti.Se anche i meno esperti cominciano a usare linux, il mercato della migrazione parte: bisogna tenere presente che loro sono sempre quelli che vanno dall'utonto medio e mettono a posto i vari caos di winzozz.Oggi come oggi pero' si ha paura a presentare linux come alternativa (perfino io che sono linuxiano da anni) perche' si ha sempre lo spauracchio di non essere in grado di far funzionare un certo dispositivo.Se un giorno si riuscisse a garantire una installazione realmente plug and play alla maggior parte dei dispositivi, linux decollerebbe.Questo che stanno facendo e' un brutto ma piccolo e giusto passo per migliorare non solo il parco driver di linux; quello che mi raccomando e' che si pretenda "libera distribuzione", altrimenti siamo punto e a capo.(anzi, si rischia una posizione dominante da parte di qualche distro commerciale)Tanto sono sicuro che esistono ancora dei produttori di chip convinti che limitando la distribuzione dei driver si limiti concretamente la possibilita' ai concorrenti di accederne ai segreti...--------------Un saluto da Mazinga.
        • Anonimo scrive:
          Re: credo sia l'unica strada
          Belli i videogiochi ma vogliamo fare un confronto serio tra open gl e Direct x ?Le prime hanno ancora senso di esistere solo perchè sono portabili ovunque ma per il resto...
          • Anonimo scrive:
            Re: credo sia l'unica strada
            - Scritto da:
            Belli i videogiochi ma vogliamo fare un confronto
            serio tra open gl e Direct x
            ?
            Le prime hanno ancora senso di esistere solo
            perchè sono portabili ovunque ma per il
            resto...Per il resto vengono usate da sistemi CAD, di simulazione, di realta' virtuale, in campo medico e scientifico. Il tutto su schede cosi' potenti che le vedrai su Pc tra 2 - 3 anni, come e' sempre stato.Prova ad usare 4 schede video linkate su PCI Express x16 con directX.
          • Mazinga@ scrive:
            Re: credo sia l'unica strada
            - Scritto da:
            Belli i videogiochi ma vogliamo fare un confronto
            serio tra open gl e Direct x
            ?
            Le prime hanno ancora senso di esistere solo
            perchè sono portabili ovunque ma per il
            resto...Secondo me sono le directx avranno qualche funzione in piu' ma IMO la gran parte sono piu' delle scorciatoie software e comunque non c'e' niente che non puoi fare con un po' di opengl.Basta vedere (sotto winzozz) RenderMonkey per accorgersi di come le diff siano minime...Senza contare che la portabilita' con playstation o altri sistemi tipo mac e' facilitata se il progetto iniziale si basa su opengl.Ovviamente microzozz, per creare disparita' e mantenere i suoi interessi, si e' inventata l'xbox non solo per invadere un buon mercato ma soprattutto per evitare che tecnologie alternative allontanassero i programmatori dalle directx e di conseguenza dal mondo winzozz.--------------Un saluto da Mazinga.
        • Lurkos scrive:
          Re: credo sia l'unica strada
          - Scritto da: Mazinga@
          Oggi come oggi pero' si ha paura a presentare
          linux come alternativa (perfino io che sono
          linuxiano da anni) perche' si ha sempre lo
          spauracchio di non essere in grado di far
          funzionare un certo dispositivo.Hai ragione.Anche a me è capitato.
      • Anonimo scrive:
        Re: credo sia l'unica strada
        Forzare le aziende ?E come ? Spargendogli letame sull'ingresso ed urlando epiteti colorati ?Non comprando più i loro prodotti ?Riusciresti a fare qualcosa di più serio di far andare un programma d'ufficio senza una sk video ati o nvidia ?Se fossi un professionista dell'audio con i soli driver per i chip integrati via riusciresti a produrre un sound degno di nota ?
    • Anonimo scrive:
      Re: credo sia l'unica strada
      Purtroppo, per la fsf il procedimento tipo che hai segnato è cosa buona e giusta.Sono duri di comprendonio ed un giorno verranno estromessi di peso dalle decisioni che determineranno il futuro di linux
  • Anonimo scrive:
    LA SOLUZIONE !!!
    si chiama firmware !!!se ogni periferica avesse un micro e un firmwarecon interfaccia STANDARD ....NON CI SAREBBERO PROBLEMI !!!!!!!una soluzione già esiste POSTSCRIPT e PCL di hple stampanti che usano questi linguagginon anno nessun problema su Linux ,e ne hanno moltimeno in windowsse si mettesse un firmware OpenGl nelle schede grafiche ...e un firmware OpenAl nelle schede audioinsomma se tutte le periferiche fossero intelligenti e avessero API STANDARD ...ne gioverebbe ...NON SOLO LINUX ma anche Windows e MAC
  • Anonimo scrive:
    Questo non è spirito open !
    Mi spiace ma non concordo affatto con questa politica. In questo modo discrimineremmo altri OS dall'avere drivers open.www.reactos.orgwww.haiku-os.orgwww.syllable.orgMarco Ravich
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo non è spirito open !
      Che gli sviluppatori di questi progetti (ci aggiumgerei dalla dubbia utilita' me e' una opinione personale) contattino i produttori di hardware cosi' come fanno quelli di Linux allora
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo non è spirito open !
      Non sono d'accordo.I driver per Linux in forma sorgente saranno spunto per il porting sotto qualsiasi sistema operativo.Certo bisognerà un doppia conoscenza dei meccanismi di Linux di controllo dell'hardware e di quella del sistema operativo su cui fare il porting. Ma un progetto come questo potrebbe aiutare molti sistemi operativi.
      • mikeUS scrive:
        Re: Questo non è spirito open !

        I driver per Linux in forma sorgente saranno
        spunto per il porting sotto qualsiasi sistema
        operativo.credo che il post a cui rispondi si riferisse al fatto che a quanto pare gli sviluppatori si sono detti disposti a firmare NDA, cioe' accordi di non divulgazione.Nella stragrande maggioranza dei casi significa closed source, e dunque l'obiezione e' sensata.Condivisibile o meno, ma sensata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo non è spirito open !
      Ancora con questo spirito Open !!!!!Non hai capito che le aziende, ed il 99% degli utenti non gliene frega niente dello spirito open !!!!Vogliono solo far funzionare uno strumento di lavoro e basta.Lo "Spirito Open" và bene solo per i cantinari.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo non è spirito open !
        - Scritto da:
        Ancora con questo spirito Open !!!!!

        Non hai capito che le aziende, ed il 99% degli
        utenti non gliene frega niente dello spirito open
        !!!!

        Vogliono solo far funzionare uno strumento di
        lavoro e
        basta.

        Lo "Spirito Open" và bene solo per i cantinari.Le aziende sarebbero ben felici di pagare solo l'assistenza.E gli utenti sarebbero ben felici di avere software pressochè gratis.Quindi non dire fesserie!
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo non è spirito open !
      - Scritto da:
      Mi spiace ma non concordo affatto con questa
      politica. In questo modo discrimineremmo altri OS
      dall'avere drivers
      open.

      www.reactos.org

      www.haiku-os.org

      www.syllable.org


      Marco RavichE che noi linux-isti dovremmo sviluppare i driver anche per questi os fallimentari? Ma stai scherzando? Ognuno si faccia i propri, poi i sorgenti ci sono, e li possono guardare ma lì finisce....
    • danieleMM scrive:
      Re: Questo non è spirito open !

      Mi spiace ma non concordo affatto con questa
      politica. In questo modo discrimineremmo altri OS
      dall'avere drivers
      open.

      www.reactos.org

      www.haiku-os.org

      www.syllable.org


      Marco Ravichle licenze NDA che interessano questo progetto sono sulle specifichei driver sarebbero sotto gplsenza conoscere le specifiche prendere un driver open funzionante e riscriverlo per un altro sistema non è qualcosa di impossibilerichiede alcune competenze ma si può fare, anche con buoni risultati-ot- x redazioneanche agli utenti registrati fate inserire quel dannato codice?
  • MandarX scrive:
    Re: E ora stiamo a vedere..

    Ragazzi, chi si rifiuta lo boicottiamo ,giusto io ad esempio boicotto HP da tempoprincipalemtne per i suoi portatili solo microsoft compatibili e per la risposta che danno se si chiedono i soldi del windows di cui non si accetta la licenza ( noi non supportiamo linux )per non parlare delle stampanti i cui driver sono per windows e per macho invece comprato una splendidia xerox che supporta tutti i sistemi operativi
    • Anonimo scrive:
      Re: E ora stiamo a vedere..
      - Scritto da: MandarX

      Ragazzi, chi si rifiuta lo boicottiamo ,

      giusto

      io ad esempio boicotto HP da tempoe siccome HP è ancora il venditore #1 al mondo, questo dimostra che il boicottaggio non serve a nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: E ora stiamo a vedere..
        - Scritto da:

        - Scritto da: MandarX


        Ragazzi, chi si rifiuta lo boicottiamo ,



        giusto



        io ad esempio boicotto HP da tempo

        e siccome HP è ancora il venditore #1 al mondo,
        questo dimostra che il boicottaggio non serve a
        nulla.Serve serve : infatti e' da un po' di anni che si sono messi a fare driver per linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: E ora stiamo a vedere..
          - Scritto da:
          Serve serve : infatti e' da un po' di anni che si
          sono messi a fare driver per
          linux.Non ti resta che dimostrami che lo fanno per paura del boicottaggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: E ora stiamo a vedere..
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Serve serve : infatti e' da un po' di anni che
            si

            sono messi a fare driver per

            linux.

            Non ti resta che dimostrami che lo fanno per
            paura del
            boicottaggio.E che importa se ci credi o meno? L'importante è che hanno cominciato a distribuire driver per linux :D
      • markoer scrive:
        Re: E ora stiamo a vedere..
        - Scritto da:

        - Scritto da: MandarX


        Ragazzi, chi si rifiuta lo boicottiamo ,



        giusto



        io ad esempio boicotto HP da tempo

        e siccome HP è ancora il venditore #1 al mondo,
        questo dimostra che il boicottaggio non serve a
        nulla.Esatto, e non solo. Sta anche dicendo panzane, visto che HP è l'unico produttore che fornisce driver Open Source a Linux da anni... e infatti i driver HP sono presenti in tutte le distro :-)Non solo, ma HP supporta Linux sui server. Eccome, e ci fa pure i soldi. Che non supporti Linux su sistemi desktop, può anche essere ragionevole. In fondo, a che serve un portatile con Linux? ;-) Io ho un laptop Mac e uno Windows, e funzionano benissimo... Mah...Ciao
        • MandarX scrive:
          Re: E ora stiamo a vedere..

          HP è l'unico produttore che fornisce
          driver Open Source a Linux da anni... 1) mai trovati i driver che mi servivano2) addirittura l'unico??
          In fondo, a che serve un portatile con Linux? allle stesse cose che su un PC non portatileinoltre il windows non te lo regalano col portatile, lo sai?
          Io ho un laptop Mac e uno Windows, e funzionano
          benissimo...nessuno pensava che non ti funzionassero
          • markoer scrive:
            Re: E ora stiamo a vedere..
            - Scritto da: MandarX

            HP è l'unico produttore che fornisce

            driver Open Source a Linux da anni...

            1) mai trovati i driver che mi servivanoMi dispiace per te :-)Che dire? cerca meglio? :-)
            2) addirittura l'unico??Che io sappia... non che ce ne fosse bisogno, visto che i driver di Gimp e di Postscript funzionano egregiamente (puoi scegliere tre driver diversi, per le stampanti HP... un lusso notevole, no?)

            In fondo, a che serve un portatile con Linux?

            allle stesse cose che su un PC non portatileEh no. Purtroppo un portatile con Linux mi è quasi inutile mentre Windows mi è perfetto, al contrario di solito preferisco un server Linux che uno Windows.Your mileage may vary, ma la provocazione voleva essere questa: "dipende dall'uso che ne fai". L'unica cosa certa è che non si può generalizzare...
            inoltre il windows non te lo regalano col
            portatile, lo sai?Di solito, nemmeno una licenza di RedHat o SuSE o vmware è gratis. E di solito non li ammortizzi nel costo del laptop.E comunque, col kaiser che io mi compro il portatile... me lo (li) compra l'azienda, se vuole che lavori :-)

            Io ho un laptop Mac e uno Windows, e funzionano

            benissimo...

            nessuno pensava che non ti funzionasseroE quindi, perché dovrei installarci Linux? :-) è un'operazione inutile. Certo, se uno ha tempo da perdere...Quando c'erano solo Windows NT o Windows 95 (quindi un sistema che non supportava USB ed uno assolutamente inutilizzabile) Linux era utile, e lo usavo. Ti dirò di più, lavoravo per Microsoft (!) e sul loro laptop ci avevo installato Linux ;-)Adesso francamente mi trovo bene con Windows XP. Finché funziona... se dovrò aggiornare ad AstaLaVista, chiederò un laptop con 2 GB di RAM... che ti devo dire? siamo nati per soffrire :-)Ciao.
          • MandarX scrive:
            Re: E ora stiamo a vedere..
            come hai detto tu:è una questione di esigenzemetti che io sviluppo su GNU+Linuxnon me ne faccio niente del portatile col windows, mi serve con GNU+Linux ovunque io vada
      • MandarX scrive:
        Re: E ora stiamo a vedere..(un po ot)

        e siccome HP è ancora il venditore #1 al mondo,
        questo dimostra che il boicottaggio non serve a
        nulla.non dico che il mio boicottaggio da solo, abbia fatto qualcosa, ma quando il negoziante tutto contento mi propone l'HP che è in offerta io gli rispondo non mi interessa perche non supporta GNU+Linux magari inizia a svegliarsi!magari la gente inizia a capire che non esiste solo windowsl'altro giorno ho comprato un hard disk serial ata, e non avendone mai installato uno gli ho chiesto cosa bisongava abilitare nel biospoi lui mi ha detto si ma ci vuole il service pack installato e io gli ho chiesto su ubuntu è uscito un service pack??? LOL il negoziante probabilmente aveva sentito parlare di Ubuntu e aveva capito she era un GNU+Linux e ha risposto no su linux non lo so cosa bisogna fare ora, la cosa che mi stupisce è questa: tu negoziante hai un cliente che sta comprando 100 e passa euro di harddisk, che ha comprato schede grafiche, che porta i conoscenti a comprare da te, che è appassionato di informatica e lavora nel settore... ma porca miseria non dirmi no su linux non lo so cosa bisogna fare informati, aggiornati, cresci!ma se la microsoft fallisse tutti questi esperti di windows che fine fanno?
    • Freedom27 scrive:
      Re: E ora stiamo a vedere..
      - Scritto da: MandarX
      per non parlare delle stampanti i cui driver sono
      per windows e per
      macGuarda che i driver per linux ci sono eccome! Mai sentito parlare di hplip? La mia multifunzione funziona egregiamente!
      • Anonimo scrive:
        Re: E ora stiamo a vedere..
        Prima di HPLIP c'era HPOJ ed ora abbiamo due sistemi di driver, ma funzionano egregiamente entrambi...
    • Anonimo scrive:
      Re: E ora stiamo a vedere..
      - Scritto da: MandarX

      Ragazzi, chi si rifiuta lo boicottiamo ,

      giusto

      io ad esempio boicotto HP da tempo[CUT]
      per non parlare delle stampanti i cui driver sono
      per windows e per
      mac
      In azienda abbiamo una HP Laserjet 4050, una HP Laserjet 1100.Entrambe funzionano benissimo con linux.Anche le due EPL 6200, la Samsung 2010, la Epson Rx520 e la Canon 8500 funzionano sotto linux.Non sò se i driver siano open o meno, ma posso presumere che lo siano, perchè li ho installati dal repository di ubuntu.bye
  • Anonimo scrive:
    Re: E ora stiamo a vedere..
    - Scritto da: rockroll
    Ragazzi, chi si rifiuta lo boicottiamo ,
    basta volerlo e glielo mettiamo
    ...potevate già farlo prima...e non ha funzionato.
    • danieleMM scrive:
      Re: E ora stiamo a vedere..

      potevate già farlo prima...
      e non ha funzionato.se la scelta (solo su alcuni tipi di periferiche ad esser sinceri) è limitata è complicato boicottarese invece molti (come si auspica) sceglieranno di accettare la proposta la scelta si amplia, così come l'utenza linux, e i produttori che cocciutamente non rilasciano le specifiche perderanno una grossa fetta di mercatoquesto si verificherà solo se le premesse funzioneranno (molti accettano la proposta -
      più utenza linux)
  • Anonimo scrive:
    La dimostrazione
    La dimostrazione che i troll di PI, quelli che " Linux supporta già tutto, anche il tostapane ", erano appunto troll.Detto ciò, un sincero in bocca al lupo agli sviluppatori.
    • Anonimo scrive:
      Re: La dimostrazione
      - Scritto da:
      La dimostrazione che i troll di PI, quelli che
      " Linux supporta già tutto, anche il
      tostapane ", erano appunto
      troll.Ma tu credi davvero agli assoluti ?Loro saranno troll, ma tu sei boccalone...
      Detto ciò, un sincero in bocca al lupo agli
      sviluppatori.
      • Anonimo scrive:
        Re: La dimostrazione
        - Scritto da:
        Ma tu credi davvero agli assoluti ?Dove ho scritto che ho creduto loro?
        Loro saranno troll, ma tu sei boccalone...Tu devi essere quello del tostapane, ho capito.
        • Anonimo scrive:
          Re: La dimostrazione
          - Scritto da:
          - Scritto da:


          Ma tu credi davvero agli assoluti ?
          Dove ho scritto che ho creduto loro?Qui: "Linux supporta già tutto, anche il tostapane"

          Loro saranno troll, ma tu sei boccalone...
          Tu devi essere quello del tostapane, ho capito.
          • Anonimo scrive:
            Re: La dimostrazione
            - Scritto da:
            Qui: "Linux supporta già tutto, anche il
            tostapane"Quindi quando d'alema citava la famosa frase di berlusconi 'meno tasse per tutti', d'alema era un credulone...Capisco.Addio trollone.
          • Anonimo scrive:
            Re: La dimostrazione
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Qui: "Linux supporta già tutto, anche il

            tostapane"

            Quindi quando d'alema citava la famosa frase di
            berlusconi 'meno tasse per tutti', d'alema era un
            credulone...
            Capisco.
            Addio trollone.Sei tu che hai ammesso di esserlo, rileggiti cio' che scrivi...
          • Anonimo scrive:
            Re: La dimostrazione
            - Scritto da:
            Sei tu che hai ammesso di esserlo, rileggiti cio'
            che
            scrivi...La frase che hai scritto significa "ho ragione io e basta"Detto ciò, addio trollone.
          • Anonimo scrive:
            Re: La dimostrazione
            Perche win supporta anche i tostapane?Creduloni erano quelli che credevano a d'alema e soci quando dicevano che le tasse non le aumentavano... boccaloni
          • Anonimo scrive:
            Re: La dimostrazione
            - Scritto da:
            Perche win supporta anche i tostapane?Si cambia discorso, eh!
    • Anonimo scrive:
      Re: La dimostrazione
      ..nemmeno Vista supporta tutto ora come ora.
    • Anonimo scrive:
      Re: La dimostrazione
      - Scritto da:
      La dimostrazione che i troll di PI, quelli che
      " Linux supporta già tutto, anche il
      tostapane ", erano appunto
      troll.

      Detto ciò, un sincero in bocca al lupo agli
      sviluppatori. Linux supporta già tutto, anche il tostapane se ha un chipset standard.altrimenti ciccia(ovviamente).ah, ma tu sei uno di quelli utenti che prima si piglia l'HW e poi va a controllare se è compatibile, vero?...scommetto un bullone che usi win...
      • Anonimo scrive:
        Re: La dimostrazione
        - Scritto da:
        Linux supporta già tutto, anche il
        tostapane se ha un chipset
        standard.
        altrimenti ciccia(ovviamente).Al consumatore non gliene frega una cazzo se il chipset che compra è standard o no.Lui sa che funzionerà sul suo OS.Se non gira su Linux, Linux non è un'alternativa per lui.Lui rappresenta il 90% degli utilizzatori.Se non capisci queste cose (che hanno ampiamente capito "Gli sviluppatori del kernel di Linux" di cui l'articolo, sei talmente intalebanito che meriti di essere isolta dai tuoi stessi simili.
        ah, ma tu sei uno di quelli utenti che
        prima si piglia l'HW e poi va a
        controllare se è compatibile,
        vero?
        ...scommetto un bullone che usi win...Non nutro i (troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: La dimostrazione
          - Scritto da:
          Al consumatore non gliene frega una cazzo se il
          chipset che compra è standard o
          no.
          Lui sa che funzionerà sul suo OS.Appunto. Se funziona solo su Windows (e magari solo con una versione specifica, com'è successo a me qualche anno fa con una scheda tv) che faccio? Compro Windows? No! Restituisco la ferraglia e ne prendo una che funzioni su Linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: La dimostrazione
            - Scritto da:
            Appunto. Se funziona solo su Windows (e magari
            solo con una versione specifica, com'è successo a
            me qualche anno fa con una scheda tv) che faccio?
            Compro Windows? No! Restituisco la ferraglia e ne
            prendo una che funzioni su
            Linux.quindi?
          • winaro_troll scrive:
            Re: La dimostrazione
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Appunto. Se funziona solo su Windows (e magari

            solo con una versione specifica, com'è successo
            a

            me qualche anno fa con una scheda tv) che
            faccio?

            Compro Windows? No! Restituisco la ferraglia e
            ne

            prendo una che funzioni su

            Linux.

            quindi?ti ha dimostrato che gli serve windows e una scheda tv nuova :D
    • Anonimo scrive:
      Re: La dimostrazione
      - Scritto da:
      La dimostrazione che i troll di PI, quelli che
      " Linux supporta già tutto, anche il
      tostapane ", erano appunto
      troll.
      supporta il tostapane != supporta *ogni* tostapane.obiezione respinta 8)
  • Anonimo scrive:
    Muli dell'open source offresi
    gratuitamente a 90° :| :| :|[img]http://www.ineedabook.net/Foti/coverlg.jpg[/img]
    • Anonimo scrive:
      Re: Muli dell'open source offresi
      aahahahahah ma daiiiiii ahahahahahah. (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Muli dell'open source offresi
      - Scritto da:
      gratuitamente a 90° :| :| :|
      [img]http://www.ineedabook.net/Foti/coverlg.jpg[/iti rode ehrode molto sapere che un gruppo di "cantinari" (come li chiamate voi) o di "bambinetti brufolosi" è riuscita a fare un sistema operativo migliore di quello fatto da un'azienda che superpaga i suoi programmatorirode rode
      • Anonimo scrive:
        Re: Muli dell'open source offresi
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        gratuitamente a 90° :| :| :|


        [img]http://www.ineedabook.net/Foti/coverlg.jpg[/i

        ti rode eh

        rode molto sapere che un gruppo di "cantinari"
        (come li chiamate voi) o di "bambinetti
        brufolosi" è riuscita a fare un sistema operativo
        migliore di quello fatto da un'azienda che
        superpaga i suoi
        programmatori

        rode rodemigliore? (rotfl)nel 2007 ha un kernel monolitico, esattamente come lo ha progettato torwalds nel '91, il resto sono applicazioni finanziate da grosse multinazionali che fanno i loro interessi
        • Anonimo scrive:
          Re: Muli dell'open source offresi

          migliore? (rotfl)

          nel 2007 ha un kernel monolitico, esattamente
          come lo ha progettato torwalds nel '91, il resto
          sono applicazioni finanziate da grosse
          multinazionali che fanno i loro
          interessiperchè il kernel NT non è forse monolitico?riguardo le applicazioni finanziate da grosse multinazionali, beh mi pare siano comunque opensource, quindi dov'è il problema?Mono, XGL solo per citarne due....guardiamo in faccia la realtà, MS gira e rigira sempre la solita minestra e ha una base di utonti fessi che comprano a piene mani senza nemmeno conoscere la differenza tra un mutex e uno spinlock
          • Anonimo scrive:
            Re: Muli dell'open source offresi

            perchè il kernel NT non è forse monolitico?Tesoro... La tua ignoranza è notevole. Vai... vai.... vai a f.... fare un po' di chiarezza sui kernel :http://it.wikipedia.org/wiki/Kernel#Kernel_monolitici_e_microkernel_a_confronto
        • Anonimo scrive:
          Re: Muli dell'open source offresi
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          gratuitamente a 90° :| :| :|





          [img]http://www.ineedabook.net/Foti/coverlg.jpg[/i



          ti rode eh



          rode molto sapere che un gruppo di "cantinari"

          (come li chiamate voi) o di "bambinetti

          brufolosi" è riuscita a fare un sistema
          operativo

          migliore di quello fatto da un'azienda che

          superpaga i suoi

          programmatori



          rode rode

          migliore? (rotfl)

          nel 2007 ha un kernel monolitico, esattamente
          come lo ha progettato torwalds nel '91, bene, allora ciaspettamo che tu ci spiega la sottile differenza (a livello tecnico, la chiacchiere e il marketing tienili per gli allocchi) tra micro, nano e kernel monolitico;se non lo sai è perchè (al solito) si da fiato alle trombe.
        • Anonimo scrive:
          Re: Muli dell'open source offresi
          - Scritto da:
          nel 2007 ha un kernel monolitico, esattamente
          come lo ha progettato torwalds nel '91,Linux non e' propriamente un Kernel monoliticoSi scrive "Torvalds"Il Kernel di Linux va piu' che bene
          il resto
          sono applicazioni finanziate da grosse
          multinazionali che fanno i loro
          interessiMi diresti quali di queste (http://sf.net) sono finanziate ?
        • markoer scrive:
          Re: Muli dell'open source offresi
          - Scritto da: [...]
          migliore? (rotfl)

          nel 2007 ha un kernel monolitico, esattamente
          come lo ha progettato torwalds nel '91, il resto
          sono applicazioni finanziate da grosse
          multinazionali che fanno i loro
          interessiIl kernel di Linux non è monolitico, è esattamente il contrario. I driver sono integrati nel kernel.Studia prima di dire idiozieCiao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Muli dell'open source offresi

            Il kernel di Linux non è monolitico, è
            esattamente il contrario. I driver sono integrati
            nel
            kernel.

            Studia prima di dire idiozie

            Ciao.mi dispiace contraddirtiun kernel non è monolitico se non supporta i moduli, ma è monolitico se tutto "il core" è monolitico. i moduli del kernel sono un'altra cosaFabrizio
          • Anonimo scrive:
            Re: Muli dell'open source offresi
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da:
            [...]

            migliore? (rotfl)



            nel 2007 ha un kernel monolitico, esattamente

            come lo ha progettato torwalds nel '91, il resto

            sono applicazioni finanziate da grosse

            multinazionali che fanno i loro

            interessi

            Il kernel di Linux non è monolitico, è
            esattamente il contrario. I driver sono integrati
            nel
            kernel.

            Studia prima di dire idiozie

            Ciao.Se i driver non fossero integrati nel kernel sarebbe monolitico? :| :| :| :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Muli dell'open source offresi

        rode molto sapere che un gruppo di "cantinari"
        (come li chiamate voi) o di "bambinetti
        brufolosi" è riuscita a fare un sistema operativo
        migliore di quello fatto da un'azienda che
        superpaga i suoi
        programmatori

        rode rodeMigliore... (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Muli dell'open source offresi
        non ti allargar..
    • Anonimo scrive:
      Re: Muli dell'open source offresi
      - Scritto da:
      gratuitamente a 90° :| :| :|Beta tester a pagamento per Microsoft cercasi !Vista + Office2007 + Zune = 4 volte a 90°, aggiungendo la xBox 360° :D !
    • Anonimo scrive:
      Re: Muli dell'open source offresi
      - Scritto da:
      gratuitamente a 90° :| :| :|
      [img]http://www.ineedabook.net/Foti/coverlg.jpg[/iche palle! ma quando la cambiate sta battuta? Quando Microsoft fara uscire un nuovo OS?
    • PinguinoMannaro scrive:
      Re: Muli dell'open source offresi
      - Scritto da:
      gratuitamente a 90° :| :| :|Nei mesi scorsi quanti sono i driver che MS ha sviluppato gratuitamente per Vista.
  • Anonimo scrive:
    Spero per Linux che funzioni......
    ....ma vi costa tanto mettere una licenza virale a files e non a progetto? Voglio dire alla fin fine la GPL vi sta' portando dei problemi pratici enormi,siate un poco piu' elastici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero per Linux che funzioni......
      - Scritto da:
      ....ma vi costa tanto mettere una licenza virale
      a files e non a progetto? Voglio dire alla fin
      fine la GPL vi sta' portando dei problemi pratici
      enormi,siate un poco piu'
      elastici.Talmente enormi che di Linux si parla ogni giorno e cresce sempre di più il suo bacino di utenti e l'hardware supportato è sempre maggiore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero per Linux che funzioni......

        Talmente enormi che di Linux si parla ogni giorno
        e cresce sempre di più il suo bacino di utenti e
        l'hardware supportato è sempre
        maggiore.Si vabbe' questa e' una risposta da "fedele" non ragionata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero per Linux che funzioni......
      Fossero più elastici a quest'ora linux sarebbe dominante
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero per Linux che funzioni......
        L'unico "bacino" che vedo crescere quando qualche mio conoscente tenta di usare Linux è quello della persona perchè si riempie prestissimo di scorie organiche da espellere generate dalle incazzature e frustrazioni subìte nel tentativo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero per Linux che funzioni......
          - Scritto da:
          L'unico "bacino" che vedo crescere quando qualche
          mio conoscente tenta di usare Linux è quello
          della persona perchè si riempie prestissimo di
          scorie organiche da espellere generate dalle
          incazzature e frustrazioni subìte nel
          tentativo.ha mai provato un dildone?
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            Il dildone lo usa di tanto in tanto, lo trova soddisfacente, quando vuol sentir dolore installa Linux, una distro qualsiasi. Non scherzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da:
            Il dildone lo usa di tanto in tanto, lo trova
            soddisfacente, quando vuol sentir dolore installa
            Linux, una distro qualsiasi. Non
            scherzo.Quando vuole sentire molto dolore e ha molti soldi in tasca, allora installa Vista ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            Sono quello dell'amico col dildone. Vista è la cazzata del secolo. ASSHOLutamente inutile, ha la capacità di infiacchire parecchio i portafogli e la voglia di usare il PC. Auspico un ritiro dal mercato con 1000 scuse, spinto da un boicottaggio di massa verso i prodotti che lo preinstallano.
          • winaro_troll scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da:
            Sono quello dell'amico col dildone. Vista è la
            cazzata del secolo. ASSHOLutamente inutile, ha la
            capacità di infiacchire parecchio i portafogli e
            la voglia di usare il PC. Auspico un ritiro dal
            mercato con 1000 scuse, spinto da un boicottaggio
            di massa verso i prodotti che lo
            preinstallano.l'hai provato? noe non auspichi il fallimento della sony? o di apple? o di chiunque non sia open?
          • markoer scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da: winaro_troll[...]
            l'hai provato? nono ma mi piacerebbe. adesso chiedo al boss che mi compri 5000 euro di laptop nuovo nuovo (il minimo per averlo con 2 GB di RAM e quindi per essere VAGAMENTE usabile con Vista).Ovviamente dovrò anche aggiornare all'ultimo Office IperSpace 2007 sennò non vedo le finestre rotanti.Insomma, un bel 6000 per avere quello che ho sul mio Mac vecchio di 3 anni, che è pure un PowerPC e quindi ha un quarto della capacità di CPU processing...
            e non auspichi il fallimento della sony? o di
            apple? o di chiunque non sia
            open?Non spero che MS fallisca. Anzi spero che mi assuma come CEO al posto di Ballmer con uno stipendio adeguato, ovviamente, così che possa convertirla all'Open Source... ;-)Ciauz.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: winaro_troll
            [...]

            l'hai provato? no

            no ma mi piacerebbe. adesso chiedo al boss che mi
            compri 5000 euro di laptop nuovo nuovo (il minimo
            per averlo con 2 GB di RAM e quindi per essere
            VAGAMENTE usabile con
            Vista).

            Ovviamente dovrò anche aggiornare all'ultimo
            Office IperSpace 2007 sennò non vedo le finestre
            rotanti.

            Insomma, un bel 6000 per avere quello che ho
            sul mio Mac vecchio di 3 anni, che è pure un
            PowerPC e quindi ha un quarto della capacità di
            CPU
            processing...



            e non auspichi il fallimento della sony? o di

            apple? o di chiunque non sia

            open?

            Non spero che MS fallisca. Anzi spero che mi
            assuma come CEO al posto di Ballmer con uno
            stipendio adeguato, ovviamente, così che possa
            convertirla all'Open Source...allora è vero che l'open source è una religione... (rotfl)ma poi tu o chi sviluppa software cosa ci guadagnate dall'open source..., un movimento filosofico creato da stallman a difesa totale ed esclusiva degli utenti finalicioè, un informatico che vuole l'open source, o è fanatico oppure è un fesso
            ;-)

            Ciauz.boh (newbie)
          • markoer scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da: [...]
            allora è vero che l'open source è una
            religione...
            (rotfl)

            ma poi tu o chi sviluppa software cosa ci
            guadagnate dall'open source..., un movimento
            filosofico creato da stallman a difesa totale ed
            esclusiva degli utenti finaliNon è così. Anzi.Per prima cosa, distinguiamo... Stallman pensava alla condivisione della conoscenza, e il suo punto di vista è quello di qualcuno che lavora in una Università - quindi assai poco interessato agli utenti, lui era un programmatore ed ai programmatori pensava. E non ha creato l'Open Source, ma la Free Software Foundation.Il movimento Open Source è nato dopo, per estendere i principi di Stallman, ma anche per eradicarli dal fanatismo di cui erano permeati e portarli anche agli utenti.Personalmente vedo ogni giorno evidenti vantaggi nell'usare sistemi Open Source, sia per gli utenti che per i professionisti e le aziende, e proprio perché sono un informatico. Da queste tue affermazioni, potrei dedurne che tu non sei un informatico professionista... ;-) o che non hai mai lavorato in questo campo.
            cioè, un informatico che vuole l'open source, o è
            fanatico oppure è un fesso


            ;-)



            Ciauz.

            boh (newbie)Ciao newbie. Personalmente, io non è che voglia nulla, né penso di essere un fanatico. Se la MS mi assume per un pacco di soldi, e mi dice di lavorare con sistemi closed, lo faccio. Sono un professionista e "pecunia non olet". Comunque, possibilmente preferisco lavorare con sistemi Unix ed Open, perché sono più esperto in questo settore.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da:
            [...]

            allora è vero che l'open source è una

            religione...

            (rotfl)



            ma poi tu o chi sviluppa software cosa ci

            guadagnate dall'open source..., un movimento

            filosofico creato da stallman a difesa totale ed

            esclusiva degli utenti finali

            Non è così. Anzi.

            Per prima cosa, distinguiamo... Stallman pensava
            alla condivisione della conoscenza, e il suo
            punto di vista è quello di qualcuno che lavora in
            una Università - quindi assai poco interessato
            agli utenti, lui era un programmatore ed ai
            programmatori pensava. E non ha creato l'Open
            Source, ma la Free Software
            Foundation.

            Il movimento Open Source è nato dopo, per
            estendere i principi di Stallman, ma anche per
            eradicarli dal fanatismo di cui erano permeati e
            portarli anche agli
            utenti.

            Personalmente vedo ogni giorno evidenti vantaggi
            nell'usare sistemi Open Source, sia per gli
            utenti che per i professionisti e le aziende, e
            proprio perché sono un informatico. Da queste tue
            affermazioni, potrei dedurne che tu non sei un
            informatico professionista... ;-) o che non hai
            mai lavorato in questo
            campo.



            cioè, un informatico che vuole l'open source, o
            è

            fanatico oppure è un fesso




            ;-)





            Ciauz.



            boh (newbie)

            Ciao newbie. Personalmente, io non è che voglia
            nulla, né penso di essere un fanatico. Se la MS
            mi assume per un pacco di soldi, e mi dice di
            lavorare con sistemi closed, lo faccio. Sono un
            professionista e "pecunia non olet". Comunque,
            possibilmente preferisco lavorare con sistemi
            Unix ed Open, perché sono più esperto in questo
            settore.

            Ciaomi piace l'argomento informatica ma non opero in questo settore, so bene cos'è l'open e cos'è il closed ed è per questo che non capisco come mai a sbavare per l'open source non sono quasi mai gli utenti finali ai quali interessa poco il discorso GPL 2, ma quasi sempre i programmatori che di conseguenza non possono vendere il loro software, se non l'assistenza lateraleinsomma vi complicate la vita per un mondo che manco vi caga (rotfl)
          • markoer scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da: [...]
            mi piace l'argomento informatica ma non opero in
            questo settore,Un po' si vede ;-)
            so bene cos'è l'open e cos'è il closedma credo che tu ne debba ripassare la storia...
            ed è per questo che non capisco come mai a
            sbavare per l'open source non sono quasi mai gli
            utenti finali ai quali interessa poco il discorso
            GPL 2, ma quasi sempre i programmatori che di
            conseguenza non possono vendere il loro software,
            se non l'assistenza lateraleL'assistenza laterale cosa è, un nuovo schema di football? :-)A parte gli scherzi, il problema è che non conosci il mondo dell'informatica. Si vede.Vendere il software è inutile. Il software si sviluppa ormai a Bangalore a due lire, dà in outsourcing. Il movimento Open Source è geniale perché ha previsto questo - forse senza farlo apposta, ma comunque ha centrato il trend.Vendere il software è out. Non porta guadagni. Tanto vale regalarlo. Ce ne è già tanto, di software. E i tool per scriverlo sono sempre più rapidi e intuitivi, e tutto passa comunque per il web ormai - quindi si riutilizza.Quello che fa girare i soldi non è la vendita del software, è l'assistenza, la consulenza, l'expertise - il know how. Tu vali tanto quanto sai, e quanto sai far funzionare quello che all'azienda serve - che il mezzo sia Windows o Linux o Apple o IBM o CribbioLippo, non importa, purché tu ci riesca.Con l'Open Source questo è molto più facile, perché segue il trend... tutto è già condiviso, basta saper cercare e avere le capacità e la competenza di "rimettere insieme".Does it makes sense to you? :-)
            insomma vi complicate la vita per un mondo che
            manco vi caga
            (rotfl)Dici? amico, tu che lavoro fai? il tramviere a Padova? sappi che io guadagno in un anno probabilmente tra le due e quattro volte tanto.Se questo significa non essere cagati... :-)Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da:
            [...]

            mi piace l'argomento informatica ma non opero in

            questo settore,

            Un po' si vede ;-)



            so bene cos'è l'open e cos'è il closed

            ma credo che tu ne debba ripassare la storia...



            ed è per questo che non capisco come mai a

            sbavare per l'open source non sono quasi mai gli

            utenti finali ai quali interessa poco il
            discorso

            GPL 2, ma quasi sempre i programmatori che di

            conseguenza non possono vendere il loro
            software,

            se non l'assistenza laterale

            L'assistenza laterale cosa è, un nuovo schema di
            football?
            :-)

            A parte gli scherzi, il problema è che non
            conosci il mondo dell'informatica. Si
            vede.

            Vendere il software è inutile. Il software si
            sviluppa ormai a Bangalore a due lire, dà in
            outsourcing. Il movimento Open Source è geniale
            perché ha previsto questo - forse senza farlo
            apposta, ma comunque ha centrato il
            trend.

            Vendere il software è out. Non porta guadagni.
            Tanto vale regalarlo. Ce ne è già tanto, di
            software. E i tool per scriverlo sono sempre più
            rapidi e intuitivi, e tutto passa comunque per il
            web ormai - quindi si
            riutilizza.

            Quello che fa girare i soldi non è la vendita del
            software, è l'assistenza, la consulenza,
            l'expertise - il know how. Tu vali tanto quanto
            sai, e quanto sai far funzionare quello che
            all'azienda serve - che il mezzo sia Windows o
            Linux o Apple o IBM o CribbioLippo, non importa,
            purché tu ci
            riesca.

            Con l'Open Source questo è molto più facile,
            perché segue il trend... tutto è già condiviso,
            basta saper cercare e avere le capacità e la
            competenza di "rimettere
            insieme".

            Does it makes sense to you? :-)



            insomma vi complicate la vita per un mondo che

            manco vi caga

            (rotfl)

            Dici? amico, tu che lavoro fai? il tramviere a
            Padova? sappi che io guadagno in un anno
            probabilmente tra le due e quattro volte
            tanto.

            Se questo significa non essere cagati... :-)


            Ciao.sarà, ma secondo me quello che vi fa ragionare in questi termini non è l'aspetto economico, il quale è solo una maschera debole, ma ben altro...ciao ;)
          • markoer scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da: [...]
            sarà, ma secondo me quello che vi fa ragionare in
            questi termini non è l'aspetto economico, il
            quale è solo una maschera debole, ma ben
            altro...

            ciao ;)Ammetto che ci sono un sacco di fanatici. Ma stanne certo, sono degli sfigati ;-)A me personalmente interessa:1) lavorare bene - e io lo faccio meglio nel mondo Open e Unix, ma ammetto che potrebbe essere deformazione professionale anche se, ripeto, ho visto entrambe le facce della medaglia, e2) prendere il mio giusto compenso, visto che ho una vita fuori dall'ufficio e mi piace passarla bene... e questo è più importante di qualsiasi tipo di software ci sia in giroRipeto, sono consapevole che tra gli informatici ci sono dei talebani (anzi, GNUlebani ;-) ) ma ripeto, ti assicuro che sono dei poveri sfigati ;-) he he. Non sopporto neanche io i fanatici... ma d'altronde, in quale categoria professionale non ce ne sono?Dove sicuramente ti sbagli è quando dici che "non ci caga nessuno". Al contrario, l'ICT adesso è il pernio su cui ruota una buona parte dell'economia e tutta la gestione di impresa. Linux è un topic assolutamente HOT.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero per Linux che funzioni......
          l'ignoranza è una brutta bestia... e per sfortuna è indipendente dall'os
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero per Linux che funzioni......
        - Scritto da:
        Fossero più elastici a quest'ora linux sarebbe
        dominantema chi se ne frega che sia dominante se poi stringi stringi di open non c'è nulla?poi sull'estensione della gpl anche al linking c'è da discutere...perché Stallman e Eben Moglen sstengono una cosa... Torvalds, Cox (per dirne due) un'altra
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero per Linux che funzioni......
      - Scritto da:
      ....ma vi costa tanto mettere una licenza virale
      a files e non a progetto? Voglio dire alla fin
      fine la GPL vi sta' portando dei problemi pratici
      enormi,siate un poco piu'
      elastici.ma anche no (troll)
    • Giambo scrive:
      Re: Spero per Linux che funzioni......
      - Scritto da:
      Voglio dire alla fin
      fine la GPL vi sta' portando dei problemi pratici
      enormi,siate un poco piu'
      elastici.Se non fosse per la GPL, Linux non sarebbe quel che e' oggi, bensi' uno degli innumerevoli OS che non sono mai "decollati".La GPL e' il traino, non il freno !
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero per Linux che funzioni......
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da:

        Voglio dire alla fin

        fine la GPL vi sta' portando dei problemi
        pratici

        enormi,siate un poco piu'

        elastici.

        Se non fosse per la GPL, Linux non sarebbe quel
        che e' oggi, bensi' uno degli innumerevoli OS che
        non sono mai
        "decollati".
        La GPL e' il traino, non il freno !Potrei essere d'accordo sul traino fino ad un paio di anni fa'.Ora Linux ha fatto massa critica e risulta essere piu' un freno che altro.L'ignorare e quindi non adattarsi a questi cambiamenti potrebbe essere dannosissimo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero per Linux che funzioni......
          - Scritto da:

          - Scritto da: Giambo



          - Scritto da:


          Voglio dire alla fin


          fine la GPL vi sta' portando dei problemi

          pratici


          enormi,siate un poco piu'


          elastici.



          Se non fosse per la GPL, Linux non sarebbe quel

          che e' oggi, bensi' uno degli innumerevoli OS
          che

          non sono mai

          "decollati".

          La GPL e' il traino, non il freno !

          Potrei essere d'accordo sul traino fino ad un
          paio di anni fa'.Ora Linux ha fatto massa critica
          e risulta essere piu' un freno che
          altro.L'ignorare e quindi non adattarsi a questi
          cambiamenti potrebbe essere
          dannosissimo.Potrebbe, ma possiamo anche rischiare...Io rischierei.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Giambo





            - Scritto da:



            Voglio dire alla fin



            fine la GPL vi sta' portando dei problemi


            pratici



            enormi,siate un poco piu'



            elastici.





            Se non fosse per la GPL, Linux non sarebbe
            quel


            che e' oggi, bensi' uno degli innumerevoli OS

            che


            non sono mai


            "decollati".


            La GPL e' il traino, non il freno !



            Potrei essere d'accordo sul traino fino ad un

            paio di anni fa'.Ora Linux ha fatto massa
            critica

            e risulta essere piu' un freno che

            altro.L'ignorare e quindi non adattarsi a questi

            cambiamenti potrebbe essere

            dannosissimo.

            Potrebbe, ma possiamo anche rischiare...
            Io rischierei.Io invece andrei cauto.Ci sono cose troppo importanti in ballo e si puo' sbabliare solo una volta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da:




            Voglio dire alla fin




            fine la GPL vi sta' portando dei problemi



            pratici




            enormi,siate un poco piu'




            elastici.







            Se non fosse per la GPL, Linux non sarebbe

            quel



            che e' oggi, bensi' uno degli innumerevoli
            OS


            che



            non sono mai



            "decollati".



            La GPL e' il traino, non il freno !





            Potrei essere d'accordo sul traino fino ad un


            paio di anni fa'.Ora Linux ha fatto massa

            critica


            e risulta essere piu' un freno che


            altro.L'ignorare e quindi non adattarsi a
            questi


            cambiamenti potrebbe essere


            dannosissimo.



            Potrebbe, ma possiamo anche rischiare...

            Io rischierei.

            Io invece andrei cauto.Ci sono cose troppo
            importanti in ballo e si puo' sbabliare solo una
            volta.Appunto: l'apertura della licenza si puo' fare solo una volta, quindi meglio farla quando si e' con l'acqua alla gola. In questo momento linux di H2O alla gola non ne ha, anzi non e' mai stato cosi' potente, quindi non vedo perche' cambiare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da:
            - Scritto da:





            Voglio dire alla fin





            fine la GPL vi sta' portando dei
            problemi




            pratici





            enormi,siate un poco piu'





            elastici.









            Se non fosse per la GPL, Linux non sarebbe


            quel




            che e' oggi, bensi' uno degli innumerevoli

            OS



            che




            non sono mai




            "decollati".




            La GPL e' il traino, non il freno !







            Potrei essere d'accordo sul traino fino ad
            un



            paio di anni fa'.Ora Linux ha fatto massa


            critica



            e risulta essere piu' un freno che



            altro.L'ignorare e quindi non adattarsi a

            questi



            cambiamenti potrebbe essere



            dannosissimo.





            Potrebbe, ma possiamo anche rischiare...


            Io rischierei.



            Io invece andrei cauto.Ci sono cose troppo

            importanti in ballo e si puo' sbabliare solo una

            volta.

            Appunto: l'apertura della licenza si puo' fare
            solo una volta, quindi meglio farla quando si e'
            con l'acqua alla gola. In questo momento linux di
            H2O alla gola non ne ha, anzi non e' mai stato
            cosi' potente, quindi non vedo perche'
            cambiare.ok basta esserne convinti.Non siate complottisti pero' se qualcosa va' storto,il rischio ammette anche l'errore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:






            Voglio dire alla fin






            fine la GPL vi sta' portando dei

            problemi





            pratici






            enormi,siate un poco piu'






            elastici.











            Se non fosse per la GPL, Linux non
            sarebbe



            quel





            che e' oggi, bensi' uno degli
            innumerevoli


            OS




            che





            non sono mai





            "decollati".





            La GPL e' il traino, non il freno !









            Potrei essere d'accordo sul traino fino ad

            un




            paio di anni fa'.Ora Linux ha fatto massa



            critica




            e risulta essere piu' un freno che




            altro.L'ignorare e quindi non adattarsi a


            questi




            cambiamenti potrebbe essere




            dannosissimo.







            Potrebbe, ma possiamo anche rischiare...



            Io rischierei.





            Io invece andrei cauto.Ci sono cose troppo


            importanti in ballo e si puo' sbabliare solo
            una


            volta.



            Appunto: l'apertura della licenza si puo' fare

            solo una volta, quindi meglio farla quando si e'

            con l'acqua alla gola. In questo momento linux
            di

            H2O alla gola non ne ha, anzi non e' mai stato

            cosi' potente, quindi non vedo perche'

            cambiare.

            ok basta esserne convinti. Non siate complottisti
            pero' se qualcosa va' storto,il rischio ammette
            anche
            l'errore.Ovvio, ma calcola che aprendo non si torna indietro. L'errore al massimo e' aprire troppo presto.
          • markoer scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            [...]Ma imparare a quotare?
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero per Linux che funzioni......
            Nel mondo motociclistico si dice: "se sei incerto, tieni aperto!", oppure "se ti prende l'enpasse, daje er gasseeeee!".
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero per Linux che funzioni......

        Se non fosse per la GPL, Linux non sarebbe quel
        che e' oggi, bensi' uno degli innumerevoli OS
        che non sono mai "decollati".
        La GPL e' il traino, non il freno !Parole sante!
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero per Linux che funzioni......
      - Scritto da:
      ....ma vi costa tanto mettere una licenza virale
      a files e non a progetto? Voglio dire alla fin
      fine la GPL vi sta' portando dei problemi pratici
      enormi,siate un poco piu'
      elastici.Se non volessimo un sistema veramente open allora ci terremmo windows, non credi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero per Linux che funzioni......
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ....ma vi costa tanto mettere una licenza virale

        a files e non a progetto? Voglio dire alla fin

        fine la GPL vi sta' portando dei problemi
        pratici

        enormi,siate un poco piu'

        elastici.

        Se non volessimo un sistema veramente open allora
        ci terremmo windows, non
        credi?beh adesso non esageriamo dimostri di non valutare alcune sfumature interessanti dell'open.Non e' che le cose o sono bianche o sono nere.
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione Stalmann
    Niente patti di riservatezza con nessuno.Se vogliono vendere il loro HW diano le specifiche per i driver, altrimenti lasceremo sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo quello per il quale i produttori rilasceranno le specifiche per i driver.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      - Scritto da:
      Niente patti di riservatezza con nessuno.
      Se vogliono vendere il loro HW diano le
      specifiche per i driver, altrimenti lasceremo
      sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo
      quello per il quale i produttori rilasceranno le
      specifiche per i
      driver.Linus Torvalds ha detto che molte volte le specifiche sono scritte talmente da cani che è meglio non averle.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      - Scritto da:
      Niente patti di riservatezza con nessuno.
      Se vogliono vendere il loro HW diano le
      specifiche per i driver, altrimenti lasceremo
      sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo
      quello per il quale i produttori rilasceranno le
      specifiche per i
      driver.Dal punto di vista filosofico-ideologico hai perfettamente ragione, ma dal punto di vista pratico questo non fa che impedire lo sviluppo e la diffusione di Linux in quanto non ha ancora la forza necessaria per imporre le sue regole.Penso che open e closed possano coesistere pacificamente anche su linux, avviene già con tanti programmi, non vedo perchè non si possa fare altrettanto per i driver.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Niente patti di riservatezza con nessuno.

        Se vogliono vendere il loro HW diano le

        specifiche per i driver, altrimenti lasceremo

        sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo

        quello per il quale i produttori rilasceranno le

        specifiche per i

        driver.

        Dal punto di vista filosofico-ideologico hai
        perfettamente ragione, ma dal punto di vista
        pratico questo non fa che impedire lo sviluppo e
        la diffusione di Linux in quanto non ha ancora la
        forza necessaria per imporre le sue
        regole.
        Penso che open e closed possano coesistere
        pacificamente anche su linux, avviene già con
        tanti programmi, non vedo perchè non si possa
        fare altrettanto per i
        driver.Gnu-Linux ormai ha superato il punto critico di di diffusione che non ha bisogno di "pregare" quei pezzenti che non danno i driver dei loro HW a linux.Saranno quei pezzenti a precipitarsi a rilasciare driver anche per Linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ha ragione Stalmann
          - Scritto da:
          Gnu-Linux ormai ha superato il punto critico di
          di diffusione che non ha bisogno di "pregare"
          quei pezzenti che non danno i driver dei loro HW
          a
          linux.
          Saranno quei pezzenti a precipitarsi a rilasciare
          driver anche per
          Linux.Sì, continua a sognare, domani il risveglio potrebbe mostrarti una realtà completamente diversa.Fortuna che non tutti la pensano così altrimenti GNU/Linux non avrebbe compiuto i buoni passi che ha fatto negli ultimi anni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ha ragione Stalmann

          Saranno quei pezzenti a precipitarsi a rilasciare
          driver anche per
          Linux.può anche essere ma ne risentirebbe sicuramente la stabilità generale di Linux. Li farebbero tanto per dire abbiamo fatto i driver senza contare che molti non sanno mettere le mani su linuxmeglio facciano accordi e driver vengano sviluppati in casa da chi sa come lavora il kernel
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann

        Penso che open e closed possano coesistere
        pacificamente anche su linux, avviene già con
        tanti programmi, non vedo perchè non si possa
        fare altrettanto per i
        driver.i driver, se inclusi nel kernel devono essere opense linkati se ne può parlare...ma se vedi il peso di nvidia.ko inizi a preoccuparti e molto dei driver chiusi
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Niente patti di riservatezza con nessuno.

        Se vogliono vendere il loro HW diano le

        specifiche per i driver, altrimenti lasceremo

        sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo

        quello per il quale i produttori rilasceranno le

        specifiche per i

        driver.

        Dal punto di vista filosofico-ideologico hai
        perfettamente ragione, ma dal punto di vista
        pratico questo non fa che impedire lo sviluppo e
        la diffusione di Linux in quanto non ha ancora la
        forza necessaria per imporre le sue
        regole.imporre le sue regole?allora è proprio vero che linux è la nuova frontiera del comunismo informaticohttp://images.google.com/images?svnum=10&hl=en&q=linux+communism&btnG=Search
        Penso che open e closed possano coesistere
        pacificamente anche su linux, avviene già con
        tanti programmi, non vedo perchè non si possa
        fare altrettanto per i
        driver.prima parli di imporre le sue regole e poi parli di convivenza... che furbetti! (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann

        Dal punto di vista filosofico-ideologico hai
        perfettamente ragione, ma dal punto di vista
        pratico questo non fa che impedire lo sviluppo
        e la diffusione di Linux in quanto non ha ancora
        la forza necessaria per imporre le sue
        regole.E invece e' proprio dal punta di vista praticoche serve la GPL, se cominciamo a paciugareil kernel con roba non free prima o poice lo vedremo sottrarre da qualche cravattaroammanicato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      - Scritto da:
      Niente patti di riservatezza con nessuno.
      Se vogliono vendere il loro HW diano le
      specifiche per i driver, altrimenti lasceremo
      sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo
      quello per il quale i produttori rilasceranno le
      specifiche per i
      driver.concordo al 100%come per gli alimenti ci deve essere scritto con cosa sono fatti, perkè uno eve sapere cosa mangia, anche su pc, automobili e elettrodometisci (e altra roba) le persone dovrebbero sapere come funziona.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann
        - Scritto da:
        come per gli alimenti ci deve essere scritto con
        cosa sono fatti, perkè uno eve sapere cosa
        mangia, anche su pc, automobili e
        elettrodometisci (e altra roba) le persone
        dovrebbero sapere come
        funziona.Stallman questo non lo chiede. Lui lo chiede per il software perché può essere studiato e riprodotto infinte volte a un costo quasi nullo e con strumenti alla portata di tutti. Non chiede le specifiche di tutto, non vuole sapere cosa ci mettono dentro la cocacola per riprodurla in casa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ha ragione Stalmann
          Io si...Come utente mi piacerebbe (leggasi ESIGO) sapere (se voglio e ne ho le competenze) cosa c'è nella pepsi che bevo, come funziona la macchina che guido, cosa va a toccare il software che uso, e come.Questo per poter valutare DA SOLO se una cosa è salutare, sicura o in altro modo conforme ai miei PERSONALISSIMI standardLa storia del "Si, noi sappiamo cosa è meglio per te" la lascio alla politica microsoft e ai suoi utenti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ha ragione Stalmann
            Grande! ti quoto in tutto! La politica redmondiana del "so io cosa è meglio per te" è solo tesa a mettertelo da dietro al momento più opportuno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ha ragione Stalmann
            - Scritto da:
            Io si...

            Come utente mi piacerebbe (leggasi ESIGO) sapere
            (se voglio e ne ho le competenze) cosa c'è nella
            pepsi che bevo, come funziona la macchina che
            guido, cosa va a toccare il software che uso, e
            come.
            Questo per poter valutare DA SOLO se una cosa è
            salutare, sicura o in altro modo conforme ai miei
            PERSONALISSIMI
            standard

            La storia del
            "Si, noi sappiamo cosa è meglio per te"
            la lascio alla politica microsoft e ai suoi utentiSe parli di HW, vuol dire che pretendi i progetti di ogni pezzo, ed è assolutamente assurdo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ha ragione Stalmann
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Io si...



            Come utente mi piacerebbe (leggasi ESIGO) sapere

            (se voglio e ne ho le competenze) cosa c'è nella

            pepsi che bevo, come funziona la macchina che

            guido, cosa va a toccare il software che uso, e

            come.

            Questo per poter valutare DA SOLO se una cosa è

            salutare, sicura o in altro modo conforme ai
            miei

            PERSONALISSIMI

            standard



            La storia del

            "Si, noi sappiamo cosa è meglio per te"

            la lascio alla politica microsoft e ai suoi
            utenti

            Se parli di HW, vuol dire che pretendi i progetti
            di ogni pezzo, ed è assolutamente
            assurdo.E perche' la carne in macelleria si ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      - Scritto da:
      Niente patti di riservatezza con nessuno.
      Se vogliono vendere il loro HW diano le
      specifiche per i driver, altrimenti lasceremo
      sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo
      quello per il quale i produttori rilasceranno le
      specifiche per i
      driver.Hai ragione. Saranno costretti a vendere il loro hardware solo a chi ha Windows e faranno la fame:)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Niente patti di riservatezza con nessuno.

        Se vogliono vendere il loro HW diano le

        specifiche per i driver, altrimenti lasceremo

        sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo

        quello per il quale i produttori rilasceranno le

        specifiche per i

        driver.

        Hai ragione. Saranno costretti a vendere il loro
        hardware solo a chi ha Windows e faranno la
        fame:)Presto potrebbe anche succedere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann
        Sono confuso, da quando la perdita di potenziali clienti è un bene per un produttore?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      - Scritto da:
      Niente patti di riservatezza con nessuno.
      Se vogliono vendere il loro HW diano le
      specifiche per i driver, altrimenti lasceremo
      sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo
      quello per il quale i produttori rilasceranno le
      specifiche per i
      driver.Stallman avrà anche ragione, tutti li vogliamo bene e li doviamo molto ma ha rotto una fettina i coglioni.Dovete sapere che a suo tempo la FSF aveva un sistema completo di tutto ma mancava il kernel. Proprio nello stesso periodo Linus tiro fuori Linux e la FSF se ne approprio (cioè lo incluse in GNU solo perchè linus lo aveva rilasciato sotto GPL).Stallman quindi deve iniziare a mettere meno bocca nello sviluppo di Linux (sembra il papa che vuole dirci come legiferare in italia).Ci sono tanti kernel liberi il buon Stallman può tranquillamente appropriarsi di un altroFabrizio
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann

        Proprio nello stesso periodo Linus tiro fuori
        Linux e la FSF se ne approprio (cioè lo incluseNon fu la fsf né stallman.Se ci devi raccontare la storiella almeno raccontala bene (magari se hai tempo guardati revolution os)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann
        Stan già sviluppando HURD.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann
        Assolutamente falso!Il sistema GNU era disponibile per tante architetture e kernel, c'era anche per Amiga. Il kernel Linux non è stato preso dalla FSF, ma GNU è stato messo attorno al kernel Linux dalla comunità che sviluppava il kernel per dargli un contorno di utility libere già pronte all'uso come compilatori, shell, linguaggi, librerie C, ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      ma questo Stalmann ogni tanto tampina qualcuna oppure si dedica 24x7 allo smaronamento totale dell'umanita' informatica? :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      Ha ragione Stallman. Se compro un pezzo di silicio ho diritto ad usarlo come cavolo mi pare e non come vuole il produttore. Ci vorrebbe una legge su questo. I produttori han rotto il caxxo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Stalmann
        - Scritto da:
        Ha ragione Stallman. Se compro un pezzo di
        silicio ho diritto ad usarlo come cavolo mi pare
        e non come vuole il produttore. Ci vorrebbe una
        legge su questo. I produttori han rotto il
        caxxo.è anche vero che il il produttore vende merda tu non sei obbligato a comprarla, l'importante è essere informati di ciò che si vuole comprarelascia perdere il fanatismo di stallman, con il suo maxi stipendio da docente pellegrino ormai può sparare tutte le cazzate che vuole
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      - Scritto da:
      Niente patti di riservatezza con nessuno.
      Se vogliono vendere il loro HW diano le
      specifiche per i driver, altrimenti lasceremo
      sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo
      quello per il quale i produttori rilasceranno le
      specifiche per i
      driver.che pauuura (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      - Scritto da:
      Niente patti di riservatezza con nessuno.
      Se vogliono vendere il loro HW diano le
      specifiche per i driver, altrimenti lasceremo
      sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo
      quello per il quale i produttori rilasceranno le
      specifiche per i
      driver.Stallmann ha ragione nella misura in cuisi manifesti la volonta' di non rispettarela GPL.Se gli NDA s'intendono su alcuni documentiinterni forniti agli sviluppatori non vedoil problema PERO' il codice prodotto da questidev'essere rigorosamente sotto GPL.Se per i produttori la possibilita' dicapire le cose studiandosi il codice rivelatroppo dei loro segreti allora pazienza,faremo a meno di quel dispositivo.E se Stallmann dice cosi' allora sonoperfettamente d'accordo con lui.La GPL e' la nostra garanzia, non facciamocelasoffiare!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Stalmann
      - Scritto da:
      Niente patti di riservatezza con nessuno.
      Se vogliono vendere il loro HW diano le
      specifiche per i driver, altrimenti lasceremo
      sugli scaffali quell' HW e acquisteremo solo
      quello per il quale i produttori rilasceranno le
      specifiche per i
      driver.il problema è che così facendo a restare sugli scaffali sarà Linux.....ad ogni modo ATI potrebbe rendere pubbliche le specifiche del proprio hardware, AMD in questo senso si è sempre mostrata molto disponibile....del resto pur di levarsi dalle scatole zio Bill penso siano disposti a fare questo ed altro....
  • TADsince1995 scrive:
    Segnali molto positivi
    Di recente ho comprato una economicissima webcam Trust wb-3400t. Sono riuscito a installarla (non senza qualche difficoltà, dato che i driver su ubuntu ci sono ma sono buggati, quindi ho dovuto riscaricarli e ricompilarli) e, mentre mi documentavo, mi sono imbattuto in svariati siti di produttori di chipset che rilasciano le specifiche dei loro componenti, liberamente fruibili.Già basterebbe che tutti rilasciassero le specifiche per far si che in poco tempo qualcuno tiri fuori un driver, qui gli si offre addirittura lo sviluppo gratuito. Insomma, più di così?TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: Segnali molto positivi
      - Scritto da: TADsince1995
      Di recente ho comprato una economicissima webcam
      Trust wb-3400t. Si,si lo sappiamo...e sappiamo anche che oramai ha il nome in codice (di sviluppo) TAD. :D
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Segnali molto positivi

        Si,si lo sappiamo...e sappiamo anche che oramai
        ha il nome in codice (di sviluppo) TAD.
        :DEheh, il driver in effetti è stato scritto da un italiano, ma non sono io. Anche se mi sto documentando sulla scrittura di driver per linux, mi piacerebbe arrivare a formarmi al punto di poter dare il mio contributo. Solo che il tempo libero è molto poco...TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Segnali molto positivi
          - Scritto da: TADsince1995

          Si,si lo sappiamo...e sappiamo anche che oramai

          ha il nome in codice (di sviluppo) TAD.

          :D

          Eheh, il driver in effetti è stato scritto da un
          italiano, ma non sono io. Anche se mi sto
          documentando sulla scrittura di driver per linux,
          mi piacerebbe arrivare a formarmi al punto di
          poter dare il mio contributo. Solo che il tempo
          libero è molto
          poco...

          TADDal tempo che passi a scrivere su questo forum le tue opinioni personali direi che di tempo libero ne hai in abbondanza. O P.I. ti paga per il tuo contributo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da:
            Dal tempo che passi a scrivere su questo forum le
            tue opinioni personali direi che di tempo libero
            ne hai in abbondanza. O P.I. ti paga per il tuo
            contributo?Non lo paga, la redazione sfrutta i muli dell'open writing.
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Dal tempo che passi a scrivere su questo forum
            le

            tue opinioni personali direi che di tempo libero

            ne hai in abbondanza. O P.I. ti paga per il tuo

            contributo?

            Non lo paga, la redazione sfrutta i muli
            dell'open
            writing.e voi che dite queste stupidaggini
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Dal tempo che passi a scrivere su questo forum

            le


            tue opinioni personali direi che di tempo
            libero


            ne hai in abbondanza. O P.I. ti paga per il
            tuo


            contributo?



            Non lo paga, la redazione sfrutta i muli

            dell'open

            writing.

            e voi che dite queste stupidagginiMa fatti due risate, possibile che qui la gente prenda tutto sul serio...
          • mikeUS scrive:
            Re: Segnali molto positivi

            Ma fatti due risate, possibile che qui la gente
            prenda tutto sul
            serio...Ma possibile che la gente prenda tutto alla leggera, altro che serio!Non e' umanamente possibile menarla con la storia dei muli, dei macachi, dei dragasaccocce tutti i santi giorni.Non so quale forza mi spinga a leggere i commenti...forse quelle perle che si trovano ogni tanto, quelle discussioni serie che ti lasciano con qualcosa in piu'.Il rapporto segnale rumore pero' e' incredibilmente basso.Vorrei che il sistema di moderazione fosse piu' sfruttato...
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Segnali molto positivi

            Dal tempo che passi a scrivere su questo forum le
            tue opinioni personali direi che di tempo libero
            ne hai in abbondanza. O P.I. ti paga per il tuo
            contributo?Beh dai, una cosa è scrivere un post ogni tanto (ci sto pochi secondi e non è sempre che scrivo), un'altra è dedicarsi a un progettino personale, in particolare di qualcosa di complesso e delicato come un driver...Tra lavoro, palestra, ragazza... Non è facile. Purtroppo.TAD
          • markoer scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da: TADsince1995[...]
            Beh dai, una cosa è scrivere un post ogni tanto
            (ci sto pochi secondi e non è sempre che scrivo),
            un'altra è dedicarsi a un progettino personale,
            in particolare di qualcosa di complesso e
            delicato come un
            driver...
            Tra lavoro, palestra, ragazza... Non è facile.
            Purtroppo.

            TADIgnora gli sfigati... l'unica risposta possibile è "get a life"Ciao
          • staza scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: TADsince1995
            [...]

            Beh dai, una cosa è scrivere un post ogni tanto

            (ci sto pochi secondi e non è sempre che
            scrivo),

            un'altra è dedicarsi a un progettino personale,

            in particolare di qualcosa di complesso e

            delicato come un

            driver...

            Tra lavoro, palestra, ragazza... Non è facile.

            Purtroppo.



            TAD

            Ignora gli sfigati... l'unica risposta possibile
            è "get a
            life"

            Ciaogià solo la ragazza succhia molte risorse :)
        • rockroll scrive:
          Re: Segnali molto positivi
          - Scritto da: TADsince1995

          Si,si lo sappiamo...e sappiamo anche che oramai

          ha il nome in codice (di sviluppo) TAD.

          :D

          Eheh, il driver in effetti è stato scritto da un
          italiano, ma non sono io. Anche se mi sto
          documentando sulla scrittura di driver per linux,
          mi piacerebbe arrivare a formarmi al punto di
          poter dare il mio contributo. Solo che il tempo
          libero è molto
          poco...

          TADSe lo fai sei un grande!Anche io sto cercando materiale per documentarmi, ma non sara affatto facile riuscire a dare un contributo significativo. E non dar retta a chi, invidioso ed ignorante, penserà bene di sfotterti per la tua intenzione di contribuire alla causa comune..
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Segnali molto positivi

            Se lo fai sei un grande!
            Anche io sto cercando materiale per documentarmi,Ecco quà: ;)http://www.oreilly.com/catalog/linuxdrive3/book/index.csp
            ma non sara affatto facile riuscire a dare un
            contributo significativo.Con pazienza... A me piacerebbe avere qualche device pci/usb diciamo "dummy", in modo da poter sperimentare su questo prima di dedicarmi ad hardware veri, che so una roba tipo un display a led collegato via usb o cose simili...
            E non dar retta a chi, invidioso ed ignorante,
            penserà bene di sfotterti per la tua intenzione
            di contribuire alla causa
            comune.Non mi offendo, però mi dispiace e non capisco perchè lo fanno. Forse loro non hanno una passione da coltivare, boh!TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi

            Non mi offendo, però mi dispiace e non capisco
            perchè lo fanno. Forse loro non hanno una
            passione da coltivare,
            boh!

            TADAttento che con "passione da coltivare" adesso ti possono chiudere il sito e bannare per sempre....
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi

            Attento che con "passione da coltivare" adesso
            ti possono chiudere il sito e bannare per
            sempre....Ma ROTFL!!
          • rockroll scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da: TADsince1995

            Se lo fai sei un grande!

            Anche io sto cercando materiale per
            documentarmi,

            Ecco quà: ;)

            http://www.oreilly.com/catalog/linuxdrive3/book/in


            ma non sara affatto facile riuscire a dare un

            contributo significativo.

            Con pazienza... A me piacerebbe avere qualche
            device pci/usb diciamo "dummy", in modo da poter
            sperimentare su questo prima di dedicarmi ad
            hardware veri, che so una roba tipo un display a
            led collegato via usb o cose
            simili...


            E non dar retta a chi, invidioso ed ignorante,

            penserà bene di sfotterti per la tua intenzione

            di contribuire alla causa

            comune.

            Non mi offendo, però mi dispiace e non capisco
            perchè lo fanno. Forse loro non hanno una
            passione da coltivare,
            boh!

            TADTi ringrazio per la segnalazione, vedrò di dedicarmi a questa cosa ed simili, che mi interessano: il brutto è che sono colpevolmente ignorante del mondo Open, con tutto il tesoro di software disponibile come source. Ho dormito finora, rimandando sempre la cosa, ma voglio svegliarmi, non è mai troppo tardi, anche se devo partire da zero. Il vero problema e quello solito, il tempo che possiamo dedicare a questa passione.Apprezzo il fatto che tu abbia degli ideali di questo tipo, una passione da coltivare.Non sono molti al giorno d'oggi quelli come te, anzi; dalle risposte vedi da che tipi siamo circondati... Non mollare - ciao - rockroll.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 febbraio 2007 04.05-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Segnali molto positivi
      - Scritto da: TADsince1995snip
      Già basterebbe che tutti rilasciassero le
      specifiche per far si che in poco tempo qualcuno
      tiri fuori un driver, qui gli si offre
      addirittura lo sviluppo gratuito. Insomma, più di
      così?..utenti consapevoli che _NON_ comprano device che non rilascino le specifiche. mi parrebbe moooolto megliociao

      TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: Segnali molto positivi
      - Scritto da: TADsince1995
      Di recente ho comprato una economicissima webcam
      Trust wb-3400t. Sono riuscito a installarla (non
      senza qualche difficoltà, dato che i driver su
      ubuntu ci sono ma sono buggati, quindi ho dovuto
      riscaricarli e ricompilarli) e, mentre mi
      documentavo, mi sono imbattuto in svariati siti
      di produttori di chipset che rilasciano le
      specifiche dei loro componenti, liberamente
      fruibili.

      Già basterebbe che tutti rilasciassero le
      specifiche per far si che in poco tempo qualcuno
      tiri fuori un driver, qui gli si offre
      addirittura lo sviluppo gratuito. Insomma, più di
      così?

      TADMa sei fuori? hai appena detto che per installarti una webcam del casso ti sei dovuto ricompilare i driver scaricati e che quelli di sistema erano buggati, adesso grazie al rilascio delle specifiche verranno fatti driver assolutamente non certificati da volontari non pagati ed esclami "Più di così?"E poi vedremo per quali distribuzioni funzioneranno, ho capito che il kernel è sempre quello (più o meno), ma basta che cambi un singolo percorso e non funziona più nulla.Se questo linux dovrebbe essere sinonimo di libertà sappi che io la libertà non la vedo proprio, se acquisto un server HP o IBM posso installare solo la distro che mi indicato loro (se voglio garanzia di funzionamento), se voglio acquistare un qualsiasi software multipiattaforma si vede sempre scritto la distro con la quale funzionerà certamente e sono sembre quelle... Red Hat e Suse e spesso non tutte e due. Ma che libertà ho? Non pago il sistema e poi come un burattino seguo gli umori dei volontari e le specifiche ridotte dei produttori. E poi, se vogliamo dirla tutta, non è che una Suse o una Red Hat Enterprise costi molto meno di un Windows Server.Io spero vivamente che il mondo linux maturi nel senso che sia più fruibile per tutti, non sono pro MS e personalmente ho installato e sto provando diverse distro (la Debian è quella che più mi "rilassa", la ho qui accanto e sto imparando l'apt-get), però non possiamo far finta che i problemi non ci siano e che MS sia una schifezza per forza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Segnali molto positivi
        - Scritto da:
        Ma sei fuori? hai appena detto che per
        installarti una webcam del casso ti sei dovuto
        ricompilare i driver scaricati e che quelli di
        sistema erano buggati, adesso grazie al rilascio
        delle specifiche verranno fatti driver
        assolutamente non certificati da volontari non
        pagati ed esclami "Più di
        così?"
        E poi vedremo per quali distribuzioni
        funzioneranno, ho capito che il kernel è sempre
        quello (più o meno), ma basta che cambi un
        singolo percorso e non funziona più
        nulla.Da come parli sembra che tu non abbia la minima competenza al riguardo.I driver scritti verrebbero inseriti nel kernel, in questo modo le periferiche verrebbero riconosciute al volo (da qualsiasi distro).I driver che ci sono in giro oggi sono buggati perchè per la maggior parte di essi è stato necessario fare reverse engineering.Con le specifiche a disposizione è tutta un'altra cosa.E cmq se quei "volontari non pagati" riescono a far funzionare un kernel, perchè non potrebbero scrivere driver funzionanti?
        Se questo linux dovrebbe essere sinonimo di
        libertà sappi che io la libertà non la vedo
        proprio, se acquisto un server HP o IBM posso
        installare solo la distro che mi indicato loro
        (se voglio garanzia di funzionamento), se voglio
        acquistare un qualsiasi software multipiattaforma
        si vede sempre scritto la distro con la quale
        funzionerà certamente e sono sembre quelle... Red
        Hat e Suse e spesso non tutte e due. Ma che
        libertà ho? Non pago il sistema e poi come un
        burattino seguo gli umori dei volontari e le
        specifiche ridotte dei produttori. E poi, se
        vogliamo dirla tutta, non è che una Suse o una
        Red Hat Enterprise costi molto meno di un Windows
        Server.Se compri un server non ti affidi ai "volontari", ma a Red Hat e Suse, che non sono esattamente "volontari"! Ed è giusto se paghi l'assistenza. Se scegli Linux in ambito server è perchè lo ritieni più affidabile, più sicuro, più stabile, più quello che vuoi tu, non perchè sia gratis.E cmq che diavolo c'entra l'ambito server con le stupidissime periferiche dell'ambito desktop??
        Io spero vivamente che il mondo linux maturi nel
        senso che sia più fruibile per tutti, non sono
        pro MS e personalmente ho installato e sto
        provando diverse distro (la Debian è quella che
        più mi "rilassa", la ho qui accanto e sto
        imparando l'apt-get), però non possiamo far finta
        che i problemi non ci siano e che MS sia una
        schifezza per
        forza.Nessuno lo nega! TAD ha semplicemente detto che la situazione può migliorare moltissimo grazie a questa iniziativa; e il nome di MS non l'ho visto neanche di striscio, quindi sei tu che lo tiri fuori (senza alcun motivo).A mio avviso hai perso una buona occasione per stare zitto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Segnali molto positivi


          Da come parli sembra che tu non abbia la minima
          competenza al
          riguardo.Infatti, ma questo conferma il fatto che se non hai competenze non puoi usare linux...
          I driver scritti verrebbero inseriti nel kernel,
          in questo modo le periferiche verrebbero
          riconosciute al volo (da qualsiasi
          distro).Ok, quindi se voglio far vedere la mia Radeon 9800 alla Debian che ho qui accanto devo scaricarmi un kernel nuovo? già compilato o da compilare? e quando? vediamo, ho il 2.6... ok aspetto un anno per il 2.8!Forse io non capirò molto ma spiegami tu gentilmente cosa intendi per driver nel kernel.E poi molti driver comprendo software, ad esempio per le all-in-one, non basta che sistema ci sappia dialogare correttamente, ci vuole il software per scansionare o mandare i fax ecc. Anche quello funzionerà con tutte le distro?
          I driver che ci sono in giro oggi sono buggati
          perchè per la maggior parte di essi è stato
          necessario fare reverse
          engineering.
          Con le specifiche a disposizione è tutta un'altra
          cosa.
          E cmq se quei "volontari non pagati" riescono a
          far funzionare un kernel, perchè non potrebbero
          scrivere driver
          funzionanti?
          Devi avere un pò la cosa di paglia sai? Non ho mica detto che gli sviluppatori sono incapaci e che scrivono driver bacati.. ho semplicemente sottolineato la difficoltà con la quale si lavora adesso e che comunque, i volontari, scriverebbero driver non "ufficiali". Sai che il driver fa parte dell'hardware? Sai che se io fondo la mia scheda video non me la cambiano se non ho operato con driver certificati?

          Se compri un server non ti affidi ai "volontari",
          ma a Red Hat e Suse, che non sono esattamente
          "volontari"! Ed è giusto se paghi l'assistenza.
          Se scegli Linux in ambito server è perchè lo
          ritieni più affidabile, più sicuro, più stabile,
          più quello che vuoi tu, non perchè sia
          gratis.
          E cmq che diavolo c'entra l'ambito server con le
          stupidissime periferiche dell'ambito
          desktop??
          Tu hai troppa fantasia o stai cercando qualcuno con il quale sfogarsi. Io NON ho detto che non è giusto pagare. Io ho detto, riassumendo, che le mie scelte in ambito linux alla fine risultano limitate, in contrasto quindi con una filosofia dei suoi evangelizzatori che lo vedono una scelta di libertà. Questo accade sia in ambito desktop che server, giusto per estendere il discorso.

          Nessuno lo nega! TAD ha semplicemente detto che
          la situazione può migliorare moltissimo grazie a
          questa iniziativa; e il nome di MS non l'ho visto
          neanche di striscio, quindi sei tu che lo tiri
          fuori (senza alcun
          motivo).
          Ed io ho detto che lo spero ma che ha poco da essere contento per adesso. Non è che siamo distanti anni luce sai...Il nome di MS l'ho tirato fuori io, non ho mica offeso nessuno, non ho mica detto che TAD è un ignorante, non ho mica detto che MS è meglio di questo o di quello, commenti che si trovano invece abbastaza frequentemente sulle notizie che riguardano Windows...Tu piuttosto, perchè "difendi" TAD che di certo non ha bisogno del tuo aiuto? ne sei segretamente innamorato?
          A mio avviso hai perso una buona occasione per
          stare
          zitto.Si, sicuramente. Se gentilmente mi fai sapere QUANDO posso parlare, di COSA posso parlare (MS già ho capito che non va bene) ed anche a CHI posso rispondere mi faresti un grande favore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da:




            Da come parli sembra che tu non abbia la minima

            competenza al

            riguardo.

            Infatti, ma questo conferma il fatto che se non
            hai competenze non puoi usare
            linux...
            No, vuol dire che sarebbe meglio non sputare sentenze riguardo cose di cui non conosci il funzionamento.

            I driver scritti verrebbero inseriti nel kernel,

            in questo modo le periferiche verrebbero

            riconosciute al volo (da qualsiasi

            distro).

            Ok, quindi se voglio far vedere la mia Radeon
            9800 alla Debian che ho qui accanto devo
            scaricarmi un kernel nuovo? già compilato o da
            compilare? e quando? vediamo, ho il 2.6... ok
            aspetto un anno per il
            2.8!
            Forse io non capirò molto ma spiegami tu
            gentilmente cosa intendi per driver nel
            kernel.
            E poi molti driver comprendo software, ad esempio
            per le all-in-one, non basta che sistema ci
            sappia dialogare correttamente, ci vuole il
            software per scansionare o mandare i fax ecc.
            Anche quello funzionerà con tutte le
            distro?Tralasciando i dettagli tecnici:quello che offrono gli sviluppatori è scrivere gratuitamente i driver per le periferiche (visto che i produttori non ne vogliono sapere).In questo modo le periferiche verranno riconosciute immediatamente (senza doversi sbattere per compilare/installare driver). Non devi ricompilarti nulla; visto che sai usare apt-get fai un semplicissimo upgrade che ti scarica ed installa gli aggiornamenti. Tu non dovrai preoccuparti di nulla.Riguardo al software per le all-in-one non sto qui a risponderti perchè non c'entra un tubo con i driver.

            I driver che ci sono in giro oggi sono buggati

            perchè per la maggior parte di essi è stato

            necessario fare reverse

            engineering.

            Con le specifiche a disposizione è tutta
            un'altra

            cosa.

            E cmq se quei "volontari non pagati" riescono a

            far funzionare un kernel, perchè non potrebbero

            scrivere driver

            funzionanti?



            Devi avere un pò la cosa di paglia sai? Non ho
            mica detto che gli sviluppatori sono incapaci e
            che scrivono driver bacati.. ho semplicemente
            sottolineato la difficoltà con la quale si lavora
            adesso e che comunque, i volontari, scriverebbero
            driver non "ufficiali". Sai che il driver fa
            parte dell'hardware? Sai che se io fondo la mia
            scheda video non me la cambiano se non ho operato
            con driver
            certificati?Nessuna coda di paglia, probabilmente ho frainteso il termine "volontari non paganti", pensavo fosse inteso in senso dispregiativo.Per quanto riguarda la tua scheda esistono i driver ufficiali ATI. Sei libero di scegliere se rischiare con driver open, o andare sul sicuro e scegliere i driver ufficiali.Per tutto il resto dell'HW, se usi Linux e pretendi driver certificati, compra HW con driver certificati per linux, non vedo il problema.E cmq non è detto che le case produttrici non certifichino i driver scritti dagli sviluppatori.La questione qui è che con il rilascio delle specifiche si potranno avere driver che funzionano come si deve. Mentre adesso ci si deve accontentare di driver azzoppati a causa delle specifiche mancanti.



            Se compri un server non ti affidi ai
            "volontari",

            ma a Red Hat e Suse, che non sono esattamente

            "volontari"! Ed è giusto se paghi l'assistenza.

            Se scegli Linux in ambito server è perchè lo

            ritieni più affidabile, più sicuro, più stabile,

            più quello che vuoi tu, non perchè sia

            gratis.

            E cmq che diavolo c'entra l'ambito server con le

            stupidissime periferiche dell'ambito

            desktop??



            Tu hai troppa fantasia o stai cercando qualcuno
            con il quale sfogarsi. Io NON ho detto che non è
            giusto pagare. Io ho detto, riassumendo, che le
            mie scelte in ambito linux alla fine risultano
            limitate, in contrasto quindi con una filosofia
            dei suoi evangelizzatori che lo vedono una scelta
            di libertà. Questo accade sia in ambito desktop
            che server, giusto per estendere il
            discorso.La libertà di cui si parla è il codice open.In ambito server è assolutamente necessaria l'assistenza. Per avere assistenza ti affidi ad una certa azienda che la fornisce. Ovviamente DEVI installare la distro per cui loro forniscono assistenza. Ma resta il fatto che hai accesso al codice sorgente, ed in casi particolari puoi modificare e ricompilare driver per adattarli alle esigenze del tuo server. Questa è la "libertà" di cui si parla. Non l'indipendenza assoluta da qualsiasi azienda che fornisce assistenza.



            Nessuno lo nega! TAD ha semplicemente detto che

            la situazione può migliorare moltissimo grazie a

            questa iniziativa; e il nome di MS non l'ho
            visto

            neanche di striscio, quindi sei tu che lo tiri

            fuori (senza alcun

            motivo).



            Ed io ho detto che lo spero ma che ha poco da
            essere contento per adesso. Non è che siamo
            distanti anni luce
            sai...
            Il nome di MS l'ho tirato fuori io, non ho mica
            offeso nessuno, non ho mica detto che TAD è un
            ignorante, non ho mica detto che MS è meglio di
            questo o di quello, commenti che si trovano
            invece abbastaza frequentemente sulle notizie che
            riguardano
            Windows...
            Tu piuttosto, perchè "difendi" TAD che di certo
            non ha bisogno del tuo aiuto? ne sei segretamente
            innamorato?No, mi ha semplicemente irritato il tuo atteggiamento, visto è considerato che su molti argomenti ne sai poco.Hai esordito dicendo "Ma sei fuori?", considerando che il ragionamento di TAD è del tutto condivisibile (anche se non da tutti) e che le tue argomentazioni erano quantomeno lacunose, ho deciso di intervenire :pPer quanto riguarda MS e Win, continuo a non capire cosa c'entrino. Non è una giustificazione dire "negli altri topic c'è gente (TROLL) che dice che Linux è meglio di Win".


            A mio avviso hai perso una buona occasione per

            stare

            zitto.

            Si, sicuramente. Se gentilmente mi fai sapere
            QUANDO posso parlare, di COSA posso parlare (MS
            già ho capito che non va bene) ed anche a CHI
            posso rispondere mi faresti un grande
            favore.Si, questa me la potevo risparmiare, mi scuso.Intendevo dire che sarebbe meglio informarsi meglio prima di dare giudizi affrettati.Sono scaduto nell'insulto, e mi sono semi-trollizzato. Ancora scusa :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi


            No, vuol dire che sarebbe meglio non sputare
            sentenze riguardo cose di cui non conosci il
            funzionamento.
            Concordo ma non mi sembra di aver sputato sentenze.

            Tralasciando i dettagli tecnici:
            quello che offrono gli sviluppatori è scrivere
            gratuitamente i driver per le periferiche (visto
            che i produttori non ne vogliono
            sapere).
            In questo modo le periferiche verranno
            riconosciute immediatamente (senza doversi
            sbattere per compilare/installare driver). Non
            devi ricompilarti nulla; visto che sai usare
            apt-get fai un semplicissimo upgrade che ti
            scarica ed installa gli aggiornamenti. Tu non
            dovrai preoccuparti di
            nulla.Ti ringrazio per la spiegazione ma continuo a non capire. apt-get fa gli aggiornamenti dei pacchetti sempre che non ci siano dipendenze, giusto? non capisco sti benedetti driver dovo sono inseriti, nel kernel? in dei file a parte? dovrò aspettare il rilascio di un nuovo kernel o potrò trovare il driver singolo per la periferica che mi serve?
            Riguardo al software per le all-in-one non sto
            qui a risponderti perchè non c'entra un tubo con
            i
            driver.
            Capisco che non sono driver ma, purtroppo, a volte sono parte integrante della periferica. E' vero che sono stato io a divagare nell'ambito server ma tornando al desktop dobbiamo ricordarci dell'utente che ca al super-mercato e si compra la stampante da 100 euro, la userà con la sua distro? qualunque essa sia?

            Nessuna coda di paglia, probabilmente ho
            frainteso il termine "volontari non paganti",
            pensavo fosse inteso in senso
            dispregiativo.
            Per quanto riguarda la tua scheda esistono i
            driver ufficiali ATI. Sei libero di scegliere se
            rischiare con driver open, o andare sul sicuro e
            scegliere i driver
            ufficiali.
            Per tutto il resto dell'HW, se usi Linux e
            pretendi driver certificati, compra HW con driver
            certificati per linux, non vedo il
            problema.E' proprio quello che dicevo, che inzio a perdere la mia libertà nel momento che devo scegliere la distro in base all'hardware che dovrò aggiungere.
            E cmq non è detto che le case produttrici non
            certifichino i driver scritti dagli
            sviluppatori.Dubito, comunque è possibile.
            La questione qui è che con il rilascio delle
            specifiche si potranno avere driver che
            funzionano come si deve. Mentre adesso ci si deve
            accontentare di driver azzoppati a causa delle
            specifiche
            mancanti.
            Bene

            La libertà di cui si parla è il codice open.
            In ambito server è assolutamente necessaria
            l'assistenza. Per avere assistenza ti affidi ad
            una certa azienda che la fornisce. Ovviamente
            DEVI installare la distro per cui loro forniscono
            assistenza. Ma resta il fatto che hai accesso al
            codice sorgente, ed in casi particolari puoi
            modificare e ricompilare driver per adattarli
            alle esigenze del tuo server. Questa è la
            "libertà" di cui si parla. Non l'indipendenza
            assoluta da qualsiasi azienda che fornisce
            assistenza.
            Si, hai ragione al 100% ma cerchiamo anche di constestualizzare ed essere pratici: chi casso se lo cambia il sorgente per adattarlo alle sue esigenze? Devi avere tempo e risorse, prendi ad esempio tutta la PMI Italiana: devono produrre e guadagnare, non hanno nè il tempo nè la voglia di adattarsi un driver o un software in nome della libertà della distro, si prendono un Windows a 3000 euro (per assurdo) e fanno prima.Ed anche adattando allora rimaniamo fermi sulla piattaforma sul quale abbiamo fatto la modifica, insomma, io non credo che sia così semplice.

            No, mi ha semplicemente irritato il tuo
            atteggiamento, visto è considerato che su molti
            argomenti ne sai
            poco.
            Hai esordito dicendo "Ma sei fuori?",
            considerando che il ragionamento di TAD è del
            tutto condivisibile (anche se non da tutti) e
            cheSi ma come vedi mi ha risposto a tono in un altro post. La mia esclamazione è stato dettata da questa sua fanciullesca felicità su una notizia che in buona sostanza dice: "Pur di migliorare la situazione lavoriamo gratis, dateci ste specifiche pensiamo a tutti noi"A me fa tristezza, altro che felicità! Ho già scritto su un altro post la mia idea, la comunità dovrebbe standardizzare certe cose in modo che chi debba scrivere un driver o un software può essere certo che girerà su tutte le distro, linux farebbe un salto enorme, credo che annienterebbe MS in pochi anni.
            le tue argomentazioni erano quantomeno lacunose,Sono felice, e non è ironico, che qualcuno possa colmare le mie lacune
            ho deciso di intervenire
            :p
            Per quanto riguarda MS e Win, continuo a non
            capire cosa c'entrino. Non è una giustificazione
            dire "negli altri topic c'è gente (TROLL) che
            dice che Linux è meglio di
            Win".
            Quella era la mia risposta a te sul fatto che non avevo introdotto MS in tono di sfida o confronto meglio/peggio, non la mia risposta a TAD, e comunque è la verità, basta che vai a vedere i forum su Vista dei giorni scorsi.Quando si parla di linux riesco a imparare qualcosa dai commenti, quando si parla di windows ormai e meglio non leggerli neppure, dimmi che non è vero!
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da:

            Tralasciando i dettagli tecnici:

            quello che offrono gli sviluppatori è scrivere

            gratuitamente i driver per le periferiche (visto

            che i produttori non ne vogliono

            sapere).

            In questo modo le periferiche verranno

            riconosciute immediatamente (senza doversi

            sbattere per compilare/installare driver). Non

            devi ricompilarti nulla; visto che sai usare

            apt-get fai un semplicissimo upgrade che ti

            scarica ed installa gli aggiornamenti. Tu non

            dovrai preoccuparti di

            nulla.

            Ti ringrazio per la spiegazione ma continuo a non
            capire. apt-get fa gli aggiornamenti dei
            pacchetti sempre che non ci siano dipendenze,
            giusto? non capisco sti benedetti driver dovo
            sono inseriti, nel kernel? in dei file a parte?
            dovrò aspettare il rilascio di un nuovo kernel o
            potrò trovare il driver singolo per la periferica
            che mi
            serve?In genere dipende da che tipo di driver si tratta. Può essere incluso nel kernel oppure può essere un modulo.Ma ci pensa cmq apt-get a scaricarli ed installarli/aggiornarli.Il kernel stesso viene aggiornato da apt-get su Debian (e derivate), in quanto è possibile scaricarlo sottoforma di pacchetto. Non è necessario installare da capo la distro per avere un kernel nuovo.

            Riguardo al software per le all-in-one non sto

            qui a risponderti perchè non c'entra un tubo con

            i

            driver.



            Capisco che non sono driver ma, purtroppo, a
            volte sono parte integrante della periferica. E'
            vero che sono stato io a divagare nell'ambito
            server ma tornando al desktop dobbiamo ricordarci
            dell'utente che ca al super-mercato e si compra
            la stampante da 100 euro, la userà con la sua
            distro? qualunque essa
            sia?
            Quello che intendevo dire è che software e driver sono da considerare separatamente.Può esistere il software adatto per un certo tipo di periferica, ma senza driver non è utilizzabile.Oppure può esistere il driver per una all-in-one ma non esistere un software che la gestisca.Il problema della mancanza di software per linux in certi ambiti esista, ma non è da ricondurre ai driver.Ovviamente va affrontato e risolto anche questo, ma questa iniziativa mira ad altri scopi (driver, appunto).N.B.: Non ho idea del SW esistente per le all-in-one, potrebbe pure esistere per linux. Solo che io non ci ho mai avuto a che fare :D

            E' proprio quello che dicevo, che inzio a perdere
            la mia libertà nel momento che devo scegliere la
            distro in base all'hardware che dovrò aggiungere.
            Secondo logica dovrebbe essere il contrario. Compri l'HW in base alla distro che hai. Se hai un Mac sei costretto ad acquistare solo HW che funzioni con Mac. Allo stesso modo per Linux.Poichè però tutti i produttori di periferiche in ambito desktop mirano all'utenza Win (perchè è la più consistente) e poichè la maggior parte dell'utenza installa Linux solo in un secondo momento (non lo trova installato sul PC), sei "vincolato" in un certo senso.Ma ripeto, non è questo il tipo di libertà di cui parla la filosofia Open; si riferisce alla possibilità di accedere al codice.

            E cmq non è detto che le case produttrici non

            certifichino i driver scritti dagli

            sviluppatori.

            Dubito, comunque è possibile.Più che altro speriamo !

            Si, hai ragione al 100% ma cerchiamo anche di
            constestualizzare ed essere pratici: chi casso se
            lo cambia il sorgente per adattarlo alle sue
            esigenze? Devi avere tempo e risorse, prendi ad
            esempio tutta la PMI Italiana: devono produrre e
            guadagnare, non hanno nè il tempo nè la voglia di
            adattarsi un driver o un software in nome della
            libertà della distro, si prendono un Windows a
            3000 euro (per assurdo) e fanno
            prima.
            Ed anche adattando allora rimaniamo fermi sulla
            piattaforma sul quale abbiamo fatto la modifica,
            insomma, io non credo che sia così
            semplice.
            Senza dubbio in pratica solo l'1% degli utenti linux mette mano al codice (la percentuale è indicativa, non conosco quella reale).Ma proprio grazie a quell'1% il resto degli utenti ha a disposizione una quantità di SW (e driver).Io metto mano al codice di un programma raramente, semplicemente perchè (come la maggior parte degli utenti) non ho le conoscenze adatte per farlo. Però mi è capitato spesso di avere un crash di qualche programma linux e sono riuscito a risolverlo ricompilando (magari con qualche patch scaricata in qualche forum). Ho anche segnalato un bug su un'applicazione Gnome che è stato corretto nella versione successiva.Mentre non riesco ancora a capire perche sul mio WinXP iTunes e Picasa crashano in continuazione! In ambito server il discorso cambia leggermente, in quanto si ipotizza che un sistemista molto esperto possa essere in grado di modificare e ricompilare il codice per ottimizzarlo alla propria macchina.Grazie a questa capacità di "adattamento" linux gira su moltissime piattaforme.
            Si ma come vedi mi ha risposto a tono in un altro
            post. La mia esclamazione è stato dettata da
            questa sua fanciullesca felicità su una notizia
            che in buona sostanza dice: "Pur di migliorare la
            situazione lavoriamo gratis, dateci ste
            specifiche pensiamo a tutti
            noi"
            A me fa tristezza, altro che felicità! Ho già
            scritto su un altro post la mia idea, la comunità
            dovrebbe standardizzare certe cose in modo che
            chi debba scrivere un driver o un software può
            essere certo che girerà su tutte le distro, linux
            farebbe un salto enorme, credo che annienterebbe
            MS in pochi
            anni.
            Io invece sono convinto che questa iniziativa sia un modo per accelerare di molto i tempi. Un produttore HW che fino ad ora non ha distribuito driver per Linux probabilmente non lo farà neanche in futuro. Ma forse qualcuno renderà note le specifiche e permetterà lo sviluppo di driver. Tutto a vantaggio dell'utenza!


            le tue argomentazioni erano quantomeno lacunose,

            Sono felice, e non è ironico, che qualcuno possa
            colmare le mie
            lacuneSia ben chiaro, non mi ritengo un esperto in materia. Solo che le tue "accuse" (prendi il termine con le molle...) erano basate su cose che ritenevo sbagliate.

            Quella era la mia risposta a te sul fatto che non
            avevo introdotto MS in tono di sfida o confronto
            meglio/peggio, non la mia risposta a TAD, e
            comunque è la verità, basta che vai a vedere i
            forum su Vista dei giorni
            scorsi.
            Quando si parla di linux riesco a imparare
            qualcosa dai commenti, quando si parla di windows
            ormai e meglio non leggerli neppure, dimmi che
            non è
            vero!Vorresti dire che non hai imparato nulla dai post di Crazy??? (rotfl)(rotfl)(rotfl)A MORTE VISTA!A MORTE IL TC!!! :D
      • markoer scrive:
        Re: Segnali molto positivi
        - Scritto da: [...]
        Ma che
        libertà ho? Non pago il sistema e poi come un
        burattino seguo gli umori dei volontari e le
        specifiche ridotte dei produttori.Ed è peggio o meglio di seguire le esigenze di marketing di Microsoft? che rilascia un sistema operativo ogni 5 anni (CINQUE ANNI, nel 2007!!!) e pure copiando gli altri :-) e discontinua l'assistenza alla stragrande maggioranza dei suoi utenti, costringendoli ad aggiornare a Windows XYZ e Office ZYX perché la vecchia versione non gli permette più di lavorare?
        E poi, se
        vogliamo dirla tutta, non è che una Suse o una
        Red Hat Enterprise costi molto meno di un Windows
        Server.Ma hai una scelta. Il kernel è lo stesso, puoi installare altro, funzionerà comunque.Con Windows dove è la scelta?
        Io spero vivamente che il mondo linux maturi nel
        senso che sia più fruibile per tutti, non sono
        pro MS e personalmente ho installato e sto
        provando diverse distro (la Debian è quella che
        più mi "rilassa", la ho qui accanto e sto
        imparando l'apt-get), però non possiamo far finta
        che i problemi non ci siano e che MS sia una
        schifezza per forza.Non è un fatto di schifezza. Ormai i sistemi operativi si equivalgono in gran parte. Ma non sono tutti uguali, e c'è una differenza qualitativa nello scegliere l'open source.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Segnali molto positivi
          - Scritto da: markoer
          - Scritto da:
          [...]

          Ma che

          libertà ho? Non pago il sistema e poi come un

          burattino seguo gli umori dei volontari e le

          specifiche ridotte dei produttori.

          Ed è peggio o meglio di seguire le esigenze di
          marketing di Microsoft? che rilascia un sistema
          operativo ogni 5 anni (CINQUE ANNI, nel 2007!!!)
          e pure copiando gli altri :-) e discontinua
          l'assistenza alla stragrande maggioranza dei suoi
          utenti, costringendoli ad aggiornare a Windows
          XYZ e Office ZYX perché la vecchia versione non
          gli permette più di
          lavorare?

          A parte che non è così per la retrocompatibilità, non volevo trasformare questo discorso in un Linux vs MS

          E poi, se

          vogliamo dirla tutta, non è che una Suse o una

          Red Hat Enterprise costi molto meno di un
          Windows

          Server.

          Ma hai una scelta. Il kernel è lo stesso, puoi
          installare altro, funzionerà
          comunque.

          Con Windows dove è la scelta?
          La mia esperienza in ambito server? Controller RAID non supportati, schede ISDN non supportate, driver degli storage non performanti.Con Windows ho la scelta di acquistare l'hardware che voglio, con linux rimango nell'incertezza del futuro. Se installa una Debian in un server HP/IBM e chiamo l'assistenza... NON mi aiutano a meno che siano problemi hardware.. ma anche in quel caso, se mi chiedono di installare una utility per controllare questo o quello? che gli dico?NON sto dicendo meglio o peggio e neppure che sia colpa degli sviluppatori del kernel, sto dicendo che prima di mettere su un server devo controllare molto ma molto bene molte più cose se devo installare una distro linux piuttosto che windows.

          Non è un fatto di schifezza. Ormai i sistemi
          operativi si equivalgono in gran parte. Ma non
          sono tutti uguali, e c'è una differenza
          qualitativa nello scegliere l'open
          source.
          concordo nella qualità, ho qualche dubbio sull'usabilità e scalabilità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da:

            utenti, costringendoli ad aggiornare a Windows

            XYZ e Office ZYX perché la vecchia versione non

            gli permette più di

            lavorare?
            A parte che non è così per la retrocompatibilità,Certo, guarda sta accadendo proprio in questi giorni, se fai gli aggiornamenti di office 2003 i tuoi documenti son si aprono piu' da chi non ha aggiornato.


            E poi, se


            vogliamo dirla tutta, non è che una Suse o una


            Red Hat Enterprise costi molto meno di un

            Windows


            Server.



            Ma hai una scelta. Il kernel è lo stesso, puoi

            installare altro, funzionerà

            comunque.



            Con Windows dove è la scelta?
            La mia esperienza in ambito server? Controller
            RAID non supportati, schede ISDN non supportate,
            driver degli storage non
            performanti.Parli di windows vero ?Del resto non prenderei, per un server, chede raid in offerta dal negozietto sotto casa.
            sto dicendo
            che prima di mettere su un server devo
            controllare molto ma molto bene molte più cose se
            devo installare una distro linux piuttosto che
            windows.Sempicemente con windows potevi fare le cose molto piu' alla caz.o.

            Non è un fatto di schifezza. Ormai i sistemi

            operativi si equivalgono in gran parte. Ma non

            sono tutti uguali, e c'è una differenza

            qualitativa nello scegliere l'open

            source.
            concordo nella qualità, ho qualche dubbio
            sull'usabilità e scalabilità.Sulla scalabilita' non c'e' storia: linux vince su tutta la linea.
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Certo, guarda sta accadendo proprio in questi
            giorni, se fai gli aggiornamenti di office 2003 i
            tuoi documenti son si aprono piu' da chi non ha
            aggiornato.
            La mia ditta gestisce oltre 1000 aziende, non ci ha chiamato nessuno con questo problema, sei sicuro? o è la solita leggenda metropolitana?E' dall'Office 97 che la sento.


            La mia esperienza in ambito server? Controller

            RAID non supportati, schede ISDN non supportate,

            driver degli storage non

            performanti.

            Parli di windows vero ?
            Del resto non prenderei, per un server, chede
            raid in offerta dal negozietto sotto
            casa.
            Parlo di questo:http://h18023.www1.hp.com/support/files/server/us/family/model/6216.html?lang=en&cc=usvedi scritto Ubuntu o Debian o PincoPallix?E poi stai attento se devi aggiungerci dell'hardware, ad esempio:http://www.eicon.com/worldwide/products/MediaGateways/DivaServerforLinux.htm?dl=1&en_prod=®ID=6261e non parliamo del software, altro esempio:http://www.checkpoint.com/products/supported_platforms/platforms_appint_r55.htmled è meglio che non leggi le versioni del kernel.

            Sempicemente con windows potevi fare le cose
            molto piu' alla
            caz.o.
            E' vero nel senso che c'è gente che lo fa. Il punto è che se lo può permettere.

            Sulla scalabilita' non c'e' storia: linux vince
            su tutta la
            linea.Si, sulla linea che ti sei fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da:

            Certo, guarda sta accadendo proprio in

            questi giorni, se fai gli aggiornamenti di

            office 2003 i tuoi documenti son si aprono

            piu' da chi non ha aggiornato.
            La mia ditta gestisce oltre 1000 aziende, non
            ci ha chiamato nessuno con questo problema,
            sei sicuro? o è la solita leggenda
            metropolitana ?
            E' dall'Office 97 che la sento.Infatti e' dall'office 97 che accade, certo dipende da come sono fatti i documenti, questa volta il problema si presenta con documenti complessi quando si apre (automaticamente) il layout di lettura.


            La mia esperienza in ambito server?


            Controller RAID non supportati, schede


            ISDN non supportate, driver degli storage


            non performanti.

            Parli di windows vero ?

            Del resto non prenderei, per un server,

            chede raid in offerta dal negozietto sotto

            casa.
            Parlo di questo:http://h18023.www1.hp.com/support/files/server/us/
            vedi scritto Ubuntu o Debian o PincoPallix?Tu metteresti ubuntu su un server :| ?Debian la vede perfettamente, anche se io l'ho sempre visto gestire con slackware.
            E poi stai attento se devi aggiungerci
            dell'hardware, ad esempio:
            http://www.eicon.com/worldwide/products/MediaGatewBhe, per gli altri casi hai pure i sorgenti !In addition to the distributions and kernels listed below, source-level packages (RPM and DEB) are available.C'e' pure scritto : se non usi uno di questi linux compilati questo.
            e non parliamo del software, altro esempio:http://www.checkpoint.com/products/supported_platf
            ed è meglio che non leggi le versioni del
            kernel.Bhe, il 2.4 e' ancora molto usato in ambito enterprise, pare che come stabilita' abbia da insegnare al 2.6.

            Sempicemente con windows potevi fare le cose

            molto piu' alla caz.o.
            E' vero nel senso che c'è gente che lo fa. Il
            punto è che se lo può permettere.Preferisco non poterlo fare.

            Sulla scalabilita' non c'e' storia: linux

            vince su tutta la linea.
            Si, sulla linea che ti sei fatto.Vedo che non hai portato esempi, quindi evidentemente non avevi argomenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            ditta gestisce oltre 1000 aziende, non

            ci ha chiamato nessuno con questo problema,

            sei sicuro? o è la solita leggenda

            metropolitana ?

            E' dall'Office 97 che la sento.

            Infatti e' dall'office 97 che accade, certo
            dipende da come sono fatti i documenti, questa
            volta il problema si presenta con documenti
            complessi quando si apre (automaticamente) il
            layout di
            lettura.
            Si, come no. Sei partito da un punto e sei già arrivato al caso di documenti complessi e layout di lettura, con un pò di pressione arriviamo a dire che è successa una volta a tuo cognato...Comunque CHIUNQUE ci lavori con l'office ti può confermare che apre tranquillamente documenti dalla versione 97 alla 2003 e viceversa.Io non intendo continuare a risponderti su questo, per me va bene quello che dici, probabilmente abbiamo due esperienze diverse, tutto qua.

            Tu metteresti ubuntu su un server :| ?
            Debian la vede perfettamente, anche se io l'ho
            sempre visto gestire con
            slackware.
            Tu le cose le hai viste al webbit o ai lug esattamente come le ho visto io e migliaglia di altre persone. Il punto è che qua non parlo di hobbystica ma di un'azienda che deve comprare un server e PRIMA di investire deve sapere se funzionerà, non provando la distro e rappezzando i driver alla meno peggio.Ti ripeto che sarà che abbiamo un'esperienza diversa, facciamo pure che sono in ignorante e tu sai tutto, rimane il fatto che io ho visto le Debian non sfruttare il RAID integrato, le ho viste le red-hat fare un backup in 3 ore anzichè una, ho pure visto hardware certificato per Suse 9 NON funzionare più con la 10. Però, ti ripeto, io sono un ignorante.Tornando al mio ragionamento continuo a dire che tutta questa libertà concettuale di linux si schianta poi nell'aspetto pratico delle cose.

            E poi stai attento se devi aggiungerci

            dell'hardware, ad esempio:



            http://www.eicon.com/worldwide/products/MediaGatew

            Bhe, per gli altri casi hai pure i sorgenti !

            In addition to the distributions and kernels
            listed below, source-level packages (RPM and DEB)
            are
            available.

            C'e' pure scritto : se non usi uno di questi
            linux compilati
            questo.


            e non parliamo del software, altro esempio:
            http://www.checkpoint.com/products/supported_platf


            ed è meglio che non leggi le versioni del

            kernel.

            Bhe, il 2.4 e' ancora molto usato in ambito
            enterprise, pare che come stabilita' abbia da
            insegnare al
            2.6.
            Certo, come no, perchè fare il 2.8 allora.


            Sempicemente con windows potevi fare le cose


            molto piu' alla caz.o.


            E' vero nel senso che c'è gente che lo fa. Il

            punto è che se lo può permettere.

            Preferisco non poterlo fare.Certo, rimane il fatto che NON lo puoi fare.



            Sulla scalabilita' non c'e' storia: linux


            vince su tutta la linea.


            Si, sulla linea che ti sei fatto.

            Vedo che non hai portato esempi, quindi
            evidentemente non avevi
            argomenti.Gli argomenti li ho portati prima, ti ho portato esempi perchè mi sembrava che non capissi, mi devo essere sbagliato in quanto vedo che sei molto preparato e che sei in grado di mettere qualsiasi distro su qualsiasi hardware, non so neppure perchè hanno scritto questa notizia a questo punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Segnali molto positivi

            A parte che spesso e volentieri non c'è alcuna
            retro compatibilità ;-) ma il discorso non è MS
            vs Linux, è Open Source vs Closed Source, o se
            vuoi, "software house commerciale" vs
            "sviluppatori
            indipendenti".
            Sarà quello che vuoi, ripeto che non volevo fare nessun tipo di confronto "meglio/peggio", non so perchè me la state menando ancora con questo discorso.
            Tu confondi il fatto che Linux abbia sviluppatori
            indipendenti col fatto che un qualsiasi hobbysta
            possa scrivere un driver. In teoria è così, ma in
            Non ho dubbi, ma continuo a domandarmi perchè lo stai scrivendo a me, in tutti i miei post ho detto in altre parole quello che stai dicendo tu.
            [...]

            La mia esperienza in ambito server? Controller

            RAID non supportati, schede ISDN non supportate,

            driver degli storage non performanti.

            Questo è semplicemente sbagliato, se non falso.
            Non lo è perchè l'ho provato, molto semplice. Posso anche capire che io non sia in grado, ma il punto è che l'installazione non l'ho fatta io ma fior di sistemisti linux. Se vogliamo andare avanti a dire che quelli non erano bravi andiamo, ma non credo che il discorso sia molto edificante.
            A parte che in questa ultima frase mescoli (forse
            volutamente, per confondere le acque? ;-) )
            "Debian" e "Linux commerciale" (perché questi
            problemi non li hai di certo con una distro Linux
            supportata...), ma se c'è una cosa che è incertaNo, io non ho voluto confendere le acque, le acque le ha confuse il tipo che mi ha risposto dopo il mio primo post, io ho detto che non puoi mettere la distro che vuoi nell'hardware che vuoi perchè potrebbe non funzionare. Non sempre forse, ma è un rischio che corri se compri hardware e dopo provi.
            è quanto ti possa durare un HW con
            Windows.

            Un driver Open Source continua a rimanere nel
            kernel per anni - tu puoi usare, per esempio,
            certe schede audio ISA, o driver per la
            comunicazione su porta parallela, o connettere il
            Drive del Commodore 64 ;-) con Linux 2.6. Prova a
            fare lo stesso con Windows
            XP!
            Ma certo, hai ragione. E ti dirò di più: è ovvio. Da una parte hai un sistema che lo giri come vuoi, dall'altra no. Però, se non sbaglio, con questi esempi stiamo tornado all'hobbystica. Tu non vuoi farmi credere che io debba scegliere il mio SO (desktop o server che sia) solo perchè è in grado di collegarsi al drive del Commodore64?
            A livello server è la stessa cosa. Prova a usare
            una scheda ISDN o Frame Relay di qualche hanno fa
            con Windows 2003 server... i driver semplicemente
            non
            esistono.

            Conosco aziende nell'ambito Telco che non possono
            dismettere i loro server NextStep perché non
            hanno driver per le costosissime periferiche che
            vengono pilotate... se avessero usato sistemi
            Open Source ora non sarebbero nella cacca e
            potrebbero smettere di pregare in cinese che non
            gli si bruci un hard disk o una porta
            seriale...

            Si si, certo, ma devi seguire meglio il flusso dei post. Ci sono utenze ed utenze, partiamo dall'utente privato che naviga e scarica le foto dalla macchina digitale alla multinazionale con server farm ecc ecc. Tu dimmi da che punto in poi è CONVENIENTE avere un sistema operativo che ti consente di avere lo stesso hardware per 10 anni e la possibilità di riscriverti i driver. Bravo, ti sei risposto da solo. Non serve neppure che mi rispondi al post.

            Se installa una Debian in un server HP/IBM e

            chiamo l'assistenza... NON mi aiutano a meno che

            siano problemi hardware.. ma anche in quel caso,

            se mi chiedono di installare una utility per

            controllare questo o quello? che gli

            dico?

            Sono d'accordo, ma ovviamente, il discorso qua è
            diverso e più semplice... Se SEI IN GRADO ;-) o
            se hai un tecnico capace, puoi usare Debian... se
            hai bisogno dell'assitenza HP, lascia perdere ed
            usa Windows o RedHat o SuSE. Il know how non è un
            fattore secondario quando si sceglie una
            piattaforma.
            Si ma anche no. Ti ripeto che se si rompe l'hardware può anche essere che ti chiedano di fare dei test ed il software che rilasciano non funziona sotto Debian per esempio. Forse dove lavori tu hai dei contratti di assistenza che ti consentono sulla "fiducia" di farti cambiare l'unità di backup, personalmente la mia esperienza con HP, tanto per dirne una, è che devi lanciare tool ed altro altrimenti NON intervengono o non ti cambiano il pezzo.
            Falso come Giuda. Tant'è che i server HP ed IBM
            supportano distro Linux da ANNI e non devi
            controllare proprio un tubo, si installano come
            una brezza - e pure molto meglio di Windows - uno
            script di Anaconda te ne installa a DOZZINE
            automaticamente, di server
            Linux...
            Non hai capito che è quello che io dico dal principio. Solo che non installano TUTTE le distro ma quelle ufficialmente supportate che, guarda caso, sono quelle che si pagano (o è meglio pagare) perchè sono organizzate in forma di azienda e non come un raduno amatoriale.
            Discorso diverso se usi una distro non
            supportata. Allora, come detto, sono fattacci
            tuoi: se TI RIESCE ti installi Debian, se NON TI
            RIESCE lascia perdere, tutto qua
            :-)

            E' quello che ho detto io, vallo a dire a quello di prima.
            Io non so da quale punto di vista tu parli. Ti
            dirò il
            mio.

            Lavoro in una delle server farm Sun più grandi
            d'Europa (è la server farm Sun Solaris più grande
            in assoluto, e quella con il ratio
            amministratori/server migliore in
            assoluto...).

            No, non è in Italia .-)

            Usiamo Solaris e Linux, e COL PIFFERO che ci
            proviamo anche solo di striscio a PENSARE di
            installare Windows Server... finché non sarà
            inevitabile per esigenze dei clienti, e già mi
            prefiguro il bagno di
            sangue.
            Ma certo, è normale e giusto che sia così, ma hai contestualizzato (anche se non mi hai dato i particolari). Ma parliamo di numeri che sono diversi dalla PMI Italiana.
            Scusa se può sembrare un discorso alla cantinaro
            della serie "che schifo Winzozz" e "M$" e similiAscolta, io sono daccordo con te, ti ripeto che non devi dirle a me queste cose. Però mi pare di capire che stiamo parlando di esperienze diverse, io vengo dalla PMI Italiana, tu dalla multinazionale europea. Quando hai 50 persone al CED puoi anche scriverti i driver e riscriverti il software, quando ne hai zero o una o due le soluzioni devono essere rapide ed efficaci, facilmente modificabili. Io personalmente ne ho messe su di Debian per firewall o FTP, ho messo su DeepoFix per SMTP ed altro ancora (zeroshell ecc.) però si tratta di usi specifici e delimitati e spesso su hardware del casso. Più cresce la criticità dell'applicazione più servono garanzie sul funzionamento e più diminuisce la libertà di scelta, tutto qua.
          • markoer scrive:
            Re: Segnali molto positivi
            - Scritto da: [...]

            Questo è semplicemente sbagliato, se non falso.



            Non lo è perchè l'ho provato, molto semplice.
            Posso anche capire che io non sia in grado, ma il
            punto è che l'installazione non l'ho fatta io ma
            fior di sistemisti linux. Se vogliamo andare
            avanti a dire che quelli non erano bravi andiamo,
            ma non credo che il discorso sia molto
            edificante.Probabilmente hai trovato degli GNUlebani che volevano per forza installare Debian, o cose simili. Mi spiace che ci siano in giro aziende di questo tenore... rovinano il mercato.[...]
            Si ma anche no. Ti ripeto che se si rompe
            l'hardware può anche essere che ti chiedano di
            fare dei test ed il software che rilasciano non
            funziona sotto Debian per esempio.Ma se sai leggere un log capisci subito se il problema è un driver o l'hardware.Il più grosso distributore di hardware Italiano (che ovviamente non cito) utilizzava (adesso non lavoro più in Italia, non so se è sempre così) un CD di boot di Knoppix per testare se l'hardware che viene ritornato nei guasti era davvero guasto o la colpa fosse dell'utente che, incapace di installarlo, lo aveva ritornato come guasto...Quindi, per capirci: LINUX era (è?) usato per fare il troubleshoot di WINDOWS, dal più grande distributore Italiano di hardware.Se permetti, questa non è la tua sola singola esperienza...
            Forse dove
            lavori tu hai dei contratti di assistenza che ti
            consentono sulla "fiducia" di farti cambiare
            l'unità di backup, personalmente la mia
            esperienza con HP, tanto per dirne una, è che
            devi lanciare tool ed altro altrimenti NON
            intervengono o non ti cambiano il
            pezzo.E quindi, lanci il tool HP sotto Linux. Qual è il problema? Linux è supportato da HP...[...]
            Ma certo, è normale e giusto che sia così, ma hai
            contestualizzato (anche se non mi hai dato i
            particolari). Ma parliamo di numeri che sono
            diversi dalla PMI Italiana.Il discorso non cambia - anzi, vale a maggior ragione per la PMI Italiana...[...]
            Ascolta, io sono daccordo con te, ti ripeto che
            non devi dirle a me queste cose. Però mi pare di
            capire che stiamo parlando di esperienze diverse,
            io vengo dalla PMI Italiana, tu dalla
            multinazionale europea. Quando hai 50 persone al
            CED puoi anche scriverti i driver e riscriverti
            il software,[...]Al contrario. Quando hai solo una dozzina di persone che amministrano migliaia di server, non puoi permetterti di perdere tempo. Per questo non usiamo Windows, non vogliamo fare il reboot di cento macchine perché dobbiamo cambiare una DLL... né possiamo permetterci di scrivere driver o cose simili. Anzi, tutto è supportato fino all'ultimo cacciavite (letteralmente, con i Sun Server ti arrivano anche i cacciaviti per l'installazione ;-) )Ciao.
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Segnali molto positivi

        Non per te.. ma per la casalinga di Bagheria?
        (così lasciamo in pace quella di
        Voghera!)E ci avvicianiamo pure geograficamente, almeno per quanto mi riguarda! ;)
        No, secondo me i driver li dovrebbero fare i
        produttori dell'hardware.Sacrosanto. Alcuni già lo fanno (e non sono solo le solite ati e nvidia), ma purtroppo la mentalità di rilasciare driver open si scontra con il loro amato segreto industriale...
        La comunità linux si
        dovrebbe mettere daccordo su come standardizzare
        il funzionamento di certe cose e basta.Altrettanto sacrosanto. Infatti ci vorrebbe un sistema condiviso per l'installazione dei driver (anche qualcosa che "mascheri" sotto un'interfaccia comune la compilazione dei sorgenti). Oltretutto ci sono ancora certe divisioni allucinanti, come il caso di video4linux e video4linux2...
        E' ovvio
        che i produttori non hanno interesse a fare
        driver per sistemi che non riescono a supportare.Sopratutto è comprensibilissimo che non possono stare dietro a 200 distribuzioni diverse, per un'utenza che è ancora una frazione di quella di Windows. Ci vogliono delle interfacce stabili e condivise.
        Se ci fosse standardizzazione linux passerebbe
        dal 10% (o quello che è) al 90% in poco tempo, ne
        sono
        certo.Anche io. L'evoluzione di Windows ormai è giunta a un punto fermo, ormai si tratta di aggiornare qualche libreria grafica e aggiungere qualche orpello al desktop, ma non penso che ne Vista ne i suoi successori introdurranno nulla di veramente epocale. Linux, invece, è pura evoluzione e ha ancora tanto spazio davanti.
        E' anche per questo problema che non si trovano
        portatili senza Windows, non riescono a
        supportarli, tutto
        qua.Invece, secondo me, il discorso portatili potrebbe essere più favorevole. Sono macchine semi-integrate i cui componenti di un singolo modello sono ben noti. Qui potrebbe essere più lineare, per i produttori, customizzare qualche distribuzione.
        No, tu fai il ragionamento opposto, tu pensi
        "Trovo i driver solo per windows e sono costretto
        ad
        installarlo"
        Invece il ragionamento è "Installo Windows perchè
        avrò la libertà di aggiungere o cambiare tutte le
        periferiche che
        voglio"
        La libertà sarebbe totale se trovassi le stesse
        periferiche per tutti i sistemi, questo non
        avviene, secondo me, per i motivi esposti
        sopra.A dirti la verità, finora non mi è MAI successo di avere componenti non funzionanti. Funziona l'accelerazione 3D sull'nvidia a casa, l'ATI e il wireless intel qui sul portatile, la webcam Trust a casa, la webcam creative sul portatile è supportata. L'audio è sempre stato ok, la stampante a casa ok, la stampante di rete qui ok ecc... E' bastato un MINIMO di attenzione a cosa compravo ed è andato tutto bene.
        Non è vero, posso mettermi su un server
        amatoriale forse, ma l'hardware di qualità è
        supportato solo con certe
        distro.Mmm... Vuoi dire che se Red Hat supporta l'hardware di qualità XYZ non posso farlo funzionare altrettanto bene, che so, su una debian?
        Si, ma si va avanti troppo lentamente su un
        settore che dovrebbe essere il più veloce di
        tutti. Ogni passo avanti che si fa è comunque un
        compromesso sulla filosofia iniziale del progetto
        e questo ci dovrebbe far capire che la tecnologia
        è una cosa, la politica e l'amore un'altra.Giusto. Però, come dicevo sopra, secondo me l'evoluzione dei concorrenti di linux sta rallentando, linux invece è in piena accelerazione, nonostante tutti gli innegabili problemi che ha tutt'oggi.
        C'è
        un sistema libero, c'è una comunità, c'è la
        volontà di crescere... e ci ritroviamo a
        cesellare software e driver a colpi di shell per
        far funzionare una web-cam. Non si può. Non si
        può.Ci vuole un po' d'ordine e disciplina, questo è vero. Ormai linux è una realtà che tutti conosciamo e molti usiamo, ma ci avete pensato che è nato come prodotto puramente amatoriale? E' incredibile dove sia arrivato oggi e questa dinamica evolutiva condivisa è semplicemente affascinante.
        Ti dirò la verità, non so cosa abbia fatto di
        buono o cattivo la MS, so solo che vantaggi ho in
        certi ambiti lavorativi per la gestione di certe
        cose, tipo group policy ed Exchange che io adoro
        (vi prego non iniziamo una guerra di opinioni).Non ho esperienza al riguardo per cui... (*)
        Mi fido di quello che
        dici.(*) ... anche io. ;)TAD
    • Neofita scrive:
      Re: Segnali molto positivi
      - Scritto da: TADsince1995
      Di recente ho comprato una economicissima webcam
      Trust wb-3400t. Sono riuscito a installarla (non
      senza qualche difficoltà, dato che i driver su
      ubuntu ci sono ma sono buggati, quindi ho dovuto
      riscaricarli e ricompilarli) Di recente mi è stata regalata la stessa webcam. Io utilizzo Ubuntu. Il problema è che sono una capra! Non ci capisco quasi una mazza in tutte queste cose (anche se sto cercando di imparare)... non è che mi puoi dare qualche dritta?
  • Anonimo scrive:
    Ahia!
    Non so voi, ma io me lo sentivo, da quando è nata questa "linux foundation". Adesso gli sviluppatori kernel VOGLIONO fare i muli open dei produttori di hardware.Se passano gli NDA (ma non sarebbe contro la GPL?) nello sviluppo kernel, il sistema operativo open per eccellenza diverrà molto meno open.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ahia!
      perche' scusa? i sorgenti ci saranno SEMPRE.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ahia!
        - Scritto da:
        perche' scusa? i sorgenti ci saranno SEMPRE.Chiariscimi tu, se riesci, in base a questo esempio:Ora come ora, non esiste un supporto nativo nel kernel e in X al 3D delle schede Nvidia. Per il 3d ci sono solo i driver proprietari rilasciati dalla stessa.Attualmente, tuttavia, esiste un progetto, Nouveau (nouveau.freedesktop.org) che sta facendo reverse engineering su dette schede, al fine di creare driver 100% free: è un progetto che pare particolarmente attivo, ha già ottenuto un primissimo risultato pratico (glxgears funziona su alcune schede. E' un inizio!), e gli sviluppatori sono abbastanza ottimisti (parlano di riuscire ad ottenere la prima stable release in autunno).Metti che ora un pincopalla qualsiasi sottoscriva un NDA con la Nvidia. Specifiche in cambio di driver gratuiti. Ma le specifiche dovranno restare segrete.Pincopalla scriverà i driver, i sorgenti dovranno restare disponibili (GPL), ma... come faranno le specifiche a restare segrete se il codice è aperto?Inoltre, gli sviluppatori di Nouveau, dovessero ottenere quelle specifiche tramite il reverse engineering, potranno continuare a lavorare al loro progetto senza rischiare una denuncia o un cease&desist NON dalla Nvidia, ma da PincoPalla?Sa molto di DVD et im * a.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ahia!
        - Scritto da:
        perche' scusa? i sorgenti ci saranno SEMPRE.No, i MODULI del kernel possono anche essere closed, puoi scaricarli già compilati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ahia!
      - Scritto da:
      Adesso gli sviluppatori kernel VOGLIONO fare i
      muli open dei produttori di
      hardware.Non è che vogliono fare i muli open, vorrebbero semplicemente veder girare l'HW nuovo fiammante sul pinguino. Pienamente comprensibile.
      Se passano gli NDA (ma non sarebbe contro la
      GPL?) nello sviluppo kernel, il sistema operativo
      open per eccellenza diverrà molto meno
      open.Non sei obbligato a integrare solo GPL sul linux kernel come utente(Nvidia docet).Poi anche io non credo che li includeranno mai nel kernel "originale", ma chissenefrega, me li installo da solo... esattamente come quelli Nvidia (che poi non so che cazzo ci faccio, giusto giocarci a TuxRacer :D)
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Ahia!

        Poi anche io non credo che li includeranno mai
        nel kernel "originale", ma chissenefrega, me li
        installo da solo... esattamente come quelli
        NvidiaChe vantano un installer spettacolare come difficilmente si vede su linux. Per questo ho sempre scelto nVidia e sempre lo farò, perchè supporta linux in modo assolutamente serio, puntuale e determinato, seppur con driver closed. (anche se pare che anche ATI si stia dirigendo nella direzione dell'installer)
        (che poi non so che cazzo ci faccio,
        giusto giocarci a TuxRacer
        :D)Di giochi open per linux che sfruttano il 3D ce n'è...TAD-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 febbraio 2007 00.26-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Ahia!
          - Scritto da: TADsince1995
          Che vantano un installer spettacolare come
          difficilmente si vede su linux. Per questo ho
          sempre scelto nVidia e sempre lo farò, perchè
          supporta linux in modo assolutamente serio,
          puntuale e determinato, seppur con driver closed.Hai ragione TAD! Se ci fossero più installer tipo Nvidia la percentuale di linux desktop sarebbe molto più alta.
          (anche se pare che anche ATI si stia dirigendo
          nella direzione
          dell'installer)


          (che poi non so che cazzo ci faccio,

          giusto giocarci a TuxRacer

          :D)

          Di giochi open per linux che sfruttano il 3D ce
          n'è...Vero :D, il problema è che non ho il tempo per giocarci, nè la voglia (da un pò di tempo sono entrato nell'ottica che tornare a casa dopo 8 ore davanti al monitor e rimettersi davanti al monitor è da monomaniaci)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ahia!
            - Scritto da:
            Hai ragione TAD! Se ci fossero più installer tipo
            Nvidia la percentuale di linux desktop sarebbe
            molto più
            alta.
            Ecco un altro che ha capito tutto...Voi non siete pro open source, voi volete windows gratuito. Solo gente così potrebbe augurarsi di vedere più driver come quelli nvidia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ahia!
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Hai ragione TAD! Se ci fossero più installer
            tipo

            Nvidia la percentuale di linux desktop sarebbe

            molto più

            alta.



            Ecco un altro che ha capito tutto...Ecco un altro che ha visto la luce della GPL...
            Voi non siete pro open source, voi volete windows
            gratuito. Se volevo windows gratuito lo compravo pirata sotto casa...Solo gente così potrebbe augurarsi di
            vedere più driver come quelli
            nvidia.Senti, io vorrei sfruttare il 3D anche sotto linux, posso? La Nvidia mette driver proprietari? Ecchissenefrega, quello che conta per me sono i FORMATI APERTI, non muoio se ho un modulo proprietario nel kernel.Sono quelli come te che vorrebbero lasciare linux in una nicchia per appassionati, così da poter dire "io uso linux", perchè la maggior parte degli utenti LAVORA santo cielo e non può passare la vita a leggersi gli HOWTO su come far andare modem e stampante e scheda audio...Così linux non avrà mai l'importanza che merita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ahia!
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Hai ragione TAD! Se ci fossero più installer
            tipo

            Nvidia la percentuale di linux desktop sarebbe

            molto più

            alta.



            Ecco un altro che ha capito tutto...ecco l'estremista di turno...
            Voi non siete pro open source, voi volete windows
            gratuito.se volevo vindov lo copiavo dal primo cd che passa;
            Solo gente così potrebbe augurarsi di
            vedere più driver come quelli
            nvidia.ma scusa, il 3d me lo attacco al chiodo allora?ma che discorsi inutili fate certe volte!volete(vogliamo) una diffusione capillare del Sistema Ottimo, eppure arricciate il naso per un minchia di driver closed! ma santoddio, un po' di elasticità! quando saranno completi i driver open e se si dimostreranno funzionali installeremo quelli!fine del problema.al solito, l'estremismo, di qualsiasi fazione, fa solo che danni!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ahia!

            Hai ragione TAD! Se ci fossero più installer tipo
            Nvidia la percentuale di linux desktop sarebbe
            molto più
            alta.Concordo pienamente con te. Anziché essere al 0,5% sarebbe almeno allo 0,6%.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ahia!
            - Scritto da:
            Concordo pienamente con te. Anziché essere al
            0,5% sarebbe almeno allo
            0,6%.E invece sta quasi all'8% (molti sono dual boot con Windows) contro un 5% di Mac, ed al 68% tra i server Internet ed aziendali.
          • winaro_troll scrive:
            Re: Ahia!
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Concordo pienamente con te. Anziché essere al

            0,5% sarebbe almeno allo

            0,6%.

            E invece sta quasi all'8% (molti sono dual boot
            con Windows) contro un 5% di Mac, ed al 68% tra i
            server Internet ed
            aziendali.
            DistroWatch database summary * Number of all distributions in the database: 526 * Number of all active distributions in the database: 352 * Number of discontinued distributions: 104 * Number of distributions on the waiting list: 180con tutte queste distribuzioni generate solo confusione!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ahia!
          - Scritto da: TADsince1995
          Che vantano un installer spettacolare come
          difficilmente si vede su linuxPer fortuna che difficilmente si vede su linux quella porcata.Quell'installer serve solo come gabbola per evitare la GPL. Non ha niente di spettacolare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ahia!
            - Scritto da:
            - Scritto da: TADsince1995

            Che vantano un installer spettacolare come

            difficilmente si vede su linux

            Per fortuna che difficilmente si vede su linux
            quella
            porcata.
            Quell'installer serve solo come gabbola per
            evitare la GPL. Non ha niente di
            spettacolare.Di spettacolare ha la facilità di utilizzo rispetto all'installazione standard dei driver su linux. Ho ancora gli incubi per far andare il modem USB (poi fanculizzato per uno ethernet).Certo il driver di per sè è una presa per il culo verso la GPL, ma nessuno ti obbliga ad installarlo. Se vuoi ci sono i driver Nvidia dentro linux, però devi rinunciare all'accelerazione 3D. Io cmq l'ho installato.A ciascuno il suo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ahia!
      - Scritto da:
      Se passano gli NDA (ma non sarebbe contro la
      GPL?) nello sviluppo kernel, il sistema operativo
      open per eccellenza diverrà molto meno
      open.I driver li rilasciano sotto GPL, con l'NDA non forniranno tutti i dettagli tecnici che hanno permesso loro di realizzare i driver.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ahia!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Se passano gli NDA (ma non sarebbe contro la

        GPL?) nello sviluppo kernel, il sistema
        operativo

        open per eccellenza diverrà molto meno

        open.

        I driver li rilasciano sotto GPL, con l'NDA non
        forniranno tutti i dettagli tecnici che hanno
        permesso loro di realizzare i
        driver.minchia ma siete di cocciol'NDA è relativo alle informazioni necessarie per scrivere il driver. il codice del driver è open, le informazioni no. se chi scrive un driver inserisce l'istruzione pippo tu lo puoi sapere (open) ma non puoi sapere perché (nda). certo, puoi fare reverse engineering, ma quello lo puoi già fare adesso. (puoi inteso come fattibile, non come consentito)e infine, ma porcaputtana, ma perché bisogna sempre avere sto viziaccio di sparare sentenze su tutto? uno che fa hw e uno che scrive sw avranno pure il diritto di proporsi un accordo come cazzo gli pare, o no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ahia!

          minchia ma siete di coccioScusa ma hai quotato il mio messaggio e io ho scritto esattamente la stessa cosa, quindi datti pure una calmata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ahia!
            - Scritto da:


            minchia ma siete di coccio


            Scusa ma hai quotato il mio messaggio e io ho
            scritto esattamente la stessa cosa, quindi datti
            pure una
            calmata.scusa tu, hai visto che ora era :D ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ahia!
      - Scritto da:
      Non so voi, ma io me lo sentivo, da quando è nata
      questa "linux foundation".

      Adesso gli sviluppatori kernel VOGLIONO fare i
      muli open dei produttori di
      hardware.
      Se passano gli NDA (ma non sarebbe contro la
      GPL?) nello sviluppo kernel, il sistema operativo
      open per eccellenza diverrà molto meno
      open.perche'? i sorgenti rimangono aperti, il fatto che chi li ha scritti non possa parlare delle specifiche inerenti l'hardware dei driver che han scritto e' irrilevante (tanto te le puoi ricavare leggendo i sorgenti e anche per questo gli nda per fare roba aperta non han senso)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ahia!
      Sia quel che sia, se servirà a poter fare vera concorrenza a Bill ben venga e Stallman che torni a litigare con xerox
  • pane@rita scrive:
    non disclosure clause
    e vai con la stampante xerox bis la vendetta...:(-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 febbraio 2007 00.11-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: non disclosure clause
      scusa puoi spiegarti meglio?
      • pane@rita scrive:
        Re: non disclosure clause
        - Scritto da:
        scusa puoi spiegarti meglio?la stampante xerox è la prima porta chiusa contro cui sbatte stallman.Aveva creato uno script che ne segnalav l'inceppamento e così via...Nella nuova versione voleva adattare questo script ma, andando a parlare con chi aveva sviluppato i driver si è ritrovato in faccia una non disclosure clause...Da questo, o anche da questo, è nata l'idea di gnu e tutto il resto ;)http://siena.linux.it/documenti/CodiceLibero/03.html
        • Anonimo scrive:
          Re: non disclosure clause
          grazie, mi hai reso un po' meno ignorante
        • nattu_panno_dam scrive:
          Re: non disclosure clause
          Non lo so, i sorgenti del driver una volta scritti dovrebbero parlar da soli, quindi questi contratti di segretezza verrebbero infranti, o no?
          • pane@rita scrive:
            Re: non disclosure clause
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            Non lo so, i sorgenti del driver una volta
            scritti dovrebbero parlar da soli, quindi questi
            contratti di segretezza verrebbero infranti, o
            no?in parte sì e in parte no...nel caso di stallman e della xerox probabilmente i sorgenti software sarebbero bastati.Ora come ora se tu hai i sorgenti e non conosci le specifiche hardware saresti in grado di sviluppare quel driver o dovresti ricorrere sempre a chi le specifiche le ha avute?Perché nel primo caso tutto ok, nel secondo caso la libertà 1 (e parzialmente 3) diventa solo farlocca e pro forma...Ma ripeto, nella mia ignoranza non saprei dirlo, perciò chiedo ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: non disclosure clause
      Modificato dall' autore il 02 febbraio 2007 00.11
      --------------------------------------------------Caspita ma ne ha fatti di danni la Xerox nella storia :D Bill Gates, Steve Jobs e Richard M. Stallman... tutte, in un modo o nell'altro, sue creature.
      • markoer scrive:
        Re: non disclosure clause
        - Scritto da: [...]
        Caspita ma ne ha fatti di danni la Xerox nella
        storia :D


        Bill Gates, Steve Jobs e Richard M. Stallman...
        tutte, in un modo o nell'altro, sue
        creature.Ma ha inventato Ethernet e un sacco di altre cosette nel suo centro di ricerca ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: non disclosure clause

        Caspita ma ne ha fatti di danni la Xerox nella
        storia :DSolo uno: non fare un computer.80% dei paradigmi dei personal computer di oggi vengono dal PARC della Xerox. :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: non disclosure clause
      Modificato dall' autore il 02 febbraio 2007 00.11
      --------------------------------------------------ma non era non disclosure agreement (NDA) ?
      • pane@rita scrive:
        Re: non disclosure clause

        ma non era non disclosure agreement (NDA) ?te ghe rasun...ma qui in un università me la volevano far firmare come clausola del contratto...perciò mi è rimasto in mente clause...Aggiungici il mio inglese pessimo e il gioco è fattosorry ;)
  • Anonimo scrive:
    Cercasi...
    compilatore di kernel non fumatore, con cuji condividere cantina e relative spese luce.si esige massima serieta', contattare linux talrds
    • Anonimo scrive:
      Re: Cercasi...
      - Scritto da:
      compilatore di kernel non fumatore, con cuji
      condividere cantina e relative spese
      luce.

      si esige massima serieta', contattare linux talrdsahahahahahahaha sto ridendo come un matto,che ti venga......(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cercasi...
      - Scritto da:
      compilatore di kernel non fumatore, con cuji
      condividere cantina e relative spese
      luce.

      si esige massima serieta', contattare linux talrdsahahha anche se uso linux non ho potuto non ridere di fronte a questo :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Cercasi...
      - Scritto da:
      compilatore di kernel non fumatore, con cuji
      condividere cantina e relative spese
      luce.

      si esige massima serieta', contattare linux talrdsallora sarò l'unico che trova questa battuta una vaXXata paurosa? (newbie)non mi fa ridere :
      • Anonimo scrive:
        Re: Cercasi...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        compilatore di kernel non fumatore, con cuji

        condividere cantina e relative spese

        luce.



        si esige massima serieta', contattare linux
        talrds

        allora sarò l'unico che trova questa battuta una
        vaXXata paurosa?
        (newbie)

        non mi fa ridere :allora preoccupati e' grave (ghost)
      • Anonimo scrive:
        Re: Cercasi...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        compilatore di kernel non fumatore, con cuji

        condividere cantina e relative spese

        luce.



        si esige massima serieta', contattare linux
        talrds

        allora sarò l'unico che trova questa battuta una
        vaXXata paurosa?
        (newbie)

        non mi fa ridere :siamo in due
    • Anonimo scrive:
      Re: Cercasi...
      - Scritto da:
      compilatore di kernel non fumatore, con cuji
      condividere cantina e relative spese
      luce.

      si esige massima serieta', contattare linux talrdsAvrei trovato un tipo,dice di chiamarsi Hans,lui dividerebbe volentieri lacantina solo che dice che ha bisogno di spazio perche' deve sistemare un badile,del nastro adesivo ed un paio di grossi sacchi di plastica pieni di non so che cosa.Che dici...te lo mando??
    • Anonimo scrive:
      Re: Cercasi...
      ahahahahahaahahahah Grandiosa! (linux)
Chiudi i commenti