Il disco SSD con la RAM nel motore

Una piccola azienda americana ha lanciato un disco a stato solido composto sia da memoria flash che da memorie DDR DRAM, la cui maggiore velocità viene sfruttata per spingere al massimo le performance dei server

Roma – Una piccola startup america, DDRdrive , ha presentato negli scorsi giorni un disco a stato solido piuttosto singolare: invece di essere costituito da sole memorie NAND flash, come la stragrande maggioranza degli SSD oggi sul mercato, il DDRdrive X1 utilizza sia memorie NAND che più veloci (e volatili) memorie DDR DRAM.

Indirizzato ai server di fascia alta, il DDRdrive X1 è stato progettato con l’obiettivo di massimizzare il numero di Input/Output Operations Per Second (IOPS): in particolare, l’azienda afferma che il proprio drive è in grado di fornire 300mila IOPS. Prendendo a confronto i valori di IOPS riportati in questo articolo di Wikipedia, un tipico hard disk da 7200 RPM fornisce circa 90 IOPS, un HDD da 15mila RPM circa 180, e gli SSD X-25 di Intel tra le 1500 e le 5mila IOPS (in media, ma il produttore dichiara, in lettura, un massimo di 35mila IOPS).

Parlando invece di transfer rate, per il proprio SSD DDRdrive dichiara 215 MB/s in lettura e 155 MB/s in scrittura.

Il primo modello di DDRdrive X1 monta 4 GB di memoria flash e 4 GB di memoria RAM: quest’ultima, come noto, è assai più veloce delle memorie flash, ma ha la caratteristica di perdere i dati quando manca l’alimentazione. Per tale motivo l’SSD di DDRdrive permette di copiare automaticamente tutti i dati dalla RAM alla flash prima che il computer si spenga.

Il prezzo del DDRdrive X1 da 8 GB è di 1500 dollari, dunque circa 370 dollari per gigabyte: un costo quasi 10 volte superiore a quello degli SSD X-25M di Intel.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pclinux scrive:
    seguono il mercato
    Accontentano chi non ha capito niente dei netbook.Il netbook dovrebbe essere un pc per connettersi a internet in mobilità, leggere le email allegati compresi (cosa che con gli smartphone non è molto agevole) e basta.La gente li ha comprati scambiandoli per pc tuttofare (con uno schermo da 8,9"??) e si è resa conto che non erano proprio quello che si aspettavano vista la scomodità del piccolo schermo nell'uso prolungato e allora le aziende dietro a continuare a invogliarli all'acquisto aumentando la dimensione dello schermo.E su pesi, dimensioni e prezzi che li rendono praticamente dei notebook (le catene della grande distribuzione hanno dei 15" a costi pari hai netbook e con caratteristiche a volte migliori).E poi il netbook ha lo stesso problema di dipendenza dalla rete elettrica dei notebook.Qualcuno si informa mai sul costo delle batterie prima di comprare un netbook?Eh sì è triste ma anzichè per l'effettiva necessità anche nell'informatica ora si compra per moda. :
    • Feliciaus scrive:
      Re: seguono il mercato
      - Scritto da: pclinux
      Accontentano chi non ha capito niente dei netbook.
      Il netbook dovrebbe essere un pc per connettersi
      a internet in mobilità, leggere le email allegati
      compresi (cosa che con gli smartphone non è molto
      agevole) e
      basta.
      La gente li ha comprati scambiandoli per pc
      tuttofare (con uno schermo da 8,9"??) e si è resa
      conto che non erano proprio quello che si
      aspettavano vista la scomodità del piccolo
      schermo nell'uso prolungato e allora le aziende
      dietro a continuare a invogliarli all'acquisto
      aumentando la dimensione dello
      schermo.
      E su pesi, dimensioni e prezzi che li rendono
      praticamente dei notebook (le catene della grande
      distribuzione hanno dei 15" a costi pari hai
      netbook e con caratteristiche a volte
      migliori).
      E poi il netbook ha lo stesso problema di
      dipendenza dalla rete elettrica dei
      notebook.
      Qualcuno si informa mai sul costo delle batterie
      prima di comprare un
      netbook?
      Eh sì è triste ma anzichè per l'effettiva
      necessità anche nell'informatica ora si compra
      per
      moda.
      :Non posso che quotare in toto il tuo intervento.Molti oggi pensano di poter sostituire il notebook con un netbook, non rendendosi conto di spendere di più per avere di meno.Io ho già dubbi nel netbook da 10" poichè vedo il netbook come una via di mezzo tra un palmare e un notebook, che mi permette di navigare, guardare video, scaricare mail e inviare e compilare documenti quasi a livello di un notebook senza però il peso del notebook.Se cresce il monitor, crescono i prezzi e crescono i consumi allora mi potrebbe convenire invesitire in un notebook da 2000 super sottile e con schermo da 13, tipo il dell Adamo o il mac book air, alla fine spenderei la stessa cifra di comrpare un buon notebook e un netbook.Saluti.Feliciaus
  • Davide scrive:
    Ma perchè?
    Chi ha un netbook, avrà anche un bel paio di occhiali con binocolo. Sono troppo piccoli, non ci si può passare più di 10' minuti. Si diventa ciechi e stanchi dopo poco che lo si utilizza, per non parlare dell atastiera piccolissima. Per me fanno bene a passare ad 11.6" o addirittura a 12" come un notebook, solo togleindo qualche acXXXXXrio poco utile per questo tipo di fasciam tipo il lettore, che già nei netbook non c'è!. La differenza sarà solo nel proXXXXXre ed in alcuni particolari estetici. Per me fanno bene, son praticamente inutilizzabili se non per Posta elettronica e 2 lettere; alla terza già bestemmi per i caratteri troppo minuscoli. Magari, potrebbero metterci un OLED e ridurre i consumi.Non dimentichiamoci che i netbook sono nati come PC di fascia bassa per i paesi meno abbienti, ecco perchè i primi avevano LINUX e non WIndows. All'europeo è piaciuto il design, poco utile a mio dire, sempre riguardo le dimensione estremamente piccole dei display, quindi l'hanno aggiornato per consentire l'uso anche a "noi altri". Ciao a tutti ed a presto!!!
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma perchè?
      - Scritto da: Davide
      Magari, potrebbero metterci un OLED e ridurre
      i
      consumi.
      Non dimentichiamoci che i netbook sono nati come
      PC di fascia bassa per i paesi meno abbienti,
      ecco perchè i primi avevano LINUX e non WIndows.Ed ecco perché anche i pannelli LCD sono di qualità mediocre.Comunque, come puoi parlare di OLED e la riga sotto dire "ricordiamoci che i netbook sono nati come PC di fascia bassa"? Ti pare che OLED sia una tecnologia economica?
      • ZERO TOLERANCE scrive:
        Re: Ma perchè?


        Comunque, come puoi parlare di OLED e la riga
        sotto dire "ricordiamoci che i netbook sono nati
        come PC di fascia bassa"? Ti pare che OLED sia
        una tecnologia
        economica?L'altro giorno in FNAC ho visto un televisorino Sony con schermo Oled da 7". Prezzo? .3800,00 fate voi.....
    • erkokki scrive:
      Re: Ma perchè?
      Mah..Davide veramente io sono in possesso di un EEEPC 1000H a cui ho montato un banco di ram da 2GB e un HDD da 7200 rpm..onestamente ci lavoro anche con photoshop rimanendoci per ore. Comunque son dell'idea che nell'aumentare le dimensioni si vada un pò a snaturare la natura di un pc nato "piccolo" per scelta ed aggiungerei di sucXXXXX.
      • Stein Franken scrive:
        Re: Ma perchè?
        Detto francamente farai cose di poco conto, perchè PS sfruttato decentemente per lavoro, non gira affatto bene su un sistema simile (soprattutto ora che c'è l'aiuto delle schede video moderne).Dubito che fai qualcosa di serio
    • jayjay77 scrive:
      Re: Ma perchè?
      Guarda che a livello di risoluzione tra un 10" 1024X600 e un 14" 1440X900 non c'è differenza! te lo assicuro perchè ho i due pc e la grandezza dei caratteri è la stessa... c'entra solo un po' meno roba nel monitor da 10" ma se prendi qualche accorgimento nascondendo qualche barra degli strumenti ci lavori comodamente.... e non sono solo io a dirlo ma tutti quelli che hanno messo le mani sul mio PC.Non è solo una moda... io per lavoro uso al 90% word excel ppt freemind e outlook e sono tutte cose che con il netbook si fanno più che egregiamente te lo assicuro! In più se devo lavorarci in treno non ho l'ingombro di un portatile...se dovessi passare a schermi più grandi allora vorrei più prestazioni, visto che l'unico vantaggio che si ha con schermi più grandi è per fotorittocco, montaggio video o videogiochi, non di certo per modificare una presentazione o un documento
      • ZERO TOLERANCE scrive:
        Re: Ma perchè?
        Ma se si usa Photoshop, si va a snaturare il significato dei netbook proprio come il loro aumentare di dimensioni. I netbook nascono come piccoli pc dove poter navigare su internet e scrivere due righe di word.L'uso di un photoshop o similare contratsta con le effettive capacità per le quali questi netbook sono stati progettati. Concordo con il fatto che la misura max dovrebbe essere 8" non di +, anche se gli odierni 10" garantiscono ormai un autonomia di tutto rispetto ad un peso ancora abbastanza contenuto.
        • jayjay77 scrive:
          Re: Ma perchè?
          Infatti era quello che dicevo io :-)Secondo me il 10" è il limite massimo... ma è ancora accettabile come dimensione e autonomia... io ci ho fatto un viaggio di 4 ore in treno senza alimentazione, guardando un film, navigando umts, scaricando le foto dalla macchinetta, ritoccando una presentazione e ritoccando un paio di foto con Gimp... e ovvio che per il fotoritocco serve un po' di pazienza e serve giusto per sistemare quelle due o tre cose in una foto tipo luminosità, colori o togliere qualche imperfezione... andando oltre il proXXXXXre è limitato
          • erkokki scrive:
            Re: Ma perchè?
            Beh di sicuro con photoshop ed un eeepc non hai la possibilità di lavorare su grandi formati questo è logico. In pratica tutto quello che serve per tirar su un layout grafico per web lo fai senza nessun tipo di problema.Per l'uso snaturato di photoshop, perdonami ZERO, non credo che sia l'uso di un software a snaturare l'idea iniziale di una macchina ma, comunque, concordo sul fatto che un 1000H base (ricordo possiede di fabbrica un N270 con leggero overclock) non sia la macchina ideale per far certi tipi di lavori ..i quali comunque si possono realizzare :) Jayjay se il mio operato è serio o no non spetta a me stabilirlo, di fatto mi pagano per farlo e questo dovrebbe significare un certo apprezzamento del mio operato..a me basta questo :)
          • erkokki scrive:
            Re: Ma perchè?
            ** Pardon Jayjay77 volevo riferirmi a Stein Franken
    • pclinux scrive:
      Re: Ma perchè?
      - Scritto da: Davide
      Chi ha un netbook, avrà anche un bel paio di
      occhiali con binocolo. Sono troppo piccoli, non
      ci si può passare più di 10' minuti. Si diventa
      ciechi e stanchi dopo poco che lo si utilizza,
      per non parlare dell atastiera
      piccolissima.Infatti non sono computer per tutto a basso costo, i netbook sono nati e dovrebbero essere pc destinati solo alla navigazione in mobilità.
      Per me fanno bene a passare ad 11.6" o
      addirittura a 12" come un notebook, solo
      togleindo qualche acXXXXXrio poco utile per
      questo tipo di fasciam tipo il lettore, che già
      nei netbook non c'è!. La differenza sarà solo nel
      proXXXXXre ed in alcuni particolari estetici. Per
      me fanno bene, son praticamente inutilizzabili se
      non per Posta elettronica e 2 lettere;
      alla terza
      già bestemmi per i caratteri troppo
      minuscoli.Leggi sopra, comprati un desktop per lavorare e un netbook se vuoi rimanere connesso in mobilità.Questo è il loro solo e unico scopo.
      Magari, potrebbero metterci un OLED e ridurre
      i
      consumi.
      Non dimentichiamoci che i netbook sono nati come
      PC di fascia bassa per i paesi meno abbienti,
      ecco perchè i primi avevano LINUX e non WIndows.Lascia stare i paesi meno abbienti, smetteteli di misurare coi soldi.Ora hanno windows perchè c'è gente come te che è abituata solo a schiacciare tasti e lo vuole fare sempre e solo nella stessa maniera senza metterci il minimo impegno per imparare qualcosa di diverso che li obblighi ad accendere qualche neurone.Guardati qualche screenshot del vero Linux, non quelle pseudo interfacce per mongoli che hanno messo sui netbook e poi mi dirai quanto è differente da windows.
      All'europeo è piaciuto il design, poco utile a
      mio dire, sempre riguardo le dimensione
      estremamente piccole dei display, quindi l'hanno
      aggiornato per consentire l'uso anche a "noi
      altri".L'hanno aggiornato per vendervi qualcosa.Un netbook, e si capisce benissimo da quello che scrivi, non è un prodotto per te.Già non ha senso un notebook per te che lo usi in casa, figurati un netbook.Un netbook va' bene, e l'ho comprato addirittura con schermo da 8.9 pollici e con Linux, per me che voglio un computer da portarmi sempre in giro per leggere laposta o cercare qualche informazione in rete e a casa ho il mio desktop per lavorare seriamente (costruire siti).
      Ciao a tutti ed a
      presto!!!Per le aziende siete una fortuna!Beate loro! :$
  • God bless America scrive:
    Purtroppo....
    ...tutto ciò lo avevo teorizzato già con l'uscita dei display da 10''....era fin troppo evidente che tentavano di prenderci per il "naso" alzando i prezzi, il peso ed il display ma non le prestazioni.9" è la dimensione ideale per un vero netbook.Ora i bimbiXXXXXXX che si bullavano di avere un netbook a prescindere saranno contenti...e correranno a prendersi il 12"!
  • iRoby scrive:
    Guadagnano poco
    Guadagnano poco dai netbook più economici e giustamente dimensionati per le necessità dell'utente, per cui se ne escono continuamente con novità come queste che ne alzano il prezzo.Il prezzo corretto per un netbook sono i circa 200 euro +/- 20 euro dell'Aspire One 110L. Con i suoi 8GB di SSD ed expansion port per la SDHC.Se poi si aggiorna l'elettronica per dargli la possiblità di cambiare la SSD interna, oppure di mettere un HD da 2,5" SATA, diventerebbe un best seller piglia tutto!Display da 9 pollici, possibilità di espansione ed un aftermarket sterminato specie la batteria a 9 celle che vendono su eBay a 40 euro e che gli da 8 ore di autonomia.Cioè questi signori stanno sbagliando tutto in nome del profitto e dell'avarizia!
  • www scrive:
    ok se hanno le stesse dimensioni
    Non capisco tutta questa diatriba "non è più un netbook", non so se avete visto qualche modello da 10", fra lcd e il bordo effettivo c'e' sempre una cornice di almeno 1-2 cm, questo significa che un 11" ben integrato andrebbe a riempire questa cornice non utilizzata lasciando inalterate le dimensioni del netbook, in questo caso non vedo il problema
    • iRoby scrive:
      Re: ok se hanno le stesse dimensioni
      Volevo scrivere lo stesso.Però tieni conto che se riduci la cornice attorno al display devi irrigidire con una struttura in metallo e costa di più di progetto, costruzione e materiali.Per non parlare del peso che aggiunge il display più grande.
    • GoodSpeed scrive:
      Re: ok se hanno le stesse dimensioni
      Neanche io ma c'è gente (e.g. iRoby) che sostiene che il prezzo salirebbe e anche il peso...
    • utah scrive:
      Re: ok se hanno le stesse dimensioni
      Perfettamente d'accordo con te! Il bordo sul 10'' è enorme e si capiva che prima o poi sarebbe stato colmato.
  • BuDuS scrive:
    Idea originale fallita ?
    Non ho mai seguito granché le vicende di questi "eeePC". Quel poco che mi sembrava di aver capito era che dovevano essere:- piccoli (praticamente un quaderno)- economici (usando tecnologie datate o comunque caratteristiche "non all'ultimo grido")- dedicati alla rete (non un notebook dove ci fai tutto)Mi aveva colpito il fatto che erano i primi ad adottare "di default" un sistema come Linux; questo avrebbe dovuto portare ad ulteriore risparmio.Ho un amico che ha un MacBook Pro e, non fidandosi a portarlo in giro in zone non proprio tranquille, si è comprato un NetBook basato su Linux che, a suo dire, gli è costato poco (350 mi sembra) e, se proprio glielo rubano, ne piglia un altro.Personalmente mi sarei aspettato che un simile aggeggio, considerando le risorse hardware limitate, lo schermo piccolo (10") e un sistema gratuito, costasse molto meno di quello che vedo in giro. Mi pare che il risparmio rispetto a Windows sia di tipo 50 ... veramente poco, ho dubbi che ne valga la pena.Penso che un aggeggio del genere dovrebbe costare dai 250 a massimo 300, altrimenti non è più un "netbook come lo avevano pubblicizzato".Il trend invece mi sembra l'opposto di "piccolo, economico e dedicato alla rete".
    • Brando scrive:
      Re: Idea originale fallita ?
      Vero. Trovi portatili economici a meno di 400 euro in giro.Il problema dei netbooks è che hanno cannibalizzato le vendite dei portatili di fascia bassa ed ora i produttori cercano di ingrandire i netbooks per recuperare margini di guadagno.Alla fine vedremo dei netbooks da 12" con cpu più lente di quelle attuali ai prezzi dei portatili economici attuali.Se almeno facessero risparmiare i soldi della licenza di Windows...
    • attonito scrive:
      Re: Idea originale fallita ?

      Penso che un aggeggio del genere dovrebbe costare
      dai 250 a massimo 300, altrimenti non è più un
      "netbook come lo avevano pubblicizzato".Quoto.
      Il trend invece mi sembra l'opposto di "piccolo,
      economico e dedicato alla rete".era partito cosi', poi hanno visto che il prodotto "tirava" ed e' stata la del concetto di piccolo/economico.
    • Sutter_Kain e scrive:
      Re: Idea originale fallita ?
      Hai ragione perfettamente, guarda io ho un eeepc 701 con una ubuntu 9.04 e va che è una bomba!!!!!E' bellissimo piccolo piccolo che lo porto a "zonzo" con me..e non capisco perche' stanno cambiando rotta verso l'ingradimento...BHO!
    • Shu scrive:
      Re: Idea originale fallita ?
      - Scritto da: BuDuS
      - piccoli (praticamente un quaderno)
      - economici (usando tecnologie datate o comunque
      caratteristiche "non all'ultimo
      grido")E fin qui ci siamo.
      - dedicati alla rete (non un notebook dove ci fai
      tutto)Parzialmente. Poteva essere vero per luoghi in cui la connettevità è totale (Giappone, USA), ma quando hanno iniziato a venderlo anche in paesi dove connettersi in mobilità non è così scontato (Italia) questa caratteristica è andata persa.
      Mi aveva colpito il fatto che erano i primi ad
      adottare "di default" un sistema come Linux;
      questo avrebbe dovuto portare ad ulteriore
      risparmio.E lo ha fatto, finché la MS non ha abbassato il costo della licenza di XP prima a 30 $, e poi a 8 $, cancellando praticamente il divario.
      .. si è comprato un NetBook basato su
      Linux che, a suo dire, gli è costato poco (350
      mi sembra)
      Personalmente mi sarei aspettato che un simile
      aggeggio, considerando le risorse hardware
      limitate, lo schermo piccolo (10") e un sistema
      gratuito, costasse molto meno di quello che vedo
      in giro. Mi pare che il risparmio rispetto a
      Windows sia di tipo 50 ... veramente poco, ho
      dubbi che ne valga la
      pena.Se ti pare poco risparmiare 50 euro su 350 (quasi il 15%)...
      Penso che un aggeggio del genere dovrebbe costare
      dai 250 a massimo 300, altrimenti non è più un
      "netbook come lo avevano
      pubblicizzato".Ad libitum: non lo hanno MAI pubblicizzato a 250 euro.Hanno pubblicizzato il PRIMO EEE 701 a quel prezzo: 512 MB di RAM, 2 GB di flash, schermo 7" da 800x480.Ora, per 400 euro, prendi 2 GB di RAM, disco da 160 GB o SSD da 40 GB, schermo 10" da 1024x600Ora, il 701, lo trovi a meno di 200 euro.
      Il trend invece mi sembra l'opposto di "piccolo,
      economico e dedicato alla
      rete".Il trend è di proporre modelli in base a quello che chiede il mercato. Se nessuno compra più modelli da 7" e prendono quelli da 9, si potenzia la produzione di quelli da 9, si eliminano quelli da 7 e si producono quelli da 10 per vedere come verranno accolti.Ora che quelli da 10 vendono più di quelli da 9, si prova con quelli da 10.6 e si vede come vanno.Semplice, banale strategia di marketing.Bye.
      • GGLaTr8la scrive:
        Re: Idea originale fallita ?
        se posso permettermi io il mio e900 (9 pollici, 1Gb di Ram, 20 Gb di Hard Disk) l'ho pagato 179 euro a dicembre. E ne sono stra-soddisfatto.L'avessi pagato 300 o 350 l'avrei presa come una truffa
        • lroby scrive:
          Re: Idea originale fallita ?
          - Scritto da: GGLaTr8la
          se posso permettermi io il mio e900 (9 pollici,
          1Gb di Ram, 20 Gb di Hard Disk) l'ho pagato 179
          euro a dicembre. E ne sono
          stra-soddisfatto.

          L'avessi pagato 300 o 350 l'avrei presa come una
          truffal'hai pagato caro comunque.. secondo me non dovevi pagarlo più di 99 eurosaresti stato ancora più soddisfattoLROBY
  • pInOSX scrive:
    Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
    E' Stato un Affare...mi hanno dato pure una SD da 4Gb quindi 8+4=12Gb di Disco (lento... troppo lento)cmq, dopo qualche accorgimento (tipo format con cluster da 32K) e qualche ottimizzazione di XP, va proprio bene per leggere la posta, scrivere 2 cavolate su Facebook, e qualche ricerca su internet... insomma, per tutto il resto c'è Apple Macbook... PS. Peccato solo x la SSD da 8Gb che è troppo lenta...
    • Dario scrive:
      Re: Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
      Ma è normale.... è stato pensato per farci solo quello.... Motivo per cui potresti metterci linux e liberarti dal problema dei virus e antivirus, e ottimizzarlo un pò di più con qualche distribuzione cucita su misura per il tuo modello. Ti assicuro che le cose che ci fai adesso le continuerai a fare ed in più aiuterai una comunità fatta di persone a crescere e smetterai di far alzare il trend di aziende che invece farebbero di tutto per farti scucire soldi (microsoft)...Se usi un mac sai bene che c'è altro oltre win e ti assicuro che linux è molto più simile ad un mac di quanto non lo sia windows.
    • ruppolo scrive:
      Re: Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
      Ovvio che l'SSD è lento, sono flash non solo di tecnologia obsoleta, ma pensata solo per trasporto dati.Non si può mettere dentro un computer un "disco" da 2 MB al secondo quando oggi ci sono SSD da 180 MB al secondo, a meno che non si voglia bidonare il cliente.
      • panda rossa scrive:
        Re: Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
        - Scritto da: ruppolo
        Ovvio che l'SSD è lento, sono flash non solo di
        tecnologia obsoleta, ma pensata solo per
        trasporto
        dati.
        Non si può mettere dentro un computer un "disco"
        da 2 MB al secondo quando oggi ci sono SSD da 180
        MB al secondo, a meno che non si voglia bidonare
        il
        cliente.Che motivo c'e' di mettere un disco grosso e veloce su un netbook?Qui si sta perdendo di vista la finalita' del netbook rispetto ai portatili.Prendiamo una Panda che va benissimo come utilitaria, e' spaziosa, capiente e consuma poco.Poi le mettiamo dentro un bell'8 cilindri turbo compresso, gli mettiamo dei sedili in pelle, pianale ribassato, cambiamo un po' l'areodinamica, e alla fine ci lamentiamo perche' costa di piu' e consuma un sacco.Netbook = computer finalizzato ad operare in rete (Net).I dati stanno in rete. A che serve un disco da PC?Io nel mio manco ci tengo la posta o i bookmark del browser.Imap per la posta e foxmarks per i bookmarks.Tutti i dati stanno in rete.Se mi servisse un disco da 1 tera, un masterizzatore di dvd incorporato e un monitor piu' grosso, forse non mi serve un netbook.
        • ruppolo scrive:
          Re: Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
          - Scritto da: panda rossa
          Che motivo c'e' di mettere un disco grosso e
          veloce su un
          netbook?Non grosso, solo veloce. Ma o parliamo di numeri o di aria fritta. "lento" e "veloce" non significano nulla.
          Qui si sta perdendo di vista la finalita' del
          netbook rispetto ai
          portatili.E quando mai è stata presa in considerazione? Secondo te quale dovrebbe essere?

          Prendiamo una Panda che va benissimo come
          utilitaria, e' spaziosa, capiente e consuma
          poco.
          Poi le mettiamo dentro un bell'8 cilindri turbo
          compresso, gli mettiamo dei sedili in pelle,
          pianale ribassato, cambiamo un po'
          l'areodinamica, e alla fine ci lamentiamo perche'
          costa di piu' e consuma un
          sacco.No, l'esempio è sbagliato. Qui abbiamo una nuova Panda economica con un motore 50cc. Serve a qualcosa? Si, a fare viaggi virtuali: metti in modo e immagini di viaggiare.
          Netbook = computer finalizzato ad operare in rete
          (Net).Nelle intenzioni, non nei fatti. Altrimenti l'equipaggiamento radio GSM sarebbe di serie.
          I dati stanno in rete. A che serve un disco da PC?Serve ad alloggiare il sistema operativo e una classe di programmi e dati che l'utente potrebbe preferire avere offline, magari per poterne usufruire in zone non coperte, o dati che vengono generati in locale (foto, filmati, dettati, note e quant'altro) o che si preferisce avere per praticità, come la musica.
          Io nel mio manco ci tengo la posta o i bookmark
          del
          browser.
          Imap per la posta e foxmarks per i bookmarks.
          Tutti i dati stanno in rete.Quali dati? E la musica? E i filmati?
          Se mi servisse un disco da 1 tera, un
          masterizzatore di dvd incorporato e un monitor
          piu' grosso, forse non mi serve un
          netbook.Sei fuori pista. Confronta la velocità del tuo SSD del tuo netbook con un qualunque iPod, e poi ne riparliamo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Che motivo c'e' di mettere un disco grosso e

            veloce su un

            netbook?
            Non grosso, solo veloce. Ma o parliamo di numeri
            o di aria fritta. "lento" e "veloce" non
            significano
            nulla.Lento e veloce si misurano in frequenza del proXXXXXre.E non essendo caratteristica prevalente dell'oggetto in questione, non c'e' bisogno di mettere in risalto la frequenza del proXXXXXre, ma magari la durata delle batterie.

            Qui si sta perdendo di vista la finalita' del

            netbook rispetto ai

            portatili.
            E quando mai è stata presa in considerazione?
            Secondo te quale dovrebbe
            essere?Leggerezza e maneggevolezza in primis.Autonomia dell'alimentazione.Efficienza nei collegamenti in rete (bluetooth, wireless, etc).Magari la presenza del touchscreen (e relativa scomparsa del mousepad)

            Prendiamo una Panda che va benissimo come

            utilitaria, e' spaziosa, capiente e consuma

            poco.

            Poi le mettiamo dentro un bell'8 cilindri turbo

            compresso, gli mettiamo dei sedili in pelle,

            pianale ribassato, cambiamo un po'

            l'areodinamica, e alla fine ci lamentiamo
            perche'

            costa di piu' e consuma un

            sacco.
            No, l'esempio è sbagliato. Qui abbiamo una nuova
            Panda economica con un motore 50cc. Serve a
            qualcosa? Si, a fare viaggi virtuali: metti in
            modo e immagini di
            viaggiare.Boh... io l'uso che faccio del netbook e' diverso da quello che farei con un portatile (che non ho perche' non mi serve) e ancora piu' diverso dall'uso che faccio del PC tower.

            Netbook = computer finalizzato ad operare in
            rete

            (Net).
            Nelle intenzioni, non nei fatti. Altrimenti
            l'equipaggiamento radio GSM sarebbe di
            serie.L'equipaggiamento GSM deve essere un optional, interessante ma optional.Mica tutti intendono usare un netbook come navigatore satellitare.Poi magari tra qualche anno diventera' talmente economico il gsm integrato che non incidera' sui costi e ce lo metteranno.Oggi parliamo di un optional da un centinaio di euro circa, e se non serve sono soldi buttati.

            I dati stanno in rete. A che serve un disco da
            PC?
            Serve ad alloggiare il sistema operativo e una
            classe di programmi e dati che l'utente potrebbe
            preferire avere offline, magari per poterne
            usufruire in zone non coperte, o dati che vengono
            generati in locale (foto, filmati, dettati, note
            e quant'altro) o che si preferisce avere per
            praticità, come la
            musica.10 GB di disco e un paio di SD vanno benissimo per queste esigenze, e se non bastano, allora ti prendi un HD USB esterno.

            Io nel mio manco ci tengo la posta o i bookmark

            del

            browser.

            Imap per la posta e foxmarks per i bookmarks.

            Tutti i dati stanno in rete.

            Quali dati? E la musica? E i filmati?Quali dati? Documentazione, sorgenti, manuali, presentazioni, roba che si porta in giro.Ti porti in giro la musica e i film tu?

            Se mi servisse un disco da 1 tera, un

            masterizzatore di dvd incorporato e un monitor

            piu' grosso, forse non mi serve un

            netbook.
            Sei fuori pista. Confronta la velocità del tuo
            SSD del tuo netbook con un qualunque iPod, e poi
            ne
            riparliamo.Ma che c'entra l'iPod adesso?Stiamo parlando di netbook, mica di players.Vuoi usare un netbook come sostituto dell'iPod?Sarebbe come usare la panda come sostituto della bicicletta.
          • ruppolo scrive:
            Re: Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
            - Scritto da: panda rossa
            Lento e veloce si misurano in frequenza del
            proXXXXXre.Si, buonanotte, ecco un altro della generazione del "mito dei MHz".
            E non essendo caratteristica prevalente
            dell'oggetto in questione, non c'e' bisogno di
            mettere in risalto la frequenza del proXXXXXre,
            ma magari la durata delle
            batterie.Ma infatti nessuno sta mettendo in risalto la frequenza del proXXXXXre.Forse hai perso il filo del discorso: è della bassa velocità del SSD che stiamo parlando.


            Qui si sta perdendo di vista la finalita' del


            netbook rispetto ai


            portatili.

            E quando mai è stata presa in considerazione?

            Secondo te quale dovrebbe

            essere?

            Leggerezza e maneggevolezza in primis.No, in primis deve essere NET, ovvero connesso in rete, e dalla rete deve trarre le sue risorse. Altrimenti poteva chiamarsi "computersnello light".
            Autonomia dell'alimentazione.Esatto, la caratteristica principale di un qualunque apparecchio portatile. Nel caso in questione, tralasciata.
            Efficienza nei collegamenti in rete (bluetooth,
            wireless,
            etc).Di nuovo tralasciata.
            Magari la presenza del touchscreen (e relativa
            scomparsa del
            mousepad)Ma certo, solo che allora non stiamo parlando di Panda, ma di Jaguar.
            Boh... io l'uso che faccio del netbook e' diverso
            da quello che farei con un portatile (che non ho
            perche' non mi serve) e ancora piu' diverso
            dall'uso che faccio del PC
            tower.È diverso non per tua scelta, ma per costrizione data dalla natura dell'oggetto.
            L'equipaggiamento GSM deve essere un optional,
            interessante ma
            optional.Come dire che le ruote per una autoMOBILE devono essere optional. Magari allora dovrebbe chiamarsi "autofissa".
            Mica tutti intendono usare un netbook come
            navigatore
            satellitare.Infatti, non ho mica detto che deve avere il GPS.
            Poi magari tra qualche anno diventera' talmente
            economico il gsm integrato che non incidera' sui
            costi e ce lo
            metteranno.

            Oggi parliamo di un optional da un centinaio di
            euro circa, e se non serve sono soldi
            buttati.Mi sa che hai confusione tra GSM e GPS.
            10 GB di disco e un paio di SD vanno benissimo
            per queste esigenze, e se non bastano, allora ti
            prendi un HD USB
            esterno.E chi ha mai parlato di capienze? Sono le velocità che non soddisfano.
            Quali dati? Documentazione, sorgenti, manuali,
            presentazioni, roba che si porta in
            giro.Appunto, ma non eri tu quello che diceva che "I dati stanno in rete"?

            Ti porti in giro la musica e i film tu?Io si, ma per il semplice motivo che il mio device (tascabile) è in grado di gestirli in modo perfetto.
            Ma che c'entra l'iPod adesso?L'iPod ha come memoria di massa lo stesso tipo di memoria dei dischi SSD.
            Stiamo parlando di netbook, mica di players.Stiamo parlando, ancora, di prestazioni insufficienti dei dischi SSD montati nei netbook.
            Vuoi usare un netbook come sostituto dell'iPod?No di certo.
            Sarebbe come usare la panda come sostituto della
            bicicletta.Infatti la Panda si ferma quando finisce la benzina, la bicicletta no.Il confronto non iPod/netbook non è sul piano del "chi ce l'ha più grosso", ma solo sul piano della velocità delle rispettive memorie flash. Per il resto sono due dispositivi diversi per usi diversi, senza un migliore e peggiore.
          • pclinux scrive:
            Re: Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa




            Qui si sta perdendo di vista la finalita'
            del



            netbook rispetto ai



            portatili.


            E quando mai è stata presa in considerazione?I netbook infatti non sono stati capiti per niente.Neanche tu l'hai capita al contrario di Panda Rossa tra i pochi che hanno comprato il netbook per reale esigenza e non per moda.

            Boh... io l'uso che faccio del netbook e'
            diverso

            da quello che farei con un portatile (che non ho

            perche' non mi serve) e ancora piu' diverso

            dall'uso che faccio del PC

            tower.
            È diverso non per tua scelta, ma per costrizione
            data dalla natura
            dell'oggetto.E qui ti sbagli ruppolo.Non fa' quello che è costretto a fare dal netbook, il netbook è nato solo per fare quello e come me ha comprato consapevolmente un netbook visto che rispecchiava le sue esigenze.Io ho il mio desktop a casa comodissimo per lavorare che posso lasciare acceso ore e ore per scaricare sistemi operativi (in questo momento sto' scaricando la nuova Mandriva)lascia acceso ore o giorni un portatile poi mi dici quanto dura.Sentivo l'esigenza di avere un computer da portarmi sempre COMODAMENTE dietro per leggere la posta e consultare qualche pagina internet (ho un sito e mi piace seguirne l'andamento nell'arco della giornata)quindi la scelta è stata obbligata mi sono comprato un netbook con schermo da 8.9" e sistema operativo GNU/Linux.Non ha senso portarsi dietro un notebook (pesante e ingombrante e un notebook ce l'ho con schermo da 13" tra l'altro quindi parlo per esperienza non per dare aria ai denti! Sta nell'armadio a prendere polvere, troppo pesante e ingombrante da portarsi dietro praticamente inutile).Non è il netbook che obbliga me e Panda Rossa a fare poche cose.Fa' quello che deve fare e per cui ci serve quindi è stato un acquisto sensato insomma il bilancio costi (io l'ho pagato 159 euro) benefici è ampiamente positivo.Chi pensa che il netbook sia un computer tuttofare a basso costo ha sbagliato tutto come ha sbagliato tutto chi compra un notebook che porterà in giro una volta l'anno per le ferie (se va' bene se no rimane a casa anche per le ferie).
            E chi ha mai parlato di capienze? Sono le
            velocità che non
            soddisfano.Non soddisfano chi??Soddisfano eccome.Ribadisco, se vuoi portarti dietro musica e film il netbook (quello vero, minimale come ho comprato io) non fa' per te.

            Quali dati? Documentazione, sorgenti, manuali,

            presentazioni, roba che si porta in

            giro.
            Appunto, ma non eri tu quello che diceva che "I
            dati stanno in
            rete"?Beh, io non so' Panda Rossa ma io per i dati ho un account di emergenza su ADrive, se so che mi serviranno dati mentre sono in mobilità li carico li.

            Ti porti in giro la musica e i film tu?
            Io si, ma per il semplice motivo che il mio
            device (tascabile) è in grado di gestirli in modo
            perfetto.Il tuo device è anche in grado di aprire le mail e i relativi allegati??

            Ma che c'entra l'iPod adesso?
            L'iPod ha come memoria di massa lo stesso tipo di
            memoria dei dischi
            SSD.Però la scelta di un tipo di tecnologia più costosa è dovuta proprio al fatto che l'ipod è nato per riprodurre musica e video (quindi con richiesta di velocità nel recupero dei dati per non avere salti nella riproduzione)Il netbook è nato per navigare e leggere la posta (e costa meno dell'ipod, quelli che costano di più montano hard disk tradizionali e sono quindi parimenti veloci anche per la riproduzioni di contenuti multimediali) quindi la velocità del disco SSD passa in secondo piano (le applicazioni una volta lanciate girano in ram quindi se l'hard disk è lento chi se ne frega.

            Stiamo parlando di netbook, mica di players.
            Stiamo parlando, ancora, di prestazioni
            insufficienti dei dischi SSD montati nei
            netbook.Vedi sopra. Stai parlando di netbook in estinzione (schermo 8,9" e SSD da 8/16GB) vista la tendenza di mercato specifica di cosa parli se vuoi fare confronti (ci sono "netbook" ormai che ti fanno girare anche il desktop in 3d!!)Scusa dimenticavo che Windows il desktop in 3D non sa' neanche cos'è mentre su GNU/Linux è già diffuso da qualche anno, se OSX ha il 3D o no non lo so perchè non mi interessa pagare più del valore intrinseco del prodotto e poi non amo i prodotti proprietari.
            Il confronto non iPod/netbook non è sul piano del
            "chi ce l'ha più grosso", ma solo sul piano della
            velocità delle rispettive memorie flash.E qui sbagli perchè come ti ho spiegato sopra l'uso dei due dispositivi è diverso e non paragonabile, per uno la velocità è indispensabile per l'altro no.
            Per il
            resto sono due dispositivi diversi per usi
            diversi, senza un migliore e
            peggiore.Sulla tua ultima affermazione, finalmente, non posso che concordare pienamente!
    • iRoby scrive:
      Re: Aspire ONE A110L a 189,00 con XP Orig.
      Io ho lo stesso modello e sono riuscito a metterci dentro un disco SATA da 120GB.È abbastanza semplice per chi ha buona manualità ma bisogna andare di dremel e con un saldatore con punta piccola e il succhiastagno.Si taglia di circa 10cm un cavo SATA per desktop e si scoperchia anche il connettore della plastica che lo contiene.Si saldano i fili del connettore sata sotto la piastra dell'Acer.Lo stesso si fa col connettore di alimentazione.Ho seguito questa guida: http://www.theacerguy.com/2009/01/aspire-one-a110-25-sata/
  • vaaaaaaaaaa a scrive:
    Faranno girare Windows
    Invece su altri siti dicono che sarà Linux o un Windows XP ridotto.Ma ???
  • attonito scrive:
    piccoli netbook crescono....
    ... e diventano laptop. Fine.
    • ruppolo scrive:
      Re: piccoli netbook crescono....
      - Scritto da: attonito
      ... e diventano laptop. Fine.Diventano "desktop replacement". Questione di costi, la miniaturizzazione costa. Più che netbook li dovrebbero chiamare lightbook, nel senso anglosassone del termine: portatili economici.
      • merc scrive:
        Re: piccoli netbook crescono....
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: attonito

        ... e diventano laptop. Fine.

        Diventano "desktop replacement". Questione di
        costi, la miniaturizzazione costa. Più che
        netbook li dovrebbero chiamare lightbook, nel
        senso anglosassone del termine: portatili
        economici.Portatile economico mica tanto, il portatile economico è un 15,4" da 400 euro. Se permetti un netbook è un prodotto a parte, non è economico affatto perchp a quel prezzo riesci a comprare tranquillamete un dual core con 3 gb di ram. Solo che quello è un portatile economico
        • ruppolo scrive:
          Re: piccoli netbook crescono....
          - Scritto da: merc
          Portatile economico mica tanto, il portatile
          economico è un 15,4" da 400 euro. Se permetti un
          netbook è un prodotto a parte, non è economico
          affatto perchp a quel prezzo riesci a comprare
          tranquillamete un dual core con 3 gb di ram. Solo
          che quello è un portatile
          economicoInfatti non è economico. Questo business dei netbook si basa unicamente sull'ignoranza di molta gente che non si rende conto che la miniaturizzazione è un lusso, che a parità di prestazioni il prodotto piccolo costa molto di più. Il netbook è un prodotto spartano che utilizza tecnologie datate, pensato originariamente per i paesi del terzo mondo. Fallito il tentativo hanno pensato di riciclare i costi di sviluppo nel mercato standard, senza pensare che in questo modo avrebbero cannibalizzato i prodotti con tecnologie attuali. Ora stanno correndo ai ripari, perlomeno chi si è buttato in questo business (perdendo tempo prezioso: si morderanno i diti dei piedi quando vedranno cosa ha preparato Apple, nel frattempo...)
      • Shu scrive:
        Re: piccoli netbook crescono....
        - Scritto da: ruppolo
        Diventano "desktop replacement". Questione di
        costi, la miniaturizzazione costa. Più che
        netbook li dovrebbero chiamare lightbook, nel
        senso anglosassone del termine: portatili
        economici.Non hai ancora capito che "netbook", cosi` come "notebook", è un termine di marketing. Non va preso alla lettera.Altrimenti un notebook dovrebbe essere massimo A5 e pesare 200 grammi. Un palmare, insomma, perché quello è un "taccuino".Quelli più grossi dovresti chiamarli "laptop", mentre quelli più potenti, non potendo tenerli sulle gambe perché ti scotti, "desktop".Avrai notato che tutti i termini sono sbagliati. Anche "netbook" lo è.Un netbook, oggi, è sinonimo di "piccolo, economico, leggero, meno potente". Niente di più, niente di meno.Se lo vuoi piccolo e potente, ci sono dei subnotebook da 1000 euro (vedi Sony).Se lo vuoi grande (e pesante) e potente, ci sono i notebook Core.Se lo vuoi grande (e pesante) e meno potente, ci sono i notebook col Celeron.Basta saperli prendere per quello che sono e non pretendere quello che NON sono.Se non ti serve, lascialo sullo scaffale.Personalmente ho lasciato sullo scaffale tutto il resto (Apple compreso) perché nessuno soddisfava le mie esigenze (prezzo basso, peso basso, dimensioni ridotte).Bye.
  • God bless America scrive:
    dispiace
    ma tutto ciò lo avevo teorizzato già con l'uscita dei display da 10''....era fin troppo evidente che tentavano di prenderci per il "naso" alzando i prezzi, il peso ed il display ma non le prestazioni.9" è la dimensione ideale per un vero netbook.Ora i bimbiXXXXXXX che si bullavano di avere un netbook a prescindere saranno contenti...e correranno a prendersi il 12"!
  • ruppolo scrive:
    netbook come smartphone
    Solo marketing. Un netbook per essere definito tale dovrebbe differenziarsi dai notebook per essere perennemente connesso in rete Internet, dotato quindi di equipaggiamento radio GPRS, EDGE e UMTS.Allo stesso modo gli smartphone, che avrebbero dovuto essere telefoni intelligenti, sono stati fino a poco tempo fa solo telefoni farciti di gadgets. Il vero netbook deve essere ancora inventato. Molto probabilmente lo inventerà Apple.
    • pietro scrive:
      Re: netbook come smartphone
      un vero netbook dovrebbe vivere esclusivamente dentro la rete, un browser e basta, si fa tutto da lì.questi non sono netbook sono tutti solo mini notebook.
      • The_GEZ scrive:
        Re: netbook come smartphone
        Ciao pietro !
        un vero netbook dovrebbe vivere esclusivamente
        dentro la rete, un browser e basta, si fa tutto
        da
        lì.
        questi non sono netbook sono tutti solo mini
        notebook.Esatto, mi hai rubato le parole di bocca.Poteva essere interessante l' idea originale dell' eePC un minicomputer con un OS sviluppato appositamente estremamente leggero, avrebbe dovuto essere semplicemente un Browser con qualche utility di contorno e tutte le risorse, memoria di massa compresa, le avrebbe dovute "pescare" dalla rete. (ed un prezzo VERAMENTE BASSO)Ma questi di "NET" non hanno nulla di più di un qualsiasi computer portatile, sono semplicemente più piccoli.
        • ruppolo scrive:
          Re: netbook come smartphone
          - Scritto da: The_GEZ
          Ma questi di "NET" non hanno nulla di più di un
          qualsiasi computer portatile, sono semplicemente
          più
          piccoli.Non solo non hanno nulla di più, hanno molto di meno. Finiranno nelle soffitte/cantine alla velocità della luce.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: netbook come smartphone
      - Scritto da: ruppolo
      Solo marketing.
      Un netbook per essere definito tale dovrebbe
      differenziarsi dai notebook per essere
      perennemente connesso in rete Internet, dotato
      quindi di equipaggiamento radio GPRS, EDGE e
      UMTS.
      Allo stesso modo gli smartphone, che avrebbero
      dovuto essere telefoni intelligenti, sono stati
      fino a poco tempo fa solo telefoni farciti di
      gadgets.

      Il vero netbook deve essere ancora inventato.
      Molto probabilmente lo inventerà
      Apple.Come l'Iphone? Allora è meglio che si astenga dallo sforzo!
      • ruppolo scrive:
        Re: netbook come smartphone
        - Scritto da: Enjoy with Us
        Come l'Iphone? Allora è meglio che si astenga
        dallo
        sforzo!L'iPhone al momento è l'unico prodotto che ha diritto a chiamarsi "netbook".Visto che hai dimostrato più volte di non conosce l'inglese, ti informo che "notebook" in inglese significa "taccuino", notoriamente un libretto tascabile per prendere e consultare appunti. "notebook" è infatti l'unione delle parole "note" e "libro".Netbook è invece l'unione delle parole "network" e "libro", pertanto un taccuino connesso in rete. L'iPhone, appunto.E se per caso vorresti tirare in ballo il "diario", altro genere di taccuino un po' più grande, sappi che il diario in rete ancora non esiste. Ma Apple colmerà questa lacuna.Ma tu continua pure ad aspirare a quegli inutili giocattoli che oggi chiamano "netbook", sei il cliente ideale per quelle "perline colorate".
        • Paracelso scrive:
          Re: netbook come smartphone
          - Scritto da: ruppolo
          Visto che hai dimostrato più volte di non conosce
          l'inglese, ti informo che "notebook" in inglese
          significa "taccuino", notoriamente un libretto
          tascabile per prendere e consultare appunti.
          "notebook" è infatti l'unione delle parole "note"
          e
          "libro".Pensa che lo chiamano anche "laptop", "sopra le cosce" (cosa volevano dire?)
          Netbook è invece l'unione delle parole "network"
          e "libro", pertanto un taccuino connesso in rete.A me pare l'unione delle parole "net" e "book" (libro di rete, una cosa per pescatori)
          E se per caso vorresti tirare in ballo il
          "diario", altro genere di taccuino un po' più
          grande, sappi che il diario in rete ancora non
          esiste."Blog", anyone?
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: netbook come smartphone
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Enjoy with Us

          Come l'Iphone? Allora è meglio che si astenga

          dallo

          sforzo!

          L'iPhone al momento è l'unico prodotto che ha
          diritto a chiamarsi
          "netbook".Ha Ha ha.... questa è la dichiarazione comica dell'anno... Apple non ha intenzione di lanciare un netbook perchè lo produce già è l'iphone!
          Visto che hai dimostrato più volte di non conosce
          l'inglese, ti informo che "notebook" in inglese
          significa "taccuino", notoriamente un libretto
          tascabile per prendere e consultare appunti.
          "notebook" è infatti l'unione delle parole "note"
          e
          "libro".
          Netbook è invece l'unione delle parole "network"
          e "libro", pertanto un taccuino connesso in rete.
          L'iPhone,
          appunto.
          Ha Ha ha.... sempre meglio ora siamo alla ricerca letterale del "vero" significato di netbook... peccato che per quanto tu voglia rigirare le parole un'Iphone non è in grado di far girare applicativi di classe office, ne di consentire la visione di video e foto su di uno schermo di dimensioni decenti!
          E se per caso vorresti tirare in ballo il
          "diario", altro genere di taccuino un po' più
          grande, sappi che il diario in rete ancora non
          esiste. Ma Apple colmerà questa
          lacuna.
          E perchè mai ha già l'iphone, la perfezione! Anzi mi chiedo perchè mai vorrà a giugno lanciare un nuovo terminale...
          Ma tu continua pure ad aspirare a quegli inutili
          giocattoli che oggi chiamano "netbook", sei il
          cliente ideale per quelle "perline
          colorate".Meglio buttare 350 euro che 500 o peggio per prodotti Apple venduti a prezzi chiaramente gonfiati, vedi i 230 euro dell'Ipod Touch!
    • pentolino scrive:
      Re: netbook come smartphone
      - Scritto da: ruppolo

      Il vero netbook deve essere ancora inventato.
      Molto probabilmente lo inventerà
      Apple.mi raccomando stai lì ad aspettare con fiducia
  • antonio montemurro scrive:
    forse non hanno capito...
    il sucXXXXX dei netbook non è stato solo il basso prezzo ma il form factor. Avere sempre con sè un pc in 7-8-9" compatto da usare per tutto in completa mobilità ad un prezzo abbordabile e peso contenuto. Questo la gente voleva. Ed era questo che mancava a quella cifra. Fare pc leggermente inferiori come dimensioni a un normale notebook ma con quest'ultimo che a 50 euro in più mi dà ENORMEMENTE di più.. chi me lo fa fare? Il gioco vale ancora la candela??Personalmente ero rimasto esterefatto dalle dimensioni del primo eeepc, che però non presi viste le caratteristiche troppo ristrette. Riuscire a fare un 7-8" a 1280*800 (o altra risoluzione wide non più grossa di questa) riducendo all'osso la cornice a favore del display, montando magari i nuovi atom mantenendo un autonomia minima di 6 ore. Questo sì che ha un senso di mobilità.Ma un 12"? Fateci un favore e non prendeteci in giro. Non chiamateli più netbook.
    • GoodSpeed scrive:
      Re: forse non hanno capito...
      Personalmente non comprai il 7" per via della cornice ENORME che consideravo una presa in giro (è un netbook e sprechi spazio per una cornice??) e perchè il display era troppo piccolo per le mie esigenze visive. Ci avevano messo pure le casse audio per giustificare quell'obrobrio di cornice.Come volevasi dimostrare poco dopo uscì un 9" che occupava come il 7" e già era meglio.Anche per il mio nuovo notebook 15" ho scelto una marca che forniva display ridotti all'osso in modo tale da avere solo un piccolo bordo intorno alla cornice del monitor.Comunque ad oggi non ho preso un netbook perchè il form factor e le prestazioni non mi hanno mai convinto (parere personale). Devo dire che se uscisse un 12" magari tablet ad un prezzo abbordabile (250 euro) lo comprerei di sicuro (magari lo regalo alla fidanzata).Diversamente un 7"-9" a 1280x800 non lo comprerei mai perchè risulterebbe ingestibile per la risoluzione troppo alta (io a 1280x800 sto su un 15").
      • iRoby scrive:
        Re: forse non hanno capito...
        Scusa ma se fai la cornice giusta giusta poi fai la tastiera con i tastini per pollicino (personaggio delle fiabe).La cover col display richiude la tastiera, E se il display non la occupa tutta si può giocare da 9 a 11" con le stesse dimensioni.I problemi però con profili della cover sottili diventano diversi. primo di peso, perché il display più grande è più pesante che un interno cover vuoto.E poi di robustezza, profilo sottile del bordo che contiene il display obbliga all'uso di materiali e costruzione rigidi come il magnesio che fanno lievitare il prezzo.
        • GoodSpeed scrive:
          Re: forse non hanno capito...
          - Scritto da: iRoby
          Scusa ma se fai la cornice giusta giusta poi fai
          la tastiera con i tastini per pollicino
          (personaggio delle
          fiabe).E chi l'ha detto? Scegli la dimensione che vuoi della tastiera e in base alla dimensione della tastiera mi fai un monitor di pari dimensione... Altrimenti è un controsenso ho un ingombro forzato dalla tastiera (es. 9" di diagonale) e un monitor più piccolo (es. da 7" di diagonale).
          La cover col display richiude la tastiera, E se
          il display non la occupa tutta si può giocare da
          9 a 11" con le stesse dimensioni.Ok. ovvio qui si sceglie se darti un monitor più grande/piccolo.
          I problemi però con profili della cover sottili
          diventano diversi. primo di peso, perché il
          display più grande è più pesante che un interno
          cover vuoto.Il peso mi sembra trascurabile, quanto sarà 50 gr? Voglio dire da 7" a 9" quanto vuoi che cambi?
          E poi di robustezza, profilo sottile del bordo
          che contiene il display obbliga all'uso di
          materiali e costruzione rigidi come il magnesio
          che fanno lievitare il prezzo.Ok è più robusto ma qui scendiamo nei gusti personali. Io avevo un ACER 1692 con un bordo ORRENDO. Praticamente ora col PC nuovo che è sempre un 15" ho meno ingombro di prima e pesa 400 grammi di meno (conta che è più leggera tutta la scocca e il peso in meno non è dovuto solo al minor bordo del monitor ma proprio al totale dei materiali usati nel portatile).
    • Enjoy yourself scrive:
      Re: forse non hanno capito...
      - Scritto da: antonio montemurro
      il sucXXXXX dei netbook non è stato solo il basso
      prezzo scommettiamo?
      Personalmente ero rimasto esterefatto dalle
      dimensioni del primo eeepc, che però non presi
      viste le caratteristiche troppo ristrette.ovvio
      Riuscire a fare un 7-8" a 1280*800 (o altra
      risoluzione wide non più grossa di questa)C'è, è della Sony, e costa 1000 Euro... guardacaso però vende molto meno degli eeePC da 200 Euro
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: forse non hanno capito...
        - Scritto da: Enjoy yourself
        - Scritto da: antonio montemurro

        il sucXXXXX dei netbook non è stato solo il
        basso

        prezzo

        scommettiamo?


        Personalmente ero rimasto esterefatto dalle

        dimensioni del primo eeepc, che però non presi

        viste le caratteristiche troppo ristrette.

        ovvio


        Riuscire a fare un 7-8" a 1280*800 (o altra

        risoluzione wide non più grossa di questa)

        C'è, è della Sony, e costa 1000 Euro...
        guardacaso però vende molto meno degli eeePC da
        200
        EuroGià Infatti Io mi affanno invano ripetendo a tutti che la variabile prezzo è molto importante per articoli di elettronica di consumo ed essendo ora disponibili netbook a prezzi di 200 euro è molto difficile giustificare costi di oltri 500 euro per un semplice smartphone!
        • ruppolo scrive:
          Re: forse non hanno capito...
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Già Infatti Io mi affanno invano ripetendo a
          tutti che la variabile prezzo è molto importante
          per articoli di elettronica di consumo ed essendo
          ora disponibili netbook a prezzi di 200 euroI prezzi sono in costante salita, da quando sono apparsi i netbook.
          è molto difficile giustificare costi di oltri 500
          euro per un semplice
          smartphone!È molto difficile per te che non hai alba di cosa puoi ottenere in cambio di quei 500 euro.
        • Enjoy yourself scrive:
          Re: forse non hanno capito...
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Già Infatti Io mi affanno invano ripetendo a
          tutti tu ti affanni a dire un sacco di castronerie
          che la variabile prezzo è molto importante
          per articoli di elettronica di consumo ma dai!!! e io che pensavo che a parità di oggetti tutti preferissero spendere il doppio... ma allora sei un vero "gegnio"!!!
          ed essendo
          ora disponibili netbook a prezzi di 200 euro è
          molto difficile giustificare costi di oltri 500
          euro per un semplice smartphone!peccato che non c'entra una mazza perché i due oggetti hanno usi completamente differenti... ma questo non lo capirai mai... nel frattempo i tuoi amati netbook da 200 Euro e display da 7" stanno scomparendo per laciare spazio a quelli da 10-12", molto più costosi... ma non l'hai ancora capita...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: forse non hanno capito...
            - Scritto da: Enjoy yourself
            - Scritto da: Enjoy with Us


            Già Infatti Io mi affanno invano ripetendo a

            tutti

            tu ti affanni a dire un sacco di castronerie
            Dove?

            che la variabile prezzo è molto importante

            per articoli di elettronica di consumo

            ma dai!!! e io che pensavo che a parità di
            oggetti tutti preferissero spendere il doppio...
            ma allora sei un vero
            "gegnio"!!!
            Che ti devo dire, non sono certo Io che insisto nel sostenere quanto siano utili certi smartphone ultracostosi...

            ed essendo

            ora disponibili netbook a prezzi di 200 euro è

            molto difficile giustificare costi di oltri 500

            euro per un semplice smartphone!

            peccato che non c'entra una mazza perché i due
            oggetti hanno usi completamente differenti... maUsi differenti? Vediamo un pò uno telefona e l'altro no, peccato che per telefonare e gestire una mail basti un cellulare da 70 euro.... in compenso il netbook naviga sul serio su internet, fa girare applicativi di classe office, consente di riprodurre video e foto su uno schermo di dimensioni decenti... ah non ultimo costa la metà di certi smartphone ...
            questo non lo capirai mai... nel frattempo i tuoi
            amati netbook da 200 Euro e display da 7" stanno
            scomparendo per laciare spazio a quelli da
            10-12", molto più costosi... ma non l'hai ancora
            capita...Non stanno sparendo affatto, aumentando enormemente le vendite le varie aziende cercano nuovi spazi per i loro prodotti, l'aumento delle dimensioni del display poi è un tentativo per cercare di assorbire l'urto degli imminenti netbook ARM based che sembra sempre per le più stimate agenzie di analisi di mercato destinati a coprire il 50% della quota di tutti i netbook nel giro di pochi anni!
          • Enjoy yourself scrive:
            Re: forse non hanno capito...
            - Scritto da: Enjoy with Us

            tu ti affanni a dire un sacco di castronerie

            Dove?in ogni tuo post (o quasi)

            peccato che non c'entra una mazza perché i due

            oggetti hanno usi completamente differenti... ma

            Usi differenti? Vediamo un pò uno telefona e
            l'altro no, peccato che per telefonare e gestire
            una mail basti un cellulare da 70 euro.... in
            compenso il netbook naviga sul serio su internet,peccato che il netbook non ti sta nel taschino, è molto più ingombrante, ha un'atonomia ridicola, è brutto e pesante, e non ti consente, di suo, di collegarti sempre e comunque ad internet... a meno che vai su certi modelli particolari (qualcuno ha setto Sony?) che però costano il doppio dei tuoi odiati smartphone, e usano un sistema operativo che non è pensato per schermi così piccoli (leggasi, checché tu ne dica, è ingestibile)
            fa girare applicativi di classe office, consente
            di riprodurre video e foto su uno schermo di
            dimensioni decenti... ah non ultimo costa la metà
            di certi smartphone...se vuoi qualcosa di decente spendi tra i 400 e 500 Euro (non meno di un PalmPre o della maggior parte degli altri smartphone). Se vuoi qualcosa di bello vai sui 1000 Euro. Quelle cose da 200 Euro sono buone solo per farci giocare i bimbi con TuxPaint

            questo non lo capirai mai... nel frattempo i tuoi

            amati netbook da 200 Euro e display da 7" stanno

            scomparendo per laciare spazio a quelli da

            10-12", molto più costosi... ma non l'hai ancora

            capita...

            Non stanno sparendo affatto,Ma l'articolo l'hai letto, o ti sei fermato al titolo?"già quest'anno i netbook con display da 11,6 pollici rappresenteranno il 30 per cento delle vendite totali di Eee PC: i modelli da 10 pollici resteranno il grosso del venduto, con una quota del 50 per cento, mentre il restante 20 sarà quasi interamente costituito dai sistemi da 9 pollici, e in piccola parte da quelli con display da 7 pollici."ovvero l'idea originale dei 7" è stata subito bocciata, tiene il 9" (probabilmente per il compromesso tra costo e dimensione accettabile del display) mentre vanno per la maggiore i modelli da 10-12", che non definirei neanche netbook ma, al massimo, sub-notebook
        • Brando scrive:
          Re: forse non hanno capito...
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Già Infatti Io mi affanno invano ripetendo a
          tutti che la variabile prezzo è molto importante
          per articoli di elettronica di consumo ed essendo
          ora disponibili netbook a prezzi di 200 euro è
          molto difficile giustificare costi di oltri 500
          euro per un semplice smartphone!Salvo il fatto che non devi aspettare che carichi il sistema operativo, ti sta in tasca e ci puoi telefonare?Le tue esigenze non sono quelle di tutti...
          • Enjoy yourself scrive:
            Re: forse non hanno capito...
            - Scritto da: Brando
            Le tue esigenze non sono quelle di tutti...scherzi? lui è l'onniscente detentore della verità assoluta: anche se i fatti dimostrano che ha torto, quello che dice lui non si può contraddire
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: forse non hanno capito...
            - Scritto da: Brando
            - Scritto da: Enjoy with Us


            Già Infatti Io mi affanno invano ripetendo a

            tutti che la variabile prezzo è molto importante

            per articoli di elettronica di consumo ed
            essendo

            ora disponibili netbook a prezzi di 200 euro è

            molto difficile giustificare costi di oltri 500

            euro per un semplice smartphone!

            Salvo il fatto che non devi aspettare che carichi
            il sistema operativo, ti sta in tasca e ci puoi
            telefonare?
            Le tue esigenze non sono quelle di tutti...Su PI circa 2 mesi fa hanno parlato di un nuovo netbook basato su un proXXXXXre Cortex a 1 Ghz con durata della batteria di 15 ore in piena attività e possibilità di stand by della durata di oltre 1 settimana, il costruttore si vantava appunto di poterlo tenere sempre acceso, pronto all'uso in una frazione di secondo come uno smartphone, dovrebbe essere commercializzato anche in Italia entro la metà di maggio... quindi come vedi non è indispensabile spendere 500 euro per un simile motivo!
      • Antonio Montemurro scrive:
        Re: forse non hanno capito...
        beh.. se fosse solo il fattore prezzo, ci sono notebook economici a 400 euro (esattamente quanto i netbook di adesso) ma con caratteristiche migliori, perlomeno sul versante cpu/quantitativo di ram/schermo (e a volte HD)Uno a quel punto non prenderebbe un netbook ma un notebook economico. Lo so poi che esistono quelli della sony.. ma come hai fatto notare costano uno sproposito.. e quindi si ritorna al discorso che a QUEL prezzo (250-300), non esistevano prodotti uguali.
      • Antonio Montemurro scrive:
        Re: forse non hanno capito...
        Beh.. quando dicevo che non era solo il prezzo, intendevo dire che se uno voleva solo qualcosa di economico e non di ultramobile, penso avrebbe fatto meglio a prendersi un notebook economico da 15".50 euro in più penso valgano bene un ProXXXXXre migliore, schermo più ampio, ram e HD maggiori (nella stragrande maggioranza dei casi). per la sony.. si torna sempre lì.. è vero che esistevano già prodotti uguali alle nostre esigenze.. ma sforavano decisamente con il prezzo!!!Quindi un prodotto come i netbook che univa prezzi bassi a una mobilità maggiore dei tradizionali notebook, non esisteva ancora (a meno di recuperare vecchissimi notebook ibm in qualche fiera.. ma il gioco non credo valga molto la candela..)
    • Shu scrive:
      Re: forse non hanno capito...
      - Scritto da: antonio montemurro
      Riuscire a fare un 7-8" a 1280*800 (o altra
      risoluzione wide non più grossa di questa)
      riducendo all'osso la cornice a favore del
      display, montando magari i nuovi atom mantenendo
      un autonomia minima di 6 ore.Questi si chiamano MID, e sono in sviluppo da prima dei netbook, ma:1- non sono ancora riusciti a fare prezzi decenti (si parla di 6-700 euro per un Atom 800 MHz con 1 GB di RAM e 2 GB di flash...)2- nessun modello ha ancora "colpito". Che sia per problemi di costi, di marketing, di mercato troppo ristretto o cosa altro, io non lo so.Lo sto aspettando anche io un aggeggino del genere: 500 grammi, schermo 4-6" da (1024|1280)xY (600, 768, 800, 1024, che vedano loro, ma con meno cornice possibile intorno), CPU a 1 GHz, 1-2 GB RAM, almeno 4 GB flash e slot SDHC, touchscreen, 1-2 porte USB, possibilmente almeno una standard, WiFi e BT, ma, cosa fondamentale, tastiera hardware.Tutto il resto (webcam, sensori di movimento, UMTS, ...) non mi interessa. Prezzo massimo 400 euro.Appena esce una cosa del genere, la compro. Giuro.Bye.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: forse non hanno capito...
        - Scritto da: Shu
        - Scritto da: antonio montemurro


        Riuscire a fare un 7-8" a 1280*800 (o altra

        risoluzione wide non più grossa di questa)

        riducendo all'osso la cornice a favore del

        display, montando magari i nuovi atom mantenendo

        un autonomia minima di 6 ore.

        Questi si chiamano MID, e sono in sviluppo da
        prima dei netbook,
        ma:

        1- non sono ancora riusciti a fare prezzi decenti
        (si parla di 6-700 euro per un Atom 800 MHz con 1
        GB di RAM e 2 GB di
        flash...)

        2- nessun modello ha ancora "colpito". Che sia
        per problemi di costi, di marketing, di mercato
        troppo ristretto o cosa altro, io non lo
        so.

        Lo sto aspettando anche io un aggeggino del
        genere: 500 grammi, schermo 4-6" da (1024|1280)xY
        (600, 768, 800, 1024, che vedano loro, ma con
        meno cornice possibile intorno), CPU a 1 GHz, 1-2
        GB RAM, almeno 4 GB flash e slot SDHC,
        touchscreen, 1-2 porte USB, possibilmente almeno
        una standard, WiFi e BT, ma, cosa fondamentale,
        tastiera
        hardware.

        Tutto il resto (webcam, sensori di movimento,
        UMTS, ...) non mi interessa. Prezzo massimo 400
        euro.

        Appena esce una cosa del genere, la compro. Giuro.

        Bye.Beh c'è il netbook di Sony che ha tutte le caratteristiche che dici, pesa 600 grammi e ha un display ad elevata risoluzione da 7 pollici... certo i costi sono un tantino più elevati si parla di 950 euro...
        • Antonio Montemurro scrive:
          Re: forse non hanno capito...
          appunto si torna sempre lì.Quello che vogliamo e che ci manca, è un PC PICCOLO da tenere nel taschino (o quasi) e che costi poco, da poter usare per collegarsi alla rete nella sua totalità (flash, java,streaming video etc etc), gestire senza problemi tutti i documenti(pdf, doc, txt, etc etc..) magari grazie a uno slot sd usarlo per backup delle foto della sd della macchina fotografica, e per gestire i media (mp3, dvx, e così via). Insomma.. l'utilizzo tipico di un pc che può tornare utile in viaggio.Per questi scopi uno schermo da 7-8-9" con cornice sottile và benissimo. E ovviamente deve costare al di sotto delle 300 euro (sinceramente 250 mi sembra già tanto, visto l'hardware), altrimenti striderebbe troppo con i prezzi dei potenti notebook a cui siamo abituati.. e si sentirebbe troppo la puzza di bruciato..
  • Enjoy with Us scrive:
    E sarebbero dei netbook?
    Io li chiamerei notebook depotenziati economici....Non so se avranno fortuna commerciale, quello che è sicuro è che l'utenza vuole dispositivi compatti economici e leggeri ed è per questo disponibile a sacrificare le prestazioni, se viene meno la compatezza e i prezzi salgono viene meno l aloro ragione d'essere!Penso che Acer e Asus stiano lanciando tali prodotti in previsione dello sbarco in forze di netbook basati su ARM, che saranno più compatti, leggeri ed economici di quelli attuali... non credo che tale differenziazione darà risultati commerciali soddisfacenti.... staremo a vedere!
    • ErCocomerar o scrive:
      Re: E sarebbero dei netbook?
      marketing marketing marketing....
    • Nicola scrive:
      Re: E sarebbero dei netbook?
      Io ho preso un NOTEBOOK HP con CPU celeron 2gh,2 gb di ram ,schermo da 15,4 x 370...A che serve spenderne probabilmente + di 400 x un trappolotto con monitor da 11" e cpu da calcolatrice ??Secondo me sti netbook x il mercato "consumer" sono solo una moda...
      • GoodSpeed scrive:
        Re: E sarebbero dei netbook?
        - Scritto da: Nicola
        Secondo me sti netbook x il mercato "consumer"
        sono solo una moda...Esatto... la gente li compra perchè hanno sentito che sono buoni... purtroppo le mode tirano il mercato e i polli ci cascano.
      • SandMan scrive:
        Re: E sarebbero dei netbook?
        - Scritto da: Nicola
        Io ho preso un NOTEBOOK HP con CPU celeron 2gh,2
        gb di ram ,schermo da 15,4 x
        370...
        A che serve spenderne probabilmente + di 400 x un
        trappolotto con monitor da 11" e cpu da
        calcolatrice
        ??
        Secondo me sti netbook x il mercato "consumer"
        sono solo una
        moda...Ne fai due usi completamente diversi, si vede che non hai capito a che serve un netbook :)Ti giro la domanda: a che serve un trappolotto "enorme" con schermo da 15" che pesa una vita ed ha un'autonomia di max 2h?
        • GoodSpeed scrive:
          Re: E sarebbero dei netbook?
          - Scritto da: SandMan
          Ti giro la domanda: a che serve un trappolotto
          "enorme" con schermo da 15" che pesa una vita ed
          ha un'autonomia di max 2h?Bhè diciamo che sull'autonomia è meglio non citare i netbook che, soprattutto agli inizi, avevano autonomie da RIDERE.Esempio?Hp Dv5-1020el Centrino2, DualCore 2.0 GHZ, 4 GB ram, HDD 250, 15" autonomia 3 oreNetbook con ATOM, SSD, 512 MB ram e schermo da 9" autonomia 3 orePer il resto hai ragione un 15" non è portabile come un 9".
          • jayjay77 scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            Beh molti lo comprano per moda.. molti no... io ho un samsumg nc10 e secondo me il 10" è il giusto compromesso tra portabilità e usabilità.Io ho già un portatile aziendale.. dual core bla bla bla... ma ormai a casa e in viaggio uso solo il samsumg...Vi assicuro che per navigare, editare documenti e vedersi le foto è più che sufficiente, ovvio che per fare fotoritocco o altro serve un PC "vero" (passatemi il termine).Ma in questi giorni ho dovuto viaggiare un po' in treno e vi assicuro che farsi più di 4 ore di viaggio guardando un film, navigando con chiavetta UMTS e rivedendo qualche presentazione senza mai dover attaccare il nb all'alimentazione, da veramente soddisfazione, senza poi contare che oltre alle normali valigie non mi sono dovuto portare l'ingombrante zaino del pc ma solo un piccolo borsello con dentro il mio nc10.E vi assicuro che vedersi un film li sopra è veramente piacevole! tanto in treno lo schermo è vicino, la risoluzione è più che sufficiente, i colori brillanti e lo schermo opaco non da fastidiosi riflessi... del resto i lettori dvd portatili hanno schermi ben più piccoli e di peggiore qualità e risoluzione!Quindi come al solito, marketing marketing marketing per il 70% delle vendite, ma per chi sa come e per cosa deve usarlo un nb da 10" è la manna dal cielo!!!Per questo non ha senso farne da 12", le prestazioni sono quelle che sono ed avere uno schermo più grande non da nessun vantaggio a discapito della portabilità!
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: jayjay77
            Beh molti lo comprano per moda.. molti no... io
            ho un samsumg nc10 e secondo me il 10" è il
            giusto compromesso tra portabilità e
            usabilità.

            Io ho già un portatile aziendale.. dual core bla
            bla bla... ma ormai a casa e in viaggio uso solo
            il
            samsumg...

            Vi assicuro che per navigare, editare documenti e
            vedersi le foto è più che sufficiente, ovvio che
            per fare fotoritocco o altro serve un PC "vero"
            (passatemi il
            termine).

            Ma in questi giorni ho dovuto viaggiare un po' in
            treno e vi assicuro che farsi più di 4 ore di
            viaggio guardando un film, navigando con
            chiavetta UMTS e rivedendo qualche presentazione
            senza mai dover attaccare il nb
            all'alimentazione, da veramente soddisfazione,
            senza poi contare che oltre alle normali valigie
            non mi sono dovuto portare l'ingombrante zaino
            del pc ma solo un piccolo borsello con dentro il
            mio
            nc10.

            E vi assicuro che vedersi un film li sopra è
            veramente piacevole! tanto in treno lo schermo è
            vicino, la risoluzione è più che sufficiente, i
            colori brillanti e lo schermo opaco non da
            fastidiosi riflessi... del resto i lettori dvd
            portatili hanno schermi ben più piccoli e di
            peggiore qualità e
            risoluzione!

            Quindi come al solito, marketing marketing
            marketing per il 70% delle vendite, ma per chi sa
            come e per cosa deve usarlo un nb da 10" è la
            manna dal
            cielo!!!

            Per questo non ha senso farne da 12", le
            prestazioni sono quelle che sono ed avere uno
            schermo più grande non da nessun vantaggio a
            discapito della
            portabilità!Quoto tutto, mi fa piacere a vedere di non essere l'unico a pensare che un netbook deve essere compatto leggero ed economico... per il resto ci sono già i notebook tradizionali...
          • Nestore scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: jayjay77
            Quindi come al solito, marketing marketing
            marketing per il 70% delle vendite, ma per chi sa
            come e per cosa deve usarlo un nb da 10" è la
            manna dal
            cielo!!!

            Per questo non ha senso farne da 12", le
            prestazioni sono quelle che sono ed avere uno
            schermo più grande non da nessun vantaggio a
            discapito della
            portabilità!Sara` che venendo dal Q1 (7" - 800x480) per me ogni pixel in piu` e` una manna dal cielo, ma non sono convinto che quei due pollici in piu` non siano un vantaggio (c'e` una bella differenza in risoluzione). Credo invece che la differenza di ingombro tra 10 e 11,6 sia trascurabile. Inoltre con lo schermo un po' piu` grande diventa piu` comoda anche la tastiera. Le cose importanti per me sono il prezzo contenuto (sotto i 400euri), il peso non oltre il 1,2K (1,5K se la batteria e` a 6 celle), e l'autonomia di almeno 4/5 ore.Detto questo aspetto da tempo l'avvento di tablet/netbook basati su ARM ma, a parte annunci e prototipi, non si vedono ancoraMy 2 cents
        • Nicola scrive:
          Re: E sarebbero dei netbook?
          Io ho scritto "x il mercato consumer" quindi gente che usa il pc x uso casalingo (80% dei netbook venduti). Il mercato professionale che richiede portabilità ed autonomia senza alimentazione da rete è un'altra cosa!
    • Bobon scrive:
      Re: E sarebbero dei netbook?
      Non entro nella querelle "Sono Netbook / Non sono Netbook", le definizioni non mi interessano. Ma non capisco che senso ha dire: "Non servono a nessuno". A me serve ad esempio ^_^Trovo un enorme differenza (personale) nello scrivere su una tastiera a 10" e una a 12" (attualmente ho un MSI S262 che uso per lavoro), e nel guardare film in un 10" o in un 12". Di contro, i vantaggi in portabilità non mi interessano eccessivamente sotto i 12": ho sempre la borsa con me, in cui deve entrare quantomeno un blocco, di conseguenza la differenza me la fa solo se è oltre i 13". Se non hai una borsa anche un 10" è fastidioso (non è che puoi tenerlo in tasca), se hai una borsa tipicamente tra un 12" e un 8" cambia solo il peso, ma sono un ragazzo sano e non penso di accorgermi di una differenza di 150g in una borsa che pesa comunque sempre oltre i 2kg.Vi sono quindi motivi per cui lo si vuole più grande e motivi per cui lo si vuole più piccolo. Per ognuno la dimensione ottimale è diversa, personalmente trovo ottimale un 7" (da tenere nella tasca della giacca, max portabilità) o un 12". Per altri, che magari girano spesso con borse/marsupi in cui entra un 10" ma non un 12", potrebbe esservi un massimo diverso, ma è personale.Per il resto, i motivi per comprare un netbook (o per chiamare un notebook netbook) sono anche altri oltre alle dimensioni ridotte (seppur collegati): durata batteria e prezzo. Se rimanesse sotto i 500 e durasse 6-7 ore potrebbe essere un ottimo candidato ad essere il mio prossimo portatile. Che poi lo si voglia chiamare notebook o netbook.
      • Brando scrive:
        Re: E sarebbero dei netbook?
        Pur non essendo un estimatore dei netbook fin qui proposti, mi ritrovo in quello che hai scritto.Se una cosa mi sta in tasca è ok ed ha un uso, superate le dimensioni da tasca le misure diventano un problema relativo e semmai contano peso ed autonomia.Se solo facessero un VERO netbook 6-7" tipo il vecchio Psion 5mx... (Il primo Asus era enorme e con una autonomia ridicola) Spero in ARM ed Android.
      • MegaJock scrive:
        Re: E sarebbero dei netbook?
        - Scritto da: Bobon
        Ma
        non capisco che senso ha dire: "Non servono a
        nessuno". A me serve ad esempio
        ^_^
        Perchè qui siamo su PI, dove ogni ragazzetto scemo a cui i genitori pagano l'ADSL si autodefinisce "internauta" (termine idiota) e crede che questo lo renda speciale.Appena poi entra in contatto con altri bimbiminkia, si convince di essere entrato a far parte di una fantomatica elite di grandi acari dall'intelletto superiore e ben lontana dal resto dell'umanità che definisce "massa" (e a cui si riferisce con disprezzo pur facendone marte) o "popolo bue".Questa trista masnada di sfigati si è autopersuasa di avere voce in capitolo in ogni cosa, e deve per forza berciare e vomitare insulse fiumane di ca##ate su ogni argomento dello scibile umano (di cui si crede depositaria perchè va a scancherare su wiki-shitty-pedia).Poi si domandano perchè li picchiamo.Quindi non ti curar di loro ma guarda e passa.
        • ruppolo scrive:
          Re: E sarebbero dei netbook?
          - Scritto da: MegaJock
          - Scritto da: Bobon

          Ma

          non capisco che senso ha dire: "Non servono a

          nessuno". A me serve ad esempio

          ^_^



          Perchè qui siamo su PI, dove ogni ragazzetto
          scemo a cui i genitori pagano l'ADSL si
          autodefinisce "internauta" (termine idiota) e
          crede che questo lo renda
          speciale.

          Appena poi entra in contatto con altri
          bimbiminkia, si convince di essere entrato a far
          parte di una fantomatica elite di grandi acari
          dall'intelletto superiore e ben lontana dal resto
          dell'umanità che definisce "massa" (e a cui si
          riferisce con disprezzo pur facendone marte) o
          "popolo
          bue".

          Questa trista masnada di sfigati si è
          autopersuasa di avere voce in capitolo in ogni
          cosa, e deve per forza berciare e vomitare
          insulse fiumane di ca##ate su ogni argomento
          dello scibile umano (di cui si crede depositaria
          perchè va a scancherare su
          wiki-shitty-pedia).

          Poi si domandano perchè li picchiamo.

          Quindi non ti curar di loro ma guarda e passa.Complimenti per la performance sull'uso della lingua italiana (e giù di lì) :)
          • MegaJock scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: ruppolo

            Complimenti per la performance sull'uso della
            lingua italiana (e giù di lì)
            :)Non ci ho fatto troppo caso, stavo simulando un volo interplanetario con Orbiter (ecco perchè "marte" invece di "parte").
    • Enjoy yoursefl scrive:
      Re: E sarebbero dei netbook?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Io li chiamerei notebook depotenziati
      economici....io li chiamerei "quello che la gente vuole", ovvero non quelle ciofeche che fanno girare i normali sistemi operativi su monitor improponibili da 7"
      Non so se avranno fortuna commerciale, quello che
      è sicuro è che l'utenza vuole dispositivi
      compatti economici e leggeri ed è per questo
      disponibile a sacrificare le prestazioni, se
      viene meno la compatezza e i prezzi salgono viene
      meno l aloro ragione d'essere!zero) l'utenza vuole tutto a poco, e questo è un assioma1st) credo che la Asus di turno conosca un po' meglio di te quello che vogliono i suoi utenti (che, guardacaso, non coincide con quello che vuoi tu...)2nd) i prezzi salgono perché con i netbook di prima i produttori non ci guadagnavano niente (a parte Asus che ci ha guadagnato in immagine e ora riesce a vendere qualsiasi schifezza il cui nome inizi con "eee")3rd) l'era dei netbook è finita prima ancora di inziare, e chi non ci ha ancora investito nulla ha fatto bene: occorrono idee nuove, non le stesse idee più in piccolo... io scommetto su un Foleo2 basato su WebOS
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: E sarebbero dei netbook?
        - Scritto da: Enjoy yoursefl
        - Scritto da: Enjoy with Us


        Io li chiamerei notebook depotenziati

        economici....

        io li chiamerei "quello che la gente vuole",
        ovvero non quelle ciofeche che fanno girare i
        normali sistemi operativi su monitor
        improponibili da
        7"
        Beh da 7 pollici a 9 pollici c'è una bella differenza, se aumenti eccessivamente le dimensioni comprometti la portabilità, c'è una bella differenza fra oggetti dal peso di 1 Kg e oggetti che pesano 1.5-1.6 Kg...

        Non so se avranno fortuna commerciale, quello
        che

        è sicuro è che l'utenza vuole dispositivi

        compatti economici e leggeri ed è per questo

        disponibile a sacrificare le prestazioni, se

        viene meno la compatezza e i prezzi salgono
        viene

        meno l aloro ragione d'essere!

        zero) l'utenza vuole tutto a poco, e questo è un
        assioma
        Beh è chiaro che il consumatore voglia spendere il meno possibile
        1st) credo che la Asus di turno conosca un po'
        meglio di te quello che vogliono i suoi utenti
        (che, guardacaso, non coincide con quello che
        vuoi
        tu...)
        Mah vedremo se tali prodotti saranno apprezzati come i netbook da 9 o 10 pollici, secondo me è solo una differenziazione volta a proteggersi dall'introduzione dei netbook su Arm...
        2nd) i prezzi salgono perché con i netbook di
        prima i produttori non ci guadagnavano niente (a
        parte Asus che ci ha guadagnato in immagine e ora
        riesce a vendere qualsiasi schifezza il cui nome
        inizi con
        "eee")
        I prezzi sono lievemente saliti solo per il differente cambio con il dollaro che fino a pochi mesi fa era a 1.60 e oggi è a 1.30, se ci fai caso sono leggermente aumentati un pò tutti i prodotti di elettronica di consumo, al di fuori degli LCD per un deciso taglio dei prezzi alla produzione.
        3rd) l'era dei netbook è finita prima ancora di
        inziare, e chi non ci ha ancora investito nulla
        ha fatto bene: occorrono idee nuove, non le
        stesse idee più in piccolo... io scommetto su un
        Foleo2 basato su
        WebOSPeccato che non Io ma le varie aziende di ricerche di mercato, come Isuppli prevedano che il 30% di tutti i PC (sia fissi che mobili) venduti nel 2009 sia rappresentato da netbook e che le quote di vendita abbiano aumenti a tre cifre da un trimestre a quello successivo... nonostante la recessione!
        • ruppolo scrive:
          Re: E sarebbero dei netbook?
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Beh è chiaro che il consumatore voglia spendere
          il meno
          possibileNo, quello è il "barbone-consumatore".Il consumatore RAZIONALE desidera il miglior rapporto prezzo-prestazioni.
          Peccato che non Io ma le varie aziende di
          ricerche di mercato, come Isuppli prevedano che
          il 30% di tutti i PC (sia fissi che mobili)
          venduti nel 2009 sia rappresentato da netbook e
          che le quote di vendita abbiano aumenti a tre
          cifre da un trimestre a quello successivo...
          nonostante la
          recessione!Quando inizierai a parlare di ciò che è stato e non di ciò che verrà sarai più credibile.
          • panda rossa scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Beh è chiaro che il consumatore voglia spendere

            il meno

            possibile

            No, quello è il "barbone-consumatore".

            Il consumatore RAZIONALE desidera il miglior
            rapporto
            prezzo-prestazioni.Tuttavia tanto il barbone-consumatore quanto il consumatore razionale dovrebbero scegliere linux.Evidentemente esiste una terza categoria prevalente di "consumatore-disinformato-facilmente-abbindolabile" altrimenti non si spiega XP su questi cosi.
          • Enjoy yourself scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: panda rossa
            Tuttavia tanto il barbone-consumatore quanto il
            consumatore razionale dovrebbero scegliere
            linux.ma anche no... dipende da cosa ci devi fare
          • panda rossa scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: Enjoy yourself
            - Scritto da: panda rossa


            Tuttavia tanto il barbone-consumatore quanto il

            consumatore razionale dovrebbero scegliere

            linux.

            ma anche no... dipende da cosa ci devi fareStiamo parlando di netbook.Un browser, un client di posta, un client per le news, un client per i contatti, un gestore di feed...Vogliamo aggiungerci un visualizzatore di documenti di uso comune?Posso anche arrivare ad aggiungerci il mame, se vuoi mettere qualcosa per passare il tempo in treno.Che altro ci vuoi fare?
          • ruppolo scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Enjoy yourself

            - Scritto da: panda rossa




            Tuttavia tanto il barbone-consumatore quanto
            il


            consumatore razionale dovrebbero scegliere


            linux.



            ma anche no... dipende da cosa ci devi fare

            Stiamo parlando di netbook.
            Un browser, un client di posta, un client per le
            news, un client per i contatti, un gestore di
            feed...

            Vogliamo aggiungerci un visualizzatore di
            documenti di uso
            comune?

            Posso anche arrivare ad aggiungerci il mame, se
            vuoi mettere qualcosa per passare il tempo in
            treno.

            Che altro ci vuoi fare?Fin qui bastano i 130 grammi di un iPhone.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 maggio 2009 16.00-----------------------------------------------------------
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Enjoy yourself


            - Scritto da: panda rossa






            Tuttavia tanto il barbone-consumatore quanto

            il



            consumatore razionale dovrebbero scegliere



            linux.





            ma anche no... dipende da cosa ci devi fare



            Stiamo parlando di netbook.

            Un browser, un client di posta, un client per le

            news, un client per i contatti, un gestore di

            feed...



            Vogliamo aggiungerci un visualizzatore di

            documenti di uso

            comune?



            Posso anche arrivare ad aggiungerci il mame, se

            vuoi mettere qualcosa per passare il tempo in

            treno.



            Che altro ci vuoi fare?

            Fin qui bastano i 130 grammi di un iPhone.
            Che costano oltre 500 euro non sono neanche paragonabili alle funzionalità di un netbook, dove ci girano applicativi di classe office!Ah poi non so te ma la differenza fra uno schermo da 7-9-10 pollici rispetto ai 3.5 pollici dell'iphone sia sulla navigazione, sia sulla visione di filmati che di foto si avverte e in modo radicale...
          • ruppolo scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Enjoy with Us


            Beh è chiaro che il consumatore voglia
            spendere


            il meno


            possibile



            No, quello è il "barbone-consumatore".



            Il consumatore RAZIONALE desidera il miglior

            rapporto

            prezzo-prestazioni.

            Tuttavia tanto il barbone-consumatore quanto il
            consumatore razionale dovrebbero scegliere
            linux.No, solo il primo lo sceglierà (ovviamente lo sceglieranno anche altre categorie per le loro ragioni).Il costo di Linux non è infatti zero come lo sprovveduto di turno è portato credere. Linux ha bisogno di centinaia e anche migliaia di ore per apprendimento, configurazioni, installazioni, compilazioni eccetera. Non è un sistema end-user, a mio avviso.
            Evidentemente esiste una terza categoria
            prevalente di
            "consumatore-disinformato-facilmente-abbindolabileOvvio, l'ignoranza non consente di difendersi dai bidoni. Di sicuro il commesso di turbo si guarderà bene dal rimarcare che il netbook nuovo fiammante che l'incauto acquirente sta per comprare funziona con un sistema operativo dei tempi di Garibaldi. Oppure userà la strategia del "tonno rio mare", ovvero "questo è un ottimo sistema operativo, pensi che sono 10 anni che il mondo intero lo utilizza".
          • Shu scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: ruppolo
            Il costo di Linux non è infatti zero come lo
            sprovveduto di turno è portato credere. Linux ha
            bisogno di centinaia e anche migliaia di ore per
            apprendimento, configurazioni, installazioni,
            compilazioni eccetera. Non è un sistema end-user,
            a mio
            avviso.Stiamo parlando di netbook, non di server.Conosco persone che hanno preso l'Eee 701 e il 900 con su Xandros e che lo usano senza nemmeno un'ora di training/studio/installazione/compilazione.Gente che usa Windows e OSX, che non ha mai nemmeno messo le mani sulla tastiera di un PC Linux prima.Se il computer esce preconfigurato e con un tot di applicazioni installate, l'utente non deve fare proprio niente, se non usarlo. E da questo punto di vista la Xandros è anche più semplice di XP.Il problema di Xandros è che i repository di software di default fanno schifo, e in 3 anni non è stato aggiornato o aggiunto NULLA, quindi se vuoi usare software diverso devi smanettarci più che su una Debian per aggiungere repository. A quel punto la gente mette EasyPeasy, UbuntuMID/NetbookRemix e simili.Quello che è mancato a Linux sui netbook è stato il supporto. Semplicemente sia Asus che tutte le altre se ne sono fregate di rinnovare il parco software, e si sono incementate sugli investimenti iniziali, cambiando solo l'hardware e lasciando il software a sé stesso.Bye.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: ruppolo


            Il costo di Linux non è infatti zero come lo

            sprovveduto di turno è portato credere. Linux ha

            bisogno di centinaia e anche migliaia di ore per

            apprendimento, configurazioni, installazioni,

            compilazioni eccetera. Non è un sistema
            end-user,

            a mio

            avviso.

            Stiamo parlando di netbook, non di server.

            Conosco persone che hanno preso l'Eee 701 e il
            900 con su Xandros e che lo usano senza nemmeno
            un'ora di
            training/studio/installazione/compilazione.

            Gente che usa Windows e OSX, che non ha mai
            nemmeno messo le mani sulla tastiera di un PC
            Linux
            prima.

            Se il computer esce preconfigurato e con un tot
            di applicazioni installate, l'utente non deve
            fare proprio niente, se non usarlo. E da questo
            punto di vista la Xandros è anche più semplice di
            XP.

            Il problema di Xandros è che i repository di
            software di default fanno schifo, e in 3 anni non
            è stato aggiornato o aggiunto NULLA, quindi se
            vuoi usare software diverso devi smanettarci più
            che su una Debian per aggiungere repository. A
            quel punto la gente mette EasyPeasy,
            UbuntuMID/NetbookRemix e
            simili.

            Quello che è mancato a Linux sui netbook è stato
            il supporto. Semplicemente sia Asus che tutte le
            altre se ne sono fregate di rinnovare il parco
            software, e si sono incementate sugli
            investimenti iniziali, cambiando solo l'hardware
            e lasciando il software a sé
            stesso.

            Bye.Ovvio, visto che M$ gli concede XP praticamente gratis che senso aveva perdere tempo a rinnovare IL SO alternativo... ora che usciranno i netbook ARM dove M$ è tagliata fuori voglio proprio vedere cosa faranno!
          • lroby scrive:
            Re: E sarebbero dei netbook?
            - Scritto da: panda rossa
            Tuttavia tanto il barbone-consumatore quanto il
            consumatore razionale dovrebbero scegliere
            linux.Ed in base a quale logica i consumatori DOVREBBERO o NON DOVREBBERO scegliere Linux?i consumatori scelgono quello che VOGLIONO, visto che i soldi sono i loro e ci faccio quello che gli pare e piace.

            Evidentemente esiste una terza categoria
            prevalente di
            "consumatore-disinformato-facilmente-abbindolabileed aggiungo anche che non per forza uno che non la pensi esattamente come te sia un idiota/disinformato facilmente abbindolabile capito?impara a rispettare i gusti e le scelte degli altriLROBY
        • Enjoy yourself scrive:
          Re: E sarebbero dei netbook?
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Peccato che non Io ma le varie aziende di
          ricerche di mercato, come Isuppli prevedano che
          il 30% di tutti i PC (sia fissi che mobili)
          venduti nel 2009 sia rappresentato da netbook e
          che le quote di vendita abbiano aumenti a tre
          cifre da un trimestre a quello successivo...
          nonostante la recessione!Peccato che, come scritto nell'articolo:"già quest'anno i netbook con display da 11,6 pollici rappresenteranno il 30 per cento delle vendite totali di Eee PC: i modelli da 10 pollici resteranno il grosso del venduto, con una quota del 50 per cento, mentre il restante 20 sarà quasi interamente costituito dai sistemi da 9 pollici, e in piccola parte da quelli con display da 7 pollici."ovvero l'idea originale dei 7" è stata subito bocciata, tiene il 9" (probabilmente per il compromesso tra costo e dimensione accettabile del display) mentre vanno per la maggiore i modelli da 10-12", che non definirei neanche netbook ma, al massimo, sub-notebook
    • Brando scrive:
      Re: E sarebbero dei netbook?
      Cercano di spostare clienti su una fascia più alta e più remunerativa. Vedrai che in poco tempo spariranno tutti i netbook da 7-9" e il 10" sarà la misura minima, con i produttori a spingere verso gli 11-12" (Dell ad esempio li produce già)Solo che a quel punto dimensioni e peso sono quelli di un portatile normale e la discriminante diventa solo la potenza di cpu ed il prezzo.Boh, vedremo cosa preferiranno gli utenti ma in passato la maggior parte ha preferito un portatile più grande.
      • ruppolo scrive:
        Re: E sarebbero dei netbook?
        - Scritto da: Brando
        Boh, vedremo cosa preferiranno gli utenti ma in
        passato la maggior parte ha preferito un
        portatile più
        grande.Hai perfettamente ragione, infatti i portatili da 10-12 pollici dell'inizio millennio sono estinti, cedendo il posto ai 13-15 pollici.Dovremmo anche ricordare la fine che fatto il Flybook. Purtroppo l'ignoranza storica è quella che permette il ripetersi degli errori.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: E sarebbero dei netbook?
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Brando

          Boh, vedremo cosa preferiranno gli utenti ma in

          passato la maggior parte ha preferito un

          portatile più

          grande.

          Hai perfettamente ragione, infatti i portatili da
          10-12 pollici dell'inizio millennio sono estinti,
          cedendo il posto ai 13-15
          pollici.Grazie al cavolo l'ingombro e i pesi erano almeno pari a quelli dei sucXXXXXri, l'unica differenza era l'ampiezza di cornice sprecata attorno al monitor, come se oggi ti proponessero un 15 pollici da 2.8 Kg e un 12 delle stesse dimensioni e pesante magari 3.5 Kg!
          Dovremmo anche ricordare la fine che fatto il
          Flybook. Purtroppo l'ignoranza storica è quella
          che permette il ripetersi degli
          errori.Già ma quanto costava il Flybook, 350 euro?
    • pentolino scrive:
      Re: E sarebbero dei netbook?
      quoto in pieno!Secondo me già i 10" sono eccessivi, ma forse ci possono anche stare.Anche per me un netbook è un oggetto piccolo, leggero, con buona autonomia e che costi poco (200-250 max)... cosa rientra in questo profilo? Eeepc 700 e i nuovi con ARM :-)
  • Olinad71 scrive:
    Non sono più netbook!
    Non so adesso quale possa essre la definizione giusta per queste nuove versioni ma di sicuro si è perso il concetto originario di netbook portata dall'eeepc 700: portabilità estrema (700 grammi), robustezza (disco ssd), semplicità.Questi qui sono dei mini media center, altro che netbook.
    • PdP scrive:
      Re: Non sono più netbook!
      E non dimentichiamo il prezzo, che ormai si va allineando a quello dei notebook!Insomma, mi pare che alla fine i netbook stiano scomparendo, e che tutt'al più siano dei notebook meno performanti, e che rimanga solo il nome per ragioni commerciali.
      • luna scrive:
        Re: Non sono più netbook!
        viste le caratteristiche tecniche e il crescente costo di questi aggeggi non posso fare altro che quotarvi. Come ovvio, aggiungerei, in quanto questi cosini (bellissimi, niente da dire) hanno un target molto circoscritto. "Allargarli" evidentemente (ed è facile da capire credo) allarga anche il target.
    • maestro unico scrive:
      Re: Non sono più netbook!
      - Scritto da: Olinad71
      Non so adesso quale possa essre la definizione
      giusta per queste nuove versioni ma di sicuro si
      è perso il concetto originario di netbook portata...
      Questi qui sono dei mini media center, altro che
      netbook.Sai qual è la sola differenza con un notebook tradizionale? Che montano XP SP3... e non Vista!
Chiudi i commenti