Il DVD inghiotte il CD audio

Il DVD Forum ha approvato in via ufficiale un nuovo formato audio ibrido, chiamato DualDisc, con cui spera di accelerare la diffusione sul mercato del formato DVD Audio. Finalizzata anche la specifica HD DVD


Roma – DualDisc. Questa la parolina magica con cui il DVD Forum , spalleggiato dall’industria discografica, spera di accelerare la diffusione sul mercato del DVD Audio.

Il formato DualDisc, che il DVD Forum ha ufficialmente approvato come proprio standard, utilizza dischi DVD a doppio lato riproducibili sia dai lettori CD tradizionali che da quelli DVD Audio. A differenza del formato Hybrid Super Audio CD (SACD), in cui i layer DVD e CD si trovano sullo stesso lato del disco, il DualDisc riserva un lato al formato CD ed un lato al formato DVD: questo approccio, secondo gli esperti, elimina alcuni problemi di incompatibilità legati alla sovrapposizione dei due layer.

Il vantaggio fornito da un formato ibrido è, come evidente, la possibilità di poter migrare verso la nuova tecnologia audio in modo progressivo, conservando la possibilità di ascoltare i nuovi dischi su di un qualsiasi impianto stereo, player portatile o autoradio. Ovviamente la migliore qualità audio fornita dal DVD può essere sfruttata solo con un lettore compatibile.

Per ampliare ulteriormente le possibilità di ascolto, e rendere il DVD Audio ancora più flessibile, il DVD Forum ha anche approvato l’uso della tecnologia di compressione Advanced Audio Codec (AAC), la stessa adottata da Apple per il proprio iTunes Music Store, all’interno di un prossimo formato DVD Audio ibrido compatibile con i computer. I dischi in tale formato, similmente a certi CD Audio, conterranno una traccia di musica compressa che potrà essere riprodotta con un player software. E’ curioso notare come solo pochi mesi fa lo stesso DVD Forum abbia candidato , per l’uso nei suoi dischi di nuova generazione HD DVD, il formato Windows Media di Microsoft.

Il connubio fra musica e DVD è particolarmente ben visto dall’industria discografica, la quale confida sui nuovi sistemi anticopia e antipirateria supportati dai nuovi formati per proteggere con più efficacia la propria musica.

Fra le case discografiche che in USA hanno già avviato la commercializzazione, in via sperimentale, dei DualDisc vi sono EMI, Bertelsmann, Universal, Warner e persino Sony, che insieme a Philips ha creato il formato rivale SACD.

La scorsa settimana il DVD Forum ha anche approvato la specifica definitiva del proprio formato DVD a laser blu, l’ HD DVD . La specifica 1.0, che dà il via libera alla produzione dei primi supporti fisici, prende in considerazione il solo formato read-only, l’HD DVD-ROM, con capacità di 15 GB (singolo layer) e 30 GB (doppio layer). Una prima specifica della versione riscrivibile, l’ HD DVD-ARW è stata pubblicata lo scorso febbraio.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Intelletto vs denaro
    Solo un modo originario del tempo di sfogare tutte le paure della gente verso qualcosa di "incomprensibile" come la peste. Anche oggi risulta incomprensibile la paura di dare un potere immenso come quello della comunicazione mediatica al mondo intero. Ti immagini!!! ognuno di noi può dire la sua nel bene e nel male. Dunque ben vengano le regole, ma meglio se pilotate, così l'informazione resta proponibile in direzione univoca, e il mondo ha qualcuno su cui sfogarsi.A morte gli untori.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie? (2)
    - Scritto da: Anonimo
    No brevetti idee! Si brevetti
    sull'implementazione di idee!La differenza e' labile. Rischi appunto di brevettare le idee.
    Penso al brevetto come una forma di
    protezione che tutti i programmatori e
    analisti meritano.Stupidaggini. Attualmente patenti/brevetti in campo SW servono solo alle grosse societa'. Il singolo non e' (almeno negli USA) in grado di reggere le spese per far rispettare un suo eventuale brevetto.
    Se non lo sapessi i falsi armani sono
    vietati per legge..il brevetto informatico
    dovrebbe fare + o - la stessa cosa..questo
    non ti vieta di fare vestiti ma solo di fare
    vestiti identici o troppo simili a quelli
    armani!Hmmm. Analogia sbagliata: quella giusta e' se qualcuno potesse brevettare una camicia con due maniche, e poi farti causa perche' la tua camicia, appunto, ha due maniche.
    non dimenticare che viviamo in un paese dove
    le leggi consentono ad un uomo di fare falso
    in bilancio per cifre astronomiche e di non
    subire neanche un processo...cosa
    suggeriresti di fare:
    a) abolire tutte le leggi perchè in
    alcuni casi sono ingiuste
    b) regolamentare meglio in materia

    io sono per il 'b' anche in campo brevettiIl punto e' che chi fa i regolamenti e' spesso 'deviato'. Talvolta, non avere leggi e' meglio che avere leggi pessime.

    nemmeno di copyright (negli anni 80
    copiare

    giochi non era reato, ricordi le
    cassette in

    edicola?)

    diciamo che nessuno se ne fregava...ma reato
    lo era lo stessoNo, no. Mi ricordo il periodo (forse tu sei troppo giovane): non era proprio reato.
    Se microsoft la spunta non è certo
    perchè ha una posizione dominante
    (anche se aiuta); i suoi flop gli ha avuti
    anche ms (msn ti dice niente) e questo
    invalida la tua tesiIl fatto e' che MS ha talmente soldi in saccoccia che un paio di errori non gli fanno nulla... per cui la sua tesi rimane valida.
    pensa come vuoi, il mercato si basa su una
    richiesta precisa, se sai offrire un
    prodotto vantaggioso la richiesta si
    muoverà in quella direzione
    condizionando il mercato...Ah Ah Ah AhSei rimasto un pochino indietro, mi pare. Attualmente il mercato viene guidato da chi produce, non certo da chi compra.
    se poi vuoi
    riscrivere anche le leggi dell'economia pur
    di avvalorare la tua tesi liberissimo.Aggiornati figliolo. C'e' un pamplet di Galbraith in giro, dacci un'occhiata.
    Governi controllati da ms?
    Siamo alla paranoia!Oddio. Il caso dell'Irlanda e' preoccupante: MS ha investito talmente tanto li' che non mi stupirei che ci sia uno scambio di favori.

    Sara' sempre un caso che il DMCA
    europeo e'

    proposto dalla McCarty, moglie del

    presidente di Vivendi Universal?

    Chew c'entra con i brevetti?Nulla. Ma e' preoccupante il fatto che nessuno si scandalizzi. Siamo al basso impero, altro che Europa...
    mmmmm....è il brevetto italiano sulla
    ricerca dei tumori (nuovissimo non ricordo
    il nome esatto perchè era pittosto
    complicato ma posso cercarlo se vuoi), pensi
    che quei ricercatori avrebbero speso 10 ANNI
    inseguendo una chimera se poi non avrebbero
    potuto brevettarla?
    (puntata di sett. scorsa di sfera non fuffa)Scusa, in Italia la ricerca da chi e' finanziata?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: Anonimo










    Non capisco .....




    I contratti questi

    sconosciuti?










    Non tutti hanno alle spalle
    anni di



    esperienza o conoscienze
    legali in



    materia...













    Se sei stato pagato una
    cifra


    forfettaria




    è solo perche'




    hai fatto un errore di

    valutazione.







    Si quello di fidarmi del
    cliente

    che


    non mi



    avrebbe fregato il codice
    delle

    release


    che



    man mano li presentavo









    Cioe' il tuo ragionamento e':


    Siccome IO sono stato un pollo,

    sostengo una


    legge che trasforma in polli da
    spennare


    TUTTE le SW-House europee :s


    Scusami ma non posso essere
    d'accordo

    con te


    :|





    Saluti...


    ...............Enrico (linux)



    Sostengo una legge che mi garantisce
    diritti

    su implementazioni di idee da me
    sviluppate!

    La legge non rende tutti succubi del

    brevetto...o almeno affinchè

    ciò non accada andrebbe
    regolamentata

    meglio, da qui all'anarchia di ogniuno
    usa

    quello che trova in giro...scusami ma
    sono

    io ad non essere d'accordo con te!

    Guarda che, nel caso che dici tu, gia'
    ADESSO SENZA QUESTI BREVETTI all'americana
    puoi proteggere i programmi!
    Tu ha fatto una procedura, non l'idea del
    doppio-click o della barra di avanzamento,
    quindi SEI GIA' PROTETTO o, per lo meno,
    puoi scrivere contratti che ti proteggano.Non è così semplice, copyright sul codice lo puoi ottenere a programma finito e non ogni volta che aggiungi una riga un nouvo copyright, il brevetto invece posso ottenerlo dalla prima release funzionante dell'applicativo.....l'idea poi che il brevetto brevetti un'idea (mio dio che italiano parlo) è sbagliata, esistono diverse categorie di brevetti e quella che brevetta idee è sicuramente la più dannosa; andrebbe invece brevettato il modo in cui implemente un'idea, questo già avviene in america e avrebbe protetto il mio lavoro
    Se poi accetti contratti-truffa, questo ti
    puo' succedere anche con tutta la
    brevettabilita' di questo mondo.Vero, ma il brevetto come ti ho detto sopra mi assicura garanzie che ora non ho!

    Inoltre avresti probabilmente potuto
    proteggerti con il Copyright: se hanno
    effettivamente "rubato" il tuo sviluppo non
    avranno riscritto ex-novo tutto!Vedi sopra

    Se il cliente dice che vuole piena liberta'
    sui sorgenti puoi proporgli un contratto per
    cui il programma e' (C) solo tuo fino
    all'acquisto da parte del cliente, dopo di
    che e' (C) di entrambi.

    Continuo a pensare che tu, per poca
    esperienza commerciale, sia caduto in una
    truffa eVero continuo a pensare che, nel tuo
    stesso caso, con la brevettabilita' che
    vorresti, saresti stato ancora piu'
    vulnerabile (della serie, tu l'hai fatto, io
    non te lo pago e lo brevetto, e tu non puoi
    piu' usarlo senza pagete me).Non sono d'accordo

    Saluti...
    ................Enrico (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    In alcuni SO la parte di codice della FAT
    è presente solo per rendere possibile
    lo scambio di dati tra euasto SO e Windows.
    I file-system di questi SO non sono FAT
    (vedi linux: ext2, ext3, e Reiser, ecc.).
    Quindi i progettisti hanno sviluppato un
    nuovo file-system. Rifletti prima di
    parlare.Quindi sostieni che, se brevetto la FAT e la interfaccio (leggo e scrivo) posso farlo, ma se formatto un disco in FAT per metterci un sistema operativo non posso farlo??Certo .. lo scambio dati .. se cosi fosse ci sarebbe la sola lettura .. ma anche questo .. violerebbe il brevetto ...Se brevetto la FAT .. per poterla usare, lettura, scrittura, quello che vuoi .. devi passare da me .. altrimenti .. io invento la FAT e tu .. ci puoi scrivere e leggere perche' LA USI COME SCAMBIO DATI ... ROTFL
  • Anonimo scrive:
    Re: Datemi retta
    - Scritto da: Anonimo
    Se volete fare veramente i gran soldi
    brevettate l'idea (astratta ovvio) del fare
    l'amoreio dico che di soldi ne fai pochi... C'e' poca gente che fa l'amore. La maggior parte scopa e basta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    Non capisco .....



    I contratti questi
    sconosciuti?







    Non tutti hanno alle spalle anni di


    esperienza o conoscienze legali in


    materia...










    Se sei stato pagato una cifra

    forfettaria



    è solo perche'



    hai fatto un errore di
    valutazione.





    Si quello di fidarmi del cliente
    che

    non mi


    avrebbe fregato il codice delle
    release

    che


    man mano li presentavo






    Cioe' il tuo ragionamento e':

    Siccome IO sono stato un pollo,
    sostengo una

    legge che trasforma in polli da spennare

    TUTTE le SW-House europee :s

    Scusami ma non posso essere d'accordo
    con te

    :|



    Saluti...

    ...............Enrico (linux)

    Sostengo una legge che mi garantisce diritti
    su implementazioni di idee da me sviluppate!
    La legge non rende tutti succubi del
    brevetto...o almeno affinchè
    ciò non accada andrebbe regolamentata
    meglio, da qui all'anarchia di ogniuno usa
    quello che trova in giro...scusami ma sono
    io ad non essere d'accordo con te!Guarda che, nel caso che dici tu, gia' ADESSO SENZA QUESTI BREVETTI all'americana puoi proteggere i programmi!Tu ha fatto una procedura, non l'idea del doppio-click o della barra di avanzamento, quindi SEI GIA' PROTETTO o, per lo meno, puoi scrivere contratti che ti proteggano.Se poi accetti contratti-truffa, questo ti puo' succedere anche con tutta la brevettabilita' di questo mondo.Inoltre avresti probabilmente potuto proteggerti con il Copyright: se hanno effettivamente "rubato" il tuo sviluppo non avranno riscritto ex-novo tutto!Se il cliente dice che vuole piena liberta' sui sorgenti puoi proporgli un contratto per cui il programma e' (C) solo tuo fino all'acquisto da parte del cliente, dopo di che e' (C) di entrambi.Continuo a pensare che tu, per poca esperienza commerciale, sia caduto in una truffa e continuo a pensare che, nel tuo stesso caso, con la brevettabilita' che vorresti, saresti stato ancora piu' vulnerabile (della serie, tu l'hai fatto, io non te lo pago e lo brevetto, e tu non puoi piu' usarlo senza pagete me).Saluti...................Enrico (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo




    Non capisco .....


    I contratti questi sconosciuti?




    Non tutti hanno alle spalle anni di

    esperienza o conoscienze legali in

    materia...







    Se sei stato pagato una cifra
    forfettaria


    è solo perche'


    hai fatto un errore di valutazione.



    Si quello di fidarmi del cliente che
    non mi

    avrebbe fregato il codice delle release
    che

    man mano li presentavo



    Cioe' il tuo ragionamento e':
    Siccome IO sono stato un pollo, sostengo una
    legge che trasforma in polli da spennare
    TUTTE le SW-House europee :s
    Scusami ma non posso essere d'accordo con te
    :|

    Saluti...
    ...............Enrico (linux)Sostengo una legge che mi garantisce diritti su implementazioni di idee da me sviluppate!La legge non rende tutti succubi del brevetto...o almeno affinchè ciò non accada andrebbe regolamentata meglio, da qui all'anarchia di ogniuno usa quello che trova in giro...scusami ma sono io ad non essere d'accordo con te!
  • Anonimo scrive:
    Re: Se avesse brevettato, sarebbe povero ...
    In Italia questa storia dei brevetti non può funzionare... per una causa civile passano 10 anni...
  • Anonimo scrive:
    Re: Datemi retta
    Se brevetto il vaffanQlo? Indicando esattamente come indicato nei libri di Yoga come e quando e qual'è la corretta posizione di gomito, polso e la corretta intonazione della voce?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Non capisco .....

    I contratti questi sconosciuti?

    Non tutti hanno alle spalle anni di
    esperienza o conoscienze legali in
    materia...




    Se sei stato pagato una cifra forfettaria

    è solo perche'

    hai fatto un errore di valutazione.

    Si quello di fidarmi del cliente che non mi
    avrebbe fregato il codice delle release che
    man mano li presentavo
    Cioe' il tuo ragionamento e':Siccome IO sono stato un pollo, sostengo una legge che trasforma in polli da spennare TUTTE le SW-House europee :sScusami ma non posso essere d'accordo con te :|Saluti..................Enrico (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    In alcuni SO la parte di codice della FAT
    è presente solo per rendere possibile
    lo scambio di dati tra euasto SO e Windows.
    I file-system di questi SO non sono FAT
    (vedi linux: ext2, ext3, e Reiser, ecc.).
    Quindi i progettisti hanno sviluppato un
    nuovo file-system. Rifletti prima di
    parlare.C'è gente (come te) che se anche riflette non riesce lo stesso ad enunciare frasi di senso compiuto o pertinenti al discorso...Il discorso era molto più complesso (troppo x te) e si parlava del fatto che fat sono brevettate ma servo per accedere ad alcuni media..qualcuno diceva che fat sono una fesseria e chiunque potrebbe fare di meglio in un giorno...quindi si arrivava all'epilogo:se chiunque può fare di meglio in un giorno perchè non lo fa?Perchè chiedere il riesame del brevetto se le fat sono così inutili?...Ovvio che le cose non stanno così..ma dalla travisazione dell'utente che ti ho appena citato alla tua...be non so che dire...L'intelligenza sulla terra è una costante, la popolazione è in costante aumento...TROPPO DIFFICILE!!!RIFLETTI TU!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo

    Cambi prodotto!



    E' meglio invece che sono stato pagato
    solo

    una cifra forfetaria che non ripaga
    neanche

    uno dei 10 mesi di lavoro e che il
    tizio con

    il mio codice si sia rivolto a
    qualcun'altro

    Non capisco .....
    I contratti questi sconosciuti?Non tutti hanno alle spalle anni di esperienza o conoscienze legali in materia...

    Se sei stato pagato una cifra forfettaria
    è solo peche
    hai fatto un errore di valutazione.Si quello di fidarmi del cliente che non mi avrebbe fregato il codice delle release che man mano li presentavo
    Pensavi di attirare il cliente con un prezzo
    bassissimo per poi lucrarci su altre cose. NO! lui ha pensato che poteva fregare me appropriandosi dell'idea e del codice di una release non definitiva...e all'atto pratico ci è riuscito!
    e invece il cliente che non è uno
    stupido te lo ha.......

    Io i miei programmi li rilascio sotto gpl
    (parlo di programmi sviuppati per piccole e
    medie società) , poi è il
    cliente che decide cosa farci.
    Lui sa benissimo che si trova con un
    prodotto che non necessita della mia perenne
    assistenza, è slegato da me.
    Ed è per questo che si fida di piu'.

    Pero' per lo sviluppo io chiedo un giusto
    compenso. SI...ma se il cliente ti impone di rilasciarli in codice ad ogni tot scadenze? Succede....ed è quello che è successo a me...poi quando il codice è abbastanza corposo (quasi finito) e l'idea è già chiara contatta qualcun'altro che li termina il lavoro per due lire...
    E ci campo tranquillamente.






    il quale ovviamente non dovendo
    sviluppare

    l'idea e partendo da un prodotto
    già

    quasi finito puo offrire prezzi
    più

    vantaggiosi senza violare copyright ma

    mettendola cmq nel c**o a me!



    Già io lavoro per la

    gloria...l'affitto infatti lo paga la
    mia

    amica di nome gloria :):):):):)



    I brevetti vanno regolamentati non
    aboliti!








    Questo si che mi ha preso per
    il

    culo


    non



    trovi!!!!



    E no già, voi del
    codice

    free e



    dell'opensource forse vivete
    in

    un'altro



    pianeta, ma sulla terra il
    brevetto


    serve,



    andrebbe solo regolamentato
    meglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    In alcuni SO la parte di codice della FAT è presente solo per rendere possibile lo scambio di dati tra euasto SO e Windows. I file-system di questi SO non sono FAT (vedi linux: ext2, ext3, e Reiser, ecc.).Quindi i progettisti hanno sviluppato un nuovo file-system. Rifletti prima di parlare.
  • leonardo() scrive:
    Re: Ma cosa brevettare, e cosa no?
    - Scritto da: Anonimo
    Se vai sul sito dei brevetti americani
    (www.uspto.gov/patft/index.html ), questo
    riporta per ogni brevetto la tipologia. Ho
    notato che molti di questi sono di tipo
    "Abstract". A me la parola "astratto"
    dà la sensazione di un'idea, e non di
    un'implementazione di questa idea...Veramente, in quel contesto, l' "abstract" e' semplicemente un riassunto....:)
  • Joker0 scrive:
    Re: Ma cosa brevettare, e cosa no?

    Secondo me bisogna fare distinzione tra
    IDEA ed
    IMPLEMENTAZIONE-SPECIFICA-DI-QUELLA-IDEA.E' proprio questa distinzione che non vogliono fare le grandi software house: fare soldi sulle idee, e più saranno generiche queste idee brevettate, più soldi faranno....purtroppo.ciaoJk
  • Anonimo scrive:
    Datemi retta
    Se volete fare veramente i gran soldi brevettate l'idea (astratta ovvio) del fare l'amore: così ogni volta che due lo fanno (non importa come, tanto il brevetto copre l'idea in sè) vi devono pagare.So che è grottesco, ma se si segue il principio questo risultato potrebbe essere raggiunto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma cosa brevettare, e cosa no?
    - Scritto da: linux-kernel
    E' possibile definire, in maniera
    assolutamente non equivoca, cosa sia
    moralmente brevettabile, e cosa no?
    C'è una linea rossa che demarchi il
    limite oltre il quale un'invenzione cessi di
    esser tale e assuma lo status generale di
    'idea...vaga idea!' ?
    E le idee....perchè non sono
    brevettabili? Il doppio click è una
    idea? La finestra è una idea?
    Secondo me bisogna fare distinzione tra
    IDEA ed
    IMPLEMENTAZIONE-SPECIFICA-DI-QUELLA-IDEA.Se vai sul sito dei brevetti americani (http://www.uspto.gov/patft/index.html), questo riporta per ogni brevetto la tipologia. Ho notato che molti di questi sono di tipo "Abstract". A me la parola "astratto" dà la sensazione di un'idea, e non di un'implementazione di questa idea...
  • leonardo() scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    La cosa più bella è vedere
    come lanciato un sasso in uno stagno, la
    gente trasformi i piccoli cerchi in ondate
    di maremoto!!Se il problema non esistesse , probabilemnte la gente non s curerebbe di quel sasso...
    Scagliatevi pure l'uno contro l'altro sui
    brevetti, la verità è che non
    si può farne a meno Chi non ne puo' fare a meno? La ricerca? O chi brevetta i doppioclick?
    e non si posson
    accettare sempre.?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    E ti pareva se a "Platone" non rispondeva Sgarbi!!Bravo bella risposta vuota!
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    La cosa più bella è vedere
    come lanciato un sasso in uno stagno, la
    gente trasformi i piccoli cerchi in ondate
    di maremoto!!

    Scagliatevi pure l'uno contro l'altro sui
    brevetti, la verità è che non
    si può farne a meno, e non si posson
    accettare sempre.A cconfucio .... probabilmente la frase con meno senso di tutto il forumIl brevetto e' un'espressione di un dominio economico, lasciamo che pochi potenti, gli unici che si possono permettere un brevetto .. hai mai provato a farne uno?? ci calpestino e che ogni cosa che facciamo sia dettata da un brevetto . .e non ti bastera' scappare al polo (nord) per non pagare una gabella
  • linux-kernel scrive:
    Ma cosa brevettare, e cosa no?
    E' possibile definire, in maniera assolutamente non equivoca, cosa sia moralmente brevettabile, e cosa no?C'è una linea rossa che demarchi il limite oltre il quale un'invenzione cessi di esser tale e assuma lo status generale di 'idea...vaga idea!' ?E le idee....perchè non sono brevettabili? Il doppio click è una idea? La finestra è una idea?Secondo me bisogna fare distinzione tra IDEA ed IMPLEMENTAZIONE-SPECIFICA-DI-QUELLA-IDEA.
  • gerry scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    già ma se chi crea qualcosa usa lo
    stesso codice che il primo ha protetto con
    il copyright (pur senza copiarlo, quindi
    arrivando allo stesso risultato di testa
    propria) non è lo stesso illegale?Chiariamo: con lo stesso codice è praticamente impossibile.Al massimo che fa le stesse cose.Se non è brevettato no, per esempio la adobe dovrebbe denunciare tutti i cloni di Photoshop (ammesso che sia stata lei la prima a farlo)? Non fanno tutti le stesse cose?
    penso che sia questo che si voleva dire nel
    messaggio iniziale e credo anche che sia
    così che va nella realtà, a
    meno che forse non si dimostri di non aver
    copiato, il che è difficileScrivere due pezzi di software completamente identici senza copiarne uno dall'altro è praticamente impossibile.Certo, per fare una somma il codice è sempre i = a+ b; e così anche per molte altre cose, ma basta guardare il sorgente per accorgersi se è copiato o no.==================================Modificato dall'autore il 15/06/2004 13.35.04
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    Che bella verità...ci mancava solo Platone
  • leonardo() scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    non
    e' detto che deve impugnare il brevetto
    contro tutti ... oggi si sveglia e dice: la
    distribuzione redhat implementa la FAT ..
    faccio causa . .e la vince sicuramente ...Si, ma gli altri non stanno certo a guardare. Il risultato di una causa contro qualcuno, e la relativa vittoria, porterebbe, oltre che ad una serie di faide senza fine tipo il caso SCO/Linux, ad una corsa in massa ai ripari, che in questo caso potrebbero essere due:- pagare royalties a Microsoft (e sono fior di quattrini che le entrano in casa, beati loro)- passare ad un altro filesystem che non abbia questo problema.Certo, non e' detto che la seconda soluzione sia migliore, ma il rischio c'e', e se Microsoft prova ad aizzare la paura con qualche causa, l'ipotesi che i produttori hardware cambino bruscamente strada si tramuterebbe solamente in sconfitte su piu' fronti.
  • leonardo() scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    Questa è solo una paura di qualche
    sprovveduto (anche se purtroppo il rischio
    c'è).
    Lo scopo del brevetto non è quello di
    eliminare il sofware libero.
    Lo scopo non'è quello di distruggere
    i vari linux e via dicendo per far
    tronegiare ms...
    Lo scopo è quello di garantire a
    società ,che investo risorse, tempo e
    denaro in ricerca e sviluppo, un GIUSTO
    ritorno economico per gli sforzi.
    GIUSTO perchè l'informatica è
    anche un lavoro e come in ogni altro lavoro
    mi aspetto di essere pagato se produco
    qualchecosa, se poi la cosa che produco
    è particolarmente utile sarà
    usata da molti e il brevetto mi permettera
    di far valere i miei diritti!E per questo brevettano il doppio click? per far valere i propri diritti su questa "tecnologia"? Questa e' l'idea che ti fanno passare, quella che potrebbe essere anche una buona giustificazione per cui usare un brevetto. Ma la realta' e' che del brevetto ne abusano in molti. Vai a vedere come stanno diventando ora le universita', che dovrebbero essere modello di cooperazione per lo sviluppo: appena scopri qualcosa ti impongono di brevettarla, a qualunque campo ci si riferisca. Come fai a fare ricerca e creare conoscenza se devi districarti tra decine e decine di brevetti, doppio click compreso?
    mmmmmm...
    Peggio per te...ma credo ti faccia solo
    trasportare da chissà quale moda!
    I brevetti esistono da sempre eppure mi pare
    che il pc lo stai ancora utilizzandoAnche te stai navigando in internet, ma grazie a quei sant'uomini di BSD che non brevettarono i socket. Discorso che vale dai timpi di FidoNet ad oggi.
    Il fatto che a questa gente le idee non
    vengono così, piovute dal cielo come
    vorresti averla tu.
    Sono persone che investono miliardi e magari
    hanni in ricerca e sviluppo...
    ...certo ad avere le idee piovute dal cielo
    è facile poi regalarle...
    Mettiti a fare un nuovo file-system, che non
    sia una scopiazzatura di qualcosa di
    già esistente e che offra vantaggi
    rispetto a tutti quelli esistenti.
    Ammesso che tu ne sia in grado, tra 4/7 anni
    che assieme ad un team a prodotto
    qualchecosa vediamo se hai tutta questa
    voglia di regalarmi il codice sergente e
    farmi guadagnare al posto tuo.Qualcosa come ha fatto Hans Reiser con il ReiserFs, innovativo gia' dalla prima versione, insomma...
    Be non mi pare che le fat sia 'fondamentali
    per l'umanità'!?!?
    Trovi?
    Certo se parli di un vaccino per l'hiv il
    discorso cambia..non puoi speculare sulla
    vita della gente (anche se poi purtroppo
    avviene), ma non paragonare questo caso alle
    fat o al browser netscape o via dicendo..Netscape, che si basava sull'idea di Marc Anderseen, che guarda caso lo realizzo' sulla base del suo precedente lavoro Mosaic, che poi Microsoft utilizzo' anch'essa per Internet Explorer... ovviamente mosaic non aveva brevetto, poiche' sfruttava l'idea del browser di Tim Berners-Lee che girava su X11...
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie? (1)
    - Scritto da: Anonimo
    Se ti pagano!
    Perchè se intanto qualcuno vende un
    prodotto pressocchè identico al
    tuo...magari non ti pagano neanche.e vabbe' ma mica e' un problema di brevetti... se lavori in una societa' che non ti paga, cambia societa'.
    poi non pensare sempre in termini di ms e
    linux...il mondo informatico è
    composto anche di altre realtà (non
    solo mega società o programmi
    free)...che sono messe a rischio dai brevetti, a detta di _tutti_
    un programmatore per produrre un
    buon prodotto lavora un anno di media,
    considerando che il ricavo dalla vendita del
    sofware è esiguo (togli tasse,
    percentuale distributo, guadagno grossista e
    via dicendo) e vedrai che se non sei ms o
    adobe le n volte finisco per non equivalere
    alla paga di un anno dell'idraulico (eppure
    eravamo partiti dal presupposto che un anno
    di lavoro c'era)appunto. Ora da questo tuo lavoro, fai un brevetto. nb: il brevetto costa, mantenerlo costa. Poi qualcuno fa qualcosa violando il tuo brevetto. Andare in causa costa. E poi ti viene invalidato (eolas). In alternativa, non brevetti qualcosa perche' costa, ma guadagni dal tuo prodotto e dai servizi correlati. Un'altra ditta brevetta quello che tu usi e poi ti chiede il pagamento di royalty su una cosa che _tu_ hai concepito.sono tutti costi aggiuntivi che sono _nulli_ per una grossa societa', ma improponibili per le piccole aziende e per la ricerca, quelle che producono innovazione. Queste sono un lato della medaglia, che incide su tutto il brevettabile, ed e' relato alla mala gestione dei brevetti. Poi c'e' l'informatica, che e' un discorso ulteriore.

    dal 1600 la scienza va avanti cosi'.

    Così come?
    Con investitori che voglio un ritorno
    economico!su una base scientifica aperta e standardizzata. Vuoi che la ricerca vada avanti a salti di 20 anni? Quello che non vuoi capire e' che se fosse per le aziende, tutto sarebbe brevettabile, dovresti pagare le royalty d'affitto su tutto, sarebbe legale metterti un chip sotto pelle per localizzarti in qualsiasi momento e saresti obbligato a indossare un paio di occhiali che ti mandano spot sulla retina 24 ore su 24.Ci sono dei limiti oltre i quali bisogna fermarsi, altrimenti si ottiene solo caos, monopoli, abuso di posizione dominante e controllo politico e tecnologico. Esattamente la situazione in cui stiamo finendo.
    CHe AXXO C'ENTRA!
    GUarda che solo perchè non ti piace
    non significa che il brevetto sia =
    all'inquisizione!brevettare tecnologia concreta va bene. brevettare una forma logica per un concetto e' molto diverso. esiste il copyright per quello.


    La brevettabilità non toglie


    concorenza!



    quando c'e' di mezzo
    l'interoperabilita' si'.



    Come dire tutto e niente...hai mai pensato
    di fare il politico?si'... e verrei ammazzato il giorno dopo.Non mi risulta che il passo delle viti sia brevettato. Che succederebbe se lo brevettassero? il _materiale_ di cui e' fatta una vite puo' essere brevettato. E' cosa concreta, e mi sta bene. ma brevettare una "device che unisce due entita' mediate un innesto spiraleggiante" quello mi sembra che uccida l'innovazione e introduca solo caos e costi aggiuntivi grazie alle barriere di una distorta gestione della proprieta' intellettuale.
    un filesystem porcheria come

    fat e' una cosa che un team di
    programmatori

    competenti e' in grado di implementare
    in

    una giornata.

    allora perchè non lo fanno?
    Perchè rompere al brevetto ms?perche' decine di aziende ora si trovano a dover pagare soldi (che paghiamo noi) sul brevetto di un concetto astratto, la disposizione di zeri e uni su un supporto. A quando il brevetto della disposizione soggetto verbo predicato? ah ma certo... ci si perde tempo e quindi bisogna farci soldi. Presto avremo un brevetto sulla conversione del piscio dei dipendenti in energia elettrica.ripeto. ci sono dei limiti.
    Tu non sai neanche cosa sia un
    file-system...e tu che ne sai?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo
    Cambi prodotto!

    E' meglio invece che sono stato pagato solo
    una cifra forfetaria che non ripaga neanche
    uno dei 10 mesi di lavoro e che il tizio con
    il mio codice si sia rivolto a qualcun'altroNon capisco ..... I contratti questi sconosciuti?Se sei stato pagato una cifra forfettaria è solo peche hai fatto un errore di valutazione.Pensavi di attirare il cliente con un prezzo bassissimo per poi lucrarci su altre cose. e invece il cliente che non è uno stupido te lo ha.......Io i miei programmi li rilascio sotto gpl (parlo di programmi sviuppati per piccole e medie società) , poi è il cliente che decide cosa farci.Lui sa benissimo che si trova con un prodotto che non necessita della mia perenne assistenza, è slegato da me.Ed è per questo che si fida di piu'.Pero' per lo sviluppo io chiedo un giusto compenso. E ci campo tranquillamente.
    il quale ovviamente non dovendo sviluppare
    l'idea e partendo da un prodotto già
    quasi finito puo offrire prezzi più
    vantaggiosi senza violare copyright ma
    mettendola cmq nel c**o a me!

    Già io lavoro per la
    gloria...l'affitto infatti lo paga la mia
    amica di nome gloria :):):):):)

    I brevetti vanno regolamentati non aboliti!





    Questo si che mi ha preso per il
    culo

    non


    trovi!!!!


    E no già, voi del codice
    free e


    dell'opensource forse vivete in
    un'altro


    pianeta, ma sulla terra il brevetto

    serve,


    andrebbe solo regolamentato meglio.
  • cico scrive:
    Re: e sabin?

    appunto il problema è la competenza
    di chi assegna i brevetti!...di per
    sè l'idea è giusta, ma come
    vengono assegnati fanno più danni che
    altroSi ma questo è problema non è risolvibile per il semplice fatto che quei poveri cristi all'ufficio brevetti si vedono arrivare di ogni ed in quantità industriale (tutti geni!) e non possono avere competenze specifiche in ogni campo, inoltre devono anche stare in certi tempi non possono fare ricerche per anni ed anni.E intanto c'é chi, senza spendere, riesce a brevettare cose assurde.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: gerry
    - Scritto da: Anonimo


    ti pare meglio?

    Un pezzo di codice coperto da

    copyright...tempo 2/3 anni qualsiasi
    codice

    sarà per forza in 1 dei millioni
    di

    applicativi..e allora si che non si
    potra

    più produrre niente

    O madò, credo che tu non abbia capito
    ancora la differenza :D

    Esempio mailserver:
    Caso A
    - Gerry scrive SuperMailserver
    - Pinco prende il codice di Gerry e ci fa
    ExtraMailserver
    - Pallo si scrive il suo IperMailserver da
    zero.
    Pinco ha violato il copyright,
    ExtraMailserver è illegale. Pallo non
    ha violato niente, il IperMailserver
    è lecito e può fare
    concorrenza a SuperMailserver. Fanno le
    stesse cose ma sono due prodotti
    intellettuali diversi.già ma se chi crea qualcosa usa lo stesso codice che il primo ha protetto con il copyright (pur senza copiarlo, quindi arrivando allo stesso risultato di testa propria) non è lo stesso illegale? penso che sia questo che si voleva dire nel messaggio iniziale e credo anche che sia così che va nella realtà, a meno che forse non si dimostri di non aver copiato, il che è difficile
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Già io lavoro per la
    gloria...l'affitto infatti lo paga la mia
    amica di nome gloria :):):):):)manchi tu nell' aria(continuate voi..)
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Certo .. Marconi ha lavorato per un
    accademia ... ha lavorato per se stessohttp://www.acm.orgBuona lettura, ripasso tra 5 o 6 anni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    ROTFL :-D
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    ...o Gesù... era ovvio che mi riferivo a chi era 'costretto' a pagare la Ms per un doppio click (nell'esempio eri tu no?)L'assurdità è dover pagare per una cosa del genere, l'assurdità è che le cose del genere stanno aumentando e non se ne vede la fine, possibile che non ti rendi conto che questo metterà un incredibile freno allo sviluppo?Che alla lunga chiunque, per realizzare una tristissima maschera che presenta dei dati, dovrà pagare 20 società???La flessibilità è sempre stata, in qualsiasi campo, la chiave dello sviluppo, qui invece si vogliono ingessare addirittura le idee.E per favore, basta con questa storia che le Aziende non campano, campano benissimo (così come campa la mia) , campavano 10 anni fa e camperanno fra altri 10.
  • cico scrive:
    Re: Fesserie?
    Parole sante!
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Pistola :D Niente di meno vero :D

    Ma prova un pò a guardare cosa ha
    prodotto l'accademia il secolo scorso e cosa
    produce la ricerca privata.

    Nel primo caso sono state fatte scoperte
    sostanziali che hanno permesso di fare passi
    da gigante, nel secondo poche cose per fare
    soldi a breve/medio termine.

    Il problema della ricerca dei privati
    è che non vogliono, e ne hanno ben
    donde, investire patrimoni in ricerca che
    potrebbe non portare a nulla.

    In accademia si fa, e spesso i risultati
    sono delle vere e proprie rivoluzioni.Certo .. Marconi ha lavorato per un accademia ... ha lavorato per se stesso
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    Certo se parli di un vaccino per l'hiv
    il

    discorso cambia..non puoi speculare
    sulla

    vita della gente (anche se poi purtroppo

    avviene), ma non paragonare questo caso
    alle

    fat o al browser netscape o via
    dicendo..

    Speculare?? ma sono anni che stanno
    studiando un vaccino .. cosa facciamo: una
    pacca sulla spalla dicendo: "grazie hai
    speso un sacco di soldi per l'umanita'" ...
    questo e' un caso classico in cui il
    brevetto DEVE essere pagato, se cosi non
    fosse, nessuno farebbe ricerca.se poi la cura deve costare 20,000 ? in modo che chi ne ha veramente bisogno non ne piò usufruire (terzo mondo, paesi sotto embargo) allora a che pro fare ricerca?come si dice in Johnny Mnemonic, è più redditizio curare i malati che guarirli, e questo e' quello che si vuole fare..
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo


    credo


    che i governi sbaglino lasciando la

    ricerca


    di base alle aziende, quella
    dovrebbe


    continuare ad essere fatta nelle


    università e dovrebbe
    continuare

    a


    rimanere patrimonio

    dell'umanità, non


    di privati.



    ... comunista ! :D

    Pistola :D Niente di meno vero :D

    Ma prova un pò a guardare cosa ha
    prodotto l'accademia il secolo scorso e cosa
    produce la ricerca privata.

    Nel primo caso sono state fatte scoperte
    sostanziali che hanno permesso di fare passi
    da gigante, nel secondo poche cose per fare
    soldi a breve/medio termine.

    Il problema della ricerca dei privati
    è che non vogliono, e ne hanno ben
    donde, investire patrimoni in ricerca che
    potrebbe non portare a nulla.

    In accademia si fa, e spesso i risultati
    sono delle vere e proprie rivoluzioni.vero, basta ricordare la scuola di meccanica analitica dell'ex URSS :D, erano all'avanguardia e ora sono ridotti a nani e ballerine... che peccato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Semplicemente non ha ritorno economico. Se
    Microsoft facesse causa a qualcuno per l'uso
    della fat, gente come i produttori di
    memorie flash potrebbe cercare di spingere
    su alternative, cosa che a Microsoft non
    gioverebbe in modo alcuno, specie perche'
    ora come ora le memorie flash in Windows le
    leggi tranquillamente proprio per questo. Il
    fatto e' che nessuno tocca la fat perche'
    ancora fa comodo a molti.E chi ha detto che fa causa a tutti ?? potrebbe farla solo ad alcune aziende .. non e' detto che deve impugnare il brevetto contro tutti ... oggi si sveglia e dice: la distribuzione redhat implementa la FAT .. faccio causa . .e la vince sicuramente ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?


    credo

    che i governi sbaglino lasciando la
    ricerca

    di base alle aziende, quella dovrebbe

    continuare ad essere fatta nelle

    università e dovrebbe continuare
    a

    rimanere patrimonio
    dell'umanità, non

    di privati.

    ... comunista ! :DPistola :-D Niente di meno vero :-DMa prova un pò a guardare cosa ha prodotto l'accademia il secolo scorso e cosa produce la ricerca privata.Nel primo caso sono state fatte scoperte sostanziali che hanno permesso di fare passi da gigante, nel secondo poche cose per fare soldi a breve/medio termine.Il problema della ricerca dei privati è che non vogliono, e ne hanno ben donde, investire patrimoni in ricerca che potrebbe non portare a nulla.In accademia si fa, e spesso i risultati sono delle vere e proprie rivoluzioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: e sabin?
    - Scritto da: cico

    E' una cosa normalissima.. sta al

    creatore (e in certi casi anche
    all'ufficio

    brevetti) avere la coscienza per
    decidere se

    brevettare il suo prodotto o se cederlo

    gratuitamente.

    Guarda io ho pure un amico che lavora
    all'ufficio brevetti europeo e per quanto lo
    possa stimare non credo che certe cosa
    debbano essere decise da un organismo
    simile.

    Con cose tipo gli algoritmi non se ne
    può fare una questione di questo si,
    questo no, e francamente preferirei che non
    fossero brevettabili in toto.appunto il problema è la competenza di chi assegna i brevetti!...di per sè l'idea è giusta, ma come vengono assegnati fanno più danni che altro
  • Anonimo scrive:
    Re: imparate
    Esatto.....gente piccina di scarso ingegno che teme che, semmai avranno una buona idea, quella sarà l'unica della loro vita e quindi desiderano che per tutta la loro vita gli possa rendere senza fare altro per svilupparla......
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?


    Ma se la Fiat brevettasse le ruote che

    succederebbe???

    semplicemente non può brevettare la
    ruota perchè non è
    un'invenzione e chiunque può crearne
    una senza il minimo sforzo intellettuale.
    Può invece brevettare un certo tipo
    di ruota con certe caratteristiche
    distintive, quindi gli altri possono si
    usare la ruota ma non "quella" ruota!Guarda che hanno brevettato le ruorehttp://punto-informatico.it/p.asp?i=39886ma da quanto leggi punto-informatico? da oggi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    credo
    che i governi sbaglino lasciando la ricerca
    di base alle aziende, quella dovrebbe
    continuare ad essere fatta nelle
    università e dovrebbe continuare a
    rimanere patrimonio dell'umanità, non
    di privati.... comunista ! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    e se a te salta in mente che vuoi 10.000 ?
    per ogni riga io
    che faccio, divento tuo schiavo?Cambi prodotto!E' meglio invece che sono stato pagato solo una cifra forfetaria che non ripaga neanche uno dei 10 mesi di lavoro e che il tizio con il mio codice si sia rivolto a qualcun'altro il quale ovviamente non dovendo sviluppare l'idea e partendo da un prodotto già quasi finito puo offrire prezzi più vantaggiosi senza violare copyright ma mettendola cmq nel c**o a me!Già io lavoro per la gloria...l'affitto infatti lo paga la mia amica di nome gloria :):):):):)I brevetti vanno regolamentati non aboliti!


    Questo si che mi ha preso per il culo
    non

    trovi!!!!

    E no già, voi del codice free e

    dell'opensource forse vivete in un'altro

    pianeta, ma sulla terra il brevetto
    serve,

    andrebbe solo regolamentato meglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: e sabin?
    Così ti pare un'idea da brevettare il doppio click?Io allora voglio brevettare l'accavallamento delle gambe.... o lo scaccolamento a dito rotante....
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Perchè se non ho proprietà
    intelletuale sul codice che produco tale
    codice e free e questo posso permetterlo
    solo se programmo per hobby, se programmo
    per lavoro voglio essere pagato e voglio che
    il mio lavoro sia riconosciuto...Guarda che quasi tutti i programmatori non sono proprietari di un bel nulla perché l'azienda che li impiega mette sempre la clausolina che trasferisce a loro ogni diritto.
    No! per questo dico che antrebbero
    regolamentiti i brevetti!
    Cito ancora le fat (perchè argomento
    fresco visto che notizie recenti risalgono a
    ieri), eolas non ha inventato niente ed
    è sbagliato che ci si arrichisca, ma
    fat non mi pare proprio sia un 'niente' e
    non vedo perchè non ne debba trarre
    profitto chi si è sbattuto in
    investimenti e lavoroFAT commercialmente non ha alcun senso, è un FS troppo vecchio e primitivo, va giusto benino per le sandisk e affini.MS vorrà rompere un pò le scatole ai linari e nulla più, ma tutti quanti ci mettono tre minuti a tirare fuori qualche cosa di differente e più efficace (a meno che qualcuno non abbia brevettato il concetto di file-system in sé ed è proprio quello il pericolo che si prefigura)
    Il punto è qui secondo
    me...brevettare un idea è
    sbagliata..il browser è
    un'idea..avrebbe potuto però
    brevettare il 'suo' browser come serie di
    accorgimenti e algoritmi..ed in quel caso
    sarebbero nati browser alternativi..cmq il
    browser è solo il client di un dei
    protocollo che compone la rete è
    quindi brevettare un client non avrebbe reso
    inutilizzabile il protocollobrevettare gli algoritmi e la teoria è una follia, di più: credo che i governi sbaglino lasciando la ricerca di base alle aziende, quella dovrebbe continuare ad essere fatta nelle università e dovrebbe continuare a rimanere patrimonio dell'umanità, non di privati.
  • Anonimo scrive:
    Re: è una soluzione ?
    - Scritto da: Anonimo
    in America la legge sui brevetti non
    è mai cambiata finoraallora non capisco perchè le multinazionali del sw (m$ in primis) spingano con mezzi leciti (e non) per avere leggi così restrittive per poi essere quasi sicuri di fare un buco nell'acqua in caso di contestazione...
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    Ok, visto che le dico io le assurdità
    vediamo come fai a correggere questi
    brevetti su, vediamo che succede quando la
    Microsoft ti becca a fare doppio click su un
    plamare e ti fa causa perchè non hai
    pagato la licenza a loro.Assolutamente nulla, io uso un software, scritto sul sistema operativo .. alla peggio sara' chi scrive il sistema operativo che fara' un accordo per cui, nei 500 euro di palmare 1 finisce a MS ... ma pensi che si paghi a click??ma dove vivi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    perchè cavolo mi hanno spedito su
    questo pianeta? non potevo rimanere nell'
    oblio?
    se speri che io spenda per il tuo software
    brevettato puoi aspettare, preferisco usare
    il calamaio...Stai spendedo gia ora un sacco di soldi per brevetti di aziende. Ogni volta che comperi un CD la sony ti bacia sulla fronte e ti ringrazia
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    Ok, visto che le dico io le assurdità vediamo come fai a correggere questi brevetti su, vediamo che succede quando la Microsoft ti becca a fare doppio click su un plamare e ti fa causa perchè non hai pagato la licenza a loro.
  • Anonimo scrive:
    Re:Berlusconi come Berners-Lee che palle
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Certo se parli di un vaccino per l'hiv il
    discorso cambia..non puoi speculare sulla
    vita della gente (anche se poi purtroppo
    avviene), ma non paragonare questo caso alle
    fat o al browser netscape o via dicendo..Speculare?? ma sono anni che stanno studiando un vaccino .. cosa facciamo: una pacca sulla spalla dicendo: "grazie hai speso un sacco di soldi per l'umanita'" ... questo e' un caso classico in cui il brevetto DEVE essere pagato, se cosi non fosse, nessuno farebbe ricerca.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    Ognuno la sua Azienda la tira avanti come crede, io preferisco spendere meno perchè non credo proprio nell'immediatezza delle riposte e dell'assistenza, come mi è capitato e come ho descritto in altro post.Valuto a priori la bontà del prodotto, se penso che weblogic va bene che sia weblogic, se è jboss che sia jboss, ma il fatto che sia open di certo non lo vedo come una pecca.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Ho l'impressione che ti sfuggano un po' di
    notizie, come lo chiami brevettare il
    "doppio click" fatto dalla Microsoft?
    Come lo chiami brevettare il concetto di
    applet e plug-in della Eolas? E i tentativi
    di brevettare i sistemi a finestre? non mi
    sembrano idee dai dettagli infiniti.E allora? al posto che correggere dei brevetti sbgliati vogliamo distruggere tutti i brevetti? Se io domani brevetto il "dispositivo che rotolando permette ad un mezzo di muoversi" dobbiamo distruggere tutti i brevetti?non dire assurdita'
  • Anonimo scrive:
    Re: è una soluzione ?
    in America la legge sui brevetti non è mai cambiata finora
  • Anonimo scrive:
    Se avesse brevettato, sarebbe povero ...
    Come dice lui stesso se avesse brevettato il suo sitema ... a quel punto da Microsoft in giu' nessuno si sarebbe appiattito su quel brevetto e la competizione sarebbe stata feroce per imporre il proprio standard, e potete star certi che probabilmente la Microsoft avrebbe imposto il proprio sistema tra i 16 in circolazione, incorporando o annientando i 15 di troppo ;-)Percio' il nostro B-L non sarebbe oggi presidente del W3C, non sarebbe famoso e premiato, percio' tanto di cappello per aver deciso di prendere la strada che ha preso e che ripaga anche se non a breve termine. Ovviamente la tentazione di essere ripagati subito a breve temrine con un brevetto e' tanta ma si puo' rimanere anche con un pugno di mosche ...... e' questa la parte sgradevole dell'attuale sistema di brevetti, si abbandona la sana competizione delle idee per dare spazio alla battaglia tra gli avvocati ... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: è una soluzione ?
    - Scritto da: Anonimo
    Le statistiche Americane in termini di
    risultati sulle cause brevettuali
    informatiche, indicato la risoluzione in
    "una bolla di sapone" (parole testuali) del
    35 % delle richieste di indennizzo o
    royalty. più di un terzo. Senza
    contare poi tutte le altre che cmq nokn
    è detto diano dei diritti. Già
    questo la dice lunga, anche a M$.questa statistica si riferisce a PRIMA o DOPO l'approvazione dell'attuale legge sui brevetti ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    e se a te salta in mente che vuoi 10.000 ? per ogni riga ioche faccio, divento tuo schiavo?
    Questo si che mi ha preso per il culo non
    trovi!!!!
    E no già, voi del codice free e
    dell'opensource forse vivete in un'altro
    pianeta, ma sulla terra il brevetto serve,
    andrebbe solo regolamentato meglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: è una soluzione ?
    Le statistiche Americane in termini di risultati sulle cause brevettuali informatiche, indicato la risoluzione in "una bolla di sapone" (parole testuali) del 35 % delle richieste di indennizzo o royalty. più di un terzo. Senza contare poi tutte le altre che cmq nokn è detto diano dei diritti. Già questo la dice lunga, anche a M$.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: munehiro

    - Scritto da: Anonimo

    Si ma concorrenza non vuol dire
    sviluppare

    per hobby, vuol dire investire denaro in

    progetti e ricerche...siccome chi vive
    nel

    mondo informatico vive anche nello
    stesso

    mondo che vivi tu e ciò un mondo
    in

    cui non puoi neanche curarti se non hai
    i

    soldi, come minimo vuole un riscontro

    economico dal tempo e denaro investito.

    e allora? l'informatico e' anche l'unico
    campo in cui sviluppi il prodotto una volta
    sola e poi ti fai pagare n volte lo stesso
    lavoro.Se ti pagano!Perchè se intanto qualcuno vende un prodotto pressocchè identico al tuo...magari non ti pagano neanche.poi non pensare sempre in termini di ms e linux...il mondo informatico è composto anche di altre realtà (non solo mega società o programmi free)...un programmatore per produrre un buon prodotto lavora un anno di media, considerando che il ricavo dalla vendita del sofware è esiguo (togli tasse, percentuale distributo, guadagno grossista e via dicendo) e vedrai che se non sei ms o adobe le n volte finisco per non equivalere alla paga di un anno dell'idraulico (eppure eravamo partiti dal presupposto che un anno di lavoro c'era)



    Senza questi presupposti non ci sarebbe

    alcun investimento quindi niente
    progresso

    ne concorenza, e non parlo solo di ms ma

    anche di tante altre realta sviluppate
    si

    nelle università ma con i soldi
    di

    investitori che si aspettano un ritorno

    economico e non la gloria presso qualche

    smanettone

    dal 1600 la scienza va avanti cosi'.Così come?Con investitori che voglio un ritorno economico! Prima
    c'era una cosa chiamata inquisizione, e si
    sono gia' visti i risultati di impedire la
    libera ricerca.CHe AXXO C'ENTRA!GUarda che solo perchè non ti piace non significa che il brevetto sia = all'inquisizione!


    La brevettabilità non toglie

    concorenza!

    quando c'e' di mezzo l'interoperabilita' si'.
    Come dire tutto e niente...hai mai pensato di fare il politico?

    Il caso fat ne è un esempio: non
    si

    possono usare le fat perchè

    brevettate, vero ma perchè
    allora non

    produrre qualcosa di alternativo e

    più valido..certo finchè
    si

    può usare fat è comodo non

    devo neanche sbattermi per creare

    alternative, quando poi chi si è

    sbattuto per fare fat si lamenta basta

    tirare in ballo la storia della
    concorrenza

    per cercare di sfruttare a gratis il
    lavoro

    di altri..

    infatti alla microsoft sono dei poveracci.???? ma stai rispondendo al mio post o scrivi pensieri in libertà?


    La stesura di un nuovo file-system
    avrebbe

    portato più concorrenza di un
    riesame

    del brevetto, solo che richiedeva anche

    lavoro e investimenti...

    senti ciccio... dimmi bombolo... un filesystem porcheria come
    fat e' una cosa che un team di programmatori
    competenti e' in grado di implementare in
    una giornata. allora perchè non lo fanno?Perchè rompere al brevetto ms?Tu non sai neanche cosa sia un file-system...non nego che fat presenti molte lacune..ma da qui a dire le fesserie che sta sparando...


    Drammatico non trovi?

    Si sarebbero trovate altre
    soluzioni...o al

    limite la macromedia avrebbe pagato
    qualche

    royality a netscape...

    e qualche royalty a pippo, a pluto e a
    topolino. Alla fine, lock in e costi
    elevati. Bella roba.


    non farla catastrofica...queste cose

    succedono in tutti i campi eppure il

    progresso va avanti, non vedo
    perchè

    l'informatica dovrebbe fare eccezione

    perche' l'informatica _e'_ un eccezione.A parere di chi?


    Non mi pare....cmq su fat c'è una

    diatriba molto accessa e suon di
    avvocati

    ..e fat ha ben più di 5 anni

    Se lasci usare fat liberamente tutti
    userano

    fat...se la brevetti nasceranno
    alternative

    (per forza) il che visto fat non sarebbe

    neanche male

    sono troiate quelle delle alternative.se le alternative sono troiate allora perchè togliere i brevetti?Quello che vuoi allora è solo sfruttare a gratis il lavoro di altri!
    Adesso se i produttori di flash card
    mettessero il loro fs sulle card,
    assisteremmo ad un panorama di merdosi
    formatelli proprietari con decine di driver
    bacati,Be allora fat non era tanto male viste le alternative che ti aspetti?Per lo standard ci si potrebbe anche mettere d'accordo, non arrampicarti sugli specchi! solo per windows,chi lo dice? e se anche si
    mettessero d'accordo, il produttore di OS
    piu' noto si rifiuta di implementarlo, o
    stringe accordi capestro (che probabilmente
    ha gia') con i produttori delle device per
    forzarli ad usare fat.Siamo al ridicolo!Ma davvero credi che i produttori di device stiano li ad obbedire a ms...ms a bisogno di loro almeno quanto loro di ms Ci sono gia' esempi
    abbastanza palesi di queste tecniche... Si nelle leggende urbane.non
    so se ti rendi conto che a redmond hanno
    soldi a sufficienza per fare merge con
    chiunque, ormai.Forse si, ma merge si fa se si è d'accordo da ambo le parti, almeno che non vuoi dirmi che ms fa anche uso dei gorilla della mafia come argomentazione di convincimento...


    Vero, ma visto che è difficile
    non

    posso mica risolvere le cose
    semplicemente

    non consentendo più alcun
    brevetto

    ci sono delle specifiche fondamentali per il
    rilascio di un brevetto. Specifiche che
    l'ufficio brevetti non segue, illegalmente.Questo è tutto da vedere!Sony (grosso pescecane) a perso la causa per il brevetto del termine walkman...ms (grosso pescecane) si vede una commisione indagare la validità del brevetto fat.. e via dicendo
    L'illegalita' di queste azioni viene sempre
    messa sotto il tappeto.
    Questo danneggia tutti, eccetto i grossi
    pescecani, e quindi a meno che tu non lavori
    per uno di questi, faresti bene a sentirti
    preso per il culo anche tu.Mi sento preso per il culo da chi (ed è successo) mi richiede qualchecosa di innovativo che possa dare il turbo alla sua società, io mi metto di impegno, penso, ripenso...finalmente ho un'idea accattivante, inizio a documentarmi, faccio ricerche, poi finalmente inizio a sviluppare il software..dopo quasi un'anno mi sento dire che ha cambiato idea non li piace più l'idea...fermo restando che però si trova con un software quasi identico al mio e che fa le stesse cose (partendo da due presupposti: a) era un'idea non ancora sfruttata sul mercatob) la maggior parte dei clienti, questo incluso, ti obbligano a rilasciarli anche il codice sergente per non dover dipendere da te per future modifiche)Questo si che mi ha preso per il culo non trovi!!!!E no già, voi del codice free e dell'opensource forse vivete in un'altro pianeta, ma s
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Fulmy(nato)

    Ci scorderemmo quindi di inserire la
    schedina nel lettore del PC e leggerlo al
    volo senza dover installare nulla.Senza considerare il fatto che cosi' sarai costretto a cambiare fotocamera solo perche' hai cambiato sistema operativo e la tua fotocamera di ben 3/4 anni e' gia' vecchia e non rilasciano i driver per il nuovo OS.
    Si, probabilmente non danneggerebbe la
    libertà di certi programmatori che
    pensano in maniera così distorta, ma
    sicuramente ne avrebbero poco da guadagnare
    gli utenti!
    Be' li danneggerebbe certo, ma loro sarebbero contenti cosi'. La brevettabilita' del SW mettera' il software europeo fuori competizione.I programmatori europei devono rendersi conto che:- le grosse SW-House (tutte americane) continueranno a vivere, perche' pagheranno i diritti degli altri con quelli che gli altri devono a loro = nessun costo aggiuntivo Le piccole SW-House falliranno prima di cominciare perche' non potranno pagare.- le grosse SW-House, anche se violano (magari in modo inconsapevole, i brevetti sono migliaia e continuano ad aumentare) qualche brevetto e vengono prese in castagna da un piccolo, vabbe' al massimo pagano o si comprano il piccolo le piccole falliscono- le grosse SW-House possono permettersi un ufficio solo per gestire i brevetti le piccole noPer di piu' questo ammazzera' il software OpenSource, perche' il codice e' visibile, mentre le SW-House che producono SW close non hanno di questi problemi: anche se copiano tu non puoi saperlo, anzi, se tenti di scoprirlo violi le leggi sul reverse-engenering e sei nel torto:sSaluti.................Enrico (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: è una soluzione ?
    - Scritto da: Anonimo
    Credo che in realtà il problema sia
    solamente di carattere legislativo in senso
    stretto: concordo che non si può
    brevettare il doppio click o simili, ma
    concordo pure nel fatto che non possa
    esserci mancanza di tutela per le aziende
    che investono parecchie risorse allo
    sviluppo dei prodotti. IMHO una soluzione
    potrebbe essere quella di regolamentare
    meglio i brevetti informatici puri, evitando
    la possibilità di brevettare il
    doppio click o simil, ed eventualmente
    ridurne la validità da 20 a 5 anni
    per esempio (è una fesseria ?), tanto
    con la velocità di evoluzione del
    settore...

    Jane Doebelle parole... che però cozzano contro lo stapotere di multinazionali che possono prezzolare chiunque... c'è poco da dire, fanno quello che gli pare e basta.Il brevetto sul doppio click permetterà a M$ di sbattere fuori la concorrenza sui desktop ? mah! forse si... speriamo che non brevettino anche la digitazione di caratteri in un terminale... altrimenti addio bash e simili...
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    A questo punto immagino che tu sappia come
    L'identificatore del cookie di sessione
    è stato implementato su BEA, non lo
    sai? e come mai? ti fidi? magari è
    "cablato", come dici tu, pure lì.(poi
    ci spieghi che vuol dire cablato)
    Ma tu sei uno che studia, le cose le sai,
    è per quello che hai confrontato un
    Servlet Container con una piattaforma J2EE Ho solo detto che in un caso e' configurabile come nome, lunghezza e attributi e nell'altro caso il NOME del cookie e' scritto in 4 o 5 classi diverse, non lo puoi configurare, non puoi cambiare il modo col quale e' calcolato etc etc ... e TOMCAT fa solo da Servlet Container ... BEA fa anche altro, ma guardacaso fa meglio di TomCat il suo lavoro ...Vogliamo parlare di piattaforme J2EE open e closed .. ok .. se non si vuole capire cosa significa esempio e' inutile parlare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    La brevettabilità del
    software


    è un'ottima idea.

    [...]





    ora a sentire certi la
    brevettabilità

    sembra cosa buona e giusta.

    se il fine dei brevetti è di

    eliminare il software libero e di

    costringere la gente al software a
    pagamento

    (a prezzo maggiorato a causa della

    royalties)

    Questa è solo una paura di qualche
    sprovveduto (anche se purtroppo il rischio
    c'è).
    Lo scopo del brevetto non è quello di
    eliminare il sofware libero.
    Lo scopo non'è quello di distruggere
    i vari linux e via dicendo per far
    tronegiare ms...
    Lo scopo è quello di garantire a
    società ,che investo risorse, tempo e
    denaro in ricerca e sviluppo, un GIUSTO
    ritorno economico per gli sforzi.
    GIUSTO perchè l'informatica è
    anche un lavoro e come in ogni altro lavoro
    mi aspetto di essere pagato se produco
    qualchecosa, se poi la cosa che produco
    è particolarmente utile sarà
    usata da molti e il brevetto mi permettera
    di far valere i miei diritti!

    allora per me il computer

    è solo una massa di ferraglia
    inutile

    e penso che lo diventerà per
    molta

    gente.

    mmmmmm...
    Peggio per te...ma credo ti faccia solo
    trasportare da chissà quale moda!
    I brevetti esistono da sempre eppure mi pare
    che il pc lo stai ancora utilizzando


    quante volte ho visto brevetti e ho
    pensato

    "a questa idea stupida ci ho pensato
    anche

    io", ma mica mi è venuto in
    mente di

    brevettarla.

    signore, quanto vorrei avere un idea

    Il fatto che a questa gente le idee non
    vengono così, piovute dal cielo come
    vorresti averla tu.
    Sono persone che investono miliardi e magari
    hanni in ricerca e sviluppo...
    ...certo ad avere le idee piovute dal cielo
    è facile poi regalarle...
    Mettiti a fare un nuovo file-system, che non
    sia una scopiazzatura di qualcosa di
    già esistente e che offra vantaggi
    rispetto a tutti quelli esistenti.
    Ammesso che tu ne sia in grado, tra 4/7 anni
    che assieme ad un team a prodotto
    qualchecosa vediamo se hai tutta questa
    voglia di regalarmi il codice sergente e
    farmi guadagnare al posto tuo.

    su un

    brevetto fondamentale per
    l'umanità e

    non concederlo a nessuno, in modo che

    debbano per forza abolire i brevetti per

    averlo...

    Be non mi pare che le fat sia 'fondamentali
    per l'umanità'!?!?
    Trovi?
    Certo se parli di un vaccino per l'hiv il
    discorso cambia..non puoi speculare sulla
    vita della gente (anche se poi purtroppo
    avviene), ma non paragonare questo caso alle
    fat o al browser netscape o via dicendo..
    perchè cavolo mi hanno spedito su questo pianeta? non potevo rimanere nell' oblio?se speri che io spenda per il tuo software brevettato puoi aspettare, preferisco usare il calamaio...
  • Anonimo scrive:
    è una soluzione ?
    Credo che in realtà il problema sia solamente di carattere legislativo in senso stretto: concordo che non si può brevettare il doppio click o simili, ma concordo pure nel fatto che non possa esserci mancanza di tutela per le aziende che investono parecchie risorse allo sviluppo dei prodotti. IMHO una soluzione potrebbe essere quella di regolamentare meglio i brevetti informatici puri, evitando la possibilità di brevettare il doppio click o simil, ed eventualmente ridurne la validità da 20 a 5 anni per esempio (è una fesseria ?), tanto con la velocità di evoluzione del settore...Jane Doe
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    A questo punto immagino che tu sappia come
    L'identificatore del cookie di sessione
    è stato implementato su BEA, non lo
    sai? e come mai? ti fidi? magari è
    "cablato", come dici tu, pure lì.(poi
    ci spieghi che vuol dire cablato)
    Ma tu sei uno che studia, le cose le sai,
    è per quello che hai confrontato un
    Servlet Container con una piattaforma J2EE
    Cerca di capire: com'è fatto in BEA non mi interessa perchè se mi creasse un problema.... me lo metteno a posto. Se il problema è in Tomcat, dovrei farlo io, ed in questo caso il codice scritto così proprio non mi aiuterebbe,Fai i conti. 1 giorno giù con BEA. Avevo speso un fisso, e perdo un giorno di fornitura servizi.3 giorni giù con Tomcat + JBoss: ho già perso più di quanto avevo pagato di fisso a BEA. Cosa è meglio? non è filosofia questa, è economia. Se perdo più soldi, con cosa pago i miei dipendenti? Con cosa campa la mia azienda? Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    si....e vai com
    ms-html
    mac-html
    sun-html

    e viaGuarda che esiste gia. Explorer ha le sue estensioni, Netscape le sue, Opera, konqueror le sue .. e non mi dire che non e' vero.Certifica un'applet su un browser .. ognuno ha il suo modo di farlo ... e lo script? ognuno ne ha uno suo e un suo modo di gestirlo
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    A questo punto immagino che tu sappia come L'identificatore del cookie di sessione è stato implementato su BEA, non lo sai? e come mai? ti fidi? magari è "cablato", come dici tu, pure lì.(poi ci spieghi che vuol dire cablato)Ma tu sei uno che studia, le cose le sai, è per quello che hai confrontato un Servlet Container con una piattaforma J2EE
  • gerry scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    ti pare meglio?
    Un pezzo di codice coperto da
    copyright...tempo 2/3 anni qualsiasi codice
    sarà per forza in 1 dei millioni di
    applicativi..e allora si che non si potra
    più produrre nienteO madò, credo che tu non abbia capito ancora la differenza :DEsempio mailserver:Caso A- Gerry scrive SuperMailserver - Pinco prende il codice di Gerry e ci fa ExtraMailserver- Pallo si scrive il suo IperMailserver da zero.Pinco ha violato il copyright, ExtraMailserver è illegale. Pallo non ha violato niente, il IperMailserver è lecito e può fare concorrenza a SuperMailserver. Fanno le stesse cose ma sono due prodotti intellettuali diversi.Caso B- Gerry brevetta il concetto di mailserver- Pinco scrive ExtraMailserver da zero e paga Gerry perchè ha teorizzato il mailserver.- Pallo si scrive il suo IperMailserver da zero e paga Gerry perchè ha teorizzato il mailserverChi non paga è illegale. Punto.
    Ripeto le fat sono un file-system
    brevettato, non mi pare questo abbia
    impedito la creazione di altri 500/600
    file-system, ne che il brevetto consenta di
    rivendicare diritti su questi ultimiMa FAT mi può anche stare bene, basta stabilire un limite di stupidità minima sotto il quale non si può andare :D
  • cico scrive:
    Re: Intelletto vs denaro

    ...e una volta che ti sei armato di
    intelletto e fai tanti bei programmi che poi
    altri ti copiano e nessuno ti paga con cosa
    li sfami i tuoi figli?Cerchiamo di essere realisti, la maggior parte dei programmatori non inventa un bel nulla e la maggior parte delle cose prodotte non sono e non saranno mai brevettabili.Inoltre se portassimo i concetti della brevettabilità del codice agli estremi, i poveri programmatori spenderebbero una fetta consistente del loro tempo a scoprire a chi addebitare le varie tecniche utilizzate.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    tronegiare ms...Ma te scusa saresti un programmatore professionista?Per cosa? Per la Kinder? O Per topolino?
    hanni in ricerca e sviluppo...?!?!?!?Ma te scusa saresti un programmatore professionista?Per cosa? Per la Kinder? O Per topolino?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    E' incredibile la superficialità che
    traspira dalle tue considerazioni

    Il software è un prodotto come
    tutti

    gli altri: mica la BMW o la FIAT vi
    regalano

    il loro prodotto o i progetti delle loro

    auto. Tutte le industrie proteggono i
    loro

    progetti e così DEVE valere per
    il

    mio lavoro.
    Ma se la Fiat brevettasse le ruote che
    succederebbe???
    Ti ricordo che moltissime cose diffuse sono brevettate:ABS = boingVibracall = MotorolaTrinitron = era brevettato fino a qualche anno fa da SonyNon mi pare che i Nokia non abbiamo la suoneria a vibrazione. Semplicemente hanno trovato un'altra soluzione. Per brevettare devi fornire dettagli infiniti del prodotto e non è che "brevetto la ruota". Puoi brevettare una gomma, con certi intagli ed un certo materiale.

    E poi dicamocelo: 'sto software free che

    quando apri i sorgenti trovi solo
    codice mal

    scritto, ingestibile e pieno di stringhe

    cablate qua e là...... meglio un
    bel

    componente da comprare, coperto da
    brevetto,

    da pagare, ma almento sai chi chiamare,
    a

    chi far causa se necessario.

    Amico bello, se c'è una cosa ben
    scritta è il software open (e non
    free, il che dimostra già che non sai
    di cosa parli) per il semplice motivo che
    è sotto gli occhi di tutti e chi lo
    scrive non ci tiene a sentirsi dare
    dell'incapace.
    Vale ESATTAMENTE il contrario per il
    software closed, dove compri la scatola
    chiusa e stai zitto, se non funziona ti
    attacchi perchè hai pagato il
    componente così com'è,
    altrimenti dovremmo tutti fare causa a
    Microsoft per i bug di Windows
    Quando ho un problema, chiamo SUN e BEA che scattano sull'attenti e vengono qui in 18 ore da dovunque nel mondo perchè DEVONO risolvere i miei problemi. Mi costa molto meno spendere migliaia di euro in licenze bea ed averli qui appena possible, che aspettare qualche giorno che qualcuno decida di risolvere il baco del prodotto nel mondo free e tenere i servizi giù. E non mi dite che dovrei farlo io: non posso avere la conoscenza approfondita del codice di tutti i prodotti che ho in casa al punto di modificare bachi in qualche ora.

    Viva l'imprenditoria nel MERCATO del

    software.

    Sicuramente, ma non in questi termini ottusi

    Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?

      Ti ricordo che moltissime cose diffuse sono
      brevettate:
      ABS = boing
      Vibracall = Motorola
      Trinitron = era brevettato fino a qualche
      anno fa da Sony

      Non mi pare che i Nokia non abbiamo la
      suoneria a vibrazione. Semplicemente hanno
      trovato un'altra soluzione. Per brevettare
      devi fornire dettagli infiniti del prodotto
      e non è che "brevetto la ruota". Puoi
      brevettare una gomma, con certi intagli ed
      un certo materiale.Ho l'impressione che ti sfuggano un po' di notizie, come lo chiami brevettare il "doppio click" fatto dalla Microsoft?Come lo chiami brevettare il concetto di applet e plug-in della Eolas? E i tentativi di brevettare i sistemi a finestre? non mi sembrano idee dai dettagli infiniti.
      Quando ho un problema, chiamo SUN e BEA che
      scattano sull'attenti e vengono qui in 18
      ore da dovunque nel mondo perchè
      DEVONO risolvere i miei problemi. Mi costa
      molto meno spendere migliaia di euro in
      licenze bea ed averli qui appena possible,
      che aspettare qualche giorno che qualcuno
      decida di risolvere il baco del prodotto nel
      mondo free e tenere i servizi giù. E
      non mi dite che dovrei farlo io: non posso
      avere la conoscenza approfondita del codice
      di tutti i prodotti che ho in casa al punto
      di modificare bachi in qualche ora. Sei sicuro???questo è quello che ti VENDONO loro, ma ti è mai capitato veramente, a me si, con IBM e con quel carrozzone che era Visual Age, era un problema con il repository, che guarda caso, archiviava i sorgenti in formato PROPRIETARIO, dopo qualche settimana ci è arrivata la risposta che "si, in EFFETTI c'è un bug, ci stiamo lavorando", come no...il problema l'ho risolto io dopo un mese passando ad un altro editor e tanti saluti.E si che a quel tempo lavoravo per un grossa, ma GROSSA realtà, figuriamoci come scattano sugli attenti per le medie e piccole imprese...
  • Fulmy(nato) scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    ...
    La brevettabilità non toglie
    concorenza!
    Il caso fat ne è un esempio: non si
    possono usare le fat perchè
    brevettate, vero ma perchè allora non
    produrre qualcosa di alternativo e
    più valido..certo finchè si
    può usare fat è comodo non
    devo neanche sbattermi per creare
    alternative, quando poi chi si è
    sbattuto per fare fat si lamenta basta
    tirare in ballo la storia della concorrenza
    per cercare di sfruttare a gratis il lavoro
    di altri..
    La stesura di un nuovo file-system avrebbe
    portato più concorrenza di un riesame
    del brevetto, solo che richiedeva anche
    lavoro e investimenti...In questo caso avremmo che ogni marca di macchine fotografiche avrebbe il suo filesystem proprietario e rigorosamente incompatibile con gli altri.La Sony non può usare FAT? Allora realizza il suo filesystem SAT da usare nelle sue fotocamere, lo brevetta ovviamente e poi concede le specifiche a chi paga.Stessa cosa poi farebbe la Nikon che si inventa NikonFS, poi anche Fuji, Canon, Epson... ciascuna col suo filesystem proprietario incompatibile con gli altri e con quello dei PC.Poi magari estendiamo il discorso ai formati immagine, ecco che invece di proporre un formato proprietario fighissimo affiancato a diversi formati standard (ad esempio il NEF sulla Nikon che però salva anche in Jpeg e Tiff) avremmo solo formati proprietari.Ci scorderemmo quindi di inserire la schedina nel lettore del PC e leggerlo al volo senza dover installare nulla.Certo, con la fotocamera c'è anche il suo bel CD col software, ma ti perdi la comodità di collegarla al volo ad un qualsiasi computer, magari dall'amico o dal collaboratore senza doverti portare dietro anche il CD.Chi produce software grafici poi sarà costretto a produrre plugin per ciascuna fotocamera dato che non potrà col suo software accedere direttamente.Ovviamente il costo su chi ricade?Si, probabilmente non danneggerebbe la libertà di certi programmatori che pensano in maniera così distorta, ma sicuramente ne avrebbero poco da guadagnare gli utenti!
  • cico scrive:
    Re: e sabin?

    E' una cosa normalissima.. sta al
    creatore (e in certi casi anche all'ufficio
    brevetti) avere la coscienza per decidere se
    brevettare il suo prodotto o se cederlo
    gratuitamente.Guarda io ho pure un amico che lavora all'ufficio brevetti europeo e per quanto lo possa stimare non credo che certe cosa debbano essere decise da un organismo simile.Con cose tipo gli algoritmi non se ne può fare una questione di questo si, questo no, e francamente preferirei che non fossero brevettabili in toto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: gerry
    - Scritto da: Anonimo


    Perchè se non ho proprietà

    intelletuale sul codice che produco tale

    codice e free e questo posso permetterlo

    solo se programmo per hobby,

    Brevetto e proprietà intellettuale
    sono due cose diverse.Che però si conpenetrano molto.Il brevetto sulle scoperte genetiche non brevetta affatto il fare ricerche o il fare scoperte, ma brevetta quella scoperta....


    be mi girano..e

    la prossima volta neanche lo faccio il

    quadro...certo se hai l'animo
    dell'artista

    lo fai per gloria o autosodisfazione
    cose

    che cmq non pagano le bollette

    Credo che tu stia confondendo fra brevetti e
    copyright (cosa piuttosto comune di questi
    tempi).

    Il copyright è sull'implementazione
    di un programma (il codice scritto).
    Se scrivo un mailserver in C++ non posso
    prendere un pezzo di un altro programma
    scritto in C++ (magari un parser per le
    headers) e mettercelo dentro.
    Così come nessuno può prendere
    un pezzo del mio mailserver e metterlo nel
    suo programma (senza il mio permesso).ti pare meglio?Un pezzo di codice coperto da copyright...tempo 2/3 anni qualsiasi codice sarà per forza in 1 dei millioni di applicativi..e allora si che non si potra più produrre niente
    E questa è proprietà
    intellettuale, è protetta e nessuno
    si lamenta ne se n'è mai lamentato.
    Fra l'altro anche la GPL difende la
    proprietà intellettuale, in un modo
    diverso da quello solito ma la difende.

    Il brevetto è sul concetto di
    programma.Il brevetto fat non copre il concetto di file-system, copre un file system implementato in un particolar modo, quindi copre quell'insieme di procedure atte ad interagire con tale struttura.Così come tanti altri brevetti...
    Scrivo un brevetto per "programma di
    elaboratore che prende in consegna messaggi
    di testo e li inoltra alla mailbox di
    destinazione"
    Nessuno può scrivere un mailserver
    senza darmi dei soldi. Indipendentemente dal
    fatto che se lo scriva da zero in C++,
    Pascal, Delphi, Piton, PHP o quel che gli
    pare.Ripeto le fat sono un file-system brevettato, non mi pare questo abbia impedito la creazione di altri 500/600 file-system, ne che il brevetto consenta di rivendicare diritti su questi ultimi
    E' proprio il concetto che è
    brevettato e, bada bene, non è
    necessario che io scriva nemmeno una riga di
    codice.


    è sbagliato che ci si
    arrichisca, ma

    fat non mi pare proprio sia un 'niente'
    e

    non vedo perchè non ne debba
    trarre

    profitto chi si è sbattuto in

    investimenti e lavoro

    Visto che il punto è questo... il
    fatto è che diventa difficile capire
    chi ci ha speso tempo e soldi e chi invece
    fa del puro parassitismo.
    Quanti soldi ha spesso MS in ricerca per il
    brevetto del doppio click?:):):):)In genere trovo sempre qualche lancia da spezzare a favore anche di chi pare indifendibile...ma proprio non so che replicare in questo caso..patetici (ma furbi visto che ci faranno una barca di soldi)Il problema cmq non'è tanto ms che vuole brevettare il doppio click è l'ufficio brevetti che gli consente di farlo.Ecco perchè dico che i brevetti andrebbero regolamentati meglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    Si ma concorrenza non vuol dire sviluppare
    per hobby, vuol dire investire denaro in
    progetti e ricerche...siccome chi vive nel
    mondo informatico vive anche nello stesso
    mondo che vivi tu e ciò un mondo in
    cui non puoi neanche curarti se non hai i
    soldi, come minimo vuole un riscontro
    economico dal tempo e denaro investito.e allora? l'informatico e' anche l'unico campo in cui sviluppi il prodotto una volta sola e poi ti fai pagare n volte lo stesso lavoro.
    Senza questi presupposti non ci sarebbe
    alcun investimento quindi niente progresso
    ne concorenza, e non parlo solo di ms ma
    anche di tante altre realta sviluppate si
    nelle università ma con i soldi di
    investitori che si aspettano un ritorno
    economico e non la gloria presso qualche
    smanettonedal 1600 la scienza va avanti cosi'. Prima c'era una cosa chiamata inquisizione, e si sono gia' visti i risultati di impedire la libera ricerca.
    La brevettabilità non toglie
    concorenza!quando c'e' di mezzo l'interoperabilita' si'.
    Il caso fat ne è un esempio: non si
    possono usare le fat perchè
    brevettate, vero ma perchè allora non
    produrre qualcosa di alternativo e
    più valido..certo finchè si
    può usare fat è comodo non
    devo neanche sbattermi per creare
    alternative, quando poi chi si è
    sbattuto per fare fat si lamenta basta
    tirare in ballo la storia della concorrenza
    per cercare di sfruttare a gratis il lavoro
    di altri..infatti alla microsoft sono dei poveracci.
    La stesura di un nuovo file-system avrebbe
    portato più concorrenza di un riesame
    del brevetto, solo che richiedeva anche
    lavoro e investimenti...senti ciccio... un filesystem porcheria come fat e' una cosa che un team di programmatori competenti e' in grado di implementare in una giornata.
    Drammatico non trovi?
    Si sarebbero trovate altre soluzioni...o al
    limite la macromedia avrebbe pagato qualche
    royality a netscape...e qualche royalty a pippo, a pluto e a topolino. Alla fine, lock in e costi elevati. Bella roba.
    non farla catastrofica...queste cose
    succedono in tutti i campi eppure il
    progresso va avanti, non vedo perchè
    l'informatica dovrebbe fare eccezioneperche' l'informatica _e'_ un eccezione.
    Non mi pare....cmq su fat c'è una
    diatriba molto accessa e suon di avvocati
    ..e fat ha ben più di 5 anni
    Se lasci usare fat liberamente tutti userano
    fat...se la brevetti nasceranno alternative
    (per forza) il che visto fat non sarebbe
    neanche malesono troiate quelle delle alternative. Adesso se i produttori di flash card mettessero il loro fs sulle card, assisteremmo ad un panorama di merdosi formatelli proprietari con decine di driver bacati, solo per windows, e se anche si mettessero d'accordo, il produttore di OS piu' noto si rifiuta di implementarlo, o stringe accordi capestro (che probabilmente ha gia') con i produttori delle device per forzarli ad usare fat. Ci sono gia' esempi abbastanza palesi di queste tecniche... non so se ti rendi conto che a redmond hanno soldi a sufficienza per fare merge con chiunque, ormai.
    Vero, ma visto che è difficile non
    posso mica risolvere le cose semplicemente
    non consentendo più alcun brevettoci sono delle specifiche fondamentali per il rilascio di un brevetto. Specifiche che l'ufficio brevetti non segue, illegalmente. L'illegalita' di queste azioni viene sempre messa sotto il tappeto. Questo danneggia tutti, eccetto i grossi pescecani, e quindi a meno che tu non lavori per uno di questi, faresti bene a sentirti preso per il culo anche tu.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    E' incredibile la superficialità che traspira dalle tue considerazioni
    Il software è un prodotto come tutti
    gli altri: mica la BMW o la FIAT vi regalano
    il loro prodotto o i progetti delle loro
    auto. Tutte le industrie proteggono i loro
    progetti e così DEVE valere per il
    mio lavoro.Ma se la Fiat brevettasse le ruote che succederebbe???
    E poi dicamocelo: 'sto software free che
    quando apri i sorgenti trovi solo codice mal
    scritto, ingestibile e pieno di stringhe
    cablate qua e là...... meglio un bel
    componente da comprare, coperto da brevetto,
    da pagare, ma almento sai chi chiamare, a
    chi far causa se necessario.Amico bello, se c'è una cosa ben scritta è il software open (e non free, il che dimostra già che non sai di cosa parli) per il semplice motivo che è sotto gli occhi di tutti e chi lo scrive non ci tiene a sentirsi dare dell'incapace.Vale ESATTAMENTE il contrario per il software closed, dove compri la scatola chiusa e stai zitto, se non funziona ti attacchi perchè hai pagato il componente così com'è, altrimenti dovremmo tutti fare causa a Microsoft per i bug di Windows
    Viva l'imprenditoria nel MERCATO del
    software.Sicuramente, ma non in questi termini ottusi
    Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?

      Ma se la Fiat brevettasse le ruote che
      succederebbe???semplicemente non può brevettare la ruota perchè non è un'invenzione e chiunque può crearne una senza il minimo sforzo intellettuale. Può invece brevettare un certo tipo di ruota con certe caratteristiche distintive, quindi gli altri possono si usare la ruota ma non "quella" ruota!
  • Anonimo scrive:
    Re:Berlusconi come Berners-Lee che palle
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    La brevettabilità del software

    è un'ottima idea.
    [...]


    ora a sentire certi la brevettabilità
    sembra cosa buona e giusta.
    se il fine dei brevetti è di
    eliminare il software libero e di
    costringere la gente al software a pagamento
    (a prezzo maggiorato a causa della
    royalties)Questa è solo una paura di qualche sprovveduto (anche se purtroppo il rischio c'è).Lo scopo del brevetto non è quello di eliminare il sofware libero.Lo scopo non'è quello di distruggere i vari linux e via dicendo per far tronegiare ms...Lo scopo è quello di garantire a società ,che investo risorse, tempo e denaro in ricerca e sviluppo, un GIUSTO ritorno economico per gli sforzi.GIUSTO perchè l'informatica è anche un lavoro e come in ogni altro lavoro mi aspetto di essere pagato se produco qualchecosa, se poi la cosa che produco è particolarmente utile sarà usata da molti e il brevetto mi permettera di far valere i miei diritti! allora per me il computer
    è solo una massa di ferraglia inutile
    e penso che lo diventerà per molta
    gente.mmmmmm...Peggio per te...ma credo ti faccia solo trasportare da chissà quale moda!I brevetti esistono da sempre eppure mi pare che il pc lo stai ancora utilizzando
    quante volte ho visto brevetti e ho pensato
    "a questa idea stupida ci ho pensato anche
    io", ma mica mi è venuto in mente di
    brevettarla.
    signore, quanto vorrei avere un ideaIl fatto che a questa gente le idee non vengono così, piovute dal cielo come vorresti averla tu.Sono persone che investono miliardi e magari hanni in ricerca e sviluppo......certo ad avere le idee piovute dal cielo è facile poi regalarle...Mettiti a fare un nuovo file-system, che non sia una scopiazzatura di qualcosa di già esistente e che offra vantaggi rispetto a tutti quelli esistenti.Ammesso che tu ne sia in grado, tra 4/7 anni che assieme ad un team a prodotto qualchecosa vediamo se hai tutta questa voglia di regalarmi il codice sergente e farmi guadagnare al posto tuo. su un
    brevetto fondamentale per l'umanità e
    non concederlo a nessuno, in modo che
    debbano per forza abolire i brevetti per
    averlo...Be non mi pare che le fat sia 'fondamentali per l'umanità'!?!?Trovi?Certo se parli di un vaccino per l'hiv il discorso cambia..non puoi speculare sulla vita della gente (anche se poi purtroppo avviene), ma non paragonare questo caso alle fat o al browser netscape o via dicendo..
  • Anonimo scrive:
    Re: Intelletto vs denaro
    Ma ci arrivi al fatto che, se brevettano tutto, i cari programmatori (di cui faccio parte) non potranno lavorare più?
  • Anonimo scrive:
    Re: Intelletto vs denaro
    .. il pensiero non è male (però magari prima documentati su chi erano gli untori)
  • Anonimo scrive:
    Re: imparate
    parole sacrosante.io prendo appunto 1200? al mese faccio il programmatore.non sono il Dio della programmzione, faccio solo gestionali del cavolo per piccole imprese e porto a casa il soldo a fine mese.quante volte non riuscendo a fare una cosa ho cercato su internet una soluzione o un consiglio o qualcuno che l'avesse fatta prima di me per trovare il bandolo della matassa?se entriamo nella paranoia dei brevetti nessuno condividerà + informazioni e si dovrà ogni volta reinventare la ruota. TRISTEZZA.
  • ikir scrive:
    Re: brevettato doppio click
    Scandaloso
  • gerry scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè se non ho proprietà
    intelletuale sul codice che produco tale
    codice e free e questo posso permetterlo
    solo se programmo per hobby,Brevetto e proprietà intellettuale sono due cose diverse.
    be mi girano..e
    la prossima volta neanche lo faccio il
    quadro...certo se hai l'animo dell'artista
    lo fai per gloria o autosodisfazione cose
    che cmq non pagano le bolletteCredo che tu stia confondendo fra brevetti e copyright (cosa piuttosto comune di questi tempi).Il copyright è sull'implementazione di un programma (il codice scritto).Se scrivo un mailserver in C++ non posso prendere un pezzo di un altro programma scritto in C++ (magari un parser per le headers) e mettercelo dentro.Così come nessuno può prendere un pezzo del mio mailserver e metterlo nel suo programma (senza il mio permesso).E questa è proprietà intellettuale, è protetta e nessuno si lamenta ne se n'è mai lamentato. Fra l'altro anche la GPL difende la proprietà intellettuale, in un modo diverso da quello solito ma la difende.Il brevetto è sul concetto di programma.Scrivo un brevetto per "programma di elaboratore che prende in consegna messaggi di testo e li inoltra alla mailbox di destinazione"Nessuno può scrivere un mailserver senza darmi dei soldi. Indipendentemente dal fatto che se lo scriva da zero in C++, Pascal, Delphi, Piton, PHP o quel che gli pare.E' proprio il concetto che è brevettato e, bada bene, non è necessario che io scriva nemmeno una riga di codice.
    è sbagliato che ci si arrichisca, ma
    fat non mi pare proprio sia un 'niente' e
    non vedo perchè non ne debba trarre
    profitto chi si è sbattuto in
    investimenti e lavoroVisto che il punto è questo... il fatto è che diventa difficile capire chi ci ha speso tempo e soldi e chi invece fa del puro parassitismo.Quanti soldi ha spesso MS in ricerca per il brevetto del doppio click?
  • Anonimo scrive:
    Re: Berlusconi come Berners-Lee
    Veramente è già l'uomo più ricco d'Italia, in quanto alla "produzione di cazzate" anche tu avresti un discreto reddito.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Il punto è qui secondo


    me...brevettare un idea è


    sbagliata..il browser è


    un'idea..avrebbe potuto però


    brevettare il 'suo' browser come
    serie

    di


    accorgimenti e algoritmi..ed in
    quel

    caso


    sarebbero nati browser
    alternativi..cmq

    il


    browser è solo il client di
    un

    dei


    protocollo che compone la rete
    è


    quindi brevettare un client non
    avrebbe

    reso


    inutilizzabile il protocollo







    si....e vai com

    ms-html

    mac-html

    sun-html



    e via

    Senti non mi pare che il browser == html.
    Non trovi..tuttalpiù un browser
    è un 'interprete' dell'htmle allora? già oggi nessuno si attiene al puro (x)html, più i tag ms..
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo

    Il punto è qui secondo

    me...brevettare un idea è

    sbagliata..il browser è

    un'idea..avrebbe potuto però

    brevettare il 'suo' browser come serie
    di

    accorgimenti e algoritmi..ed in quel
    caso

    sarebbero nati browser alternativi..cmq
    il

    browser è solo il client di un
    dei

    protocollo che compone la rete è

    quindi brevettare un client non avrebbe
    reso

    inutilizzabile il protocollo



    si....e vai com
    ms-html
    mac-html
    sun-html

    e viaSenti non mi pare che il browser == html.Non trovi..tuttalpiù un browser è un 'interprete' dell'html
  • Anonimo scrive:
    Berlusconi come Berners-Lee
    Anche Silvio è altruista, anche lui poteva far soldi coi brevetti ed invece non l'ha fatto.Pensate se avesse brevettato "mi consenta" o l'attributo "magistrati comunisti".Se poi avesse messo sotto chiave la formula per la "produzione delle cazzate" sarebbe l'uomo più ricco d'Italia.Invece è un povero ed umile servitore del Signore, figlio della Provvidenza, vascello di Carità, fiume di Speranza.Lode a te nei secoli dei secoli, amen.Sandro Bondi("grande successo elettorale del Governo")
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Il punto è qui secondo
    me...brevettare un idea è
    sbagliata..il browser è
    un'idea..avrebbe potuto però
    brevettare il 'suo' browser come serie di
    accorgimenti e algoritmi..ed in quel caso
    sarebbero nati browser alternativi..cmq il
    browser è solo il client di un dei
    protocollo che compone la rete è
    quindi brevettare un client non avrebbe reso
    inutilizzabile il protocollosi....e vai comms-htmlmac-htmlsun-htmle via
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: gerry
    - Scritto da: Anonimo

    Si ma concorrenza non vuol dire
    sviluppare

    per hobby,

    Non riesco a capire perchè continui a
    battere sul tasto dei programmi free e dei
    programmatori per hobby.Perchè se non ho proprietà intelletuale sul codice che produco tale codice e free e questo posso permetterlo solo se programmo per hobby, se programmo per lavoro voglio essere pagato e voglio che il mio lavoro sia riconosciuto...pensa se fossi pittore: d'accordo che non si può brevettare l'idea di dipingere, ma se faccio un quadro e pinco pallo copia lo stesso quadro avendo briga di campiare magari il colore delle montagne, e poi magari lo vende come suo...be mi girano..e la prossima volta neanche lo faccio il quadro...certo se hai l'animo dell'artista lo fai per gloria o autosodisfazione cose che cmq non pagano le bollette
    Eolas non è un LUG di programmatori
    open-source. E' una società per
    azioni che non ha inventato niente e si
    è portata a casa 520 M.ni di Dollari
    scrivendo un pezzo di carta.
    Io questa la chiamo truffa, se a te sembra
    giusto solo perchè non sono degli
    hobbisti....No! per questo dico che antrebbero regolamentiti i brevetti!Cito ancora le fat (perchè argomento fresco visto che notizie recenti risalgono a ieri), eolas non ha inventato niente ed è sbagliato che ci si arrichisca, ma fat non mi pare proprio sia un 'niente' e non vedo perchè non ne debba trarre profitto chi si è sbattuto in investimenti e lavoro Questo costo ricadrà su
    di me, visto che la MS da qualche parte i
    soldi li dovrà andare a prendere.Vero, purtroppo.Ma ancora una volta vale per i costi non giustificati come eola, per costi di investimento e ricerca che portano ad un miglioramento del prodotto sono ben disposto ad accolarmeli


    La stesura di un nuovo file-system
    avrebbe

    portato più concorrenza di un
    riesame

    del brevetto, solo che richiedeva anche

    lavoro e investimenti...

    Hai ragione.. bastava che le aziende fossero
    state un po' più lungimiranti.
    Peccato che non è andata così.


    Drammatico non trovi?

    Si sarebbero trovate altre
    soluzioni...o al

    limite la macromedia avrebbe pagato
    qualche

    royality a netscape...

    Non sto parlando di flash, sto parlando di
    browser. La guerra dei browser ha portato un
    miglioramento al sistema, se netscape avesse
    brevettato il browser nessuno avrebbe
    sentito il bisogno di un browser migliore.Il punto è qui secondo me...brevettare un idea è sbagliata..il browser è un'idea..avrebbe potuto però brevettare il 'suo' browser come serie di accorgimenti e algoritmi..ed in quel caso sarebbero nati browser alternativi..cmq il browser è solo il client di un dei protocollo che compone la rete è quindi brevettare un client non avrebbe reso inutilizzabile il protocollo
    Anzi, nessuno avrebbe avuto l'interesse
    economico per fare un browser migliore.
    Quanto alle altre soluzione... pensa che
    incubo un web fatto di decine di standard.
    Le tecnologie di intercomunicazione
    dovrebbero essere libere. Almeno quelle.Che la cosa vada regolamentata concordo...ma cerchiamo di non fare l'errore delle major della musica: ascoltare solo quello che ci fa comodo.Viviamo in un mondo consumista e basato sul dio denaro, questo succede sia che tu faccia l'idraulico sia che tu faccia il programmatore.Nel primo caso è tutto più semplice; se qualcuno ti paga tu fai il lavoro.Nel secondo devi prima investire in ricerca e sviluppo poi produci un programma e poi ..forse (se piace, se interessa, se hai fortuna e via dicendo) vende..certo che se in mezzo qualcuno copia il tuo lavoro, cambiando 2 o 3 righe di codice e incassa denaro con un prodotto frutto delle tue fatiche...


    Vero, ma visto che è difficile
    non

    posso mica risolvere le cose
    semplicemente

    non consentendo più alcun
    brevetto

    Alcun brevetto no, qualche limite più
    stretto si però.Concordo!
  • gerry scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    Si ma concorrenza non vuol dire sviluppare
    per hobby, Non riesco a capire perchè continui a battere sul tasto dei programmi free e dei programmatori per hobby.Eolas non è un LUG di programmatori open-source. E' una società per azioni che non ha inventato niente e si è portata a casa 520 M.ni di Dollari scrivendo un pezzo di carta.Io questa la chiamo truffa, se a te sembra giusto solo perchè non sono degli hobbisti.... Questo costo ricadrà su di me, visto che la MS da qualche parte i soldi li dovrà andare a prendere.
    La stesura di un nuovo file-system avrebbe
    portato più concorrenza di un riesame
    del brevetto, solo che richiedeva anche
    lavoro e investimenti...Hai ragione.. bastava che le aziende fossero state un po' più lungimiranti. Peccato che non è andata così.
    Drammatico non trovi?
    Si sarebbero trovate altre soluzioni...o al
    limite la macromedia avrebbe pagato qualche
    royality a netscape...Non sto parlando di flash, sto parlando di browser. La guerra dei browser ha portato un miglioramento al sistema, se netscape avesse brevettato il browser nessuno avrebbe sentito il bisogno di un browser migliore. Anzi, nessuno avrebbe avuto l'interesse economico per fare un browser migliore.Quanto alle altre soluzione... pensa che incubo un web fatto di decine di standard.Le tecnologie di intercomunicazione dovrebbero essere libere. Almeno quelle.
    Vero, ma visto che è difficile non
    posso mica risolvere le cose semplicemente
    non consentendo più alcun brevettoAlcun brevetto no, qualche limite più stretto si però.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?


    E poi dicamocelo: 'sto software free che

    quando apri i sorgenti trovi solo
    codice mal

    scritto, ingestibile e pieno di stringhe

    cablate qua e là......

    LOL ! Stringhe cablate ? Si vede che non hai
    mai aperto manco un file sorgente....

    Tutto il software libero migliore e'
    localizzato in decine di lingue diverse e
    tutte le stringhe dei messaggi sono in file
    separati.

    Senza contare che e' talmente ben scritto
    che compila su decine di combinazioni HW/OS
    senza batter ciglio.Ma dove vivi?? guarda che non esiste solo linux!!Prendi . .ad esempio .. TOMCAT, probabilmente uno dei prodotti piu' diffusi per far girare pagine JSP .. hai mai provato a guardare come vengono gestite le sessioni? L'identificatore del cookie di sessione e' sparso per il codice .. cablato in giro per le classi, prova a cambiarlo ... dev andare a scovare dove è stato messo ... bella roba ...Invece .. prendi BEA Weblogic, a pagamento, fatto bene .. e il cookie di sessione e' configurabile ..Ma e' il primo esempio che mi viene in mente ..Studia bambino prima di sparare sentenze a vanvera
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?

    Viva l'imprenditoria nel MERCATO del
    software.Ma spesso brevetti colpiscono in primo luogo il mercato del software, e poi di striscio l'open source. Sai in quanti hanno fatto causa a Microsoft perché non sapeva che ciò che aveva fatto era già coperto da un'anonimo brevetto sperduto chissà dove?Non è il sistema dei brevetti il problema, ma l'uso troppo "generale", tipo: "io brevetto il codice binario e poi vediamo"...E se un napoletano ha brevettato Babbo Naltale, non è poi un'ide troppo balzana...
  • Anonimo scrive:
    Re: e sabin?
    - Scritto da: Anonimo
    come ho già detto in altri post
    secondo me i brevetti servono a garantire a
    una persona di poter trarre (il giusto?)
    guadagno dallo sfruttamento delle proprie
    idee.
    Qualcuno si impegna, passa il suo tempo a
    elaborare un'idea e poi può decidere
    se cederla gratuitamente al mondo oppure se
    richiedere una ricompensa per il lavoro
    svolto. E' una cosa normalissima.. sta al
    creatore (e in certi casi anche all'ufficio
    brevetti) avere la coscienza per decidere se
    brevettare il suo prodotto o se cederlo
    gratuitamente.Il discorso sembrerebbe non fare una piega.E' giusto che ciascuno venga remunerato per le proprie opere. Pero' la brevettabilita' pensata cosi' com'e' negli USA puo' solo far del male, tant'e' che le aziende stanno spendendo piu' danaro per azioni legali che per la ricerca.Mi piacerebbe sapere inoltre quando decadra' il brevetto sul mouse a due tasti, sono sinceramente stanco del ctrl-opt-alt-mela-shift-click sui Mac :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: E se lo dice lui....
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo


    Non credo a nessuno solo perchè
    ha un

    nome altisonante o una buona fama....

    Allora non leggere.Io leggo, valuto e poi decido in base alle argomentazioni...Tu decidi in base al nome e poi forse leggi..secondo te chi dei 2 sbaglia?
  • KerNivore scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    Concordo pienamente!!!!

    Non ho studiato tutti questi anni per farmi
    gabbare da qualche ragazzino che fa finta di
    sviluppare software la notte, tanto a scuola
    può dormire. Mi sembri un po frustrato.
    Il software è un prodotto come tutti
    gli altri: mica la BMW o la FIAT vi regalano
    il loro prodotto o i progetti delle loro
    auto. Tutte le industrie proteggono i loro
    progetti e così DEVE valere per il
    mio lavoro.Si, infatti per questo esiste il Copyright. Ne hai mai sentito parlare ? Se la BMW brevettasse l'auto, tutte le altre case potrebbero anche dimenticarsi di produrre auto. Ti e' chiara la differenza tra protezione della proprieta' intellettuale e il brevetto ?
    E poi dicamocelo: 'sto software free che
    quando apri i sorgenti trovi solo codice mal
    scritto, ingestibile e pieno di stringhe
    cablate qua e là......LOL ! Stringhe cablate ? Si vede che non hai mai aperto manco un file sorgente....Tutto il software libero migliore e' localizzato in decine di lingue diverse e tutte le stringhe dei messaggi sono in file separati.Senza contare che e' talmente ben scritto che compila su decine di combinazioni HW/OS senza batter ciglio.
    meglio un bel
    componente da comprare, coperto da brevetto,
    da pagare, ma almento sai chi chiamare, a
    chi far causa se necessario.Quando compri la licenza d'uso del software tipicamente accetti di accettare tutti i bug e quindi non puoi chiamare proprio nessuno.SVEGLIA !
    Viva l'imprenditoria nel MERCATO del
    software.Salutami Silvio.
  • bacarozz83 scrive:
    brevettato doppio click
    guardate!http://www.lastampa.it/redazione/editoriali/ngeditoriale10.asp(linux):@:@:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: gerry
    - Scritto da: Anonimo





    Appunto quindi avevano solo da
    brevettarlo!


    Appunto uin cavolo! :)
    Uno dei presupposti del libero mercato
    è la possibilità di
    concorrenza fra i prodotti.Si ma concorrenza non vuol dire sviluppare per hobby, vuol dire investire denaro in progetti e ricerche...siccome chi vive nel mondo informatico vive anche nello stesso mondo che vivi tu e ciò un mondo in cui non puoi neanche curarti se non hai i soldi, come minimo vuole un riscontro economico dal tempo e denaro investito.Lo detto tante volte è lodevole se qualcuno puo permettersi di programmare per hobby e distribuire programmi free ma il mondo dell'informatica non ruota attorno agli hobbysti (non quello dello sviluppo almeno), piuttosto attorno a professionisti (gente che lo fa per lavoro) e che si aspetta di essere pagata...Senza questi presupposti non ci sarebbe alcun investimento quindi niente progresso ne concorenza, e non parlo solo di ms ma anche di tante altre realta sviluppate si nelle università ma con i soldi di investitori che si aspettano un ritorno economico e non la gloria presso qualche smanettone
    I prodotti migliorano quando c'è
    concorrenza, togli questa possibilità
    e adesso ti ritroveresti a navigare ancora
    con Mosaic,La brevettabilità non toglie concorenza!Il caso fat ne è un esempio: non si possono usare le fat perchè brevettate, vero ma perchè allora non produrre qualcosa di alternativo e più valido..certo finchè si può usare fat è comodo non devo neanche sbattermi per creare alternative, quando poi chi si è sbattuto per fare fat si lamenta basta tirare in ballo la storia della concorrenza per cercare di sfruttare a gratis il lavoro di altri..La stesura di un nuovo file-system avrebbe portato più concorrenza di un riesame del brevetto, solo che richiedeva anche lavoro e investimenti... le immagini sarebbero un lusso e
    flash.... cos'è flash?Drammatico non trovi?Si sarebbero trovate altre soluzioni...o al limite la macromedia avrebbe pagato qualche royality a netscape...non farla catastrofica...queste cose succedono in tutti i campi eppure il progresso va avanti, non vedo perchè l'informatica dovrebbe fare eccezione


    Il tuo discorso non sta in piedi..
    quello

    che ha fatto Microsoft è
    più

    che legittimo.. sta a chi commercia
    qualcosa

    di accertarsi di non star sfruttando le
    idee

    di qualcun altro!

    Su questo potrei anche darti ragione, le
    realtà industriali sono ben poco
    lungimiranti. Si buttano a pesce sul
    prodotto che sembra migliore senza pensare
    alle possibili conseguenze.
    Speriamo che dopo le manine scottate
    imparino la lezione.


    5 anni in tempi informatici credo siano

    troppo pochi.. 20 sarebe un limite ben

    più giusto, soprattutto per
    grandi

    tecnologie che durano molto nel tempo!

    5 anni informatici? Non sono tanti. Pensa
    che Mp3 sta già tramontando...Non mi pare....cmq su fat c'è una diatriba molto accessa e suon di avvocati ..e fat ha ben più di 5 anniSe lasci usare fat liberamente tutti userano fat...se la brevetti nasceranno alternative (per forza) il che visto fat non sarebbe neanche male


    La cosa da fare sarebbe invece
    restringere i

    brevetti solo a quelle idee che
    richiedono

    veramente impegno per essere elaborate
    e non

    concederli per qualsiasi cosa alla quale

    chiunque ci possa arrivare!

    Bravo, ma come fai a distinguere? Non
    è mica facile....Vero, ma visto che è difficile non posso mica risolvere le cose semplicemente non consentendo più alcun brevetto
  • Anonimo scrive:
    Re: Mamma mia un uomo intelligente!!!



    Se Berners-lee avesse brevettato le
    sue

    idee oggi la
    ricchezza di Bill
    Gates a

    paragone gli sembrerebbe il conto

    della

    spesa settimanale



    Non mi sembra proprio una scelta

    intelligente! Praticamente un pollo!!!!!

    E allora ringrazia i polli, perche e`
    proprio grazie a loro che sei qui a scrivere
    queste ca@@ate.Beh, se passa la brevettabilita' qui in europa, Berners-Lee potra' diventare ultra-miliardario (in euro), basta che lo voglia.
  • gerry scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo


    Appunto quindi avevano solo da brevettarlo!
    Appunto uin cavolo! :)Uno dei presupposti del libero mercato è la possibilità di concorrenza fra i prodotti.I prodotti migliorano quando c'è concorrenza, togli questa possibilità e adesso ti ritroveresti a navigare ancora con Mosaic, le immagini sarebbero un lusso e flash.... cos'è flash?
    Il tuo discorso non sta in piedi.. quello
    che ha fatto Microsoft è più
    che legittimo.. sta a chi commercia qualcosa
    di accertarsi di non star sfruttando le idee
    di qualcun altro!Su questo potrei anche darti ragione, le realtà industriali sono ben poco lungimiranti. Si buttano a pesce sul prodotto che sembra migliore senza pensare alle possibili conseguenze.Speriamo che dopo le manine scottate imparino la lezione.
    5 anni in tempi informatici credo siano
    troppo pochi.. 20 sarebe un limite ben
    più giusto, soprattutto per grandi
    tecnologie che durano molto nel tempo!5 anni informatici? Non sono tanti. Pensa che Mp3 sta già tramontando...
    La cosa da fare sarebbe invece restringere i
    brevetti solo a quelle idee che richiedono
    veramente impegno per essere elaborate e non
    concederli per qualsiasi cosa alla quale
    chiunque ci possa arrivare!Bravo, ma come fai a distinguere? Non è mica facile....
  • gerry scrive:
    Re: Fesserie?
    - Scritto da: Anonimo
    Java non è free, è di SUN,
    ricordalo.Non ho mai programmato in Java.La vera domanda è: io posso scrivermi una JVM per conto mio o Java è brevettato?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?


    Oppure crei un programma lo metti in
    rete e

    dopo alcuni mesi vedi qualcuno che

    commercializza qualcosa con le stesse

    caratteristiche del tuo...

    Mi ricorda molto IE vs. Netscape... se
    netscape avesse brevettato il browser adesso
    la MS sarebbe fallita :D
    Appunto quindi avevano solo da brevettarlo!
    Quanto alla FAT, guardacaso la MS sta
    pensando di chiedere adesso i soldi
    del brevetto.
    A pensare male si fa peccato, ma spesso ci
    si azzecca. A me questa sembra la tattica
    del pescatore.
    Getti il tuo amo, fai diffondere la FAT
    senza chiedere niente a nessuno, quanto
    tutti l'hanno messa nelle macchine
    fotografiche, nelle schede flash e non ne
    possono più fare a meno tiri su la
    rete con tanti bei pesci.ma chi ha messo la fat non hanno controllato che ci fosse o meno un brevetto sulla fat? ..potevano benissimo aspettarselo e brevettare a loro volta un nuovo sistema o magari accordarsi con microsoft per utilizzare la fat.Il tuo discorso non sta in piedi.. quello che ha fatto Microsoft è più che legittimo.. sta a chi commercia qualcosa di accertarsi di non star sfruttando le idee di qualcun altro!


    Non creiamo falsi miti. Il brevetto
    serve

    per tutelare il proprio lavoro, non per

    truffare le persone

    Dipende da come è regolato. Metti per
    esempio che durasse 5 anni invece di 20.
    Già cambierebbe tutto.
    Uno per poterlo sfruttare dovrebbe avere in
    mano un prodotto già pronto da
    commercializzare. Per esempio la tattica del
    pescatore sarebbe quasi impossibile da
    realizzare5 anni in tempi informatici credo siano troppo pochi.. 20 sarebe un limite ben più giusto, soprattutto per grandi tecnologie che durano molto nel tempo!La cosa da fare sarebbe invece restringere i brevetti solo a quelle idee che richiedono veramente impegno per essere elaborate e non concederli per qualsiasi cosa alla quale chiunque ci possa arrivare!
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    A questo punto, se attacchi MS per la FAT... come la metti con Java, la SUN ed il fatto che esso è utilizzato in tutti i prodotti free? Hai mai letto la licenza di Java rilasciata da SUN? Valla a leggere e scoprirari che un giorno SUN potrebbe chiedere soldi a tutti voi... che credevate nel bel mondo del free...Java non è free, è di SUN, ricordalo.Bye
  • Anonimo scrive:
    Re: e sabin?
    come ho già detto in altri post secondo me i brevetti servono a garantire a una persona di poter trarre (il giusto?) guadagno dallo sfruttamento delle proprie idee.Qualcuno si impegna, passa il suo tempo a elaborare un'idea e poi può decidere se cederla gratuitamente al mondo oppure se richiedere una ricompensa per il lavoro svolto. E' una cosa normalissima.. sta al creatore (e in certi casi anche all'ufficio brevetti) avere la coscienza per decidere se brevettare il suo prodotto o se cederlo gratuitamente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Intelletto vs denaro
    ...e una volta che ti sei armato di intelletto e fai tanti bei programmi che poi altri ti copiano e nessuno ti paga con cosa li sfami i tuoi figli? ....quello del programmatore è anche un lavoro, non solo un hobby! per fortuna ci sono molte persone che riescono a farlo gratis perchè magari hanno qualche altro consistente lavoro per qualche grossa società, ma la maggior parte dei piccoli programmatori non credo possano permettersi di lavorare gratis!
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Mamma mia un uomo intelligente!!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: TADsince1995


    Se

    Berners-lee avesse brevettato le sue
    idee

    oggi la ricchezza di Bill Gates a
    paragone

    gli sembrerebbe il conto della spesa

    settimanale...

    Questo e' un ragionamento del piffero: se
    Berners (o anche Linus) avesse brevettato il
    suo prodotto, la diffusione sarebbe stata
    decisamente minore.Mah... Può anche essere vero, ma ricorda quanti soldi ci ha fatto Bill col suo Windows e vedi un po' che tragica diffusione ha avuto...
    Fa il paio con la
    str0nz4t4 delle major che tutto quello che
    viene copiato equivale a una perdita.Beh... Quella non è una stronzata... E' una follia!!!TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: Fesserie?
    Concordo pienamente!!!!Non ho studiato tutti questi anni per farmi gabbare da qualche ragazzino che fa finta di sviluppare software la notte, tanto a scuola può dormire. Il software è un prodotto come tutti gli altri: mica la BMW o la FIAT vi regalano il loro prodotto o i progetti delle loro auto. Tutte le industrie proteggono i loro progetti e così DEVE valere per il mio lavoro.E poi dicamocelo: 'sto software free che quando apri i sorgenti trovi solo codice mal scritto, ingestibile e pieno di stringhe cablate qua e là...... meglio un bel componente da comprare, coperto da brevetto, da pagare, ma almento sai chi chiamare, a chi far causa se necessario.Viva l'imprenditoria nel MERCATO del software.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?

      Concordo pienamente!!!!

      Non ho studiato tutti questi anni per farmi
      gabbare da qualche ragazzino che fa finta di
      sviluppare software la notte, tanto a scuola
      può dormire. Eccone un'altro che crede di inventare chissà che cosa..... poveretti scrivete quattro componentelli e dovreste avere il diritto di brevettarli.... io di cose importanti ne vedo ben poche, e la maggior parte le vedo ancora prodotte dall'accademia.
      Il software è un prodotto come tutti
      gli altri: mica la BMW o la FIAT vi regalano
      il loro prodotto o i progetti delle loro
      auto. Tutte le industrie proteggono i loro
      progetti e così DEVE valere per il
      mio lavoro.Yup, infatti quando realizzi un software per aziende di quel calibro vendi le ore di consulenza ad una software house che quasi sempre vende completamente il prodotto all'azienda finale che non vuole certo mettersi nella posizione di doversi legare a vita con te.
      E poi dicamocelo: 'sto software free che
      quando apri i sorgenti trovi solo codice mal
      scritto, ingestibile e pieno di stringhe
      cablate qua e là...... meglio un bel
      componente da comprare, coperto da brevetto,
      da pagare, ma almento sai chi chiamare, a
      chi far causa se necessario.Certo, è noto e stra-noto che il mondo del software è pieno di sviluppatori/software house che non usano la solita clausola di garanzia limitata.
      Viva l'imprenditoria nel MERCATO del
      software.mi sa che tu con il mercato ci devi ancora interagire...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?
      La cosa più bella è vedere come lanciato un sasso in uno stagno, la gente trasformi i piccoli cerchi in ondate di maremoto!!Scagliatevi pure l'uno contro l'altro sui brevetti, la verità è che non si può farne a meno, e non si posson accettare sempre.
  • Anonimo scrive:
    Intelletto vs denaro
    Mi chiedo se i danni maggiori alla società li facciano veramente quelli spacciati per contestatori (i vecchi untori) oppure coloro che dall'alto del loro potere economico, continuano ad influire sulle decisioni politiche.Un altro articolo da cui ottenere una porzione di verità.Armiamoci di intelletto e...
  • Anonimo scrive:
    Fesserie?
    La brevettabilità del software è un'ottima idea.Lavoro da anni nel mondo dell'informatica e mi è capitato molte volte di vedere aziende che copiano altre aziende.Tu sudi, passi la notte al pc per chiudere un prodotto, lo consegni al cliente, lui trova mille modi per non pagare e poi vai a sapere che hanno usato il tuo lavoro per sviluppare il loro sistema informativo.Oppure crei un programma lo metti in rete e dopo alcuni mesi vedi qualcuno che commercializza qualcosa con le stesse caratteristiche del tuo...Ragazzi .. sono cose reali, che accadono .. non si vive di sola gloria, occorre guadagnare dal proprio lavoro, altrimenti chi paga il mutuo, la casa, la macchina, il pane che viene mangiato?Se la Microsoft brevetta il doppio click, fa solo bene, il problema non e' lei, ma chi ha permesso di brevettarlo. Avrà avuto le proprie ragioni di legittimita'.Se la cosa fosse stata illecita, non si sarebbe potuta brevettare.Inoltre, pur avento brevettato la FAT non ha ancora fatto causa a nessuna distribuzione Linux, che la utilizza, particolare che denota un altissima apertura mentale e il fatto che un brevetto puo' sussistere, senza per questo distruggere il mondo dell'informatica.Non creiamo falsi miti. Il brevetto serve per tutelare il proprio lavoro, non per truffare le persone
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?
      io direi piuttosto: brevetti si, ma con intelligenza da parte di chi li deve accettare!I brevetti da un lato servono perchè permettono a molta gente di guadagnarsi da vivere lavorando con l'informatica (e parliamo di molti piccoli programmatori non solo di grosse società). Secondo me qua si pensa solo a chi fa programmi per hobby, ma c'è anche chi li fa proprio per vivere!Ovvio che certi brevetti (tipo forse il doppio click) possono essere evitati perchè troppo semplicistici, ma nel caso di programmi con funzionalità o strutture complesse trovo pienamente giusto poterli brevettare e guadagnarci qualcosa nel caso in cui abbiano successo!
    • gerry scrive:
      Re: Fesserie?
      - Scritto da: Anonimo
      Tu sudi, passi la notte al pc per chiudere
      un prodotto, lo consegni al cliente, lui
      trova mille modi per non pagare e poi vai a
      sapere che hanno usato il tuo lavoro per
      sviluppare il loro sistema informativo.L'esempio è bello, ma di controesempi ne trovi a dozzine.Quanto ci avrà messo Eolas a scrivere il brevetto per i controlli activeX nelle pagine web?Secondo te hanno passato notti a studiare il prodotto o semplicemente hanno commissionato ad un avvocato il documento di richiesta del brevetto?

      Oppure crei un programma lo metti in rete e
      dopo alcuni mesi vedi qualcuno che
      commercializza qualcosa con le stesse
      caratteristiche del tuo...Mi ricorda molto IE vs. Netscape... se netscape avesse brevettato il browser adesso la MS sarebbe fallita :D
      Inoltre, pur avento brevettato la FAT non ha
      ancora fatto causa a nessuna distribuzione
      Linux, che la utilizza, particolare che
      denota un altissima apertura mentale e il
      fatto che un brevetto puo' sussistere, senza
      per questo distruggere il mondo
      dell'informatica.Le buone intenzioni non valgono niente nel mondo reale. Se la MS non a chiesto niente (per ora) non vuol dire che non può farlo. Deve essere una regola non una buona intenzione.Quanto alla FAT, guardacaso la MS sta pensando di chiedere adesso i soldi del brevetto.A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca. A me questa sembra la tattica del pescatore.Getti il tuo amo, fai diffondere la FAT senza chiedere niente a nessuno, quanto tutti l'hanno messa nelle macchine fotografiche, nelle schede flash e non ne possono più fare a meno tiri su la rete con tanti bei pesci.Se tu la chiami innovazione... io la chiamerei speculazione
      Non creiamo falsi miti. Il brevetto serve
      per tutelare il proprio lavoro, non per
      truffare le personeDipende da come è regolato. Metti per esempio che durasse 5 anni invece di 20. Già cambierebbe tutto. Uno per poterlo sfruttare dovrebbe avere in mano un prodotto già pronto da commercializzare. Per esempio la tattica del pescatore sarebbe quasi impossibile da realizzare
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?
      - Scritto da: Anonimo
      Non creiamo falsi miti. Il brevetto serve
      per tutelare il proprio lavoro, non per
      truffare le persone....come la dinamite serve per scavare nelle miniere, non per uccidere le persone....KaysiX
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?
      Guarda che il brevetto non servirebbe a quello.Se tu puoi dimostrare che hanno copiato il codice puoi fargli passare i guai e non centrano niente i brevetti
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?
      - Scritto da: Anonimo
      La brevettabilità del software
      è un'ottima idea. [...]ora a sentire certi la brevettabilità sembra cosa buona e giusta.se il fine dei brevetti è di eliminare il software libero e di costringere la gente al software a pagamento (a prezzo maggiorato a causa della royalties) allora per me il computer è solo una massa di ferraglia inutile e penso che lo diventerà per molta gente.quante volte ho visto brevetti e ho pensato "a questa idea stupida ci ho pensato anche io", ma mica mi è venuto in mente di brevettarla.signore, quanto vorrei avere un idea su un brevetto fondamentale per l'umanità e non concederlo a nessuno, in modo che debbano per forza abolire i brevetti per averlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fesserie?
      Bel ragionamento il tuo... se un pugno di informatici del secolo scorso avessero brevettato quattro metodi in croce oggi l'informatica come la conosciamo non esisterebbe neppure.Basterebbero poche cose: liste, grafi, stack, ordinamenti, ricerche.I brevetti sono una cosa seria e come tale dovrebbe essere gestita, permettere di brevettare il doppio click è palesemente stupido.
    • leonardo() scrive:
      Re: Fesserie?
      - Scritto da: Anonimo
      La brevettabilità del software
      è un'ottima idea....
      Lavoro da anni nel mondo dell'informatica e
      mi è capitato molte volte di vedere
      aziende che copiano altre aziende.

      Tu sudi, passi la notte al pc per chiudere
      un prodotto, lo consegni al cliente, lui
      trova mille modi per non pagare e poi vai a
      sapere che hanno usato il tuo lavoro per
      sviluppare il loro sistema informativo.

      Oppure crei un programma lo metti in rete e
      dopo alcuni mesi vedi qualcuno che
      commercializza qualcosa con le stesse
      caratteristiche del tuo...In casi del genere non potresti usare una licenza che tutela il tuo lavoro? Vedi il caso di mplayer, che ha vinto in tribunale, nonostante sia software free, contro chi voleva fare il furbo prendendone il codice e riusarlo fregandosene di tutti.
      Se la Microsoft brevetta il doppio click, fa
      solo bene, il problema non e' lei, ma chi ha
      permesso di brevettarlo. Avrà avuto
      le proprie ragioni di legittimita'.
      Se la cosa fosse stata illecita, non si
      sarebbe potuta brevettare.La cosa non e' illecita, e' stupida. In Australia c'e' mancato poco che un pazzoide brevettasse la ruota. Avra' avuto le proprie ragioni di legittimita'?E poi scusa, loro han brevettato il doppio click. Mettiamo caso che la Apple o, peggio ancora, la Xerox, brevetti il click singolo del mouse (cosa ragionevolmente assurda, ma magari hanno le proprie ragioni di legittimita'). Che facciamo, cominciamo il circolo vizioso dell'assurdo?
      Inoltre, pur avento brevettato la FAT non ha
      ancora fatto causa a nessuna distribuzione
      Linux, che la utilizza, particolare che
      denota un altissima apertura mentale e il
      fatto che un brevetto puo' sussistere, senza
      per questo distruggere il mondo
      dell'informatica.Semplicemente non ha ritorno economico. Se Microsoft facesse causa a qualcuno per l'uso della fat, gente come i produttori di memorie flash potrebbe cercare di spingere su alternative, cosa che a Microsoft non gioverebbe in modo alcuno, specie perche' ora come ora le memorie flash in Windows le leggi tranquillamente proprio per questo. Il fatto e' che nessuno tocca la fat perche' ancora fa comodo a molti.
      Non creiamo falsi miti. Il brevetto serve
      per tutelare il proprio lavoro, non per
      truffare le personesara', ma come viene utilizzato ora serve per mettere barriere. Da che l'informatica e' tale si sa che le innovazioni tecnologiche si basano comunque su tecnologie gia' esistenti. Se cosi' non fosse stato fino ad oggi, lo sviluppo software sarebbe sicuramente rallentato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mamma mia un uomo intelligente!!!
    - Scritto da: Anonimo

    Se Berners-lee avesse brevettato le sue
    idee oggi la
    ricchezza di Bill Gates a
    paragone gli sembrerebbe il conto
    della
    spesa settimanale

    Non mi sembra proprio una scelta
    intelligente! Praticamente un pollo!!!!!E allora ringrazia i polli, perche e` proprio grazie a loro che sei qui a scrivere queste ca@@ate.
  • Anonimo scrive:
    Bernes-Lee hai perfettamente ragione!
    Bruciamoli i brevetti! :@Ed accendiamo le idee! 8)(win)(linux)(apple)__________________________sogno Linux su system fat32 !
  • Anonimo scrive:
    Re: Mamma mia un uomo intelligente!!!

    Se Berners-lee avesse brevettato le sue idee oggi la
    ricchezza di Bill Gates a paragone gli sembrerebbe il conto
    della spesa settimanaleNon mi sembra proprio una scelta intelligente! Praticamente un pollo!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Mamma mia un uomo intelligente!!!
    - Scritto da: TADsince1995
    Se
    Berners-lee avesse brevettato le sue idee
    oggi la ricchezza di Bill Gates a paragone
    gli sembrerebbe il conto della spesa
    settimanale... Questo e' un ragionamento del piffero: se Berners (o anche Linus) avesse brevettato il suo prodotto, la diffusione sarebbe stata decisamente minore. Fa il paio con la str0nz4t4 delle major che tutto quello che viene copiato equivale a una perdita.
  • Anonimo scrive:
    Re: E se lo dice lui....
    - Scritto da: Anonimo
    Non credo a nessuno solo perchè ha un
    nome altisonante o una buona fama....Allora non leggere.
  • Anonimo scrive:
    Re: chissà se ha in mente qualcosa di nuovo?
    - Scritto da: Anonimo
    Uno scienziato del suo calibro non si ferma
    così, e se vede che la sua creatura
    è in agonia di una morte annunciata,
    volta pagina.
    Mi piacerebbe pensare che sviluppi nuovi
    protocolli e un nuovo tipo di rete, e magari
    se guarda un pò anche a
    freenet...chissà?

    Uomini tali, chi li ferma; le loro idee
    vanno oltre quelle dei venditori porta a
    porta di nome Bill ;)Si chiama Semantic Web la nuova rete che sta sviluppando da anni al w3c.RDF, OWL, sono i principali linguaggi conivolti. Se il web ha permesso alle persone di scambiarsi informazioni istantaneamente, il semantic web permetterà alle macchine di "capire" questo groviglio di informazioni.http://www.w3.org/2001/sw/Freenet centra niente.
  • avvelenato scrive:
    e sabin?
    se sabin avesse brevettato il suo vaccino, quanti bambini sarebbero morti in più?invece non l'ha fatto, e nessuno se lo ricorda.i brevetti sono una cosa orrenda, specie in certi ambiti.
  • Anonimo scrive:
    imparate
    un uomo capace che ha pesantemente contribuito al web come lo conosciamo oggi...che dice cose sacrosante...certi ingegnerini idioti che scrivono due righe di programmini java, si ritengono autori e sostengono l' 'appropriazione indebita' del nuovo linguaggio dell'era contemporanea dovrebbero riflettere seriamente sul danno che fanno a loro stessi e a tutto quello per cui hanno studiato...tanto sempre 1200 euro vi pagano, se vi pagano...con DMCA o senza....anzi....
  • Anonimo scrive:
    chissà se ha in mente qualcosa di nuovo?
    Uno scienziato del suo calibro non si ferma così, e se vede che la sua creatura è in agonia di una morte annunciata, volta pagina.Mi piacerebbe pensare che sviluppi nuovi protocolli e un nuovo tipo di rete, e magari se guarda un pò anche a freenet...chissà?Uomini tali, chi li ferma; le loro idee vanno oltre quelle dei venditori porta a porta di nome Bill ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Mamma mia un uomo intelligente!!!
    Peccato che come succede per altri uomini intelligenti il suo parere valga come il due di picche quando si tratta di prendere le decisioni...:(Simbul
  • TADsince1995 scrive:
    Mamma mia un uomo intelligente!!!
    Al giorno d'oggi, dove l'informatica e la telematica stanno finendo soffocati tra brevetti, Urbani, Microsoft eccetera, sentire qualcuno parlare in questi termini fa rimanere davvero stupiti, felicemente stupiti!!! Qualcuno dotato di lungimiranza e di intelletto esiste ancora nel mondo dell'informatica...Certo deve essere brutto per chi ha creato il web, vederlo mercificato in questo modo, specialmente in questi ultimi anni... Se Berners-lee avesse brevettato le sue idee oggi la ricchezza di Bill Gates a paragone gli sembrerebbe il conto della spesa settimanale... Eppure non lo ha fatto. Questo è un vero scienziato, da togliersi il cappello.TAD Che vorrebbe essere nato 15 anni prima...
  • Anonimo scrive:
    Re: E se lo dice lui....
    - Scritto da: Anonimo
    ... ci credo senza obbiezioni.

    bye

    (win)(linux)(apple)

    8)Non credo a nessuno solo perchè ha un nome altisonante o una buona fama....ma stavolta ha proprio ragione!
  • Anonimo scrive:
    E se lo dice lui....
    ... ci credo senza obbiezioni.bye(win)(linux)(apple)8)
Chiudi i commenti