Il fascino discreto dell'avatar

Presentato un display tagliato sulle linee di una una donna. Spesso solo 0,3 millimetri

Un nuovo display è stato presentato all’ International Stationery and Office Supply Fair in Giappone, avvicinando la pubblicità ad immagini di solito associate ai film di fantascienza. Fascino tecnologico e non solo per questo nuovo congegno che sembra pensato per le vetrine e per le fiere: alla prima presentazione appariva come una sinuosa hostess. Magra solo 0,3 millimetri.

La tecnologia che incorpora non è nuova, ma la combinazione che rappresenta è interessante: l’idea è stata quella di utilizzare insieme la Vikuiti RPF di 3M, una pellicola flessibile che permette di ottenere immagini nitide anche in ambienti molto illuminati e da qualsiasi punto di vista , con un retro-proiettore Epson, applicandoli ad un substrato di vetro sottile appena 3 millimetri sagomato sulle forme di una donna.

Il risultato è che il proiettore illumina la pellicola, la cui superficie di microgranuli riproduce un’immagine brillante da ogni angolazione. Non è un ologramma, ma i possibili utilizzi ricordano comunque i film di fantascienza: è stato presentato per essere utilizzato per rappresentare un avatar parlante sulle vetrine o sui cartelloni pubblicitari. Per ammaliare il potenziale cliente.( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • advange scrive:
    Re: Forte!
    - Scritto da: lroby
    - Scritto da: advange
    Del resto i professionisti seri

    comprano la licenza e ammortizzano su più anni,

    quindi fin tanto che il loro 2000 (qualcuno anche

    97!!), XP o 2003 va, continuano ad

    usarlo.
    Presente!Uffa, da un paio di settimane mi costringono ad usare Office 2007 (in desktop remoto), perché l'azienda presso cui sto offrendo consulenza vuole dei documenti in .doc con formattazione sciagurata (tabelle, dentro tabelle, con cornici ed elenchi) che non perda la benché minima formattazione co OpenOffice.Il problema è stato che riempivo il documento di sottolineature (ma chi ha avuto l'idea dello shift+F12 per salvare) (rotfl)
  • advange scrive:
    Re: Forte!

    Diciamo che il LATEX ho sempre voluto imparare ad
    usarlo per piacere personale. Ho sentito che è
    adatto anche per le monografie e lavori piccoli,
    e dato che a me piace molto scrivere, penso ne
    valga la pena. E poi mi tornerà anche utile per
    la tesina di maturità.Beh, allora, perché no? Te lo raccomando se hai intenzione di continuare gli studio presso qualche Facoltà scientifica; le più serie (in particolare quelle di Scienze MMFFNN) prevedono sempre di scrivere la tesi in LaTeX.Controindicazione: fino a qualche anno fa installare Latex su Windows era una sofferenza, non so quale sia la situazione attuale.
    Per i dati, il sucXXXXX è notevole, non c'è che
    dire. Non avrei mai pensato ad un download così
    massiccio! Però resta sempre che questi dati non
    sono poi così dimostrativi. Però sono contento
    che la concorrenza dell'Office sia OpenSource.
    Non è software libero, ma comunque non è male.Devo dirti la verità? Nemmeno io me lo aspettavo. E non ci ho creduto nemmeno quando ho letto i dati del PLIO: mi sono detto che tutto sommato era l'"oste" a dare giudizi sul vino. Poi mi sono deciso a fare un giro tra professionisti, vecchi clienti per cui avevo creato qualche SW, amici, conoscenti: sbalorditivo. Office 2007 semplicemente non c'è; OpenOffice ha una quota di circa il 33%. Del resto i professionisti seri comprano la licenza e ammortizzano su più anni, quindi fin tanto che il loro 2000 (qualcuno anche 97!!), XP o 2003 va, continuano ad usarlo.
    • lroby scrive:
      Re: Forte!
      - Scritto da: advangeDel resto i professionisti seri
      comprano la licenza e ammortizzano su più anni,
      quindi fin tanto che il loro 2000 (qualcuno anche
      97!!), XP o 2003 va, continuano ad
      usarlo.Presente!
  • Funz scrive:
    Re: Pubblicità da vomito
    - Scritto da: Ail
    e comunque lo spot xbox era molto bello :Pmaaah... ti piace sul serio?Molto più simpatico il video di addio di Bill Gates, pieno di personaggi famosi (pure Obama-kun e Hillary-chan quando erano candidati alle primarie del PD-USA!)
  • Funz scrive:
    Re: Pubblicità da vomito
    - Scritto da: _kaiser_
    http://it.wikipedia.org/wiki/La_volpe_e_l%27uvaeh?Guarda che quelle schifezze di Windows, Office e Xbox me le posso benissimo comprare, se mi pare. Ma non mi pare :p
  • advange scrive:
    Re: Forte!

    Tornando a far le persone serie e rispettose (in
    totale controtendenza, vedendo alcuni utenti come
    te), un po' difficile aver opinioni su software
    non ancora pubblicati e senza alcun dato alla
    mano. Sembrebbe quindi un pregiudizio fondato sul
    nulla, di fatto.Pregiudizio, lo ammetto, fondato sull'esperienza, però, e questo lo devi ammettere

    OpenOffice, a tuo malgrado, ho avuto modo
    d'usarlo, sebbene per poco tempo. Il motivo penso
    sia palese. A mio malgrado no, non mi è chiaro perché avresti avuto modo di usarlo e per poco.
    • fiertel91 scrive:
      Re: Forte!
      Penso che sia pregiudizio tuo d'esperienza però filtrata da un certo retrogusto di pregiudizio etico.Poco per via che non vi era alcun motivo per continuare ad usarlo: non era più efficente, non era più piacevole a vedersi, non era più conveniente.
      • advange scrive:
        Re: Forte!

        Penso che sia pregiudizio tuo d'esperienza però
        filtrata da un certo retrogusto di pregiudizio etico.Anche, volendo
        Poco per via che non vi era alcun motivo per
        continuare ad usarlo: non era più efficente, non
        era più piacevole a vedersi, non era più conveniente.Ah, scusami, pensavo che ovvi fossero i motivi che ti avevano spinto a provarlo.Sulla convenienza, non so cosa dirti, non vedo come Office possa essere più conveniente. Sull'efficienza se intendi che OpenOffice sia più lenta ad aprirsi posso dirti che è questione di poco; cmq, specie per il Writer, alcune feature di OpenOffice sono impareggiabili. Poi lo trovo assai più robusto: da 4 anni non mi è mai andato in crash.
        • fiertel91 scrive:
          Re: Forte!
          Non è per la stabilità, né per la rapidità. E' per la praticità e la facilità d'uso delle sue funzioni. L'interfaccia Ribbon purtroppo non riesco ad abbandonarla, tanta la sua praticità.
          • advange scrive:
            Re: Forte!

            Non è per la stabilità, né per la rapidità. E'
            per la praticità e la facilità d'uso delle sue
            funzioni. L'interfaccia Ribbon purtroppo non
            riesco ad abbandonarla, tanta la sua praticità.Ok, avevo pensato ti riferissi a quella, ma volevo la conferma; personalmente credo che quell'interfaccia sia ottima per un utente poco esperto (era pensata per loro) e pessima per un esperto. Alla fine ha scarse possibilità di personalizzazione, il che è un grosso handicap (forse con il 2010 lo risolveranno?); anche perché un utente esperto fa tutto da scorciatoie di tastiera (magari personalizzate) e il resto è una percentuale davvero residuale.
          • fiertel91 scrive:
            Re: Forte!
            Mah, alla fine la Ribbon racchiude tutte le funzioni fondamentali (piuttosto migliorate, come l'aumento carattere) e ti dà il link per le impostazioni più avanzate.Alla fine agevola i pratici e guida gli inesperti. Certo è che se uno si mette d'impegno può anche trovarsi molto bene col LATEX, che mi riprometto di usare a tempo debito.
          • advange scrive:
            Re: Forte!

            Mah, alla fine la Ribbon racchiude tutte le
            funzioni fondamentali (piuttosto migliorate, come
            l'aumento carattere) e ti dà il link per le
            impostazioni più avanzate.Sì sono gusti.
            Alla fine agevola i pratici e guida gli
            inesperti. Certo è che se uno si mette d'impegno
            può anche trovarsi molto bene col LATEX, che mi
            riprometto di usare a tempo debito.Non te lo consiglio, se non per usi professionali; a meno che non vuoi farti un'esperienza personale, il che è sempre lecito.Dimenticavo, ho trovato vari link che dimostrano come OpenOffice 3 stia battendo Office 2007, usando come fonti sia i siti MS stessi che alcuni blog / giornali che riportavano i dati di download per l'uno e di vendita per l'altro.Questo sembra riassumerli tutti in maniera agevole, con tanto di http://ercolinux.wordpress.com/2009/02/24/openoffice-sempre-piu-in-alto/Aggiungo un commento a questi dati: da una parte c'è da dire che uno può volersi scaricare OpenOffice e poi non usarlo; per Office 2007 è un po' difficile (la spesa è improponibile, a meno di non essere studente). D'altro canto la differenza sembra abissale (siamo in rapporto 2 ad 1) e i download di OpenOffice non tengono conto della diffusione attraverso distro (ripeto, per me stesso non l'ho scaricato) o tramite altri canali (mirror, riviste,...). Ad esempio io l'ho installato su 4 o 5 Windows XP diversi e un Vista a miei amici / parenti e l'ho scaricato una volta; quindi, compresi i miei PC, 10 OpenOffice per un download.
          • fiertel91 scrive:
            Re: Forte!
            Diciamo che il LATEX ho sempre voluto imparare ad usarlo per piacere personale. Ho sentito che è adatto anche per le monografie e lavori piccoli, e dato che a me piace molto scrivere, penso ne valga la pena. E poi mi tornerà anche utile per la tesina di maturità.Per i dati, il sucXXXXX è notevole, non c'è che dire. Non avrei mai pensato ad un download così massiccio! Però resta sempre che questi dati non sono poi così dimostrativi. Però sono contento che la concorrenza dell'Office sia OpenSource. Non è software libero, ma comunque non è male.
  • TheGynius scrive:
    Re: Forte!
    - Scritto da: fiertel91
    Beh, la differenza è che Office non dà
    assuefazione, per cui la versione di prova per
    l'utente è soltanto un vantaggio: valuta il
    prodotto, gli piace oppure no, e poi si comporta
    di conseguenza.Quello che vedo intorno a me mi dice il contrario.Una volta abituati a fare 4 operazioni (banali) in Word e Excel l'utente medio non riesce a farle con un altro software perché "il tasto non è uguale".
    Guarda, conosco, seppure non approfonditamente,
    sia OpenOffice che StarOffice, e mi duole
    ammetterlo, ma nonostante siano buoni
    concorrenti, non sono ancora a livello di
    Microsoft Office.Vero, ma per la maggior parte degli utenti OOo ha anche troppe funzionalità.Di MS Office l'utente medio usa non più del 10% delle funzionalità.
    Purtroppo cedono alla facilità
    di un interfaccia misera, semplice, fin troppo.
    Ricorda l'Office degli anni '90, per questo non
    riuscirei ad utilizzarlo con soddisfazione,
    lavorandoci per ore.Io (come moltissimi utenti che l'hanno installato) non riesco a lavorare con l'interfaccia Ribbon.
    Certo. Ma anche non tanto smanettone... Ma questo
    che c'entra?C'entra perché questo atteggiamento spinge gli utenti verso l'illegalità e verso l'uso di soluzioni non adatte.Lo stesso discorso si può fare per Photoshop. E' il miglior software di fotoritocco e costa uno sproposito (giustamente o no lo dice il mercato), ma per l'utilizzo che ne fanno grafici web e gli utenti casalinghi (solitamente craccandolo) basterebbe Picasa, Gimp o uno dei tanti software di fotoritocco gratuiti.E' come se tutti andassero in Ferrari rubate, anche per andare a fare la spesa.
  • TheGynius scrive:
    Re: Forte!
    Già.Povero Vista, abbandonato dalla mamma MS e ripudiato dal papà (adottivo?) Ballmer. Alla fine bastava alleggerire lo UAC e migliorare l'interfaccia per trasformarlo in Seven.E soprattutto, poveri utenti di Vista, praticamente dei Beta tester paganti e bistrattati. L'unica soluzione sarà un upgrade, ovviamente a pagamento.Ancora di più poveri noi utenti europei, che non avremo la versione upgrade perché non si riesce a trovare una soluzione intelligente alla misura antitrust dell'UE, e che dovremo installare Seven sopra Vista e reinstallare tutto, incrociando le dita che almeno i dati riesca a trasferirli bene (le utilità di trasferimento profili non hanno MAI funzionato, cioè è fantascienza fare come Unix/Linux che basta copiare la cartella /home ?)
    • -ToM- scrive:
      Re: Forte!
      - Scritto da: TheGynius
      Già.
      Povero Vista, abbandonato dalla mamma MS e
      ripudiato dal papà (adottivo?) Ballmer. Alla fine
      bastava alleggerire lo UAC e migliorare
      l'interfaccia per trasformarlo in Seven.
      E soprattutto, poveri utenti di Vista,
      praticamente dei Beta tester paganti e
      bistrattati. L'unica soluzione sarà un upgrade,
      ovviamente a pagamento.si in effetti potevano dare loro un po più considerazione ;)
      Ancora di più poveri noi utenti europei, che non
      avremo la versione upgrade perché non si riesce a
      trovare una soluzione intelligente alla misura
      antitrust dell'UE, e che dovremo installare Seven
      sopra Vista e reinstallare tutto, incrociando le
      dita che almeno i dati riesca a trasferirli beneMah, io quasi quasi lo prendo direttamente in USA e non ci penso più.
      (le utilità di trasferimento profili non hanno
      MAI funzionato, cioè è fantascienza fare come
      Unix/Linux che basta copiare la cartella /home ?)Beh, io i dati sensibili non li ho mai tenuti nelle cartelle dei documenti di win ma ho sempre fatto come mi è parso ;)Il 90% degli applicativi che uso sono "portable" ed anche qui ho risolto il problema di dover reinstallare tutto se dovessi formattare.Comunque vada, mi faccio sempre un backup della cartella users, nel caso mi scappi qualche file (saves dei giochi ad esempio).Insomma ho cercato di slegarmi il più possibile dalle cartelle di sistema e registro ottenendo buoni risultati.
  • -ToM- scrive:
    Re: Forte!
    - Scritto da: TheGynius
    Io ho nostalgia già da qualche anno, cioè
    dall'annuncio di Gates di
    lasciare.
    Per quello che so di Ballmer, o cambia mentalità
    (molto improbabile) o è meglio che lasci il posto
    di CEO a qualcun altro.Ora dico una cosa che magari scatenerà un vespaio però, Gates ad esempio non avrebbe mai dichiarato Vista un fallimento, un po per bugiardaggine ;), un po perchè Vista ha fatto esattamente come i suoi predeXXXXXri, ovvero all'uscita con molti problemi e dopo il primo Service Pack finalmente un sistema molto meno problematico ed utilizzabile. La MS si merita il FUD contro Vista (che comunque i suoi "problemi" li ha) al 100% perchè non sè mai vista una azienda che invece di correre ai ripari, abbandona un progetto a se stesso per puntare direttamente al prodotto successivo, per lo meno non nel caso che il prodotto attuale possa essere sistemato, dopotutto si parla di codice. A me Vista ha sempre funzionato molto bene.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2009 12.06-----------------------------------------------------------
  • Funz scrive:
    Pubblicità da vomito
    Vogliamo ricordare la tipa che vomita in testa al marito dopo aver visto IE8?O lo spot di office che da dei dinosauri ai propri clienti?O lo spot della xbox col neonato sparato in cielo dalla XXXXXXXX della madre, che piomba nella tomba già vecchio dopo 20 secondi? :|
  • Francesco DP. scrive:
    office 2010
    Sempre un passo avanti...
  • Alexx scrive:
    NOOOOOOOOOOOOO!!!!
    E' morta Clippy, noooo!!! ODDIOOOOPERCHEEEE?????PERCHEEEEEE????NO NOOO NOOOO!!!!
    • fiertel91 scrive:
      Re: NOOOOOOOOOOOOO!!!!
      Ma come, non ti era giunta notizia? Eppure è stato un gran lutto.Io col 2007 non l'ho più potuta nascondere T.T
  • advange scrive:
    Forte!
    E' una sorte di autocritica o sbaglio?Per esempio che ci sarà qualcuno che ha voglia di buttare dei soldi ad usare Office nel 2010 è pura fantascienza (e il clima del filmato lo conferma).Poi vogliono farci capire che tutti gli utenti di Office sono dei tonti che si sparano le torce negli occhi e si spaventano, o che piangono la morte di Clippy: come dargli torto?
    • Utente non registrato scrive:
      Re: Forte!
      Clippy era l'unico motivo per usare Word... Ora preferisco decisamente Writer. La cosa divertente è che molti neppure sanno di OpenOffice... Ma quello che costa di più è sempre meglio, secondo la mentalità della gente
      • fiertel91 scrive:
        Re: Forte!
        Beh, in questo caso però...P.S. Conosco OpenOffice e non lo userei per niente al mondo, tuttora. Piuttosto vado su Google Writer.
        • advange scrive:
          Re: Forte!

          Beh, in questo caso però...Pure
          P.S. Conosco OpenOfficeAvere visto qualche sreenshot in giro non fa di te uno che lo conosce
          e non lo userei per
          niente al mondo, tuttora. Piuttosto vado su Google Writer.Piuttosto torna a giocare con i Gormiti: qui siamo tra adulti e nel mondo reale e di soldi da buttare non ne abbiamo
          • fiertel91 scrive:
            Re: Forte!
            Gormiti? Non sono altrettanto aggiornato sull'argomento, mi spiace.Tornando a far le persone serie e rispettose (in totale controtendenza, vedendo alcuni utenti come te), un po' difficile aver opinioni su software non ancora pubblicati e senza alcun dato alla mano. Sembrebbe quindi un pregiudizio fondato sul nulla, di fatto.OpenOffice, a tuo malgrado, ho avuto modo d'usarlo, sebbene per poco tempo. Il motivo penso sia palese.
        • Sky scrive:
          Re: Forte!
          - Scritto da: fiertel91
          P.S. Conosco OpenOffice e non lo userei per
          niente al mondo, tuttora. Piuttosto vado su
          Google Writer.Se ti va bene Google Writer vuol dire che che effettivamente di un word proXXXXXr serio non te ne fai niente (che sia Word o Writer di OpenOffice).
        • Emoticon e video scrive:
          Re: Forte!
          - Scritto da: fiertel91
          Beh, in questo caso però...

          P.S. Conosco OpenOffice e non lo userei per
          niente al mondo, tuttora. Piuttosto vado su
          Google
          Writer.Quoto in toto. Ho installato OpenOffice in ufficio spinto dalle migliori intenzioni. Dopo due mesi di uso l'ho piallato dal disco e sono tornato alla vecchia licenza di Office XP. Non dico che non sia un buon prodotto, ma per chi fa un utilizzo professionale e non casalingo, IMVHO non va: perdevo un sacco di tempo per le combinazioni di tasti sballate, per stanare le opzioni più semplici (come quelle delle tabelle), per non parlare delle impaginazioni puntualmente da rifare quando il file si passava a un collega con Word. Ripeto: ottimo prodotto, intendiamoci, ma per me non votato ad un uso professionale.
          • fiertel91 scrive:
            Re: Forte!
            Putroppo è triste, ma spesso quel che importa è la versatilità, soprattutto nell'ambito professionale. Così risulta controproduttivo adottare OpenOffice che invalida la formattazione Word, alterandola considerevolmente.Sotto questo aspetto è chiaro che vince il software più diffuso.
          • Sky scrive:
            Re: Forte!
            Non puoi dire che le combinazioni di tasti di Write sono sballate perchè diverse da quelle di Word, è solo un fatto di abitudine (poi che per salvare un file sia meglio Shift+F12 invece di Ctrl+S è tutto da dimostrare).Idem per le tabelle, dopo un paio di giorni di utilizzo trovi tutto quello che ti serve come con Word (certo che un po' di elasticità mentale aiuta).Posso darti ragione sul fatto della non esatta formattazione dei documenti creati con Word, ma questo non è solo colpa di OpenOffice perché adattarsi ad un formato binario come il .doc non è certo facileDopo lunghi anni in cui MS ha creato dipendenza negli utenti (tanto è vero che ha costretto anche te a tornare indietro), ha inventato un formato aperto diventato standard, ancora non si capisce in che modo, che, per continuare con la dipendenza, contiene anche il formato vecchio.Lo sforzo di Microsoft per adattarsi ai formati standard è proprio minimo come ampiamente dimostrato sia sul lato plugin ODF di Office che in generale sui formati del web,e purtroppo in questo è pienamente spalleggiata dagli utenti ben contenti di aiutarla finché si trovano, con facilità estrema, copie piratate di un software che, studenti esclusi, costerebbe più di 500 euro.Ciò che ha fatto la fortuna di MS è la pirateria.
          • advange scrive:
            Re: Forte!

            Quoto in toto. Ho installato OpenOffice in
            ufficio spinto dalle migliori intenzioni. Dopo
            due mesi di uso l'ho piallato dal disco e sono
            tornato alla vecchia licenza di Office XP. Se avevi una licenza di XP, hai fatto bene a sfruttarla a fondo
            Non dico che non sia un buon prodotto, ma per chi fa
            un utilizzo professionale e non casalingo, IMVHO
            non va: perdevo un sacco di tempo per le
            combinazioni di tasti sballate, per stanare le
            opzioni più semplici (come quelle delle tabelle),
            per non parlare delle impaginazioni puntualmente
            da rifare quando il file si passava a un collega
            con Word. Ripeto: ottimo prodotto, intendiamoci,
            ma per me non votato ad un uso professionale.Ecco queste motivazioni che hai riportato sono tutte erronee. Magari qualcuno sarà in grado di fornirne di migliori, ma quelle che hai presentato semplicemente non sono collegate al concetto di professionale.Prendiamole una ad una:- scorciatoie: OpenOffice ha le scorciatoie migliori, semplici e universali. L'abitudine ad Office che ha delle scorciatoie assurde ci può portare a commettere errori come il tuo. Vediamone alcune: grassetto è ctrl+b, come qualunque altro SW ad eccezione di Word; per salvare ctrl+s, come in qualunque altro SW (preverisci forse Maiuscolo F12?); per selezionare tutto ctrl+A (in Office CTRL+5 della tastiera numerica, che se non ce l'hai devi bestemmiare solo); per cercare ctrl+F (in Office, bo? mi sa ctrl+shift+t, che poi è diferso dal block notes, invece wordpad ce ne ha un altro, insomma: un delirio)- opzioni difficili da trovare: certo se un SW non l'hai mai usato trovare le opzioni è sempre difficile abituarsi; io trovo che OpenOffice organizzi le opzioni in maniera più razionale: ad esempio è impareggiabile nel modo di organizzare le opzioni sugli stili: un vero gioiello- compatibilità con i formati: se provi ad aprire un odf con il tuo Word semplicemente non ci riuscirà. Molto meglio un SW che commette qualche errore (per altro solo con documenti complessi che contengono tabelle), piuttosto che uno che proprio non ce la fa. Ti dirò di più: versioni diverse di Word renderizzano il tuo .doc in maniera differente; certo le differenze non sono drammatiche, ma esistono.In definitiva, tutto puoi dire fuorché che OpenOffice non sia professionale per QUELLE motivazioni che hai addotto.
    • fiertel91 scrive:
      Re: Forte!
      Ma perché buttare via i soldi con Office 2010? Se a te non piace, nessun problema per gli altri, ma non capisco con che pretese vai a dire che comprarlo è uno spreco di soldi.
      • advange scrive:
        Re: Forte!
        - Scritto da: fiertel91
        Ma perché buttare via i soldi con Office 2010?Non lo so chiedilo alla MS, che ci butta pure i soldi della pubblicità.
        Se a te non piace, nessun problema per gli altri,E nemmeno per me
        ma non capisco con che pretese vai a dire che
        comprarlo è uno spreco di soldi.Pretese legate a prove sul campo; ci sono SW che fanno le stesse cose di cui un utente ha bisogno per lavorare, che sono gratis e persino OpenSource. Quindi, nessuno ha più vogla di buttare i soldi con Office, tanto che il 2007 è stato un flop clamoroso.Di recente mi è capitato di fare un giro in aziende piccole (liberi professionisti, avvocati, commercalisti, albergatori, ristoratori): non ce ne è uno che abbia Office 2007; o vecchie versioni di Office già pagate e ammortizzate anni addietro (Xp di preferenza) o OpenOffice. I tempi sono cambiati, la pacchia è finita: Office resterà un brutto ricordo del passata, una tassa caduta in disuso.
        • davide73 scrive:
          Re: Forte!
          La solita pretesa tipica da cantinaro di dire cosa serva e cosa non serva ad un utente... no comment...- Scritto da: advange
          - Scritto da: fiertel91

          Ma perché buttare via i soldi con Office 2010?
          Non lo so chiedilo alla MS, che ci butta pure i
          soldi della
          pubblicità.

          Se a te non piace, nessun problema per gli
          altri,
          E nemmeno per me

          ma non capisco con che pretese vai a dire che

          comprarlo è uno spreco di soldi.
          Pretese legate a prove sul campo; ci sono SW che
          fanno le stesse cose di cui un utente ha bisogno
          per lavorare, che sono gratis e persino
          OpenSource. Quindi, nessuno ha più vogla di
          buttare i soldi con Office, tanto che il 2007 è
          stato un flop
          clamoroso.
          Di recente mi è capitato di fare un giro in
          aziende piccole (liberi professionisti, avvocati,
          commercalisti, albergatori, ristoratori): non ce
          ne è uno che abbia Office 2007; o vecchie
          versioni di Office già pagate e ammortizzate anni
          addietro (Xp di preferenza) o OpenOffice. I tempi
          sono cambiati, la pacchia è finita: Office
          resterà un brutto ricordo del passata, una tassa
          caduta in
          disuso.
        • fiertel91 scrive:
          Re: Forte!
          - Scritto da: advange
          - Scritto da: fiertel91

          Ma perché buttare via i soldi con Office 2010?
          Non lo so chiedilo alla MS, che ci butta pure i
          soldi della
          pubblicità.Si tratta di marketing, come qualunque altra azienda. Non ci vedo nulla di negativo.

          Se a te non piace, nessun problema per gli
          altri,
          E nemmeno per meSembrerebbe invece che il tuo dispiacere debba per forza essere espresso, e anche in modo piuttosto urlato.

          ma non capisco con che pretese vai a dire che

          comprarlo è uno spreco di soldi.
          Pretese legate a prove sul campo; ci sono SW che
          fanno le stesse cose di cui un utente ha bisogno
          per lavorare, che sono gratis e persino
          OpenSource.Ci sono tante cose OpenSource, ma certamente un'azienda (tra i principali utenti dell'Office della Microsoft) non bada a certi aspetti (come quello etico), bensì alla produttività. Cerca quindi un prodotto definitivo, efficente, utile e con buone credenziali. Inoltre se vuole avvantaggiare i dipendenti, vuole anche offrire un programma con un'interfaccia che guardi anche all'estetica e alla intuitività e alla rapidità di utilizzo, proprio come l'Office 2007 (a contrario delle altre suite, che tu voglia oppure no).Lo stesso vale per l'utente medio, che poco si interessa di opensource, ma vuole lavorare con piacere, senza guardare tanto alla politica.
          Quindi, nessuno ha più vogla di
          buttare i soldi con Office, tanto che il 2007 è
          stato un flop
          clamoroso.Fonti? Perché a me non risulta proprio. Anzi, mi risulta proprio l'opposto.
          Di recente mi è capitato di fare un giro in
          aziende piccole (liberi professionisti, avvocati,
          commercalisti, albergatori, ristoratori): non ce
          ne è uno che abbia Office 2007; o vecchie
          versioni di Office già pagate e ammortizzate anni
          addietro (Xp di preferenza) o OpenOffice. I tempi
          sono cambiati, la pacchia è finita: Office
          resterà un brutto ricordo del passata, una tassa
          caduta in
          disuso.Invece dove ho avuto modo di vedere, l'Office è rigorosamente del 2007. Anche qui l'esperienza personale non significa necessariamente l'effettiva realtà delle cose.
          • krane scrive:
            Re: Forte!
            - Scritto da: fiertel91
            - Scritto da: advange

            - Scritto da: fiertel91


            ma non capisco con che pretese vai a dire che


            comprarlo è uno spreco di soldi.

            Pretese legate a prove sul campo; ci sono SW che

            fanno le stesse cose di cui un utente ha bisogno

            per lavorare, che sono gratis e persino

            OpenSource.
            Ci sono tante cose OpenSource, ma certamente
            un'azienda (tra i principali utenti dell'Office
            della Microsoft) non bada a certi aspetti (come
            quello etico), bensì alla produttività. Cerca
            quindi un prodotto definitivo, efficente, utile e
            con buone credenziali. Inoltre se vuole
            avvantaggiare i dipendenti, vuole anche offrire
            un programma con un'interfaccia che guardi anche
            all'estetica e alla intuitività e alla rapidità
            di utilizzo, proprio come l'Office 2007 (a
            contrario delle altre suite, che tu voglia oppure
            no).Sara' ma continuo a non vederlo cosi' diffuso.

            Quindi, nessuno ha più vogla di

            buttare i soldi con Office, tanto che il 2007 è

            stato un flop clamoroso.
            Fonti? Perché a me non risulta proprio. Anzi, mi
            risulta proprio
            l'opposto.Fonti ?
          • fiertel91 scrive:
            Re: Forte!
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: fiertel91

            - Scritto da: advange


            - Scritto da: fiertel91




            ma non capisco con che pretese vai a dire
            che



            comprarlo è uno spreco di soldi.


            Pretese legate a prove sul campo; ci sono SW
            che


            fanno le stesse cose di cui un utente ha
            bisogno


            per lavorare, che sono gratis e persino


            OpenSource.


            Ci sono tante cose OpenSource, ma certamente

            un'azienda (tra i principali utenti dell'Office

            della Microsoft) non bada a certi aspetti (come

            quello etico), bensì alla produttività. Cerca

            quindi un prodotto definitivo, efficente, utile
            e

            con buone credenziali. Inoltre se vuole

            avvantaggiare i dipendenti, vuole anche offrire

            un programma con un'interfaccia che guardi anche

            all'estetica e alla intuitività e alla rapidità

            di utilizzo, proprio come l'Office 2007 (a

            contrario delle altre suite, che tu voglia
            oppure

            no).

            Sara' ma continuo a non vederlo cosi' diffuso.



            Quindi, nessuno ha più vogla di


            buttare i soldi con Office, tanto che il 2007
            è


            stato un flop clamoroso.


            Fonti? Perché a me non risulta proprio. Anzi, mi

            risulta proprio

            l'opposto.

            Fonti ?Esperienza personale, che, ribadisco, non significa realtà effettiva delle cose. Quindi, dato che hai tu dichiarato qualcosa, grava su di te l'onere della prova.
          • advange scrive:
            Re: Forte!

            Si tratta di marketing, come qualunque altra
            azienda. Non ci vedo nulla di negativo.Per carità, quando vedo una dimostrazione di markenting così invasivo mi viene il sospetto che dietro ci sia il vuoto assoluto. Tra l'altro rispetto al 2007 quando si annunciarono Ribbon e OOXML qui non vedo nulla: magari mi sbaglio.
            Ci sono tante cose OpenSource, ma certamente
            un'azienda (tra i principali utenti dell'Office
            della Microsoft) non bada a certi aspetti (come
            quello etico), bensì alla produttività. Cerca
            quindi un prodotto definitivo, efficente, utile e
            con buone credenziali.Tutte caratteristiche di OpenOffice, che non mi sembra sia inefficiente o provvisorio o inutile o provenga da un'azienducola (parliamo di Sun/Oracle)
            Inoltre se vuole
            avvantaggiare i dipendenti, vuole anche offrire
            un programma con un'interfaccia che guardi anche
            all'estetica e alla intuitività e alla rapidità
            di utilizzo, proprio come l'Office 2007 (a
            contrario delle altre suite, che tu voglia oppure no).Guarda, una grande azienda da 10mila dipendenti ha fatto questo passaggio l'anno scorso: oltre alle licenze hanno dovuto sborsare migliaia di euro di in corsi di formazione per i dipendenti, chiamate continue al call center; un bagno di sangue! I tecnici mi hanno detto che avrebbero fatto di tutto per evitarlo, ma gli accordi commerciali lo prevedevano, per cui... alla fine a pagare sono sempre loro :(
            Lo stesso vale per l'utente medio, che poco si
            interessa di opensource, ma vuole lavorare con
            piacere, senza guardare tanto alla politica.La GPL non è politica, al più filosofia: se uso qualcosa di GPL contribuisco al suo sviluppo e so che ne trarrà beneficio l'umanità intera.
            Fonti? Perché a me non risulta proprio. Anzi, mi
            risulta proprio l'opposto.Fonti? Io ti ho riportato anche la mia esperienza personale.
            Invece dove ho avuto modo di vedere, l'Office è
            rigorosamente del 2007. Anche qui l'esperienza
            personale non significa necessariamente
            l'effettiva realtà delle cose.Sono d'accordo: ma se su 10mila allegati che ti arrivano in 2 anni ti accorgi che i docx sono 3 o 4 pensi che una ragione ci sia; se giri per uffici, studi, grandi aziende, multinazionali e ne trovi una sola con Office 2007 pensi che una ragione ci sia; se vedi che tra tutti i tuoi amici e conoscenti Office 2007 ce l'hanno in 2, entrambi in versione crackata pensi che una ragione ci sia. Poi magari arriva uno su un forum e gli dimostra che Office 2007 ha venduto in Italia 10 milioni di copie (cioè il doppio di OpenOffice 3 scaricati in Italia) e ti accorgi di aver sbagliato.NOTA: OpenOffice 3 per i miei 3 PC non l'ho scaricato, era già nella distro, quindi non sono tra i milioni che l'ha scaricato ;)
          • fiertel91 scrive:
            Re: Forte!
            Mah, qui mi sembra si speculi troppo e si citi troppo poco.
      • TheGynius scrive:
        Re: Forte!
        Secondo me i problemi sono 3.Primo, te lo preinstallano quasi sempre e dopo 1 mese o 3 mesi scade: tipica del pusher, la prima gratis, finché non hai dipendenza e poi devi pagare.Secondo, la gente non conosce veramente le alternative. Di OOo esistono evoluzioni e cloni come StarOffice di Sun (a 35 USD) o Lotus Symphony (gratis) di IBM veramente ben organizzati che sopperiscono ad alcune immaturità di OOo ma c'è anche ThinkFree e KOffice, senza parlare di applicativi singoli come Abiword e Gnumeric.Terzo e non meno importante, l'utente mezzo plagiato e poco informato va dall'amico smanettone che gli da la soluzione migliore: il crack! Vuoi mettere? Mi tengo un software che costa anche 700 USD (e sottolineo COSTA, non VALE) e non lo pago niente. 700 dollari risparmiati, rispetto a zero!
        • fiertel91 scrive:
          Re: Forte!
          - Scritto da: TheGynius
          Secondo me i problemi sono 3.
          Primo, te lo preinstallano quasi sempre e dopo 1
          mese o 3 mesi scade: tipica del pusher, la prima
          gratis, finché non hai dipendenza e poi devi
          pagare.Beh, la differenza è che Office non dà assuefazione, per cui la versione di prova per l'utente è soltanto un vantaggio: valuta il prodotto, gli piace oppure no, e poi si comporta di conseguenza. E' un normale trial, come lo può essere il trial di kaspersky oppure di nero. Non ci vedo nulla di male, anzi, è un'interessante strategia di mercato.
          Secondo, la gente non conosce veramente le
          alternative. Di OOo esistono evoluzioni e cloni
          come StarOffice di Sun (a 35 USD) o Lotus
          Symphony (gratis) di IBM veramente ben
          organizzati che sopperiscono ad alcune immaturità
          di OOo ma c'è anche ThinkFree e KOffice, senza
          parlare di applicativi singoli come Abiword e
          Gnumeric.Guarda, conosco, seppure non approfonditamente, sia OpenOffice che StarOffice, e mi duole ammetterlo, ma nonostante siano buoni concorrenti, non sono ancora a livello di Microsoft Office. Purtroppo cedono alla facilità di un interfaccia misera, semplice, fin troppo. Ricorda l'Office degli anni '90, per questo non riuscirei ad utilizzarlo con soddisfazione, lavorandoci per ore.E non solo per una questione estetica, ma anche funzionale. Effettivamente con l'introduzione delle nuove barre "intelligenti" la Microsoft ha fatto un buon lavoro: sono facilmente raggiungibili le funzioni più utilizzate e intuibili quelle più complesse o particolari.
          Terzo e non meno importante, l'utente mezzo
          plagiato e poco informato va dall'amico
          smanettone che gli da la soluzione migliore: il
          crack! Vuoi mettere? Mi tengo un software che
          costa anche 700 USD (e sottolineo COSTA, non
          VALE) e non lo pago niente. 700 dollari
          risparmiati, rispetto a
          zero!Certo. Ma anche non tanto smanettone... Ma questo che c'entra?
    • TheGynius scrive:
      Re: Forte!
      Di certo MS sta cercando di dare un'immagine meno seria e più sbarazzina. Sul buon gusto in tutto questo avrei da ridire. Insomma ragazzi, benvenuti nell'era Ballmer!E visto come Redmond si è messa perfettamente in linea con la mentalità del nuovo CEO (vedi anche gli spot per IE8), sull'autoironia non ci giurerei.
      • -ToM- scrive:
        Re: Forte!
        - Scritto da: TheGynius
        Di certo MS sta cercando di dare un'immagine meno
        seria e più sbarazzina. Sul buon gusto in tutto
        questo avrei da ridire. Insomma ragazzi,
        benvenuti nell'era
        Ballmer!
        E visto come Redmond si è messa perfettamente in
        linea con la mentalità del nuovo CEO (vedi anche
        gli spot per IE8), sull'autoironia non ci
        giurerei.Fra un po inizieremo con "quando c'era Bill..." fino a rimpiangerlo per davvero :DDa quando cè Ballmer cè stato "un flop" e la comunicazione ha avuto qualche nota stonata...
        • TheGynius scrive:
          Re: Forte!
          Io ho nostalgia già da qualche anno, cioè dall'annuncio di Gates di lasciare.Per quello che so di Ballmer, o cambia mentalità (molto improbabile) o è meglio che lasci il posto di CEO a qualcun altro.
  • Ciobix scrive:
    Differenze
    Cosa ha in più ad Office 2007? Oltre al nome?Mi sa molto poco...
    • enjoy this scrive:
      Re: Differenze
      bè a rigor di logica più gli montano sopra una roba spettacolare e meno sostanza c'è.il solito discorso che per venderti il telefonino invece che spararti due tre nuove funzioni geniali e davvero innovative, ti fan veder laXXXXX che vien giù dall'aereoplano.
      • Ciobix scrive:
        Re: Differenze
        Chiedevo delle differenze, perchè 3-4 mesi fa ho acquistato Office 2007 Home & Student, e temevo di aver fatto una caxxata.Ma considerando che l'ho pagato 70 euri e che Office 2010 è una farsa, mi sa che ho fatto bene a cogliere l'offerta...
        • fiertel91 scrive:
          Re: Differenze
          Con Office 2007 hai un'infinità di funzioni. Penso anche io che l'Office 2010 sia soltanto la ricommercializzazione dei precedenti con un'interfaccia nuova.Anche se l'interfaccia comunque detiene una funzione molto importante. Comunque stiamo a vedere.
      • Anonymous scrive:
        Re: Differenze
        Tu ovviamente l'hai provato no? che n00bs
        • enjoy this scrive:
          Re: Differenze
          no assolutamente, mi riferivo solo al metodo di marketing. io non ho gli strumenti necessari a valutare un prodotto del genere. a me open office avanza. in una parola sì, sono un noob (senza s perchè sono un singolo)
          • fiertel91 scrive:
            Re: Differenze
            Lo stesso va senza "s", per evitare ipercorrettismi: http://www.oblique.it/images/formazione/dispense/plurale_nomistranieri.pdf .
          • davide73 scrive:
            Re: Differenze
            traduco:no non l'ho assolutamente provato, mi basavo sui soliti preconcetti che ci insegnano nelle cantine... insomma il FUD alla cantinara...- Scritto da: enjoy this
            no assolutamente, mi riferivo solo al metodo di
            marketing. io non ho gli strumenti necessari a
            valutare un prodotto del genere. a me open office
            avanza. in una parola sì, sono un noob (senza s
            perchè sono un
            singolo)
    • carlo scrive:
      Re: Differenze
      Niente in tutto, non è ancora pienamente compatibile con Open Office. :)
    • pabloski scrive:
      Re: Differenze
      di sicuro ooxml e quindi una nuova stagione di incompatibilità con openoffice
      • _kaiser_ scrive:
        Re: Differenze
        ma dato che sta allo zero virgola qualcosa pure open office, il problema non si pone.divertitevi con la vosta interfaccia in ascii. siamo nel 2009.
        • advange scrive:
          Re: Differenze

          ma dato che sta allo zero virgola qualcosa pure
          open office, il problema non si pone.
          divertitevi con la vosta interfaccia in ascii.
          siamo nel 2009.Purtroppo le statistiche dicono il contrario, ma non fa niente, l'importante è continuare a trollare: siamo tutti con noi.[Ragazzi, appena la MS licenzia anche loro, che ne dite di lanciare una campagna del tipo "Adotta un troll"? Io mi prendo carico di metà dello stipendio di Domenico Dovella, chi ci mette l'altra metà? Ovviamente dovranno scrivere su tutti i forum che qualche distro scrausa è il miglior SO a 360°, che so, anche una Linpus va bene (rotfl)]
    • anonimo scrive:
      Re: Differenze
      mi auguro molto migliore visto che office 2007 è una vera m@r6a tenendo oltretutto conto che è un programma commerciale visto la notevole migliore qualità di un programma gratuito come open office.
  • asd scrive:
    geniale
    geniale la tomba di clippy! :D
    • Angros scrive:
      Re: geniale
      E con Clippy muoiono gli ultimi rimasugli di Microsoft Bob... ci sono voluti 10 anni prima che la Microsoft capisse che la sua "social interface" non era apprezzata?
Chiudi i commenti