Il fascino discreto dell'avatar

Presentato un display tagliato sulle linee di una una donna. Spesso solo 0,3 millimetri
Presentato un display tagliato sulle linee di una una donna. Spesso solo 0,3 millimetri

Un nuovo display è stato presentato all’ International Stationery and Office Supply Fair in Giappone, avvicinando la pubblicità ad immagini di solito associate ai film di fantascienza. Fascino tecnologico e non solo per questo nuovo congegno che sembra pensato per le vetrine e per le fiere: alla prima presentazione appariva come una sinuosa hostess. Magra solo 0,3 millimetri.

La tecnologia che incorpora non è nuova, ma la combinazione che rappresenta è interessante: l’idea è stata quella di utilizzare insieme la Vikuiti RPF di 3M, una pellicola flessibile che permette di ottenere immagini nitide anche in ambienti molto illuminati e da qualsiasi punto di vista , con un retro-proiettore Epson, applicandoli ad un substrato di vetro sottile appena 3 millimetri sagomato sulle forme di una donna.

Il risultato è che il proiettore illumina la pellicola, la cui superficie di microgranuli riproduce un’immagine brillante da ogni angolazione. Non è un ologramma, ma i possibili utilizzi ricordano comunque i film di fantascienza: è stato presentato per essere utilizzato per rappresentare un avatar parlante sulle vetrine o sui cartelloni pubblicitari. Per ammaliare il potenziale cliente.( C.T. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti