Il file-sharing di Soulseek traballa

Il file-sharing di Soulseek traballa

Il celebre sistema di condivisione dei file viene bandito da Verio dopo l'intervento di una musicista arrabbiata. E da diversi giorni i server rimangono down
Il celebre sistema di condivisione dei file viene bandito da Verio dopo l'intervento di una musicista arrabbiata. E da diversi giorni i server rimangono down


Roma – L'onda lunga del gossip sui newsgroup, come su it.comp.software.p2p , testimonia l'inquietudine di molti utilizzatori del celebre sistema di file-sharing Soulseek che risulta non più attivo da diversi giorni.

Stando alle voci di corridoio che necessitano di ulteriori verifiche riprese peraltro anche da punti di riferimento del settore, come Zeropaid.com , i gestori di Soulseek si sono improvvisamente trovati nella necessità di cambiare hosting. Questo sarebbe accaduto perché una musicista, Megan Taylor (Sapphirecut), avrebbe inutilmente chiesto varie volte a Soulseek di impedire la condivisione tra gli utenti dei propri brani musicali.

Nir, che gestisce il servizio, ha recentemente chiesto agli utilizzatori di Soulseek di non scambiare i file della Taylor, richiesta che ha avuto l'effetto di moltiplicare l'interesse degli utenti stessi per la musica di quell'artista, divenuta rapidamente tra le più richieste.

Dopo le proteste di Taylor su Verio, che ospitava il sistema di file-sharing, proprio per la diffusione non autorizzata dei propri brani, la stessa Verio avrebbe chiuso il rubinetto della connettività a Soulseek.

Al momento il server risulta down sebbene da più parti si rimanga ottimisti su una sua prossima riapertura. Quel che appare chiaro è che è bastata una lettera dei legali di Taylor per provocare la reazione di Verio.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 02 2003
Link copiato negli appunti