Il GameCube entra nel lettore DVD

A portare il motore grafico del GameCube in un player DVD standard sarà Matsushita che, entro la fine dell'anno, rilascerà un dispositivo ibrido in grado di riprodurre film e far girare i giochi per la console di Nintendo


Osaka (Giappone) – Pare che nella lotta per la conquista del mercato delle console da gioco si dovrà includere, molto presto, anche Matsushita.

Il gigante dell’elettronica giapponese ha infatti annunciato lo sviluppo di un DVD player in grado di far girare i giochi del GameCube , la nuova console che Nintendo commercializzerà in Giappone a metà settembre.

Matsushita potrà rendere il suo lettore di DVD compatibile con il GameCube grazie ad un accordo stipulato nel 1999 con Nintendo. Il player supporterà sia i DVD da 12 cm che con quelli da 8 cm utilizzati dal GameCube, e sarà in grado di leggere CD audio, CD-ROM, video CD e DVD-Video.

Con il suo player, previsto entro Natale in Giappone ed entro il 2003 in USA, Matsushita spera di rivaleggiare con Playstation 2 e Xbox, vere e proprie set-top box capaci, fra le altre cose, di riprodurre i film su DVD.

Per il GameCube Nintendo ha invece preferito attenersi alla tradizione e puntare su un dispositivo piccolo, leggero ed economico che potesse rispondere all’unica esigenza di divertire, lasciando da parte funzionalità, come la possibilità di riprodurre film, che avrebbero finito per innalzarne il prezzo di acquisto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E le schede madri dove sono?
    Non tutti sanno che le Tualatin vogliono una nuova scheda madre a causa delle tensioni di alimentazioni incompatibili con le attuali schede madri...
    • Anonimo scrive:
      Re: E le schede madri dove sono?
      - Scritto da: @-
      --
      Non tutti sanno che le Tualatin vogliono una
      nuova scheda madre a causa delle tensioni di
      alimentazioni incompatibili con le attuali
      schede madri...Perchè, non erano incompatibili anche lo slot1 con il socket attuale? E il socket dei pentium con quelli del 486?La stirpe 386/486 era l'unica con i socket uguali.Poi c'era la stirpe Pentium/pentiumII/K6/K6II/K6III.E poi vai con i Slot1/SlotA/soket370/SocketA tutti incompatibili tra loro.
      • Anonimo scrive:
        Re: E le schede madri dove sono?

        Poi c'era la stirpe
        Pentium/pentiumII/K6/K6II/K6III.
        E poi vai con i Slot1/SlotA/soket370/SocketA
        tutti incompatibili tra loro.Slot 1 e socket370 o FC-PGA diventano compatibili con un adattatore da 20 sacchi. E lo stesso discorso vale per Slot A e socket A.Una scheda madre nuova può costare anche 20 volte di puù...Saluti Tyler Durden
      • Anonimo scrive:
        Re: E le schede madri dove sono?

        Perchè, non erano incompatibili anche lo
        slot1 con il socket attuale? E il socket dei
        pentium con quelli del 486?P3Slot e P3Socket cambiano solo fisicamente, elettricamente sono identici, infatti basta un adattatore.
        La stirpe 386/486 era l'unica con i socket
        uguali.Hai sniffato colla? 386 e 486 usano socket differenti e pin differenti, a meno che tu non parli del processori 486 appositamente fatti per stare su sk madri 386 tipo Texas Instruments.
        Poi c'era la stirpe
        Pentium/pentiumII/K6/K6II/K6III.Veramente il pentiumII è slot, forse parli di Pentium MMX, comunque pentium e pentium MMX erano differenti come voltaggi (Pentium MMX era il primo a richiedere 2 voltaggi, uno di I/O e uno di core mentre i Pentium-S usavano un unico voltaggio)
        E poi vai con i Slot1/SlotA/soket370/SocketA
        tutti incompatibili tra loro.Slot 1, Socket 370 e FC-PGA sono molto simili elettricamente.Slot A e Socket A sono compatibili elettricamente.Slot II e Socket 8 sono ancora un altra storia... ma di questo è meglio non parlare...
Chiudi i commenti