Il giorno di Apple Watch

Cupertino rilascia il suo smartwatch anche in Italia. Prezzi a partire da 419 euro e vasta scelta di colori e accessori

Roma – A due mesi dal lancio avvenuto Oltreoceano e in alcuni altri selezionati paesi in giro per il mondo, finalmente Apple ha iniziato ad allargare il numero di nazioni nelle quali vendere il proprio smartwatch: con prezzi a partire da 419 euro , Apple Watch non è esattamente il wearable da polso più economico sul mercato ma la speranza di Cupertino è, ovviamente, che l’integrazione profonda del device nel suo ecosistema faccia da traino alle vendite.

apple watch

Apple Watch nasce come complemento ad un iPhone (almeno la versione 5), e come tale non è pensato per funzionare autonomamente: può essere impiegato per consultare la posta, rispondere a messaggi di testo e chiamate, verificare le notifiche delle app o scorrere le mappe, ma sempre facendo riferimento a un melafonino in tasca o nelle immediate vicinanze . Ciò al contempo potrebbe essere un limite o un vantaggio: funzionare di concerto allo smartphone significa avere maggiori possibilità per quanto attiene la mole di informazioni che si possono consultare e salvare, ma impone una sorta di “tassa d’accesso” che costringe chi vuole un Apple Watch a dotarsi anche di iPhone e viceversa.

Ciò che è evidente, comunque, è che Apple non essendo arrivata per prima nel campo degli smartwatch ha preferito puntare sulla personalizzazione del device : per questo esistono tre diverse versioni dell’unità, dalla economica Sport fino alla lussuosa Edition, ciascuna delle quali può essere acquistata in due diverse misure (38 e 42 millimetri) e due diverse varianti di colore. Cambiando versione variano i materiali impiegati nella costruzione: alluminio e schermo Ion-X per Sport (l’equivalente di un Gorilla Glass, per intenderci), acciaio e zaffiro per il Watch, e infine oro 18 carati e di nuovo zaffiro per la Edition.

apple watch

Ancora si possono scegliere diverse colorazioni per la cassa: argento e grigio siderale per la Sport, stesse colorazioni per l’acciaio del Watch, oro giallo oppure oro rosa per la Edition. A questo si unisce una serie di cinturini di varia natura, dalla gomma alla pelle passando per il metallo, che modificano significativamente l’aspetto complessivo del prodotto e che possono comunque essere sostituiti ogni volta che lo si desideri. Scegliendo con cura la combinazione preferita si può ordinare per riceverlo direttamente a casa il proprio Apple Watch, con tempi di attesa che per ora variano da 1 giorno lavorativo a oltre due settimane per alcuni modelli .

Il prezzo e l’autonomia sono i due fattori che più di altri condizioneranno il successo del Watch: come detto la versione Sport è la più economica , con 419 euro per la variante 38mm con cinturino in gomma, mentre di euro ne occorrono almeno 669 se si desidera la cassa in acciaio del Watch intermedio. I prezzi salgono fino a oltre 11mila euro se si punta alla cassa in oro dell’Edition , un prodotto evidentemente riservato a pochi facoltosi clienti che non si porranno troppi problemi a pensare di ricaricare ogni sera il loro Apple Watch portandosi sempre dietro il caricabatterie quando sono in viaggio.

apple watch

Dal punto di vista tecnico Apple Watch è comunque un prodotto interessante: integra, come altri apparecchi wearable, un sistema di misurazione ottica del battito cardiaco, e vi unisce i vari sensori come accelerometro e giroscopio. In più dispone di uno schermo OLED con integrato Force touch e feedback aptico : come già visto sui MacBook, l’unità identifica il livello di pressione esercitato con le dita e restituisce una chiara risposta tramite vibrazione per confermare la ricezione. Manca in questa versione la connettività LTE vista già a bordo di dispositivi analoghi prodotti da altri marchi, o una fotocamera integrata che tuttavia non ha mai troppo convinto su altri smartwatch.

Luca Annunziata

apple watch

apple watch

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • silvan scrive:
    Moderazione.
    Si sta veramente esagerando, fra poco proibiranno il colore bianco perchè razzista. Cerchiamo di restare su un equilibrio mentale e non esagerare ne da una parte ne dall'altra.
  • Prune61 scrive:
    Se anche gli USA ...
    Se anche gli USA, paese dove finora la libertà di espressione è stata strenuamente difesa (a partire dalla Costituzione), arrivano a queste SCIOCCHEZZE CENSORIE TIPICAMENTE EUROPEE, andiamo verso il disastro intellettuale planetario.
    • prova123 scrive:
      Re: Se anche gli USA ...
      Sei sucuro? L'accendiamo ? :DQueste sono solo alcune ...http://www.tgcom24.mediaset.it/magazine/articoli/1101227/usa-le-leggi-assurde-in-vigore.shtmlhttp://www.corriere.it/foto-gallery/esteri/14_maggio_08/negli-usa-vietato-ecco-leggi-piu-assurde-states-2e9104b0-d698-11e3-b1c6-d3130b63f531.shtmlSecondo me negli USA sono messi molto peggio che in europa. Solo che l'europa il problema è che i francioti ed i germanioti amano scimmiottare gli usa.
      • Prune61 scrive:
        Re: Se anche gli USA ...
        - Scritto da: prova123
        Sei sucuro? L'accendiamo ? :D

        Queste sono solo alcune ...

        http://www.tgcom24.mediaset.it/magazine/articoli/1

        http://www.corriere.it/foto-gallery/esteri/14_magg

        Secondo me negli USA sono messi molto peggio che
        in europa. Solo che l'europa il problema è
        che i francioti ed i germanioti amano
        scimmiottare gli
        usa.Si, sono sicuro.Praticamente nessuna di quelle leggine assurde (statali, non federali) riguarda la libertà di espressione.Gli USA sono il paese dove è legittimo (o ERA legittimo? ...) perfino esprimere sentimenti razzisti, dove il Ku Klux Klan è legale e dove il sito di Stormfront è vivo e vegeto (mentre da noi gli ingenui italiani che senza precauzioni di anonimato ne curavano la sezione italiana sono in galera o giù di lì).Anche gli USA hanno avuto periodi oscuri (si veda il maccartismo) ma, piaccia o no, finora sono stati il paese dove si distingueva tra le IDEE (pressochè universalmente consentite) e i REATI (ovviamente puniti).Mettere una bandiera, che fa parte della storia americana e non si identifica con la schiavitu ma casomai con l'orgoglio degli Stati del Sud, tra le cose "infami e proibite" è idiota e controproducente, come tutte le azioni che pretendono di "educare" tappando la bocca alle idee (e, invece, per il motivo stesso di censurare, diseducano).
        • caratteri disponibil i scrive:
          Re: Se anche gli USA ...
          - Scritto da: Prune61
          - Scritto da: prova123

          Sei sucuro? L'accendiamo ? :D



          Queste sono solo alcune ...




          http://www.tgcom24.mediaset.it/magazine/articoli/1




          http://www.corriere.it/foto-gallery/esteri/14_magg



          Secondo me negli USA sono messi molto peggio che

          in europa. Solo che <s
          l'europa </s
          il problema
          è

          che i francioti ed i germanioti amano

          scimmiottare gli

          usa.

          Si, sono sicuro.
          Praticamente nessuna di quelle leggine assurde
          (statali, non federali) riguarda la libertà di
          espressione.
          Gli USA sono il paese dove è legittimo (o ERA
          legittimo? ...) perfino esprimere sentimenti
          razzisti, dove il Ku Klux Klan è legale e dove il
          sito di Stormfront è vivo e vegeto (mentre da noi
          gli ingenui italiani che senza precauzioni di
          anonimato ne curavano la sezione italiana sono in
          galera o giù di lì).Basta non essere gay insomma...
          Anche gli USA hanno avuto periodi oscuri (si veda
          il maccartismo) ma, piaccia o no, finora sono
          stati il paese dove si distingueva tra le IDEE
          (pressochè universalmente consentite) e i REATI
          (ovviamente puniti).Se sei nero SICURAMENTE puniti, anche nel caso fossi innocente.
          Mettere una bandiera, che fa parte della storia
          americana e non si identifica con la schiavitu ma
          casomai con l'orgoglio degli Stati del Sud, tra
          le cose "infami e proibite" è idiota e
          controproducente, come tutte le azioni che
          pretendono di "educare" tappando la bocca alle
          idee (e, invece, per il motivo stesso di
          censurare, diseducano).Ti serva da esempio, questa è la libertà statunitense che tu ammiri tanto.
  • anverone99 scrive:
    Mah...
    "la bandiera confederata, era quella degli Stati del Sud che durante la guerra civile americana combattevano contro quelli del Nord e per alcuni incarna ancora valori distorti come il razzismo intrinsecamente legato alle motivazioni schiaviste di quello scontro"Ma davvero qualcuno ancora crede che la guerra di secessione americana abbia avuto luogo per "motivazioni schiaviste"? Per liberare i neri dalla schiavitu'??? Anche quello, si' ma e' stata una guerra primariamente per motivazioni di ECONOMIA. In campo c'era pure l'inghilterra schierata a favore del Sud, ovviamente, dopo aver perso la guerra d'indipendenza americana e quindi un mercato immenso nel nuovo mondo) Il sud non era tutto schiavista e combatteva quella guerra contro il nord visto come un invasore che imponeva loro leggi e tasse a cui non volevano sottostare. Da parte sua il nord industriale non voleva (ne' poteva) concedere la secessione al sud rurale.
  • prova123 scrive:
    Ricordare
    permette di non fare gli stessi errori, almeno per i sistemi intelligenti ... :D
    • anverone99 scrive:
      Re: Ricordare
      - Scritto da: prova123
      permette di non fare gli stessi errori, almeno
      per i sistemi intelligenti ...
      :DE' storicamente provato che la storia insegna qualcosa solo a chi l'ha vissuta in prima persona. E non a tutti e non la stessa cosa.La generazione successiva gia' revisiona e giustifica. La terza e' convinta che avrebbe fatto le cose meglio. La quarta ci ricasca.Il tutto non necessariamente in questo ordine.
      • CCCP scrive:
        Re: Ricordare
        - Scritto da: anverone99
        - Scritto da: prova123

        permette di non fare gli stessi errori, almeno

        per i sistemi intelligenti ...

        :D

        E' storicamente provato che la storia insegna
        qualcosa solo a chi l'ha vissuta in prima
        persona. E non a tutti e non la stessa
        cosa.
        La generazione successiva gia' revisiona e
        giustifica. La terza e' convinta che avrebbe
        fatto le cose meglio. La quarta ci
        ricasca.
        Il tutto non necessariamente in questo ordine.Un ciclo siamo macellatiun ciclo siamo macellaiUn ciclo riempiamo gli arsenaliun ciclo riempiamo i granai
      • Il Reverendo scrive:
        Re: Ricordare
        Chapeau.- Scritto da: anverone99
        - Scritto da: prova123

        permette di non fare gli stessi errori, almeno

        per i sistemi intelligenti ...

        :D

        E' storicamente provato che la storia insegna
        qualcosa solo a chi l'ha vissuta in prima
        persona. E non a tutti e non la stessa
        cosa.
        La generazione successiva gia' revisiona e
        giustifica. La terza e' convinta che avrebbe
        fatto le cose meglio. La quarta ci
        ricasca.
        Il tutto non necessariamente in questo ordine.
  • bubba scrive:
    va oltre il tragicomico.....
    ormai internet (o meglio le aziende che ci lavorano sopra) sono cosi' assuefatte ad essere tormentate da azzeccagarbugli & mammepreoccupate di ogni genere e risma, che non passa giorno, ormai, senza vedere una qualche operazione di "autocensura"... pur di evitare qualche ditino puntato (sai magari ci sono le orde di socialdroni che ti fanno cattiva pubblicita'... o perdere $$ e tempo in tribunale... meglio chinarsi subito al bad wind... tanto poi passa... va bene anche implementare tecnologie autocensorie... ecc)ora tutti in coro... "sweeet home, alabama where the skies are so blue." :)
    • collione scrive:
      Re: va oltre il tragicomico.....
      ma mi chiedo: "perchè la bandiera confederata?"non credo le mamme fossero preoccupateforse sarà che il Texas ha reimpatriato 1 mld $ d'oro e minaccia la secessione? e con esso alcuni altri Stati del sud? sarà per questo che Obola si è offeso?
      • bradipao scrive:
        Re: va oltre il tragicomico.....
        - Scritto da: collione
        ma mi chiedo: "perchè la bandiera confederata?"
        non credo le mamme fossero preoccupateHo letto che la bandiera confederata viene spesso usata in contesti di razzismo (è una bandiera usata da chi lo promuove, intendo).Però più che vietare una bandiera storica, dovrebbe fare i conti con una società (quella americana) ancora profondamente razzista e con poco rispetto persino per i propri cittadini (si pensi all'assistenza sanitaria non garantita, roba da medioevo).
      • bubba scrive:
        Re: va oltre il tragicomico.....
        - Scritto da: collione
        ma mi chiedo: "perchè la bandiera confederata?"

        non credo le mamme fossero preoccupate

        forse sarà che il Texas ha reimpatriato 1 mld $
        d'oro e minaccia la secessione? e con esso alcuni
        altri Stati del sud? sarà per questo che Obola si
        è
        offeso?ma e' una specie di domanda retorica o che? la bandiera se la tirava dietro quel decerebrato che ha fatto una strage nella chiesa di charleston, azione dichiaratamente antinegri... quindi la bandiera dei confederati e' tornata al centro delle polemiche... visto che qualcuno negli stati del sud ricorda sempre i bei tempi dei campi di cotone, e i confederati guarda caso ne erano pieni...il texas, anche se fu tra i fondatori, mi sembra si sia abbastanza affrancato da quella roba (i bush pensano ad altro :P)... normalmente si citano infatti missisipi, alabama, sud carolina... (i quali magari si offendono perche e' come dire che i siculi son tutti mafiosi)Cmq, posto che dovrebbero effettivamente togliere le bandiere dai posti ISTITUZIONALI (e ci sono varie remore, ripicche e co in merito) e tenere la 'Stars and Stripes' 'che ormai il 1800 e' passato, a me la bandiera dei confederati piace :), e questa idiozia che di per se sia istigazione all'odio, e di ebay che improvvisamente la censura, per essere "piu' realista del re", e' patetico e imbarazzante. quindi viva i lynyrd skynyrd :P
    • Aziz Fharlock Jihad scrive:
      Re: va oltre il tragicomico.....
      - Scritto da: bubba
      ora tutti in coro... "sweeet home, alabama where
      the skies are so blue."
      :)oh toccatemi tutto ma non i lynyrd skynyrd
      • bubba scrive:
        Re: va oltre il tragicomico.....
        - Scritto da: Aziz Fharlock Jihad
        - Scritto da: bubba



        ora tutti in coro... "sweeet home, alabama
        where

        the skies are so blue."

        :)
        oh toccatemi tutto ma non i lynyrd skynyrdtempo al tempo.... oggi si legge dell' "autocensura" di Hazzard (il noto telefilm) da parte di TVLand (in usa).... causa bandiera sudista sul tetto del 'generale lee' (la Dodge guidata dal dinamico duo).....
  • Darwin scrive:
    Decisioni
    Prendono decisioni che non gli spettano inoltre sono americani che non conoscono la storia americana.Tu piattaforma informatica fai quello che devi fare e non ti intromettere, porta le questioni nelle sedi opportune, non mi interessa niente del tuo statuto interno se sei di interesse pubblico, nessuno ti ha dato il potere di decidere cosa è giusto e cosa sia sbagliato.
    • Comspec scrive:
      Re: Decisioni
      e noi x farci belli mandiamo ar gabbio lino banfi dandogli 10 anno x ogni volta che disse fr#ci#ne o ricchi#ne
  • BohBeh scrive:
    per la serie "damage control"
    oggi Apple ha fatto marcia indietro, sono tollerati i giochi dove la bandiera è usata in un contesto storico/educativo. meglio così, ma la figuraccia resta.
Chiudi i commenti