Il GSM è il neobusiness in Iraq

Assegnate tre attesissime licenze che aprono i giochi di un mercato che qualcuno ritiene potrà produrre enormi profitti. Frustrate le passioni CDMA di Rumsfeld


Baghdad (Iraq) – Si è risolto con un decreto del ministero delle Comunicazioni iracheno il problema delle licenze di telefonia mobile in Iraq. Non solo si è optato in modo definitivo per l’attivazione di servizi GSM ma si sono anche trovati tre operatori che incontrano i favori dell’amministrazione americana e le esigenze dell’imprenditoria araba, in particolare di quella kuwaitiana.

Le licenze sono state assegnate alla National Mobile Telecommunications (NMT) kuwaitiana, all’Orascom Telecommunications egiziana e ad un consorzio di imprese che fa capo alla MTC, anch’essa kuwaitiana. Le tre licenze GSM hanno garantito una spartizione del territorio pensata per impedire fin da subito qualsiasi conflitto di mercato, in una fase nella quale ciò è evidentemente sconsigliato. L’operatore egiziano lavorerà sostanzialmente alla realizzazione e alla gestione delle reti mobili dell’Iraq centrale, il consorzio MTC si occuperà del sud mentre Wataniya Telecom, altro nome della NMT, sarà coinvolta nell’area settentrionale del paese.

Al di là delle speranze dei tre operatori, che si troveranno a fornire un servizio che la maggior parte degli iracheni non potrà permettersi, a fomentare ottimismo è stata anche la scelta del GSM che ha prevalso sul CDMA all’americana. Il GSM è, d’altra parte, lo standard di tutti i paesi confinanti con l’Iraq.

Il CDMA, come si ricorderà, era stato invece proposto da numerosi esponenti americani, tra i quali il segretario alla Difesa Donald Rumsfeld, per garantire una più facile partecipazione degli operatori USA alla telefonia mobile irachena.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Gli USA...
    sono ormai diventati la nazione più ridicola del pianeta
  • Anonimo scrive:
    WIN2003 PIU' SICURO?...
    ... nooooo, ma sbattendo in galera chilo crakka cerrrrto che e' piu' sicuro.I love (win) .... oddio devo andare in bagno a vomitare......
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè si può ancora navigare inU.S.A
    .........non lo sapevo!Pensavo che fosse reato!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    mano pesante?
    ma perche' prima ci andavano leggeri? che fanno adesso gli stuprano la madre e gli scorticano vivo il padre?
  • Anonimo scrive:
    Blackout
    "100 per cento in più per i cracker che accedono a computer governativi o militari oppure a reti che abbiano a che fare con il sistema di telecomunicazione nazionale americano o quello di distribuzione dell'energia elettrica"allora il blackout americano è stato causato da crackers,ma non lo ammettono, però aumentano le pene ...Chissà se il nostro blackout è stato causato dasistemi (win) ? qualche porta netbios aperta ...
  • Anonimo scrive:
    GuantanamO!!
    Mandiamoli tutti a GuantanamO, ..........
  • Teo_ scrive:
    Puniti in base a quanti soldi ci sono?
    i cracker che accederanno ad account bancari saranno puniti a seconda di quanti soldi si trovano depositati su quei conti, anche se neppure un dollaro è stato sottratto. Se invece i soldi, o una parte, vengono rubati allora la sentenza potrà essere più pesante di un ulteriore 50 per cento Daccordo per la pena più grave in base a quanti soldi vengono sottratti, ma il resto non è discriminante?Aggià, si parla di USA :
    • Anonimo scrive:
      Re: Puniti in base a quanti soldi ci sono?
      Sacrosanto, l'attuale amministrazione USA fa di tutto per tutelare i ricconi e molto poco per i poveracci....Basta pensare che la guerra attuale è stata finanziata con i fondo originariamente destinati alla sanità e alla scuola pubblica.
  • Anonimo scrive:
    quando li prendono piangono come bambini
    da questa frase:"Di interesse notare che secondo Kevin Mitnick, oggi consulente di sicurezza informatica e un tempo celeberrimo hacker, l'aggravio delle pene non muterà sostanzialmente i comportamenti dei cracker."sembrerebbe che ai pirati (cracker, hacker e compagnia) non importi passare qualche anno in più di galera....Sembrerebbe il contrario vedendo le loro reazioni quando li prendono: piangono come bambini, dicono che non sapevano ciò che facevano e altre amenità del genere....Sembrano pecorelle smarrite.A proposito...si lo so, cracker e hacher non sono la stessa cosa...:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: quando li prendono piangono come bam

      Sembrerebbe il contrario vedendo le loro
      reazioni quando li prendono: piangono come
      bambini, dicono che non sapevano ciò che
      facevano e altre amenità del
      genere....Sembrano pecorelle smarrite.se ti penti sembra che ti concedono sconti quindicome venderti l'anima comunque
    • Anonimo scrive:
      Re: quando li prendono piangono come bambini
      -
      A proposito...si lo so, cracker e hacher non
      sono la stessa cosa...:-)poi ci sono anche gli hacker, ma quella è una razza apparte :-)
  • Anonimo scrive:
    Sempre più Ameri..cani
    ...gia
  • Anonimo scrive:
    creker disorganizzati
    immaginate che succede se tutti cominciano a combattere il sistema quindi
    • Anonimo scrive:
      Re: creker disorganizzati
      - Scritto da: Anonimo
      immaginate che succede se tutti cominciano a
      combattere il sistema quindiin effetti è pur sempre lecito sognare... :|
Chiudi i commenti