Il letto automatico

Si rifà da solo, per una camera sempre ordinata, senza fatica

Rifare il letto è davvero un’operazione poco entusiasmante e che a volte porta via del tempo prezioso, che magari potrebbe essere dedicato ad una bella tazzina di caffè. Proprio per accontentare tutti coloro che avvertono come incombenza l’obbligo di riordinare il letto, l’azienda d’arredamento spagnola OHEA ha inventato Smart Bed, il letto automatico, capace cioè di rassettarsi all’istante in autonomia e in meno di 50 secondi.

Smart Bed

Se dall’esterno il giaciglio assomiglia a tutti quelli presenti nelle stanze di tutto il mondo, all’interno il letto nasconde tutta la tecnologia che lo rende così intelligente.
Infatti, non appena si avvia il rifacimento automatico, sulle sponde in legno del letto si apre uno scomparto da cui fuoriescono due piccoli bracci meccanici che con i loro rulli riportano il piumino e le lenzuola fino alla testata del letto, cercando di “stirare” le pieghe notturne.
Allo stesso tempo, i cuscini vengono sollevati da due bracci meccanici integrati nella testata del letto e vengono raddrizzati attraverso alcune corde legate alle federe.
Quando le lenzuola sono sistemate, il braccio meccanico sparisce nuovamente nel laterale del letto, mentre i cuscini vengono riabbassati per occupare la loro posizione tradizionale.

Smart Bed, inoltre, integra un sistema di sicurezza, per evitare che i meccanismi si attivino mentre c’è qualcuno sul letto. Infatti, il sistema presenta due pulsanti, uno per l’attivazione manuale e l’altro per l’attivazione automatica. Quando è selezionata la modalità auto, i sensori integrati nel letto sono in grado di rilevare la presenza di un corpo su di esso. Qualora il giaciglio non rilevasse nessun ospite, dopo circa tre secondi attiverebbe la procedura di riordino delle lenzuola.

L’oggetto è sicuramente futuristico e, perché no, anche molto comodo. In realtà, la dimostrazione viene svolta con un piumino leggero e non con le pesanti coperte con cui ci si copre durante l’inverno. Bisognerebbe quindi vedere lo Smart Bed in azione anche in presenza di un piumone o di più coperte per capire come si comporta e per valutarne l’effettiva applicabilità negli ambienti casalinghi.

(via Dvice )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabrizio scrive:
    Spyware
    Ciao,il programma viene riconosciuto come spyware da trendmicro ...anche a qualcun altro ?CiaoFabrizio
  • Gianni de Angelis scrive:
    Una piccola, grande idea...
    E visto che è gratuito e visto che in fondo costerebbe poco stampare / serigrafare questo crittogramma su tutti i prodotti venduti in Italia e, perché no, in Europa... allora inseriama nei crittogrammi le informazioni per il riciclo del materiale e così a questo punto avremmo risolto il problema della raccolta differenziata: da una parte l'umido e dall'altra tutto il resto ! Un sistema automatico può leggere i crittogrammi e dividere i rifiuti !I vantaggi sono semplicemente mostruosi: aumenterebbe notevolemente la percentuale dei prodotti riciclati e diminuirebbero tutti quegli orribili cassonetti sparsi per le nostre strade !
    • panda rossa scrive:
      Re: Una piccola, grande idea...
      - Scritto da: Gianni de Angelis
      E visto che è gratuito e visto che in fondo
      costerebbe poco stampare / serigrafare questo
      crittogramma su tutti i prodotti venduti in
      Italia e, perché no, in Europa... allora
      inseriama nei crittogrammi le informazioni per il
      riciclo del materiale e così a questo punto
      avremmo risolto il problema della raccolta
      differenziata: da una parte l'umido e dall'altra
      tutto il resto ! Un sistema automatico può
      leggere i crittogrammi e dividere i rifiuti
      !
      I vantaggi sono semplicemente mostruosi:
      aumenterebbe notevolemente la percentuale dei
      prodotti riciclati e diminuirebbero tutti quegli
      orribili cassonetti sparsi per le nostre strade
      !Ma ci sei o ci fai?Secondo te e' possibile che in italia si possa fare una qualunque cosa a costo quasi zero?Ti pare che l'assessore di competenza, quando gli dai il suo 10% di zero e' contento?In italia ci vuole il sistri: milioni buttati, mangiati a piu' non posso, e poi chissenefrega se il sistema non parte, tanto ormai chi ha mangiato, ha mangiato.Anzi, se non parte e' meglio cosi' chi scarica gli inquinanti nelle zone protette continua a farlo e buonanotte.
  • panda rossa scrive:
    phishing da manifesto pubblicitario
    I QR avranno vita breve.Ho gia' notato piu' di un manifesto pubblicitario con un bell'adesivo che ricopre il QRcode con un altro QRcode.Uno ci punta lo smartphone e zac, finisce sul sito di phishing.
    • francesco scrive:
      Re: phishing da manifesto pubblicitario
      Azz, a questo non avevo ancora pensato...E' proprio vero che c'è gente che studia per come inc***rti!!
Chiudi i commenti