Il Linux Driver Project muove i primi passi

L'iniziativa lanciata lo scorso febbraio con l'intento di ampliare la disponibilità di driver per Linux ha già visto l'adesione di una dozzina di aziende e di decine di programmatori volontari. Barra a dritta

Roma – Lo scorso febbraio un gruppo di sviluppatori del kernel di Linux propose ai produttori di hardware di sviluppare gratuitamente i driver per Linux in cambio dell’accesso alle specifiche dei loro dispositivi. All’epoca l’iniziativa venne vista soprattutto come una provocazione, ma a quanto pare sta dando i suoi primi frutti.

In un articolo apparso su LinuxWorld.com.au , Greg Kroah-Hartman, portavoce del Linux Driver Project ( LDP ), spiega che sono già una dozzina le aziende che hanno aderito all’iniziativa , e cinque driver sono già in fase di sviluppo.

A dar man forte al progetto si sarebbero già offerti in 80 , “e fatto inusuale per un progetto open source – ha commentato Kroah-Hartman – non tutti sono sviluppatori”: ad esempio, alcuni volontari sono project manager.

Sebbene il sito linuxdriverproject.org manchi ancora di una home page, i visitatori vengono rediretti ad un wiki dove possono tenersi informati sugli sviluppi dell’iniziativa, fornire suggerimenti o proporre la propria collaborazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Anche Linux Torvalds la attacca
    Anche Linux ha fatto delle considerazioni simili.googlare per credere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche Linux Torvalds la attacca
      - Scritto da:
      Anche Linux ha fatto delle considerazioni simili.

      googlare per credere.Vero e' sempre stato contrario in misura piu' o meno importante.Il fatto e' che la GPLv2 deve essere adattata a quello che l'opensource e' oggi,con le problematiche di oggi.Ci sono troppe ambiguita' che lasciano spazio a potenziali azioni legali.Ci vuole piu' sicurezza per che sviluppa.
  • Anonimo scrive:
    Ma l'avete vista l'om paig di microstron
    :D :D :D :DMa con tutti i soldi che ha come fa a essere così cesso?[img]http://i.microsoft.com/global/655b428f-8597-4bdc-8ff0-6e1ea48df4b1.jpg[/img]
  • Anonimo scrive:
    Altre rivoluzionarie scoperte MS!
    Un sondaggio su un campione significativo ha evidenziato un'insospettabile verità:I tacchini ODIANO il Natale! :o :o :o :p
  • Anonimo scrive:
    Che valore potrà mai avere...
    ...una relazione Commissionata da chi vuole scriditare qualcosa?E che dire del fatto che solo il 10% dei casi studiati ha dato la risposta che il COmmittente voleva??Ma come può un giornalista dare peso a risultati del genere e accettare le conclusioni della ricerca?
  • Anonimo scrive:
    Lo studio è corretto...
    ...quindi se la M$ dice che GPL3 è male vuol dire che FSF sta andando nella giusta strada !Comunque non vedo dove sta il problema: gli sviluppatori che non la condividono semplicemente useranno la versione 2.Marco Ravich
  • Anonimo scrive:
    Microsoft in caduta libera
    Sul desktop Linux sta almeno al 16% contro l'8% di Mac e l'1% di BSD e altri.Windows sta al 75% in caduta libera.Questi sono dati parzialmente ufficiali.Perché se sono certi l'8% di Mac e l'8% di Linux venduti in confezioni commerciali e installazioni più o meno tracciabili come quelle di Fedora, Mandriva, Suse, che informano i server centrali d'essere state installate, ci sono un altrettanto 8% del tutto ipotetico perché potrebbe essere parecchio più grande, di Linux fuori controllo perché scaricati e installati in vari modi senza passare da una statistica o avere modo di essere tracciati.Quindi il 75% per Windows è ottimistico.Il sospetto che Windows stia perdendo parecchio è certificato dalle stesse azioni di Micro$oft che sta spendendo parecchio in propaganda, azioni finanziarie e anche politiche al limite della legalità, e in tutto questo FUD odierno venendo allo scoperto senza più nascondersi dietro aziende come SCO.M$ ha paura ed è in caduta libera soprattutto per quanto riguarda la popolarità.Il sospetto è che Micro$oft abbia statistiche interessanti per noi e molto meno per lei sulle percentuali di Linux in dual-boot. Statistiche che sicuramente M$ fa attraverso gli spyware o diciamo i tool di controllo degli aggiornamenti come Win Update e WGA. Che certamente controllano l'MBA e i record di boot e mandano a M$ informazioni su cosa c'è installato in un PC insieme a Windows.Quella delle installazioni in dual-boot è una statistica che finisce per sovrapporsi. Perché per fare un esempio se di questo 16% di diffusione di Linux ce ne fosse un 10% in dual-boot con Windows si può benissimo dire che Windows abbia l'85% del mercato contemporaneamente a quel 10% di Linux.Chi può dire però di questi dual-boot quanto l'utente usi Windows e quanto usi Linux?Certamente Micro$oft può guardare a qualche log di boot...Benché io abbia un dual boot Linux più Windows XP/2000 su alcuni miei computer, Windows non lo uso quasi mai, giusto solo per quei due software che non hanno una versione per Linux.Io dovrei essere considerato un utilizzatore di Windows o di Linux?
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft in caduta libera
      - Scritto da:
      Sul desktop Linux sta almeno al 16% contro l'8%
      di Mac e l'1% di BSD e
      altri.

      Windows sta al 75% in caduta libera.

      Questi sono dati parzialmente ufficiali.guarda che rappresentare un mondo diverso da quello che è non sempre aiuta a raggiungere lo scopo, spesso da l'effetto contrarioti posso garantire che linux in realtà sta in media a circa lo 0.4% sui desktop, per il resto puoi pure continuare a sognare, mac sta al 3% e ms a circa il 92%, in costante crescitase vuoi ti porto tutte le fonti che vuoi, ma siccome sono molto facili da reperire, ti invito a imparare a usare googlehttp://www.google.com
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft in caduta libera
        - Scritto da:
        ti posso garantire che linux in realtà sta in
        media a circa lo 0.4% sui desktop, per il resto
        puoi pure continuare a sognare, mac sta al 3% e
        ms a circa il 92%, in costante
        crescitaFonte ? Link ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft in caduta libera
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Sul desktop Linux sta almeno al 16% contro l'8%

        di Mac e l'1% di BSD e

        altri.



        Windows sta al 75% in caduta libera.



        Questi sono dati parzialmente ufficiali.

        guarda che rappresentare un mondo diverso da
        quello che è non sempre aiuta a raggiungere lo
        scopo, spesso da l'effetto
        contrario

        ti posso garantire che linux in realtà sta in
        media a circa lo 0.4% sui desktop, per il resto
        puoi pure continuare a sognare, mac sta al 3% e
        ms a circa il 92%, in costante
        crescita

        se vuoi ti porto tutte le fonti che vuoi, ma
        siccome sono molto facili da reperire, ti invito
        a imparare a usare
        google

        http://www.google.comMa perche' non prendete le vostre fonti sicure e le fate conoscere ? Poi vedono cugggino contro cugggino chi ha piu' G, valutano, e tornate a darci una risposta definitiva...
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft in caduta libera
        Linux come il Mac all'8% sono fonti ufficiali riportate anche dal TG Neapolis e TG Leonardo su RaiTre, non sono mie invenzioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft in caduta libera
          - Scritto da:
          Linux come il Mac all'8% sono fonti ufficiali
          riportate anche dal TG Neapolis e TG Leonardo su
          RaiTre, non sono mie invenzioni.Ha, ok, sono invenzioni di Neapolis e Leonardo (rotfl) pero' potevi dirlo subito invece di fare tanto il misterioso...
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft in caduta libera
            - Scritto da:
            Ha, ok, sono invenzioni di Neapolis e Leonardo
            (rotfl) pero' potevi dirlo subito invece di fare
            tanto il misterioso...Sai cosa è strano della televisione italiana, che sono pronti a vendersi anche loro al maggior offerente e al denaro delle aziende che fanno la fila per pagare ed avere il miglior servizio a loro favore.Dare una notizia del genere con un 8% ad un sistema operativo che non ha padroni a pagare per quella notizia dovrebbe farvi riflettere.E non si è nominata IBM o Oracle nelle notizie di cui si parlava nei rotocalchi, ma la pubblica amministrazione di Bolzano in una e l'iniziativa della Dell di vendere Linux nell'altra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft in caduta libera
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Ha, ok, sono invenzioni di Neapolis e Leonardo

            (rotfl) pero' potevi dirlo subito invece di fare

            tanto il misterioso...

            Sai cosa è strano della televisione italiana, che
            sono pronti a vendersi anche loro al maggior
            offerente e al denaro delle aziende che fanno la
            fila per pagare ed avere il miglior servizio a
            loro
            favore.

            Dare una notizia del genere con un 8% ad un
            sistema operativo che non ha padroni a pagare per
            quella notizia dovrebbe farvi
            riflettere.

            E non si è nominata IBM o Oracle nelle notizie di
            cui si parlava nei rotocalchi, ma la pubblica
            amministrazione di Bolzano in una e l'iniziativa
            della Dell di vendere Linux
            nell'altra."Linux non ha badroni" ... ma per favore ! Ma che pena che siete, fanatici di Linux e con il cervello impostato a sinistra, tutta politica e concretezza zero. Linux esiste perchè fa comodo ad alcune multinazionali, prima fra tutte la Microsoft. Punto. Come le Coop di padroni non ne ha uno solo ma molti, tanti baronetti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft in caduta libera
            - Scritto da:
            Linux esiste perchè fa comodo ad alcune
            multinazionali, prima fra tutte la Microsoft.1) Linux non è stato creato dalle multinazionali2) Linux esisteva prima dell'interesse delle multinazionali3) Nessuna multinazionale potrà evitare che Linux esisti4) Microsoft cerca in tutti i modi di screditare e schiacciare Linux5) (troll2)
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft in caduta libera
            - Scritto da:
            Linux è nato per il volere di Bill Gates che
            doveva eliminare la concorrenza Unix sui server e
            OS/2 sul desktop.Non "per volere", ma l'ha scritto tutto lui, Linux. In una notte che si annoiava a nuotare nel suo denaro come Zio Paperone.
            Torvalds è un pupazzo di Gates,
            un servo ben pagato che ha creato il mito.E' suo cugino, cresciuto nella tundra finlandese, nutrito a carne fresca di caribù e troll.
            ed
            in seguito è diventato sistema di speculazione
            fra multinazionali per creare fatturato losco,Linux era di proprietà della Parmalat.Se n'è disfata poco prima del tracollo, vendendo i sorgenti alla CIA al fine di destabilizzare il governo iraniano e nord-coreano.
            offrendo qualità scadente come mai prima nel
            mondo Unix e spacciandola per superiore--di fatto
            tornando indietro di 20 anni come tecnologia
            software.Qui ti sbagli: Sono 55 anni, e cioè da quando l'UFO che trasportava la versione 0.9 del Kernel di Linux si e' schiantato a RooseveltAh, l'UFO lo guidava Ballmer, che in realtà è Chewbacca depilato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft in caduta libera
            Ma ci hai mai pensato a mettere su uno di quei siti complottisti, tipo quelli dove si dice che le banconote dei dollari sono profetiche perché nel disegno mostrano il crollo delle torri gemelle?Sarebbe molto visitati dagli altri winari...
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft in caduta libera
          - Scritto da:
          Linux come il Mac all'8% sono fonti ufficiali
          riportate anche dal TG Neapolis e TG Leonardo su
          RaiTre, non sono mie
          invenzioni.Ah, se lo dice TeleKabul allora è la verità scesa in terra, eh !
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft in caduta libera
      Linux al 16% ??? Ma dove ? Vorrai dire lo 0.16% magari... !- Scritto da:
      Sul desktop Linux sta almeno al 16% contro l'8%
      di Mac e l'1% di BSD e
      altri.

      Windows sta al 75% in caduta libera.

      Questi sono dati parzialmente ufficiali.

      Perché se sono certi l'8% di Mac e l'8% di Linux
      venduti in confezioni commerciali e installazioni
      più o meno tracciabili come quelle di Fedora,
      Mandriva, Suse, che informano i server centrali
      d'essere state installate, ci sono un altrettanto
      8% del tutto ipotetico perché potrebbe essere
      parecchio più grande, di Linux fuori controllo
      perché scaricati e installati in vari modi senza
      passare da una statistica o avere modo di essere
      tracciati.

      Quindi il 75% per Windows è ottimistico.
      Il sospetto che Windows stia perdendo parecchio è
      certificato dalle stesse azioni di Micro$oft che
      sta spendendo parecchio in propaganda, azioni
      finanziarie e anche politiche al limite della
      legalità, e in tutto questo FUD odierno venendo
      allo scoperto senza più nascondersi dietro
      aziende come
      SCO.

      M$ ha paura ed è in caduta libera soprattutto per
      quanto riguarda la
      popolarità.

      Il sospetto è che Micro$oft abbia statistiche
      interessanti per noi e molto meno per lei sulle
      percentuali di Linux in dual-boot. Statistiche
      che sicuramente M$ fa attraverso gli spyware o
      diciamo i tool di controllo degli aggiornamenti
      come Win Update e WGA. Che certamente controllano
      l'MBA e i record di boot e mandano a M$
      informazioni su cosa c'è installato in un PC
      insieme a
      Windows.

      Quella delle installazioni in dual-boot è una
      statistica che finisce per sovrapporsi. Perché
      per fare un esempio se di questo 16% di
      diffusione di Linux ce ne fosse un 10% in
      dual-boot con Windows si può benissimo dire che
      Windows abbia l'85% del mercato
      contemporaneamente a quel 10% di
      Linux.

      Chi può dire però di questi dual-boot quanto
      l'utente usi Windows e quanto usi
      Linux?
      Certamente Micro$oft può guardare a qualche log
      di
      boot...

      Benché io abbia un dual boot Linux più Windows
      XP/2000 su alcuni miei computer, Windows non lo
      uso quasi mai, giusto solo per quei due software
      che non hanno una versione per
      Linux.
      Io dovrei essere considerato un utilizzatore di
      Windows o di
      Linux?
  • Anonimo scrive:
    MacCormack fuoriclasse dell'aria fritta
    Questo Alan MacCormack e' un vero fuoriclasse nella produzione di aria fritta, e' forse questa la materia che insegna ad Harvard ?33 pagine di rapporto basato sulle risposte di 34 persone e' un vero fenomeno.Se lo tengano ben stretto ad Harvard
    • Anonimo scrive:
      Re: MacCormack fuoriclasse dell'aria fri
      - Scritto da:
      33 pagine di rapporto basato sulle risposte di 34
      persone e' un vero
      fenomeno.Se poi pensi che di queste 34 una buona fetta non usa neppure la licenza GPL, bensì BSD (E si sa che tra i due non c'è amore :)) ...
    • Anonimo scrive:
      Re: MacCormack fuoriclasse dell'aria fri
      Get the facts -
      Get the smoke for idiots
  • Anonimo scrive:
    microsoft passibile di denuncia da FSF
    sembra che da un po' microsoft stia vendendo buona parte dei tools GNU (per permettere la connessione tra unix e i suoi sistemi) senza più fornire i sorgenti e sembra che se non si adegurà in fretta si beccherà una denuncia.Notare che è da una decina d'anni se non di più che microsoft vende tali tools (gcc, gdm, make, ...) ma prima i sorgenti c'erano.
    • Anonimo scrive:
      Re: microsoft passibile di denuncia da F
      - Scritto da:
      sembra che da un po' microsoft stia vendendo
      buona parte dei tools GNU (per permettere la
      connessione tra unix e i suoi sistemi) senza più
      fornire i sorgenti e sembra che se non si adegurà
      in fretta si beccherà una
      denuncia.

      Notare che è da una decina d'anni se non di più
      che microsoft vende tali tools (gcc, gdm, make,
      ...) ma prima i sorgenti
      c'erano.vende cosa?portami le prove di ciò che hai detto oppure rischi di finire davanti a un giudice
      • Anonimo scrive:
        Re: microsoft passibile di denuncia da F
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        sembra che da un po' microsoft stia vendendo

        buona parte dei tools GNU (per permettere la

        connessione tra unix e i suoi sistemi) senza più

        fornire i sorgenti e sembra che se non si
        adegurà

        in fretta si beccherà una

        denuncia.



        Notare che è da una decina d'anni se non di più

        che microsoft vende tali tools (gcc, gdm, make,

        ...) ma prima i sorgenti

        c'erano.

        vende cosa?

        portami le prove di ciò che hai detto oppure
        rischi di finire davanti a un
        giudicehttp://www.microsoft.com/windowsserver2003/R2/unixcomponents/webinstall.mspx
        • Anonimo scrive:
          Re: microsoft passibile di denuncia da F
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          sembra che da un po' microsoft stia vendendo


          buona parte dei tools GNU (per permettere la


          connessione tra unix e i suoi sistemi) senza
          più


          fornire i sorgenti e sembra che se non si

          adegurà


          in fretta si beccherà una


          denuncia.





          Notare che è da una decina d'anni se non di
          più


          che microsoft vende tali tools (gcc, gdm,
          make,


          ...) ma prima i sorgenti


          c'erano.



          vende cosa?



          portami le prove di ciò che hai detto oppure

          rischi di finire davanti a un

          giudice

          http://www.microsoft.com/windowsserver2003/R2/unixSono un altro e... beh... mi scoccia alquanto difendere Microsoft ma i tool di cui parli non li vende ma sono liberamente scaricabili (in effetti anni fa li vendeva), comunque la GPL ne permetterebbe pure la vendita, quello che richiede è che vengano resi disponibili, magari anche solo a richiesta, i sorgenti, che però sono direttamente inclusi nell'archivio scaricato da internet. A prima vista mi sembra che non ci sia alcuna violazione di copyright.
          • Anonimo scrive:
            Re: microsoft passibile di denuncia da F
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            sembra che da un po' microsoft stia vendendo



            buona parte dei tools GNU (per permettere la



            connessione tra unix e i suoi sistemi) senza

            più



            fornire i sorgenti e sembra che se non si


            adegurà



            in fretta si beccherà una



            denuncia.







            Notare che è da una decina d'anni se non di

            più



            che microsoft vende tali tools (gcc, gdm,

            make,



            ...) ma prima i sorgenti



            c'erano.





            vende cosa?





            portami le prove di ciò che hai detto oppure


            rischi di finire davanti a un


            giudice




            http://www.microsoft.com/windowsserver2003/R2/unix

            Sono un altro e... beh... mi scoccia alquanto
            difendere Microsoft ma i tool di cui parli non li
            vende ma sono liberamente scaricabili (in effetti
            anni fa li vendeva), comunque la GPL ne
            permetterebbe pure la vendita, quello che
            richiede è che vengano resi disponibili, magari
            anche solo a richiesta, i sorgenti, che però sono
            direttamente inclusi nell'archivio scaricato da
            internet. A prima vista mi sembra che non ci sia
            alcuna violazione di
            copyright.Si i sorgenti devono essere resi disponibili insieme la pacchetto.Solo in licenze come la CDDL deve essere semplicemente documentata la reperibilita' dei sorgenti.Cosi' almeno,si interpreta la GPL.
          • Anonimo scrive:
            Re: microsoft passibile di denuncia da F
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            sembra che da un po' microsoft stia
            vendendo




            buona parte dei tools GNU (per permettere
            la




            connessione tra unix e i suoi sistemi)
            senza


            più




            fornire i sorgenti e sembra che se non si



            adegurà




            in fretta si beccherà una




            denuncia.









            Notare che è da una decina d'anni se non
            di


            più




            che microsoft vende tali tools (gcc, gdm,


            make,




            ...) ma prima i sorgenti




            c'erano.







            vende cosa?







            portami le prove di ciò che hai detto oppure



            rischi di finire davanti a un



            giudice








            http://www.microsoft.com/windowsserver2003/R2/unix



            Sono un altro e... beh... mi scoccia alquanto

            difendere Microsoft ma i tool di cui parli non
            li

            vende ma sono liberamente scaricabili (in
            effetti

            anni fa li vendeva), comunque la GPL ne

            permetterebbe pure la vendita, quello che

            richiede è che vengano resi disponibili, magari

            anche solo a richiesta, i sorgenti, che però
            sono

            direttamente inclusi nell'archivio scaricato da

            internet. A prima vista mi sembra che non ci sia

            alcuna violazione di

            copyright.

            Si i sorgenti devono essere resi disponibili
            insieme la pacchetto.Solo in licenze come la CDDL
            deve essere semplicemente documentata la
            reperibilita' dei sorgenti.Cosi' almeno,si
            interpreta la
            GPL.I want to distribute binaries via physical media without accompanying sources. Can I provide source code by FTP instead of by mail order?You're supposed to provide the source code by mail-order on a physical medium, if someone orders it. You are welcome to offer people a way to copy the corresponding source code by FTP, in addition to the mail-order option, but FTP access to the source is not sufficient to satisfy section 3 of the GPL. When a user orders the source, you have to make sure to get the source to that user. If a particular user can conveniently get the source from you by anonymous FTP, fine--that does the job. But not every user can do such a download. The rest of the users are just as entitled to get the source code from you, which means you must be prepared to send it to them by post.If the FTP access is convenient enough, perhaps no one will choose to mail-order a copy. If so, you will never have to ship one. But you cannot assume that.Of course, it's easiest to just send the source with the binary in the first place. If you distribute binaries via FTP, you should distribute source via FTP.------La risposta è quindi: dipende come distribuisci il file binario
          • Anonimo scrive:
            Re: microsoft passibile di denuncia da F
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            sembra che da un po' microsoft stia
            vendendo




            buona parte dei tools GNU (per permettere
            la




            connessione tra unix e i suoi sistemi)
            senza


            più




            fornire i sorgenti e sembra che se non si



            adegurà




            in fretta si beccherà una




            denuncia.









            Notare che è da una decina d'anni se non
            di


            più




            che microsoft vende tali tools (gcc, gdm,


            make,




            ...) ma prima i sorgenti




            c'erano.







            vende cosa?







            portami le prove di ciò che hai detto oppure



            rischi di finire davanti a un



            giudice








            http://www.microsoft.com/windowsserver2003/R2/unix



            Sono un altro e... beh... mi scoccia alquanto

            difendere Microsoft ma i tool di cui parli non
            li

            vende ma sono liberamente scaricabili (in
            effetti

            anni fa li vendeva), comunque la GPL ne

            permetterebbe pure la vendita, quello che

            richiede è che vengano resi disponibili, magari

            anche solo a richiesta, i sorgenti, che però
            sono

            direttamente inclusi nell'archivio scaricato da

            internet. A prima vista mi sembra che non ci sia

            alcuna violazione di

            copyright.

            Si i sorgenti devono essere resi disponibili
            insieme la pacchetto.Solo in licenze come la CDDL
            deve essere semplicemente documentata la
            reperibilita' dei sorgenti.Cosi' almeno,si
            interpreta la
            GPL.No. Se i sorgenti sono disponibili insieme al binario il problema è risolto alla radice, altrimenti basta che chi distribuisca il binario renda disponibile a richiesta di chi ha ottenuto in qualunque modo il binario (non è necessario a tutti...) il relativo sorgente, oppure che dia indicazioni dove reperirlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: microsoft passibile di denuncia da F
      - Scritto da:
      sembra che da un po' microsoft stia vendendo
      buona parte dei tools GNU (per permettere la
      connessione tra unix e i suoi sistemi) senza più
      fornire i sorgenti e sembra che se non si adegurà
      in fretta si beccherà una
      denuncia.

      Notare che è da una decina d'anni se non di più
      che microsoft vende tali tools (gcc, gdm, make,
      ...) ma prima i sorgenti
      c'erano.Quindi? Glieli hai chiesti e hanno rifiutato di darteli?
  • Anonimo scrive:
    M$: un gigante dai piedi di argilla !
    Basta indebolire un solo anello a l'intera catena del monopolio che strangola gli utenti si frantuma. Ecco perchè devono eliminare in anticipo ogni possibile avversario, con le buone o con le cattive (ad esempio screditandolo e mettendolo in cattiva luce).Ancora non si capisce perche' mezzo mondo deve essere OBBLIGATO ad acquistare windoz su un pc ...Se ci fosse libertà di scelta capirei, ma così è giocare sporco !
  • Anonimo scrive:
    carino il blog .. in inglese!
    La notizia:http://blogs.zdnet.com/microsoft/?p=462ma v'immaginate su un giornale come repubblica o il corriere un inserto con il rimando ad un riquadro in inglese? con in più il fatto che se critichi questo atteggiamento ti prendono per ignorante? e dico direttamente dalla redazione.certo, pi non lo paghi, quindi devi sottastare a certe umiliazioni, è la legge del "mercato".ma si, pi non è un giornale importante, può anche permettersi di sfottere la propria, e dei suoi lettori, nazionalità. chi se ne frega? se usi un computer DEVI sapere l'inglese altrimenti sei un paria, vero? PI?lo so bene che è difficile mettere un collegamento in italiano ad un articolo, lo farebbe sembrare troppo originale, ma che cazzo, è un quotidiano italiano oppure no? cambiategli nome allora!
    • Anonimo scrive:
      Re: carino il blog .. in inglese!
      - Scritto da:
      se usi un
      computer DEVI sapere l'inglese altrimenti sei
      un paria, vero?Se non sai l'inglese al giorno d'oggi sei un paria in qualsiasi campo, a parte forse quello del lavacessi. @^
    • Anonimo scrive:
      Re: carino il blog .. in inglese!
      P.I. è un sito di news, una news è una "ultima notizia" su quanto accade nel mondo dell'informatica a livello globale.Aspettare una traduzione in italiano di quel riferimento sarebbe significato o farsela da soli o dover dare questa notizia tra mesi se non addirittura mai...Impara l'inglese piuttosto...Se non altro saprai cosa accade nel mondo in anticipo.
    • Anonimo scrive:
      Re: carino il blog .. in inglese!
      - Scritto da:
      se usi un
      computer DEVI sapere l'inglese altrimenti sei un
      paria, vero?Vero.
      • Anonimo scrive:
        Re: carino il blog .. in inglese!

        - Scritto da:

        se usi un

        computer DEVI sapere l'inglese altrimenti sei un

        paria, vero?I tempi che "ROMA" era il centro del mondo , sono passati da un pezzo, e l'italia delle colonie aveva giá fallito allora, non credi che sia ora che ti modernizzi un pochino?
  • Anonimo scrive:
    Calunniate, calunniate:
    ...Qualcosa resterà.Zu' Giulio
  • Anonimo scrive:
    Microsoft ha fallito
    Hanno visto i risultati disastrosi delle vendite di Vista e ormai se la fanno nei pantaloni. :'(Winari sul viale del tramondo. (anonimo)
  • Wakko Warner scrive:
    Gentile Microsoft Corporation
    Ho letto con attenzione lo studio da Voi finanziato.Tuttavia, in quanto sviluppatore (anche sui Vostri sistemi) intendo porVi a conoscenza del fatto che lo sviluppatore sono io. Io decido quale licenza usare. Io decido quando e se usare la GPL3, quando e se usare la GPL2, quando e se usare la BSD e quando e se usare altra licenza proprietaria.Sinceramente, cara Microsoft Corporation, di quello che i 30 individui dello studio hanno detto (a proposito... con 30 individui avete il coraggio di chiamarlo studio? "Studiate" con la stessa precisione i problemi dei vostri utenti quali ad esempio i problemi di sicurezza e stabilità dei Vostri software?) francamente me ne infischio.Non crediate di poter trattare noi sviluppatori come dei decerebrati incapaci di decidere con il proprio cervello come trattate oramai da anni i Vostri utenti.Non ci serve che veniate a dirci che licenza usare, non ci interessa quello che Voi ne pensare, non ci importa dei Vostri studi... continueremo a scegliere gli strumenti adatti per le nostre esigenze, incluse le licenze che riteniamo più opportune.Cara Microsoft Corporation, se ritenete di avere a che fare con un branco di pecore pronte a seguire il proprio pastore giù nel baratro verso il quale Vi state avviando Vi sbagliate di grosso.Arriverò fino al bordo... e poi, guardando verso il basso nel buco dove Vi siete cacciati da soli, Vi farò ciao con la manina e me ne andrò altrove.Non crediate che l'Informatica viva solo se vivete Voi.Ah, una cosa:[img]http://chart.finance.yahoo.com/c/6m/s/scox[/img]I Vostri compagni di gioco sono messi maluccio... ancora qualche mese sotto quota $1 e saranno sbattuti fuori dal Nasdaq e questo segnerà la loro dipartita dal mondo dei vivi.Forse vorrete dare una mano ai Vostri alleati nel momento del bisogno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gentile Microsoft Corporation
      Wakko,scusa maaaa "gentile" per cosa?Per averti concesso di acquistare tutto il suo software sul mulo??Mah.....e poi dicono che non esiste l'equivalente dell'AppleStore per Microsoft.E'da anni che vado a dire che non e' vero! Non credono neppure all'evidenza!! :@
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Gentile Microsoft Corporation
        - Scritto da:
        Wakko,scusa maaaa "gentile" per cosa?L'educazione impone l'uso di termini gentili quando ci si rivolge ad estranei.
        Per averti concesso di acquistare tutto il suo
        software sul
        mulo??Hmmm... non credo di avere loro software acquistato sul mulo... non che ricordi.
        Mah.....e poi dicono che non esiste l'equivalente
        dell'AppleStore per Microsoft.E'da anni che vado
        a dire che non e' vero! Non credono neppure
        all'evidenza!!
        :@(rotfl)Attento però che non venga qualcuno a controllare gli scontrini :D (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Gentile Microsoft Corporation
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da:

          Wakko,scusa maaaa "gentile" per cosa?

          L'educazione impone l'uso di termini gentili
          quando ci si rivolge ad
          estranei.


          Per averti concesso di acquistare tutto il suo

          software sul

          mulo??

          Hmmm... non credo di avere loro software
          acquistato sul mulo... non che
          ricordi.


          Mah.....e poi dicono che non esiste
          l'equivalente

          dell'AppleStore per Microsoft.E'da anni che vado

          a dire che non e' vero! Non credono neppure

          all'evidenza!!

          :@

          (rotfl)
          Attento però che non venga qualcuno a controllare
          gli scontrini :D
          (rotfl)Lo scontrino con timbro a bucio di qlo di mulo è valido come documento fiscale? (newbie) O) :p
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Gentile Microsoft Corporation
      - Scritto da: Wakko Warner
      I Vostri compagni di gioco sono messi maluccio...
      ancora qualche mese sotto quota $1 e saranno
      sbattuti fuori dal Nasdaq e questo segnerà la
      loro dipartita dal mondo dei
      vivi.Approfondimento:http://www.nasdaq.com/about/FAQsContinued.stm My company's bid price has fallen below the minimum requirement. Will we be delisted? Companies listed on NASDAQ are required to maintain a minimum closing bid price of $1.00 per share . If a company trades for 30 consecutive business days below the applicable minimum closing bid price requirement, NASDAQ will send a deficiency notice to the company, advising that it has been afforded a "compliance period" of 180 calendar days to regain compliance with the applicable requirements. Ed inoltre: How does a company regain compliance with the bid price requirement? To demonstrate compliance with the bid price requirement, a company must maintain compliance for a minimum of 10 consecutive business days.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gentile Microsoft Corporation
        - Scritto da: Wakko Warner
        - Scritto da: Wakko Warner

        I Vostri compagni di gioco sono messi
        maluccio...

        ancora qualche mese sotto quota $1 e saranno

        sbattuti fuori dal Nasdaq e questo segnerà la

        loro dipartita dal mondo dei

        vivi.

        Approfondimento:
        http://www.nasdaq.com/about/FAQsContinued.stm

        My company's bid price has fallen below the
        minimum requirement. Will we be
        delisted?
        Companies listed on NASDAQ are required to
        maintain a minimum closing bid price of $1.00 per
        share . If a company trades for 30 consecutive
        business days below the applicable minimum
        closing bid price requirement, NASDAQ will send a
        deficiency notice to the company, advising that
        it has been afforded a "compliance period" of 180
        calendar days to regain compliance with the
        applicable
        requirements.

        Ed inoltre:
        How does a company regain compliance with
        the bid price
        requirement?
        To demonstrate compliance with the bid price
        requirement, a company must maintain compliance
        for a minimum of 10 consecutive business
        days. Ah, be', allora basterà che MS sostenga il prezzo delle azioni SCOX per 10gg consecutivi... ma la cosa non farà rumore?
  • Anonimo scrive:
    Microsoft alle cozze! Get the facts!
    (anonimo) Steeve, sei sicuro che vuoi affidarlo alla Keystone Strategy? guarda che lo sanno anche i bambini che sono schierati palesemente schierati(cylon) ma che dici Bill. sono sempre stati così imparziali...(anonimo) ma secondo te la gente non si insospettisce leggendo queste paginehttp://www.microsoft.com/business/enterprise/itdrivesgrowth.mspxhttp://search.microsoft.com/results.aspx?mkt=en-US&setlang=en-US&q=Keystone+Strategy?(cylon) nooo! dai, l'abbiamo fatto mille volte figurati se questa volta se ne accorgono.(anonimo) Ma scusa Steeve non credi che i dati che abbiamo siano un poco scarni?(cylon) Aspetta, ci penso io, là, un bel tre e i quattro sviluppatori diventano trentaquattro!(anonimo) Ma Steeve, guardando in dettaglio gli sviluppatori che abbiamo intervistato lavorano sul porting delle applicazioni OS su windows... e li paghiamo noi!(cylon) Ufff!!!! tiè! licenziati! sei contento ora?!(anonimo) Sigh, che ho fatto di male...
  • architect scrive:
    Se la Microsoft attacca la GPL3...
    ... La GPL3 se ne sbatte. O sbaglio? Forse che lo zio Bill voglia pretendere di ficcare il naso anche nella licenza rivale?Ve l'immaginate il pescivendolo che commissiona uno studio con cui attacca i turni massacranti del personale del pescivendolo all'angolo, suo concorrente?Non so, ogni giorno che passa la M$ mi sembra sempre più surreale...
    • Anonimo scrive:
      Re: Se la Microsoft attacca la GPL3...
      - Scritto da: architect
      ... La GPL3 se ne sbatte. O sbaglio? Forse che lo
      zio Bill voglia pretendere di ficcare il naso
      anche nella licenza
      rivale?

      Ve l'immaginate il pescivendolo che commissiona
      uno studio con cui attacca i turni massacranti
      del personale del pescivendolo all'angolo, suo
      concorrente?

      Non so, ogni giorno che passa la M$ mi sembra
      sempre più
      surreale...Microsoft è surreale perché è guidata da un pazzo.Ballmer è convinto di essere il Papa (sai, rappresenta Bill Gates, che è dio...), di guidare un'azienda seria, di essere un grtande imprenditore.E' altresì convinto di essere il portavoce della Verità Assoluta.Di appartenere alla Razza Eletta.Di avere il diritto, in quanto americano, di decidere delle sorti e del destino dell'umanità.Probabilmente è anche convinto che Bush sarà presindente in eterno, che l'America vincerà tutte le guerre che scatena e che, alla fine, arriverà l'Uomo Ragno ad imbrigliare, con le sue ragnatele, tutti quelli che usano Linux.Ma cominciassimo a boicottare tutto quello che arriva da oltre oceano e che non ci piace.Basta M$.Basta Uomo Ragno.Basta McDonalds.Basta Walker/Bush Texas Ranger.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se la Microsoft attacca la GPL3...
        - Scritto da:

        - Scritto da: architect

        ... La GPL3 se ne sbatte. O sbaglio? Forse che
        lo

        zio Bill voglia pretendere di ficcare il naso

        anche nella licenza

        rivale?



        Ve l'immaginate il pescivendolo che commissiona

        uno studio con cui attacca i turni massacranti

        del personale del pescivendolo all'angolo, suo

        concorrente?



        Non so, ogni giorno che passa la M$ mi sembra

        sempre più

        surreale...

        Microsoft è surreale perché è guidata da un pazzo.
        Ballmer è convinto di essere il Papa (sai,
        rappresenta Bill Gates, che è dio...), di guidare
        un'azienda seria, di essere un grtande
        imprenditore.
        E' altresì convinto di essere il portavoce della
        Verità
        Assoluta.
        Di appartenere alla Razza Eletta.
        Di avere il diritto, in quanto americano, di
        decidere delle sorti e del destino
        dell'umanità.
        Probabilmente è anche convinto che Bush sarà
        presindente in eterno, che l'America vincerà
        tutte le guerre che scatena e che, alla fine,
        arriverà l'Uomo Ragno ad imbrigliare, con le sue
        ragnatele, tutti quelli che usano
        Linux.

        Ma cominciassimo a boicottare tutto quello che
        arriva da oltre oceano e che non ci
        piace.
        Basta Uomo Ragno.Hey, a me piace l'uomo ragno !!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Se la Microsoft attacca la GPL3...

        Basta Uomo RagnoBasta tua nonna.(linux)
      • Kirisuto scrive:
        Re: Se la Microsoft attacca la GPL3...
        - Scritto da:
        [...]

        Non so, ogni giorno che passa la M$ mi sembra

        sempre più

        surreale...

        Microsoft è surreale perché è guidata da un pazzo.
        Ballmer è convinto di essere il Papa (sai,
        rappresenta Bill Gates, che è dio...), di guidare
        un'azienda seria, di essere un grtande
        imprenditore.
        E' altresì convinto di essere il portavoce della
        Verità
        Assoluta.
        Di appartenere alla Razza Eletta.
        Di avere il diritto, in quanto americano, di
        decidere delle sorti e del destino
        dell'umanità.
        Probabilmente è anche convinto che Bush sarà
        presindente in eterno, che l'America vincerà
        tutte le guerre che scatena e che, alla fine,
        arriverà l'Uomo Ragno ad imbrigliare, con le sue
        ragnatele, tutti quelli che usano
        Linux.

        Ma cominciassimo a boicottare tutto quello che
        arriva da oltre oceano e che non ci
        piace.
        Basta M$.
        Basta Uomo Ragno.
        Basta McDonalds.
        Basta Walker/Bush Texas Ranger.Giusto, sono stufo di trovare uomini, ragni e uomini-ragno e ragni-uomo, perfino, uccisi a calci volanti nei miei hamburger!
  • Anonimo scrive:
    Debian4Ever
    Debian is te BEST!
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian4Ever
      - Scritto da:
      Debian is te BEST!il tè ce lo beviamo alle 5 :)cmq ottima debian, devo dire che i progetti iceweasel e icedove sono la massima espressione del pensiero open.Peccato per lo spreco di risorse, ma se lo fanno un motivo ci sarà!
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian4Ever

        Peccato per lo spreco di risorse, ma se lo fanno
        un motivo ci
        sarà!certo: per essere la distro libera.lo spreco di risorse e' andarsi a vedere cosa si puo' fare o no se si modifica e redistribuisce l'artwork di firefox rispetto ad iceweasel.
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian4Ever
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Debian is te BEST!

        il tè ce lo beviamo alle 5 :)

        cmq ottima debian, devo dire che i progetti
        iceweasel e icedove sono la massima espressione
        del pensiero
        open.

        Peccato per lo spreco di risorse, ma se lo fanno
        un motivo ci
        sarà!No, è che alla debian lavorano dei cyborg e 'sta cosa della volpe di fuoco che in realtà è un panda gli faceva friggere i circuiti (cylon) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian4Ever
      invece, il debian sul mio pc ha lo spelling checker.
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian4Ever
      Sì ok, però non c'entra un ca**o con l'articolo.
  • Kirisuto scrive:
    E pensare che GPL3 non mi piaceva...
    ...ma ora che l'ultimissimo "Get the facts" ne sparla, sto cominciando a rivalutarla.
    • architect scrive:
      Re: E pensare che GPL3 non mi piaceva...
      Non avresti potuto esprimere meglio il mio pensiero :D
      • Anonimo scrive:
        Re: E pensare che GPL3 non mi piaceva...
        Guardate, che questa volta hanno fatto un ottimo lavoro con versione 3.Praticamente ora non resta che leggere l'accordo di Microsoft con Novell ed attendere che quest'ultima migri alla versione 3, cosa che inevitabilmente avverra', perche' non potra' permettersi il fork di tutta una distribuzione, sia, perche' non avrebbe le risorse umane, sia perche' non avrebbe quelle economiche per gestire una simile mole di lavoro.Quindi poi per effetto della gpl 3 Microsoft se lo troverebbe nel...
  • Anonimo scrive:
    il DRAGA è lo SCEMO del VILLAGGIO
    I suoi documenti "riservati" sono i classici segreti di pulcinella a uso e consumo dei BEOTI.E' circondato da una banda di avvocati BAMBA messi lì apposta come azzeccagarbugli per stendere veline e cortine fumogene.Presto la sua società dovrà occuparsi esclusivamente di frutta e verdura sul mercato globale.
    • Anonimo scrive:
      Re: il DRAGA è lo SCEMO del VILLAGGIO
      gia' e con i soldi puo' pulire il suo ed il tuo culo (se vuole).Te al massimo fumi aria.Poi mi spieghi come l'accendi.Anzi ficcati nell'iperbarica che facciamo lo spiedo.
  • Anonimo scrive:
    BigM?
    Mi piacerebbe conoscere l'identità del genio che ha battezzato in questo modo la Microsoft, per chiedergli di quali tipi di sostanze abusi. Dev'essere roba bella forte.
    • Anonimo scrive:
      Re: BigM?
      - Scritto da:
      Mi piacerebbe conoscere l'identità del genio che
      ha battezzato in questo modo la Microsoft, in effetti BigMicro sa di burlase micro è diventata un gigante bigmicro annulla la qualità che vanta e svela il desiderio che si ridimensioni
      per
      chiedergli di quali tipi di sostanze abusi.
      Dev'essere roba bella
      forte.nvidioso
    • Anonimo scrive:
      Re: BigM?
      BigM e il suo capo più corpulento BigB, che guarda caso come si pronuncia?Praticamente come Begbie, il pazzo furioso di Trainspotting. :| :| :|Come potrebbe esserci qualcosa di più appropriato? :p :DBigB[img]http://usera.imagecave.com/wigglywiggly/December293031/ballmer.jpg[/img]+Chair[img]http://www.verycool.it/wp-content/images/theworker.chair.jpg[/img]=Begbie[img]http://members.aol.com/groovydougie/quizzes/begbie.gif[/img]
  • Anonimo scrive:
    Microsoft incredula!
    A Redmond le stanno provando tutte: minacce, calunnie, invettive, brevetti.. ma si stanno accorgendo che nulla può arrestare il trionfale galoppo del cerbiatto incaxxato! (Ubuntu 7.04 Feisty Fawn).
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft incredula!
      - Scritto da:
      A Redmond le stanno provando tutte: minacce,
      calunnie, invettive, brevetti.. ma si stanno
      accorgendo che nulla può arrestare il trionfale
      galoppo del cerbiatto incaxxato! (Ubuntu 7.04
      Feisty
      Fawn).okkio alle tagliole il Bambi potrebbe non uscirne vivo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft incredula!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        A Redmond le stanno provando tutte: minacce,

        calunnie, invettive, brevetti.. ma si stanno

        accorgendo che nulla può arrestare il trionfale

        galoppo del cerbiatto incaxxato! (Ubuntu 7.04

        Feisty

        Fawn).

        okkio alle tagliole il Bambi potrebbe non uscirne
        vivo.Una volta ho portato una mia ex in Francia.A cena c'erano anche dei crostini di capriolo e il cameriere non sapendo come tradurre l'ingrediente principale in italiano, disse alla mia ex che erano crostini di Bambi. Risultato: doppia porzione per me e dieta per lei! :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Prossimo studio di MS.
    MS ce l'ha più duro.Chi usa MS è alto biondo e con gli occhi azzurri.Chi usa Linux è brutto sporco e cattivo e se è biondo o ha gli occhi azzurri viola i brevetti MS secondo cui solo gli utenti MS sono autorizzati ad avere occhi azzurri e capelli biondi.Poi domani continuo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Prossimo studio di MS.
      - Scritto da:
      MS ce l'ha più duro.
      Chi usa MS è alto biondo e con gli occhi azzurri.
      Chi usa Linux è brutto sporco e cattivo e se è
      biondo o ha gli occhi azzurri viola i brevetti MS
      secondo cui solo gli utenti MS sono autorizzati
      ad avere occhi azzurri e capelli
      biondi.
      Poi domani continuo..."taci pidocchioso terrone!." @^
      • Anonimo scrive:
        Re: Prossimo studio di MS.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        MS ce l'ha più duro.

        Chi usa MS è alto biondo e con gli occhi
        azzurri.

        Chi usa Linux è brutto sporco e cattivo e se è

        biondo o ha gli occhi azzurri viola i brevetti
        MS

        secondo cui solo gli utenti MS sono autorizzati

        ad avere occhi azzurri e capelli

        biondi.

        Poi domani continuo...

        "taci pidocchioso terrone!." @^Non insultare i miei leali sudditi e trema al cospetto di Re Zad, mangianebbia! :@ :Dhttp://en.wikipedia.org/wiki/BeastMaster_(TV_series)
        • Anonimo scrive:
          Re: Prossimo studio di MS.
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          MS ce l'ha più duro.


          Chi usa MS è alto biondo e con gli occhi

          azzurri.


          Chi usa Linux è brutto sporco e cattivo e se è


          biondo o ha gli occhi azzurri viola i brevetti

          MS


          secondo cui solo gli utenti MS sono
          autorizzati


          ad avere occhi azzurri e capelli


          biondi.


          Poi domani continuo...



          "taci pidocchioso terrone!." @^

          Non insultare i miei leali sudditi e trema al
          cospetto di Re Zad, mangianebbia! :@
          :D

          http://en.wikipedia.org/wiki/BeastMaster_(TV_serieBalmer sicuramente fa parte di quelli belli che usano micromerd...a me ricorda piu un buzzurro in gita
  • Sgabbio scrive:
    La microsoft ha paura!!!
    Il titolo è un pò trolloso ma questa sembra essere la verità considerando le sparate sui brevetti violati e adesso questo attacco alla GPL3 attacandosi a qualsiasi cosa pure di screditare Open source. Credo sia chiaro che temono un ribaltamento negli anni avvenire, se no come si spiegerebbe quasta lunga serie di sparate ?PS:Non voglio attaccare nessuno, quindi i troll si astengano, ho solo detto un mio parere personale che non vuole offendere la sensibilità dei fanboy microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: La microsoft ha paura!!!
      Cavolo... chiedendo di non trollare hai ucciso una discussione che sarebbe stata interessante...(troll2)
    • Anonimo scrive:
      Re: La microsoft ha paura!!!
      - Scritto da: Sgabbio
      Il titolo è un pò trolloso ma questa sembra
      essere la verità considerando le sparate sui
      brevetti violati e adesso questo attacco alla
      GPL3 attacandosi a qualsiasi cosa pure di
      screditare Open source. Credo sia chiaro che
      temono un ribaltamento negli anni avvenire, se no
      come si spiegerebbe quasta lunga serie di sparate
      ?
      Con l'andropausa di Ballmer? (idea) O)
    • Anonimo scrive:
      Re: La microsoft ha paura!!!
      molto probabile, è difficile convincere un utente a pagare una licenza se puo fare quello di cui ha bisogno gratuitamente, appena ci saranno piu pc con linux preinstallato inizieranno i dolori per microsoft, ormai ci sono parecchi utenti che comprano il pc piu economico a prescindere dalle prestazioni perche per navigare in internet, vedere le foto della digitale e per (open)office va piu che bene...e il pc piu economico non avra certo windows
      • Anonimo scrive:
        Re: La microsoft ha paura!!!
        Ma infatti dove lo metti sVista?Io ho visto portatili con Celeron M 470 che avevano Vista personalizzato per essere alleggerito il più possibile, e si muoveva a scatti.Forse l'unica cosa positiva di sVista è che sta obbligando i produttori a vendere macchine con 1GB di ram di base che sono sempre comodi per chi non li spreca con sVista.
  • Anonimo scrive:
    Ma se molti sviluppatori pensano così...
    ... che usino un'altra licenza!La licenza mica viene imposta dall'alto! Se sviluppi un'applicazione e decidi di metterla sotto GPL3 lo fai con cognizione di causa. A tutti questi sviluppatori che sono infastiditi dalla nuova versione usino la GPL2, che problema c'è?Son IO che decido sotto quali termini rilasciare il MIO software, è un mio sacrosanto diritto!
    • architect scrive:
      Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
      Evidentemente per Bill tutto fa brodo quando si tratta di attaccare la concorrenza per salvare quella quota di mercato che si vede scemare sempre più. Non capisco solo se Ballmer & co. si rendano conto di quanto sono ridicoli.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 maggio 2007 01.04-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
      - Scritto da:
      ... che usino un'altra licenza!
      La licenza mica viene imposta dall'alto! Se
      sviluppi un'applicazione e decidi di
      metterla sotto GPL3 lo fai con cognizione di
      causa. A tutti questi sviluppatori che sono
      infastiditi dalla nuova versione usino la GPL2,
      che problema
      c'è?
      Son IO che decido sotto quali termini rilasciare
      il MIO software, è un mio sacrosanto
      diritto!ALT fermo.TRALASCIANDO COMPLETAMENTE LE SCEMENZE DI MICROSOFT,la viralita' totale che ti impone di mettere sotto una precisa licenza (GPL) il tuo codice che vuoi affiancare (non mixare) al resto NON e' liberta',e' imposizione.A tal proposito,valutate cio', vedendo le differenze che passano fra GPL e LGPL cioe' fra licenze a viralita' TOTALE con quelle a viralita' LOCALE.Sebbene le due licenze PROTEGGANO allo stesso modo le scelte fatte sul codice gia' scritto,NON impongono restrizioni sul codice nuovo che puo' essere affiancato (affiancato non mixato): ovvero lo sviluppatore puo' proteggere il suo lavoro (ma solo il suo!) con la licenza che desidera e non con quella imposta per viralita' totale.Ergo la liberta' e' questa,se permetti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
        Se vuoi puoi sempre non "affiancare" il tuo codice con quello scritto con la GPL... ci devi lavorare di più ma lo puoi benissimo fare... Sei libero di scegliere se usarla o meno... nei TUOI lavori.Non in quelli della comunità...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
          - Scritto da:
          Se vuoi puoi sempre non "affiancare" il tuo
          codice con quello scritto con la GPL... ci devi
          lavorare di più ma lo puoi benissimo fare... Sei
          libero di scegliere se usarla o meno... nei TUOI
          lavori.
          Non in quelli della comunità...Sbagliato il codice non lo puoi affiancare se lo devi in seguito fondere in un unico eseguibile.La GPL non te lo permette.Per cosa credi nascano tutti questi problemi? Sono esattamente dovuti alla viralita' TOTALE.Punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            Giusto, il codice non lo puoi "affiancare" quindi se non vuoi utilizzare la GPL ti rifai tutto il lavoro che hanno fatto quelli prima di te da zero.Se invece vuoi evitarti di riprogrammare tutto il kernel e le applicazioni da zero, usi la GPL e ringrazi chi ti ha dato la possibilità riparmiare alcuni decenni di lavoro.Discorso chiuso per quanto mi riguarda
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            - Scritto da:
            Giusto, il codice non lo puoi "affiancare" quindi
            se non vuoi utilizzare la GPL ti rifai tutto il
            lavoro che hanno fatto quelli prima di te da
            zero.

            Se invece vuoi evitarti di riprogrammare tutto il
            kernel e le applicazioni da zero, usi la GPL e
            ringrazi chi ti ha dato la possibilità riparmiare
            alcuni decenni di
            lavoro.

            Discorso chiuso per quanto mi riguardaBravo alla faccia della "condivisione" ed apertura quando non si parla di GPL.Si badi non ho nessuna licenza proprietaria in mente,al max una BSD o qualunque OSI valida.Ciao!.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            http://it.wikipedia.org/wiki/Comparazione_di_licenze_libereCome puoi vedere la GPL è osivalida... contento?Quello che vuoi è poter fare del codice quello che ti pare: anche renderlo proprietario.Furbacchione! cos'è lavori per la microsoft?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            - Scritto da:
            http://it.wikipedia.org/wiki/Comparazione_di_licen

            Come puoi vedere la GPL è osivalida... contento?

            Quello che vuoi è poter fare del codice quello
            che ti pare: anche renderlo
            proprietario.

            Furbacchione! cos'è lavori per la microsoft?ma mi pigli per i fondelli o cosa??la GPL dovrebbe essere compatibile con ciascuna licenza OSI riconosciuta tale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            - Scritto da:
            la GPL dovrebbe essere compatibile con ciascuna
            licenza OSI riconosciuta
            tale.D'oh, e perché mai ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            http://it.wikipedia.org/wiki/Comparazione_di_licen



            Come puoi vedere la GPL è osivalida... contento?



            Quello che vuoi è poter fare del codice quello

            che ti pare: anche renderlo

            proprietario.



            Furbacchione! cos'è lavori per la microsoft?

            ma mi pigli per i fondelli o cosa??
            la GPL dovrebbe essere compatibile con ciascuna
            licenza OSI riconosciuta
            tale.Se dovessero essere tutte intercompatibili non ci sarebbe bisogno di avere tante licenze.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
        - Scritto da:
        ALT fermo.TRALASCIANDO COMPLETAMENTE LE SCEMENZE
        DI MICROSOFT,la viralita' totale che ti impone di
        mettere sotto una precisa licenza (GPL) il tuo
        codice che vuoi affiancare (non mixare) al
        resto NON e' liberta',e' imposizione.Ma cosa c'entra tutto questo? Se io rilascio sotto GPL vuol dire che la mia volontà è che tutti i software futuri che utilizzeranno il mio codice siano rilasciati a loro volta sotto GPL. E visto che il codice l'ho scritto io rientra nei miei diritti!Che poi tu preferisca una licenza piuttosto che un'altra è un altro paio di maniche. Ma non puoi decidere tu cosa sia libertà per gli altri!
        A tal
        proposito,valutate cio', vedendo le differenze
        che passano fra GPL e LGPL cioe' fra licenze a
        viralita' TOTALE con quelle a viralita'
        LOCALE.
        Sebbene le due licenze PROTEGGANO allo stesso
        modo le scelte fatte sul codice gia' scritto,NON
        impongono restrizioni sul codice nuovo che puo'
        essere affiancato (affiancato non mixato): ovvero
        lo sviluppatore puo' proteggere il suo lavoro (ma
        solo il suo!) con la licenza che desidera e non
        con quella imposta per viralita' totale.Il discorso della viralità salta fuori tutte le volte, ma questa volta non c'entra proprio nulla. La licenza sotto cui rilasciare il mio codice la decido IO. PUNTO!Che poi gli altri condividano o meno a me può anche non fregarmene nulla.Detto questo, io preferisco la LGPL alla GPL, ma non per questo OBBLIGO gli altri a pensarla come me.
        Ergo la
        liberta' e' questa,se
        permetti.No, semplicemente tu vuoi che tutti rilascino sotto LGPL anzichè sotto GPL perchè a te fa comodo così, ma di "libero" non ci vedo nulla in questo discorso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          ALT fermo.TRALASCIANDO COMPLETAMENTE LE SCEMENZE

          DI MICROSOFT,la viralita' totale che ti impone
          di

          mettere sotto una precisa licenza (GPL) il tuo

          codice che vuoi affiancare (non mixare)
          al

          resto NON e' liberta',e' imposizione.

          Ma cosa c'entra tutto questo? Se io rilascio
          sotto GPL vuol dire che la mia volontà è che
          tutti i software futuri che utilizzeranno il mio
          codice siano rilasciati a loro volta sotto GPL.E come ti permetti di giudicare la volonta' altrui? Stai imponendo la tue regole su codice che non scritto tu.Se e' perfettamente corretto che le tue scelte vengano mantenute,non puoi imporre che le tue valgano per gli altri.Esattamente come tu vuoi la liberta' di usare GPL,gli altri possono avere altre esigenze.Posso capire lo spauracchio del codice chiuso ma la GPL non contempla solo quello ma qualsiasi licenza anche la piu' open sempre che non sia GPL.Questo e' una grave violazione del diritto alla liberta'. E
          visto che il codice l'ho scritto io rientra nei
          miei
          diritti!Perfetto.Come da sopra.Ma questo pensiero lo DEVI applicare per coerenza a ciascun sviluppatore che non necessariamente sceglie la GPL come licenza.Per te le regole valgono usando la GPL,per lui no? Non credo.
          Che poi tu preferisca una licenza piuttosto che
          un'altra è un altro paio di maniche. Ma non puoi
          decidere tu cosa sia libertà per gli
          altri!Perfetto,come da sopra.Stesso discorso.Io voglio le cose uguali per tutti.La liberta' non deve valere solo per te perche' hai scelto la GPL.Deve valere per chiunque rilasci codice sorgente,sotto la licenza che giudica migliore per i suoi principi.Quello che importa e' che non cambi licenza al tuo codice,ma allo stesso tempo tu non puoi pretendere che lui usi GPL.Ecco perche' le licenze virali localmente hanno senso quelle virali globalmente sono una porcata da monopolio.


          A tal

          proposito,valutate cio', vedendo le differenze

          che passano fra GPL e LGPL cioe' fra licenze a

          viralita' TOTALE con quelle a viralita'

          LOCALE.

          Sebbene le due licenze PROTEGGANO allo stesso

          modo le scelte fatte sul codice gia' scritto,NON

          impongono restrizioni sul codice nuovo che puo'

          essere affiancato (affiancato non mixato):
          ovvero

          lo sviluppatore puo' proteggere il suo lavoro
          (ma

          solo il suo!) con la licenza che desidera e non

          con quella imposta per viralita' totale.

          Il discorso della viralità salta fuori tutte le
          volte, ma questa volta non c'entra proprio nulla.
          La licenza sotto cui rilasciare il mio codice la
          decido IO.
          PUNTO!
          Che poi gli altri condividano o meno a me può
          anche non fregarmene
          nulla.

          Detto questo, io preferisco la LGPL alla GPL, ma
          non per questo OBBLIGO gli altri a pensarla come
          me.


          Ergo la

          liberta' e' questa,se

          permetti.

          No, semplicemente tu vuoi che tutti rilascino
          sotto LGPL anzichè sotto GPL perchè a te
          fa comodo così, ma di "libero" non ci vedo nulla
          in questo
          discorso.Io invece ne trovo molto.Semmai sei tu che con la scusa dello spauracchio del closed source vuoi far passare l'idea che "imponendo" la GPL sia un modo per difendere la liberta' di tutti.Se Opensource e' migliore non esiste la necessita' di imporre nulla ad altri semmai di difendere il diritto delle scelte gia' intraprese per il codice gia' scritto.Ecco perche' la LGPL e' piu' sensata.Non ti va' bene che si possa affiancare a del codice closed e commerciale?Ok studiamo il modo per disincentivare pesantemente l'uso del closed a vantaggio dell' open ma non vietiamo nulla.Vietare non e' nello spirito liberale,neanche per presunti vantaggi superiori.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            Ma gli altri non ti impongono la GPL per software scritti interamente o iniziati da te.È l'autore di un software che l'ha rilasciato come GPL che ti impone di mantenerlo sotto GPL e attenerti ai dettami della licenza.Se non ti sta bene stop, non modifichi e non estendi quel software, te ne ricominci uno per conto tuo o ti rivolgi a chi ti da licenze che ti permettono quello che vuoi tu.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            - Scritto da:
            Ma gli altri non ti impongono la GPL per software
            scritti interamente o iniziati da
            te.Certo ma il problema non sussiste quando si comincia,ma quando si prosegue.
            È l'autore di un software che l'ha rilasciato
            come GPL che ti impone di mantenerlo sotto GPL e
            attenerti ai dettami della
            licenza.Vuole impormi su cio' che aggiungo,magari senza modificare il suo codice,solo perche' lui ha scelto GPL? Non mi pare una scelta di liberta'.E' come se partendo per esempio da una BSD io imponessi a chiunque la BSD.Non credo sia una cosa democratica ed uguale per tutti.Capisco se intervengo direttamente sul codice scritto da te,allora e' corretto che rispetti il tuo volere ma se si tratta di affiancare codice francamente la trovo una mera forzatura.

            Se non ti sta bene stop, non modifichi e non
            estendi quel software, te ne ricominci uno per
            conto tuo o ti rivolgi a chi ti da licenze che ti
            permettono quello che vuoi
            tu.Gia' ovvero come pianificare il monopolio della GPL mandando all'aria i principi che governano l'opensource ( che l'hanno reso vincente ) come la condivisione e l'interoperatibilita' fra comunita' open differenti.Vedi quando e' close la GPL?Se volessi usare la BSD per il mio codice e avessi la necessita' di accedere a codice coperto da GPL avrei 2 alternative:1) Nego il mio volere e mi adeguo alla GPL cioe' a cio' che mi viene imposto.2) Oppure riscrivo da zero (reinvento la routa) per mantenere fede alla mia licenza preferita.In sintesi i comportamenti pratici della GPL sono esattamente quelli di una qualunque licenza commerciale.Fate voi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ma gli altri non ti impongono la GPL per
            software

            scritti interamente o iniziati da

            te.

            Certo ma il problema non sussiste quando si
            comincia,ma quando si
            prosegue.
            Scusa, se tu integri nel tuo progetto il mio codice non puoi cambiare la licenza (visto che io ho deciso così).Tu stai usando il mio codice, e devi stare alle mie regole per quel che riguarda il mio codice.

            È l'autore di un software che l'ha rilasciato

            come GPL che ti impone di mantenerlo sotto GPL e

            attenerti ai dettami della

            licenza.

            Vuole impormi su cio' che aggiungo,magari senza
            modificare il suo codice,solo perche' lui ha
            scelto GPL? Non mi pare una scelta di
            liberta'.Sarò libero di far riutilizzare il mio codice solo sotto certe condizioni? Posso evitare che NON venga usato in modi e modalità che a me non piacciono?Ciò che intendi tu è libertinaggio, non libertà. La tua libertà (scrivendo codice) finisce dove inizia quella dell'altro (Che ha scritto il codice che tu usi)
            E' come se partendo per esempio da una BSD io
            imponessi a chiunque la BSD.Non credo sia una
            cosa democratica ed uguale per tutti.La BSD è un'altra licenza!! Con delle regole sue. Se tu vuoi dare la libertà TOTALE di riutilizzo del codice usa la BSD, è perfetta per questo scopo! In questo modo non metti nessuna limitazione.
            Capisco se
            intervengo direttamente sul codice scritto da
            te,allora e' corretto che rispetti il tuo volere
            ma se si tratta di affiancare codice francamente
            la trovo una mera
            forzatura.Ma se io ho deciso così per il mio codice è una scelta che devi rispettare.



            Se non ti sta bene stop, non modifichi e non

            estendi quel software, te ne ricominci uno per

            conto tuo o ti rivolgi a chi ti da licenze che
            ti

            permettono quello che vuoi

            tu.

            Gia' ovvero come pianificare il monopolio della
            GPL mandando all'aria i principi che governano
            l'opensource ( che l'hanno reso vincente ) come
            la condivisione e l'interoperatibilita' fra
            comunita' open differenti.Vedi quando e' close la
            GPL?Ma quale monopolio? PUoi rilasciare un software anche con licenze diverse!Ti ostini a PRETENDERE che il codice della comunità open ti sia dovuto, e che tu ci possa fare quello che ti pare e piace!
            Se volessi usare la BSD per il mio codice e
            avessi la necessita' di accedere a codice coperto
            da GPL avrei 2
            alternative:

            1) Nego il mio volere e mi adeguo alla GPL cioe'
            a cio' che mi viene
            imposto.

            2) Oppure riscrivo da zero (reinvento la routa)
            per mantenere fede alla mia licenza
            preferita.

            In sintesi i comportamenti pratici della GPL sono
            esattamente quelli di una qualunque licenza
            commerciale.Fate
            voi.


          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            Non sono l'autore del post a cui rispondi ma colui al quale ha risposto lui.Quanto è cattivo il mondo però che tutti questi bravi programmatori di cose buone scelgono la GPL ed impediscono a lui di togliere dal programma il (C) dell'autore originario e se lo rivendono con qualche scemenza qua e là modificata.Questo tizio sono mesi che impesta questo forum con questa storia che la GPL è male e che tutti devono usare la LGPL o la BSD per fare un favore a lui...la BSD è una licenza impensabile fuori dal contesto in cui è nata ossia le università americane finanziate dai privati che vogliono un ritorno.Per cui i rettori impongono la BSD a studenti e ricercatori e le aziende attingono ai risultati di ciò che hanno finanziato.La LGPL ha senso per la tipologia di software dove di solito viene usata ossia le librerie linkabili dinamicamente per progetti più ampi anche closed, non a caso la L di LGPL sta per Library.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            - Scritto da:
            non a caso la L di LGPL sta per
            Library.No, non sta per "Library".Al lettore il compito di scoprire per cosa sta la "L" (Tempo previsto: 10 secondi di Google) :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            No significa indistintamente anche Library, se guardi i documenti che la descrivono parlano di Lesser e di Library...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se molti sviluppatori pensano cos
            - Scritto da:
            No significa indistintamente anche Library, se
            guardi i documenti che la descrivono parlano di
            Lesser e di
            Library..."Library" era il nome precedente:http://www.gnu.org/licenses/lgpl.html#TOC1 [This is the first released version of the Lesser GPL. It also counts as the successor of the GNU Library Public License, version 2, hence the version number 2.1.]
Chiudi i commenti