Il logo di Hillary Clinton e la Mela di Apple

Il marketing politico cerca ispirazione nel mondo tecnologico. In una email pubblicata da Wikileaks, i creativi al soldo della candidata alla presidenza degli Stati Uniti raccontano le "similitudini" tra i due brand
Il marketing politico cerca ispirazione nel mondo tecnologico. In una email pubblicata da Wikileaks, i creativi al soldo della candidata alla presidenza degli Stati Uniti raccontano le "similitudini" tra i due brand

Continua l’epopea della campagna elettorale statunitense: nessun grave scandalo ma una piccola macchia è stata scoperta da Wikileaks e rilanciata da Business Insider . Il logo usato dalla candidata alla presidenza Hillary Clinton è stato ispirato esplicitamente a quanto fece Apple con il logo della Mela con l’arcobaleno negli anni ’70. A testimoniarlo una mail inviata a John Podesta, presidente della campagna elettorale di Clinton da parte di Wendy Clark, marketing executive dell’agenzia DDB (sono sue alcune pubblicità della Coca-Cola), che ha presumibilmente lavorato con il team incaricato della comunicazione.

clinton

Su un passaggio della mail fonte delle rilevazioni si legge: “Apple, il marchio più quotato al mondo, è stata lanciata grazie alla sua mela con l’arcobaleno nel 1976. Rappresenta semplicemente la creatività, il pensare in maniera differente. L’uso ripetuto e assiduo del logo su alcune delle pubblicità più creative al mondo ha contribuito a investire di significato il logo della mela morsicata. Ma nessuno vorrebbe vedere quel segno da solo, questo significa che Apple è il leader nel design incentrato sugli esseri umani e nello sviluppo di apparecchi elettronici con una visione del futuro”.

L’email pubblicata da Wikileaks risale a febbraio 2015, ben prima quindi rispetto alla discesa ufficiale in campo della Clinton. È probabile che prima di arrivare quindi alla scelta stilistica che caratterizza il logo attuale ci siano stati lunghi scambi di documenti. Ancora una volta è evidente come nella corsa alla Casa Bianca, nulla sia lasciato al caso . Clark conclude la email confermando di voler “creare una rappresentazione grafica della Segretaria Clinton tanto avvincente quanto interessante, eccitante e invitante” come è avvenuto con il logo di Obama di otto anni fa. Ancora: “E vogliamo utilizzare tecniche utilizzate dalle migliori marche in tutto il mondo”.

Il famoso logo della mela morsicata con i colori dell’arcobaleno ha segnato in maniera indelebile la fortunata storia di Apple, accompagnandola in tutti i suoi successi fino al 1998, anno della sostituzione con un logo più moderno. In molti si chiedono se anche la Clinton avrà tanta buona sorte. Quel che è certo che il rivale Trump quanto meno in tema di loghi non ha avuto molto successo.

Mirko Zago

fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 10 2016
Link copiato negli appunti