Il Massachusetts apre ad Office

L'ufficio del Governatore, che era pronto ad appoggiare OpenDocument e i formati aperti rigettando Microsoft Office, sembra pronto a tornare sui suoi passi. Convince il nuovo Open XML per il prossimo Office
L'ufficio del Governatore, che era pronto ad appoggiare OpenDocument e i formati aperti rigettando Microsoft Office, sembra pronto a tornare sui suoi passi. Convince il nuovo Open XML per il prossimo Office


Boston (USA) – Microsoft potrebbe essere sul punto di riconquistare anche le pubbliche amministrazioni del Massachusetts, lo Stato, tra quelli federali statunitensi, che più si è spinto verso l’adozione dei formati documentali aperti. Il governatore Mitt Romney ha infatti fatto sapere di guardare con “ottimismo” al formato Open XML che Microsoft introdurrà nel prossimo Office.

“La comunità – si legge nella nota diffusa dall’Ufficio del Governatore – è felice dei progressi di Microsoft nel dar vita ad un formato documentale aperto. Se Microsoft farà quanto ha dichiarato, siamo ottimisti sul fatto che Open XML risponda ai nuovi standard di formati aperti accettabili (dalla PA, ndr.)”

Il riferimento è alle specifiche tecniche di cui si è dotato lo Stato a settembre, specifiche che nei fatti dividono i prodotti che utilizzano formati proprietari da tutti gli altri, quelli che integrano formati aperti. E da allora Microsoft Office, che pure è attualmente assai diffuso sui computer della pubblica amministrazione locale, rischia di essere messo “al bando”. Una situazione che, con il varo di Open XML, sembra prossima a cambiare radicalmente.

Come ben sanno i lettori di Punto Informatico (vedi Perché Microsoft apre i formati di Office? con l’intervista al vicepresidente MS Umberto Paolucci) Open XML sarà la base del prossimo Office, Office12, e potrà essere adottato da qualsiasi applicativo concorrente allo stesso Office; inoltre garantirà l’accesso ai documenti esistenti prodotti con gli applicativi della celebre suite Microsoft.

Se verrà confermato il nuovo orientamento del Governatore, Microsoft porterà a casa un importante successo contro il “formato rivale” di OpenDocument, che viene spinto da più parti proprio per le sue caratteristiche di apertura e interoperabilità e che proprio nel Massachusets sembrava destinato a ricevere la più importante “investitura” pubblica.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 11 2005
Link copiato negli appunti