Il Milan censura i siti dei tifosi

La società sportiva decide di perseguire siti non-profit costruiti dai tifosi del Milan. Partono diffide a pioggia nel contesto di una generale incomprensione delle dinamiche Internet. Dietro, l'interesse per i servizi online ai tifosi


Roma – ACMilan.net, acmilan1899.com, devilsmania.com, devil-inside.net: questi alcuni dei siti che i tifosi del Milan hanno dedicato alla propria squadra di calcio. Siti che in queste ore sono finiti nel mirino della società del Milan che ha inviato loro una severissima e sorprendente diffida.

Il tono delle diffide stride decisamente con lo spirito non-profit e la passione con cui i vari webmaster hanno costruito siti frequentati da molti tifosi, alcuni dei quali seguono da vicino l’evoluzione della vicenda sul newsgroup it.sport.calcio.milan. Proprio il sito del newsgroup, peraltro, è uno di quelli “colpiti” da diffida.

Nella lettera inviata al sito acmilan.net e pubblicata sul newsgroup, la società non sembra avere a cuore altro se non il proprio copyright, che intende evidentemente brandire persino contro i propri sostenitori. La lettera non lascia neppure spazi per accordi successivi ed anzi chiede persino la cessione del nome a dominio corrispondente al sito alla società sportiva.

Le contestazioni del Milan a questo sito, come ad altri siti di fan in queste ore, sono: la riproduzione di immagini della squadra e dei calciatori, la riproduzione del marchio (“non appare giustificato da esigenze descrittive”) e il download di file che contengono marchio e immagini. Il tutto in assenza di autorizzazione ufficiale: “il Milan A.C. non ha mai autorizzato, né intende autorizzare, la Vostra società a far uso dei suoi segni distintivi al fine di contrassegnare la denominazione del Vostro sito Web”.

In più, il Milan sostiene che l’attività dei fan online genera “concorrenza sleale” e “sviamento di clientela” e “si avvale illecitamente di quel marchio al fine, tra l’altro, di rendere il proprio sito ‘appetibilè al maggior numero di visitatori”.

L’attività non-profit non viene dunque considerata tale dalla società che non sembra aver alcuna intenzione di “venire incontro” alla propria tifoseria che, come ha scritto qualcuno, sembra invece considerare “clientela” tout-court. Né la società sembra tener in alcun conto il fatto che i siti presi di mira abbiano sulle loro home page, spesso in italiano e inglese, un visibile disclaimer che avverte il visitatore che quel sito non è quello ufficiale del Milan A.C.


Parole durissime, dunque, accompagnate dalla richiesta: trasferimento del dominio Internet alla società sportiva, diffida dall’uso di qualsiasi elemento protetto da copyright e conferma entro sette giorni di “adesione incondizionata alle richieste”.

Ma non finisce qui. Dice la lettera di diffida pubblicata sul newsgroup della tifoseria: “Tale adesione consentirà quantomeno di limitare l’entità del danno già arrecato alla società mia cliente, danno che, anche nel caso di Vostra desistenza dalle condotte illecite sopra descritte, essa si riserva di far valere nella sede competente”.

Piuttosto clamoroso è il caso di www.acmilan1899.com, che sulla home page ora pubblica un messaggio del suo webmaster, secondo cui il Milan vuole quel dominio Internet…

“Il sito – afferma il Webmaster – non ha mai lucrato o sviato i frequentatori dello stesso. La condotta del titolare è stata sempre all’insegna della passione sportiva ed a livello amatoriale”.

Se il domain name è utilizzato senza profitti e se chi lo usa non ha tentato di venderlo alla società, molto difficilmente in un arbitrato il Milan A.C. potrebbe impossessarsi di questo dominio, viste le precedenti decisioni del WIPO sui domini internazionali. Eppure, dinanzi ad una tale mobilitazione legale, il webmaster del sito conclude la sua amara home page: “Nel rispetto del sito ufficiale, comunque il sito acmilan1899 si autocensura in attesa di chiarimenti”.

Ma il motivo di queste diffide, sostiene qualcuno, è chiarissimo.


Caselle di posta elettronica dedicate, newsletter, screen saver da scaricare, immagini, videoclip, news, spazi di discussione, chat online: sono molti i servizi che il sito ufficiale del Milan, acmilan.com, offre ai propri tifosi .

Servizi che effettivamente hanno un diretto risvolto economico tendendo a fidelizzare chi tra i tifosi del Milan naviga su Internet, a spingere i “fan” a recarsi spesso sul sito, ad utilizzare gli strumenti messi a disposizione per generare impression e quindi alimentare i banner degli sponsor, per creare una comunità online, per acquistare evidentemente anche gadget di varia natura “ispirati alla squadra”, biglietti e via dicendo.

D’altro canto l’avvocato della società che ha firmato quelle lettere di diffida parla esplicitamente di clientela e non di tifoseria, un elemento che “tradisce” la necessità strategica dell’azienda, peraltro del tutto comprensibile, di spingere anche online su un’attività economica legata alla comunità dei tifosi, che potrebbe tradursi nel medio e lungo periodo in profitti non indifferenti.

Da qui con ogni probabilità la necessità di limitare il più possibile le operazioni dei siti dei tifosi nessuno dei quali, infatti, appare linkato dal sito ufficiale, concepito – come spesso accade – come un contenitore stagno. Gli unici link esterni sono quelli ai siti degli sponsor o delle società collegate.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Per Marcos.
    E' oltremodo evidente che la tua opinione e' di parte. Hai perso una ottima occasione per non prendere in giro i lettori di questo forum.Todexps: io sono d'accordo (non nella forma ) ma nella sostanza con chi giustamente stava polemizzando con te. Ha ragione da vendere. Certi conti bisognava farli prima e non inventarsi manager della new economy !!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Il cliente ha sempre ragione
    Gent. Sig.ra Riccardi,mi aspettavo almeno una risposta di cortesia alla mia ultima mail di ieri. Cos'e' mancanza di educazione o mancanza di coraggio?CordialitàAnna Maria Grimaldi
    • Anonimo scrive:
      Il cliente ha sempre ragione SE...
      In un grazioso negozio c'era scritto: "Il cliente ha sempre ragione se..." e di seguito una lista di 10 "se".Uno di questi "se" era: "Se non fa pretese assurde".Le pretese assurde sono quelle che la maggior parte degli utenti vogliono da una connessione flat ovvero: stare connessi per tutto il tempo che desiderano e trovare sempre la linea libera.Queste sono garanzie che il provider non ha mai dato e chi se ne intende un po' e sa fare due conti sa che l'offerta flat non funziona, se tutti si connettono dalle dieci ore al giorno in su.Insomm, tutti lo sanno ma tutti hanno fatto finta di non sapere. Si sono connessi tutto il tempo che volevano ed ecco la bella fine che hannoAllora, ripeto: il cliente ha sempre ragione se non fa pretese assurde.mARCOs- Scritto da: Dott. Anna Maria Grimaldi
      Gent. Sig.ra Riccardi,
      mi aspettavo almeno una risposta di cortesia
      alla mia ultima mail di ieri. Cos'e'
      mancanza di educazione o mancanza di
      coraggio?

      Cordialità

      Anna Maria Grimaldi
      • Anonimo scrive:
        Re: Il cliente ha sempre ragione SE...
        - Scritto da: mARCOs
        In un grazioso negozio c'era scritto: "Il
        cliente ha sempre ragione se..." e di
        seguito una lista di 10 "se".

        Uno di questi "se" era: "Se non fa pretese
        assurde".

        Le pretese assurde sono quelle che la
        maggior parte degli utenti vogliono da una
        connessione flat ovvero: stare connessi per
        tutto il tempo che desiderano e trovare
        sempre la linea libera.

        Queste sono garanzie che il provider non ha
        mai dato e chi se ne intende un po' e sa
        fare due conti sa che l'offerta flat non
        funziona, se tutti si connettono dalle dieci
        ore al giorno in su.

        Insomm, tutti lo sanno ma tutti hanno fatto
        finta di non sapere. Si sono connessi tutto
        il tempo che volevano ed ecco la bella fine
        che hanno

        Allora, ripeto: il cliente ha sempre ragione
        se non fa pretese assurde.

        mARCOs


        Gent. Sig. mARCOs (gent. per modo di dire)innanzitutto vorrei sapere chi è Lei e che cosa c'entra con la domanda che ho rivolto specificatamente alla sig.ra Riccardi. E' per caso il suo segretario? E' stato autorizzato dalla sig.ra Riccardi a rispondermi, o più semplicemente si è degnato di leggere la mia mail prima di trattare un argomento che non era assolutamente pertinente al discorso tra me e la sig. Riccardi?Comunque, visto che ci tiene tanto, darò una risposta anche a Lei: la mia affermazione che "il cliente ha sempre ragione" deriva semplicemente dal fatto che leggendo le mail degli utenti Netbusiness (io per mia fortuna visti i fatti non lo sono) ho riscontrato che questi si lamentano semplicemente per un servizio che hanno già pagato del quale non hanno potuto usufruire.Gli utenti si lamentano di un servizio che evidentemente da qualche parte fa un po' acqua,ma anche e questa è la cosa più gravevi è modo e modo di rispondere alle lamentele degli utenti senza bisogno di insulti o appellativi inutili, che dimostrano solo la poca serietà delle persone che se ne servono.Gli utenti per una società che sia provider o altro sono sempre coloro che sborsano del denaro per un servizio e che quindi si aspettano sia il più efficiente possibile, altrimenti vista la libera concorrenza potrebbero andarsene da altre parti. Forse se Lei evitasse di insultare le persone, soprattutto quelle che le danno da mangiare (viste le Sue affermazioni Lei non può essere altri che un collaboratore della società in questione, altrimenti non si scalderebbe così tanto, vero?) e quindi Le consiglierei innanzitutto di imparare un po' di educazione che non fa mai male, e poi di usare il Suo brillante cervello per applicare l'educazione che ha imparato alle persone con cui ha a che fare.Io sono dell'opinione che l'intelligenza e la cultura di una persona, non vengono solamente dai titoli di studio (e questo le viene detto da una persona che ha conseguito 2 lauree) o dalle conoscenze, ma anche e soprattutto dalle piccole cose, tipo le risposte che si inviano in un forum come questo.E non mi sembra che Lei con le Sue risposte abbia dimostrato molta intelligenza...Ci pensi, e se poi il suo cervello non è troppo stanco mi faccia sapere la sua opinione, ci terrei molto.Cordiali SalutiAnna Maria Grimaldi
        • Anonimo scrive:
          Re: Il cliente ha sempre ragione SE...
          - Scritto da: Dott.ssa Anna Maria Grimaldi
          Gent. Sig. mARCOs (gent. per modo di dire)E meno male che poi parla di educazione. Da che pulpito...!
          innanzitutto vorrei sapere chi è Lei e che
          cosa c'entra con la domanda che ho rivolto
          specificatamente alla sig.ra Riccardi. E'
          per caso il suo segretario? E' stato
          autorizzato dalla sig.ra Riccardi a
          rispondermi, o più semplicemente si è
          degnato di leggere la mia mail prima di
          trattare un argomento che non era
          assolutamente pertinente al discorso tra me
          e la sig. Riccardi?Questo è un forum pubblico e ci sono tante persone che non conosce che intervengono nelle discussioni.Se le dà fastidio che qualcuno si intrometta tra lei e la sig.ra Ricciardi, usi la posta elettronica e non questo forum.Il mio commento era unicamente sulla sua frase "Il cliente ha sempre ragione".
          Comunque, visto che ci tiene tanto, darò una
          risposta anche a Lei: la mia affermazione
          che "il cliente ha sempre ragione" deriva
          semplicemente dal fatto che leggendo le mail
          degli utenti Netbusiness (io per mia fortuna
          visti i fatti non lo sono) ho riscontrato
          che questi si lamentano semplicemente per un
          servizio che hanno già pagato del quale non
          hanno potuto usufruire.E' tipico dei servizi flat.Il provider dichiara apertamente i propri limiti e chi vuole connettersi quando gli pare fa una pretesa assurda.Anche nelle connessioni dial-up è così, quindi perché stupirsi?Soltanto dove c'è scritto "linea dedicata" possiamo stare tranquilli e navigare per un mese di fila.
          Gli utenti si lamentano di un servizio che
          evidentemente da qualche parte fa un po'
          acqua,
          ma anche e questa è la cosa più grave
          vi è modo e modo di rispondere alle
          lamentele degli utenti senza bisogno di
          insulti o appellativi inutili, che
          dimostrano solo la poca serietà delle
          persone che se ne servono.
          Gli utenti per una società che sia provider
          o altro sono sempre coloro che sborsano del
          denaro per un servizio e che quindi si
          aspettano sia il più efficiente possibile,Si aspettano che sia il servizio pattuito e basta.Se io pago per una stanza in un albergo ad una stella (~40mila a notte), non mi aspetto che sul mio cammino vengano gettati petali di rosa. Se invece alloggio nella più elegante suite di un albergo a cinque stelle (~4 milioni a notte), pretendo che tutti scattino ai miei ordini.Le flat e le connessione dial-up in generale sono chiaramente servizi di serie B, dai quali non si può pretendere la Luna.
          altrimenti vista la libera concorrenza
          potrebbero andarsene da altre parti.Ne dubito assai, visto che i contratti sono annuali.
          Forse
          se Lei evitasse di insultare le persone,
          soprattutto quelle che le danno da mangiare
          (viste le Sue affermazioni Lei non può
          essere altri che un collaboratore della
          società in questione, altrimenti non si
          scalderebbe così tanto, vero?)Due lauree, e non sa fare altro che i soliti discorsi degli ignorantoni sospettosi del tipo: "Tu sei uno di loro"!Suvvia, si sprema un po'...
          e quindi Le
          consiglierei innanzitutto di imparare un po'
          di educazione che non fa mai male, e poi di
          usare il Suo brillante cervelloUn altro esempio della sua sconfinata educazione.
          per
          applicare l'educazione che ha imparato alle
          persone con cui ha a che fare.
          Io sono dell'opinione che l'intelligenza e
          la cultura di una persona, non vengono
          solamente dai titoli di studio (e questo le
          viene detto da una persona che ha conseguito
          2 lauree) o dalle conoscenze, ma anche e
          soprattutto dalle piccole cose, tipo le
          risposte che si inviano in un forum come
          questo.
          E non mi sembra che Lei con le Sue risposte
          abbia dimostrato molta intelligenza...Toh, a me pareva di sì.E' semplice, sono sicuro che lei può arrivarci: il provider non promette né la connessione, né la banda. Perché vi lamentate se non mantiene promesse che non ha mai fatto?
          Ci pensi, e se poi il suo cervello non è
          troppo stanco mi faccia sapere la sua
          opinione, ci terrei molto.E tre. Proprio educata, non c'è che dire.Signora Grimaldi, con tutte le sue lauree avrà ben di meglio fare che connettersi ad Internet per partecipare a questi forum.Mi dia retta, non sprechi il suo prezioso cervello per risponderci.Un saluto alla intelligentissima ed educatissima Anna Maria Grimaldi.mARCOs
        • Anonimo scrive:
          Re: Il cliente ha sempre ragione SE...
          meno male che c'e' lei a insegnarci l'educazione, senno' come faremmo???ritorni al suo superiore lavoro e lasci tutti noi poveracci nella nostra ignoranza e incivilta'!!!PiK
    • Anonimo scrive:
      Re: Il cliente ha sempre ragione
      Gentile Dottoressa,mi dispiace non aver avuto altro tempo da dedicarLe ma sa, grazie a Dio, la mia vita e' composta da altro ben piu' interessante e costruttivo della polemica aperta cone Lei. E' evidente che Lei al contrario mio ha molto tempo a disposizione. Comunque la corrispondenza che ancora mi dedica mi conferma il fatto che ancora non Le e' ben chiaro il mio ruolo in questa azienda e cioe' di semplice dipendente-utente con incarico operativo. Spero con questo di averLe definitivamente chiarito la mia posizione e che il Suo accanimento ingiustificato e oserei dire fastidioso per la mia persona sta assumendo delle pieghe imbarazzanti.Mi scuso nuovamente per non averLa sufficientemente considerata e cordialmente La saluto.Laura Riccardi- Scritto da: Dott. Anna Maria Grimaldi
      Gent. Sig.ra Riccardi,
      mi aspettavo almeno una risposta di cortesia
      alla mia ultima mail di ieri. Cos'e'
      mancanza di educazione o mancanza di
      coraggio?

      Cordialità

      Anna Maria Grimaldi
    • Anonimo scrive:
      Re: Il cliente ha sempre ragione
      Ma quante persone che si sprecano a difendere NetBufala-Business.it!!!Siamo sicuri che dietro a questi Nick non ci siano dei NetBufala-Manager?Il dubbio, visto il "genere" di risposte date, é più che legittimo.
  • Anonimo scrive:
    Risposta per la Signora Riccardi Laura
    Egregia dottoressa Riccardi Laura, perché ha scritto tutti quei Post a difesa dell'operato da suicidio di Net Business, dichiarando addirittura di essere anche lei una cliente delusa (?) ed amareggiata (?) della Flat Net People, e caricando di insulti chi legittimamente protestava contro tale decisione ingiusta, quando non é mai stata messa in causa nè lei nè il ruolo da lei ricoperto in azienda?A che prò le serve lanciarsi a difesa di certi personaggi?Da Net Business ho imparato:1)Che esistono al mondo tanti titoli inutili di cui ci si può fregiare;2)Che si può protestare come dipendente della Net Business per le accuse infamanti ricevute da altri e poi poter rispondere nello stesso tono lamentato (molto originale: se lo dici tu sbagli, se lo dico io posso farlo!);3)Che é diventato un valore fondamentale di una certa New Economy, fregare i propri clienti (lo insegneranno all'Università con l'introduzione della riforma?);4)Che dal 01 Maggio 2001 molte braccia rubate all'Agricoltira torneranno al loro posto, ben meritato visto l'epilogo di questa avventura finita con una colata a picco dell'Incrociatore Net Business S.p.A., ossia nei campi, tanto tra poco ci sarà tanto lavoro fino ad Ottobre.Da un cliente felice di Net People 10026 ora costretto dal suicidio di Net Business a diventare un Ex cliente!P.S.: mi dispiace solo per tutti quei lavoratori e lavoratrici del 1926, che sono stati sempre molto gentili ed educati, dimostrando con il loro operato di possedere una professionalità che é invece latitante ai vertici aziendali, che in seguito a tali decisioni suicide, rischiano di perdere il posto di lavoro.
  • Anonimo scrive:
    VI LO SVELO IO CHI E' LAURA :)
    La cara signora Laura non e' altro che la MOGLIE del "signor" Lago... strano che dopo tutte le belle frasi che ha scritto non lo abbia menzionato. (ps. come sta' suo fratello Milko?)Comunque da vecchio utente Netbusiness tutto questo non mi sorprende. Sono anche convinto che se la Netbusiness avesse la scusa di chiudere questo forum per far tacere gli utenti delusi dei loro servizi (cari!), lo avrebbe gia' fatto, come lo fece circa 2 anni fa' con il forum sul loro sito e tutto per le troppe lamentele (a dire il vero con qualche indecenza, ma tutte sane!!).bahhh... che dire.....m'avevano quasi convinto di aver risanato l'azienda, ma mi ero sbagliato.. e alla grande....buon lavoro Signori visto che se siete fortunati questa volta dovrete ricominciare.......
    • Anonimo scrive:
      per Laura
      Laura, confermi o smentisci?StefanoR- Scritto da: Nettriste
      La cara signora Laura non e' altro che la
      MOGLIE del "signor" Lago
  • Anonimo scrive:
    Flat Netbusiness
    Lo stato e, sopratutto noi abbonati a Netbusiness siamo stati presi per i fondelli. Mi chiedo: lo Stato o chi lo rappresenta cosa fa? Probabilmente si sta facendo di tutto per far accedere in Internet solo alcune categorie di persone. Altro che incentivi da parte dello Stato per la rete. Ho costruito e gestisco a mie spese un sito molto seguito dai nostri concittadini all'estero senza alcun scopo di lucro, con la fine della Flat Netbusiness, dovrò limitarmi negli aggiornamenti o addirittura rinunciarci, visto le continue e salatissime bollette che arrivano ogni mese, Acqua, Luce, Gas, Telefono,N.U.,ICI,Canone RAI, Consorzi vari, Assicurazione Auto, Tiket, Tassa di possesso, Tasse Scolastiche, Aumento delle Sigarette,praticamente a fine anno le spese sono pari alle entrate. Sono deluso e amareggiato di questo Stato che da una parte ti dà e dall'altra se lo prende in tasse. Come si può vivere con un solo stipendio con un nucleo familiare di quattro persone?
    • Anonimo scrive:
      Re: Flat Netbusiness
      Ma che e' sempre colpa dello Stato se in Italia chi non paga le tasse e' considerato un eroe invece che un delinquente?Ma che e' colpa dello Stato se societa' come Netbusiness gabba i propri clienti con il classico mordi e fuggi?Da parte mia , nel mio piccolo , sto' cercando un modo di non dargli una lira a questi signori , meglio dire miserabili. Non intendo pagare per un servizio che ha sempre funzionato male.
  • Anonimo scrive:
    x' anch'io CONTO
    sono giorni (sinceramente mesi e forse anni) che cerco la "mia" connessione... proprio tutto il giorno ammollo nel www, come dice lo slogan della futura flat.La mia zona permette solo ISDN, e, finora, (2 anni) nessun problema (incredibile se si pensa in mano a Telecomamma).Navigo da quando è nata, con libero@sogno. Pago bollette infostrada bassissime (ho il vecchio contratto), e navigo davvero tanto (ho appena finito di scaricare xp beta2...). tra qualche giorno aumenteranno il canone. le mie bollette raddoppieranno. ci lamentiamo, è troppo, vorremmo quasi NON PAGARE quella differenza... E P P U R E@sogno si salva sempre, e, + o -, los sappiamo tutti. con libero si naviga, e a volte anche discretamente.Non voglio addolcire ciò che DOLCE NON E' (e infostrada/wind/enel non lo è) ma, anche senza carta e penna, facendo quattro CONTI, visto che non siamo (non sono...) PAVAROTTI, ma conto anch'io, un sogno diverso non c'è, e abbisogna pagare questo. -una cosa vorrei chiederla a PI: SECONDO VOI, QUAL'E' LA CIFRA "EQUA", "POSSIBILE" da FARCI PAGARE perché possiamo, tranquilli come in una pubblicità, restare ammollo quanto vogliamo? tutto il giorno, senza limiti. Pagare un TOT sicuro, che basti (ad ambedue!).
  • Anonimo scrive:
    Che dire?
    Che dire? Niente piu' di cui e' logico pensare. Visto che, il futuro e' internet, che tra qualche anno chi non avra' accesso alla rete sara' paragonabile a coloro che non hanno ora il telefono di casa o il cellulare, l'allargarsi dei servizi utili e indispensabile sopratutto verso i servizi della pubblica amministrazione. Visto che, noi esseri umani, grandi comunicatori a distanza e in prive,' dato che col ns vicino di casa facciamo fatica a dire buongiorno e buonasera, sul pc e nelle chat in generale stiamo ore e ore collegati solo per raccontarci un mucchio di stronzate e per far credere agli altri cio' che non siamo in realta', visto che, con internet un sacco di gente ci lavora e non puo' piu' farne a meno, visto che, i ns. figli e' preferibile che passino le serate sul web a scaricare loghi e suonerie per il cell. o musica piuttosto che uscire la sera con la gentaglia che c'e' in giro, visto che, un pc collegato in rete oggi se lo possono permettere anche quelli che chiedono l'elemosina agli incroci delle strade, visto che, per tagliare corto, ci hanno e ci siamo assuefatti col tempo e tariffe ragionevoli sui tempi di connessione con oneste flat....visto questo (e molto altro ce ne sarebbe da dire) potevamo forse non pensare a un ritorno della vecchia tariffazione a tempo? Sopratutto, come ha giustamente postato qui qualcuno, da quando sono apparsi all'orizzonte degli individui che nel giro di 48 ore, attratti dai miraggi dei guadagni facili della new economy, si sono erti a isp con 4 zxspectrum e 8 modem a 9600 kb/s. Cari signori di NB, ma anche di Wind, E&S, non e' certo promettendo e poi non mantenere che si acquisisce una buona credibilita' sul mercato, anche perche' era tutto previsto....avete solo voluto farvi una buona pubblicita' per farvi conoscere sapendo benissimo fin dall'inizio che non avreste potuto mantenere cio' che avevate promesso. Detto cio' certamente ritorneremo a contare i minuti di connessione ma, statene certi, non lo faremo sicuramente con voi, dal canto mio potete tornare tutti a zappare la terra. Saluti
  • Anonimo scrive:
    CHI E' LAURA?????
    certo che vista da fuori questa net business deve essere uno sballo,i fenomeni che ci lavorano dovrebbero vincere il premio di teleratto,il mio dubbio è...ma la laura chi è?la donna delle pulizie o la "monica" della situazione????
    • Anonimo scrive:
      Re: CHI E' LAURA????? Rambo 4 la Rivincita
      AmMazzate Oh.... Ho letto un paio di messaggi della Sig.ra Laura.Teribbbile!!!!Di sicuro se uno sfigato di Verona che vuole far soldi e va a rubare alla NetBisnes se si trova davanti la temibbile sig.ra Laura ha chiuso bottega....Lo finisce acolpi di "pusillanime".Ciaoooo dal Venerabbile®
  • Anonimo scrive:
    Net Business & Garavini Massimiliano
    Buongiorno,chi scrive è Garavini Massimiliano, al secolo il Web & Internet Services Director di Net Business Spa, l'ingegnere informatico che a detta del Sig. Alfredo Di Mambro ne saprebbe meno del suo idraulico.Sottolineo che ho volutamente lasciato i miei riferimenti personali, con la possibilità di inviarmi una e-mail direttamente al mio mail address, a differenza di quanto fa il Sig. Di Mambro, per poter rispondere personalmente a critiche rivolte a me direttamente.Preciso che il sottoscritto utilizza un linguaggio adeguato ad un forum pubblico e forse, dal momento che il Sig. Di Mambro non conosce nè i ruoli nè le figure presenti in Net Business Spa, è necessario che presenti anche il mio ruolo che non è affatto quello di gestore delle attività di connettività (ruolo ricoperto da un altro collega) ma quello di Progettazione Internetica, di creazione front end e back end di siti e portali.Mi occupo perciò solo e soltanto di progettazione di prodotti Web e di produzioni multimediali ad alto valore aggiunto.Comprendo la lagnanza del Sig. Di Mambro, che senz'altro dal nostro call center potrà ricevere tutte le informazioni del caso, però tali affrettate informazioni, senza essere supportate da una adeguata conoscenza, con il puro intento diffamatorio nei confronti di una carriera ed una professionalità che il Sig. Di Mambro evidentemente dimostra di non possedere, altrimenti non confonderebbe un Internet Services Director con un Technical Director (o comunque un IP Manager), mi danneggiano personalmente e lo riterrò personalmente responsabile, anche legalmente, delle affermazioni lesive della mia dignità professionale.Spero pertanto di aver chiarito il mio ruolo una volta per tutte e che tali, spiacevoli, "confusioni" non abbiano a ripetersi in futuro.Saluti,Ing. Massimiliano GaraviniWEB & INTERNET SERVICES DIRECTORNET BUSINESS SPA
    • Anonimo scrive:
      Re: Net Business & Garavini Massimiliano
      caro ingegnere, prima il nome e poi il cognome
      • Anonimo scrive:
        Re: Net Business & Garavini Massimiliano
        E siamo sempre li'.....blablablablabla e nessuno che ha il coraggio di firmarsi. Noto con stupore che questo e' davvero un forum di professionisti. Nessun nome, nessun titolo e soprattutto nessuna qualifica. Ma forse e' proprio questo il punto. Mancano proprio i titoli per poter parlare. Quindi cari Signori, Vi lascio alle vostre polemicucce da servette e torno al mio lavoro invitandovi a fare altrettanto, ammesso che abbiate qualche argomento piu' interessante sul quale concentrarvi. Comunque, caro insegnante, prima il NOME e poi il COGNOME....... Grazie!Laura Riccardi- Scritto da: l'nsegnante di lettere
        caro ingegnere, prima il nome e poi il
        cognome
        • Anonimo scrive:
          invece di stare qui...
          - Scritto da: laura riccardi
          E siamo sempre li'.....
          blablablablabla e nessuno che ha il coraggio
          di firmarsi. Noto con stupore che questo e'
          davvero un forum di professionisti. Nessun
          nome, nessun titolo e soprattutto nessuna
          qualifica. Ma forse e' proprio questo il
          punto. Mancano proprio i titoli per poter
          parlare. Quindi cari Signori, Vi lascio alle
          vostre polemicucce da servette e torno al
          mio lavoro invitandovi a fare altrettanto,
          ammesso che abbiate qualche argomento piu'
          interessante sul quale concentrarvi.
          Comunque, caro insegnante, prima il NOME e
          poi il COGNOME....... Grazie!invece di stare qui a rispondere alla pubblicita' negativa che vi fate (ho telefonato giovedi' chiedendo informazioni e mi e' stato risposto che i contratti erano in corso di _redifinizione_ e non _abolizione_) che ne direste di cambiare la vostra bella paginetta con flash e di scrivere che i contratti flat sono sospesi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Net Business & Garavini Massimiliano
          - Scritto da: laura riccardi
          E siamo sempre li'.....
          blablablablabla e nessuno che ha il coraggio
          di firmarsi. Noto con stupore che questo e'
          davvero un forum di professionisti. Nessun
          nome, nessun titolo e soprattutto nessuna
          qualifica. Ma forse e' proprio questo il
          punto. Mancano proprio i titoli per poter
          parlare. Quindi cari Signori, Vi lascio alle
          vostre polemicucce da servette e torno al
          mio lavoro invitandovi a fare altrettanto,
          ammesso che abbiate qualche argomento piu'
          interessante sul quale concentrarvi.
          Comunque, caro insegnante, prima il NOME e
          poi il COGNOME....... Grazie!


          Laura Riccardi Perchè, per essere Utenti Infinocchiati ed Incavolati ci vogliono titoli o qualifiche???E di quali polemicucce và cianciando, signora Ricciardi??? Un servizio pagato anticipatamente e quasi TOTALMENTE non fruibile per lei sarebbe un dettaglio di secondaria importanza???Credo che se Lei fosse una vera professionista, anzichè perdere il Suo tempo (e il nostro) in queste risposte, farebbe meglio ad usare la sua professionalità per risolvere i problemi degli utenti... Distindi SalutiPaolo FerrariUtente Incavolato

          - Scritto da: l'nsegnante di lettere

          caro ingegnere, prima il nome e poi il

          cognome
          • Anonimo scrive:
            Re: Net Business & Garavini Massimiliano
            Caro Formichiere,mi ripeto. Mi occupo di web e non di connessione, quindi, caro Sig. Formichiere, anche se dipendente di Net Business non spetta a me risponderLe. Le rispondo puramente a titolo personale e non come autorita' di Net Business poiche' in veste professionale i Suoi disagi purtroppo non mi coinvolgono. Se poi per Lei e' piu' facile vedere in me un capro espiatorio in quanto dipendente, beh cosa vuole che Le dica, faccia pure..... Forse il solo leggere il nome Net Business Le ha fatto perdere il lume della ragione, visto e considerato che non ha minimamente colto il vero motivo per il la quale sono scesa in polemica con il Sig. Di Mambro. Io francamente Le consiglio di rivolgersi al numero verde nazionale 1926 al quale puo' manifestare tutto il Suo disappunto, cosi' come ho fatto io stessa in veste di utente.In quanto alla mia professionalita', caro Formichiere, non credo sia Lei a doverla mettere in discussione soprattutto alla luce del fatto che Lei stesso si nasconde dietro uno pseudonimo, firmandosi con il piu' comune dei nomi e soprattutto senza lasciare alcun riferimento e-mail. Se Lei lo avesse fatto, seppur non di mia competenza ma a sostegno del fatto che sono una persona seria, mi sarei fatta carico di rivolgere il suo personale disappunto a chi di competenza facendola contattare per tutti i chiariemti del caso.Distinti Saluti.Laura Riccardi- Scritto da: formichiere


            - Scritto da: laura riccardi

            E siamo sempre li'.....

            blablablablabla e nessuno che ha il
            coraggio

            di firmarsi. Noto con stupore che questo
            e'

            davvero un forum di professionisti. Nessun

            nome, nessun titolo e soprattutto nessuna

            qualifica. Ma forse e' proprio questo il

            punto. Mancano proprio i titoli per poter

            parlare. Quindi cari Signori, Vi lascio
            alle

            vostre polemicucce da servette e torno al

            mio lavoro invitandovi a fare altrettanto,

            ammesso che abbiate qualche argomento piu'

            interessante sul quale concentrarvi.

            Comunque, caro insegnante, prima il NOME e

            poi il COGNOME....... Grazie!





            Laura Riccardi

            Perchè, per essere Utenti Infinocchiati ed
            Incavolati ci vogliono titoli o
            qualifiche???

            E di quali polemicucce và cianciando,
            signora Ricciardi??? Un servizio pagato
            anticipatamente e quasi TOTALMENTE non
            fruibile per lei sarebbe un dettaglio di
            secondaria importanza???

            Credo che se Lei fosse una vera
            professionista, anzichè perdere il Suo tempo
            (e il nostro) in queste risposte, farebbe
            meglio ad usare la sua professionalità per
            risolvere i problemi degli utenti...

            Distindi Saluti
            Paolo Ferrari
            Utente Incavolato




            - Scritto da: l'nsegnante di lettere


            caro ingegnere, prima il nome e poi il


            cognome
          • Anonimo scrive:
            Re: Net Business & Garavini Massimiliano
            Mi spiace immensamente di deluderla, ma questo è il mio vero nome, anche se probabilmente è comunissimo....E non vedo in Lei un capro espiatorio, mi ha semplicemante sconvolto il tono della sua prima risposta al sig. Garavini, il quale non ha fatto altro che esprimere, senza peraltro calcare troppo la mano, la sensazione che abbiamo noi utenti di essere stati bellamente raggirati.E mi permetto di discutere la Sua professionalità in quanto Lei la tira in ballo in continuazione... e un vero professionista lavora per risolvere i problemi, nell'ambito del suo incarico e anche fuori, se le sorti dell'azienda sono in pericolo... come mi sembra nel vostro caso...Pertanto non mi resta che augurarle buon lavoro.Distinti salutiPaolo FerrariP.S. la mia mail la lascio solo agli intimi... sà com'è, lo spam incombe... e gli scherzi idioti pure...- Scritto da: laura riccardi

            Caro Formichiere,

            mi ripeto. Mi occupo di web e non di
            connessione, quindi, caro Sig. Formichiere,
            anche se dipendente di Net Business non
            spetta a me risponderLe. Le rispondo
            puramente a titolo personale e non come
            autorita' di Net Business poiche' in veste
            professionale i Suoi disagi purtroppo non mi
            coinvolgono. Se poi per Lei e' piu' facile
            vedere in me un capro espiatorio in quanto
            dipendente, beh cosa vuole che Le dica,
            faccia pure.....
            Forse il solo leggere il nome Net Business
            Le ha fatto perdere il lume della ragione,
            visto e considerato che non ha minimamente
            colto il vero motivo per il la quale sono
            scesa in polemica con il Sig. Di Mambro.
            Io francamente Le consiglio di rivolgersi al
            numero verde nazionale 1926 al quale puo'
            manifestare tutto il Suo disappunto, cosi'
            come ho fatto io stessa in veste di utente.
            In quanto alla mia professionalita', caro
            Formichiere, non credo sia Lei a doverla
            mettere in discussione soprattutto alla luce
            del fatto che Lei stesso si nasconde dietro
            uno pseudonimo, firmandosi con il piu'
            comune dei nomi e soprattutto senza lasciare
            alcun riferimento e-mail. Se Lei lo avesse
            fatto, seppur non di mia competenza ma a
            sostegno del fatto che sono una persona
            seria, mi sarei fatta carico di rivolgere il
            suo personale disappunto a chi di competenza
            facendola contattare per tutti i chiariemti
            del caso.

            Distinti Saluti.

            Laura Riccardi
        • Anonimo scrive:
          Re: Net Business & Garavini Massimiliano
          - Scritto da: laura riccardi
          E siamo sempre li'.....
          blablablablabla e nessuno che ha il coraggio
          di firmarsi. Noto con stupore che questo e'
          davvero un forum di professionisti. Nessun
          nome, nessun titolo e soprattutto nessuna
          qualifica. Ma forse e' proprio questo il
          punto. Mancano proprio i titoli per poter
          parlare. Quindi cari Signori, Vi lascio alle
          vostre polemicucce da servette e torno al
          mio lavoro invitandovi a fare altrettanto,
          ammesso che abbiate qualche argomento piu'
          interessante sul quale concentrarvi.
          Comunque, caro insegnante, prima il NOME e
          poi il COGNOME....... Grazie!


          Laura Riccardi

          Gent. Sig.ra Riccardi,
          Io non so quali qualifiche abbia Lei (minimo una laurea immagino se non due, da come si atteggia, anche se io da laureata ho sempre pensato che il titolo di studio non implichi per forza la massima intelligenza), comunque, viste le lamentele che ho letto nelle altre risposte di chi evidentemente La conosce e (mi permetto di aggiungere purtroppo) ha a che fare con Lei per motivi di lavoro, forse farebbe meglio a cercare di guadagnarsi minimamente il Suo stipendio invece di rubare i soldi della società passando il tempo a trastullarsi in queste inutili battute (che per altro sono anche abbastanza di basso buon gusto). Mi permetta di darLe un consiglio: non so chi sia Lei, né quali rapporti abbia con il sig. Garavini (visto il fatto che ha risposto con tanta veemenza a chi si è permesso di appuntare all'ingegnere alcune cose, per altro secondo me legittime), ma comunque impari ad essere un po' più professionale, vedrà che i Suoi clienti l'apprezzeranno un po' di più.Cordiali Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Net Business & Garavini Massimiliano
            Gentile Dott.ssa Grimaldi,mi dispiace che Lei si sia basata su una mia singola risposta ed abbia trascurato tutto il contesto. La invito pertanto a rileggere le mie precedenti, sono certa che capira'. Distinti saluti. laura riccardi- Scritto da: Dott.ssa Anna Maria Grimaldi


            - Scritto da: laura riccardi

            E siamo sempre li'.....

            blablablablabla e nessuno che ha il
            coraggio

            di firmarsi. Noto con stupore che questo
            e'

            davvero un forum di professionisti. Nessun

            nome, nessun titolo e soprattutto nessuna

            qualifica. Ma forse e' proprio questo il

            punto. Mancano proprio i titoli per poter

            parlare. Quindi cari Signori, Vi lascio
            alle

            vostre polemicucce da servette e torno al

            mio lavoro invitandovi a fare altrettanto,

            ammesso che abbiate qualche argomento piu'

            interessante sul quale concentrarvi.

            Comunque, caro insegnante, prima il NOME e

            poi il COGNOME....... Grazie!





            Laura Riccardi




            Gent. Sig.ra Riccardi,


            Io non so quali qualifiche abbia Lei
            (minimo una laurea immagino se non due, da
            come si atteggia, anche se io da laureata ho
            sempre pensato che il titolo di studio non
            implichi per forza la massima intelligenza),
            comunque, viste le lamentele che ho letto
            nelle altre risposte di chi evidentemente La
            conosce e (mi permetto di aggiungere
            purtroppo) ha a che fare con Lei per motivi
            di lavoro, forse farebbe meglio a cercare di
            guadagnarsi minimamente il Suo stipendio
            invece di rubare i soldi della società
            passando il tempo a trastullarsi in queste
            inutili battute (che per altro sono anche
            abbastanza di basso buon gusto). Mi permetta
            di darLe un consiglio: non so chi sia Lei,
            né quali rapporti abbia con il sig. Garavini
            (visto il fatto che ha risposto con tanta
            veemenza a chi si è permesso di appuntare
            all'ingegnere alcune cose, per altro secondo
            me legittime), ma comunque impari ad essere
            un po' più professionale, vedrà che i Suoi
            clienti l'apprezzeranno un po' di più.

            Cordiali Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Net Business & Garavini Massimiliano
            - Scritto da: laura riccardi
            Gentile Dott.ssa Grimaldi,

            mi dispiace che Lei si sia basata su una mia
            singola risposta ed abbia trascurato tutto
            il contesto. La invito pertanto a rileggere
            le mie precedenti, sono certa che capira'.
            Distinti saluti.

            laura riccardi


            A dir la verità, è proprio leggendo tutte le Sue risposte che sono giunta alle mie modeste conclusioni, dettate non solamente da ciò che ho potuto vedere, ma anche da ciò che ho letto tra le righe delle Sue risposte, soprattutto quelle riferite alle lodi dell'ingegner Garavini (che visto il ruolo che si vanta di occupare all'interno della Vostra società, ruolo che per altro ho notato tende a sottolineare, dovrebbe essere in grado di cavarsela da solo).Quindi alla luce del fatto che di solito prima di rispondere mi documento bene e non ho la presunzione di fare delle affermazioni basandomi su una sola opinione, La invito nuovamente a rivedere un po' le Sue posizioni, ad essere un po' più gentile con gli utenti che Le scrivono (e che forse hanno anche un po' ragione di lamentarsi, visto che mi pare richiedano solo i servizi per cui hanno pagato), e sono certa che tutti questi piccoli dissapori si affievoliranno come il vento di primavera, nella speranza che la bora triestina non si sposti verso ovest investendo anche la bellissima città di Giuletta e Romeo.Buona fortuna per la Sua carriera (ne ha bisogno)e grazie per avermi dedicato il Suo prezioso tempo.Anna Maria Grimaldi
        • Anonimo scrive:
          Re: Net Business & Garavini Massimiliano
          cara lauretta, come mai rispondi a nome dell'ingegneruccio? Lui non ne è capace o tu sei la sua tutrice? Cmq, tesoro, il tuo nome senza e-mail vale nè più nè meno del mio 'insegnante'. Coraggio, lauretta, ritenta.- Scritto da: laura riccardi
          E siamo sempre li'.....
          blablablablabla e nessuno che ha il coraggio
          di firmarsi. Noto con stupore che questo e'
          davvero un forum di professionisti. Nessun
          nome, nessun titolo e soprattutto nessuna
          qualifica. Ma forse e' proprio questo il
          punto. Mancano proprio i titoli per poter
          parlare. Quindi cari Signori, Vi lascio alle
          vostre polemicucce da servette e torno al
          mio lavoro invitandovi a fare altrettanto,
          ammesso che abbiate qualche argomento piu'
          interessante sul quale concentrarvi.
          Comunque, caro insegnante, prima il NOME e
          poi il COGNOME....... Grazie!


          Laura Riccardi


          - Scritto da: l'nsegnante di lettere

          caro ingegnere, prima il nome e poi il

          cognome
        • Anonimo scrive:
          Re: Net Business & Garavini Massimiliano
          lauretta, dov'è la tua qualifica? E la tua e-mail?Per me sei sempre il Garavini, che stavolta ha scritto prima il nome. La lezione d'italiano è servita, allora. Bravo ingegnere, sei un buon discepolo.- Scritto da: laura riccardi
          E siamo sempre li'.....
          blablablablabla e nessuno che ha il coraggio
          di firmarsi. Noto con stupore che questo e'
          davvero un forum di professionisti. Nessun
          nome, nessun titolo e soprattutto nessuna
          qualifica. Ma forse e' proprio questo il
          punto. Mancano proprio i titoli per poter
          parlare. Quindi cari Signori, Vi lascio alle
          vostre polemicucce da servette e torno al
          mio lavoro invitandovi a fare altrettanto,
          ammesso che abbiate qualche argomento piu'
          interessante sul quale concentrarvi.
          Comunque, caro insegnante, prima il NOME e
          poi il COGNOME....... Grazie!


          Laura Riccardi


          - Scritto da: l'nsegnante di lettere

          caro ingegnere, prima il nome e poi il

          cognome
    • Anonimo scrive:
      Re: Net Business & Garavini Massimiliano
      - Scritto da: Garavini Massimiliano
      Buongiorno,
      chi scrive è Garavini Massimiliano,
      [..]
      Mi occupo perciò solo e soltanto di
      progettazione di prodotti Web e di
      produzioni multimediali ad alto valore
      aggiunto.Caro signor Garavini Massimiliano, invece di starqui a precisare cosa fa lei e cosa (non) fa l'ufficio accanto al suo, comincerei a preoccuparmi di cose piu' importanti, come il danno d'immagine derivante dalla decisione di cancellare la flat.Come Lei ben sapra' l'immagine e' una delle componenti d'importanza critica per una impresadella new economy.Stia sicuro che e' la decisione suddetta a danneggiarvi pesantemente, e non certo le opinioni espresse su questo "forum di servette" (parole della sua collega in altro thread)..
      • Anonimo scrive:
        Re: Net Business & Garavini Massimiliano
        Caro *.* nemmeno Lei si firma. Come mai?Mi dispiace essere stata fraintesa. Quando parlo di 'polemica da servette' era riferita a degli appellativi riferiti ai singoli atti a minarne la credibilita' personale, non certo alle critiche rivolte a delle strategie aziendali (che possono essere piu' o meno discutibili). Ho semplicemente trovato scorretto questo atteggiamento. Personalmente, in qualita' di utente, sono d'accordo con Voi e mi auguro che questo pandemonio si trasformi in polemica costruttiva e faccia rivedere alla Net Business le proprie decisioni. Cio' non toglie pero' che l'Area Media non puo' farsi carico di risolvere il disagio arrecato all'utenza, bensi' indirizzarne le critiche alla divisione competente. A questo fine pero' sarebbe utile poter avere i Vostri riferimenti personali da inoltrare al call center attraverso il servizio 1926. L'anonimato non aiuta a risolvere i problemi. Distinti Saluti.Laura Riccardi- Scritto da: *.*
        - Scritto da: Garavini Massimiliano

        Buongiorno,

        chi scrive è Garavini Massimiliano,

        [..]

        Mi occupo perciò solo e soltanto di

        progettazione di prodotti Web e di

        produzioni multimediali ad alto valore

        aggiunto.
        Caro signor Garavini Massimiliano, invece di
        star
        qui a precisare cosa fa lei e cosa (non) fa
        l'ufficio accanto al suo, comincerei a
        preoccuparmi di cose piu' importanti, come
        il danno d'immagine derivante dalla
        decisione di cancellare la flat.
        Come Lei ben sapra' l'immagine e' una delle
        componenti d'importanza critica per una
        impresa
        della new economy.
        Stia sicuro che e' la decisione suddetta a
        danneggiarvi pesantemente, e non certo le
        opinioni espresse su questo "forum di
        servette" (parole della sua collega in altro
        thread)..
        • Anonimo scrive:
          Re: Net Business & Garavini Massimiliano
          incredibile,siamo nel 2001 e la mediocrita' la fa' da padrone,non ho mai visto una leccaggine cosi' spudorata,signora L.R. non pensera' mica di fare strada cosi'?suvvia,si ricomponga!-
        • Anonimo scrive:
          Re: Net Business & Garavini Massimiliano
          -
          alla divisione competente. A questo fine
          pero' sarebbe utile poter avere i Vostri
          riferimenti personali da inoltrare al call
          center attraverso il servizio 1926.
          L'anonimato non aiuta a risolvere i
          problemi.
          Distinti Saluti.Ma per favore , se una volta la settimana , per non essere troppo petulante, ho telefonato regolarmente al 1926 segnalando i problemi che regolarmente hanno continiato.Ho scritto all'ufficio reclami e non mi hanno neanche preso in considerazione.
  • Anonimo scrive:
    Un paio di conti
    Considerando che il canone per l'affito di una linea alla Telecom costa agli ISP 265000lire al mese e che questi ripartiscono la medesima linea tra 5 o più utenti (il famoso rapporto modem-utenti) che pagano sulle 60 mila ciascuno, si capiscono subito i motivi dei magri guadagni e dello scorraggiamento ad ampliare la rete da parte degli ISP. La flat non conviene, ai provider...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un paio di conti
      - Scritto da: Maciste
      Considerando che il canone per l'affito di
      una linea alla Telecom costa agli ISP
      265000lire al mese e che questi
      ripartiscono la medesima linea tra 5 o più
      utenti (il famoso rapporto modem-utenti) che
      pagano sulle 60 mila ciascuno, si capiscono
      subito i motivi dei magri guadagni e dello
      scorraggiamento ad ampliare la rete da parte
      degli ISP. La flat non conviene, ai
      provider...Ma calcolare cosa fa 2+2 lo sanno fare o no? Alla NetBusiness sarebbe da dire che "hai voluto la bici, adesso pedala"
    • Anonimo scrive:
      Volendo i conti tornano.
      Volendo i conti per i nostri Providers posso tornare, ammesso che i tuoi costi siano fondati anche per gli Operatori concorrenziali a Telecom Italia, perchè la Net Busines non é un semplice Internet Service Provider come la mega-sòla milanese di galatruff, ma un Operatore Telefonico Nazionale di Rete Fissa, autorizzato dal Ministero delle Comunicazioni dal 1999, ed é al pari quindi di Wind, Infostrada, Albacom etc. etc., per cui il traffico telefonico diretto ai suoi Modem generato dai suoi abbonati Flat, che devono comporre il 10026, non passa su Numeri Verdi dove gli I.S.P. pagano il Dazio al dottor Colaninno, ma viaggia sulle proprie linee telefoniche, quindi ha i costi fissi molto più bassi rispetto ad un normale I.S.P.Se poi neanche così si riesce a restare sul mercato delle Flat e SemiFlat, beh allora bisogna essere davvero degli incompetenti.Prima di chiudere bottega, bisogna tentare altre misure, tipo un aumento tariffario (non eccessivo ma giustificato), la modifica del Rapporto Utenti/Modem, che non capisco perchè debba sempre essere promessa di 5/1, quando gli I.S.P. locali a volte arrivano sino anche a 100/1 su connessioni a pagamento orario e nessuno si lamenta, pur pagando la propria connessione.Non dico di arrivare a tali rapporti Utenti/Modem, ma almeno portarlo a 10/1, basta essere chiari all'inizio e far presente tali condizioni d'esercizio, senza prima promettere la luna, salvo poi ripensarci dopo essersi preso gioco di noi ed i nostri soldi.Net Business=Bufala VeroneseE vorrebbero, dopo tale trattamento, del tutto ignobile,alla "vattene tu se nò ti caccio io" che noi clienti di Net Budsiness continuassimo pure a servirci delle sue linee telefoniche per il nostro traffico Voce ed Internet ( a pagamento orario)!Ma a Verona sanno leggere il Listino Prezzi della concorrenza?Io si, e, guardando, si vede subito che offrono prezzi superiori a tutti gli altri Operatori di Reter Fissa, sia per il Voce, sia per Internet.Ditemi voi perchè dovrei utilizzare il 10026per le mie telefonate? Per fare della beneficenza a Verona?No grazie, questi signori da noi non meritano più nulla!E non hanno neppure il coraggio di scriverlo sulla loro Home Page, che le Flat di Net Busineee sono morte e seppellite.Un saluto a tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Volendo i conti tornano.
        si.. vabbe'.. ma i cavi ce li devi avere sotto terra.. senno' dove si attaccano i numeri verdi? ;)i provider e/o gli operatori rientrano anche delle 22 (se non sbaglio) lire/min che telecom gli riconosce per il traffico che generano.e non perche' telecom sia buona, ma perche' l'AIIP (sempre se non sbaglio) chiese e ottenne che ai fornitori di servizi internet venisse girata una parte dei guadagni ottenuta dall'allora monopolista per la mole di traffico che essi generavano sulle sue linee telefoniche..e a me pare anche giusto!cmq io penso che prima di dare dell'incompetente a qualcuno bisognerebbe provare....se i dati stitistici del preflat davano come media di collegamente giornaliera circa due ore al giorno per utente, anche io facendo due conti dico.. ok, moltiplichiamo per 4 fa 8 ore al giorno.Ammettendo che gli utenti stimolati dal NON PAGARE LA BOLLETTA (perche' e' l'unica vera attrattiva delle flat) all'inizio si collegheranno un po' di piu'.. diciamo 10 ore, dopo qualche tempo la situazione dovrebbe regolarizzarsi e ognuno dovrebbe tornare a usare la connessione solo QUANDO GLI SERVE!ovvio che se poi tutti lasciamo il pc accesso e andiamo a lavorare o a scuola.... quello e', seppure prevedibile, non ammissibile...non fa parte di quei comportamenti ritenuti corretti...pensate se nelle regioni in cui c'e' carenza d'acqua tutti si mettessero a innaffiare il prato...penso che verrebbero gambizzati all'istante..per me l'errore piu' grosso dei provider e' che hanno sbagliato i contratti... lasciando troppi margini di interpretazione e si sa che l'italiano, mediamente furbo, e' pronto a buttarsi ogni volta che c'e' da arraffare...credo anche che l'abbiano fatto in buona fede..ma qualcuno che "ci marcia" c'e' sempre...anche il venire in possesso dei dati di migliaia di persone non ha valore zero...cia'i'm flatting in the rain - Scritto da: Angelo di Perna
        Volendo i conti per i nostri Providers posso
        tornare, ammesso che i tuoi costi siano
        fondati anche per gli Operatori
        concorrenziali a Telecom Italia, perchè la
        Net Busines non é un semplice Internet
        Service Provider come la mega-sòla milanese
        di galatruff, ma un Operatore Telefonico
        Nazionale di Rete Fissa, autorizzato dal
        Ministero delle Comunicazioni dal 1999, ed é
        al pari quindi di Wind, Infostrada, Albacom
        etc. etc., per cui il traffico telefonico
        diretto ai suoi Modem generato dai suoi
        abbonati Flat, che devono comporre il 10026,
        non passa su Numeri Verdi dove gli I.S.P.
        pagano il Dazio al dottor Colaninno, ma
        viaggia sulle proprie linee telefoniche,
        quindi ha i costi fissi molto più bassi
        rispetto ad un normale I.S.P.
        Se poi neanche così si riesce a restare sul
        mercato delle Flat e SemiFlat, beh allora
        bisogna essere davvero degli incompetenti.
        Prima di chiudere bottega, bisogna tentare
        altre misure, tipo un aumento tariffario
        (non eccessivo ma giustificato), la modifica
        del Rapporto Utenti/Modem, che non capisco
        perchè debba sempre essere promessa di 5/1,
        quando gli I.S.P. locali a volte arrivano
        sino anche a 100/1 su connessioni a
        pagamento orario e nessuno si lamenta, pur
        pagando la propria connessione.
        Non dico di arrivare a tali rapporti
        Utenti/Modem, ma almeno portarlo a 10/1,
        basta essere chiari all'inizio e far
        presente tali condizioni d'esercizio, senza
        prima promettere la luna, salvo poi
        ripensarci dopo essersi preso gioco di noi
        ed i nostri soldi.

        Net Business=Bufala Veronese

        E vorrebbero, dopo tale trattamento, del
        tutto ignobile,alla "vattene tu se nò ti
        caccio io" che noi clienti di Net Budsiness
        continuassimo pure a servirci delle sue
        linee telefoniche per il nostro traffico
        Voce ed Internet ( a pagamento orario)!
        Ma a Verona sanno leggere il Listino Prezzi
        della concorrenza?
        Io si, e, guardando, si vede subito che
        offrono prezzi superiori a tutti gli altri
        Operatori di Reter Fissa, sia per il Voce,
        sia per Internet.
        Ditemi voi perchè dovrei utilizzare il 10026
        per le mie telefonate?
        Per fare della beneficenza a Verona?
        No grazie, questi signori da noi non
        meritano più nulla!
        E non hanno neppure il coraggio di scriverlo
        sulla loro Home Page, che le Flat di Net
        Busineee sono morte e seppellite.

        Un saluto a tutti.











        • Anonimo scrive:
          Re: Volendo i conti tornano.
          Ho da fare una precisazione:Il famoso Rapporto Utenti/Modem 5/1 non vuol dire che per un Modem c'é una sola linea verde condivisa tra 5 utenti (che hanno pagato la Flat), come vorrebberio far credere quegli imbroglioni di venditori nostrani falliti di Flat, bensì che per ogni modem ci si possono connettere al massimo in contemporanea 5 utenti, avendo quindi una connessione più veloce rispetto ad una con un I.S.P. locale che a volte, per mancanza di Modem, arriva a far condividere uno stesso Modem anche a più di 50 clienti ( con pagamento orario della connessione), motivo per cui la velocità di connessione é più bassa e il Download arriva persino a rasentare i 0,8 Kbts!Il problema dell'essere connessi anche per 24 ore consecutive su 24 non danneggia per nulla gli altri fruitori dello stesso Modem, che sono garantiti da altre 4 linee sempre accessibili, ma danneggiano solamente la tasca dell'I.S.P. cialtrone che non intende pagare poi la bolletta salata al dottor Colaninno.Infatti, se guardate un attimo a come funzionano le Flat negli USA e, anche senza andare troppo lontani guardate in altri paesi della nostra Europa, tipo la Germania per esempio, vediamo che lì le connessioni Flat sono mediamente dell'ordine delle 8 - 10 ore quotidiane, eppure nessun Provider tedesco si é lamentato, segno che gli I.S.P. tedeschi ( e non solo tedeshi) sono molto più seri di quelli nostrani!La soluzione?Che ne direste di cacciare questa massa di I.S.P. nostrani incapaci ed arraffoni e far entrare a competere nel nostro mercato gli I.S.P. stranieri?Fosse la volta buona che in Italia qualche cosa iniziasse a funzionare a dovere, iniziando dalle connessioni Flat per l'accesso ad Internet.E sarebbe l'occasione buona per far tornare al lavoro quelle tante braccia rubate all'agricoltura!
          • Anonimo scrive:
            Re: Volendo i conti tornano.
            no!sei tu che sbagli!!!al numero verde risponde un apparato che smista la chiamata su uno dei numeri forniti dal provider, ai quali poi sono attaccati i modem..e se io occupo una porta modem, gli altri stanno fuori!!!quindi se chiamo il verde, mi rispondera' il modem allo 06000001, poi lo 06000002 e cosi' viaad ogni linea e' attaccato uno e un solo modem!!quello che dici tu e' corretto se parliamo di banda.se io su 2mb ci faccio navigare 10 persone vado da dio, se ce ne metto 10.000 non mi muovo...ma e' un discorso diverso!!e poi gli stranieri in italia ci sono!BT con infinito, che ha provocato non pochi problemi a Inet per la sua freenet, e altri a Blue per l'umts.Worldonline con tiscalipoi ci sono quelli facenti parte dei grandi gruppi stranieri comespraysportalescitelycosyahooe pure mi sembra che i loro risultati non siano cosi' brillanti..se escludiamo yahoo e lycos, le altre hanno tutte grassi problemi..non mi sembrano questo esempio da seguire...ciao- Scritto da: Angelo di Perna
            Ho da fare una precisazione:
            Il famoso Rapporto Utenti/Modem 5/1 non vuol
            dire che per un Modem c'é una sola linea
            verde condivisa tra 5 utenti (che hanno
            pagato la Flat), come vorrebberio far
            credere quegli imbroglioni di venditori
            nostrani falliti di Flat, bensì che per ogni
            modem ci si possono connettere al massimo in
            contemporanea 5 utenti, avendo quindi una
            connessione più veloce rispetto ad una con
            un I.S.P. locale che a volte, per mancanza
            di Modem, arriva a far condividere uno
            stesso Modem anche a più di 50 clienti ( con
            pagamento orario della connessione), motivo
            per cui la velocità di connessione é più
            bassa e il Download arriva persino a
            rasentare i 0,8 Kbts!
            Il problema dell'essere connessi anche per
            24 ore consecutive su 24 non danneggia per
            nulla gli altri fruitori dello stesso Modem,
            che sono garantiti da altre 4 linee sempre
            accessibili, ma danneggiano solamente la
            tasca dell'I.S.P. cialtrone che non intende
            pagare poi la bolletta salata al dottor
            Colaninno.
            Infatti, se guardate un attimo a come
            funzionano le Flat negli USA e, anche senza
            andare troppo lontani guardate in altri
            paesi della nostra Europa, tipo la Germania
            per esempio, vediamo che lì le connessioni
            Flat sono mediamente dell'ordine delle 8 -
            10 ore quotidiane, eppure nessun Provider
            tedesco si é lamentato, segno che gli I.S.P.
            tedeschi ( e non solo tedeshi) sono molto
            più seri di quelli nostrani!

            La soluzione?
            Che ne direste di cacciare questa massa di
            I.S.P. nostrani incapaci ed arraffoni e far
            entrare a competere nel nostro mercato gli
            I.S.P. stranieri?
            Fosse la volta buona che in Italia qualche
            cosa iniziasse a funzionare a dovere,
            iniziando dalle connessioni Flat per
            l'accesso ad Internet.
            E sarebbe l'occasione buona per far tornare
            al lavoro quelle tante braccia rubate
            all'agricoltura!

  • Anonimo scrive:
    Netbusinnes = Galactica? no Gala è peggio!
    Almeno i primi hanno avuto l'onestà di dire chiaramente cosa volevano fare.Galactica prima mi ha segregato nel numero ghetto, poi ha cercato di estorcere la disdetta o la conversione ad adsl (inesistente da me) e in ultimo mi ha tagliato l'account.Ora ho un collegamento flat, gia pagato, che scadrà a fine luglio e non posso collegarmi.Vergogna!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Netbusinnes = Galactica? no Gala è peggio!
      Se quello che dici è vero sarebbero da mandare tutti in galera quelli di Gala... e non fatico a crederlo!- Scritto da: marco
      Almeno i primi hanno avuto l'onestà di dire
      chiaramente cosa volevano fare.
      Galactica prima mi ha segregato nel numero
      ghetto, poi ha cercato di estorcere la
      disdetta o la conversione ad adsl
      (inesistente da me) e in ultimo mi ha
      tagliato l'account.
      Ora ho un collegamento flat, gia pagato, che
      scadrà a fine luglio e non posso collegarmi.
      Vergogna!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Netbusinnes = Galactica? no Gala è peggio!
      Scusa, quanto stavi connesso con Galactica?mARCOs- Scritto da: marco
      Almeno i primi hanno avuto l'onestà di dire
      chiaramente cosa volevano fare.
      Galactica prima mi ha segregato nel numero
      ghetto, poi ha cercato di estorcere la
      disdetta o la conversione ad adsl
      (inesistente da me) e in ultimo mi ha
      tagliato l'account.
      Ora ho un collegamento flat, gia pagato, che
      scadrà a fine luglio e non posso collegarmi.
      Vergogna!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Netbusinnes = Galactica? no Gala è peggio!
        - Scritto da: mARCOs
        Scusa, quanto stavi connesso con Galactica?

        mARCOs
        SCUSA MARCOS MA CHE CACCHIO CENTRA?se la politica di galactica fosse questa dovrebbero scriverlo chiaro nel contratto PRIMA che uno sfigato decida di pagare,allora sarebbe tutto limpido,siamo in italia,e ci sono pecore che danno ragione al macellaio...
        • Anonimo scrive:
          Re: Netbusinnes = Galactica? no Gala è peggio!
          C'entra eccome.Sul contratto non è indicato un massimo di ore di connessione al giorno ma questo limite si evince dal rapporto modem/utenti.Se tale rapporto è di 1/5, significa che il sistema regge un'utenza che si connette mediamente 24/5 ore al giorno e cioè meno di cinque ore.Allora, se siamo gente civile, ci connettiamo rispettando questo limite; se ce ne freghiamo, stiamo connessi anche venti ore al giorno (tanto è consentito, no? Che problema c'è?).Evidentemente di gente civile ne esiste pochina ed ecco che fine penosa hanno fatto tutte le offerte flat.Cari flattari, non vi viene proprio in mente che un'offerta che garantisce un modem per cinque utenti non può funzionare se tutti vogliono stare connessi tutto il giorno?mARCOs- Scritto da: LOLLO


          - Scritto da: mARCOs

          Scusa, quanto stavi connesso con
          Galactica?



          mARCOs


          SCUSA MARCOS MA CHE CACCHIO CENTRA?
          se la politica di galactica fosse questa
          dovrebbero scriverlo chiaro nel contratto
          PRIMA che uno sfigato decida di
          pagare,allora sarebbe tutto limpido,siamo in
          italia,e ci sono pecore che danno ragione al
          macellaio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Netbusinnes = Galactica? no Gala è peggio!

            C'entra eccome.

            ....

            Cari flattari, non vi viene proprio in mente
            che un'offerta che garantisce un modem per
            cinque utenti non può funzionare se tutti
            vogliono stare connessi tutto il giorno?Sono completamente d'accordo. Io non ho subito "maltrattamenti" da Galactica. Una volta mi sono connesso per 10/20 ore (dovevo fare un grosso download) ma, di solito, 1 o 2 ore al giorno e fila tutto liscio.... mARCOs ha perfettamente ragione. Occorre usare il cervello!!!!Roberto
          • Anonimo scrive:
            Re: Netbusinnes = Galactica? no Gala è peggio!
            - Scritto da: mARCOs
            Cari flattari, non vi viene proprio in mente
            che un'offerta che garantisce un modem per
            cinque utenti non può funzionare se tutti
            vogliono stare connessi tutto il giorno?

            mARCOsnooooooo, non viene in mente a nessuno! si connettono tutti per dieci ore al giorno e poi dicono "qui trovo sempre occupato, che truffatori!!!"se non sapete usare uno strumento condiviso, quando è chiarissimo che cosa potete e non potete fare, spendete cento volte di piu' e fatevi installare una connessione permanente, almeno la pianterete di dire "c'era scritto 24 ore su 24 e quindi io che mi connetto soltanto 20 ore al giorno non usufrisco a pieno del servizio"mARCOs, i tuoi numerosi interventi anche in altri forum temo che siano serviti a poco, visto che c'e' ancora chi protesta perche' il provider fregone non lo fa connettere quando vuole lui!e che diavolo, dopo aver sborsato l'ingente somma di 50.000 al mese, il povero utente non puo' navigare neanche 20 ore al giorno??? in che mondo viviamo!!!StefanoR
  • Anonimo scrive:
    NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
    Salve,sono uno dei "fortunati" abbonati a Net Business, e questi sprovveduti e improvvisati flop-manager di Verona, al secolo Maurizio Lago (presidente-perdente) Milko Cavalier (direttore ammistrativo del fallimento) e Massimiliano Garavini (web e internet services director, cioè colui che dovrebbe essere il "guru" di Net Business per quanto attiene Internet, e che invece a quanto vedo ne capisce meno del mio idraulico di fiducia) mi hanno completamente sconcertato con questa loro decisione di tornare indietro di 1 anno, a quando le Tariffe Flat erano solo un sogno americano, poi ci sono stati Galactica e Wind che hanno aperto la strada e tutti gli altri a seguire.Lo sbaglio é stato quello che nessun organo governativo che tuteli gli interessi di noi cittadini-clienti (leggi Ministero delle Comunicazioni, Antitrust e Autority delle Comunicazioni) ha verificato che tutti i vari competitori sul terreno delle Tariffe Flat e SemiFlat avessero le basi per entrare senza floppare in questo nuovo mercato.E così manager freschi di laurea e bravi solo a parole, che non avevano mai visto prima la realtà di un Internet Service Provider, si sono gettati nella mischia, alla ricerca di facili guadagni alla faccia nostra ed a spese delle nostre tasche, con i risultati che ora tutti vediamo.Alla luce di quest'ultima uscita di Net Business, considero al momento conclusa la mia esperienza personale con Internet, la sera tornerò a leggere libri, a seguire i programmi di approfondimento di seconda serata, a mangiare una pizza fuori casa, perché non mi và nel modo più assoluto nè di regalare soldi a Colaninno per le connessioni orarie ad Internet nè restare fregato da nuovi I.S.P. che spuntano come funghi, raschiano le nostre tasche e poi quando viene il momento di spendere qualche lira da noi incassata per aumentare le linee telefoniche diponibili e il numero dei Modem inventano scuse a cui solo chi é stupido può credere.Mi auguro di essere seguito da altri.Voglio proprio vedere quando non ci saranno più polli da spennare come camperanno i vari Podestà e Maurizio Lago, e, soprattutto come faranno ad onorare i debiti nel frattempo assunti ed a pagare gli stipendi dei loro dipendenti.Fossi nei panni di questi ultimi inizierei già a trovarmi un nuovo lavoro, perchè se Galactica e Net Business maltrattano in modo così violento e diretto la propria clientela, che rappresenta il proprio pane (ossia coloro che li fanno campare), vuol dire che non hanno intenzione di durare a lungo ma vogliono solo arraffare più soldi possibili e chiudere bottega, lasciando sulla strada sia noi clienti che loro dipendenti!Non é assolutamente vero che le Tariffe Flat sono arrivate al capolinea, si tratta più semplicemente che stanno iniziando ad uscire dal campo gli incapaci, i buffoni e gli inetti, ossia coloro che non hanno mai capito nulla di Internet, di cosa vuol dire gestire un I.S.P., su come si creano le Tariffe Flat e su come si comunica con la propria clientela.La selezione naturale sta facendo il suo corso, cacciando tutti quei freschi laureati che un Piano Industriale fin ora lo hanno visto solo proiettato sul telo bianco dalla lavagna luminosa durante le lezioni universitarie.Poveri noi, finiti nelle loro mani!ADSL?No, grazie, anche perchè l'ADSL viene offerto sempre da loro, e, come oggi mi stanno fregando con le Tariffe Flat, fra 1 anno mi fregheranno anche con l'ADSL! (Tanto una scusa, dopo aver intascato i milioni dell'ADSL si trova sempre, peggio per chi ci capita!)Chi mi imbroglia una prima volta, non ci penserà su a farlo una seconda volta, non trovate?Perciò meglio aspettare il proseguire degli eventi, senza più sottoscrivere alcuna Tariffa Flat, e, solo quando la selezione naturale avrà fatto pulizia di tutti gli incapaci, facendo restare sul mercato solo chi sa fare il proprio mestiere, allora si potrà nuovamente sottoscrivere Tariffe Flat e ADSL.Un saluto a tutti e riflettete prima di "abboccare" a nuove e vecchie Tariffe Flat.
    • Anonimo scrive:
      Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
      Sono un altro "fortunato" possesore di NetPeople Night, la tariffa semi-flat che Net Business proponeva...Bhè che dire, sicuramente non ci mancherà visto che tanto era inutilizzabile: modem sempre occupati, a volte si aveva l'impressione che i modem venissero spenti, e quando avevi la fortuna di trovare libero, la navigazione era impossibile...Cose da Pazzi...io tanto già avevo mandato la lettera di disdetta. Quindi sicuramente non ne sentirò la mancanza. Bye Bye a tutti gli incompetenti della New Economy
      • Anonimo scrive:
        Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
        Sono anch'io un altro "fortunato" sottoscrittore di Netpeople Night. Devo dire che utilizzando prettamente netbusiness per newsgroup e mail non mi sembrava andasse malissimo solo per questo tipo di operazioni. Per la navigazione invece era veramente lenta, non parliamo del download dei files (mortale). Per quando riguarda il collegamento, la sera era quasi impossibile collegarsi prima di 15 minuti di tentativi automatici (meno male mi ero dotato di router).Il problema grave di queste flat e' che non possono pubblicizzare un collegamento flat 24/24h 7 giorni su 7 quando c'e' un rapporto 1 a 5 modem utenti. Se io pago un canone e posso stare collegato, cerchero' di sfruttare al massimo il mio link (e questo non se lo vogliono mettere in testa la varie ditte). Questo significa che un utente sara' contento, se la dorsale del provider fosse adeguata, ma altri 4 si incavolerebbero come non mai. Questo e' quello che sta succedendo. Dovrebbero dimensionare le proprie infrastrutture in modo adeguato, anche a discapito di un aumento di canone. Il problema e' che questa operazione comporterebbe un canone molto elevato, fuori dalla portata della maggior parte delle nostre tasche. Quindi e' inutile che ci prendono in giro con queste flat bufale. Se non riescono a dare un servizio serio, e' meglio non lo diano.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
          - Scritto da: Gianpy
          Il problema grave di queste flat e' che non
          possono pubblicizzare un collegamento flat
          24/24h 7 giorni su 7 quando c'e' un rapporto
          1 a 5 modem utenti.Infatti loro vendono una connessione "24 ore su 24 con rapporto modem/utenti 1/5".Se dichiarano apertamente tale limite, non vedo dove sia la fregatura.
          Se io pago un canone e
          posso stare collegato, cerchero' di
          sfruttare al massimo il mio link (e questo
          non se lo vogliono mettere in testa la varie
          ditte).La flat di Edisons che costa 50 carte al mese conviene a partire da un'ora di connessione al giorno in fascia piena.Quindi, se tu navighi due ore al giorno, spendi la metà di quanto avresti speso con Telecom e già è un bel risparmio.Non è vero che per rendere conveniente una flat occorra restarci attaccati otto ore al giorno.
          Questo significa che un utente sara'
          contento, se la dorsale del provider fosse
          adeguata, ma altri 4 si incavolerebbero come
          non mai. Questo e' quello che sta
          succedendo. Dovrebbero dimensionare le
          proprie infrastrutture in modo adeguato,
          anche a discapito di un aumento di canone.
          Il problema e' che questa operazione
          comporterebbe un canone molto elevato, fuori
          dalla portata della maggior parte delle
          nostre tasche.
          Quindi e' inutile che ci prendono in giro
          con queste flat bufale.Le flat non sono bufale, dipende dal modo in cui le si usa.Se tanti di quei professionistucoli che si abbonano alle flat poi restano online tutto il giorno, secondo me farebbero meglio a passare ad offerte migliori (anche se + costose), come ADSL.
          Se non riescono a dare un servizio serio, e'
          meglio non lo diano.Una ditta è seria quando ti dà quello che ti promette.Se la ditta promette un rapporto modem/utenti 1/5 e lo mantiene, è seria.Se poi qualcuno si attacca alle flat per dieci-venti ore al giorno, è chiaro che il servizio non funzionerà ma io non addosserei tutta la colpa ai provider.mARCOs
      • Anonimo scrive:
        Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
        Condivido pienamente. Le mie connessioni erano caratterizzate da continui disconnessioni, per cui dopo un'ora di questo 'support' ero costretto ad andare su tin.it, ahimé.Io ho già subito una analoga fregatura con INTERNETZERO. ... voi no ?!Cosa ci proporrà il futuro ?Giorgio- Scritto da: LuPiN
        Sono un altro "fortunato" possesore di
        NetPeople Night, la tariffa semi-flat che
        Net Business proponeva...Bhè che dire,
        sicuramente non ci mancherà visto che tanto
        era inutilizzabile: modem sempre occupati, a
        volte si aveva l'impressione che i modem
        venissero spenti, e quando avevi la fortuna
        di trovare libero, la navigazione era
        impossibile...
        Cose da Pazzi...
        io tanto già avevo mandato la lettera di
        disdetta. Quindi sicuramente non ne sentirò
        la mancanza. Bye Bye a tutti gli
        incompetenti della New Economy
    • Anonimo scrive:
      Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!

      sono uno dei "fortunati" abbonati a Net
      Business, e questi sprovveduti e
      improvvisati flop-manager di Verona, al
      secolo Maurizio Lago (presidente-perdente)
      Milko Cavalier (direttore ammistrativo del
      fallimento) e Massimiliano Garavini (web e
      internet services director, cioè colui che
      dovrebbe essere il "guru" di Net Business
      per quanto attiene Internet, e che invece a
      quanto vedo ne capisce meno del mio
      idraulico di fiducia) mi hanno completamente
      sconcertato con questa loro decisione di
      tornare indietro di 1 anno, a quando le
      Tariffe Flat erano solo un sogno americano,
      poi ci sono stati Galactica e Wind che hanno
      aperto la strada e tutti gli altri a
      seguire.
      Lo sbaglio é stato quello che nessun organo
      governativo che tuteli gli interessi di noi
      cittadini-clienti (leggi Ministero delle
      Comunicazioni, Antitrust e Autority delle
      Comunicazioni) ha verificato che tutti i
      vari competitori sul terreno delle Tariffe
      Flat e SemiFlat avessero le basi per entrare
      senza floppare in questo nuovo mercato.### Ma caro mio: tu credi veramente che una "autorità" governativa riesce a fare conti che una impresa privata sbaglia?Ma tu dove vivi? A parte che viviamo in uno stato dove "esistono tante autority senza nessuna autorità" (non mi ricordo chi l'ha detto, cmq non ero io ;o) ) e che questo stato fa già fatica farsi i conti propri. Ma mo faccia il piacere ...
      E così manager freschi di laurea e bravi
      solo a parole, che non avevano mai visto
      prima la realtà di un Internet Service
      Provider, si sono gettati nella mischia,
      alla ricerca di facili guadagni alla faccia
      nostra ed a spese delle nostre tasche, con i
      risultati che ora tutti vediamo.### Ottima valutazione :-)

      Alla luce di quest'ultima uscita di Net
      Business, considero al momento conclusa la
      mia esperienza personale con Internet, la
      sera tornerò a leggere libri, a seguire i
      programmi di approfondimento di seconda
      serata, a mangiare una pizza fuori casa,### andiamo verso l'estate, chissene frega di internet ...
      perché non mi và nel modo più assoluto nè di
      regalare soldi a Colaninno per le
      connessioni orarie ad Internet nè restare
      fregato da nuovi I.S.P. che spuntano come
      funghi, raschiano le nostre tasche e poi
      quando viene il momento di spendere qualche
      lira da noi incassata per aumentare le linee
      telefoniche diponibili e il numero dei Modem
      inventano scuse a cui solo chi é stupido può
      credere.
      Mi auguro di essere seguito da altri.### Purtroppo ci sta chi lavora con internet e non può rinunciare ... e quelli sono quei disgraziati che si ritrovano coi pantaloni calati senza tazza su cui sedersi ...
      Voglio proprio vedere quando non ci saranno
      più polli da spennare come camperanno i vari
      Podestà e Maurizio Lago, e, soprattutto come
      faranno ad onorare i debiti nel frattempo
      assunti ed a pagare gli stipendi dei loro
      dipendenti.
      Fossi nei panni di questi ultimi inizierei
      già a trovarmi un nuovo lavoro, perchè se
      Galactica e Net Business maltrattano in modo
      così violento e diretto la propria
      clientela, che rappresenta il proprio pane
      (ossia coloro che li fanno campare), vuol
      dire che non hanno intenzione di durare a
      lungo ma vogliono solo arraffare più soldi
      possibili e chiudere bottega, lasciando
      sulla strada sia noi clienti che loro
      dipendenti!

      Non é assolutamente vero che le Tariffe Flat
      sono arrivate al capolinea, si tratta più
      semplicemente che stanno iniziando ad uscire
      dal campo gli incapaci, i buffoni e gli
      inetti, ossia coloro che non hanno mai
      capito nulla di Internet, di cosa vuol dire
      gestire un I.S.P., su come si creano le
      Tariffe Flat e su come si comunica con la
      propria clientela.### Verissimo!
      La selezione naturale sta facendo il suo
      corso, cacciando tutti quei freschi laureati
      che un Piano Industriale fin ora lo hanno
      visto solo proiettato sul telo bianco dalla
      lavagna luminosa durante le lezioni
      universitarie.### Tu ce l'hai coi neolaureati ... ma falli fare un po' di esperienza, magari all' estero ... forse impareranno qualcosa ...
      Poveri noi, finiti nelle loro mani!### La scuola di microzzozz ...
      ADSL?
      No, grazie, anche perchè l'ADSL viene
      offerto sempre da loro, e, come oggi mi
      stanno fregando con le Tariffe Flat, fra 1
      anno mi fregheranno anche con l'ADSL! (Tanto
      una scusa, dopo aver intascato i milioni
      dell'ADSL si trova sempre, peggio per chi ci
      capita!)### A parte questo: il vantaggio di adsl do'sta? Velocità = uguale (o quasi), disponibilità minima, e allora?
      Chi mi imbroglia una prima volta, non ci
      penserà su a farlo una seconda volta, non
      trovate?

      Perciò meglio aspettare il proseguire degli
      eventi, senza più sottoscrivere alcuna
      Tariffa Flat, e, solo quando la selezione
      naturale avrà fatto pulizia di tutti gli
      incapaci, facendo restare sul mercato solo
      chi sa fare il proprio mestiere, allora si
      potrà nuovamente sottoscrivere Tariffe Flat
      e ADSL.

      Un saluto a tutti e riflettete prima di
      "abboccare" a nuove e vecchie Tariffe Flat. ### Beato a chi non servono ...
    • Anonimo scrive:
      Risponde Garavini Massimiliano al Sig. Di Mambro
      Buongiorno,chi scrive è Garavini Massimiliano, al secolo il Web & Internet Services Director di Net Business Spa, l'ingegnere informatico che a detta del Sig. Alfredo Di Mambro ne saprebbe meno del suo idraulico.Preciso che il sottoscritto utilizza un linguaggio adeguato ad un forum pubblico e forse, dal momento che il Sig. Di Mambro non conosce nè i ruoli nè le figure presenti in Net Business Spa, è necessario che presenti anche il mio ruolo che non è affatto quello di gestore delle attività di connettività (ruolo ricoperto da un altro collega) ma quello di Progettazione Internetica, di creazione front end e back end di siti e portali.Mi occupo perciò solo e soltanto di progettazione di prodotti Web e di produzioni multimediali ad alto valore aggiunto.Comprendo la lagnanza del Sig. Di Mambro, che senz'altro dal nostro call center potrà ricevere tutte le informazioni del caso, però tali affrettate informazioni, senza essere supportate da una adeguata conoscenza, con il puro intento diffamatorio nei confronti di una carriera ed una professionalità che il Sig. Di Mambro evidentemente dimostra di non possedere, altrimenti non confonderebbe un Internet Services Director con un Technical Director (o comunque un IP Manager), mi danneggiano personalmente e lo riterrò personalmente responsabile, anche legalmente, delle affermazioni lesive della mia dignità professionale.Spero pertanto di aver chiarito il mio ruolo una volta per tutte e che tali, spiacevoli, "confusioni" non abbiano a ripetersi in futuro.Saluti,Ing. Massimiliano GaraviniWEB & INTERNET SERVICES DIRECTORNET BUSINESS SPA - Scritto da: Alfredo Di Mambro
      Salve,
      sono uno dei "fortunati" abbonati a Net
      Business, e questi sprovveduti e
      improvvisati flop-manager di Verona, al
      secolo Maurizio Lago (presidente-perdente)
      Milko Cavalier (direttore ammistrativo del
      fallimento) e Massimiliano Garavini (web e
      internet services director, cioè colui che
      dovrebbe essere il "guru" di Net Business
      per quanto attiene Internet, e che invece a
      quanto vedo ne capisce meno del mio
      idraulico di fiducia) mi hanno completamente
      sconcertato con questa loro decisione di
      tornare indietro di 1 anno, a quando le
      Tariffe Flat erano solo un sogno americano,
      poi ci sono stati Galactica e Wind che hanno
      aperto la strada e tutti gli altri a
      seguire.
      Lo sbaglio é stato quello che nessun organo
      governativo che tuteli gli interessi di noi
      cittadini-clienti (leggi Ministero delle
      Comunicazioni, Antitrust e Autority delle
      Comunicazioni) ha verificato che tutti i
      vari competitori sul terreno delle Tariffe
      Flat e SemiFlat avessero le basi per entrare
      senza floppare in questo nuovo mercato.
      E così manager freschi di laurea e bravi
      solo a parole, che non avevano mai visto
      prima la realtà di un Internet Service
      Provider, si sono gettati nella mischia,
      alla ricerca di facili guadagni alla faccia
      nostra ed a spese delle nostre tasche, con i
      risultati che ora tutti vediamo.

      Alla luce di quest'ultima uscita di Net
      Business, considero al momento conclusa la
      mia esperienza personale con Internet, la
      sera tornerò a leggere libri, a seguire i
      programmi di approfondimento di seconda
      serata, a mangiare una pizza fuori casa,
      perché non mi và nel modo più assoluto nè di
      regalare soldi a Colaninno per le
      connessioni orarie ad Internet nè restare
      fregato da nuovi I.S.P. che spuntano come
      funghi, raschiano le nostre tasche e poi
      quando viene il momento di spendere qualche
      lira da noi incassata per aumentare le linee
      telefoniche diponibili e il numero dei Modem
      inventano scuse a cui solo chi é stupido può
      credere.
      Mi auguro di essere seguito da altri.
      Voglio proprio vedere quando non ci saranno
      più polli da spennare come camperanno i vari
      Podestà e Maurizio Lago, e, soprattutto come
      faranno ad onorare i debiti nel frattempo
      assunti ed a pagare gli stipendi dei loro
      dipendenti.
      Fossi nei panni di questi ultimi inizierei
      già a trovarmi un nuovo lavoro, perchè se
      Galactica e Net Business maltrattano in modo
      così violento e diretto la propria
      clientela, che rappresenta il proprio pane
      (ossia coloro che li fanno campare), vuol
      dire che non hanno intenzione di durare a
      lungo ma vogliono solo arraffare più soldi
      possibili e chiudere bottega, lasciando
      sulla strada sia noi clienti che loro
      dipendenti!

      Non é assolutamente vero che le Tariffe Flat
      sono arrivate al capolinea, si tratta più
      semplicemente che stanno iniziando ad uscire
      dal campo gli incapaci, i buffoni e gli
      inetti, ossia coloro che non hanno mai
      capito nulla di Internet, di cosa vuol dire
      gestire un I.S.P., su come si creano le
      Tariffe Flat e su come si comunica con la
      propria clientela.
      La selezione naturale sta facendo il suo
      corso, cacciando tutti quei freschi laureati
      che un Piano Industriale fin ora lo hanno
      visto solo proiettato sul telo bianco dalla
      lavagna luminosa durante le lezioni
      universitarie.
      Poveri noi, finiti nelle loro mani!
      ADSL?
      No, grazie, anche perchè l'ADSL viene
      offerto sempre da loro, e, come oggi mi
      stanno fregando con le Tariffe Flat, fra 1
      anno mi fregheranno anche con l'ADSL! (Tanto
      una scusa, dopo aver intascato i milioni
      dell'ADSL si trova sempre, peggio per chi ci
      capita!)
      Chi mi imbroglia una prima volta, non ci
      penserà su a farlo una seconda volta, non
      trovate?

      Perciò meglio aspettare il proseguire degli
      eventi, senza più sottoscrivere alcuna
      Tariffa Flat, e, solo quando la selezione
      naturale avrà fatto pulizia di tutti gli
      incapaci, facendo restare sul mercato solo
      chi sa fare il proprio mestiere, allora si
      potrà nuovamente sottoscrivere Tariffe Flat
      e ADSL.

      Un saluto a tutti e riflettete prima di
      "abboccare" a nuove e vecchie Tariffe Flat.
      • Anonimo scrive:
        Re: Risponde Garavini Massimiliano al Sig. Di Mamb

        Preciso che il sottoscritto utilizza un
        linguaggio adeguato ad un forum pubblico e
        forse, dal momento che il Sig. Di Mambro non
        conosce nè i ruoli nè le figure presenti in
        Net Business Spa, è necessario che presenti
        anche il mio ruolo che non è affatto quello
        di gestore delle attività di connettività
        (ruolo ricoperto da un altro collega) ma
        quello di Progettazione Internetica, di
        creazione front end e back end di siti e
        portali.ahahahahaha Progettazione Internetica bel termine complimenti avete vintoil primo premio per la creazione di terminiinutili....che tradotto vuol dire (immagino) : scarica barile belli i nuovi imprenditori della new economy...complimenti siete proprio degni di fiducia.@
        • Anonimo scrive:
          Re: Risponde Garavini Massimiliano al Sig. Di Mamb
          La fiducia di inetti che non hanno neppure il coraggio di firmarsi non ci interessa. Grazie e buon lavoro!Laura Riccardi.- Scritto da: @


          Preciso che il sottoscritto utilizza un

          linguaggio adeguato ad un forum pubblico e

          forse, dal momento che il Sig. Di Mambro
          non

          conosce nè i ruoli nè le figure presenti
          in

          Net Business Spa, è necessario che
          presenti

          anche il mio ruolo che non è affatto
          quello

          di gestore delle attività di connettività

          (ruolo ricoperto da un altro collega) ma

          quello di Progettazione Internetica, di

          creazione front end e back end di siti e

          portali.

          ahahahahaha Progettazione Internetica
          bel termine complimenti avete vinto
          il primo premio per la creazione di termini
          inutili....
          che tradotto vuol dire (immagino) : scarica
          barile

          belli i nuovi imprenditori della new
          economy...complimenti siete proprio degni di
          fiducia.

          @
        • Anonimo scrive:
          Re: Risponde Garavini Massimiliano al Sig. Di Mamb
          - Scritto da: @

          ahahahahaha Progettazione Internetica
          bel termine complimenti avete vinto
          il primo premio per la creazione di termini
          inutili....ROTFL!!Suvia, un po' di comprensione..loro sono quelli della "niu economi", portatilinoe cellulare accesi tutto il giorno...non possono mica occuparsi di quisquilie come laconsumer satisfaction o cose del genere :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
      Gentile Signor Di Mambro,prima di sparare a zero sulla professionalita' dei singoli ci penserei bene. Prima di etichettare con appellativi disgustosi il Sig. Lago o il Dottor Cavaler o meglio ancora il Dott. Garavini, sarebbe interessante verificare il Suo di curriculum, caro Sig. Mambro. Ma credo che, dal tono della Sua polemica e dalla piccolezza da Lei dimostrata con appellativi che forse appartengono a Lei e non al management di Net Business, il Suo curriculum contenga ben poco di interessante.......Se ritiene di essere stato danneggiato da Net Business Le ricordo che esistono delle sedi opportune dove potersi tutelare. E' da pusillanimi utilizzare questo mezzo diffamatorio per screditare un'intera azienda, senza che alcuno se ne assuma la responsabilita' delle fregnacce denunciate da 4 pellegrini vigliacchi che non sanno neppure da che parte si accende un computer. Ma vergognatevi!Sarebbe divertente che le persone sopracitate Le facessero causa caro Sig. Di Mambro. E' vero Sig. Di Mambro, gli imbecilli come Lei e' bene che continuino a leggere anziche' utilizzare uno strumento come Internet.....Distinti Saluti.Laura Riccardi Production & Quality Coordinator Net Business SpaP.S.Per dovere di cronaca, caro Sig. Di Mambro, il Web & Internet Services Director (al secolo Dott. Massimiliano Garavini, ingegnere informatico 28 enne, e secondo il Sole 24 Ore uno dei 10 Internet Manager piu' promettenti d'Italia)e' il Dirigente dell'Area Media cioe' la divisione che si occupa alla produzione web e non dei servizi di connessione.
      Salve,
      sono uno dei "fortunati" abbonati a Net
      Business, e questi sprovveduti e
      improvvisati flop-manager di Verona, al
      secolo Maurizio Lago (presidente-perdente)
      Milko Cavalier (direttore ammistrativo del
      fallimento) e Massimiliano Garavini (web e
      internet services director, cioè colui che
      dovrebbe essere il "guru" di Net Business
      per quanto attiene Internet, e che invece a
      quanto vedo ne capisce meno del mio
      idraulico di fiducia) mi hanno completamente
      sconcertato con questa loro decisione di
      tornare indietro di 1 anno, a quando le
      Tariffe Flat erano solo un sogno americano,
      poi ci sono stati Galactica e Wind che hanno
      aperto la strada e tutti gli altri a
      seguire.
      Lo sbaglio é stato quello che nessun organo
      governativo che tuteli gli interessi di noi
      cittadini-clienti (leggi Ministero delle
      Comunicazioni, Antitrust e Autority delle
      Comunicazioni) ha verificato che tutti i
      vari competitori sul terreno delle Tariffe
      Flat e SemiFlat avessero le basi per entrare
      senza floppare in questo nuovo mercato.
      E così manager freschi di laurea e bravi
      solo a parole, che non avevano mai visto
      prima la realtà di un Internet Service
      Provider, si sono gettati nella mischia,
      alla ricerca di facili guadagni alla faccia
      nostra ed a spese delle nostre tasche, con i
      risultati che ora tutti vediamo.

      Alla luce di quest'ultima uscita di Net
      Business, considero al momento conclusa la
      mia esperienza personale con Internet, la
      sera tornerò a leggere libri, a seguire i
      programmi di approfondimento di seconda
      serata, a mangiare una pizza fuori casa,
      perché non mi và nel modo più assoluto nè di
      regalare soldi a Colaninno per le
      connessioni orarie ad Internet nè restare
      fregato da nuovi I.S.P. che spuntano come
      funghi, raschiano le nostre tasche e poi
      quando viene il momento di spendere qualche
      lira da noi incassata per aumentare le linee
      telefoniche diponibili e il numero dei Modem
      inventano scuse a cui solo chi é stupido può
      credere.
      Mi auguro di essere seguito da altri.
      Voglio proprio vedere quando non ci saranno
      più polli da spennare come camperanno i vari
      Podestà e Maurizio Lago, e, soprattutto come
      faranno ad onorare i debiti nel frattempo
      assunti ed a pagare gli stipendi dei loro
      dipendenti.
      Fossi nei panni di questi ultimi inizierei
      già a trovarmi un nuovo lavoro, perchè se
      Galactica e Net Business maltrattano in modo
      così violento e diretto la propria
      clientela, che rappresenta il proprio pane
      (ossia coloro che li fanno campare), vuol
      dire che non hanno intenzione di durare a
      lungo ma vogliono solo arraffare più soldi
      possibili e chiudere bottega, lasciando
      sulla strada sia noi clienti che loro
      dipendenti!

      Non é assolutamente vero che le Tariffe Flat
      sono arrivate al capolinea, si tratta più
      semplicemente che stanno iniziando ad uscire
      dal campo gli incapaci, i buffoni e gli
      inetti, ossia coloro che non hanno mai
      capito nulla di Internet, di cosa vuol dire
      gestire un I.S.P., su come si creano le
      Tariffe Flat e su come si comunica con la
      propria clientela.
      La selezione naturale sta facendo il suo
      corso, cacciando tutti quei freschi laureati
      che un Piano Industriale fin ora lo hanno
      visto solo proiettato sul telo bianco dalla
      lavagna luminosa durante le lezioni
      universitarie.
      Poveri noi, finiti nelle loro mani!
      ADSL?
      No, grazie, anche perchè l'ADSL viene
      offerto sempre da loro, e, come oggi mi
      stanno fregando con le Tariffe Flat, fra 1
      anno mi fregheranno anche con l'ADSL! (Tanto
      una scusa, dopo aver intascato i milioni
      dell'ADSL si trova sempre, peggio per chi ci
      capita!)
      Chi mi imbroglia una prima volta, non ci
      penserà su a farlo una seconda volta, non
      trovate?

      Perciò meglio aspettare il proseguire degli
      eventi, senza più sottoscrivere alcuna
      Tariffa Flat, e, solo quando la selezione
      naturale avrà fatto pulizia di tutti gli
      incapaci, facendo restare sul mercato solo
      chi sa fare il proprio mestiere, allora si
      potrà nuovamente sottoscrivere Tariffe Flat
      e ADSL.

      Un saluto a tutti e riflettete prima di
      "abboccare" a nuove e vecchie Tariffe Flat.
      • Anonimo scrive:
        Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
        - Scritto da: laura riccardi
        Gentile Signor Di Mambro,

        prima di sparare a zero sulla
        professionalita' dei singoli ci penserei
        bene. Prima di etichettare con appellativi
        disgustosi il Sig. Lago o il Dottor Cavaler
        o meglio ancora il Dott. Garavini, sarebbe
        interessante verificare il Suo di
        curriculum, caro Sig. Mambro. Ma credo che,
        dal tono della Sua polemica e dalla
        piccolezza da Lei dimostrata con appellativi
        che forse appartengono a Lei e non al
        management di Net Business, il Suo
        curriculum contenga ben poco di
        interessante.......
        Se ritiene di essere stato danneggiato da
        Net Business Le ricordo che esistono delle
        sedi opportune dove potersi tutelare. E' da
        pusillanimi utilizzare questo mezzo
        diffamatorio per screditare un'intera
        azienda, senza che alcuno se ne assuma la
        responsabilita' delle fregnacce denunciate
        da 4 pellegrini vigliacchi che non sanno
        neppure da che parte si accende un computer.
        Ma vergognatevi!
        Sarebbe divertente che le persone
        sopracitate Le facessero causa caro Sig. Di
        Mambro.
        E' vero Sig. Di Mambro, gli imbecilli come
        Lei e' bene che continuino a leggere
        anziche' utilizzare uno strumento come
        Internet.....
        Distinti Saluti.

        Laura Riccardi
        Production & Quality Coordinator
        Net Business Spa

        P.S.
        Per dovere di cronaca, caro Sig. Di Mambro,
        il Web & Internet Services Director (al
        secolo Dott. Massimiliano Garavini,
        ingegnere informatico 28 enne, e secondo il
        Sole 24 Ore uno dei 10 Internet Manager piu'
        promettenti d'Italia)
        e' il Dirigente dell'Area Media cioe' la
        divisione che si occupa alla produzione web
        e non dei servizi di connessione. E Lei, cara signora, pensa ancora che sia il caso di credere a tutto quello che dicono i giornali (e magari anche la televisione)???Abbiamo smesso di credere alla Befana da molto tempo....Comunque è giusto che continuino a trattarci da imbecilli, visto che continuiamo a farci prendere per i fondelli da questi "promettenti manager".E per quel che riguarda le fregnacce, pensi quanto possa essere contento chi come me, abbonato a una flat, deve per forza utilizzare una connessione diversa per navigare, pagando ancora. Fregnacce a casa mia sono quelle che raccontano i gestori delle connessioni Flat, sempre pronti a promettere la luna ma NON ad investire in linee telefoniche e modem per migliorare un servizio e garantire DAVVERO un accesso ai propri utenti.Quanto alle sedi opportune, stia tranquilla che le troveremo, e vedremo quanto Vi serviranno i mirabolanti curriculum che dite (dite) di avere.Distinti SalutiPaolo FerrariUtente IncavolatoP.S. A proposito di accensioni.... Lei lo sa da che parte si accende un CERVELLO???





        Salve,

        sono uno dei "fortunati" abbonati a Net

        Business, e questi sprovveduti e

        improvvisati flop-manager di Verona, al

        secolo Maurizio Lago (presidente-perdente)

        Milko Cavalier (direttore ammistrativo del

        fallimento) e Massimiliano Garavini (web e

        internet services director, cioè colui che

        dovrebbe essere il "guru" di Net Business

        per quanto attiene Internet, e che invece
        a

        quanto vedo ne capisce meno del mio

        idraulico di fiducia) mi hanno
        completamente

        sconcertato con questa loro decisione di

        tornare indietro di 1 anno, a quando le

        Tariffe Flat erano solo un sogno
        americano,

        poi ci sono stati Galactica e Wind che
        hanno

        aperto la strada e tutti gli altri a

        seguire.

        Lo sbaglio é stato quello che nessun
        organo

        governativo che tuteli gli interessi di
        noi

        cittadini-clienti (leggi Ministero delle

        Comunicazioni, Antitrust e Autority delle

        Comunicazioni) ha verificato che tutti i

        vari competitori sul terreno delle Tariffe

        Flat e SemiFlat avessero le basi per
        entrare

        senza floppare in questo nuovo mercato.

        E così manager freschi di laurea e bravi

        solo a parole, che non avevano mai visto

        prima la realtà di un Internet Service

        Provider, si sono gettati nella mischia,

        alla ricerca di facili guadagni alla
        faccia

        nostra ed a spese delle nostre tasche,
        con i

        risultati che ora tutti vediamo.



        Alla luce di quest'ultima uscita di Net

        Business, considero al momento conclusa la

        mia esperienza personale con Internet, la

        sera tornerò a leggere libri, a seguire i

        programmi di approfondimento di seconda

        serata, a mangiare una pizza fuori casa,

        perché non mi và nel modo più assoluto nè
        di

        regalare soldi a Colaninno per le

        connessioni orarie ad Internet nè restare

        fregato da nuovi I.S.P. che spuntano come

        funghi, raschiano le nostre tasche e poi

        quando viene il momento di spendere
        qualche

        lira da noi incassata per aumentare le
        linee

        telefoniche diponibili e il numero dei
        Modem

        inventano scuse a cui solo chi é stupido
        può

        credere.

        Mi auguro di essere seguito da altri.

        Voglio proprio vedere quando non ci
        saranno

        più polli da spennare come camperanno i
        vari

        Podestà e Maurizio Lago, e, soprattutto
        come

        faranno ad onorare i debiti nel frattempo

        assunti ed a pagare gli stipendi dei loro

        dipendenti.

        Fossi nei panni di questi ultimi inizierei

        già a trovarmi un nuovo lavoro, perchè se

        Galactica e Net Business maltrattano in
        modo

        così violento e diretto la propria

        clientela, che rappresenta il proprio pane

        (ossia coloro che li fanno campare), vuol

        dire che non hanno intenzione di durare a

        lungo ma vogliono solo arraffare più soldi

        possibili e chiudere bottega, lasciando

        sulla strada sia noi clienti che loro

        dipendenti!



        Non é assolutamente vero che le Tariffe
        Flat

        sono arrivate al capolinea, si tratta più

        semplicemente che stanno iniziando ad
        uscire

        dal campo gli incapaci, i buffoni e gli

        inetti, ossia coloro che non hanno mai

        capito nulla di Internet, di cosa vuol
        dire

        gestire un I.S.P., su come si creano le

        Tariffe Flat e su come si comunica con la

        propria clientela.

        La selezione naturale sta facendo il suo

        corso, cacciando tutti quei freschi
        laureati

        che un Piano Industriale fin ora lo hanno

        visto solo proiettato sul telo bianco
        dalla

        lavagna luminosa durante le lezioni

        universitarie.

        Poveri noi, finiti nelle loro mani!

        ADSL?

        No, grazie, anche perchè l'ADSL viene

        offerto sempre da loro, e, come oggi mi

        stanno fregando con le Tariffe Flat, fra 1

        anno mi fregheranno anche
        • Anonimo scrive:
          Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
          Gentile Sig. Paolo Ferrari o, se preferisce, FORMICHIERE, forse e' Lei ad avere problemi di connessione cerebrale. Il mio personale disappunto nei confronti del Sig. Di Mambro riguarda gli appellativi poco consoni che ha utilizzato per minare la professionalita' dei singoli che compongono l'azienda. Oltre ad essere dipendente di Net Business sono anche utente e quindi come tale posso trovare le decisioni di Net Business piu' o meno discutibili, ma comunque cio' non mi autorizza ad insultare personalmente qualunque figura professionale, se non altro per il rispetto del lavoro altrui. Ma comunque questa e' una pura questione di stile personale.Preciso che in qualita' di dipendente di Net Business, non usufruisco di nessuna agevolazione per nessun servizio, quindi mi trovo nelle Vostre stesse condizioni.In veste professionale non entro in polemica con dettagli tecnici perche' questi non mi competono visto e considerato che mi occupo del coordinamento alla produzione web e non di servizi di connessione. Vorrei pero' ricordarLe che esiste un numero verde nazionale e cioe' il 1926 che puo' contattare e che puo' darLe tutte le informazioni del caso, o se crede puo' inviare una e-mail al 1926@netbusiness.it. Le consiglio di rileggere la mia precedente caro FORMICHIERE. Saluti,Laura RiccardiUtente di Net Business e Production & Quality CoordinatorNet Business Spa - Scritto da: formichiere


          - Scritto da: laura riccardi

          Gentile Signor Di Mambro,



          prima di sparare a zero sulla

          professionalita' dei singoli ci penserei

          bene. Prima di etichettare con appellativi

          disgustosi il Sig. Lago o il Dottor
          Cavaler

          o meglio ancora il Dott. Garavini, sarebbe

          interessante verificare il Suo di

          curriculum, caro Sig. Mambro. Ma credo
          che,

          dal tono della Sua polemica e dalla

          piccolezza da Lei dimostrata con
          appellativi

          che forse appartengono a Lei e non al

          management di Net Business, il Suo

          curriculum contenga ben poco di

          interessante.......

          Se ritiene di essere stato danneggiato da

          Net Business Le ricordo che esistono delle

          sedi opportune dove potersi tutelare. E'
          da

          pusillanimi utilizzare questo mezzo

          diffamatorio per screditare un'intera

          azienda, senza che alcuno se ne assuma la

          responsabilita' delle fregnacce denunciate

          da 4 pellegrini vigliacchi che non sanno

          neppure da che parte si accende un
          computer.

          Ma vergognatevi!

          Sarebbe divertente che le persone

          sopracitate Le facessero causa caro Sig.
          Di

          Mambro.

          E' vero Sig. Di Mambro, gli imbecilli come

          Lei e' bene che continuino a leggere

          anziche' utilizzare uno strumento come

          Internet.....

          Distinti Saluti.



          Laura Riccardi

          Production & Quality Coordinator

          Net Business Spa



          P.S.

          Per dovere di cronaca, caro Sig. Di
          Mambro,

          il Web & Internet Services Director (al

          secolo Dott. Massimiliano Garavini,

          ingegnere informatico 28 enne, e secondo
          il

          Sole 24 Ore uno dei 10 Internet Manager
          piu'

          promettenti d'Italia)

          e' il Dirigente dell'Area Media cioe' la

          divisione che si occupa alla produzione
          web

          e non dei servizi di connessione.

          E Lei, cara signora, pensa ancora che sia il
          caso di credere a tutto quello che dicono i
          giornali (e magari anche la televisione)???
          Abbiamo smesso di credere alla Befana da
          molto tempo....

          Comunque è giusto che continuino a trattarci
          da imbecilli, visto che continuiamo a farci
          prendere per i fondelli da questi
          "promettenti manager".

          E per quel che riguarda le fregnacce, pensi
          quanto possa essere contento chi come me,
          abbonato a una flat, deve per forza
          utilizzare una connessione diversa per
          navigare, pagando ancora. Fregnacce a casa
          mia sono quelle che raccontano i gestori
          delle connessioni Flat, sempre pronti a
          promettere la luna ma NON ad investire in
          linee telefoniche e modem per migliorare un
          servizio e garantire DAVVERO un accesso ai
          propri utenti.

          Quanto alle sedi opportune, stia tranquilla
          che le troveremo, e vedremo quanto Vi
          serviranno i mirabolanti curriculum che dite
          (dite) di avere.

          Distinti Saluti
          Paolo Ferrari
          Utente Incavolato

          P.S. A proposito di accensioni.... Lei lo sa
          da che parte si accende un CERVELLO???











          Salve,


          sono uno dei "fortunati" abbonati a Net


          Business, e questi sprovveduti e


          improvvisati flop-manager di Verona, al


          secolo Maurizio Lago
          (presidente-perdente)


          Milko Cavalier (direttore ammistrativo
          del


          fallimento) e Massimiliano Garavini
          (web e


          internet services director, cioè colui
          che


          dovrebbe essere il "guru" di Net
          Business


          per quanto attiene Internet, e che
          invece

          a


          quanto vedo ne capisce meno del mio


          idraulico di fiducia) mi hanno

          completamente


          sconcertato con questa loro decisione
          di


          tornare indietro di 1 anno, a quando le


          Tariffe Flat erano solo un sogno

          americano,


          poi ci sono stati Galactica e Wind che

          hanno


          aperto la strada e tutti gli altri a


          seguire.


          Lo sbaglio é stato quello che nessun

          organo


          governativo che tuteli gli interessi di

          noi


          cittadini-clienti (leggi Ministero
          delle


          Comunicazioni, Antitrust e Autority
          delle


          Comunicazioni) ha verificato che tutti
          i


          vari competitori sul terreno delle
          Tariffe


          Flat e SemiFlat avessero le basi per

          entrare


          senza floppare in questo nuovo mercato.


          E così manager freschi di laurea e
          bravi


          solo a parole, che non avevano mai
          visto


          prima la realtà di un Internet Service


          Provider, si sono gettati nella
          mischia,


          alla ricerca di facili guadagni alla

          faccia


          nostra ed a spese delle nostre tasche,

          con i


          risultati che ora tutti vediamo.





          Alla luce di quest'ultima uscita di Net


          Business, considero al momento
          conclusa la


          mia esperienza personale con Internet,
          la


          sera tornerò a leggere libri, a
          seguire i


          programmi di approfondimento di seconda


          serata, a mangiare una pizza fuori
          casa,


          perché non mi và nel modo più assoluto


          di


          regalare soldi a Colaninno per le


          connessioni orarie ad Internet nè
          restare


          fregato da nuovi I.S.P. che spuntano
          come


          funghi, raschiano le nostre tasche
          • Anonimo scrive:
            Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
            Gentile Signora, vorei farle notare una cosa, siamo d'accordo sul fatto che è praticamente impossibile utilizzare il vostro abbonamento?? siamo d'accordo sul fatto che io pago e voi non mi date nulla?? siamo d'accordo sul fatto che quando si telefonava al vostro numeoro verde si rispondeva che troppe erano state le adesioni e che il rapporto modem utenti non era rispettato momentaneamente e che si stava effettuando un upgrade?? ergo i termini del contratto non mi sembrano rispettati. se poi siamo daccordo su questo si può discutere in modo civile di tutto il resto.ma solo dopo che si ammettono le colpe.un vostro (felicissimo di esserlo) ex-utente- Scritto da: laura riccardi
            Gentile Sig. Paolo Ferrari o, se preferisce,
            FORMICHIERE,
            forse e' Lei ad avere problemi di
            connessione cerebrale. Il mio personale
            disappunto nei confronti del Sig. Di Mambro
            riguarda gli appellativi poco consoni che ha
            utilizzato per minare la professionalita'
            dei singoli che compongono l'azienda. Oltre
            ad essere dipendente di Net Business sono
            anche utente e quindi come tale posso
            trovare le decisioni di Net Business piu' o
            meno discutibili, ma comunque cio' non mi
            autorizza ad insultare personalmente
            qualunque figura professionale, se non altro
            per il rispetto del lavoro altrui. Ma
            comunque questa e' una pura questione di
            stile personale.
            Preciso che in qualita' di dipendente di Net
            Business, non usufruisco di nessuna
            agevolazione per nessun servizio, quindi mi
            trovo nelle Vostre stesse condizioni.
            In veste professionale non entro in polemica
            con dettagli tecnici perche' questi non mi
            competono visto e considerato che mi occupo
            del coordinamento alla produzione web e non
            di servizi di connessione. Vorrei pero'
            ricordarLe che esiste un numero verde
            nazionale e cioe' il 1926 che puo'
            contattare e che puo' darLe tutte le
            informazioni del caso, o se crede puo'
            inviare una e-mail al 1926@netbusiness.it.
            Le consiglio di rileggere la mia precedente
            caro FORMICHIERE.
            Saluti,

            Laura Riccardi
            Utente di Net Business
            e
            Production & Quality Coordinator
            Net Business Spa





            - Scritto da: formichiere





            - Scritto da: laura riccardi


            Gentile Signor Di Mambro,





            prima di sparare a zero sulla


            professionalita' dei singoli ci
            penserei


            bene. Prima di etichettare con
            appellativi


            disgustosi il Sig. Lago o il Dottor

            Cavaler


            o meglio ancora il Dott. Garavini,
            sarebbe


            interessante verificare il Suo di


            curriculum, caro Sig. Mambro. Ma credo

            che,


            dal tono della Sua polemica e dalla


            piccolezza da Lei dimostrata con

            appellativi


            che forse appartengono a Lei e non al


            management di Net Business, il Suo


            curriculum contenga ben poco di


            interessante.......


            Se ritiene di essere stato danneggiato
            da


            Net Business Le ricordo che esistono
            delle


            sedi opportune dove potersi tutelare.
            E'

            da


            pusillanimi utilizzare questo mezzo


            diffamatorio per screditare un'intera


            azienda, senza che alcuno se ne assuma
            la


            responsabilita' delle fregnacce
            denunciate


            da 4 pellegrini vigliacchi che non
            sanno


            neppure da che parte si accende un

            computer.


            Ma vergognatevi!


            Sarebbe divertente che le persone


            sopracitate Le facessero causa caro
            Sig.

            Di


            Mambro.


            E' vero Sig. Di Mambro, gli imbecilli
            come


            Lei e' bene che continuino a leggere


            anziche' utilizzare uno strumento come


            Internet.....


            Distinti Saluti.





            Laura Riccardi


            Production & Quality Coordinator


            Net Business Spa





            P.S.


            Per dovere di cronaca, caro Sig. Di

            Mambro,


            il Web & Internet Services Director (al


            secolo Dott. Massimiliano Garavini,


            ingegnere informatico 28 enne, e
            secondo

            il


            Sole 24 Ore uno dei 10 Internet Manager

            piu'


            promettenti d'Italia)


            e' il Dirigente dell'Area Media cioe'
            la


            divisione che si occupa alla produzione

            web


            e non dei servizi di connessione.



            E Lei, cara signora, pensa ancora che sia
            il

            caso di credere a tutto quello che dicono
            i

            giornali (e magari anche la
            televisione)???

            Abbiamo smesso di credere alla Befana da

            molto tempo....



            Comunque è giusto che continuino a
            trattarci

            da imbecilli, visto che continuiamo a
            farci

            prendere per i fondelli da questi

            "promettenti manager".



            E per quel che riguarda le fregnacce,
            pensi

            quanto possa essere contento chi come me,

            abbonato a una flat, deve per forza

            utilizzare una connessione diversa per

            navigare, pagando ancora. Fregnacce a casa

            mia sono quelle che raccontano i gestori

            delle connessioni Flat, sempre pronti a

            promettere la luna ma NON ad investire in

            linee telefoniche e modem per migliorare
            un

            servizio e garantire DAVVERO un accesso ai

            propri utenti.



            Quanto alle sedi opportune, stia
            tranquilla

            che le troveremo, e vedremo quanto Vi

            serviranno i mirabolanti curriculum che
            dite

            (dite) di avere.



            Distinti Saluti

            Paolo Ferrari

            Utente Incavolato



            P.S. A proposito di accensioni.... Lei lo
            sa

            da che parte si accende un CERVELLO???

















            Salve,



            sono uno dei "fortunati" abbonati a
            Net



            Business, e questi sprovveduti e



            improvvisati flop-manager di
            Verona, al



            secolo Maurizio Lago

            (presidente-perdente)



            Milko Cavalier (direttore
            ammistrativo

            del



            fallimento) e Massimiliano Garavini

            (web e



            internet services director, cioè
            colui

            che



            dovrebbe essere il "guru" di Net

            Business



            per quanto attiene Internet, e che

            invece


            a



            quanto vedo ne capisce meno del mio



            idraulico di fiducia) mi hanno


            completamente



            sconcertato con questa loro
            decisione

            di



            tornare indietro di 1 anno, a
            quando le



            Tariffe Flat erano solo un sogno


            americano,



            poi ci sono stati Galactica e Wind
            che


            hanno



            aperto la strada e tutti gli altri a



            seguire.



            Lo sbaglio é stato quello che nessun


            organo
          • Anonimo scrive:
            Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
            Gentile Sig. Marchesani,sono solidale con Lei. Sono un'utente e quindi come tale mi trovo nelle Sue stesse identiche condizioni con gli stessi identici disagi. Mi auguro, sempre in qualita' di utente, che vengano riviste le decisioni aziendali. In qualita' di dipendente vorrei poterLe rispondere in modo adeguato, ma purtroppo non e' questo un ambito di mia competenza. Sicuramente sara' mia premura informare il Servizio Clienti di tutto il malcontento manifestato in questo forum. Distinti Saluti.Laura Riccardi - Scritto da: Licio Marchesani
            Gentile Signora,
            vorei farle notare una cosa, siamo
            d'accordo sul fatto che è praticamente
            impossibile utilizzare il vostro
            abbonamento?? siamo d'accordo sul fatto che
            io pago e voi non mi date nulla?? siamo
            d'accordo sul fatto che quando si telefonava
            al vostro numeoro verde si rispondeva che
            troppe erano state le adesioni e che il
            rapporto modem utenti non era rispettato
            momentaneamente e che si stava effettuando
            un upgrade?? ergo i termini del contratto
            non mi sembrano rispettati. se poi siamo
            daccordo su questo si può discutere in modo
            civile di tutto il resto.ma solo dopo che si
            ammettono le colpe.
            un vostro (felicissimo di esserlo) ex-utente

            - Scritto da: laura riccardi

            Gentile Sig. Paolo Ferrari o, se
            preferisce,

            FORMICHIERE,

            forse e' Lei ad avere problemi di

            connessione cerebrale. Il mio personale

            disappunto nei confronti del Sig. Di
            Mambro

            riguarda gli appellativi poco consoni che
            ha

            utilizzato per minare la professionalita'

            dei singoli che compongono l'azienda.
            Oltre

            ad essere dipendente di Net Business sono

            anche utente e quindi come tale posso

            trovare le decisioni di Net Business
            piu' o

            meno discutibili, ma comunque cio' non mi

            autorizza ad insultare personalmente

            qualunque figura professionale, se non
            altro

            per il rispetto del lavoro altrui. Ma

            comunque questa e' una pura questione di

            stile personale.

            Preciso che in qualita' di dipendente di
            Net

            Business, non usufruisco di nessuna

            agevolazione per nessun servizio, quindi
            mi

            trovo nelle Vostre stesse condizioni.

            In veste professionale non entro in
            polemica

            con dettagli tecnici perche' questi non mi

            competono visto e considerato che mi
            occupo

            del coordinamento alla produzione web e
            non

            di servizi di connessione. Vorrei pero'

            ricordarLe che esiste un numero verde

            nazionale e cioe' il 1926 che puo'

            contattare e che puo' darLe tutte le

            informazioni del caso, o se crede puo'

            inviare una e-mail al
            1926@netbusiness.it.

            Le consiglio di rileggere la mia
            precedente

            caro FORMICHIERE.

            Saluti,



            Laura Riccardi

            Utente di Net Business

            e

            Production & Quality Coordinator

            Net Business Spa











            - Scritto da: formichiere








            - Scritto da: laura riccardi



            Gentile Signor Di Mambro,







            prima di sparare a zero sulla



            professionalita' dei singoli ci

            penserei



            bene. Prima di etichettare con

            appellativi



            disgustosi il Sig. Lago o il Dottor


            Cavaler



            o meglio ancora il Dott. Garavini,

            sarebbe



            interessante verificare il Suo di



            curriculum, caro Sig. Mambro. Ma
            credo


            che,



            dal tono della Sua polemica e dalla



            piccolezza da Lei dimostrata con


            appellativi



            che forse appartengono a Lei e non
            al



            management di Net Business, il Suo



            curriculum contenga ben poco di



            interessante.......



            Se ritiene di essere stato
            danneggiato

            da



            Net Business Le ricordo che esistono

            delle



            sedi opportune dove potersi
            tutelare.

            E'


            da



            pusillanimi utilizzare questo mezzo



            diffamatorio per screditare
            un'intera



            azienda, senza che alcuno se ne
            assuma

            la



            responsabilita' delle fregnacce

            denunciate



            da 4 pellegrini vigliacchi che non

            sanno



            neppure da che parte si accende un


            computer.



            Ma vergognatevi!



            Sarebbe divertente che le persone



            sopracitate Le facessero causa caro

            Sig.


            Di



            Mambro.



            E' vero Sig. Di Mambro, gli
            imbecilli

            come



            Lei e' bene che continuino a leggere



            anziche' utilizzare uno strumento
            come



            Internet.....



            Distinti Saluti.







            Laura Riccardi



            Production & Quality Coordinator



            Net Business Spa







            P.S.



            Per dovere di cronaca, caro Sig. Di


            Mambro,



            il Web & Internet Services Director
            (al



            secolo Dott. Massimiliano Garavini,



            ingegnere informatico 28 enne, e

            secondo


            il



            Sole 24 Ore uno dei 10 Internet
            Manager


            piu'



            promettenti d'Italia)



            e' il Dirigente dell'Area Media
            cioe'

            la



            divisione che si occupa alla
            produzione


            web



            e non dei servizi di connessione.





            E Lei, cara signora, pensa ancora che
            sia

            il


            caso di credere a tutto quello che
            dicono

            i


            giornali (e magari anche la

            televisione)???


            Abbiamo smesso di credere alla Befana
            da


            molto tempo....





            Comunque è giusto che continuino a

            trattarci


            da imbecilli, visto che continuiamo a

            farci


            prendere per i fondelli da questi


            "promettenti manager".





            E per quel che riguarda le fregnacce,

            pensi


            quanto possa essere contento chi come
            me,


            abbonato a una flat, deve per forza


            utilizzare una connessione diversa per


            navigare, pagando ancora. Fregnacce a
            casa


            mia sono quelle che raccontano i
            gestori


            delle connessioni Flat, sempre pronti a


            promettere la luna ma NON ad investire
            in


            linee telefoniche e modem per
            migliorare

            un


            servizio e garantire DAVVERO un
            accesso ai


            propri utenti.





            Quanto alle sedi opportune, stia

            tranquilla


            che le troveremo, e vedremo quanto Vi


            serviranno i mirabolanti curriculum che

            dite


            (dite) di avere.





            Distinti Saluti


            Paolo Ferrari


            Utente Incavolato
          • Anonimo scrive:
            Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
            Non posso che ringraziarla per l'attenzione accordatami.Licio Marchesani- Scritto da: laura riccardi
            Gentile Sig. Marchesani,

            sono solidale con Lei. Sono un'utente e
            quindi come tale mi trovo nelle Sue stesse
            identiche condizioni con gli stessi identici
            disagi. Mi auguro, sempre in qualita' di
            utente, che vengano riviste le decisioni
            aziendali. In qualita' di dipendente vorrei
            poterLe rispondere in modo adeguato, ma
            purtroppo non e' questo un ambito di mia
            competenza. Sicuramente sara' mia premura
            informare il Servizio Clienti di tutto il
            malcontento manifestato in questo forum.
            Distinti Saluti.

            Laura Riccardi
          • Anonimo scrive:
            Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
            Sia gentile, si rilegga Lei quello che ha scritto. Perchè se trova consoni appellativi quali "pusillanimi", "fregnacce", "pellegrini vigliacchi" e "imbecilli" non so proprio come classificare il suo livello "stile personale"... e forse anche di educazione.E Le ricordo che insultare gli utenti di un servizio (perchè i suoi sì che sono insulti) NON è il modo migliore per conservarli...Paolo Ferrari- Scritto da: laura riccardi
            Gentile Sig. Paolo Ferrari o, se preferisce,
            FORMICHIERE,
            forse e' Lei ad avere problemi di
            connessione cerebrale. Il mio personale
            disappunto nei confronti del Sig. Di Mambro
            riguarda gli appellativi poco consoni che ha
            utilizzato per minare la professionalita'
            dei singoli che compongono l'azienda. Oltre
            ad essere dipendente di Net Business sono
            anche utente e quindi come tale posso
            trovare le decisioni di Net Business piu' o
            meno discutibili, ma comunque cio' non mi
            autorizza ad insultare personalmente
            qualunque figura professionale, se non altro
            per il rispetto del lavoro altrui. Ma
            comunque questa e' una pura questione di
            stile personale.
            Preciso che in qualita' di dipendente di Net
            Business, non usufruisco di nessuna
            agevolazione per nessun servizio, quindi mi
            trovo nelle Vostre stesse condizioni.
            In veste professionale non entro in polemica
            con dettagli tecnici perche' questi non mi
            competono visto e considerato che mi occupo
            del coordinamento alla produzione web e non
            di servizi di connessione. Vorrei pero'
            ricordarLe che esiste un numero verde
            nazionale e cioe' il 1926 che puo'
            contattare e che puo' darLe tutte le
            informazioni del caso, o se crede puo'
            inviare una e-mail al 1926@netbusiness.it.
            Le consiglio di rileggere la mia precedente
            caro FORMICHIERE.
            Saluti,

            Laura Riccardi
            Utente di Net Business
            e
            Production & Quality Coordinator
            Net Business Spa
          • Anonimo scrive:
            Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!
            Queste sono le cose che mi convincono ogni giorno di più della scelta che ho fatto: lottare contro l'arroganza di chi ha il coltello dalla perte del manico e pensa di potere sovrastare l'utente come e quando vuole, sono infatti un coordinatore regionale del Codacons per la tutela dei diritti di utenti e dei consumatori. Vi pregherei di segnalare, anche attraverso il sito tutte le vostre esperienze negative cusate dai soprusi di questa compagnia e di sopportarci per eventuali azioni idonee. grazie a tutti- Scritto da: laura riccardi
            Gentile Sig. Paolo Ferrari o, se preferisce,
            FORMICHIERE,
            forse e' Lei ad avere problemi di
            connessione cerebrale. Il mio personale
            disappunto nei confronti del Sig. Di Mambro
            riguarda gli appellativi poco consoni che ha
            utilizzato per minare la professionalita'
            dei singoli che compongono l'azienda. Oltre
            ad essere dipendente di Net Business sono
            anche utente e quindi come tale posso
            trovare le decisioni di Net Business piu' o
            meno discutibili, ma comunque cio' non mi
            autorizza ad insultare personalmente
            qualunque figura professionale, se non altro
            per il rispetto del lavoro altrui. Ma
            comunque questa e' una pura questione di
            stile personale.
            Preciso che in qualita' di dipendente di Net
            Business, non usufruisco di nessuna
            agevolazione per nessun servizio, quindi mi
            trovo nelle Vostre stesse condizioni.
            In veste professionale non entro in polemica
            con dettagli tecnici perche' questi non mi
            competono visto e considerato che mi occupo
            del coordinamento alla produzione web e non
            di servizi di connessione. Vorrei pero'
            ricordarLe che esiste un numero verde
            nazionale e cioe' il 1926 che puo'
            contattare e che puo' darLe tutte le
            informazioni del caso, o se crede puo'
            inviare una e-mail al 1926@netbusiness.it.
            Le consiglio di rileggere la mia precedente
            caro FORMICHIERE.
            Saluti,

            Laura Riccardi
            Utente di Net Business
            e
            Production & Quality Coordinator
            Net Business Spa





            - Scritto da: formichiere





            - Scritto da: laura riccardi


            Gentile Signor Di Mambro,





            prima di sparare a zero sulla


            professionalita' dei singoli ci
            penserei


            bene. Prima di etichettare con
            appellativi


            disgustosi il Sig. Lago o il Dottor

            Cavaler


            o meglio ancora il Dott. Garavini,
            sarebbe


            interessante verificare il Suo di


            curriculum, caro Sig. Mambro. Ma credo

            che,


            dal tono della Sua polemica e dalla


            piccolezza da Lei dimostrata con

            appellativi


            che forse appartengono a Lei e non al


            management di Net Business, il Suo


            curriculum contenga ben poco di


            interessante.......


            Se ritiene di essere stato danneggiato
            da


            Net Business Le ricordo che esistono
            delle


            sedi opportune dove potersi tutelare.
            E'

            da


            pusillanimi utilizzare questo mezzo


            diffamatorio per screditare un'intera


            azienda, senza che alcuno se ne assuma
            la


            responsabilita' delle fregnacce
            denunciate


            da 4 pellegrini vigliacchi che non
            sanno


            neppure da che parte si accende un

            computer.


            Ma vergognatevi!


            Sarebbe divertente che le persone


            sopracitate Le facessero causa caro
            Sig.

            Di


            Mambro.


            E' vero Sig. Di Mambro, gli imbecilli
            come


            Lei e' bene che continuino a leggere


            anziche' utilizzare uno strumento come


            Internet.....


            Distinti Saluti.





            Laura Riccardi


            Production & Quality Coordinator


            Net Business Spa





            P.S.


            Per dovere di cronaca, caro Sig. Di

            Mambro,


            il Web & Internet Services Director (al


            secolo Dott. Massimiliano Garavini,


            ingegnere informatico 28 enne, e
            secondo

            il


            Sole 24 Ore uno dei 10 Internet Manager

            piu'


            promettenti d'Italia)


            e' il Dirigente dell'Area Media cioe'
            la


            divisione che si occupa alla produzione

            web


            e non dei servizi di connessione.



            E Lei, cara signora, pensa ancora che sia
            il

            caso di credere a tutto quello che dicono
            i

            giornali (e magari anche la
            televisione)???

            Abbiamo smesso di credere alla Befana da

            molto tempo....



            Comunque è giusto che continuino a
            trattarci

            da imbecilli, visto che continuiamo a
            farci

            prendere per i fondelli da questi

            "promettenti manager".



            E per quel che riguarda le fregnacce,
            pensi

            quanto possa essere contento chi come me,

            abbonato a una flat, deve per forza

            utilizzare una connessione diversa per

            navigare, pagando ancora. Fregnacce a casa

            mia sono quelle che raccontano i gestori

            delle connessioni Flat, sempre pronti a

            promettere la luna ma NON ad investire in

            linee telefoniche e modem per migliorare
            un

            servizio e garantire DAVVERO un accesso ai

            propri utenti.



            Quanto alle sedi opportune, stia
            tranquilla

            che le troveremo, e vedremo quanto Vi

            serviranno i mirabolanti curriculum che
            dite

            (dite) di avere.



            Distinti Saluti

            Paolo Ferrari

            Utente Incavolato



            P.S. A proposito di accensioni.... Lei lo
            sa

            da che parte si accende un CERVELLO???

















            Salve,



            sono uno dei "fortunati" abbonati a
            Net



            Business, e questi sprovveduti e



            improvvisati flop-manager di
            Verona, al



            secolo Maurizio Lago

            (presidente-perdente)



            Milko Cavalier (direttore
            ammistrativo

            del



            fallimento) e Massimiliano Garavini

            (web e



            internet services director, cioè
            colui

            che



            dovrebbe essere il "guru" di Net

            Business



            per quanto attiene Internet, e che

            invece


            a



            quanto vedo ne capisce meno del mio



            idraulico di fiducia) mi hanno


            completamente



            sconcertato con questa loro
            decisione

            di



            tornare indietro di 1 anno, a
            quando le



            Tariffe Flat erano solo un sogno


            americano,



            poi ci sono stati Galactica e Wind
            che


            hanno



            aperto la strada e tutti gli altri a



            seguire.



            Lo sbaglio é stato quello che nessun


            organo



            governativo che tuteli gli
            interessi di


            noi



            cittadini-clienti (leggi Ministero

            delle



            Comunicaz
      • Anonimo scrive:
        Re: NetBusiness? Una Bufala targata Verona!

        Per dovere di cronaca, caro Sig. Di Mambro,
        il Web & Internet Services Director (al
        secolo Dott. Massimiliano Garavini,
        ingegnere informatico 28 enne, e secondo il
        Sole 24 Ore uno dei 10 Internet Manager piu'
        promettenti d'Italia)
        e' il Dirigente dell'Area Media cioe' la
        divisione che si occupa alla produzione web
        e non dei servizi di connessione. Ah beh, senza rancore ma mi spieghi una cosa: il Dott. Massimiliano Garavini dove ha studiato? No perchè vista la strategia SUICIDA (e qui credo che siamo tutti d'accordo) che attuerà NB dal primo maggio piacerebbe anche a me fregiarmi del titolo di "Internet Manager promettente" potendo permettermi di fare certe azioni, di sbagliare cioè completamente delle previsioni a breve termine perchè 5 mesi sono un termine brevissimo!!!! Cioè, se il signor Garavini o comunque tutta la struttura dirigenziale di NetBusiness sono così competenti mi viene il dubbio che tutta la faccenda delle flat sia stata rigorosamente studiata a tavolino, netbusiness credo sia la flat con il più breve ciclo di vita... son partiti a dicembre e 5 mesi dopo già scompaiono lasciandosi dietro un'utenza per lo più ben disposta come il sottoscritto nonostante un servizio non eccelso. A questo punto un dubbio mi sorge, anzi, mi è sorto dopo aver letto un thread su un NG se non sbaglio: non è che queste flat servono solo per farci abituare a collegamenti lunghi e la loro morte era già pianificata? Non è che era tutta una strategia per far sì che la gente torni alla TAT abituata a navigare 3-4 ore al giorno e riempire così le tasche delle varie compagnie telefoniche? Di certo, viste le "tariffe concorrenziali" di NetBusiness (con Wind spendo quasi 3 volte di meno) mi chiedo chi avrà il coraggio di telefonare con loro... la qualità? Beh, a certi prezzi per navigare conviene ADSL. E a questo punto con cosa sopravviverà Netbusiness? Con le sponsorizzazioni del Verona Calcio? E pensare che ero stato un forte sostenitore di questa flat, che non offriva molto ma offriva l'essenziale per navigare senza troppe pretese... confesso apertamente che mi dispiace dover passare ad altro provider!In un post più sotto sig. (o sig.na?) Riccardi invita qualcuno a chiamare il 1926: con tutto il rispetto per le ragazze, gentilissime e disponibili, tutte le volte che ho chiamato mi son sentito solamente rispondere "ci sono problemi tecnici e i nostri esperti sono al lavoro". Un'ultima cosa: mi sono abbonato il 28 dicembre e per quei 3 giorni dovrò pagare un mese intero, così mi hanno detto le signorine del 1926: Le sembra una cosa seria?Un delusissimo (quasi ex) utente NetBusiness
  • Anonimo scrive:
    Highlander
    Come scrissi in un commento tempo fa... Ne resterà solo uno, Highlander!
  • Anonimo scrive:
    chi resterà?
    Mi chiedo chi continuerà ad utilizzare l'abbonamento flat libero@sogno dopo questa bastardata, almeno aumentassero un pò le fascie orarie! Sto sempre più pensando di abbandonare Infostrada e libero@sogno e passare all'ADSL!
    • Anonimo scrive:
      Re: chi resterà?
      - Scritto da: darth
      Mi chiedo chi continuerà ad utilizzare
      l'abbonamento flat libero@sogno dopo questa
      bastardata, almeno aumentassero un pò le
      fascie orarie! Sto sempre più pensando di
      abbandonare Infostrada e libero@sogno e
      passare all'ADSL!beato te che PUOI
  • Anonimo scrive:
    Un altro di quei famigerati ISP "cialtroni" ??
    ... Allora scegli subito Forflat, l'abbonamento Internet a costi fissi di S&C Network;potrai stare anche tutto il giorno a mollo nel web, a costi telefonici zero!********************************************Se hanno il coraggio di scrivere queste parole per pubblicizzare i loro servizi di accesso su modem condivisi del tipo 1:5, questi sono matti da legare !Aveva proprio ragione Luca Boccianti ...
Chiudi i commenti