Il mini-drive di Hitachi salta a 60 GB

Hitachi entro l'autunno vuole introdurre un nuovo mini-drive da 1,8 pollici con una capacità di 60 GB. Verrà utilizzato da Apple per il prossimo modello di iPod?


Tokyo (Giappone) – Entro pochi mesi Hitachi lancerà sul mercato un nuovo mini-drive da 1,8 pollici capace di archiviare 60 GB, 20 in più del modello attualmente sul mercato.

Secondo alcuni analisti, l’imminente arrivo di questo nuovo cucciolo di hard disk potrebbe spingere Apple a lanciare, entro la fine del prossimo autunno, una nuova e più capiente versione dell’iPod che, al posto degli attuali drive da 1,8 pollici e 40 GB di Toshiba , adotti i nuovi dischi da 60 GB di Hitachi. Quest’ultima fornisce già ad Apple gli hard disk da 1 pollice e 4 GB che equipaggiano gli iPod mini.

C’è tuttavia da considerare che anche Toshiba ha pianificato l’introduzione, entro la fine dell’anno, di un nuovo modello di mini-drive composto da due piattelli da 30 GB l’uno.

Apple afferma che l’attuale disco da 40 GB dell’iPod permette di memorizzare circa 10.000 canzoni: facendo due calcoli, dunque, nuovi HD da 60 GB potrebbe contenerne circa 15.000.

La maggior parte dei produttori di player MP3 e di altri device mobili utilizzano ancora i più ingombranti, ma anche più economici, dischi da 2,5 pollici. Hitachi e Toshiba stanno però applicando politiche di prezzo sempre più aggressive volte a spingere la diffusione, anche sui dispositivi consumer di fascia medio-bassa, gli HD da 1,8 pollici: questo permetterà ad un maggior numero di produttori di ridurre sensibilmente le dimensioni dei propri player MP3 dotati di hard disk.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ci vuol poco a dire embedded
    "I nuovi processori sono alcuni dei prodotti dalle prestazioni più elevate attualmente disponibili per i segmenti di mercato delle soluzioni embedded e sono basati sulla tecnologia Intel SpeedStep, che offre un notevole risparmio energetico tramite una gestione intelligente delle variazioni di tensione e frequenza" ...cioè una feature proibita nel modo più assoluto dalle MIL-STD-4xx e dalla norma madre IEC 61508 per i dispositivi embedded critici. Con buona pace di chi, nell'articolo, ha voluto infilare a tutti i costi l'aggettivo "industriale", questa è roba da rack TLC e giocattoli consumer.
    • avvelenato scrive:
      Re: Ci vuol poco a dire embedded
      - Scritto da: Anonimo
      "I nuovi processori sono alcuni dei prodotti
      dalle prestazioni più elevate
      attualmente disponibili per i segmenti di
      mercato delle soluzioni embedded e sono
      basati sulla tecnologia Intel SpeedStep, che
      offre un notevole risparmio energetico
      tramite una gestione intelligente delle
      variazioni di tensione e frequenza"
      ...cioè una feature proibita nel modo
      più assoluto dalle MIL-STD-4xx e
      dalla norma madre IEC 61508 per i
      dispositivi embedded critici. Con buona pace
      di chi, nell'articolo, ha voluto infilare a
      tutti i costi l'aggettivo "industriale",
      questa è roba da rack TLC e
      giocattoli consumer.http://www.garzantilinguistica.it/digita/parola.html?cerca=1&sinonimi=0&parola=criticit%C3%A0questo tipo di embedded non è critico, quindi le tue critiche sono fuoriluogo.A volte il risparmio energetico vale anche probabilità di inaffidabilità un pochino più alte dell'infinitesimale, ti pare?(ps: è inutile usare la parola "consumer" con così tanta supponenza e snobbismo, alla fine i prodotti consumer bene o male funzionano, ed è solo grazie a loro che la roba professionale è calata di prezzo così velocemente..)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci vuol poco a dire embedded
        - Scritto da: avvelenato
        questo tipo di embedded non è
        criticoSe è "industriale" è intrinsecamente "critico", quindi hai perso un'ottima occasione per tacere. Rileggi l'articolo.
        (ps: è inutile usare la parola
        "consumer" con così tanta supponenza
        e snobbismo, alla fine i prodotti consumer
        bene o male funzionano, ed è solo
        grazie a loro che la roba professionale
        è calata di prezzo così
        velocemente..)L'espressione "roba professionale" è decisamente vaga ed imprecisa. Sarebbe meglio definire di cosa si parla, prima di fare affermazioni da bar sport. L'idea vaga che i componenti consumer, prodotti in miliardi di pezzi con tassi di affidabilità scarsi e range operativi ridicoli, influenzino in qualche modo il mercato "professionale" è piuttosto deboluccia, o sottende prospettive poco gradevoli (fortunatamente false).
  • Anonimo scrive:
    CPU transmeta, dove e come?
    Dove posso trovare una mobo adatta a cpu transmeta (e relativo processore)?Che consumi hanno?
Chiudi i commenti