Il missile ha centrato il satellite

L'oggetto che doveva essere distrutto per evitare incidenti e contaminazioni col suo rientro nell'atmosfera ora non esiste più

Roma – È ufficiale: il satellite statunitense utilizzato per operazioni di spionaggio e destinato a sfaldarsi nell’atmosfera disperdendo un carico potenzialmente nocivo è stato distrutto da un missile.

uno dei dispositivi di spionaggio orbitale Come previsto, nelle scorse ore l’SM-3 della Marina statunitense si è librato per 130 miglia al di sopra del Pacifico e ha raggiunto il suo obiettivo tre minuti dopo il lancio, un’operazione che ha messo alla prova anche i nuovi dispositivi di puntamento e distruzione pensati per la difesa del suolo statunitense. Il costo dell’operazione è valutato in 30 milioni di dollari: il missile da solo ne costava 10.

Una delle maggiori preoccupazioni ambientali era legata al particolarissimo combustibile usato nel satellite, che ora il Pentagono assicura è stato distrutto. Il satellite era fuori controllo dalla fine del 2006.

“Quasi tutti i resti del satellite – recita una nota del Pentagono – bruceranno al rientro nell’atmosfera entro le prossime 24-48 ore, mentre il resto dovrebbe rientrare nei prossimi 40 giorni”. Ciò si deve al fatto che il missile ha intercettato il satellite in orbita bassa.

Come misura di sicurezza, il Governo statunitense ha attivato quelli che chiama “BurntFrost”, team militari che hanno il compito di recuperare eventuali residui tossici del satellite che dovessero cadere al suolo, sia negli Stati Uniti che all’estero.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gio scrive:
    artificial intelligence and robotics
    a roma ci sta una laurea magistrale che si chiama artificial intelligence and robotics, erogata in lingua inglese.per maggiori informazionihttp://cclii.dis.uniroma1.it/airo
  • trikketrakk e scrive:
    Terminator non ci ha insegnato nulla?
    robot sempre piu intelligenti e sofisticatici si rivolteranno contro e saranno dolori..ma invece di spedere soldi per farloccate simili trovate il rimedio contro la calvizie,le rughe..etc..la salute insomma
  • pino scrive:
    Maledetti Robot....
    Proprio ieri ho fatto sbattere un Comau C4G, ho rotto una pinza...... maledetti.... questi mi fanno stare qui a vita se non si risolve.....
    • Io blocco il P2P scrive:
      Re: Maledetti Robot....
      - Scritto da: pino
      Proprio ieri ho fatto sbattere un Comau C4G, ho
      rotto una pinza...... maledetti.... questi mi
      fanno stare qui a vita se non si
      risolve.....Sono brutti e ci portano via lavoro!
      • Myzhar scrive:
        Re: Maledetti Robot....
        Però quando le macchine vi portano via le dita vi lamentate della sicurezza.Quando a 60 anni tossite per la polvere che avete respirato per 40 anni di lavoro vi lamentate.Il robot deve sostituire l'uomo nei lavori pericolosi... altrimenti posso essere d'accordo con te.
        • Wolf01 scrive:
          Re: Maledetti Robot....
          Infatti, perchè non combattiamo le guerre su Starcraft o Red Alert invece di rompere le balle e ammazzare gente? in Korea hanno gia capito tutto, ormai le guerre manco le fanno più, sguinzagliano semplicemente 10.000 giocatori ai lan-party e premiano il vincitore
    • Sky scrive:
      Re: Maledetti Robot....
      - Scritto da: pino
      Proprio ieri ho fatto sbattere un Comau C4G, ho
      rotto una pinza...... maledetti.... questi mi
      fanno stare qui a vita se non si
      risolve.....mi sfugge la connessione, se c'è, tra " ho fatto sbattere un Comau C4G, ho rotto una pinza " ed il " maledetti "[del titolo]...[reason for edit: piccola imprecisione del testo]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 febbraio 2008 14.45-----------------------------------------------------------
  • Tonino scrive:
    La roboetica... non erano tre leggi
    Mi sembrano tanto le 3 leggi di Asimov.. non è che Asimov sarà il futuro Julio Verne?? La persona che aveva previsto mongolfiere e sottomarini??Non vorrei che in futuro qualche robot correggesse la prima regola di non fare del male all'uomo..
    • Deus Ex Machina scrive:
      Re: La roboetica... non erano tre leggi
      per quanto affascinanti tutti i racocnti di asimov erano incentrati proprio sui limiti e sugli (oggi noi diremmo così) hack relativi appunto a quelle leggi.inoltre prima di implementare delle regole ad un livello di astrazione così alto il robot dovrebbe poter capire da solo ad esempio che cosa sia una situazione di pericolo e cosa no.siamo ancora a livello troppo basso, un po' come se tu stessi parlando di last.fm o you tube a timothy barner lee.
      • ijklmno scrive:
        Re: La roboetica... non erano tre leggi
        Purtroppo non sarà mai possibile progettare un robot in grado di soddisfare tutte e 3 le leggi in modo rigoroso, per il semplice fatto che non è possibile avere una conoscenza completa del mondo (avere accesso a tutti i dati importanti), tanto meno in tempo reale.E anche se fosse possibile non è detto che la soluzione che soddisfa tutte e 3 le leggi sia calcolabile in un tempo ragionevole.Quindi possiamo solo avvicinarci.Ciò non significa che i robot in futuro non possano prendere decisioni anche migliori e più veloci di un uomo.Ma la perfezione non solo non è umana, ma nemmeno dei robot.cfr. "Intelligenza artificiale", Russell e Norvig
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: La roboetica... non erano tre leggi
      contenuto non disponibile
    • Sky scrive:
      Re: La roboetica... non erano tre leggi
      Le famose "tre leggi" erano state pensate da Asimov come (parole sue) un artifizio attorno al quale costruire una serie (piuttosto lunga e ben fatta in verità) di storie "possibili" , secondo i canoni della Hard Science Fiction: ricordiamo che lui non era solo scrittore di (H)SF ma anche di gialli.Nel merito, e credo che NDR-113 lo renda piuttosto palese, dovrebbero chiamarsi " le tre leggi della schiavitù robotica " in quanto, a detta degli stessi personaggi, introdotte proprio per "rendere accettabili agli umani" macchine dai poteri (diciamo soprattutto fisici, almeno inizialmente) decisamente preponderanti... possiamo equipararla ad una trovata di marketing (ed infatti la US Robots e Mechanical Men Corp. era una ditta che vendeva robot di tutti i tipi, anche civili, non un centro di ricerca universitarioo militare).Relativamente alla robotica, mi trovo in una situazione ambivalente: verso un "manufatto industriale" ho la predisposizione a considerare il "robot" come un "esecutore di sequenze programmate", giusto con la flessibilità necessaria a prendere semplici decisioni (es. girare un pezzo "storto" su un nastro). Quindi guardo ad un "uso" come se si trattasse di una qualsiasi macchina, senza pensare a diritti.Verso altri tipi di robot invece, caratterizzati da tentativi più o meno pronunciati, più o meno riusciti, di giungere al Libero Arbitrio... beh... lì sarebbe veramente il caso di parlare di etica : etica in generale, non "roboetica", giusto per non partire col piede sbagliato e creare delle artificiose divisioni tra menti.E' stato (credo giustamente) detto che il "modo di pensare" di un robot, anche se inizialmente "programmato" da noi, sarà facilmente "alieno": è forse giunto il momento di scoprire quant'è veramente xenofoba l'umanità.Poi, se non sarà davvero possibile gettare un ponte e convivere aiutandosi (e mi pare che di "cose da fare" ce ne siano e ce ne saranno), se si tratterà del "io o tu"... alla fine quando si tratta della pellaccia il discorso cambia.Ma partire pensando già così è come costruire un magnifico scafo degno dell'America's Cup e poi praticargli un buco dicendo " tanto non vince ". ;)
  • ombelix scrive:
    Robot
    per esempio i Robot che tritano impastano ecc...Sono sempre Robot e infatti si chiamano cosi
    • Myzhar scrive:
      Re: Robot
      Invece non sono robot.Infatti devi essere te a premere il bottone per fare partire l'operazione e sempre te devi fermarli.Se prendessero da soli gli ingredienti, li utilizzassero e ti mettessero da soli a disposizione il prodotto finito, allora sarebbero ROBOT.
  • Alex Supertramp scrive:
    Appendici
    Ben venga la robotica di servizio ma, per favore, evitiamo di diventare noi stessi un'appendice del progresso...http://menteindisordine.wordpress.com/
  • picchiatello scrive:
    Sarà...
    Ma e me sempra solo uno spot per avere piu' soldi pubblici per le proprie ricerche.A proposito qualcuno puo' elencarmi in quale ambiti questi robot hanno trovato pratica applicazione fattibile ?
    • Homer scrive:
      Re: Sarà...
      - Scritto da: picchiatello
      Ma e me sempra solo uno spot per avere piu' soldi
      pubblici per le proprie
      ricerche.
      A proposito qualcuno puo' elencarmi in quale
      ambiti questi robot hanno trovato pratica
      applicazione fattibile
      ?Nell'industria i robot ci sono da decenni ovviamente, ma si sono evoluti con visione artificiale e interazione sempre più sofisticata e veloce per compiere quasi tutte quelle azioni di manipolazione fuori da schemi rigidi che prima non riuscivano a fare, per esempio:http://www.youtube.com/watch?v=8G59zTXVHHU
      • picchiatello scrive:
        Re: Sarà...
        - Scritto da: Homer

        Nell'industria i robot ci sono da decenni
        ovviamente, ma si sono evoluti con visione
        artificiale e interazione sempre più sofisticata
        e veloce per compiere quasi tutte quelle azioni
        di manipolazione fuori da schemi rigidi che prima
        non riuscivano a fare, per
        esempio:

        http://www.youtube.com/watch?v=8G59zTXVHHUMi sembra che la questione e' controversa perche' se da un lato i robot vengono utilizzati per le operazioni pericolose - nocive per la salute umana tipo rivettatura e verniciatura altre operazioni che venivano fatte dalla macchina ( vecchia tipo e vecchia punto Fiat) ora sono state "riconsegnate" agli operai. In realtà nella situazione in cui si trova il nostro paese e' lecito affidare dei fondi a questi studi non dandoli ad altri ?
        • Myzhar scrive:
          Re: Sarà...
          Diamoli ad altri... tanto poi vengono buttati via (vd fondi per la raccolta differenziata a Napoli).La ricerca è la base di sviluppo per l'innovazione.Finché tutti la penseranno come te i nostri RICERCATORI PIU' VALIDI SE NE ANDRANNO ALL'ESTERO DOVE SONO STRAPAGATI E CONSIDERATI PER QUELLO CHE VALGONO.Senza andare tanto lontano: un ricercatore italiano (se gli va bene) prende 1000 al mese. In Svizzera saliamo già a 2000 al mese...
    • RObba scrive:
      Re: Sarà...
      Io ne uso uno per rispolverare casa...Bhe credo si possa definire robot no?Cmq in effetti non ho mai capito cosa si intenda con robot, faccio sempre molta confusione con golem...Chissa...
      • Myzhar scrive:
        Re: Sarà...
        Il robot è qualsiasi apparecchiatura meccanico/elettronica che ha un minimo di INTELLIGENZA ARTIFICIALRE sufficiente per svolgere automaticamente lo scopo per il quale è stata creata.Per fare un esempio pratico: i bellissimi veicoli usati per Robot Wars NON SONO ROBOT, in quanto telecomandati.Sono invece robot gli aspiratori che gironzolano sul pavimento, le serrande che si aprono e si chiudono da sole la sera e la mattina, i veicoli che viaggiano senza piloti nei magazzini, ecc
    • Deus Ex Machina scrive:
      Re: Sarà...
      - Scritto da: picchiatello
      Ma e me sempra solo uno spot per avere piu' soldi
      pubblici per le proprie
      ricerche.
      A proposito qualcuno puo' elencarmi in quale
      ambiti questi robot hanno trovato pratica
      applicazione fattibile
      ?roomba?la mia persiana con fotocellula e sensore di intensità luminosa che si apre quando c'è tanto sole?il montacarichi della ns ditta cui ho aggiunto un pianale che si stacca da solo scivolando in avanti ed un sensore per il peso?quando carichiamo il pianale ed arriviamo al massimo della portata (ci mettiamo sacchi di cemento) quello parte da solo, arriva in cima, il pianale scorre per delle guide e poi un pistone lo solleva facendo cadere i sacchi di cemento nel cassone ceh un operaio mette lì.così facendo non dobbiamo stare attenti alla portata del cassone e mi basta un solo uomo per stare dietro allo scarico dei sacchi dai camion del fornitore.in casa poi sto pensando di mettere un robot che mi prepari la vasca da bagno controllandolo dal pc.
      • picchiatello scrive:
        Re: Sarà...
        - Scritto da: Deus Ex Machina

        roomba?

        la mia persiana con fotocellula e sensore di
        intensità luminosa che si apre quando c'è tanto
        sole?

        il montacarichi della ns ditta cui ho aggiunto un
        pianale che si stacca da solo scivolando in
        avanti ed un sensore per il
        peso?

        quando carichiamo il pianale ed arriviamo al
        massimo della portata (ci mettiamo sacchi di
        cemento) quello parte da solo, arriva in cima, il
        pianale scorre per delle guide e poi un pistone
        lo solleva facendo cadere i sacchi di cemento nel
        cassone ceh un operaio mette
        lì.

        così facendo non dobbiamo stare attenti alla
        portata del cassone e mi basta un solo uomo per
        stare dietro allo scarico dei sacchi dai camion
        del
        fornitore.

        in casa poi sto pensando di mettere un robot che
        mi prepari la vasca da bagno controllandolo dal
        pc.Ti ringrazio per la risposta ma ho paura che questi "robot" siano piu' dovuti alla costante ricerca di imprenditori italiani le proprie idee che "innovano" che alle Università Italiane.Ripropongo la domanda esiste uno studio sui "robot" italiano che abbia dato qualche particolare ( anche parziale) sbocco economico - sociale ?
        • Myzhar scrive:
          Re: Sarà...
          Gli studi delle Università sono tutti finanziati da GRANDI CASE che prendono spunto dalle idee per poi INDUSTRIALIZZARE i progetti.L'università non studia per la produzione, ma per la ricerca in se... SONO DUE COSE BEN DIFFERENTI!
        • ijklmno scrive:
          Re: Sarà...

          Ripropongo la domanda esiste uno studio sui
          "robot" italiano che abbia dato qualche
          particolare ( anche parziale) sbocco economico -
          sociale ?*Qualunque* studio serio (in questo campo poi) ha delle ricadute economico-sociali. Non ci vuole tanto a capirlo a parer mio.
        • Sky scrive:
          Re: Sarà...
          Un paio di esempi, fra i tanti che puoi trovare tu stesso con 5 minuti di ricerca in Google:http://www.sssup.it/http://www.sssup.it/news.jsp?ID_NEWS=2184>emplate=news_archivio.jspper gli altri... fai un piccolo sforzo. ;)
Chiudi i commenti