Il multi-touch è universale

Microsoft presenta i risultati di una ricerca sulle modalità di interazione touch predilette dagli utenti, in prospettiva di sviluppare un set codificato di comandi gestuali che valga per tutti

Roma – Quando le interfacce touch e multi-touch diventano più di un vezzo, nasce l’esigenza di sviluppare una modalità di interazione con un set di “comandi” eseguibili con i gesti e il tocco che siano quanto più universali è possibile . A quella esigenza vuole rispondere Microsoft, che a Boston ha presentato i risultati dei test condotti su alcuni volontari.

Quello che può infatti condizionare l’utilizzo di dispositivi che applicano praticamente il multi-touch come iPhone di Apple e Surface di Microsoft, trasformandoli da raffinatezza hi-tech a strumenti di reale produttività e utilità, è la disponibilità di comandi gestuali intuitivi e pratici con cui potenziare le attuali possibilità di interazione date dal semplice tocco di pulsanti o dallo scorrere di liste e pagine web. Alla conferenza CHI 2009 di Boston Microsoft ha mostrato al pubblico le sue idee per la codifica di comandi gestuali utili a compiere 27 diversi azioni, idee raccolte osservando i soggetti dei test tratteggiare su schermo i gesti a loro modo di vedere più naturali per far riconoscere al sistema i comandi suddetti.

Windows 7 è quasi alle porte ormai, il nuovo OS integrerà il supporto per le interfacce touch a livello di sistema operativo. I risultati della ricerca mostrano come, tra le attuali configurazioni gestuali implementate sui dispositivi multi-touch, solo una parte venga riconosciuta dagli utenti come dotata di senso compiuto .

Al resto, come conferma la ricercatrice Microsoft Meredith Morris, gli utenti “non assegnano alcun significato”. Lo studio evidenzia la tendenza ad alternare due o tre dita durante l’esecuzione di un comando gestuale , un fatto secondo Morris da tenere bene a mente nel design di interfacce touch avanzate.

Un’altra attitudine emersa nella ricerca è quella del desiderio degli utenti di compiere “segni in aria” senza contatto diretto con lo schermo , un caratteristica non supportata dai dispositivi attuali ma che andrebbe presa seriamente in considerazione nella progettazione delle nuove generazioni di sistemi multi-touch. Così come andrebbe considerata la possibilità, anch’essa evidenziata dai test, di prevedere gesti multipli per eseguire uno stesso comando.

Ma a fare notizia nel touch computing non sono solo le ricerche delle grandi corporation: la crew della e-zine Maximum PC pensa ai costi e a come realizzare, per una frazione del suo prezzo, un prodotto del tutto sovrapponibile per funzionalità al Surface di cui sopra .

Il “multi-touch table” di Maxium PC costa appena 350 dollari (contro i 12mila di un esemplare di Surface), utilizza solo software open source, ricicla vecchio hardware per PC con tanto di CPU Core 2 Duo e 2 Gigabyte di RAM e ha richiesto 2 settimane di lavoro in tutto. Il risultato? Tracciamento completo del tocco di 10 dita in contemporanea, videogame in stile Pong, gestione di contenuti fotografici, effetti luminosi dinamici e molto altro.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paolo del bene scrive:
    licenze
    le licenze della free software foundation:http://www.gnu.org/licenses/license-list.html#SoftwareLicensesMS-PL Microsoft Public License (Ms-PL) This is a free software license; it has a copyleft that is not strong, but incompatible with the GNU GPL. We urge you not to use the Ms-PL for this reason.
  • il conte tacchia scrive:
    questa e' bella.... java meglio di .net
    ero un programmatore java..poi sono passato a .net.un altro pianeta..... e prima di sparare XXXXXXXte studiate.
    • anonimo scrive:
      Re: questa e' bella.... java meglio di .net
      be certo adesso usi un framework per far girare solo programmi su windows...ottimo poi per embedded il framekork 3 occupa solo 400 mb
      • di passaggio scrive:
        Re: questa e' bella.... java meglio di .net
        - Scritto da: anonimo
        be certo adesso usi un framework per far girare
        solo programmi su
        windows...e quindi?
        ottimo poi per embedded il framekork 3 occupa
        solo 400
        mbchi non sviluppa quotidianamente embedded del resto?
      • The Punisher scrive:
        Re: questa e' bella.... java meglio di .net
        - Scritto da: anonimo
        be certo adesso usi un framework per far girare
        solo programmi su
        windows...Mono.
        • krane scrive:
          Re: questa e' bella.... java meglio di .net
          - Scritto da: The Punisher
          - Scritto da: anonimo

          be certo adesso usi un framework per far girare

          solo programmi su

          windows...


          Mono.Se programmi con la versione 1 del framework va bene, peccato che su windows siamo alla 3'.
          • The Punisher scrive:
            Re: questa e' bella.... java meglio di .net
            E quindi? Non funziona un XXXXX o bisogna solo dargli tempo?
          • krane scrive:
            Re: questa e' bella.... java meglio di .net
            - Scritto da: The Punisher
            E quindi? Non funziona un XXXXX o bisogna solo
            dargli tempo?Dargli tempo e' inutile se M$ non smette di cambiare cose ogni relase e continua a scansare gli standard.
          • The Punisher scrive:
            Re: questa e' bella.... java meglio di .net
            Quoto dall'articolo"Tra chi ha accolto la notizia con maggiore entusiasmo c'è Miguel de Icaza, fondatore e supervisore del famoso Progetto Mono"
    • stefano scrive:
      Re: questa e' bella.... java meglio di .net
      Sono anche io un programmatore asp.net/C# e contemporaneamente sviluppo anche applicazioni web j2eepersonalmente preferisco di gran lunga lavorare con asp.net, si fa tutto molto meglio ed effettivamente in minor tempo, specie nella parte di presentation dove asp.net è molto avanti.Ogni volta che mi chiedono di fare una applicazione web in j2ee faccio smorfie di disgusto perchè so cosa mi aspetta e propongo la soluzione ASP.net.Spesso la risposta è: no perchè non è portabile e non possiamo installarla su server unix/linux con sistema operativo gratuito mentre windows è a pagamento.Però accade anche che al momento del deploy dell'applicazione j2ee scopro che la macchina server ha Windows 2003.E allora chiedo, perchè il server non è una macchina unix? e la risposta è sempre la stessa: perchè le macchine unix sono costose e complicate e i sistemisti unix o non si trovano o costano più di una licenza windows più semplice da installare e manutenere.che fiko!
      • panda rossa scrive:
        Re: questa e' bella.... java meglio di .net
        - Scritto da: stefano
        Sono anche io un programmatore asp.net/C# e
        contemporaneamente sviluppo anche applicazioni
        web
        j2ee
        personalmente preferisco di gran lunga lavorare
        con asp.net, si fa tutto molto meglio ed
        effettivamente in minor tempo, specie nella parte
        di presentation dove asp.net è molto
        avanti.Mah...
        Ogni volta che mi chiedono di fare una
        applicazione web in j2ee faccio smorfie di
        disgusto perchè so cosa mi aspetta e propongo la
        soluzione
        ASP.net.php no?
        Spesso la risposta è: no perchè non è portabile e
        non possiamo installarla su server unix/linux con
        sistema operativo gratuito mentre windows è a
        pagamento.Gran bella risposta. C'e' ancora gente con cervello funzionante.
        Però accade anche che al momento del deploy
        dell'applicazione j2ee scopro che la macchina
        server ha Windows
        2003.E uno dice che e' meglio guidare contro mano a fari spenti nella notte...
        E allora chiedo, perchè il server non è una
        macchina unix? e la risposta è sempre la stessa:
        perchè le macchine unix sono costose e complicatecostose e complicate?
        e i sistemisti unix o non si trovano o costano
        più di una licenza windows più semplice da
        installare e manutenere.Magari un sistemista che costa meno di una licenza windows forse non e' un sistemista ma semplicemente uno che sa usare solo il mouse e non la tastiera.
        che fiko!very fiko.un responsabile tecnico che sa il fatto suo e rifiuta quella porcheria di dotnet, che e' subordinato ad un responsabile marketing che preferisce winsozz in quanto il suo nipotino e' in grado di amministrare il server e gli costa meno di un sistemista professionista.
        • stefano scrive:
          Re: questa e' bella.... java meglio di .net
          bravo!
          • non vi si puo sentire scrive:
            Re: questa e' bella.... java meglio di .net
            Chi preferisci .net non è un programmatore, ma solo un punta & clicca.Che tristezza
          • di passaggio scrive:
            Re: questa e' bella.... java meglio di .net
            tu invece non ti puoi leggere :-DPS: e se il punta e clicca fa più soldi di te ad esempio?
          • panda rossa scrive:
            Re: questa e' bella.... java meglio di .net
            - Scritto da: di passaggio
            tu invece non ti puoi leggere :-D
            PS: e se il punta e clicca fa più soldi di te ad
            esempio?Ecco! Ci sei arrivato alla fine ad esprimere il tuo metro di misura!I soldi! Bravo!E adesso vai a goderti i tuoi soldi sul tuo suv, lontano da qui, e lascia spazio agli artisti e alla gente che il cervello lo utilizza per qualcosa di piu' gratificante.Ma che cosa ne vuoi capire tu di attivita' gratificanti!I soldi! Che essere meschino e disgustoso che sei!
          • di passaggio scrive:
            Re: questa e' bella.... java meglio di .net

            Ecco! Ci sei arrivato alla fine ad esprimere il
            tuo metro di
            misura!a parte che lo dico da sempre...

            I soldi! Bravo!ci mancherebbe! perchè tu mangi volpi rosse a colazione?
            E adesso vai a goderti i tuoi soldi sul tuo suv,
            lontano da qui, non sai da quanto spero che lo faccia tu, col tuo modo di porti e di porre concetti spesso falsi (e non so se spesso per la malizia di farlo)
            e lascia spazio agli artisti eartisti?
            alla gente che il cervello lo utilizza per
            qualcosa di piu' gratificante.sarebbe? scusa ma nn capisco...non lavori per mangiare? il classico informatico esaltato?

            Ma che cosa ne vuoi capire tu di attivita'
            gratificanti!quanto basta :-)

            I soldi! embè? non ci sono solo i soldi a cui do' valore, ma anche, in primis, la tranquillità, la serenità, la salute, le cose semplici.
            Che essere meschino e disgustoso che sei!il fanatismo! il resto come soprasaluti
        • di passaggio scrive:
          Re: questa e' bella.... java meglio di .net
          ti commenti da solo.dal MODO in cui parli.
      • gnulinux86 scrive:
        Re: questa e' bella.... java meglio di .net
        Sulle tue preferenze da programmatore nulla da dire "De gustibus non est disputandum".Ma la favoletta, delle macchine Unix che sono costose e complicate e i sistemisti unix o non si trovano o costano più di una licenza Windows più semplice da installare e manutenere, potevi risparmiartela (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 aprile 2009 21.47-----------------------------------------------------------
    • pabloski scrive:
      Re: questa e' bella.... java meglio di .net
      molto interessanti le profonde argomentazioni che porti a supporto della tua tesi :D
  • Federico scrive:
    ma libera da che???
    Tratto dalla licenza:(D) If you distribute any portion of the software in source code form, you may do so only under this license by including a complete copy of this license with your distribution. If you distribute any portion of the software in compiled or object code form, you may only do so under a license that complies with this license.Puoi distribuire gli eseguibili senza distribuire i sorgenti.---Oltre a questo, il nome di questa licenza è stato pensato per generare confusione. Infatti molti (compresi vari giornalisti) penseranno che MPL significhi "Microsoft Public License", mentre invece significa "Mozilla Public License" ed è software libero.
    • Uby scrive:
      Re: ma libera da che???
      - Scritto da: Federico
      Oltre a questo, il nome di questa licenza è stato
      pensato per generare confusione. Infatti molti
      (compresi vari giornalisti) penseranno che MPL
      significhi "Microsoft Public License", mentre
      invece significa "Mozilla Public License" ed è
      software
      libero.Infatti si parla di Ms-PL non di MPL.Ma forse è stato corretto dopo questo post :P
      • anonimo scrive:
        Re: ma libera da che???
        - Scritto da: Uby
        - Scritto da: Federico

        Oltre a questo, il nome di questa licenza è
        stato

        pensato per generare confusione. Infatti molti

        (compresi vari giornalisti) penseranno che MPL

        significhi "Microsoft Public License", mentre

        invece significa "Mozilla Public License" ed è

        software

        libero.

        Infatti si parla di Ms-PL non di MPL.
        Ma forse è stato corretto dopo questo post :PIo ho letto l'articolo ieri e mi pare fosse scritto giusto.
    • Nome scrive:
      Re: ma libera da che???
      ma sai leggere?
  • vac scrive:
    L'esperienza insegna....
    L'esperienza insegna: come abbiamo appena visto M$ prima ti invita ad usare le sue tecnologie, poi.... Vedi Tom Tom
    • Anonimo scrive:
      Re: L'esperienza insegna....
      - Scritto da: vac
      L'esperienza insegna: come abbiamo appena visto
      M$ prima ti invita ad usare le sue tecnologie,
      poi.... Vedi Tom
      TomSe uno ancora oggi cade nella trappola delle 3E in fondo lo merita assai di prenderlo lì...
  • supervacuum scrive:
    Sopravvivere a Java
    Microsoft è talmente disperata che ora tenta anche la compatibilità con Mono e l'open source per contrastare la superiorità evidente di Java e di J2EE...Che miseria. Se poi IBM comprerà (spero davvero non sia finita) Sun, allora il mercato enterprise per Microsoft chiuderà davvero le porte :)
    • Alessandro scrive:
      Re: Sopravvivere a Java
      - Scritto da: supervacuum
      Microsoft è talmente disperata che ora tenta
      anche la compatibilità con Mono e l'open source
      per contrastare la superiorità evidente di Java e
      di
      J2EE...

      Che miseria. Se poi IBM comprerà (spero davvero
      non sia finita) Sun, allora il mercato enterprise
      per Microsoft chiuderà davvero le porte
      :)Mah, sai ... pur ritenendo J2EE superiore, non sose ci sia molto da gioire da una matrimonio chemonopolizzerà il mercato enterprise (applicazioni dico).Occhio al ritorno dei tempi dei sacerdoti in camicebianco da riverire ...
    • Bakunin scrive:
      Re: Sopravvivere a Java
      - Scritto da: supervacuum
      Microsoft è talmente disperata che ora tenta
      anche la compatibilità con Mono e l'open source
      per contrastare la superiorità evidente di Java e
      di
      J2EE...

      Che miseria. Se poi IBM comprerà (spero davvero
      non sia finita) Sun, allora il mercato enterprise
      per Microsoft chiuderà davvero le porte
      :)Disperata? Ma sai di cosa parli? Cosa ci sarebbe di tanto superiore in Java rispetto a .Net?
      • di passaggio scrive:
        Re: Sopravvivere a Java

        Disperata? Ma sai di cosa parli? Cosa ci sarebbe
        di tanto superiore in Java rispetto a
        .Net?quoto.Di certo non la velocità e semplicità di sviluppo.Che poi sono praticamente identici.Una cosa che può avere java e che non ha .net (e lì ovviamente è stata una scelta ovvia per MS) è la portabilità.
        • Red scrive:
          Re: Sopravvivere a Java
          Si, se stiamo così...a parte la portabilità, c'è l'acXXXXX al codice sorgente. Provate a sviluppare con sorgenti closed e poi mi dite!!Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni luce indietro.Solo per lo sviluppo di interfacce grafiche Java ha qualche ritardo
          • Bakunin scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            - Scritto da: Red
            Si, se stiamo così...
            a parte la portabilità, c'è l'acXXXXX al codice
            sorgente. Provate a sviluppare con sorgenti
            closed e poi mi
            dite!!Ma ti prego. Il .Net è portabile per natura, visto che compila in bytecode. Basta che il sistema operativo supporti il framework (come nel caso di Mono) e lo stesso codice lo fai girare su linux e windows.Ah, quindi, secondo te, per programmare, è necessario conoscere il codice delle librerie che si stanno usando. Ma quando mai???
            Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di
            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni luce
            indietro.Ma di che diavolo stai parlando??? Argomenta.
            Solo per lo sviluppo di interfacce grafiche Java
            ha qualche
            ritardo...
          • krane scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            - Scritto da: Bakunin
            - Scritto da: Red

            Si, se stiamo così...

            a parte la portabilità, c'è l'acXXXXX al codice

            sorgente. Provate a sviluppare con sorgenti

            closed e poi mi dite!!
            Ma ti prego. Il .Net è portabile per natura,
            visto che compila in bytecode. Basta che il
            sistema operativo supporti il framework (come nel
            caso di Mono) e lo stesso codice lo fai girare su
            linux e windows.Dipende: se programmi con la versione 1.0 dell'implementazione di .net puo' darsi che su mono funzioni, ma se gia' usi funzioni piu' avanti e' difficile, questo a causa del ritardo con cui M$ fa uscire le specifiche man mano che evolve il formato.
            Ah, quindi, secondo te, per programmare, è
            necessario conoscere il codice delle librerie che
            si stanno usando. Ma quando mai???

            Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di

            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni

            luce indietro.
            Ma di che diavolo stai parlando??? Argomenta.http://it.wikipedia.org/wiki/Gang_of_fourhttp://it.wikipedia.org/wiki/Design_pattern

            Solo per lo sviluppo di interfacce grafiche Java

            ha qualche ritardo
            ...Sto usando NetBeans ultimamente e il ritardo mi sembra appianato.
          • mka scrive:
            Re: Sopravvivere a Java


            Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di

            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni
            luce

            indietro.

            Ma di che diavolo stai parlando??? Argomenta.Ecco, con questo hai detto tutto, non serve aggiungere altro. Uno che non conosce neanche i pattern della GoF si identifica immediatamente come il tipico programmatore sparagestionali del punta e clicca...
          • non vi si puo sentire scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            Straquoto- Scritto da: mka


            Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di


            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni

            luce


            indietro.



            Ma di che diavolo stai parlando??? Argomenta.

            Ecco, con questo hai detto tutto, non serve
            aggiungere altro. Uno che non conosce neanche i
            pattern della GoF si identifica immediatamente
            come il tipico programmatore sparagestionali del
            punta e
            clicca...
          • Bakunin scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            - Scritto da: mka


            Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di


            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni

            luce


            indietro.



            Ma di che diavolo stai parlando??? Argomenta.

            Ecco, con questo hai detto tutto, non serve
            aggiungere altro. Uno che non conosce neanche i
            pattern della GoF si identifica immediatamente
            come il tipico programmatore sparagestionali del
            punta e
            clicca...Se vabbè, sono arrivati i geni del software ghghghI pattern del GOF li so a memoria, fatti anche all'università. GUARDA CASO nell'esame di Ingegneria del Software, per gli esempi di implementazione dei pattern, era utilizzato C#.Chi dice che non si possono usare i pattern su .NET, e quelli appresso, è uno che non sa di cosa parla.Il mio ARGOMENTA! era riferito alla XXXXXXX


            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni

            luce


            indietroOvviamente quoto spaghetto
          • di passaggio scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            anche perchè sono ampiamente specificati su MSDN, il che è quanto dire...tonnellate e tonnellate di articoli (scritti bene tra l'altro).In ogni caso si può andare avanti senza conoscere i pattern del gof, dipende cosa devi fare.Non ha senzo usarli per qualcosa che nn li giustifica.E la bravura e la bellezza di un sistema o di un programmatore nn si vede da quanto è complesso un qualcosa, ma più che altro da quanto monetizza con il minimo sforzo e con la massima semplicità (questo IMHO).PS: chi parla male degli "sparagestionali" mi sa che è qualcuno che ha 1 pizzico di invidia. Quelli sono le persone che han trovato le giuste nicchie di mercato e senza dover fare roba complicatissima vivon tranquilli.Io nn li disprezzerei così tanto...Senza contare che da come parlate dei pattern del gof... vabè, lasciamo perdere.(per la cronaca, so di che stata parlando, prima che qualcuno sputi liquame dalla bocca)
          • nome e cognome scrive:
            Re: Sopravvivere a Java

            Ecco, con questo hai detto tutto, non serve
            aggiungere altro. Uno che non conosce neanche i
            pattern della GoF si identifica immediatamente
            come il tipico programmatore sparagestionali del
            punta e
            clicca...Tu sai che appena avrai finito la scuola quei pattern li potrai infilare ... in archivio?Ti do un consiglio: una volta passato l'esame scorda tutto e comincia subito con questohttp://doc.studenti.it/dispense/bilancio-e-principi-contabili/bilancio-civilistico.html
          • Mark scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            - Scritto da: Bakunin

            Ma ti prego. Il .Net è portabile per natura,
            visto che compila in bytecode. Basta che il
            sistema operativo supporti il framework (come nel
            caso di Mono) e lo stesso codice lo fai girare su
            linux e
            windows.Dont't feed the Evil. Burn your spirit in a touch
          • supervacuum scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            Quoto.
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            Fammi un esempio scusa...Il .NET è un insieme di librerie. Punto. C# e VB sono linguaggi. Punto.Per quello che ne sapevo io i pattern ce li mette il programmatore quando scrive il codice. Che c'entra con il .net?
          • di passaggio scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            appunto!quoto.
          • spaghetto scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            - Scritto da: Red
            Si, se stiamo così...
            a parte la portabilità, c'è l'acXXXXX al codice
            sorgente. Provate a sviluppare con sorgenti
            closed e poi mi
            dite!!Se i sorgenti closed funzionano non vedo il problema... ma comunque quelli del .NET non sono closed:http://weblogs.asp.net/scottgu/archive/2007/10/03/releasing-the-source-code-for-the-net-framework-libraries.aspx
            Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di
            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni luce
            indietro.I pattern di programmazione possono essere implementati su tutti i linguaggi moderni (come ad esempio C++, C# e Java):http://www.c-sharpcorner.com/UploadFile/rmcochran/abstractFactory08032006130352PM/abstractFactory.aspxhttp://www.codeproject.com/KB/architecture/csdespat_3.aspx
            Solo per lo sviluppo di interfacce grafiche Java
            ha qualche
            ritardoQualche??!!
          • Bakunin scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            Ah, c'è anche gente normale qua dentro...- Scritto da: spaghetto
            - Scritto da: Red


            Si, se stiamo così...

            a parte la portabilità, c'è l'acXXXXX al codice

            sorgente. Provate a sviluppare con sorgenti

            closed e poi mi

            dite!!

            Se i sorgenti closed funzionano non vedo il
            problema... ma comunque quelli del .NET non sono
            closed:

            http://weblogs.asp.net/scottgu/archive/2007/10/03/



            Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di

            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni
            luce

            indietro.

            I pattern di programmazione possono essere
            implementati su tutti i linguaggi moderni (come
            ad esempio C++, C# e
            Java):

            http://www.c-sharpcorner.com/UploadFile/rmcochran/

            http://www.codeproject.com/KB/architecture/csdespa



            Solo per lo sviluppo di interfacce grafiche Java

            ha qualche

            ritardo

            Qualche??!!
          • di passaggio scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            ehehe :-)direi di mandare a nanna i tipini di prima...
          • spaghetto scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            - Scritto da: Bakunin
            Ah, c'è anche gente normale qua dentro...Hehe, il problema è che qui tanti parlano solo per sentito dire o spinti da strane ideologie...
          • di passaggio scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            - Scritto da: Red
            Si, se stiamo così...
            a parte la portabilità, c'è l'acXXXXX al codice
            sorgente. Provate a sviluppare con sorgenti
            closed e poi mi dite!!fatto!chiedi in giro per il mondo per ulteriori info...
            Se poi vogliamo parlare dell'uso di pattern di
            programmazione (tipo GoF) allora .Net è anni luce
            indietro.non mi risulta.
            Solo per lo sviluppo di interfacce grafiche Java
            ha qualche ritardoil che non è affatto banale
        • anonimo scrive:
          Re: Sopravvivere a Java
          ma a che ti serve una framework se non hai portabilita?tanto vale scrivere tutto in c
          • spaghetto scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            1) Hai già lavorato su progetti per aziende? Quanti ti hanno chiesto la portabilità per un sistema da realizzare? Nessuno, perchè ognuno sceglie la sua piattaforma (ad esempio Solaris o Win2003) e ci sviluppa sopra un applicativo ottimizzato (i multipiattaforma NON sono ottimizzati)2) Io ho lavorato sia in C che in C++ e ti posso garantire che il .NET è stato una grazia... il framework ti fornisce molto di quello che ti serve senza dover andare a cercare librerie per fare qualsiasi cosa3) C/C++ e C# lavorano su ambiti diversi, non possono essere paragonati (come invece per C# e Java)
          • non vi si puo sentire scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            ma in che azienda lavori? 4 persone in un appartamento camera & cucina? una grande azienda deve essere necessariamente multipiattaforma
          • spaghetto scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            Se ti può interessare ho lavorato come consulente per Telecom, Vodafone, Iveco (e altre minori) e non mi è stato mai richiesto un progetto cross-platform...E' chiaro che se parli di aziende che producono software e non servizi (tipo VMware, per citarne una) allora il discorso cambia, ma li si usa il C++ o il Pytnon e non di certo Java!! ;)
          • nome e cognome scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            Confermo ... in Banca Intesa, Enel, Wind, FS, J&J (dove ho lavorato esclusivamente con .Net, C# e SQL Server non ho mai sentito parlare di portabilità.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Sopravvivere a Java
            - Scritto da: non vi si puo sentire
            ma in che azienda lavori? 4 persone in un
            appartamento camera & cucina? una grande azienda
            deve essere necessariamente
            multipiattaformaAhahaha, omXXXXXXX... ma volete fare un favore ai vecchietti? Mettete nei profili o nella firma anche l'età o l'anzianità lavorativa? Scrivete "studente universitario" cosi' si evita di ridervi in faccia.
    • lagoon scrive:
      Re: Sopravvivere a Java
      - Scritto da: supervacuum
      Microsoft è talmente disperata che ora tenta
      anche la compatibilità con Mono e l'open source
      per contrastare la superiorità evidente di Java e
      di
      J2EE...

      Che miseria. Se poi IBM comprerà (spero davvero
      non sia finita) Sun, allora il mercato enterprise
      per Microsoft chiuderà davvero le porte
      :)Ma finiscila di scrivere XXXXXXX, non sai neanche di cosa parli.
Chiudi i commenti