Il naso dei discografici

di Paolo De Andreis - Per brandire una legge devastante per fare i propri interessi costi quel che costi, anche mandando all'aria le promesse della rivoluzione digitale, è sufficiente non guardare oltre il proprio naso


Roma – Si dicono felici che il ministero della Giustizia americano la pensi come loro e non si rendono conto che imporre ad un provider di fornire l’identità di un proprio utente senza un ordine della magistratura significa uccidere una porzione consistente di libertà.

Il caso è quello stranoto che contrappone le major della RIAA al provider Verizon, a cui queste chiedono di rivelare il nome di un utente colto a condividere sui sistemi di file-sharing 600 file musicali di artisti molto noti. Verizon resiste, sostenendo che senza un ordine del magistrato quel nome non lo può rivelare; ma ora dalla parte della RIAA si è schierato il dipartimento della Giustizia, e questo è destinato ad avere un peso enorme nel giudizio.

Dimostrando una cecità storica e sociale senza pari, i legali delle major brandiscono il Digital Millennium Copyright Act (DMCA) per sostenere, in qualità di titolari di copyright, il diritto di chiedere ai provider i nomi degli utenti senza mandato di un giudice. Verizon cavilla per difendersi ma è ovvio che, se questo principio dovesse passare, la RIAA e tutti coloro che detengono copyright potranno d’ora in poi mandare diffide a destra e a manca ad utenti internet, senza alcun controllo da parte della magistratura.

Questo si traduce nella possibilità legale per chi detiene un copyright negli Stati Uniti (ma, attenzione, in Italia è già passata l’equivalente normativa europea EUCD) di minacciare iniziative legali pressoché contro chiunque, preannunciando azioni legali che potrà poi permettersi di non fare (difficile credere che un singolo utente decida di contrapporsi ad uffici legali da decine di milioni di dollari per difendere la propria posizione).

Ora, tutto questo non è roba nuova, il DMCA esiste dal 1998. Ma il caso Verizon-RIAA è destinato a fare scuola e a creare il precedente che potrà consentire alle major di perseguire gli utenti del file-sharing senza passare per il vaglio di una terza parte istituzionale. O di non perseguirli, limitandosi a determinarne i comportamenti a suon di minacce e diffide.

A fronte di tutto questo leggere la seguente dichiarazione di Matthew J. Oppenheim, uno dei capi della RIAA, è del tutto deprimente: “I detentori di copyright hanno il diritto chiaro e senza ambiguità di determinare chi viola il proprio copyright online”.

È giunto il Far West e queste major applaudono, arrogandosi un primato da improvvisati sceriffi che nulla devono giustificare, nemmeno quando si tratta di corrodere le grandi promesse della rivoluzione digitale.

Paolo De Andreis

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Athlon MP rulez!
    Francamente mi chiedo come si può affermareche Athlon MP e' stata solo una "timida" comparsa.Chiunque abbia mai preso di recenteun sistema biprocessore(e sono molto diffusi anche tra l'utenza comune),è passato sicuramente dai sistemi biprocessorecon Pentium III a quelli con Athlon MP ben piùperformanti ed economici, laddovele recenti soluzioni con Pentium IV Xeon risultavano piùlente e costose!!!Finiamola con i soliti servilismi verso Intel!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Athlon MP rulez!
      - Scritto da: Anonimo
      Francamente mi chiedo come si può affermare
      che Athlon MP e' stata solo una "timida"
      comparsa.
      Chiunque abbia mai preso di recente
      un sistema biprocessore
      (e sono molto diffusi anche tra l'utenza
      comune),
      è passato sicuramente dai sistemi
      biprocessore
      con Pentium III a quelli con Athlon MP ben
      più
      performanti ed economici, laddove
      le recenti soluzioni con Pentium IV Xeon
      risultavano più
      lente e costose!!!

      Finiamola con i soliti servilismi verso
      Intel!!!!Se l'Athlon MP è di nicchia allora l'Itanium ècosì di nicchia che non meriterebbe nemmenodi essere citato nel titolo di questa news.
    • fDiskolo scrive:
      Re: Athlon MP rulez!
      - Scritto da: Anonimo
      Francamente mi chiedo come si può affermare
      che Athlon MP e' stata solo una "timida"
      comparsa. Chiunque abbia mai preso di recente
      un sistema biprocessore
      (e sono molto diffusi anche tra l'utenza
      comune), è passato sicuramente dai sistemi
      biprocessore
      con Pentium III a quelli con Athlon MP ben
      più performanti ed economici, laddove
      le recenti soluzioni con Pentium IV Xeon
      risultavano più lente e costose!!!vero. Alemno l'mp di amd ha un bus di accesso alla memoria per ogni processore e non uno condiviso da tutti i processori...E poi coi soldi di un p4 mi sono preso un bipro....
    • Numero28 scrive:
      Re: Athlon MP rulez!
      - Scritto da: Anonimo
      Francamente mi chiedo come si può affermare
      che Athlon MP e' stata solo una "timida"
      comparsa.
      Chiunque abbia mai preso di recente
      un sistema biprocessore
      (e sono molto diffusi anche tra l'utenza
      comune),
      è passato sicuramente dai sistemi
      biprocessore
      con Pentium III a quelli con Athlon MP ben
      più
      performanti ed economici, laddove
      le recenti soluzioni con Pentium IV Xeon
      risultavano più
      lente e costose!!!

      Finiamola con i soliti servilismi verso
      Intel!!!!concordo a pieno.Vedo tutti i giorni il mio dual 1800+ stare al culo del dualXEON 2.4 che ho a lavoro...non in tutte le applicazioni è ovvio ma per avere 1800mhz meno ci posso stare :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Athlon MP rulez!
        - Scritto da: Numero28

        - Scritto da: Anonimo

        Francamente mi chiedo come si può
        affermare

        che Athlon MP e' stata solo una "timida"

        comparsa.

        Chiunque abbia mai preso di recente

        un sistema biprocessore

        (e sono molto diffusi anche tra l'utenza

        comune),

        è passato sicuramente dai sistemi

        biprocessore

        con Pentium III a quelli con Athlon MP ben

        più

        performanti ed economici, laddove

        le recenti soluzioni con Pentium IV Xeon

        risultavano più

        lente e costose!!!



        Finiamola con i soliti servilismi verso

        Intel!!!!

        concordo a pieno.

        Vedo tutti i giorni il mio dual 1800+ stare
        al culo del dualXEON 2.4 che ho a lavoro...
        non in tutte le applicazioni è ovvio ma per
        avere 1800mhz meno ci posso stare :DPerche' 1800mhz in meno? 1800 + 1800 =3600....... no??
    • Anonimo scrive:
      Re: Athlon MP rulez!
      Non so se siano servilismi o altro, ma le vendite di Athlon MP non sono altissime, (le MB costano troppo?). Per il resto nulla da dire, l'MP è un gran bel prodotto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Athlon MP rulez!
        - Scritto da: Anonimo
        Non so se siano servilismi o altro, ma le
        vendite di Athlon MP non sono altissime, (le
        MB costano troppo?). Per il resto nulla da
        dire, l'MP è un gran bel prodotto.beh cè chi vende MoBo Dual XEON a 1000 euro (supermicro):-)- Oi01 -
  • Anonimo scrive:
    Basta casini grazie!!
    Ogni volta occorre flashare il bios per tre o 4 volte prima che diventi stabile.Ho ancora qui un paio di mother board , forse bacate.Occorre premere il pulsante di avvio diverse volte prima che si sblocchino e decidano di avviarsi.Fatemi il favore di creare qualcosa di stabile che mi permetta di lavorare.
    • Numero28 scrive:
      Re: Basta casini grazie!!
      - Scritto da: Anonimo
      Ogni volta occorre flashare il bios per tre
      o 4 volte prima che diventi stabile.

      Ho ancora qui un paio di mother board ,
      forse bacate.
      Occorre premere il pulsante di avvio diverse
      volte prima che si sblocchino e decidano di
      avviarsi.

      Fatemi il favore di creare qualcosa di
      stabile che mi permetta di lavorare.fatti da solo il favore... comprarti MotherBoard con chipset AMD e stai sicuro...le MoBo con chipset via e altri servono solo per i videogiocatori smanettoni alla ricerca del FPS... puoi accontentarti di un chipset leggermente (di quanto mai...) meno performante ma ROCK SOLID :-)ciao...
  • Anonimo scrive:
    Ma il palladium?
    Scusate, non ho capito una cosa, ma per poter usare questi nuovi sistemi a 64 bit, bisognerà usare il futuro sistema Palladium o sbaglio? Oppure è ancora tutto a livello sperimentale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il palladium?
      - Scritto da: PBA
      Scusate, non ho capito una cosa, ma per
      poter usare questi nuovi sistemi a 64 bit,
      bisognerà usare il futuro sistema Palladium
      o sbaglio? Oppure è ancora tutto a livello
      sperimentale?Ma quale palladium d'egitto...!Certo che vi hanno già fatto il lavaggio delcervello con sto palladium...
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito una cosa...
    Ma gli Opteron della serie 1xx (quindi per configurazioni monoprocessore) e gli Athlon64 sono la stessa cosa o due processori diversi? E quali dovrebbero essere le differenze? Mi sembra usino la stessa tecnologia x86-64, siano entrambi per configurazioni monoprocessore, usino entrambi l'Hyper-Transport... Sinceramente non riesco a capire le differenze...Joe
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho capito una cosa...
      Sostanzialmente le differenze sono nella quantità di cache L1/L2 e probabilmente nel controller integrato di memoria e nel supporto alle memorie ECC, più negli eventuali algoritmi ottimizzati per la gestione della cache. Un po' quello che distingue gli Athlon MP dagli Athlon XP, per intenderci.- Scritto da: Anonimo
      Ma gli Opteron della serie 1xx (quindi per
      configurazioni monoprocessore) e gli
      Athlon64 sono la stessa cosa o due
      processori diversi? E quali dovrebbero
      essere le differenze? Mi sembra usino la
      stessa tecnologia x86-64, siano entrambi per
      configurazioni monoprocessore, usino
      entrambi l'Hyper-Transport...
      Sinceramente non riesco a capire le
      differenze...
      Joe
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho capito una cosa...
        - Scritto da: Anonimo
        Sostanzialmente le differenze sono nella
        quantità di cache L1/L2 e probabilmente nel
        controller integrato di memoria e nel
        supporto alle memorie ECC, più negli
        eventuali algoritmi ottimizzati per la
        gestione della cache. Un po' quello che
        distingue gli Athlon MP dagli Athlon XP, per
        intenderci.Non esattamente gli Athlon MP e XP sono identici,tant'é che è possibile trasformare un Athlon XPin MP rimuovendo o tagliando qualche pista(basta cercare su google come si fa). Quantoagli Athlon 64 e Opteron hanno uno slotdiverso (754 contro 940). Gli Opteron integranoinoltre un memory channel DDR 333 chenon c'e' nell'Atlon 64 (da cui meno pin del socket).A livello di istruzioni (quindi software) pero' sono compatibili.

        - Scritto da: Anonimo

        Ma gli Opteron della serie 1xx (quindi per

        configurazioni monoprocessore) e gli

        Athlon64 sono la stessa cosa o due

        processori diversi? E quali dovrebbero

        essere le differenze? Mi sembra usino la

        stessa tecnologia x86-64, siano entrambi
        per

        configurazioni monoprocessore, usino

        entrambi l'Hyper-Transport...

        Sinceramente non riesco a capire le

        differenze...

        Joe
  • Anonimo scrive:
    Ma Intel è più affidabile
    Se non ci credete, visionate questo filmato:http://utenti.lycos.it/user1000/THG_CPU_Cooling.aviE' un tantino grande (10Mb) ma ne vale la pena. Mostra cosa succede a vari processori (AMD e Intel) quando viene rimosso il dissipatore dal processore (mentre gira Quake).Gli AMD vanno arrosto dopo 5 secondi, gli Intel si bloccano ma non appena rimetti il dissipatore ripartono alla grande!Quindi non è molto affidabile un server con degli AMD sopra, un guasto a una ventolina e si brucia tutto.....Voglio sottolineare che non sono un fan di Intel, infatti ho comprato un Athlon; il fatto è che se c'è una differenza di prezzo, il motivo c'è.Ciao
    • Giambo scrive:
      Re: Ma Intel è più affidabile
      - Scritto da: Anonimo
      E' un tantino grande (10Mb) ma ne vale la
      pena. Mostra cosa succede a vari processori
      (AMD e Intel) quando viene rimosso il
      dissipatore dal processore (mentre gira
      Quake).Mi pare che il problema sia stato corretto gia' da tempo (Intervallo di tempo troppo grande tra due misurazioni di temperatura), o no ? Qualcuno vuole provare :) ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Intel è più affidabile
      Complimenti, si vede che te ne intendi.....Se leggo un altro commento cosi' oggi rigetto la colazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Intel è più affidabile
      - Scritto da: Anonimo
      Se non ci credete, visionate questo filmato:

      http://utenti.lycos.it/user1000/THG_CPU_Cooli

      E' un tantino grande (10Mb) ma ne vale la
      pena. Mostra cosa succede a vari processori
      (AMD e Intel) quando viene rimosso il
      dissipatore dal processore (mentre gira
      Quake).

      Gli AMD vanno arrosto dopo 5 secondi, gli
      Intel si bloccano ma non appena rimetti il
      dissipatore ripartono alla grande!

      Quindi non è molto affidabile un server con
      degli AMD sopra, un guasto a una ventolina e
      si brucia tutto.....

      Voglio sottolineare che non sono un fan di
      Intel, infatti ho comprato un Athlon; il
      fatto è che se c'è una differenza di prezzo,
      il motivo c'è.

      CiaoMai sentito parlare di C.O.P.? Fatti un giro su www.asus.it e scopri cos'è!!! È più di un anno che la asus, e molte altre marche (anche se con nomi diversi), lo implementano...E, guarda caso, c'è sia nei modelli per athlon che in quelli pentium...Questo problema non esiste più! Oggi la cpu è quasi impossibile farla arrostire
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Intel è più affidabile
      Infatti l'Opteron integra un nuovo sensore e una tecnologia proprietaria per spegnere in maniera ultrarapida il processore in casi del genere, in + il problema, che per gli Athlon effettivamente esisteva, era gia' stato risolto da tempo.Joe
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Intel è più affidabile
      GRANDE FINALMENTE !Preciso che ho un P4 , e vorrei complimentarmi con te perchèsei la dimostrazione che nell'informatica vi lavorano e "ne pensano di sapere" una grossa schiera di ignoranti...Grande continua cosi......

      Gli AMD vanno arrosto dopo 5 secondi, gli
      Intel si bloccano ma non appena rimetti il
      dissipatore ripartono alla grande!

      Quindi non è molto affidabile un server con
      degli AMD sopra, un guasto a una ventolina e
      si brucia tutto.....
      Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Intel è più affidabile
      - Scritto da: Anonimo
      Se non ci credete, visionate questo filmato:

      http://utenti.lycos.it/user1000/THG_CPU_Cooli

      E' un tantino grande (10Mb) ma ne vale la
      pena. Mostra cosa succede a vari processori
      (AMD e Intel) quando viene rimosso il
      dissipatore dal processore (mentre gira
      Quake).una cosa che succede spesso...PS.: Per tua informazione oggi gli XP hanno un sistema di protezione tale e quale come quello dei Pentium...
      Gli AMD vanno arrosto dopo 5 secondi, gli
      Intel si bloccano ma non appena rimetti il
      dissipatore ripartono alla grande!Forse la tua fonte è un po vecchiotta...i Pentium hanno lo slowdown... non si piantano ma abbassano il clock sensibilmente per far fronte all'aumento di calore...
      Quindi non è molto affidabile un server con
      degli AMD sopra, un guasto a una ventolina e
      si brucia tutto.....Un conto è rimuovere il dissipatore... un conto è rompere una ventola... prima di bruciare un AMD dopo la rottura di una ventola hai modo di rendertene conto da una serie innumerevole di fattori...
      Voglio sottolineare che non sono un fan di
      Intel, infatti ho comprato un Athlon; il
      fatto è che se c'è una differenza di prezzo,
      il motivo c'è.si, INTEL beneficia del suo posto da LEADER che si è fatta in questi 30 anni, semplice.GeimsBond
  • Anonimo scrive:
    AMD Rulez!
    Sono molto contento che finalmente avvenga questa rivoluzione (e non semplice evoluzione), ed il bello è che con Linux potremmo goderne i frutti da subito!C.
  • Anonimo scrive:
    Il balzo del giaguaro
    Intel se la rischia perche' la compatibilita' 32-64 bit e' geniale e loro non l'hanno sviluppata. Se ci sara' un periodo di transizione, come ci sara', AMD ha l'opportunita' di prendere il sopravvento. Finalmente qualcosa cambia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il balzo del giaguaro
      - Scritto da: Anonimo
      Intel se la rischia perche' la
      compatibilita' 32-64 bit e' geniale e loro
      non l'hanno sviluppata. Se ci sara' un
      periodo di transizione, come ci sara', AMD
      ha l'opportunita' di prendere il
      sopravvento. Finalmente qualcosa cambia.La compatibilità 32-64 è l'uovo di colombo. Primoha permesso a AMD di tenere clock piu' bassi,visto che con Intel avevano preso una bruttastrada (e attualmente nel campo mobilele stanno buscando) tant'e' che sui 32bit Opterona 1.8Ghz performa come quelli XP a 2.2Ghz minimo.Sui 64bit nei floating point Opteron e' leggermenteinferiore (di un 10%) a Itanium2 a 1.0Ghz. Negliinteri e' piu' veloce del 60-70% di Itanium2.Considerando che Itanium2 costa dai 3 ai 4000 Euro,mentre Opteron 754$, quanti processori Opteronmi compro con 4000Euro?Forse mi conviene comprare un po' di azioni AMD...Ciao.
  • Anonimo scrive:
    "FriendlyFiga Mode"....
    ricordo quando andavo da giovane nei casini....... adesso che sono molto vecchio, mi piacerebbe vederli tornare; così i giovani di oggi potrebbero finalmente sfogarsi in modo costruttivo scopando delle belle vacche, piuttosto che sfondandosi il cranio allo stadio.
  • Anonimo scrive:
    "Compatibility Mode"
    mi ricorda il passaggio da 286 a 386,da real-mode a protected-mode,la EMS e la XMS...sarà un evento così drammatico come lo fu a quel tempo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: "Compatibility Mode"
      - Scritto da: Anonimo
      sarà un evento così drammatico come lo fu a
      quel tempo ?Non credo prorpio, anzi voglio sperare di no.
    • Anonimo scrive:
      Re: "Compatibility Mode"
      - Scritto da: Anonimo
      mi ricorda il passaggio da 286 a 386,
      da real-mode a protected-mode,
      la EMS e la XMS...
      sarà un evento così drammatico come lo fu a
      quel tempo ?Non vorrei sbagliare ma EMS e XMS esistevano proprio per far funzionare un computer a 32 bit (386) con un sistema operativo a 16 bit come erano il DOS e Windows a quel tempo e aggirarne le limitazioni sulla memoria disponibile, la prima versione quasi interamente a 32 bit di Windows fu Windows 95 che poteva fare a meno di XMS e EMS e gestire la memoria in modo flat.Joe
Chiudi i commenti