Il navigatore che parla ai non vedenti

Nuovi tool tecnologici semplificano la vita quotidiana dei diversamente abili. L'hi-tech combatte un divide sempre meno digitale

Roma – Un software per smartphone per aiutare i non vedenti ad orientarsi più facilmente in città: Wayfinder Access, release di Wayfinder , sfrutta al massimo la navigazione text-to-speech .

una schermata del programma Il programma è utilizzabile da molti smartphone equipaggiati con Symbian di ultima e penultima generazione: basta una modulo GPS, integrato o collegato via Bluetooth. Una volta installato, il software si connette automaticamente al portale Wayfinder e scarica le mappe. La funzione Where am I? , (dove sono?) permette all’utente di sapere dove si trova, mentre What is in my surrounding? , (cosa mi circonda?), fornisce una scansione della zona circostante evidenziando punti di interesse come banche, ristoranti, librerie ed incroci. Il tutto raccontato dal dispositivo.

“Nonostante abbia un cane guida, questo passo avanti della tecnologia significa che posso viaggiare in maniera ancora più indipendente in posti che non conosco, senza dover chiedere ad altri di dirmi dove mi trovo” – dichiara Bart Bunting, tester del software. “Ora posso spostarmi da A a B e scoprire specifici punti di riferimento o di interesse la cui esistenza mi era del tutto sconosciuta, come uno sportello bancomat o una caffetteria. Ora posso consultare il GPS per sapere cosa mi circonda”.

A fornire il software a Bunting è Guide Dogs , società che addestra cani guida ed insegna ai non vedenti come sfruttare il loro aiuto, coadiuvandolo con dispositivi come bastoni e device elettronici che aumentino l’autonomia dei pazienti. Testato su alcuni utenti in Australia, l’applicativo ha suscitato entusiasmo in chi l’ha provato: “Le persone che hanno partecipato al test tenutosi lo scorso marzo hanno dichiarato quanto fosse utile poter operare su un piccolo dispositivo come un cellulare, combinandolo all’ausilio di un cane guida”, ha dichiarato Roniga Hang, dirigente del settore ricerca di Guide Dogs. “La nostra organizzazione ha fornito il sistema di navigazione a circa 50 persone e può già contarne più di altre 50 in lista d’attesa. La nostra speranza è di raggiungere una quota pari a 200 utilizzatori, sui 3000 assistiti dalla società”.

Effettivamente il dispositivo non è alla portata di tutti, per due semplici motivi. Primo, il software necessita di un collegamento ad internet via cellulare, i cui costi diverrebbero sostanziosi in mancanza di una flat per il traffico dati. Secondo, non tutti gli utenti sono in grado di padroneggiare un sistema come un software di navigazione. Va però sottolineato che negli ultimi anni la tecnologia ha fatto molto per cercare di risolvere i piccoli problemi quotidiani di persone diversamente abili. Col tempo sono nati apparecchi di indubbia utilità. In tal senso pare utile il navigatore satellitare BBNav prodotto dalla britannica Navevo . BBNav sta per Blue Badge Navigator, dove Blue Badge sono i permessi di parcheggio per disabili. Il punto di forza di questo navigatore sono gli oltre 60 mila punti di interesse, tra cui spiccano accessi ed aree di parcheggio riservate esclusivamente a disabili. Il prodotto non è ancora disponibile, ma in rete se ne parla già come la prima vera alternativa per i guidatori diversamente abili. Stando alle indiscrezioni, il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno alle 200 sterline.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nattu_panno_dam scrive:
    Ok, solo un album a SD...
    ma perchè razzo usano allora una sola codifica? Potrebbero metterli flac e ogg, oltre che in mp3 per comodità, mah..
  • Ciliani scrive:
    solo un album a sd
    da quello che ho sentito da altre parti l'offerta e' di un solo cd dentro la sd, che rimane cosi' per la maggior parte vuota (e disponibile per altri contenuti, come interviste, videoclip, ecc.), ma comunque solo un album a schedina.
  • Fabri Milano scrive:
    Download a 1 euro?
    credo che l'iniziativa fallirà perché è totalmente insensata!Per quale motivo dovrei spendere 7 euro per poi ritrovarmi con decine di micro schedine che non saprei più dove mettere quando potrei scaricarmi in 1 minuto le stesse canzoni, spendendo magari 1 euro ad album (1 euro ad album sarebbe lo stesso margine che avrebbero le major rispetto al supporto in discussione)????
    • Sgabbio scrive:
      Re: Download a 1 euro?
      guarda che i brani contenutli li puoi mettere anche altrove.
      • Fabri Milano scrive:
        Re: Download a 1 euro?
        fin li ci arrivavo anch'io grazie...ma tu li spenderesti questi 7 euro (che poi tanto non saranno mai 7, lo sappiamo bene)?che poi se proprio devo comprare un supporto fisico, allora compro un cd che ha la sua copertina e il suo libretto, piuttosto che un anonimo pezzo di plastica grosso come un'unghia- Scritto da: Sgabbio
        guarda che i brani contenutli li puoi mettere
        anche
        altrove.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Download a 1 euro?
          - Scritto da: Fabri Milano
          fin li ci arrivavo anch'io grazie...
          ma tu li spenderesti questi 7 euro (che poi tanto
          non saranno mai 7, lo sappiamo
          bene)?
          che poi se proprio devo comprare un supporto
          fisico, allora compro un cd che ha la sua
          copertina e il suo libretto, piuttosto che un
          anonimo pezzo di plastica grosso come
          un'unghia


          - Scritto da: Sgabbio

          guarda che i brani contenutli li puoi mettere

          anche

          altrove.Scusate ma la notizia parla di 7 euro per avere 1 MicroSD da 1 Gb piena di brani a 320Kb/s, ovverosia un centinaio di brani, equivalenti a 6-7 CD!Attualmente su internet i brani li paghi 99 centesimi l'uno!A me l'iniziativa sembra incredibilmente conveniente, anche perchè il supporto utilizzato ha il suo valore (4-5 euro!) e può essere utilizzato dall'utente come meglio crede!A parte gli audiofili persi che ancora pensano che il vinile sia la cosa migliore, penso che il 99% degli utenti sarà soddisfatto dalla qualità proposta e dal prezzo!Personalmente correrei ad acquistare legalmente la musica proposta in questo modo! Chi me lo farebbe fare di perdere tempo con il P2P e a rischiare denunce se con 7 euro posso avere 100 brani del mio autore preferito!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Download a 1 euro?
            tu pensi che riempiono 1 gb di brani del tuo artista preferito ? Al massimo metto un album, il resto dello spazio, ci sarà dentro altro o nulla :D
          • ndr scrive:
            Re: Download a 1 euro?

            il resto dello spazio, ci sarà dentro altro o
            nulla
            :DSperiamo tetteEculi allora!:D :D :D
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Download a 1 euro?
            - Scritto da: Sgabbio
            tu pensi che riempiono 1 gb di brani del tuo
            artista preferito ? Al massimo metto un album,
            il resto dello spazio, ci sarà dentro altro o
            nulla
            :DPurtroppo hai ragione l'articolo era ambiguo in quanto diceva che la SD da 1 Gb era piena di materiale, in realtà come mi ha postato Annunziata in un secondo momento in realtà c'è solo 1 album!Quindi come avevo supposto era troppo bello per essere vero!Altro che cento canzoni se ti va bene te ne mettono 15!Beh ovviamente la cosa messa così è nettamente differente, continuerò a fare come prima e a non comprare musica!Almeno a questo punto potevano affiancare alle tracce in mp3 anche tracce WMA o CDA.
          • Be&O scrive:
            Re: Download a 1 euro?
            o mettere almeno il Videoclip dei singoli ......in 1080p FullHD..... (rotfl)
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Download a 1 euro?
      - Scritto da: Fabri Milano
      credo che l'iniziativa fallirà perché è
      totalmente
      insensata!

      Per quale motivo dovrei spendere 7 euro per poi
      ritrovarmi con decine di micro schedine che non
      saprei più dove mettere quando potrei scaricarmi
      in 1 minuto le stesse canzoni, spendendo magari 1
      euro ad album (1 euro ad album sarebbe lo stesso
      margine che avrebbero le major rispetto al
      supporto in
      discussione)????Continua a scaricarli allora, che problema c'è? :-o
  • XFILE scrive:
    Prima i dischi poi i cd...
    Dal vinile al cd si perde qualità...Dal cd all'mp3 si perde un saccooooo di qualità...basta prenderci per i fondelli, non si vende più solo musica, è ormai un optional dei vari lettori sfornati dopo 3-5 anni.purtroppo non c'è interesse a fare musica di qualità visto che che le major discografiche hanno dietro questi colossi dell'elettronica... conflitto d'interessi??? ;)
    • laltro scrive:
      Re: Prima i dischi poi i cd...

      Dal cd all'mp3 si perde un saccooooo di qualità...D'accordo
      Dal vinile al cd si perde qualità...non sono d'accordo. Il cd mi sembra di qualitàmigliore sia rispetto al vinile che rispetto alle vecchie audiocassette.
      • XFILE scrive:
        Re: Prima i dischi poi i cd...

        non sono d'accordo. Il cd mi sembra di
        qualitàmigliore sia rispetto al vinile che
        rispetto alle vecchie
        audiocassette.se sembra a te è un conto, che non sia così è un dato di fatto!il vinile si rovina prima ok, ma il suono non viene compresso come nei cd o mp3... perdendo parte della qualità iniziale (di come è quando viene suonato per intenderci).prova a cercare qualcosa in rete e poi ti ricrederai ;)
        • Sgabbio scrive:
          Re: Prima i dischi poi i cd...
          il CDA non è un formato compresso.
          • Lord Kap scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...
            Non sarà un formato compresso ma è campionato da schifo...-- Saluti, Kap
          • Be&O scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...
            16bit a 44kz non è una campionatura sufficientemoltissime alte frequenze vengono distrutte.il campionamento base anrebbe rivisto e ricreatoun nuovo standard e su di esso un nuovo Mp5 liberoda brevetti.da 18 a 24 Bit da 48kz ad 52kz
        • Shu scrive:
          Re: Prima i dischi poi i cd...
          - Scritto da: XFILE
          il vinile si rovina prima ok, ma il suono non
          viene compresso come nei cd o mp3... perdendo
          parte della qualità iniziale (di come è quando
          viene suonato per
          intenderci).I CD non sono compressi, sono campionati e, secondo il teorema di non-mi-ricordo-chi, vengono campionati al doppio della frequenza udibile, che e` di 22 KHz, quindi a 44,1 KHz.I DAT venivano campionati a 48 KHz per accontentare quelli piu` fini d'orecchio che arrivavano a 24 KHz di frequenze udibili. Piu` invecchi e piu` si abbassa la frequenza udibile. Se hai 40 anni sarai intorno ai 20, probabilmente, a meno che non viva lontano dai rumori forti (citta`, stazioni, aeroporti, ecc.) e non ascolti continuamente musica classica, tenendo allenato l'orecchio.Gli mp3, per comprimere, tagliano le frequenze al di sotto e al di sopra di una certa soglia.Piu` comprimi, piu` tagli, detto in soldoni.Un normale orecchio non distingue un mp3 a 320 Kbit da un CDA. Se poi lo ascolti con le cuffiette o con delle casse da 30-40 euro, anche un mp3 a 128 Kbit suonera` uguale (anche se poi dipende dall'encoder. Alcuni sono migliori di altri).Per sentire la differenza ti serve un impianto degno di questo nome, e un orecchio allenato.A questo punto la scelta era tra mettere dei WAV o degli MP3. Gli mp3 li senti dappertutto, dal cellulare all'impianto professionale (credo. Non ho un impianto professionale) passando per palmari, PC, autoradio, ecc.I WAV (lossless) non e` detto.Avrei scelto anche io l'mp3.Purtroppo se vuoi sfondare in un mercato esistente, come stanno facendo, devi prendere il formato di scheda piu` supportato (SD, e con adattatore mini e micro SD) e metterci il formato musicale piu` supportato (mp3).Anche io avrei preferito le miniSD (piu` maneggevoli delle micro) o addirittura le SD (piu` solide) e ogg o flac, ma non sarebbero arrivati da nessuna parte.Bye.
          • Ciliani scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...

            KHz.
            I DAT venivano campionati a 48 KHz per
            accontentare quelli piu` fini d'orecchio che
            arrivavano a 24 KHz di frequenze udibili. Nessuno arriva a 24 Khz. Quando hanno fatto esperimenti in doppio cieco con ingegneri del suono, nessuno distingueva differenze su campionature superiori ai 40 KHz (anzi anche inferiori ai 40Khz, ma non ricordo con esattezza)Il punto e' fare esperimenti in doppio cieco, altrimenti ci sono quelli convinti che con i cavi dorati o con il pennarello sul cd si "sente meglio", ma queste "evidenti sensazioni" scompaiono sempre quando l'audiofilo non sa se sta ascoltando il sistema "buono" o il sistema "cattivo"
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...
            - Scritto da: Ciliani

            Il punto e' fare esperimenti in doppio cieco,
            altrimenti ci sono quelli convinti che con i cavi
            dorati o con il pennarello sul cd si "sente
            meglio", ma queste "evidenti sensazioni"
            scompaiono sempre quando l'audiofilo non sa se
            sta ascoltando il sistema "buono" o il sistema
            "cattivo"Scherzi, io sento pure la trasmissioni CB, mi danno un fastidio.. :s
          • Koreano_DOC scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: XFILE


            il vinile si rovina prima ok, ma il suono non

            viene compresso come nei cd o mp3... perdendo

            parte della qualità iniziale (di come è quando

            viene suonato per

            intenderci).

            I CD non sono compressi, sono campionati e,
            secondo il teorema di non-mi-ricordo-chi, vengono
            campionati al doppio della frequenza udibile, che
            e` di 22 KHz, quindi a 44,1
            KHz.
            I DAT venivano campionati a 48 KHz per
            accontentare quelli piu` fini d'orecchio che
            arrivavano a 24 KHz di frequenze udibili. Piu`
            invecchi e piu` si abbassa la frequenza udibile.
            Se hai 40 anni sarai intorno ai 20,
            probabilmente, a meno che non viva lontano dai
            rumori forti (citta`, stazioni, aeroporti, ecc.)
            e non ascolti continuamente musica classica,
            tenendo allenato
            l'orecchio.

            Gli mp3, per comprimere, tagliano le frequenze al
            di sotto e al di sopra di una certa
            soglia.
            Piu` comprimi, piu` tagli, detto in soldoni.
            Un normale orecchio non distingue un mp3 a 320
            Kbit da un CDA. Se poi lo ascolti con le
            cuffiette o con delle casse da 30-40 euro, anche
            un mp3 a 128 Kbit suonera` uguale (anche se poi
            dipende dall'encoder. Alcuni sono migliori di
            altri).

            Per sentire la differenza ti serve un impianto
            degno di questo nome, e un orecchio
            allenato.

            A questo punto la scelta era tra mettere dei WAV
            o degli MP3. Gli mp3 li senti dappertutto, dal
            cellulare all'impianto professionale (credo. Non
            ho un impianto professionale) passando per
            palmari, PC, autoradio,
            ecc.
            I WAV (lossless) non e` detto.

            Avrei scelto anche io l'mp3.

            Purtroppo se vuoi sfondare in un mercato
            esistente, come stanno facendo, devi prendere il
            formato di scheda piu` supportato (SD, e con
            adattatore mini e micro SD) e metterci il formato
            musicale piu` supportato
            (mp3).

            Anche io avrei preferito le miniSD (piu`
            maneggevoli delle micro) o addirittura le SD
            (piu` solide) e ogg o flac, ma non sarebbero
            arrivati da nessuna
            parte.

            Bye.In linea di massima sono d'accordo, ma non sula inesistenza di differenze tra un mp3 a 320 kb e un cda, le differenze ci sono. rispetto al cd si perde in pienezza e grandezza di quel che si sente (qualcuno la chiama immagine sonora), dunque un sistema di compressione denota sempre dei limiti.PS: sto parlando di sfumature ai più, diverso è il discorso se si possiede un impianto in grado di rilevare queste differenze. :)
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Prima i dischi poi i cd...
          - Scritto da: XFILE

          non sono d'accordo. Il cd mi sembra di

          qualitàmigliore sia rispetto al vinile che

          rispetto alle vecchie

          audiocassette.

          se sembra a te è un conto, che non sia così è un
          dato di
          fatto!
          il vinile si rovina prima ok, ma il suono non
          viene compresso come nei cd o mp3... perdendo
          parte della qualità iniziale (di come è quando
          viene suonato per
          intenderci).

          prova a cercare qualcosa in rete e poi ti
          ricrederai
          ;)Tutta la musica oggi viene incisa in digitale, poi dal master viene passata su CD (con un campionamento ridotto) e/o al Vinile!Quindi il CD assicura sicuramente una qualità superiore al Vinile, chi dice il contrario non sa quello che dice!Con la compressione sicuramente si perde in qualità, ma un 320Kb/s variabile è veramente molto vicino all'originale!Eventuali differenze sarebbero poi impercettibili utilizzando dispositivi portatiti tipo Ipod o cellulari!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...
            dipende, se usi delle signor cuffie che non sono degli auricolari, la differneza la senti.
          • ndr scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...
            - Scritto da: Sgabbio
            dipende, se usi delle signor cuffie che non sono
            degli auricolari, la differneza la
            senti.E allora comprate uno zaino con un generatore elettrico, ficcateci dentro un grammofono e godetevi i vostri benedetti vinili...ma finiamola di smenare solo per sentirci parte dell'"elite che io ascoltolamusicacomeiveri e chisiaccontentadiunmp3condannalamusicadiqualitàamortesicura", che diamine...pretenziosi puristi, non è che qualsiasi cosa differente dal vinile si m*rda. La musica non è fatta solo di ascolto. E' diffusione, comunicazione, pervasività... Rinchiudetevi pure nelle vostre sale insonorizzate, così almeno da fuori non si sentono le vostre petulanti e limitate osservazioni......beninteso, non rispondo personalmente a Sgabbio, ho scritto qui ma mi rivolgo a tutti quelli che criticano le scelte digitali con quella che si stava meglio quando si stava peggio senza capire che il mondo cambia e le priorità lo seguono.
          • Mac Me scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...
            - Scritto da: ndr
            - Scritto da: Sgabbio

            dipende, se usi delle signor cuffie che non sono

            degli auricolari, la differneza la

            senti.


            E allora comprate uno zaino con un generatore
            elettrico, ficcateci dentro un grammofono e
            godetevi i vostri benedetti vinili...ma finiamola
            di smenare solo per sentirci parte dell'"elite
            che io ascoltolamusicacomeiveri e
            chisiaccontentadiunmp3condannalamusicadiqualitàamo

            ...beninteso, non rispondo personalmente a
            Sgabbio, ho scritto qui ma mi rivolgo a tutti
            quelli che criticano le scelte digitali con
            quella che si stava meglio quando si stava peggio
            senza capire che il mondo cambia e le priorità lo
            seguono.Prova un valvolare, poi ne riparliamo, ok? :)
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Prima i dischi poi i cd...
            - Scritto da: Mac Me

            Prova un valvolare, poi ne riparliamo, ok? :)Concordo, sui valvolari l' unz unz è più pulito e profondo, con un retrogusto di menta e sandalo.
        • zomg scrive:
          Re: Prima i dischi poi i cd...
          maròòò quanta ignoranzaaa!!!Leggiti bene tutti i post e già troverai informazioni utili.Poi vai a informarti, potresti trovare un nuovo mondo!- Scritto da: XFILE

          non sono d'accordo. Il cd mi sembra di

          qualitàmigliore sia rispetto al vinile che

          rispetto alle vecchie

          audiocassette.

          se sembra a te è un conto, che non sia così è un
          dato di
          fatto!
          il vinile si rovina prima ok, ma il suono non
          viene compresso come nei cd o mp3... perdendo
          parte della qualità iniziale (di come è quando
          viene suonato per
          intenderci).

          prova a cercare qualcosa in rete e poi ti
          ricrederai
          ;)
    • ciko scrive:
      Re: Prima i dischi poi i cd...

      Dal vinile al cd si perde qualità...vabbé l'amore "retrò", ma definire il fruscìo del vinile "qualità" mi sembra eccessivo...
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Prima i dischi poi i cd...
      - Scritto da: XFILE
      Dal vinile al cd si perde qualità...(rotfl)
    • XFILE scrive:
      Re: Prima i dischi poi i cd...
      ad esempio quihttp://www.nemesi.net/audio5.htm non sono un esperto di acustica caro saputello, ma come informatico ti posso riconfermare quanto detto.lo so che l'mp3 è facile da trasportare ecc ecc...ma perchè subire sempre decisioni per far arricchire le solite tasche... proprio una bella cosa innovare a scapito della qualità...le memorie solide hanno una determinata tecnologia... non è strano che aumentino capacità poco per volta.. eppure è sempre lo stesso processo ...chiuditi le orecchie con gli auricolari e già che ci sei mettiti gli occhiali scuri, meno senti e vedi meglio è
  • user495682 scrive:
    EELST 5 anni fa?
    Sbaglio o Elio e Le Storie Tese hanno iniziato a farlo quanto... cinque anni fa?e puoi andare li con la chiavetta al concerto a fartela caricare, giusto?ragà ...in un giga ci sta il LOSSLESSse volete essere all'altezza dovete dare quello.
  • Biggus Dikkus scrive:
    Fuori tempo massimo
    Secondo me la Sandisk ha avuto un'occasione d'oro e l'ha buttata quando sono spariti i floppy e le chiavette ancora non c'erano o costavano 1 rene. Avrebbero dovuto vendere pacchetti di 10 Compact Flash di piccolo taglio (tipo 8 mega) a prezzi analoghi a quelli dei floppy. La CF è l'unico supporto su cui si scrive bene e senza paura di danneggiarlo. Tutti i pc in poco tempo avrebbero avuto un lettore per supporti del genere al posto del floppy disk e non avremmo vissuro quel buco che c'è stato finchè le chiavette non sono diventate dominio di tutti (idem l'ADSL).E invece tirano fuori un supporto invisibile (se ti cade per terra rischi di perderlo) in un'era in cui ormai tutto si scarica e basta.Sarà un flop peggio del DCC.
    • user495682 scrive:
      Re: Fuori tempo massimo
      - Scritto da: Biggus Dikkus
      Secondo me la Sandisk ha avuto un'occasione d'oro
      e l'ha buttata quando sono spariti i floppy e le
      chiavette ancora non c'erano o costavano 1 rene.
      Avrebbero dovuto vendere pacchetti di 10 Compact
      Flash di piccolo taglio (tipo 8 mega) a prezzi
      analoghi a quelli dei floppy. La CF è l'unico
      supporto su cui si scrive bene e senza paura di
      danneggiarlo. si per 20000 scritturema una da 8 gb costa 50 euro quando ti va di lusso
      Tutti i pc in poco tempo avrebbero
      avuto un lettore per supporti del genere al posto
      del floppy disk e non avremmo vissuto quel buco
      che c'è stato finché le chiavette non sono
      diventate dominio di tutti (idem
      l'ADSL).si ma costa un botto!!!
      E invece tirano fuori un supporto invisibile (se
      ti cade per terra rischi di perderlo) in un'era
      in cui ormai tutto si scarica e
      basta.
      Sarà un flop peggio del DCC.può darsiio comunque di gente che usa la SD anche con le autoradio e i lettori da casa ne vedo parecchila cosa più assurda è che marchi come la Sony non si fanno notare per versatilità degli apparecchi, quando invece ci sono lettori autoradio e anche da televisore che leggono l'impossibile e si connettono a qualsiasi cosa.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Fuori tempo massimo
        - Scritto da: user495682
        - Scritto da: Biggus Dikkus

        La CF è l'unico

        supporto su cui si scrive bene e senza paura di

        danneggiarlo.

        si per 20000 scrittureSempre meglio di un floppy che solo a stare vicino alle casse del pc (c'è gente che li infila tra le 2 casse per farli stare in piedi) o al cellulare dentro in borsa magicamente si cancellano
        ma una da 8 gb costa 50 euro quando ti va di lussoinfatti ha detto MB non GBma poi io sto cercando schede da qualche MB e non ne trovo neanche a pagarle oro... ne ho una da 32MB che uso come floppy e basta, ma è MMC e mi servirebbero MicroSD e MemoryStick

        Tutti i pc in poco tempo avrebbero

        avuto un lettore per supporti del genere al
        posto

        del floppy disk e non avremmo vissuto quel buco

        che c'è stato finché le chiavette non sono

        diventate dominio di tutti (idem

        l'ADSL).

        si ma costa un botto!!!Cosa costa? il lettore? non farmi ridere, lo vendono a 7, forse pure 5 quelli 4in1, lo danno anche in bundle (mono-tipo, a forma di pennetta usb) ogni tanto con la scheda, fra un po' lo trovi nel dixanSenza considerare il fatto che ormai non esistono più i pc con lettore floppy, e sono tutti muniti di lettore SD/CF/..
    • Josafat scrive:
      Re: Fuori tempo massimo
      Io non sarei così drastico, ma comunque sarà dura. A sfavore dell'idea di queste 4 sorelle gioca anche l'enorme quantità di schede e schedine di memoria. Ora, è qualche tempo che non seguo più l'evolversi delle tecnologie sui cellulari, ma circa un anno fa trovavo soprattutto telefoni che usavano le miniSD, non le micro. Peraltro esistono poi i telefoni che usano le mmc piccole, e tutti i Sony Ericsson che (come da prassi Sony) usano le Memory Stick in tutte le salse (ultimamente ho visto che spingono molto le M2).Come prezzi non sarebbe male, un album viene meno che non su iTruzzes, e in più si ha una schedina che torna sempre utile. Ma convincere il mercato è un'altr'affare.Tra l'altro sarà interessare vedere cosa farà la Sony Ericsson se questa iniziativa dovesse aver successo... smettere di far telefoni con il lettore MS?
  • Enjoy with Us scrive:
    Fatemi capire...
    Cioè dopo per anni averci ammorbato con prezzi scandalosi dei CD audio ora le major accettano un formato libero da DRM di ottima qualità (Mp3 a 320 Kb/sec) ad un prezzo di soli 7 euro compreso il supporto da 1Gb riscrivibile!Sapendo che una MicroSD da 1 Gb vale almeno 4-5 euro vuol dire che si accontenato per l'equivalente di 6-7 album tradizionali di soli 2-3 euro?Ah ma se le cose stanno così sarò il primo a comprare musica in modo legale!Temo però che questo sia solo un sogno, mi pare che il prezzo offerto sia veramente trobbo buono per noi clienti!
    • ndr scrive:
      Re: Fatemi capire...
      Tra l'altro faccio notare che hanno usato standard già esistenti per le schede, senza creare un nuovo formato...mica tanto scontato visto come vanno le cose ultimamente...
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Fatemi capire...
        - Scritto da: ndr
        Tra l'altro faccio notare che hanno usato
        standard già esistenti per le schede, senza
        creare un nuovo formato...mica tanto scontato
        visto come vanno le cose
        ultimamente...Appunto mi sembra una rivoluzione senza precedenti altro che I-Tunes a 99 centesimi il brano, qua con 7 euro te ne porteresti a casa un centinaio con il non disprezzabile plus di una scheda in formato standard MicroSD da 1 Gb!
        • Dr. House scrive:
          Re: Fatemi capire...
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: ndr

          Tra l'altro faccio notare che hanno usato

          standard già esistenti per le schede, senza

          creare un nuovo formato...mica tanto scontato

          visto come vanno le cose

          ultimamente...

          Appunto mi sembra una rivoluzione senza
          precedenti altro che I-Tunes a 99 centesimi il
          brano, qua con 7 euro te ne porteresti a casa un
          centinaio con il non disprezzabile plus di una
          scheda in formato standard MicroSD da 1
          Gb!La cosa divertente, che non hai calcolato è che se le major danno possibilità di distribuire in mp3 anche apple lo farà (come fa già ora con i pezzi di EMI) ed entrerà in competizione con gli stessi soggetti che producono le discoSD :-P sai quanto poco ci mettono a supportare memorie flash dentro iTunes...L'idea è valida, ma ormai è troppo tardi credo....
    • Rob scrive:
      Re: Fatemi capire...
      ... Tanto in Italia costeranno sempre 20 Euuro.......ma proprio non sapete vivere senza musica???
    • user495682 scrive:
      Re: Fatemi capire...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Cioè dopo per anni averci ammorbato con prezzi
      scandalosi dei CD audio ora le major accettano un
      formato libero da DRM di ottima qualità (Mp3 a
      320 Kb/sec) ad un prezzo di soli 7 euro compreso
      il supporto da 1Gb
      riscrivibile!è quello che abbiamo chiesto sempre.ora lo fanno.vuoi protestare davvero?io voglio il lossless dalle majors, ora. In un giga, ci sta.
      Sapendo che una MicroSD da 1 Gb vale almeno 4-5
      euro vuol dire che si accontenato per
      l'equivalente di 6-7 album tradizionali di soli
      2-3
      euro?e in italia il 10% va alla siae?
      Ah ma se le cose stanno così sarò il primo a
      comprare musica in modo
      legale!ah bene! vorrei ben dire!!! :)
      Temo però che questo sia solo un sogno, mi pare
      che il prezzo offerto sia veramente troppo buono
      per noi
      clienti!sarà pessimo per gli autori?comunque il prezzo è QUELLO GIUSTO, ma per un lossless.certo, 320... ma rippato con che?e l'encoding, con che?comunque 320... ho poco da protestare ;)
      • Funz scrive:
        Re: Fatemi capire...
        - Scritto da: user495682

        io voglio il lossless dalle majors, ora. In un
        giga, ci
        sta.Non è una richiesta tanto peregrina, e non gli costerebbe chissà quanto offrire il file lossless in alternativa al solito file compresso.
      • gerry scrive:
        Re: Fatemi capire...
        - Scritto da: user495682
        comunque il prezzo è QUELLO GIUSTO, ma per un
        lossless.Se il target sono i cellulari, 320kb sono fin troppi.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Fatemi capire...
        - Scritto da: user495682
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Cioè dopo per anni averci ammorbato con prezzi

        scandalosi dei CD audio ora le major accettano
        un

        formato libero da DRM di ottima qualità (Mp3 a

        320 Kb/sec) ad un prezzo di soli 7 euro compreso

        il supporto da 1Gb

        riscrivibile!

        è quello che abbiamo chiesto sempre.
        ora lo fanno.

        vuoi protestare davvero?

        io voglio il lossless dalle majors, ora. In un
        giga, ci
        sta.


        Sapendo che una MicroSD da 1 Gb vale almeno 4-5

        euro vuol dire che si accontenato per

        l'equivalente di 6-7 album tradizionali di soli

        2-3

        euro?

        e in italia il 10% va alla siae?


        Ah ma se le cose stanno così sarò il primo a

        comprare musica in modo

        legale!

        ah bene! vorrei ben dire!!! :)


        Temo però che questo sia solo un sogno, mi pare

        che il prezzo offerto sia veramente troppo buono

        per noi

        clienti!

        sarà pessimo per gli autori?

        comunque il prezzo è QUELLO GIUSTO, ma per un
        lossless.

        certo, 320... ma rippato con che?
        e l'encoding, con che?

        comunque 320... ho poco da protestare ;)Ah ecco volevo ben vedere!
    • scettico 1 scrive:
      Re: Fatemi capire...
      se lo pago, lo voglio qualita' cd.i 320 in formato mp3 me lo devono regalareci prendono per il culo!!
      • ndr scrive:
        Re: Fatemi capire...
        - Scritto da: scettico 1
        se lo pago, lo voglio qualita' cd.
        i 320 in formato mp3 me lo devono regalare
        ci prendono per il culo!!Se lo paghi 20 euro lo hai qualità cd.Se lo paghi 7 euro lo hai a 320.Libero arbitrio, vivi e lascia vivere.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Fatemi capire...
        - Scritto da: scettico 1
        se lo pago, lo voglio qualita' cd.
        i 320 in formato mp3 me lo devono regalare
        ci prendono per il culo!!7 euro per 100 brani + una SD da 1 Gb!E che cavolo Io direi che ci si può accontentare!
    • Wolf01 scrive:
      Re: Fatemi capire...
      Probabilmente qui in italia costeranno i soliti 15 + i 7 delle canzoniComunque bella idea, se le fanno anche in MemoryStick, in formato più grande di 1GB e poi farciscono le schede con musica di autori singoli oppure raccolte dello stesso genere allora probabilmente qualche GB in più per il pda e psp potrei anche prenderlo... se mi ci fanno un'accozzaglia di pop, house e suonerie per cellulare allora continuerò a comprare schedine vuote e scaricare musica
      • Sgabbio scrive:
        Re: Fatemi capire...
        dubito che useranno anche le memorystick considerando che gli unici dispositivi che le usano, sono solo i prodotti della sony :D
        • Wolf01 scrive:
          Re: Fatemi capire...
          Capirei se le MS le producesse Sony, ma mi sembra che ci siano pure SanDisk e KingstonChe poi l'unico prodotto che le usa sia, tipo la PSP o una fotocamera o un lettore mp3, purtroppo un prodotto Sony non vuol dire che non può essere usata per ascoltare la stessa musica, uso quella in auto in assenza di un'autoradio decente (si la cassettina col filo che si attacca al lettore mp3, psp in questo caso)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Fatemi capire...
            guarda, se non era per la pirateria e homebrew galoppanti della psp, la memory stick sarebbe stato uno dei tanti fallimenti di Sony da parte dei formati di memorizzazione.Infatti Sandisk e l'altro, stannno producendo memory stick, non da molto.La sony sta anche producendo altre tipi di memorie, perchè prevedeva la morte della sua memory stick.
          • The_GEZ scrive:
            Re: Fatemi capire...
            Ciao Sgabbio !
            Infatti Sandisk e l'altro, stannno producendo
            memory stick, non da
            molto.Questa estate sono stato in Giappone a Tokyo.Girando per Akihabara si notava una netta supremazia di schede di memoria SD e MicroSD, e solo per le alte capacità le CompactFlash.Memory Stick praticamente non se ne vedevano, (così come le xD ormai defunte) se volevi una memory stick ti comperavi l' adattatore MicroSD-
            Memory stick.
    • asd scrive:
      Re: Fatemi capire...
      sono con te ;)e gli altri non dovrebbero piu' scaricare e seguire il suo esempio perche' la pirateria e' nata per questo
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Fatemi capire...
      Forse non ho spiegato bene nel pezzo: 7 euro, 10 dollari, per un singolo album.10, max 15 canzoni come oggi.La confezione sarebbe la stessa dei CD, con dentro però la microSD. :)
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Fatemi capire...
        - Scritto da: Luca Annunziata
        Forse non ho spiegato bene nel pezzo: 7 euro, 10
        dollari, per un singolo
        album.
        10, max 15 canzoni come oggi.

        La confezione sarebbe la stessa dei CD, con
        dentro però la microSD.
        :)Ah ecco mi sembrava troppo bello!Nell'articolo si parlava però di microSD da 1 Gb piene! Quindi da un rapido calcolo 10Mb a file ecco il centinaio di brani che immaginavo!Però 7 euro (se veramente saranno 7) è comunque meglio di dei 15-20 oggi richiesti!
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: Fatemi capire...
          Negli USA molti CD costano già oggi 10 dollari, mentre qui da noi si pagano più di 20 euro... ;)
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Fatemi capire...
            - Scritto da: Luca Annunziata
            Negli USA molti CD costano già oggi 10 dollari,
            mentre qui da noi si pagano più di 20 euro...
            ;)Sarebbe da fare un confronto di quanto è svalutata la moneta qui da noi e quanto da loro. Ho come l' impressione che alla fine costi uguale o meno da noi.. :s
        • The_GEZ scrive:
          Re: Fatemi capire...
          Ciao Enjoy with Us !
          Ah ecco mi sembrava troppo bello!
          Nell'articolo si parlava però di microSD da 1 Gb
          piene! Quindi da un rapido calcolo 10Mb a file
          ecco il centinaio di brani che
          immaginavo!Ma a questo punto ... perchè MP3 ?1Gb di memori per riempirne 50Mb ?A questo punto potevano metterla loseless a 24Bit 192Khz ... almeno sarebbe stato innovativo ...
          Però 7 euro (se veramente saranno 7) è comunque
          meglio di dei 15-20 oggi
          richiesti!Allora se sono 10$ per la legge della conversione perfetta diventano già 10 poi per il paradigma ItaGLia 13-15.Scommettiamo ?
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Fatemi capire...
            - Scritto da: The_GEZ
            Ciao Enjoy with Us !


            Ah ecco mi sembrava troppo bello!

            Nell'articolo si parlava però di microSD da 1 Gb

            piene! Quindi da un rapido calcolo 10Mb a file

            ecco il centinaio di brani che

            immaginavo!

            Ma a questo punto ... perchè MP3 ?
            1Gb di memori per riempirne 50Mb ?
            A questo punto potevano metterla loseless a 24Bit
            192Khz ... almeno sarebbe stato innovativo
            ...


            Però 7 euro (se veramente saranno 7) è comunque

            meglio di dei 15-20 oggi

            richiesti!

            Allora se sono 10$ per la legge della conversione
            perfetta diventano già 10 poi per il paradigma
            ItaGLia
            13-15.
            Scommettiamo ?Scommetto.... che hai purtroppo ragione!
Chiudi i commenti