Il nuovo Lotus si mette nell'iPod

IBM ha lanciato una nuova versione del proprio software di collaborazione che permette di caricare i dati in un dispositivo USB ed utilizzarli su qualunque PC Windows. Arriva anche il supporto a RSS e iCalendar

Armonk (USA) – L’ultima versione della suite di applicazioni per la collaborazione di IBM , Lotus Notes 7.0.2, ha introdotto la possibilità di trasferire messaggi, dati e file pesonali su aggeggini hi-tech da taschino come chiavette USB e player MP3.

La nuova versione di Notes consente agli utenti di scaricare e portare con sé il proprio desktop personalizzato all’interno di un dispositivo compatto che può essere collegato a qualunque laptop o personal computer su cui giri Windows. Nella chiavetta viene caricata anche una versione “lite” del client Lotus Notes che, secondo IBM, permette all’utente di “ricreare in pochi minuti una replica esatta del proprio ambiente di lavoro” anche su quelle macchine dove Lotus non è installato.

Sui drive USB gli utenti possono trasferire contatti, bookmark, certificati digitali, documenti e altri file, proteggendoli mediante password: tutti i dati vengono automaticamente cancellati dal computer nel momento in cui l’utente scollega il dispositivo USB.

Lotus Notes 7.0.2 abbraccia anche il trend dei feed RSS , consentendo alle aziende di pubblicare feed da qualunque applicazione Notes. Per esempio, un database Lotus Notes contenente podcast o file audio digitali può essere abilitato al publishing RSS trasmettendo istantaneamente verso i lettori RSS supportati o sotto forma di iTunes. Una volta che i contenuti sono stati aggiornati all’interno di Notes, gli utenti vengono automaticamente avvisati delle variazioni attraverso il proprio feed reader preferito.

“Il nostro obiettivo è quello di fare in modo che le aziende scoprano facilmente quale sia il valore reale della collaborazione al di fuori dell’ambito enterprise”, ha dichiarato Michael Rhodin, general manager di Lotus. “Anziché creare nuovi contenuti, gli utenti possono modificare, riutilizzare e condividere la conoscenza già immagazzinata nei database aziendali indipendentemente da dove si trovino le informazioni o su quale piattaforma siano”.

Lotus Notes 7.0.2 supporta infine la condivisione di calendari sul Web in formato iCalendar , che permette di importare eventi da siti Web direttamente nei calendar personali ed esportarne gli elementi selezionati per condividerli con altre persone.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ex datrice di lavoro
    ex ? Ma cosa fa adesso Torvalds ?
  • Anonimo scrive:
    Quando non sanno che raXXo fare...
    Intentano una causa di violazione di brevetto, magari riescono a raccattare quel tanto per sopravvivere o per tagliare la corda col malloppa che un qualche giudice strabico gli concede.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando non sanno che raXXo fare...
      Se quelle tecnologie l'hanno inventate e brevettate loro, ne hanno diritto.Da quando hanno smesso la produzione di cpu, una delle loro fonti di guadagno sono le royalties delle loro tecnologie su cpu che hanno brevettato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando non sanno che raXXo fare...
        - Scritto da:
        Se quelle tecnologie l'hanno inventate e
        brevettate loro, ne hanno
        diritto.
        Da quando hanno smesso la produzione di cpu, una
        delle loro fonti di guadagno sono le royalties
        delle loro tecnologie su cpu che hanno
        brevettato.se, ma, se, forse, se, ma...Quando un'azienda tecnologica si fa sentire solo per le cause legali vuol dire che non naviga in buone acque.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando non sanno che raXXo fare...

          se, ma, se, forse, se, ma...

          Quando un'azienda tecnologica si fa sentire solo
          per le cause legali vuol dire che non naviga in
          buone
          acque.ah si? è una regola quindi?ma va,va!
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando non sanno che raXXo fare...
        - Scritto da:
        Se quelle tecnologie l'hanno inventate e
        brevettate loro, ne hanno
        diritto.
        Da quando hanno smesso la produzione di cpu, una
        delle loro fonti di guadagno sono le royalties
        delle loro tecnologie su cpu che hanno
        brevettato.Troppo comodo campare in eterno guadagnado (sich......"guadagnando"....) royalties per aver scoperto che 2+2=4.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando non sanno che raXXo fare...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Se quelle tecnologie l'hanno inventate e

          brevettate loro, ne hanno

          diritto.

          Da quando hanno smesso la produzione di cpu, una

          delle loro fonti di guadagno sono le royalties

          delle loro tecnologie su cpu che hanno

          brevettato.

          Troppo comodo campare in eterno guadagnado
          (sich......"guadagnando"....) royalties per aver
          scoperto che
          2+2=4.Hanno fatto qualcosina di più complesso, eh?Fra le ricerche in cui hanno brillato di più, proprio quelle sulla riduzione dei consumi delle CPU.
    • ciko scrive:
      Re: Quando non sanno che raXXo fare...
      - Scritto da:
      Intentano una causa di violazione di brevetto,
      magari riescono a raccattare quel tanto per
      sopravvivere o per tagliare la corda col malloppa
      che un qualche giudice strabico gli
      concede.sono un'azienda che basa il proprio businness su "sviluppo & ricerca"...se gli clonano le tecnologie che devono fare, riderci su?!?e poi magari sei uno che difende i "poveri artisti" perche' un 14enne si scarica gli mp3...
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Quando non sanno che raXXo fare...
        Non so quali appigli legali ci siano, tuttavia non è che Intel in passato sia stata proprio correttissima con la concorrenza (vedi AMD)e l'introduzione della nuova classe di processori dopo aver toppato alla grande con la tecnologia Net Burst induce a pensieri maligni....
Chiudi i commenti