Il nuovo Reboot: business o community?

di Vx. Tutto il lavoro sotterraneo di rinnovo grafico, sperimentale e concettuale di questa massa silenziosa non sarà retribuito da nessuno; è spontaneo, è la volontà di esserci, di far parte della élite del webdesign


Roma – Il primo maggio di quest’anno ci sarà una rivoluzione silenziosa nel mondo del webdesign.
Non avrà effetti devastanti nella vita reale, ma per chi si occupa per lavoro o per diletto di questa nuova disciplina sarà come vedere arrivare uno tsunami (*) di stimoli sensoriali che sicuramente influenzeranno subliminalmente la comunicazione multimediale mondiale.

La rivoluzione di cui sto parlando è il 1st May Reboot , un evento definito dallo stesso organizzatore (James Widegren di Three.oh, contenitore creativo/e-zine tra i più importanti) il “..rilancio internazionale dei siti di autori e di creativi che operano nel campo del webdesign. Un evento collettivo vuol essere il manifesto della community creativa del web.”

Già avvenuto su piccola scala l’anno scorso, in modo spontaneo, attraverso un gruppetto di siti cult (www.nginco.com – www.submethod.com – chapter3.net/imperium/ – www.threeoh.com- www.dform1.net – www.greyscale.net – www.endekks.com – www.vitaflo.com), quest’anno “l’happening” conta 1653 iscritti. Potere del link. L’iscrizione (gratuita e priva di particolari requirements) comporta il seguire una semplice regola per far comprendere al navigatore come e perché il sito in questione sia stranamente “spento”, ovvero pubblichi una pagina iniziale che riporta la scritta e il logo della manifestazione. E aggiungo gli sponsors… sì, perché quest’anno il reboot ha una veste ufficiale e, forse, commerciale.

Organizzare un evento di tale portata ha sicuramente un certo riscontro in termini di visibilità e quindi anche un certo riscontro in termini economici (ma chiediamoci per chi…). Ci sono già dei dissensi all’interno della comunità a tal proposito, ma considerando che il webdesign è solo uno degli ingranaggi della new economy, credo che non si possa, purtroppo, farne a meno.

Tutto il lavoro sotterraneo di rinnovo grafico, sperimentale e concettuale di questa massa silenziosa non sarà retribuito da nessuno; è spontaneo, è la volontà di “esserci”, di far parte della élite del webdesign. Essere linkati da siti come Three.oh spesso significa notorietà, e a volte anche riconoscimenti o potenziali clienti in arrivo. Alla base però c’è questa voglia di essere parte dell’esclusiva community di geni e pseudogeni, un po ‘ come le groupies delle rock band.

Credo che nel mondo reale quasi nessuno sappia chi è Joshua Davis o James Widegren. Ma se lo chiedete ad un sedicenne aspirante webdesigner sicuramente comincerà a citare le loro opere, come se stesse parlando di Albert Einstein o di Steven Spielberg. In realtà, sono persone che effettivamente con il loro lavoro influenzano la comunicazione multimediale a tutto campo, solo che i mezzi tradizionali come la carta stampata o la tv recepiscono con ritardo e non riconoscono il loro contributo, dandolo come un fenomeno scontato di evoluzione stilistica della comunicazione stessa.

Questo evento del primo maggio forse dovrebbe essere portato all’attenzione di tutti, perché come dice lo stesso Widegren, “…persegue una valutazione ed una esplorazione di questo neonato media, e la comprensione della sua crescente comunità”. Intenti nobili, non c’è che dire, forse un po ‘ utopistici. Nel web, come nel resto del mondo, vige la legge della giungla: amici finché ce n’è per tutti, predatori e prede se il NASDAQ crolla a picco.

Vx

(*) termine giapponese che indica un’onda di maremoto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Biotecnologie e M$
    Pensate se una azienda come la Microsoz si mettesse a produrre prodotti biotecnologici....altro che preoccuparsi.... sarebbero c...i amari.
  • Anonimo scrive:
    Il ragionamento di Joy non fa una grinza
    Se il contenuto dell'articolo corrisponde a quanto detto da Joy (mi devo fidare del gionalista), penso che il pessimismo nei confronti del genere umano del Sig. SUN sia un "sentimento" + che legittimo.Penso che questo "sentimento" albergava in molti ai tempi della guerra fredda per es.: tutte quelle armi nucleari e la tensione fra le 2 superpotenze hanno ispirato sempre per es. molti artisti cinematografici che hanno realizzato opere dove si ipotizzavano conflitti nucleari distruttivi. (niente di nuovo quindi)L'informatica e il libero scambio di informazioni non sono peró SOLO un pericolo:- se parliamo di "mezzi", l'informatica, Internet e i PC costituiscono IL mezzo tramite il quale la gente comune, le scuole, le comunitá in genere possono comunicare scambiandosi qualcosa di + di una semplice "opinioni" o parole e sono semplicemente alternative ai libri, ai giornali, alle radio\televisioni.Con questi VELOCI mezzi, le informazioni sono subito prote all'uso!!- se parliamo di persone, sono forse + i vantaggi che questo libero scambio offre che gli svantaggi:le innumerevoli applicazioni "pratiche" di Internet hanno contribuito a diffondere Internet stesso nel mondo proprio perchè la "gente" (società, aziende, consumatori, clubs di ogni genere) ne hanno tratto vantaggio.Anzi questi "nuovi mezzi" non bastano da soli a garantire il libero scambio di informazioni: non mi sorpenderei se fra 100 anni si inventasse qualcosa per la trasmissione telepatica del pensiero!Non bastano perchè il problema non sta nel 'mezzo' ma nelle persone.E per tutti coloro che pensano e dicono che assassini, stupratori, e pazzi esisteranno sempre (anch'io lo penso), io dico che persone oneste e generose il buon Dio ce ne manderà sempre.Non vorrete mica pensare che il "progresso sociale" ci porti alla creazione di una società PERFETTA (Bisogna essere un po' + umili e pregare sempre il buon Dio!)Se poi vogliamo guardare alla storia, ci sono sempre state guerre, carestie, epidemie, fenomeni della natura ecc. che anno decimato le popolazioni ma il genere umano non è scomparso.Ma forse qualche pazzo che ha raccolto informazioni tramite Iternet sta già progettando un virus letale. La fine del mondo si avvicina... RR
  • Anonimo scrive:
    gerarchizzare l'onestà
    E? il solito problema. Potersi fidare di chi detiena il potere, o i poteri, politico, economico, tecnologico, d?informazione, di controllo ect. Spesso insieme.Se non è la soluzione, è una cosa da fare,secondo me, quella di proporzionare le pene al grado ricoperto nei vari settori. In altre parole ?chi più sta in alto, più deve retrocedere al verificarsi di una disonestà?,(bisognerebbe mettersi d'accordo su cosa sia l'onestà. per me è prima di tutto legalità, cioè rispettare i patti che bene o male ci siamo dati noi o i nostri nonni,turlupinati o meno) di una mancata osservazione delle leggi. Le leggi altro non sono che la volontà comune della specie uomo o di un gruppo di essi (stati ect.) raccolta con i migliori metodi finora conosciuti (sistemi di governo vari + o ? democratici).Ora la legge ?uguale? per tutti colpisce ugualmente sia l?ultimo poveretto che il presidente delle presidenze presidenziali, con la differenza che il primo paga davvero mentre l?altro con il suo potere e le sue conoscenze sposta processi, rinvia, trova cavilli, regala cavalli, arriva addirittura a farsi fare leggi ad hoc (doc) con la conseguenza che i peggiori hanno capito che devono appoggiarsi/mettersi in politica. Risultato, siamo governati dai peggiori. (ok il tutto è un po? pessimista, ma?)Condivido la preoccupazione di Joy, ma apprezzo anche l?intervento di Alien ?oscurantista fuori di melone??Ho fiducia che l?umanità si metta sulla buona strada ma solo a patto di preoccuparsi (occuparsene prima (pre)?Che sia troppo tardi) di questi problemi.Non ci sono certezze. L?umanità potrebbe autodistruggersi come potrebbe risolvere moltissimi problemi e tornare ad essere un paradiso terrestre o addirittura galattico. Chi ha certezze in un senso o nell?altro rischia di diventare, secondo me, quel pazzo che potrebbe far danni. Chi fin che ricerca, fin che affronta il dibattito, (come questo..a proposito complimenti a tutti e in particolare alla?banda? di PI) dimostra di accettare gli altri. E questo lo salva. Anche se usa toni perentori. Anche se dice non vi accetto..ma ce lo dice.. non ci attacca coi virus.La democrazia non è perfetta ma è migliorabile. Il confronto con gli altri non ci garantisce al 100% di approdare alla decisione migliore, ma non conosco metodi migliori per avvicinarsi a quella percentuale.Alien ha aggiunto?VOGLIO SOLO DIRE CHE VOI "SCIENZIATI", FATE SOLO E QUELLO CHE VI ORDINA CHI E' AL POTERE DI TURNO, E MAI NELLA STORIA, SE NON IN POCHI, VI SIETE MAI RIFIUTATI DI PORTARE AVANTI STUDI E PROGETTI CONTRO L' UMANITA'. PER METTERVI A POSTO LA COSCIENZA AVETE SEMPRE TROVATO UNA QUALCHE RAGIONE FILOSOFICA POSITIVA (ARRAMPICANDOVI SUGLI SPECCHI).IL PROBLEMA E' MOLTO PIU' VASTO; IL CONTROLLO DELL' INFORMAZIONE E DELLA TECNOLOGIA DA PARTE DI POCHI E', SECONDO ME, MOLTO PIU' DANNOSO CHE SE IL CONTROLLO FOSSE DI TUTTI E L' INFORMAZIONE LIBERA DI GIRARE.??.Non so se si capisca. Io concordo, ma vedo il modo di riuscire a selezionare i pochi, che comunque anche adesso guidano o guideranno anche Internet auoselezionandosi, con dimostrazioni di merito, ma anche, troppo spesso con ?disinvolte? dimostrazioni di? ?saperci fare?. Scusate la lunghezza.Fogliato maurizio
  • Anonimo scrive:
    IL PERICOLO C'E'...MA DOVE ?
    La maiuscola "sparata" di Alien mi trova sostanzialmente d'accordo, anche se mi sento ancora assordato...Sono infatti convinto che, allo stato, sono molte di più le informazioni ed i dati che ci sono nascosti, per interesse di chi li detiene, che quelli a nostra disposizione.Se poi ciascuno sia in grado di assumere e percepire correttamente tutte le informazioni esistenti, e poi di farne l'uso migliore, bhè, questa è tutta un'altra faccenda.Dobbiamo fare i conti con la natura più profonda - e di norma inconfessata - dell'essere umano, che non considero malvagia, ma aggressiva sì, in misura assolutamente superiore a qualsiasi cosa viva o sia su questo pianeta, nei confronti del pianeta stesso che ci ospita, e degli altri esseri che ci vivono, ivi compresi quelli della sua stessa specie.Questa aggressività sovente si esprime nel desiderio di poter soverchiare, cioè spadroneggiare, ogni cosa ed ogni essere vivente che gli stia d'attorno.E' quello che cercano di fare quanti detengono - e trattengono nascoste - le informazioni ed i dati dei quali sono in possesso. E non è bello.Ma non sarebbe più bello se quelle informazioni e quei dati li possedessero tutti: sarebbe solo più equo, il che, se ci si pensa, non significa poi un gran chè.Quando Colombo partì alla "scoperta" dell'America, dichiarò, mentendo e beccandosi l'interdizione papale, che era convito della rotondità del pianeta, e che intendeva trovare una via diretta e più breve per le Indie e le loro spezie. Ma sapeva perfettamente, dalle informazioni e dai dati che aveva raccolto, che altre terre lo attendevano di là dal mare.E non gliene poteva fregar di meno, se ci avrebbe impiegato 90 o 900 giorni, per arrivarci: gli bastava che la ciurma non si ammutinasse prima dell'arrivo, per mettere finalmente le mani sulle eventuali "ricchezze" delle quali avrebbe tranquillamente spogliati gli attuali proprietari, come avevano fatto prima di lui i Vichinghi, e prima ancora - con tutta probabilità - quei pirati vagabondi dei Fenici.[Anche se quest'ultima è una "licenza" che mi concedo allegramente ;-))...]Solo che, per attuare il suo normalissimo progetto di arricchirsi, dovè assoggettarsi ai potenti di turno, perchè gli fornissero i loro capitali e la loro copertura.E non è che le cose siano cambiate di molto, da allora; anche oggi giorno, si ha un bel sapere: senza capitali e permessi, passare alla concreta attuazione comporta il sottostare alle regole imposte da chi il potere lo esercita.Non basta averlo, il potere; occorre usarlo, e sapere usarlo, ed avere la possibilità di esercitarlo. Chi lo ha, e sa usarlo, e può farlo, normalmente spende la propria esistenza per trattenerlo per sè, e colui che possiede informazioni è, e sarà sempre, solo uno strumento nelle sue mani.Che poi si considerino ingorde, o addirittura lorde di sangue !, queste mani, è una storia che racconterò un'altra volta...In questa occasione, volevo solo far notare che sapere non è potere, come neanche "volere è potere", come ingenuamente dichiarava l'Alfieri.E che, comunque la si veda, non deve spaventare questa munifica distribuzione del sapere a tutti, perchè in ogni caso restano pochi quelli che ne sanno fare uso, ed ancora meno coloro che possono attuare e concretare le conclusioni cui sono pervenuti.Talvolta sembrerà forse di corrodere il piedestallo dei potenti, con la diffusione di informazioni e dati che si voleva tenere segreti, ma non sarà la violazione di un segreto - o di tanti segreti - a cambiare la natura ferina più profonda dell'uomo: non so se questa cambierà mai, ma solo in questo sono riposte le speranze di non correre al suicidio collettivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL PERICOLO C'E'...MA DOVE ?
      - Scritto da: alfridus@multimediaclub.org
      La maiuscola "sparata" di Alien mi trova
      sostanzialmente d'accordo, anche se mi sento
      ancora assordato...
      Sono infatti convinto che, allo stato, sono
      molte di più le informazioni ed i dati che
      ci sono nascosti, per interesse di chi li
      detiene, che quelli a nostra disposizione.
      Se poi ciascuno sia in grado di assumere e
      percepire correttamente tutte le
      informazioni esistenti, e poi di farne l'uso
      migliore, bhè, questa è tutta un'altra
      faccenda.
      Dobbiamo fare i conti con la natura più
      profonda - e di norma inconfessata -
      dell'essere umano, che non considero
      malvagia, ma aggressiva sì, in misura
      assolutamente superiore a qualsiasi cosa
      viva o sia su questo pianeta, nei confronti
      del pianeta stesso che ci ospita, e degli
      altri esseri che ci vivono, ivi compresi
      quelli della sua stessa specie.
      Questa aggressività sovente si esprime nel
      desiderio di poter soverchiare, cioè
      spadroneggiare, ogni cosa ed ogni essere
      vivente che gli stia d'attorno.
      E' quello che cercano di fare quanti
      detengono - e trattengono nascoste - le
      informazioni ed i dati dei quali sono in
      possesso. E non è bello.
      Ma non sarebbe più bello se quelle
      informazioni e quei dati li possedessero
      tutti: sarebbe solo più equo, il che, se ci
      si pensa, non significa poi un gran chè.
      Quando Colombo partì alla "scoperta"
      dell'America, dichiarò, mentendo e
      beccandosi l'interdizione papale, che era
      convito della rotondità del pianeta, e che
      intendeva trovare una via diretta e più
      breve per le Indie e le loro spezie. Ma
      sapeva perfettamente, dalle informazioni e
      dai dati che aveva raccolto, che altre terre
      lo attendevano di là dal mare.
      E non gliene poteva fregar di meno, se ci
      avrebbe impiegato 90 o 900 giorni, per
      arrivarci: gli bastava che la ciurma non si
      ammutinasse prima dell'arrivo, per mettere
      finalmente le mani sulle eventuali
      "ricchezze" delle quali avrebbe
      tranquillamente spogliati gli attuali
      proprietari, come avevano fatto prima di lui
      i Vichinghi, e prima ancora - con tutta
      probabilità - quei pirati vagabondi dei
      Fenici.
      [Anche se quest'ultima è una "licenza" che
      mi concedo allegramente ;-))...]
      Solo che, per attuare il suo normalissimo
      progetto di arricchirsi, dovè assoggettarsi
      ai potenti di turno, perchè gli fornissero i
      loro capitali e la loro copertura.
      E non è che le cose siano cambiate di molto,
      da allora; anche oggi giorno, si ha un bel
      sapere: senza capitali e permessi, passare
      alla concreta attuazione comporta il
      sottostare alle regole imposte da chi il
      potere lo esercita.
      Non basta averlo, il potere; occorre usarlo,
      e sapere usarlo, ed avere la possibilità di
      esercitarlo. Chi lo ha, e sa usarlo, e può
      farlo, normalmente spende la propria
      esistenza per trattenerlo per sè, e colui
      che possiede informazioni è, e sarà sempre,
      solo uno strumento nelle sue mani.
      Che poi si considerino ingorde, o
      addirittura lorde di sangue !, queste mani,
      è una storia che racconterò un'altra
      volta...
      In questa occasione, volevo solo far notare
      che sapere non è potere, come neanche
      "volere è potere", come ingenuamente
      dichiarava l'Alfieri.
      E che, comunque la si veda, non deve
      spaventare questa munifica distribuzione del
      sapere a tutti, perchè in ogni caso restano
      pochi quelli che ne sanno fare uso, ed
      ancora meno coloro che possono attuare e
      concretare le conclusioni cui sono
      pervenuti.
      Talvolta sembrerà forse di corrodere il
      piedestallo dei potenti, con la diffusione
      di informazioni e dati che si voleva tenere
      segreti, ma non sarà la violazione di un
      segreto - o di tanti segreti - a cambiare la
      natura ferina più profonda dell'uomo: non so
      se questa cambierà mai, ma solo in questo
      sono riposte le speranze di non correre al
      suicidio collettivo.+FIUUUIIIIIIIII CHE SUDATA LEGGERTI TUTTO.Sostanzialmente mi trovo direi d'accordo.Del resto so perfettamente che viviamo tuttora in un mondo di merda, (e non perdo occasione di dirlo, io non ho la fiducia che Tu hai negli esseri umani, purtroppo aggiungo).E' un campo minato quello che hai toccato, minato e pericoloso in quanto tocca il profondo dell'essenza dell' essere umano.Il POTERE, esercitare il POTERE ED IL CONTROLLO sul prossimo, su tutto e su tutti.Che cosa è il POTERE? Da cosa è dato il POTERE?Perchè le masse accettano spesso e volentieri anche le cose assurde ed ingiuste che spesso gli vengono imposte da chi detiene il POTERE?Forse per "MANCANZA DI ORGANIZZAZIONE?", forse per "PIGRIZIA", forse perchè chi esercita il POTERE è cosi BRAVO ed ABITUATO ad usarlo che sa quando è il momento di allentare un po' la corda per evitare che si spezzi e che sia costretto ad usare la FORZA?Mi piacerebbe approfondire questi argomenti, ....tanto anche per sapere se il mio pessimismo sufli esseri umani è fondato oppure può essere ridimensionato.Mi sembri un tipo che sa trattare di questi argomenti avendone le basi.Bye from Alien
    • Anonimo scrive:
      Re: IL PERICOLO C'E'...MA DOVE ?
      Mi unisco con te nel dire che il problema sta in ognuno di noi, nel "BENE" e nel "MALE" che tentano alternativamente di emergere e annientarsi l'un l'altro in una lotta che dura quanto la vita di ogni essere umano.Ma non sono daccordo con te su un po'di cose:
      E non gliene poteva fregar di meno, se ci avrebbe impiegato 90 o 900 giorni, per arrivarci: gli bastava che la ciurma non si ammutinasse prima dell'arrivo, per mettere finalmente le mani sulle eventuali "ricchezze" delle quali avrebbe tranquillamente spogliati gli attuali proprietari, come avevano fatto prima di lui i Vichinghi, e prima ancora - con tutta probabilità - quei pirati vagabondi dei Fenici.[Anche se quest'ultima è una "licenza" che mi concedo allegramente ;-))...]
      Il povero Cristoforo Colombo era in qualche modo uno "scienziato" perchè voleva dimostrare di avere capito che la terra era rotonda (un concetto non buono e non cattivo, solo giusto). Evito anche di dirti le possibili differenze fra "scopritori" e "inventori" anche perchè sono 2 concetti molto simili che si completano a vicenda.Molto + semplicemente, Colombo voleva circumnavigare il mondo, ma non sapendo quanto fosse grande, ha rischiato seriamente di morire (e di far morire tutte le persone a bordo delle caravelle) a causa del suo "sogno", se non si fosse "scontrato" con il continente americano.Al limite sarebbe interessante sapere COME ha raccolto i mezzi e le persone per fare la sua spedizione: IL FINE, PER QUANTO NOBILE E ALTO NON GIUSTIFICA MAI I MEZZI.Per questo motivo per es., è bene NON stimare o ammirare gli eroi.Che Guevara o Garibaldi avranno avuto degli alti ideali ma erano senz'altro degli assassini.
      Non basta averlo, il potere; occorre usarlo, e sapere usarlo, ed avere la possibilità di esercitarlo. Chi lo ha, e sa usarlo, e può farlo, normalmente spende la propria esistenza per trattenerlo per sè, e colui che possiede informazioni è, e sarà sempre, solo uno strumento nelle sue mani.
      Andreotti dice che il Potere "logora chi non ce l'ha".Io dico che esistono tanti poteri (economico, politico, giudiziario, dell'informazione, anche della medicina va') e ancora di +, esistono moltissime persone che anno + poteri della gente comune (ricordo che
      potere =
      responsabilità oltre che
      privilegi).Proprio per questo strano intreccio di poteri e competenze, voglio sperare anzi sono certo, che NON tutti coloro che ne detengono una grossa fetta si comportino nello stesso modo. (Gli esseri umani non sono fatti con lo stampino!)
      In questa occasione, volevo solo far notare che sapere non è potere, come neanche "volere è potere", come ingenuamente dichiarava l'Alfieri
      Mi dispiace ma a completamento di quanto detto prima anche il sapere è un potere:banalmente, per non uscire dal campo dell'informatica, ci sono colleghi (programmatori) che custodiscono gelosamente le proprie conoscenze per "farsi valere meglio" nell'azienda o sul mercato. RR
    • fausto defelice scrive:
      Re: IL PERICOLO C'E'...MA DOVE ?
      Ma quale interdizione papale... che la Terra fosse rotonda era pacifico. Cultura di mezza tacca, sentito dire basato sul niente...
  • Anonimo scrive:
    miraggio
    Bill Joy un po' pazzerello lo e'....ma non si puo' non condividere completamente quanto da lui detto.Per esempio il sistema GPS funziona benissimo perche' e' controllato unicamente dal Ministero della difesa Americano. Se fosse Russo o Europeo.... o un po' di tutti, poveri noi!Internet funziona malissimo.E questo da quando viene usata dai civili ed e' stata infarcita di standard cretini e hardware prodotto da gente che vuol solo fare soldi.Infatti internet e' il posto meno sicuro dove fare qualsiasi cosa. (era nata per il motivo opposto)Riguardo i computer sempre piu' potenti di cui parla Joy....li avremo mai?l'80 per cento del guadagno prestazionale dei PC e' pubblicita' (aria fritta)...In realta' per ogni ingnegnere che lavora sull'accelerazione dei processori ci sono 10 programmatori che fanno di tutto per mortificarne il lavoro.Fra 5 anni avremo software che abbisogneranno di 512 MB di RAM per masterizzare un CD.Word 10 occupera' 5 GB di spazio su discoPer ascoltare la musica in MPX con codifica SDDS o THX ci vorranno 3 gflop.Il PC servira' a cosi' tante necessita' che non potra' star fermo un nanosecondo ed avere dei pensieri cattivi o permettere a noi di usarlo per cio'.e poi, comunque, anche i computer e internet come tutto il resto, passeranno di moda.
    • Anonimo scrive:
      Re: miraggio
      - Scritto da: Larry
      Riguardo i computer sempre piu' potenti di
      cui parla Joy....li avremo mai?
      Word 10 occupera' 5 GB di spazio su discosi perchè i programmi di sintesi molecolare per progettare virus, sarebbero rallentati da word, vero?Qui c'è troppa gente che apre bocca per fare aria hai denti..
      • Anonimo scrive:
        Re: miraggio
        Avrai anche l'alito fresco, ma l'ossigeno al cervello non ti arriva.(riprova & controlla)
        • Anonimo scrive:
          Re: miraggio
          e vista la tua penosa situazione te lo dico chiaro:Quante persone credi che ci siano al mondo che davanti ad ASCI White riuscirebbero a creare un virus?pensi che bastino 12,3 PetaFlop ed un programma adatto perche' chiunque ci riesca?O forse prima bisogna intendersene un poco di biologia, chimica, informatica...insomma essere degli scienziati!
  • Anonimo scrive:
    .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
    FINO A IERI NELLE MANI DI CHI ERA IL CONTROLLO DELL' INFORMAZIONE E DELLA TECNOLOGIA???ED ANCORA OGGI NELLE MANI DI CHI LO SONO SEPPUR IN MODO LEGGERMENTE MINORE GRAZIE AD INTERNET ED AL CONTROLLO CHE L' INFORMAZIONE LIBERA CHE CORRE SU INTERNET PUO' ESERCITARE???E COSA HANNO SAPUTO FARE QUESTI TECNOCRATI E SCIENZIATI MASTERIZZATI CONTROLLATI DAL POTERE???BOMBE ATOMICHE, INQUINAMENTO DEL PIANETA, VACCHE PAZZE, TRANSGENICI OGM CONTROLLATI E BREVETTATI DALLE MULTINAZIONALI,....E CHI PIU' NE HA PIU' NE METTA;........NON MI PARE UN BEL QUADRO.COSE POSITIVE NE AVRANNO PUR FATTE, MA IL BILANCIO FINALE MI PARE PROPRIO IN PROFONDO ROSSO.QUINDI CHE COSA VA BLATERANDO QUESTO JOY?!!!!E' COMPLETAMENTE FUORI DI MELONE ED E' ANCHE UNO STRAFOTTENTE CHE VORREBBE IL CONTROLLO TOTALE DELLA TECNOLOGIA E DELL' INFORMAZIONE CONCENTRATO NELLE MANI DI POCHI, COME LO E' SEMPRE STATO NEL PASSATO.NIENTE DI PIU' TRAGICO. E' OVVIO CHE IN TUTTE LE COSE UMANE ESISTE UN RISCHIO, MA TECNOLOGIA ED INFORMAZIONE DEVONO ESSERE LIBERE ED A DISPOSIZIONE DI TUTTI IMMEDIATAMENTE, IL RISCHIO CHE SE NE CORRE VALE IL GIOCO ASSOLUTAMENTE, IN QUANTO ASSOLUTAMENTE INFERIORE CHE LASCIARLO NELLE MANI DI POCHI.SOLO STATI DITTATORIALI E POLIZIESCHI POSSONO ATTUARE QUANTO PROSPETTATO DA STO JOY, E QUESTA PROSPETTIVA E' SEMPRE PRESENTE, ANCHE QUI.HUAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU, JOY, VA IN PENSIONE, RITORNA A PESCARE TROTE DALLE TUE PARTE, FAI DANNI SOLO AI PESCI COSI'.PIRLA.
    • Anonimo scrive:
      Re: .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
      Perche' non ti fai riparare il CAPS-LOCK???CiaoGiorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
      Davvero, smettila! e' anche piu' difficile da leggere il testo in maiuscolo. grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
      - Scritto da: Alien
      E COSA HANNO SAPUTO FARE QUESTI TECNOCRATI E
      SCIENZIATI MASTERIZZATI CONTROLLATI DAL
      POTERE???
      BOMBE ATOMICHE, INQUINAMENTO DEL PIANETA,
      VACCHE PAZZE, TRANSGENICI OGM CONTROLLATI E
      BREVETTATI DALLE MULTINAZIONALI,....E CHI
      PIU' NE HA PIU' NE METTA;........NON MI PARE
      UN BEL QUADRO.
      COSE POSITIVE NE AVRANNO PUR FATTE, MA IL
      BILANCIO FINALE MI PARE PROPRIO IN PROFONDO
      ROSSO.Mi spieghi come fai tu a dare dell' oscurantista a qualcuno, quando usi il tipico linguaggio di tutte le correnti antiscientifiche moderne? Il bilancio del progresso sarebbe in rosso a causa delle mucche pazze e degli ogm? Ma via...Joi pone un problema preciso che non si può liquidare con qualche slogan: cosa succederà quando tutti saranno capaci, col loro computer di casa, di progettare virus letali in grado di distruggere l' umanità? Chi te lo dice che saremo in grado di gestire queste possibilità meglio dei presunti tecnocrati che secondo te al momento ci tengono nascoste le informazioni?Purtroppo quello che lui dice contiene già una risposta negativa: queste possibilità ci sono date dalle tecnologie dell' informazione e l' informazione non si può bloccare; naturalmente è ridicola l' affermazione che basterebbe un codice di condotta per ridurre i rischi: sono d' accordo con te che solo un enorme dittatura globale potrebbe farlo.Ma fare finta che il problema non esiste, tanto l' "informazione libera" è buona e i tecnocrati sono cattivi, è altrettanto ridicolo.
      • Anonimo scrive:
        Re: .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
        - Scritto da: Thomas b.

        - Scritto da: Alien

        E COSA HANNO SAPUTO FARE QUESTI
        TECNOCRATI E

        SCIENZIATI MASTERIZZATI CONTROLLATI DAL

        POTERE???

        BOMBE ATOMICHE, INQUINAMENTO DEL PIANETA,

        VACCHE PAZZE, TRANSGENICI OGM CONTROLLATI
        E

        BREVETTATI DALLE MULTINAZIONALI,....E CHI

        PIU' NE HA PIU' NE METTA;........NON MI
        PARE

        UN BEL QUADRO.

        COSE POSITIVE NE AVRANNO PUR FATTE, MA IL

        BILANCIO FINALE MI PARE PROPRIO IN
        PROFONDO

        ROSSO.

        Mi spieghi come fai tu a dare dell'
        oscurantista a qualcuno, quando usi il
        tipico linguaggio di tutte le correnti
        antiscientifiche moderne? Il bilancio del
        progresso sarebbe in rosso a causa delle
        mucche pazze e degli ogm? Ma via...VOGLIO SOLO DIRE CHE VOI "SCIENZIATI", FATE NSOLO E QUELLO CHE VI ORDINA CHI E' AL POTERE DI TURNO, E MAI NELLA STORIA, SE NON IN POCHI, VI SIETE MAI RIFIUTATI DI PORTARE AVANTI STUDI E PROGETTI CONTRO L' UMANITA'. PER METTERVI A POSTO LA COSCIENZA AVETE SEMPRE TROVATO UNA QUALCHE RAGIONE FILOSOFICA POSITIVA (ARRAMPICANDOVI SUGLI SPECCHI).IL PROBLEMA E' MOLTO PIU' VASTO; IL CONTROLLO DELL' INFORMAZIONE E DELLA TECNOLOGIA DA PARTE DI POCHI E', SECONDO ME, MOLTO PIU' DANNOSO CHE SE IL CONTROLLO FOSSE DI TUTTI E L' INFORMAZIONE LIBERA DI GIRARE.E INTERNET, FINO AD ORA, HA CONSENTITO QUESTO E SPERO LO CONSENTA SEMPRE PIU' IN FUTURO.IL PROBLEMA DEL "CONTROLLO" DELLE TECNOLOGIE "PERICOLOSE" (VIRUS O ALTRO) E' ALTRO DISCORSO.
        Joi pone un problema preciso che non si può
        liquidare con qualche slogan: cosa succederà
        quando tutti saranno capaci, col loro
        computer di casa, di progettare virus letali
        in grado di distruggere l' umanità? Chi te
        lo dice che saremo in grado di gestire
        queste possibilità meglio dei presunti
        tecnocrati che secondo te al momento ci
        tengono nascoste le informazioni?jOY NO PONE IL PROBLEMA PER IL SEMPLICE FATTO CHE "QUEL PROBLEMA" E' SEMPRE ESISTITO. PUNTO.JOY PONE DELLE "SUE" SOLUZIONI CHE RITENGO PERICOLOSE E OSCURANTISTE.
        Purtroppo quello che lui dice contiene già
        una risposta negativa: queste possibilità ci
        sono date dalle tecnologie dell'
        informazione e l' informazione non si può
        bloccare; naturalmente è ridicola l'
        affermazione che basterebbe un codice di
        condotta per ridurre i rischi: sono d'
        accordo con te che solo un enorme dittatura
        globale potrebbe farlo.
        Ma fare finta che il problema non esiste,
        tanto l' "informazione libera" è buona e i
        tecnocrati sono cattivi, è altrettanto
        ridicolo.
        IL PROBLEMA E' APERTO A TUTTE LE OPINIONI. (MENO A QUELLE DEI NAZISTI, E NON MI RIFERISCO OVVIAMENTE A TE)Bye from Alien
        • Anonimo scrive:
          Re: .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
          - Scritto da: Alien

          VOGLIO SOLO DIRE CHE VOI "SCIENZIATI", FATE
          NSOLO E QUELLO CHE VI ORDINA CHI E' AL
          POTERE DI TURNO, E MAI NELLA STORIA, SE NON
          IN POCHI, VI SIETE MAI RIFIUTATI DI PORTARE
          AVANTI STUDI E PROGETTI CONTRO L' UMANITA'.
          PER METTERVI A POSTO LA COSCIENZA AVETE
          SEMPRE TROVATO UNA QUALCHE RAGIONE
          FILOSOFICA POSITIVA (ARRAMPICANDOVI SUGLI
          SPECCHI).si vabbe'... questo è quello che ti piace credere per ragioni ideologiche. Non ti piace la scienza ergo gli scienziati sono cattivi. Se ci sono scienziati e tecnici che lavorano per il potere, tutti gli scienziati sono cattivi.Per fare scienza invece serve uno spirito critico e una libertà che non si ritrova in nessun' altra categoria di persone, e se frequentassi un po' un qualsiasi dipartimento di ricerca, anzichè leggere solo libri di filosofia, te ne accorgeresti.Poi secondo te chi è più bravo ad indottrinare le masse: gli scienziati o i filofosi e i letterati? Chi è più utile al potere quindi? A me sembra che la risposta si veda facilmente dalla storia.
          IL PROBLEMA E' MOLTO PIU' VASTO; IL
          CONTROLLO DELL' INFORMAZIONE E DELLA
          TECNOLOGIA DA PARTE DI POCHI E', SECONDO ME,
          MOLTO PIU' DANNOSO CHE SE IL CONTROLLO FOSSE
          DI TUTTI E L' INFORMAZIONE LIBERA DI GIRARE.Devi portare delle argomentazioni molto più concrete. Sopratutto a fronte dell' allarme lanciato da Joy.
          E INTERNET, FINO AD ORA, HA CONSENTITO
          QUESTO E SPERO LO CONSENTA SEMPRE PIU' IN
          FUTURO.Ci sono due problemi: uno è la libertà di circolazione dell' informazione, che al contrario dei teorici del complotto, c'è sempre stata, a parte qualche tentativo storicamente insignificante di bloccarla, e che internet facilita soltanto.L' altro è l' accessibilità, o l' utilizzabilità, di questa informazione da parte di tutti. E questo è il grande problema di oggi, almeno se ci interessa un vero progresso dell' umanità. Ma su questo internet può fare poco o niente.Tu non sarai d' accordo, ma per me l' unica soluzione è che l' informazione diventi conoscenza, e per farlo l' unico mezzo è la ragione (Tutto il contrario delle celentanate, o delle beppegrillate o delle dariofoate...che scommetto a te piacciono tanto :-)
          jOY NO PONE IL PROBLEMA PER IL SEMPLICE
          FATTO CHE "QUEL PROBLEMA" E' SEMPRE
          ESISTITO. PUNTO.Manco per niente. Tu accusi gli scienziati di aver costruito la bomba atomica.Cosa succederà quanto tutti ce la potremo costruire in casa?Non puoi ignorare il problema senza entrare in contraddizione.
          IL PROBLEMA E' APERTO A TUTTE LE OPINIONI.
          (MENO A QUELLE DEI NAZISTI, E NON MI
          RIFERISCO OVVIAMENTE A TE)Io non ho soluzioni. Non capisco le proposte di Joy, ma comprendo ancora meno le tue.Ho solo una grande curiosità di sapere come andrà a finire...
          • Anonimo scrive:
            Re: .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
            "Tutto il contrario dellecelentanate, o delle beppegrillate o delledariofoate...che scommetto a te piacciono tanto :-)"Bello! non sono buttati in ordine sparso, e' in classifica vero? è giusto che la corona e lo scettro vadano al premio nobel.
          • Anonimo scrive:
            Re: .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
            - Scritto da: Thomas b.


            - Scritto da: Alien



            VOGLIO SOLO DIRE CHE VOI "SCIENZIATI",
            FATE

            NSOLO E QUELLO CHE VI ORDINA CHI E' AL

            POTERE DI TURNO, E MAI NELLA STORIA, SE
            NON

            IN POCHI, VI SIETE MAI RIFIUTATI DI
            PORTARE

            AVANTI STUDI E PROGETTI CONTRO L'
            UMANITA'.

            PER METTERVI A POSTO LA COSCIENZA AVETE

            SEMPRE TROVATO UNA QUALCHE RAGIONE

            FILOSOFICA POSITIVA (ARRAMPICANDOVI SUGLI

            SPECCHI).

            si vabbe'... questo è quello che ti piace
            credere per ragioni ideologiche. Non ti
            piace la scienza ergo gli scienziati sono
            cattivi. Se ci sono scienziati e tecnici che
            lavorano per il potere, tutti gli scienziati
            sono cattivi.
            Per fare scienza invece serve uno spirito
            critico e una libertà che non si ritrova in
            nessun' altra categoria di persone, e se
            frequentassi un po' un qualsiasi
            dipartimento di ricerca, anzichè leggere
            solo libri di filosofia, te ne accorgeresti.
            Poi secondo te chi è più bravo ad
            indottrinare le masse: gli scienziati o i
            filofosi e i letterati?Le masse di ieri sono sempre state indottrinate dalla NOMENKLATURA dei media dell' informazione allora al POTERE.Il POTERE si è sempre servito e si serve ancora di un certo tipo di "SCIENZIATI ALLINEATI E SENZA SCRUPOLI".Basta che gli garantisce un buono stipendio e 1/2 mesi di vacanze ai tropici ogni anno. I bisogni economici dei singoli sono sempre un' ottima arma in mano ad un certo POTERE.Le masse di oggi si tende sempre ad indottrinarle sempre coi MEDIA (giornali e televisioni) detenuti sempre da lobbies normalmente al potere, anche se oggi, grazie ad INTERNET, ritengo che sarà sempre più difficile gestire le masse secondo interessi particolari.
            Chi è più utile al potere quindi? A me
            sembra che la risposta si veda facilmente
            dalla storia.Al potere sono tutti utili fintantochè gli sono funzionali (stampa e televisioni in primis).Con INTERNET è un po' più difficile, anche se hanno tentato e tentano tutt'ora di imbrigliare anche INTERNET, ma gli sarà impossibile a meno che non venga instaurata una DITTATURA.INTERNET è troppo forte e potente anche per i singoli Stati, INTERNET E' SOVRANNAZIONALE.


            IL PROBLEMA E' MOLTO PIU' VASTO; IL

            CONTROLLO DELL' INFORMAZIONE E DELLA

            TECNOLOGIA DA PARTE DI POCHI E', SECONDO
            ME,

            MOLTO PIU' DANNOSO CHE SE IL CONTROLLO
            FOSSE

            DI TUTTI E L' INFORMAZIONE LIBERA DI
            GIRARE.

            Devi portare delle argomentazioni molto più
            concrete. Sopratutto a fronte dell' allarme
            lanciato da Joy.Ti ripeto che Joy non ha lanciato alcun allarme, Joy ha prospettato una sua soluzione che non accetto.


            E INTERNET, FINO AD ORA, HA CONSENTITO

            QUESTO E SPERO LO CONSENTA SEMPRE PIU' IN

            FUTURO.

            Ci sono due problemi: uno è la libertà di
            circolazione dell' informazione, che al
            contrario dei teorici del complotto, c'è
            sempre stata, a parte qualche tentativo
            storicamente insignificante di bloccarla, e
            che internet facilita soltanto.Non capisco in quale mondo terrestre Tu abbia vissuto fino ad ora. Sich.
            L' altro è l' accessibilità, o l'
            utilizzabilità, di questa informazione da
            parte di tutti. E questo è il grande
            problema di oggi, almeno se ci interessa un
            vero progresso dell' umanità. Ma su questo
            internet può fare poco o niente.INTERNET è nata per liberalizzare lo scambio di informazioni a livello scientifico in primis.Ripeto, non so in che mondo terrestre Tu abbia vissuto fino ad oggi.
            Tu non sarai d' accordo, ma per me l' unica
            soluzione è che l' informazione diventi
            conoscenza, e per farlo l' unico mezzo è la
            ragioneQuesta frase la condivido, ma detta così non significa nulla aldifuori di una sparata altisonante. (Tutto il contrario delle
            celentanate, o delle beppegrillate o delle
            dariofoate...che scommetto a te piacciono
            tanto :-)I sopra menzionati li trovo ottimi artisti.In più a proposito di Celentano, vista l' attualità, aggiungo che mi fanno scompisciare dalle risate tutti quegli ipocriti che gli si sono scagliati addosso dopo la sua uscita sulla donazione degli organi.Ho seguito la trasmissione, Celentano non ha detto che è contro la donazione degli organi, anzi ha precisato che è favorevole, Celentano è contro la Legge del Silenzio Assenzo per la donazione degli organo, cosa alle quale pure io sono contrario. La controinformazione che si è scatenata ha invece fatto miserevolmente di ogni erba un fascio, travisando completamente il senso dell' intervento di Celentano, cosa in cui non sono comunque riusciti.


            jOY NO PONE IL PROBLEMA PER IL SEMPLICE

            FATTO CHE "QUEL PROBLEMA" E' SEMPRE

            ESISTITO. PUNTO.

            Manco per niente. Tu accusi gli scienziati
            di aver costruito la bomba atomica.
            Cosa succederà quanto tutti ce la potremo
            costruire in casa?Esagerato, non credo sia possibile il fai da te in queste cose, occorrono mezzi e capitali ai quali non si può nè si potrà accedere normalmente.
            Non puoi ignorare il problema senza entrare
            in contraddizione.


            IL PROBLEMA E' APERTO A TUTTE LE OPINIONI.

            (MENO A QUELLE DEI NAZISTI, E NON MI

            RIFERISCO OVVIAMENTE A TE)

            Io non ho soluzioni. Non capisco le proposte
            di Joy, ma comprendo ancora meno le tue.
            Ho solo una grande curiosità di sapere come
            andrà a finire...Il come andrà a finire lo sapranno i posteri.Bye from Alien
          • Anonimo scrive:
            Re: mettiti a "massa" Alien!
            Ciao Alienvolevo dirti che..
            Le masse di ieri sono sempre state indottrinate dalla NOMENKLATURA dei media dell' informazione allora al POTERE.Il POTERE si è sempre servito e si serve ancora di un certo tipo di "SCIENZIATI ALLINEATI E SENZA SCRUPOLI".
            Hai una visione molto PARZIALE e soprattutto LIMITATA del 'POTERE' come tu lo intendi.Forse qualcuno che fa riferimento alla tua stessa ideologia, spera che le "idee" e i "sogni" possano cambiare il mondo e le cose (io penso che sia insufficiente), magari spostando i poteri nelle mani di altri ritenuti "migliori"
            Le masse di oggi si tende sempre ad indottrinarle sempre coi MEDIA (giornali e televisioni) detenuti sempre da lobbies normalmente al potere, anche se oggi, grazie ad INTERNET, ritengo che sarà sempre più difficile gestire le masse secondo interessi particolari.
            Le "masse" come le chiami tu (io preferirei parlare di gente comune o persone) di oggi, si indottrinano con i mezzi di oggi. Cmq, fino a poco tempo fa si pensave che un palchetto con un microfono o un megafono e qualche ciclostilato potessero bastare...Io penso che la gente sfugga a qualunque controllo perchè ciò è nella natura umana: forse i pressapochisti come te vedono nella gente come te una "massa" uniforme, una mandria di pecoroni incapaci di avere una opinione personale. (questo è un errore gravissimo)La prova che io ho ragione è da ricercare nella natura delle cose e nella storia:tutto ciò che sta su quasta terra ha un inizio e una fine, e tutti i poteri, le dittature e le monarchie del nostro passato sono finite. Cmq sia, tutto cambia e si trasforma e nulla è x sempre (tranne Dio!), compreso le false democrazie!Ogni essere umano ha un briciolo di potere (e di conseguenza un briciolo di responsabilità),anche un bambino o un malato.Per far valere il Nostro Potere non si deve parlare, indottrinare o scrivere in questo Forum:si deve "dare l'esempio", cioè comportarsi seguendo i propri principi per il bene degli altri in generale, con chi ci sta accanto in particolare.
            Al potere sono tutti utili fintantochè gli sono funzionali (stampa e televisioni in primis).Con INTERNET è un po' più difficile, anche se hanno tentato e tentano tutt'ora di imbrigliare anche INTERNET, ma gli sarà impossibile a meno che non venga instaurata una DITTATURA.
            Prima di tutto anche la TV e i giornali (sono il primo a dire che tutti i gionalisti sono mentalmente allineati come soldatini a sX) sfuggono al controllo di chicchessia.Il primo esempio che mi viene in mente è Celentano, ma anche il caso della vignetta di Forattini su D'Alema ecc.E Poi: pensi davvero che una dittatura possa controllare Internet?
            Ti ripeto che Joy non ha lanciato alcun allarme, Joy ha prospettato una sua soluzione che non accetto.
            Innanzitutto Joy dice che "una soluzione semplice non esiste" e poi "Dunque non credo che dovremmo rassegnarci così presto nel tentare di istituire una gestione accorta di questa informazione e una AUTOREGOLAMENTAZIONE".Per quanto riguarda la "gestione accorta", Internet è già sufficientemente farcita di siti in cui, per avere accesso alle informazioni si deve inserire una username + password (tutti i siti praticamente...),Non mi scandalizzerei se non avessi accesso ad una biblioteca che spiega come fabbricare un'arma atomica o un virus. (sono certo che i pazzi avrebbero comunque il grimaldello per aprire qualunque barriera).Quindi se gli scienziati mettessero a disposizione le informazioni alla sola comunità scientifica non mi stupirei. (ci sono anche i libri e le riviste del settore, come la mettiamo con queste?)La Verità e che bisogna "FIDARSI" (come fa Joy) degli scienziati come ci si fida degli altri esseri umaniRR
          • Anonimo scrive:
            Re: mettiti a "massa" Alien!2
            Guardando meglio i tuoi Post precedenti, ho capito che hai anche una visione estremamente CHIUSA anche nei confronti degli scienziati:
            BOMBE ATOMICHE, INQUINAMENTO DEL PIANETA,
            VACCHE PAZZE, TRANSGENICI OGM CONTROLLATI E
            BREVETTATI DALLE MULTINAZIONALILe bombe atomiche le hanno pensate gli scienziati (magari per finanziarsi altre ricerche)ma le hanno fisicamente costruite gli operai in fabbrica, (su ordine dello stato) e sono sganciate da militari a cui arriva l'ordine da un superiore e così via...Lo stesso vale per le mucche pazze e gli OGM.Per l'inquinamento la responsabilità si può ripartire in modo diverso (anche lo scarico di auto, il riscaldamento di casa, il fumo di sigaretta, lo scarico fognario x non parlare dell'inquinamento acustico...)Cmq malgrado gli scienziati, negli esempi da te citati siano responsabili di quanto é accaduto e accade, lo sono solo in parte, come dire... hanno solo una "certa %" di colpa.Personalmente ritengo che la molla che spinge principalmente gli scienziati nel loro lavoro sia la curiosità.Alla domanda "Ma cosa serve fare ricerca per un nuovo acceleratore di particelle?" oppure "a che serve continuare a cercare di dividere le particelle subatomiche?", (tenendo conto che queste ricerche sono finanziate dallo Stato con i soldi della comunità) il mio collega nonchè amico laureato in fisica mi ha detto: "Non lo sappiamo ancora. Forse in futuro queste ricerche potranno servire.." RR
          • Anonimo scrive:
            Re: mettiti a
            - Scritto da: RR
            Guardando meglio i tuoi Post precedenti, ho
            capito che hai anche una visione
            estremamente CHIUSA anche nei confronti
            degli scienziati:Forse Tu non mi conosci "RR", ma più che una visione "CHIUSA" delle cose penso ed ho detto più volte di ritenere che viviamo in un MONDO DI MERDA.Non formalizzarti troppo sui termini "MASSE", intendo dire "GENTE".


            BOMBE ATOMICHE, INQUINAMENTO DEL PIANETA,

            VACCHE PAZZE, TRANSGENICI OGM CONTROLLATI E

            BREVETTATI DALLE MULTINAZIONALI

            Le bombe atomiche le hanno pensate gli
            scienziati (magari per finanziarsi altre
            ricerchedirei che le hanno studiate per la "DISTRUZIONE DEL PIANETA TERRA". La cosa non mi pare da prendere alla leggera. Durante il cosiddetto periodo della "GUERRA FREDDA" il Pianeta Terra è stato più volte al limite della "DISTRUZIONE TOTALE" solo perchè i 2 blocchi di allora ritenevano che l'uno soverchiasse gli interessi dell' altro e viceversa, e, questo a discapito ed all' insaputa della "GENTE" del resto del Pianeta Terra.Ora la situazione è migliorata? Forse, ma non ne sarei così sicuro.
            ma le hanno fisicamente costruite gli operai
            in fabbrica, (su ordine dello stato) e sono
            sganciate da militari a cui arriva l'ordine
            da un superiore e così via...Questa la chiami anche Tu "ORGANIZZAZIONE"?....
            Lo stesso vale per le mucche pazze e gli OGM.Mucche pazze o OGM sono nati esclusivamente per assicurare il massimo profitto alle MULTINAZIONALI, brevettando le loro porcherie, senza nessun rispetto per la "NATURA ANIMALE E UMANA". Dietro questi studi ci sono scienziati "OVVIAMENTE UN CERTO TIPO DI SCIENZIATI", non ho mai fatto di ogni erba un fascio.Hanno trasformato ERBIVORI in CARNIVORI con il solo scopo di metterli all' ingrasso nel più breve tempo possibile per assicurarsi lauti guadagni in surplus, NE PAGHIAME E NE PAGHEREMO PER ALMENO 1O ANNI LE CONSEGUENZE. E Tu "RR" mi difendi anche questo genere di scienziati al servizio delle MULTINAZIONALI che producono di queste cose?
            Per l'inquinamento la responsabilità si può
            ripartire in modo diverso (anche lo scarico
            di auto, il riscaldamento di casa, il fumo
            di sigaretta, lo scarico fognario x non
            parlare dell'inquinamento acustico...)E questo a te non sembra qualunquismo; intendo dire RUTTI COLPEVOLI, NESSUN COLPEVOLE?? Mi sembra un' affermazione di comudo.
            Cmq malgrado gli scienziati, negli esempi da
            te citati siano responsabili di quanto é
            accaduto e accade, lo sono solo in parte,
            come dire... hanno solo una "certa %" di
            colpa.Beh, se parli di percentuali, facciamo il 90% della responsabilità è loro.

            Personalmente ritengo che la molla che
            spinge principalmente gli scienziati nel
            loro lavoro sia la curiosità.Questa è la molla del SAPERE UNIVERSALE, non parlo ovviamente di questi SCIENZIATI (MAIUSCOLO).
            Alla domanda "Ma cosa serve fare ricerca per
            un nuovo acceleratore di particelle?" oppure
            "a che serve continuare a cercare di
            dividere le particelle subatomiche?",
            (tenendo conto che queste ricerche sono
            finanziate dallo Stato con i soldi della
            comunità) il mio collega nonchè amico
            laureato in fisica mi ha detto: "Non lo
            sappiamo ancora. Forse in futuro queste
            ricerche potranno servire.."Sì, d'accordo con il Tuo amico SCIENZIATO, ma, essendo SCIENZIATO, deve sapere ad un certo punto a cosa sono finalizzate le ricerche, in quanto non è uno sprovveduto.Se dovesse venire a sapere che le sue ricerche sono finalizzate a qualcosa di TERRIBILE PER IL GENERE UMANO O PER L' ETICA UMANA, è davanti ad una scelta, anche drammatica; quella di rimanere "SCIENZIATO" ED ANDARSENE DA UN' ALTRA PARTE (SCELTA DOLOROSA) oppure a quella di rimanre "scienziato MATRIX" (con "scienziato" minuscolo)e continuare nella sua RICERCA DEVASTANTE PER IL PROSSIMO.(Scelta comoda), che gli permette comunque il mantenimento dello stipendio comodo e sempre 1/2 mesi anno di vacanza ai Caraibi.Tu "RR" oppure il Tuo amico SCIENZIATO, cosa fareste in questo caso?Ecco il POTERE cosa è in grado di fare, di CONDIZIONARE pesantemente le scelte e renderle DRAMMATICHE.Bye from Alien
          • Anonimo scrive:
            x Alien
            A me sembra che manchi qualche anello alla catena dei tuoi ragionamenti e che la realtà sia + complessa di come Tu la dipinga X prima cosa intendiamoci sul termine "scienziato":www.garzanti.it: chi si dedica alla ricerca scientifica; studioso di una scienza agg.: che ha scienza; dotto, sapienteQuindi uno scienziato vero è un "ricercatore"! Portrei aggiungere che di solito è un professore che ha qualche cattedra presso qualche università. In Italia questa gente di solito prende i soldi dallo Stato e anche dai Privati con i quali di solito "arrotonda" con delle consulenze.
            Hanno trasformato ERBIVORI in CARNIVORI con il solo scopo di metterli all' ingrasso nel più breve tempo possibile per assicurarsi lauti guadagni in surplus, NE PAGHIAME E NE PAGHEREMO PER ALMENO 1O ANNI LE CONSEGUENZE. E Tu "RR" mi difendi anche questo genere di scienziati al servizio delle MULTINAZIONALI che producono di queste cose?
            Se ci sono chimici (i tuoi scienziati) senza scrupoli, allevatori senza scrupoli, macellai senza scrupoli e gente che compra la carne senza badare troppo alla provenienza con un occhio + al prezzo che alla qualità della merce che si mette in bocca,allora e solo allora si può produrre l'effetto "mucca pazza".Cmq io non darei la colpa al 90% ai chimici riguardo 'sto fatto, ma darei un 20% di colpa agli allevatori, un 10% ai chimici, 40% di colpa alle società che producono i mangini,(compreso quelli che lavorano x esse come gli autotrasportatori che sanno di trasportare quella roba), 10% ai macellai, 19% algli Stati(cioè parlamenti che non hanno legiferato in materia e alle forze dell'ordine che non hanno garantito la qualità della merce), 1% ai consumatori.Nel campo delle sofisticazioni alimentari Ti ricordo il famoso "vino al Metanolo" (gli scienziati lì non c'entrano prorpio nulla!), x non parlare dei coloranti tossici che vengono messi in alimenti solo per dare un "colore" che tranquillizza il consumatore (anche queste persone considerano la gente come "massa" di imbecilli).Alla luce di quanto ti ho appena scritto penso che gli OGM facciano parte della naturale applicazione della scienza alla produzione: a voler ben vedere anche la coltivazione e l'allevamento sono delle "modifiche" umane (cioè artificiali) della natura; anche gli innesti che producono nuovi tipi di frutta (es. mapo) sono degli artifizi; anche le tonnellate di anticrittogamici, di antiparassitari, di sostanze velenose che vengono irrorate sulle piante e sui frutti che noi mangiamo e beviamo sono degli artifizi molto pericolosi. La cosa veramente importante è che l'informazione al consumatore sia il + possibile garantita (la garazia totale e assoluta è ovviamente impossibile), in modo che possa scegliere.
            E questo a te non sembra qualunquismo; intendo dire TUTTI COLPEVOLI, NESSUN COLPEVOLE?? Mi sembra un' affermazione di comodo
            Togli pure "NESSUN COLPEVOLE" siamo tutti colpevoli con % di colpa diversa.Se dovessimo "approssimare" la colpa per quanto riguarda la "mucca pazza" direi che la colpa maggiore è delle società che producono il mangime, è troppo comodo dare la colpa solo ai chimici che lavorano x essa.Cmq il mio collega non è uno scienziato è un lavoratore come me.Penso invece che Enrico Fermi sia un grande, costretto ad emigrare negli US per poter sviluppare le sue idee, che non erano idee di morte.Per finire ti consiglio di leggere "Punto di crisi" di Crichton.È un bel romanzo che parla di una sciagura aerea.In questo romanzo si ipotizza che le sciagure aeree succedono a causa di una sequenza di fatti negativi. In una struttura complessa come un aereo passeggeri (potrebbe essere la nostra società) solo una sequenza di avvenimenti negativi può portare al disastro, perchè, nell'insieme l'aereo moderno è una struttura molto sicura.RR
          • Anonimo scrive:
            Re: .....OSCURANTISTA FUORI DI MELONE......
            - Scritto da: Thomas b.


            - Scritto da: Alien



            VOGLIO SOLO DIRE CHE VOI "SCIENZIATI",
            FATE

            NSOLO E QUELLO CHE VI ORDINA CHI E' AL

            POTERE DI TURNO, E MAI NELLA STORIA, SE
            NON

            IN POCHI, VI SIETE MAI RIFIUTATI DI
            PORTARE

            AVANTI STUDI E PROGETTI CONTRO L'
            UMANITA'.

            PER METTERVI A POSTO LA COSCIENZA AVETE

            SEMPRE TROVATO UNA QUALCHE RAGIONE

            FILOSOFICA POSITIVA (ARRAMPICANDOVI SUGLI

            SPECCHI).

            si vabbe'... questo è quello che ti piace
            credere per ragioni ideologiche. Non ti
            piace la scienza ergo gli scienziati sono
            cattivi. Se ci sono scienziati e tecnici che
            lavorano per il potere, tutti gli scienziati
            sono cattivi.
            Per fare scienza invece serve uno spirito
            critico e una libertà che non si ritrova in
            nessun' altra categoria di persone, e se
            frequentassi un po' un qualsiasi
            dipartimento di ricerca, anzichè leggere
            solo libri di filosofia, te ne accorgeresti.
            Poi secondo te chi è più bravo ad
            indottrinare le masse: gli scienziati o i
            filofosi e i letterati?Le masse di ieri sono sempre state indottrinate dalla NOMENKLATURA dei media dell' informazione allora al POTERE.Il POTERE si è sempre servito e si serve ancora di un certo tipo di "SCIENZIATI ALLINEATI E SENZA SCRUPOLI".Basta che gli garantisce un buono stipendio e 1/2 mesi di vacanze ai tropici ogni anno. I bisogni economici dei singoli sono sempre un' ottima arma in mano ad un certo POTERE.Le masse di oggi si tende sempre ad indottrinarle sempre coi MEDIA (giornali e televisioni) detenuti sempre da lobbies normalmente al potere, anche se oggi, grazie ad INTERNET, ritengo che sarà sempre più difficile gestire le masse secondo interessi particolari.
            Chi è più utile al potere quindi? A me
            sembra che la risposta si veda facilmente
            dalla storia.Al potere sono tutti utili fintantochè gli sono funzionali (stampa e televisioni in primis).Con INTERNET è un po' più difficile, anche se hanno tentato e tentano tutt'ora di imbrigliare anche INTERNET, ma gli sarà impossibile a meno che non venga instaurata una DITTATURA.INTERNET è troppo forte e potente anche per i singoli Stati, INTERNET E' SOVRANNAZIONALE.


            IL PROBLEMA E' MOLTO PIU' VASTO; IL

            CONTROLLO DELL' INFORMAZIONE E DELLA

            TECNOLOGIA DA PARTE DI POCHI E', SECONDO
            ME,

            MOLTO PIU' DANNOSO CHE SE IL CONTROLLO
            FOSSE

            DI TUTTI E L' INFORMAZIONE LIBERA DI
            GIRARE.

            Devi portare delle argomentazioni molto più
            concrete. Sopratutto a fronte dell' allarme
            lanciato da Joy.Ti ripeto che Joy non ha lanciato alcun allarme, Joy ha prospettato una sua soluzione che non accetto.


            E INTERNET, FINO AD ORA, HA CONSENTITO

            QUESTO E SPERO LO CONSENTA SEMPRE PIU' IN

            FUTURO.

            Ci sono due problemi: uno è la libertà di
            circolazione dell' informazione, che al
            contrario dei teorici del complotto, c'è
            sempre stata, a parte qualche tentativo
            storicamente insignificante di bloccarla, e
            che internet facilita soltanto.Non capisco in quale mondo terrestre Tu abbia vissuto fino ad ora. Sich.
            L' altro è l' accessibilità, o l'
            utilizzabilità, di questa informazione da
            parte di tutti. E questo è il grande
            problema di oggi, almeno se ci interessa un
            vero progresso dell' umanità. Ma su questo
            internet può fare poco o niente.INTERNET è nata per liberalizzare lo scambio di informazioni a livello scientifico in primis.Ripeto, non so in che mondo terrestre Tu abbia vissuto fino ad oggi.
            Tu non sarai d' accordo, ma per me l' unica
            soluzione è che l' informazione diventi
            conoscenza, e per farlo l' unico mezzo è la
            ragioneQuesta frase la condivido, ma detta così non significa nulla aldifuori di una sparata altisonante. (Tutto il contrario delle
            celentanate, o delle beppegrillate o delle
            dariofoate...che scommetto a te piacciono
            tanto :-)I sopra menzionati li trovo ottimi artisti.In più a proposito di Celentano, vista l' attualità, aggiungo che mi fanno scompisciare dalle risate tutti quegli ipocriti che gli si sono scagliati addosso dopo la sua uscita sulla donazione degli organi.Ho seguito la trasmissione, Celentano non ha detto che è contro la donazione degli organi, anzi ha precisato che è favorevole, Celentano è contro la Legge del Silenzio Assenzo per la donazione degli organo, cosa alle quale pure io sono contrario. La controinformazione che si è scatenata ha invece fatto miserevolmente di ogni erba un fascio, travisando completamente il senso dell' intervento di Celentano, cosa in cui non sono comunque riusciti.


            jOY NO PONE IL PROBLEMA PER IL SEMPLICE

            FATTO CHE "QUEL PROBLEMA" E' SEMPRE

            ESISTITO. PUNTO.

            Manco per niente. Tu accusi gli scienziati
            di aver costruito la bomba atomica.
            Cosa succederà quanto tutti ce la potremo
            costruire in casa?Esagerato, non credo sia possibile il fai da te in queste cose, occorrono mezzi e capitali ai quali non si può nè si potrà accedere normalmente.
            Non puoi ignorare il problema senza entrare
            in contraddizione.


            IL PROBLEMA E' APERTO A TUTTE LE OPINIONI.

            (MENO A QUELLE DEI NAZISTI, E NON MI

            RIFERISCO OVVIAMENTE A TE)

            Io non ho soluzioni. Non capisco le proposte
            di Joy, ma comprendo ancora meno le tue.
            Ho solo una grande curiosità di sapere come
            andrà a finire...Il come andrà a finire lo sapranno i posteri.Bye from Alien
  • Anonimo scrive:
    Aiutooo!
    Ci mancano anche i pazzi visionari e allarmisti, da quando gli scienziati sono in grado di garantire l'eticità di una scoperta?Se qualcuno scoprisse un virus capace di annientare il genere umano beh... forse vorrebbe dire che ce lo siamo meritato, ma non credo proprio che un computer per quanto potente sia possa portare a scoperte genetiche senza un laboratorio nel quale applicare le scoperte, e questo non costa di sicuro solo qualche milione (anche se di dollari). Mi sembra che allarmismi di questo genere siano assolutamente da evitare e dimostrano una mancanza di responsabilità non indifferente.
Chiudi i commenti