Il nuovo telecomando? L'espressione del volto

Faccia perplessa? Il robodocente si ferma. Se invece si annuisce, la lezione continua. Questo ed altro con il nuovo concept sul riconoscimento del volto, progettato dall'Università di San Diego

Roma – Da tanto si parla di riconoscimento facciale, da tanto si tenta di utilizzare il volto per trarne segnali da sfruttare in ogni modo . Ora l’ Università di San Diego vuole aggiungervi un ulteriore utilizzo: sfruttare il volto come telecomando e dare il la a numerosissime applicazioni.

È quanto ha progettato Jacob Whitehill, laureando in informatica della Jacobs School of Engineering dell’Ateneo: basarsi sulle tecnologie di rivelazione dell’espressione facciale in sviluppo presso il Machine Perception Laboratory ( MPLab ) che fa parte dell’ Istituto di Computazione Neurale per creare un vero e proprio telecomando intelligente .

In un recente studio, Whitehill e i suoi colleghi hanno dimostrato che le informazioni trasmesse dall’espressione del pubblico durante la visione e l’ascolto di letture didattiche preregistrate può essere sfruttata per comprendere, ad esempio, la velocità di lettura che in quel momento sarebbe più efficace. Altro dato interessante – in grado di essere rilevato dal concept – è il grado di difficoltà di comprensione percepito da chi ascolta.

Questo studio si colloca, infatti, laddove le tecniche di riconoscimento facciale e i sistemi automatizzati di insegnamento si intersecano: “Se sono uno studente che ha davanti un insegnante robotizzato e in un determinato momento sono confuso, ho difficoltà a capire e il robot continua ad andare avanti nella lezione, il risultato didattico decade rapidamente. Se, invece, il robot si fermasse e dicesse potresti essere confuso e io potessi replicare Esatto, grazie per la pausa , (il risultato didattico, ndR) sarebbe molto più efficace”, dice il laureando.

Per condurre il suo studio, Whitehill ha voluto applicare il procedimento con diversi linguaggi e diverse cadenze, in modo da avere a disposizione una casistica la più vasta possibile. “Ho voluto avere più indicazioni su come studenti e insegnanti usano modulare la voce per arricchire i propri argomenti. Questo per me è essenziale per ottimizzare l’interazione tra di loro nelle simulazioni”.

Al momento, Whitehill ha fatto interagire il proprio sistema con la velocità di riproduzione di una lettura didattica preregistrata, mettendola anche in pausa di fronte a quei segnali facciali che, secondo il software, rivelano “mancanza di assenso” o evidenziano “troppo scarsa comprensione”.

“Vedo che lei annuisce con il capo – ha detto Whitehill durante l’intervista rilasciata a Science Daily – Ciò mi conferma che lei ha capito e che posso procedere. Se avesse avuto un’espressione perplessa, sarebbe stato per me il segnale per fermarmi per un po’”.

Per chi vuole approfondire, l’Ateneo ha pubblicato su questa pagina il concept progettato dal laureando e ha registrato in questo filmato (file ASX che ridirige su un filmato Windows Media Video) l’interazione tra il sistema progettato e la riproduzione di un filmato.

Marco Valerio Principato

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zucca Vuota scrive:
    Scienza, non fantascienza
    Premesso che sono un appassionato di Clarke e di altri autori di fantascienza, vorrei dire che il concetto di vela solare è un solido concetto scientifico. La fantascienza lo ha solo reso popolare tra le masse. Non capisco perchè si citino gli scrittori e non gli astronomi e i fisici che hanno ideato questa e molte altre cose. E sì che le informazioni in proposito sono ben disponibili. Non è la prima volta che PI ha questo tipo di atteggiamento.
    • Gaetano scrive:
      Re: Scienza, non fantascienza
      - Scritto da: Zucca Vuota
      Premesso che sono un appassionato di Clarke e di
      altri autori di fantascienza, vorrei dire che il
      concetto di vela solare è un solido concetto
      scientifico. La fantascienza lo ha solo reso
      popolare tra le masse.


      Non capisco perchè si citino gli scrittori e non
      gli astronomi e i fisici che hanno ideato questa
      e molte altre cose. E sì che le informazioni in
      proposito sono ben disponibili. Non è la prima
      volta che PI ha questo tipo di
      atteggiamento.Quotissimo
      • fileman scrive:
        Re: Scienza, non fantascienza
        ma non potrebbe pensare tutti a liberarci dal petrolio prima di pensare allo spazio?!
        • Tony G scrive:
          Re: Scienza, non fantascienza
          Infatti credo sia assurdo ke utilizziamo tecnologie solari avanzate per esplorare marte e qui stiamo soffocando nell'inquinamento!Pero' credo anche che sia giusto continuare a sviluppare tecnologie per lo spazio.Le due cose non son contro l'una all'altra... Son convinto ke dovremmo far sentire di piu' la nostra voce a chi ci governa oppure iniziare il cambiamento da noi.Qui in Australia c'e' gia' gente ke si produce il biodisel in casa (per 15 centesimi di euro al litro) con olio usato dei negozi di fish and chips... e non parlo di hippy ma di gente normale che e' stufa di farsi prendere x il c**o da chi ci governa...
        • ndr scrive:
          Re: Scienza, non fantascienza
          - Scritto da: fileman
          ma non potrebbe pensare tutti a liberarci dal
          petrolio prima di pensare allo
          spazio?!Una delle affermazioni più stupide e più comuni, purtroppo...figlia del qualunquismo che oggi regna incontrastato.La maggior parte delle tecnologie che rendono oggi la vita più sicura, comoda e salutare arriva proprio come conseguenza della ricerca spaziale, che costituisce un banco di prova e di sfida senza eguali, e quindi permette di ottenere il massimo con il doppio beneficio di progredire lassù e vivere meglio quaggiù.
          • Sergio scrive:
            Re: Scienza, non fantascienza
            - Scritto da: ndr
            La maggior parte delle tecnologie che rendono
            oggi la vita più sicura, comoda e salutare arriva
            proprio come conseguenza della ricerca spaziale,
            che costituisce un banco di prova e di sfida
            senza eguali, e quindi permette di ottenere il
            massimo con il doppio beneficio di progredire
            lassù e vivere meglio quaggiù.E l'altra metà delle tecnologie proviene da usi militari: in campo energetico i pannelli solari, figli della guerra in Vietnam
          • ndr scrive:
            Re: Scienza, non fantascienza
            Tra le tecnologie aerospaziali ricordo tra l'altro l'"airbag", giusto per dirne una, nemmeno la più famosa.
          • fileman scrive:
            Re: Scienza, non fantascienza
            oh si hai ragione, infatti investire milioni di euro in tecnologie spaziali tra 20 anni renderà qualcosa.... ma la stessa cifra investita oggi nella ricerca sul fotovoltaico potrebbe rendere nel giro di 2 anni lo stesso risultato e i prossimo 18 li lasciamo a star trek
    • Tony G scrive:
      Re: Scienza, non fantascienza
      D'accordissimo!!!E' un articolo a meta' e la vela solare non centra nulla con i pannelli solari o i laser da terra... E' un concetto completamente diverso.Scusa Mr. Autore ma mi sembra un articolo fatto di corsa buttandoci dentro un po' di tutto cio' che parla di sole! :-)
      • Ricky scrive:
        Re: Scienza, non fantascienza
        Le vele solari serviranno a spedire la nostra RUMENTA fuori dal sistema solare....lo stanno facendo per questo motivo :)E' bene tener presente che la ricerca e'ricerca, si va verso la propria meta, chi per la salvaguardia del pianeta chi per la conquisti di altri mondi.Certo e' che molte delle cose piu' fiere utilizzate oggi per GUARIRE o piu' semplicemente per monitorare e scoprire malanni nella gente provengono proprio dalla ricerca applicata alla MORTE...quella degli eserciti altrui.L'importante e' che la ricerca sia gestita per quello che e':una cosa estremamente importante, per tutti, e questa cosa raramente entra nelle zucche vuote dei politici che invede di agevolarla fanno di tutto per polverizzarla.infatti le milgiori menti vanno altrove, le migliori universita' sono altrove, la ricerca e i proventi della stessa sono altrove....e noi qui a tagliare e tagliare su istruzione , ricerca e salute.
      • il signor rossi scrive:
        Re: Scienza, non fantascienza
        - Scritto da: Tony G
        E' un articolo a meta' e la vela solare non
        centra nulla con i pannelli solari o i laser dac'entra!c'entra!c'entra!ci entra!entra dentro di esso!entra dentro il discorso, dentro l'argomento!voce del verbo "entrare"!!!!!!!!!!!!!!GRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Nilok scrive:
    Regata Velica
    Augh,certo ora si potranno organizzare delle fantasmagoriche "Regate Veliche" e metter in palio "La Coppa Solare"!!!Manovrare o persino avere una propulsione degna di essere usata, con principi fisici così obsoleti, è come dire: è cominciata la Preistoria del volo spaziale.Sarebbe opportuno dirigere i nostri sforzi, sia economici che intellettuali, in direzioni più "proficue" (dal punto di vista del risultato applicabile) che in direzioni "mediatiche"...nella speranza di rimpolpare finanziamentiHo parlatoNilok
    • nicbell10 scrive:
      Re: Regata Velica
      "mediatica" una notizia così?Ehm... fai i conti di quanto costa portare sullo spazio un kg di carburante, poi cominciamo a parlare di carburante gratis (fornito dal Sole) e vedrai che è una bella notizia...
      • Nilok scrive:
        Re: Regata Velica
        Augh,comincia a considerare che i cosiddetti "SCIENZIATI" non sanno usare la "Forza Gravitazionale" e fatti 4 calcoli (facili facili se sei Ingengere Nuclerare) sullo sviluppo e trasformazione di energia da quella solare o da quella gravitazionale e...visto che sono entrambe GRATIS.... forse la "bella notizia" si trasforma in una "presa per i fondelli"....sopratutto mediatica.Ho ParlatoNilok
        • Gaetano scrive:
          Re: Regata Velica
          - Scritto da: Nilok
          Augh,

          [...]

          Ho ParlatoA sproposito, come al solito....

          Nilok
        • Beppaski laraski scrive:
          Re: Regata Velica
          Poverino, un altro genio incompreso.Non lo hanno preso al MIT dove avrebbe dato la puzza a tutti quei scienzatucoli da 4 soldi dimostrandogli quanto sono ignoranti e adesso sta qui a piangere su PI...- Scritto da: Nilok
          Augh,

          comincia a considerare che i cosiddetti
          "SCIENZIATI" non sanno usare la "Forza
          Gravitazionale" e fatti 4 calcoli (facili facili
          se sei Ingengere Nuclerare) sullo sviluppo e
          trasformazione di energia da quella solare o da
          quella gravitazionale e...visto che sono entrambe
          GRATIS.... forse la "bella notizia" si trasforma
          in una "presa per i fondelli"....sopratutto
          mediatica.

          Ho Parlato

          Nilok
        • Aiooo scrive:
          Re: Regata Velica
          Complimenti per l'ignoranza dimostrata. Mai sentito parlare della "fionda gravitazionale", che gli scienziati usano da sempre per dare spinta e direzione ai satelliti artificiali? No eh?Sono certo che gli "scienziati" non cosiddetti, che sicuramente conoscerai personalmente e che ci porteranno verso un'era più illuminata, sanno già usare con estrema facilità la forza gravitazionale anche in altra maniera, per i viaggi "spaziali"...
          • attonito scrive:
            Re: Regata Velica
            la fionda gravitazionale e' comoda, si "succhia" energia dal pianeta a cui la sonda si avvicina. Il problema, e', appunto, che se non hai un pianeta vicino, il sistema non funziona. Inoltre, qeusto meccanismo richiede lunghi tempi per la missione. Il meccanisvo della vela solare, invece, permette di "manovrare" usando energia a costo zero e sempre disponibile. Il problema e' che tale sistema puo' essere usato sempre meno man mano che ci si allontana dal Sole, per cui e' un meccanismo buono per la periferia vicina, diciamo fino alla fascia delgi aseroidi.
        • pibedeoro scrive:
          Re: Regata Velica
          - Scritto da: Nilok
          Augh,

          comincia a considerare che i cosiddetti
          "SCIENZIATI" non sanno usare la "Forza
          Gravitazionale" e fatti 4 calcoli (facili facili
          se sei Ingengere Nuclerare) sullo sviluppo e
          trasformazione di energia da quella solare o da
          quella gravitazionale e...visto che sono entrambe
          GRATIS.... forse la "bella notizia" si trasforma
          in una "presa per i fondelli"....sopratutto
          mediatica.

          Ho Parlato

          NilokDisse il saggio: meglio tacere e lasciare il dubbio di esser stupidi, che parlare e togliere ogni dubbio.
        • pippopluto scrive:
          Re: Regata Velica
          - Scritto da: Nilok
          Augh,

          comincia a considerare che i cosiddetti
          "SCIENZIATI" non sanno usare la "Forza
          Gravitazionale" e fatti 4 calcoli (facili facili
          se sei Ingengere Nuclerare) sullo sviluppo e
          trasformazione di energia da quella solare o da
          quella gravitazionale e...visto che sono entrambe
          GRATIS.... forse la "bella notizia" si trasforma
          in una "presa per i fondelli"....sopratutto
          mediatica.

          Ho Parlato

          Nilok'scolta, ma tu che veneri un tipo che arriva su un dc9 spaziale a dir cazzate e pretendi anche che non ti si rida dietro vieni a parlare di "presa per i fondelli" mediatica? ma lol
    • Beppaski laraski scrive:
      Re: Regata Velica
      A questo proposito, ti consiglio di leggere il bellissimo racconto di Arthur C.Clarke "Vento solare".Come tanti altri capolavori di questo monumento della letteratura (fanta)scientifica, descrive un futuro forse molto prossimo- Scritto da: Nilok
      Augh,

      certo ora si potranno organizzare delle
      fantasmagoriche "Regate Veliche" e metter in
      palio "La Coppa
      Solare"!!!

      Manovrare o persino avere una propulsione degna
      di essere usata, con principi fisici così
      obsoleti, è come dire: è cominciata la Preistoria
      del volo
      spaziale.

      Sarebbe opportuno dirigere i nostri sforzi, sia
      economici che intellettuali, in direzioni più
      "proficue" (dal punto di vista del risultato
      applicabile) che in direzioni
      "mediatiche"...nella speranza di rimpolpare
      finanziamenti

      Ho parlato

      Nilok
    • Funz scrive:
      Re: Regata Velica
      - Scritto da: Nilok
      Augh,Augh a te, Tu si che sai, o Grande Sciamano, poiché sei infuso della sapienza del Dio LRH...
    • Gino pilotino scrive:
      Re: Regata Velica
      - Scritto da: Nilok
      Augh,

      certo ora si potranno organizzare delle
      fantasmagoriche "Regate Veliche" e metter in
      palio "La Coppa
      Solare"!!!

      Manovrare o persino avere una propulsione degna
      di essere usata, con principi fisici così
      obsoleti, è come dire: è cominciata la Preistoria
      del volo
      spaziale.

      Sarebbe opportuno dirigere i nostri sforzi, sia
      economici che intellettuali, in direzioni più
      "proficue" (dal punto di vista del risultato
      applicabile) che in direzioni
      "mediatiche"...nella speranza di rimpolpare
      finanziamenti

      Ho parlato

      NilokHai ragione, i DC9 funzionano molto meglio sullo spazio! XD XD XD(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • ndr scrive:
      Re: Regata Velica
      Don't feed the troll.
  • alex scrive:
    forte
    e poi via come il conte dooku
  • vavava scrive:
    cosa centra ?
    cosa centra la vela solare con i pannelli fotovoltaici ???
    • Nemo scrive:
      Re: cosa centra ?
      - Scritto da: vavava
      cosa centra la vela solare con i pannelli
      fotovoltaici
      ???il sole ?
    • jumpjack scrive:
      Re: cosa centra ?
      - Scritto da: vavava
      cosa centra la vela solare con i pannelli
      fotovoltaici
      ???me lo sono chiesto anch'io! :|e mi chiedo anche che velocità puo' raggiungere una... barca a vela spaziale! (newbie)E' interessante: fino ad ora le nostre "navi spaziali" andavano letteralmente alla deriva, in balia delle correnti (gravitazionali).Ora sta per diventare realtà la navigazione a vela.Prima o poi avremo anche motori VERI, invece di 'sti "spruzzetti" di deodorante all'idrazina? :D
      • Davide Impegnato scrive:
        Re: cosa centra ?
        Bella, dai! coaì poi finalmente vedremo come si fa a riempire in 20 anni lo spazio profondo di schifezze alle micropolveri! Evviva la cjvyltià!
      • OpenMind64 scrive:
        Re: cosa centra ?
        - Scritto da: jumpjack
        e mi chiedo anche che velocità puo' raggiungere
        una... barca a vela spaziale!Teoricamente, un terzo della velocità della luce.In questo articolo (in inglese) è spiegato tutto abbastanza benehttp://www.howstuffworks.com/solarsail.htmNella terza pagina trovi delle formule che spiegano che una vela di 1Km quadrato, del peso di 1Kg, distante dal sole 1 unità astronomica, riceve dal sole una spinta che gli consente una accelerazione 9m/s, poco meno della forza di gravità terrestre.Si tratta di una spinta molto bassa, rispetto a quella di un razzo, ma è costante nel tempo, e non si esaurisce mai, anche se decresce con l'aumentare della distanza dalla stella di cui si sta sfruttando il "vento".Applicala ad una vela abbastanza grande, per un tempo abbastanza lungo, e raggiungerai velocità incredibili.
        • ciccio scrive:
          Re: cosa centra ?

          Nella terza pagina trovi delle formule che
          spiegano che una vela di 1Km quadrato, del peso
          di 1Kg, distante dal sole 1 unità astronomica,
          riceve dal sole una spinta che gli consente una
          accelerazione 9m/s, poco meno della forza di
          gravità
          terrestre.9m/s su un peso di un kg vuol dire che se sta vela trainasse un veicolo di 1 T si avrebbe un'accelerazione inferiore ad un millesimo di G ovvero NULLA di utile.Riguardo al laser citato nell'articolo (per frenare un veicolo al rientro), nemmeno tutta la potenza di tutte le sorgenti del pianeta (terra) unite potrebbe rallentare un veicolo in rietro in modo apprezzabile. Potrebbero invece incenerirlo con grande facilità.
          • Tony G scrive:
            Re: cosa centra ?
            Ma ti sei letto l'articolo a queso link http://www.howstuffworks.com/solarsail.htm oppure parli a vanvera? :D
          • ciccio scrive:
            Re: cosa centra ?
            - Scritto da: Tony G
            Ma ti sei letto l'articolo a queso link
            http://www.howstuffworks.com/solarsail.htm oppure
            parli a vanvera?
            :DNon l'avevo letto, mi ero limitato a quotare.Ora che l'ho letto posso dirti che è molto peggio di come pensavo.Una vela di un km quadrato offre una spinta di 9 newtons mentre i motori dello Shuttle spingono 2100000 newtons.Per equivalerli servirebbe una vela di 230 mila Kmq (un po meno dell'Italia)
          • irolav scrive:
            Re: cosa centra ?

            Una vela di un km quadrato offre una spinta di 9
            newtons mentre i motori dello Shuttle spingono
            2100000
            newtons.Come dire... non avranno l'accelerazione dei motori dello Shuttle ma... vuoi mettere quanto tempo possono restare accesi?Le due cose non si escludono, i motori serviranno comunque per partire ma poi quanto possono rimanere accesi prima di terminare il carburante?Una vela consente una spinta se vuoi ridicola in proporzione ma che rimane praticamente costante per tutto il tempo necessario consentendo una notevole accelerazione.
          • ciccio scrive:
            Re: cosa centra ?

            Come dire... non avranno l'accelerazione dei
            motori dello Shuttle ma... vuoi mettere quanto
            tempo possono restare
            accesi?è vero ma se consideri che 20 minuti si Shuttle equivalgono a circa 10 anni di vela.......Tornando all'articolo di P.I. si parla di una vela di 9MQ ovvero 0,00009 Kmq (il che vuol dire che 10 anni di vela corrispondono circa a 1,23 MILLESIMI di secondo dei reattori dello shuttle)
    • trillo scrive:
      Re: cosa centra ?
      - Scritto da: vavava
      cosa centra la vela solare con i pannellisi scrive C'ENTRA !!:P
      • il signor rossi scrive:
        Re: cosa centra ?
        - Scritto da: trillo
        si scrive C'ENTRA !!finalmente qualcuno!!! non ne posso più di leggere "cosa centra" da tutte le parti... :)
    • ... scrive:
      Re: cosa centra ?
      non hai mai visto sunshine?! (geek)
  • omissis scrive:
    che figata
    speriamo funzioni bene :)
    • Terry scrive:
      Re: che figata
      Che espressione stronza. Non conosci l'italiano? Anziché nominare quella schifosità perché non impari a parlare e scrivere meglio?
Chiudi i commenti