Il P2P danza sul telefonino

E lo fa a pagamento con un sistema di condivisione blindato, pensato per intrigare operatori mobili e discografici. Nuovi device, nuovi software, nuovi lucchetti


Seattle (USA) – La chiamano “sicura” ed è una nuova applicazione di distribuzione musicale sul telefonino. Melodeo Mobile Music Solution , questo il suo nome, è una piattaforma pensata per consentire l’acquisto, l’ascolto e l’archiviazione di musica sul cellulare, e una limitata condivisione . A pagamento.

Progettato da Melodeo Inc. , il giochino è fondato su tecnologie di digital rights management (DRM) che sembrano garantire alle major ciò che cercano per distribuire musica sui cellulari. Al punto che già nelle scorse settimane una delle grandi sorelle della discografica, Warner Music , ha stretto un accordo per mettere a disposizione brani del proprio immenso catalogo.

Secondo Melodeo la propria soluzione si adatta a tutti i telefonini di nuova generazione e per gli operatori viene fornita completa di un sistema di gestione del jukebox comprensivo di calcolo degli addebiti. Che la cosa interessi i carrier è evidente visto che già Telefonica , la società spagnola, ha annunciato la propria intenzione di infilare la piattaforma di Melodeo sui nuovi telefonini dei propri abbonati.

Se le modalità di acquisto dipenderanno dal modo in cui i singoli operatori renderanno disponibile il servizio, le funzionalità di sharing assomigliano più ad un’abile trovata di marketing che al peer-to-peer di cui pure si parla apertamente. L’utente che acquista un brano, infatti, potrà decidere di proporlo ad un altro utente dotato di telefonino “melodeo-enabled”. Quest’ultimo potrà ascoltare una clip di 30 secondi del brano e decidere a quel punto se acquistarlo e archiviarlo sul proprio telefonino. In alternativa l’utente che segnala potrà regalare il brano addebitando sul proprio conto il costo dell’acquisto. Non solo, a fronte di una certa mole di acquisti si potranno prevedere sconti su ulteriori brani o canzoni “omaggio”.

Sebbene in questo modo, com’è ovvio, i produttori e i discografici non abbiano da temere di perdere il controllo sul passaggio di musica da un utente all’altro, è ugualmente evidente come il DRM integrato nei telefonini comprima il controllo sull’apparecchio e sui contenuti acquistati da parte dell’utente. Ed è possibile che questo riduca presso l’utenza finale l’appeal dell’intero sistema, sebbene le capacità di spesa dimostrate dagli utenti di telefonia mobile fin qui possano indurre a ritenere che nel tempo servizi come quello di Melodeo possano affermarsi.

Ci sono peraltro indicazioni degli operatori del settore, sia discografici che carrier, secondo cui nel 2005 si avrà un’esplosione di questo genere di strumenti proprio sulla telefonia mobile, grazie soprattutto allo sviluppo sempre più ampio di cellulari dalle potenzialità del tutto nuove sia sul lato hardware che su quello software.

Non è un caso che anche in Italia, con la complicità della telefonia di terza generazione e dei nuovi dispositivi, tutti i principali operatori oltre alle suonerie vendano anche musica ai propri utenti, naturalmente blindata e senza sharing di sorta, e prevedano di passare presto anche alla vendita di video. Come a dire, cioè, che i carrier ci credono moltissimo. Ora bisogna solo aspettare che ci credano anche gli utenti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Poveri lavoratori in AFFITTO
    - Scritto da: Mechano
    A parte che se quel bambino avesse avuto una
    buona educazione in famiglia le sue paroleSe avesse avuto una buona educazione, lo avrebbero costretto a usare Linux da linea di comando fin da piccolo, e gli avrebbero mostrato Windows come cattivo esempio "Ecco, guarda e impara: così non si deve fare".
    Ebbene io dico che ci sono piu'
    programmatori opensource benestanti che
    qualsiasi dipendente Micro$oft di medio
    livello.A beh, se vivono di rendita e programmano per sollazzo allora è possibile.
    Perche' l'operaio Micro$oft deve sottostare
    al volere aziendale ed ha le mani legate
    dalle roadmap aziendali.Perché -vedi link qui sotto- lui non ha le mani legate?http://docs.freebsd.org/cgi/getmsg.cgi?fetch=0+0+archive/2001/freebsd-advocacy/20010225.freebsd-advocacyChi non ha le mani legate si sente dire "it would be better now if you take these changes off your web site, and don't mention that they exist" ? Non mi risulta, chi si sente dire questo ha le mani legate, con doppio nodo.I see a great danger.
    Il programmatore opensource puo' anche avere
    un'azienda che riceve commesse da aziende e
    P.A. che gli commissionano consulenze,
    lavori e programmi. Basta guardare alle
    aziende che ci sono dietro a SOL Linux,
    Yoper, Mepis, Mandrake e tante altre...Oh mio... ma stai parlando di Body Rental cioè di lavoro in affitto? E' il colmo!Vuoi davvero dire che un'azienda riceve commesse da aziende e P.A., in nome non si sa di che cosa ( di che cosa? ), e poi quest'azienda, dopo avere trattenuto la ( profumati$$ima ) percentuale, fa lavorare il programmatore open source in cambio di quello che rimane dopo la profumati$$ima percentuale, incassata non si sa bene per quale motivo dato che essendo open source NON PAGA LICENZE ( e di sicuro il lavoro lo fa il programmatore, mica l'azienda ) ?Un pò come il mercato degli.. degli... sì, come li chiamate voi open source, gli sviluppatori closed, li definite "schiavi" vero? carne umana.Ma da quando in qua la Pubblica Amministrazione paga profumatamente intermediari per far lavorare in affitto programmatori che troverebbero all'edicola?Sono allibito.I see a great danger.
  • Sandro kensan scrive:
    MS non ha convinto nessuno
    Noto che dalle news di oggi la piattaforma Microsoft non ha convinto nessuno. Come anche i sassi sanno le aziende di telefonia sono quelle che vediamo nei negozi: Motorola, nokia, samsung, siemens, sony-ericsson e pochi altri.Se queste non cambiano piattaforma passando a windows allora non c'è trippa per gatti, inutile proporre, questi comandano e vendono milioni e milioni di cellulari ogni mese con symbian e qualcuno con linux come la Samsung.Se non si muovono le costruttrici di cellulari hai voglia a proporre, ti attacchi al tram. Per questo la vedo dura per windows orami è chiaro: è vista come la peste.Nokia si è ben guardata dal sostituire symbian con windows ha messo il player microsoft sul "suo" sistema operativo e ha pure chiesto una grossa contropartita a Bill, da questo si vede chi comanda e chi acconsente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Free = Libero non Gratuito !!!
    - Scritto da: Madder
    Ancora con sta storia del Open Source =
    gratis ? e che noia !
    ok, ok... ora trovami un pirla che abbia mai pagato per un software open sourcesu, dai... pendiamo dalle tue labbra...
    • Madder scrive:
      Re: Free = Libero non Gratuito !!!
      Esatto. Di certo non trovi i "pirla" in una nazione dove open o non open, microsoft, corel adobe che sia, gli imprenditori scaricano installano e se ne fregano. Quando invece trovi un'azienda che è disposta a pagare per il valore aggiunto che le offri (e ti assicuro ce ne sono), allora puoi tranquillamente attingere all'open source e generare altro software open source. Non sto dicendo che si è pagati per andare ad installare una distro, si è pagati perchè si scrive software attingendo a varie altre parti. MadderPS Alzi la mano chi, sviluppando un sito internet, non ha usato la funzione "view source" (o altri strumenti) per vedere com'era stata realizzata un'altra pagina...
  • Anonimo scrive:
    Claustrofobia!
    E pure scomodo affrontarsi nel mobile......ma non era più bello, comodo, ecologico e salubre un duello all'alba in aperta campagna?
  • Anonimo scrive:
    Re: Poveri pay-betatester-Windows

    E' opinione diffusa che chi lavora per
    un'azienda ricca debba per forza di cose
    essere ricco e guadagnare bene.

    Ebbene io dico che ci sono piu'
    programmatori opensource benestanti che
    qualsiasi dipendente Micro$oft di medio
    livello.Conoscendo personalmente uno di questi fantomatici programmatori da 3000? al mese (si, prende circa 5500$ al mese, lordi....), ti assicuro che è davvero così.Poi è anche costretto a sorbirsi le sceneggiate di Ballemerd sul palco in perfetto stile Erbalife(hai presente monkeydance?), con tanto di miasmi da ascella pezzata.....Io nemmeno per un milione di euro al giorno farei cambio con lui.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri pay-betatester-Windows
      - Scritto da: Anonimo


      E' opinione diffusa che chi lavora per

      un'azienda ricca debba per forza di cose

      essere ricco e guadagnare bene.



      Ebbene io dico che ci sono piu'

      programmatori opensource benestanti che

      qualsiasi dipendente Micro$oft di medio

      livello.
      Conoscendo personalmente uno di questi
      fantomatici programmatori da 3000? al mese
      (si, prende circa 5500$ al mese, lordi....),
      ti assicuro che è davvero
      così.
      Poi è anche costretto a sorbirsi le
      sceneggiate di Ballemerd sul palco in
      perfetto stile Erbalife(hai presente
      monkeydance?), con tanto di miasmi da
      ascella pezzata.....
      Io nemmeno per un milione di euro al giorno
      farei cambio con lui.....Cmq, mia moglie prendeva 9800$ al mese per insegnare all'università, lavorava 4 ore al giorno x 4 giorni alla settimana ed aveva in dotazione un bell'Apple iMac G4, come altri 20.000 studenti (UMICH).Gli scatolotti winzozz nelle università americane manco vogliono vederli e stipendi da 3000? al mese li prendono anche gli spazzini....(là ci paghi le tasse e le assicurazioni sanitarie, ed alla fine ti resta una cippa!!!).Ora, caro il mio troll, continua pure a sognare di lavorare per lo zio Bill....
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri pay-betatester-Windows
      - Scritto da: Anonimo


      E' opinione diffusa che chi lavora per

      un'azienda ricca debba per forza di cose

      essere ricco e guadagnare bene.



      Ebbene io dico che ci sono piu'

      programmatori opensource benestanti che

      qualsiasi dipendente Micro$oft di medio

      livello.
      Conoscendo personalmente ... e magari è tuo CUGGGGGINO??
      ti assicuro che è davvero
      così.e io tiassicuro che TI CREDIAMO SULLA PAROLA
  • Anonimo scrive:
    per Linux è dura, c'è pochissimo softwar
    Per Linux combattere contro i pocket PC sarà dura, anche se il kernel scala bene su qualsiasi architettura i SW a disposizione sono pochissimi praticamente nulli: chi ha un PC e vuole avere i file sul telefonino userà un pocket PC; chi ha già Linux puntera su PalmOS... almeno li ha SW consolidato come JPilot (vedi Treo 600, ecc.).Purtroppo in questi casi Linux sul cellulare soffre dei stessi mali che ha sul desktop: poco SW e che fa poche cose e mancanza di coordinazione a livello mondiale nel creare un bundle "credibile".Certo e che se anche una di queste case riesca a sviluppare SW carino per il proprio telefono mobile resterà il cruccio del SW lato desktop da far girare su 39483948 distribuzioni diverse :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: per Linux è dura, c'è pochissimo sof
      manca software di che tipo ?
      • Anonimo scrive:
        Re: per Linux è dura, c'è pochissimo sof
        - Scritto da: Anonimo
        manca software di che tipo ?del calibro di Final Cut
        • Anonimo scrive:
          Re: per Linux è dura, c'è pochissimo sof
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          manca software di che tipo ?

          del calibro di Final CutIn effetti è un'esigenza molto sentita su di un cellulare...
    • Anonimo scrive:
      Re: per Linux è dura, c'è pochissimo sof
      beh ma basta un chippetto con j2me per fare una applicazione che giri su tutte le piattaforme...E poi.. non vedo che software ci voglia ... Ovvio che le compagnie i software di base per gestire il telefono li mettono..il resto viene a seconda dell'esigenza e dell'uso dei dispositivi..
    • Anonimo scrive:
      Re: per Linux è dura, c'è pochissimo sof
    • Anonimo scrive:
      Re: per Linux è dura, c'è pochissimo softwar
      - Scritto da: Anonimo
      Per Linux combattere contro i pocket PC
      sarà dura, anche se il kernel scala
      bene su qualsiasi architettura i SW a
      disposizione sono pochissimi praticamente
      nulli: chi ha un PC e vuole avere i file sul
      telefonino userà un pocket PC; chi ha
      già Linux puntera su PalmOS... almeno
      li ha SW consolidato come JPilot (vedi Treo
      600, ecc.).

      Purtroppo in questi casi Linux sul cellulare
      soffre dei stessi mali che ha sul desktop:
      poco SW e che fa poche cose e mancanza di
      coordinazione a livello mondiale nel creare
      un bundle "credibile".Ma perché la fai così complicata, è semplicissimo: Linux è open source, quindi l'utente scriverà lui stesso l'applicazione che non c'è, quando ne sentirà il bisogno, e poi la donerà a tutti gli altri, dove li vedi tutti sti problemi? e' questo il bello dell'open-source.
  • Anonimo scrive:
    Re: Poveri pay-betatester-Windows
    - Scritto da: Anonimo


    almeno lavoriamo PER NOI
    allora non hai capito...i muli lavorano per le tasche di IBM; i muli lavorano gratis.chi sono i coglioni più grandi, i lavoratori MS stipendiati minimo 3000 euro al mese o gli open muli che lavorano gratis?
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri pay-betatester-Windows
      - Scritto da: Anonimo
      chi sono i coglioni più grandi, i
      lavoratori MS stipendiati minimo 3000 euro
      al mese o gli open muli che lavorano gratis?TU?
      • Anonimo scrive:
        Ma state ancora a rispondere
        a 'sto troll?
      • Anonimo scrive:
        Re: Poveri pay-betatester-Windows
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        chi sono i coglioni più grandi, i

        lavoratori MS stipendiati minimo 3000
        euro

        al mese o gli open muli che lavorano
        gratis?

        TU?peccato, non lavoro gratis
        • Anonimo scrive:
          Re: Poveri pay-betatester-Windows
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo




          chi sono i coglioni più
          grandi, i


          lavoratori MS stipendiati minimo
          3000

          euro


          al mese o gli open muli che
          lavorano

          gratis?



          TU?

          peccato, non lavoro gratisinfatti il markettaro-medio-MS viene pagato ancora qualche nocciolina.
    • Giambo scrive:
      Re: Poveri pay-betatester-Windows
      - Scritto da: Anonimo
      chi sono i coglioni più grandi, i
      lavoratori MS stipendiati minimo 3000 euro
      al mese o gli open muli che lavorano gratis?Lavorano gratis forse nel tuo boschetto della fantasia ... Di cosa vivrebbero ? Di aria ?Guarda che la testa non serve per tenere separate le orecchie, fai funzionare il cervellino, dai !
    • Mechano scrive:
      Re: Poveri pay-betatester-Windows
      - Scritto da: Anonimo
      i muli lavorano per le tasche di IBM; i muli
      lavorano gratis.

      chi sono i coglioni più grandi, i
      lavoratori MS stipendiati minimo 3000 euro
      al mese o gli open muli che lavorano gratis?AhahahTempo fa in TV mostravano una scolaresca in visita ad una mostra di oggetti tecnologici ed invenzioni contemporanee.Alla domanda fatta ad un ragazzino sul perche' volesse fare lo scienziato la risposta e' stata "perche' voglio diventare ricco".A parte che se quel bambino avesse avuto una buona educazione in famiglia le sue parole sarebbero state "per curiosita' e sete di conoscenza" o "per aiutare il prossimo e l'umanita'", io non ho visto nessuno scienziato ricco. Solo alcuni che stanno ben e tanti altri che vivacchiano. Quelle ricche erano le aziende che hanno commissionato i lavori e le invenzioni. ma soprattutto i venditori che le vendevano alle grandi masse ossia i proprietari dei centri commerciali e le varie rivendite.E' opinione diffusa che chi lavora per un'azienda ricca debba per forza di cose essere ricco e guadagnare bene.Ebbene io dico che ci sono piu' programmatori opensource benestanti che qualsiasi dipendente Micro$oft di medio livello.Perche' l'operaio Micro$oft deve sottostare al volere aziendale ed ha le mani legate dalle roadmap aziendali.Il programmatore opensource puo' anche avere un'azienda che riceve commesse da aziende e P.A. che gli commissionano consulenze, lavori e programmi. Basta guardare alle aziende che ci sono dietro a SOL Linux, Yoper, Mepis, Mandrake e tante altre...--Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 15/02/2005 14.18.45
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri pay-betatester-Windows
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo





      almeno lavoriamo PER NOI



      allora non hai capito...sei tu quello che fa finta di non capire

      i muli lavorano per le tasche di IBM;e per se stessi. Il software è anche loroi pay-beta-tester-windows non possiedono neanche il software che piratanoio con linux ci L-A-V-O-R-OSe sono un mulo, ebbene lo sono ma di me stesso.
      i muli
      lavorano... per se stessi
      chi sono i coglioni più grandi, i
      lavoratori MS stipendiati minimo 3000 euro
      al mese o gli open muli che lavorano ... per se stessi ?gli stipendiati MS hanno fatto la loro scelta. io la miameglio essere privati LIBERI che lavorano per se stessi.
  • Anonimo scrive:
    Marketing...
    Quello che manca a tutte le aziende e' un buon supporto marketing che faccia credere a tutti che e' quello il prodotto di cui tutti hanno bisogno e soprattutto che lo stesso abbia una grafica innovativa ed accattivante.Che funzioni male, che non faccia tutto quello che deve fare non e' importante, ad esempio soltanto una piccola percentuale di clienti di M$ office lo utilizza al 100% e se si lamentano che il tutto non va come dovrebbe, bhe! chi se ne frega poiche' il 99% dei clienti si limita ad utilizzarlo come costosa macchina da scrivere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Framework obbligato
    Microsoft è famosa per aver preso protocolli e standard inveterati, averli modificati a membro di segugio, riutilizzati e poi buttati alle ortiche dicendo che non funzionano (in America, dove Microsoft è di casa, chiamano questo modo di fare di redmond "Embrace, Expand, Destroy", che è quello che hanno provato a fare con Java vs J++).La cosa meravigliosa è che il peggiore mail reader in circolazione (dal punto di vista della sicurezza) ed il peggior navigatore internet (magari su cellulare migliora, saranno costretti a metterci il tabbed browsing) diventa un framework ideale per i cellulari.Seriamente soffro di un problema di desync fra me e la comunità dei produttori/distributori d'hardware... quello che voglio/cerco/mi serve è esattamente a 180° dalla direzione che ha preso l'evoluzione tecnologica...L'IPod ha fatto scoprire al mondo che un hard disk in un dispositivo portatile per sentire la musica non è male, nonostante questo (e nonostante i dischi da 1.8") ancora i cellulari sono venduti con card reader di 10.000 formati uno più proprietario dell'altro (e a volte incompatibili fra versioni diverse, vedasi Memory Stick Duo Pro).Come per il mercato della musica, ridateci gli U2 di "Joshua Tree" e mettetevi questi emergenti con scadenza a 60 giorni nella topten dei vostri flop grazie...
  • Anonimo scrive:
    Windows e Linux si affrontano nel mobile
    E' no eh!il computer anche nei mobili di casa non ce' lo voglio!!! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows e Linux si affrontano nel mo
      scherza scherzati immagini la tazza del water computerizzata , che a fine...ciclo...ti dice cho cè stato un'errore di sistema, di uscire dal bagno rietrare e ricominciare da capo sennò non tira l'acqua?
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows e Linux si affrontano nel mo
        - Scritto da: Anonimo
        scherza scherza

        ti immagini la tazza del water
        computerizzata , che a fine...ciclo...ti
        dice cho cè stato un'errore di
        sistema, di uscire dal bagno rietrare e
        ricominciare da capo sennò non tira
        l'acqua?Però non ci sarebbero più le schermate blu... o perlomeno sarebbero di un altro colore...
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows e Linux si affrontano nel mo
        - Scritto da: Anonimo
        scherza scherza

        ti immagini la tazza del water
        computerizzata , che a fine...ciclo...ti
        dice cho cè stato un'errore di
        sistema, di uscire dal bagno rietrare e
        ricominciare da capo sennò non tira
        l'acqua?E magari sei a casa della strabona straporcona conosciuta tre ore prima e, ahite, ti hanno appena fatto effetto i ceci in zimin della sera prima e le hai fatto in tazza uno spettacolo "sonnes et lumières (et odeurs aussi)" degno della Valle dei Re :p
  • Anonimo scrive:
    Poveri muli
    [...]"Il sistema operativo open source Linux si sta rapidamente affermando come una piattaforma software leader per gli smartphone", si legge in un comunicato congiunto di Samsung e Infineon. "Come piattaforma standard con una immensa comunità di sviluppatori, Linux offre ai vendor una grande indipendenza e un grande controllo sul branding e l'interfaccia utente".[...]Lavorate... muli di comunità, lavorate(win)
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri muli
      No, seriamente... hai mai visto il menù ed il sistema dei cellulari Motorola ?Se prendo un "programmatore della community opensource" capace come mio nipote di tre anni posso ottenere di meglio.Da sempre la comunità open source lavora per un progetto ambizioso: usare roba che funzioni a dovere, e onestamente gli esempi di palmari WinCE e robetta varia non reggono molto il confronto.Ti stai dimenticando una cosa importantissima, noi della community (ma anche tu se anzichè straparlare ti prendi un cavolo di programma e ti studi le 4 fesserie necessarie per cominciare) non facciamo le cose solo perchè ci piace stringere il morso, le facciamo perchè un cellulare che semplicemente dura 3 ore acceso perchè non hanno neanche programmato bene il risparmio energetico (e di cellulari così ce ne sono tanti, fidati) o che ci devi fare a pugni per fargli funzionare una cavolo di memory card non è qualcosa che ci piacerebbe usare, quindi ci programmiamo un cellulare che sia per lo meno "community friendly"...
      • Anonimo scrive:
        Re: Poveri muli
        - Scritto da: Anonimo
        No, seriamente... hai mai visto il
        menù ed il sistema dei cellulari
        Motorola ?ho avuto prima un motorola, poi un alcatel, un nokia e ora nuovamente un motorola...la mia opinione?nokia non è male, ma motorola è il massimo di usabilitàe quando si parla di usabilità, linux fa meglio a nascondersi sotto la neve con tutti linari
        • Anonimo scrive:
          Re: Poveri muli
          Sono d'accordo con te riguardo all'usabilità dei Motorola, ma ti vorrei chiedere se hai mai visto uno dei Motorola con MontaVista Linux? Qualcosa di semplicemente insuperabile a mio parere come usabilità e comodità...Ho visto uno SmartPhone con Windows Mobile anche. Ti posso assicurare che non sapevo se ridere o piangere.P.s: Purtroppo Motorola come Samsung commercializza i Cell con Linux solo in Estremo Oriente, a quanto ne so.
          • higgybaby scrive:
            Re: Poveri muli
            - Scritto da: Anonimo
            Sono d'accordo con te riguardo
            all'usabilità dei Motorola, ma ti
            vorrei chiedere se hai mai visto uno dei
            Motorola con MontaVista Linux? Qualcosa di
            semplicemente insuperabile a mio parere come
            usabilità e comodità...forse con Linux perché un A835 tanto per citare uno degli ultimi modelli è una cosa tragica in quanto ad usabilità, anche solo per la posizione "errata" dei tasti "cornetta rossa" e "cornetta verde"!gli unici cellulari Motorola decenti che ho provato ultimamente sono l'A1000 che ha come sistema operativo SymbianUIQ e l'E1000 altro bel pezzo di HW, per fortuna hanno tutti un sistema operativo Symbian.
            Ho visto uno SmartPhone con Windows Mobile
            anche. Ti posso assicurare che non sapevo se
            ridere o piangere.io l'unico Motorola con Win come sistema operativo che ho visto è stato l'MPx200, costava una sassata e non aveva niente poi lo hanno abbassato di prezzo perché non vendeva una cippa, chissà come mai!
            P.s: Purtroppo Motorola come Samsung
            commercializza i Cell con Linux solo in
            Estremo Oriente, a quanto ne so.si spera che arrivino anche qua, non capisco come mai in Italia non arrivino anche se siamo uno dei mercati più importanti del mondo!come non capisco perché Nokia non voglia produrre un cellulare stile A1000 per il mercato UMTS ma continua a produrre cellulari come il 9500 però solo GSM/GPRS:(ciaoigor==================================Modificato dall'autore il 15/02/2005 23.14.40
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri pay-betatester-Windows
      - Scritto da: Anonimo
      [...]"Il sistema operativo open source Linux
      si sta rapidamente affermando come una
      piattaforma software leader per gli
      smartphone", si legge in un comunicato
      congiunto di Samsung e Infineon. "Come
      piattaforma standard con una immensa
      comunità di sviluppatori, Linux offre
      ai vendor una grande indipendenza e un
      grande controllo sul branding e
      l'interfaccia utente".[...]

      Lavorate... muli di comunità, lavoratealmeno lavoriamo PER NOI
    • Madder scrive:
      Free = Libero non Gratuito !!!
      Ancora con sta storia del Open Source = gratis ? e che noia ! Non è che forse la licenza GPL dice invece che tu puoi attingere a software già scritto (quindi risparmiare un sacco di tempo), adattarlo e usarlo per il tuo scopo ? Perchè una società non dovrebbe pagare per il programmatore che ha organizzato e adattato i vari pezzi di codice già scritto ? Certo, forse il programmatore MS si può far pagare di più visto che deve reinventare l'acqua calda tutte le volte che scrive una linea di codice, ma alla fine il programmatore che usa sorgenti open è in grado di rendere di più, più rapidamente e utilizzando codice già testato (meno errori). Ma forse è un concetto troppo difficile da capire per chi continua a pensare che quel "free" in questo caso significa "gratuito" e non "libero". Madder
  • Anonimo scrive:
    Ben venga la concorrenza
    ATTENZIONE, questo potrebbe essere un commento qualunquistaSono contento se su un terreno "vergine" si scontrino il mondo windows e quello linux, partendo quasi alla pari. La spunterà il migliore.Purtroppo però quello dei cellulari è un mondo dove la qualità viene dopo la forma, l'estetica, gli mp3, gli sfondi, le suonerie, i frizzi e i lazzi.:
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben venga la concorrenza
      Che dire, ben venga la concorrenza... comunque sia non è detto che linux debba vincere per forza (non è neanche detto che debba vincere Microsoft d'altro canto)...Considero da sempre quello dei cellulari un mercato frivolo dove da 10 anni la gende spende soldi su soldi alla ricerca di qualcosa di nuovo che ha esattamente le stesse funzionalità di base di quello che già possiede, poi possiamo discutere sui vantaggi con le nuove tecnologie di trasmissione, i display ed i sistemi con lo schermo ma, seriamente, un cellulare cos'è ? a cosa serve ?Quando ci sarà la convergenza perfetta fra macchine fotografiche digitali, palmari e cellulari allora forse avrà senso parlare di sistemi operativi veri e propri, prima mi sà tanto di una specie di hype (per carità, molto remunerativo) che non porta da nessuna parte.Poi sarò un idiota io ma a mio padre ho dovuto spiegargli per filo e per segno come funziona la rubrica e molta altra gente come me, dall'altro lato, vede un WinCE-Linux sul cellulare, dice "figo", poi ci lavora 30 secondi e scopre che la definizione più adatta è "giocattolo crappy molto caro e praticamente inutilizzabile"...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga la concorrenza
        - Scritto da: Anonimo
        Poi sarò un idiota io ma a mio padre
        ho dovuto spiegargli per filo e per segno
        come funziona la rubricaSottoscrivo.Pensa che io ho avuto difficoltà a trovarne uno che avesse anche i tasti grandi. Mio padre fa il contadino ed il cellulare gli serve solo per comunicare dalle vigne a casa... per lui meglio semplice e pratico... purtroppo quelli di ora sono sempre meno semplici e sempre meno pratici
  • gerry scrive:
    Framework obbligato
    I cellulari basati su Peabody supportano le reti GSM/GPRS (e in futuro anche EDGE), le cam digitali, i principali formati audio e video e la sincronizzazione con Office Outlook. Io non uso ne outlook, ne IE, ne office. Questo framework non mi offre nulla.Peccato che questa combinazione sia usata dalla stragrande maggioranza degli utenti, per cui la vedo bigia....E dire che gli strumenti per implementare la compatiblità ci sono, ma storicamente cercare di bindare gli utenti al proprio parco software è sempre stato un affare per Microsoft.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Tragedia su autostrada dell'informaz
    - Scritto da: Anonimo

    Pare che Bill Gates fosse alla guida.
    Purtroppo sono cose che capitano....

    theserverside.net/cartoons/TalesFromTheServerROTFL!!! :D:D:DInvestirlo con l'auto è l'unico modo che ha per combatterlo ormai!!!TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: concorrenza? LINUX vince
    certo che le spari grosse...perche MS non ha concorrenti?? ma scherzi proprio!!! ma ti rendi conto con MS sia riuscita per esempio a ritagliare una copiosa fetta nel mercato delle console con un prodotto (xbox) estremamente innovativo? Ma hai visto gli ultimi smartphone di MS? Credo proprio di no...quindi prima di dirle grosse informati :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: concorrenza? LINUX vince
      - Scritto da: Anonimo
      perche MS non ha concorrenti?? no, sul fronte dei sistemi Linux.Le aziende che si confrontano su Linux fanno concorrenza interna. Di questa concorrenza interna MS non può beneficiare
      copiosa fetta nel mercato delle console non mi risultarisulta in perdita, invece
      un prodotto (xbox) estremamente innovativo?un PC fatto passare per una "console" non è innovazione, ma marketing
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi insultate cosa???
        - Scritto da: Anonimo
        Secondo me è la strada che
        dovrà prendere MS per il futuro:
        console per giochi. ottimo: spero che tu abbia ragione.Ho sempre pensato che Windows fosse un gioco
    • Giambo scrive:
      Re: concorrenza? LINUX vince
      - Scritto da: Anonimo
      ma ti rendi conto con MS sia
      riuscita per esempio a ritagliare una
      copiosa fetta nel mercato"Copiosa fetta" ? Mi pare che si ancora moooolto indietro a Sony e piu' o meno allo stesso livello di Nintendo.Hai uno strano concietto di "copioso" :-)
      delle console con
      un prodotto (xbox) estremamente innovativo?Estremamente innovativo ?!? Dai, per favore, smettila di scherzare, l'unica cosa innovativa in X-Box e' il color verde-vomito.
    • Mechano scrive:
      Re: concorrenza? LINUX vince
      - Scritto da: Anonimo
      certo che le spari grosse...

      perche MS non ha concorrenti?? ma scherzi
      proprio!!! ma ti rendi conto con MS sia
      riuscita per esempio a ritagliare una
      copiosa fetta nel mercato delle console con
      un prodotto (xbox) estremamente innovativo?
      Ma hai visto gli ultimi smartphone di MS?
      Credo proprio di no...quindi prima di dirle
      grosse informati :)Ahahahah il porco che dal del porco alla colomba...Dici che il tizio a cui rispondi le spara grosse e poi chiami copiosa la fetta di mercato che si e' ritagliata XBox che invece appena vivacchia.Chiami l'XBox innovativo ed era gia' vecchio quando e' uscito perche' non e' altro che un PC con tutti i componenti all-in-one su motherboard. Il che ne castra l'espandibilita'.Ed ha piu' volte negato che fosse semplicemente un comune PC. Smentita proprio dalla comunita' che e' riuscita ad installarci Linux.Riguardo agli Smartphone io ho visto i PDA con Windows Mobile e mi e' bastato. Un sistema operativo che ha numerosi bug e si blocca spesso e volentieri. Non ha la meta' della stabilita' e della buona usabilita' di PalmOS.M$ sta cercando nuovi mercati ma quello che vi porta e' alla stregua dell'infima qualita' tecnica di tutti i suoi prodotti. Se poi te misuri la qualita' dal luccichio dell'interfaccia allora dammi retta cambia mestiere...--Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: concorrenza? LINUX vince

        Se poi te misuri la qualita' dal luccichio
        dell'interfaccia allora dammi retta cambia
        mestiere........è l'unica cosa che sa fare il winaro!!!Più che cliccare col mouse sulle icone colorate, che altro fa?Trolla su questo forum!!!:p(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Tragedia su autostrada dell'informazione
    spettacolare...
  • Anonimo scrive:
    concorrenza? LINUX vince
    "Infineon, Samsung, Trolltech ed Emuzed, quattro società che hanno lavorato alla creazione di una piattaforma di riferimento per la progettazione di telefoni cellulari 3G basati su di una versione embedded di Linux"nel mondo Linux c'è concorrenza. E dove c'è concorrenza c'è sempre via libera all'innnovazione. microsoft sarà sempre un peso inutile per le aziende del settore, ora che hanno imparato che esiste anche Linux.A meno che microsoft non rifaccia la disonesta, come per i tanti "casi Netscape" che le hanno fatto "meritare" le sue condanneper abuso di monopolio.
  • matcion scrive:
    Re: finira' come sul pc...
    Il mercato di cui si parla sta nascendo, quindi nessuno ha ancora una posizione nettamente dominante. Si spera solo che la spunterà la piattaforma migliore....Inoltre è uno scontro abbastanza alla pari, se da una parte c'è ms con nokia, di là c' samsung con infineon e altri, mi pare uno scontro di giganti.
  • Anonimo scrive:
    Tragedia su autostrada dell'informazione
    Pare che Bill Gates fosse alla guida.Purtroppo sono cose che capitano....http://theserverside.net/cartoons/TalesFromTheServerSide.tss
  • Anonimo scrive:
    Re: finira' come sul pc...
    poveretto, spegni la tv e fatti una sega:è più sano
    • Anonimo scrive:
      Re: finira' come sul pc...
      complimenti per la tua classe! sicuramente ti sei laureato a Oxford o Cambridge!rode appartenere alla nicchia della nicchia, eh?!
      • Anonimo scrive:
        Re: finira' come sul pc...
        - Scritto da: Anonimo
        complimenti per la tua classe! sicuramente
        ti sei laureato a Oxford o Cambridge!

        rode appartenere alla nicchia della nicchia,
        eh?!Meglio la nicchia della nicchia che la massa di str0nz1 come te....
        • Anonimo scrive:
          Re: finira' come sul pc...
          - Scritto da: Anonimo

          Meglio la nicchia della nicchia che la massa
          di str0nz1 come te....Dai, che cattivo!!!! Lo hai ucciso! :D
  • Anonimo scrive:
    finira' come sul pc...
    tanto fumo, poco arrosto, soliti no global che non vedono l'ora di trovare una alternativa a MS, soliti smanettoni che pensano che vedere i sorgenti crei un mondo migliore e libero...ma tanto alla fine Microsoft ovunque; lo stesso sul telefonino soprattutto alla luce dei vari accordi con Nokia...buona ricompilazione a tutti i linuxari...
    • Anonimo scrive:
      Re: finira' come sul pc...
      - Scritto da: Anonimo
      tanto fumo, poco arrosto, soliti no global
      che non vedono l'ora di trovare una
      alternativa a MS, soliti smanettoni che
      pensano che vedere i sorgenti crei un mondo
      migliore e libero...ma tanto alla fine
      Microsoft ovunque; lo stesso sul telefonino
      soprattutto alla luce dei vari accordi con
      Nokia...

      buona ricompilazione a tutti i linuxari...Preferisco ricompilarmi il software del telefonino che doverci installare l'antivirus...
    • Giambo scrive:
      Re: finira' come sul pc...
      - Scritto da: Anonimo
      ma tanto alla fine
      Microsoft ovunque; lo stesso sul telefonino
      soprattutto alla luce dei vari accordi con
      Nokia...Ma chi sei, do Nascimento che leggi il futuro :-D ?
      buona ricompilazione a tutti i linuxari...Buon antivirus, buon antispyware, buona deframmentazione, buon service pack, buona reinstallazione e ricordati di pagare per tutto questo !
    • Anonimo scrive:
      Re: finira' come sul pc...
    • iced scrive:
      Re: finira' come sul pc...
      ...solito troll.. mi domando perché continuino a passare di qua...
  • Anonimo scrive:
    La vdeo dura per linux
    Da utente di linux devo ammettere però che probabilmente sull'ambito dei cellulari il pinguino non avrà vita facile.Quello dei cellulari è un mercato che produce molti più soldi con l'indotto ed i servizi che con l'hardware vero e proprio, per cui tutti cercheranno di puntare su piattaforme che gli permettano di lucchettare il più possibile e offrire il più possibile ad un giusto prezzo.Un esempio: I cellulari di Tre (H3G) sono completamente inchiavardati, anche più di quelli normalmente in vendita; una delle cose principali che ho notato è che non c'è verso di fargli suonare MP3 non segnati con alcuni modelli, perchè? perchè c'è lo store di 3 per comprare la musica (lockata).Di certo linux ha le carte in regola per essere un ottimo sistema per cellulari e simili (nell'embedded ed in tutti i campi dove la flessibilità serve linux sta vincendo) ma probabilmente nella telefonia mobile si andrà a sbattere contro questo o quel problema legale o di marketing, senza contare che in tutto questo ancora non ho visto apple tirare fuori il suo cellulare (ma lo farà di sicuro, magari in collaborazione con qualcuno... i punti cardine del cellulare sono: design e musica, e Apple è abbastanza avanti per lasciare tutti al palo in una bella gara) e, quando lo sarà, sarà qualcosa che in pochissimo tempo diventerà standard de facto....Per il resto, chi vivrà vedrà...
    • Anonimo scrive:
      Re: La vdeo dura per linux
      Tieni anche presente, però, che la stragrande maggioranza dell'industria dei contenuti vede come il fumo negli occhi l'idea che MS possa imporre come standard un suo sistema proprietario di DRM e da quel momento in poi ciucciarsi una parte delle royalties o per lo meno imporre anche lì il suo strapotere.
      • Anonimo scrive:
        Re: La vdeo dura per linux
        lo dico senza polemica, se ti leggi l'articolo di Nokia e Microsoft ti accorgi che MS dovra' integrare un sistema standard (e non proprietario) per la protezione della musica.
        • Anonimo scrive:
          Re: La vdeo dura per linux
          - Scritto da: Anonimo
          lo dico senza polemica, se ti leggi
          l'articolo di Nokia e Microsoft ti accorgi
          che MS dovra' integrare un sistema standard
          (e non proprietario) per la protezione della
          musica.Peraltro il DRM è aperto a chiunque voglia sviluppare per esso.Diciamo piuttosto che ci sono lobby alternative che vogliono imporre il LORO standard "aperto".
          • Anonimo scrive:
            Re: La vdeo dura per linux
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            lo dico senza polemica, se ti leggi

            l'articolo di Nokia e Microsoft ti
            accorgi

            che MS dovra' integrare un sistema
            standard

            (e non proprietario) per la protezione
            della

            musica.
            Peraltro il DRM è aperto a chiunque
            voglia sviluppare per esso.
            Diciamo piuttosto che ci sono lobby
            alternative che vogliono imporre il LORO
            standard "aperto".Dimenticate che anche HTML, XML, Kerberos e tante cose usate nelle directory distribuite erano standard, prima che MS ci mettesse le mani.
    • Anonimo scrive:
      Re: La vdeo dura per linux
      - Scritto da: Anonimo
      una delle cose principali che ho notato
      è che non c'è verso di fargli
      suonare MP3 non segnati con alcuni modelli,c'è modo c'è modo... credimi ;-)
    • Mechano scrive:
      Re: La vdeo dura per linux
      - Scritto da: Anonimo
      Da utente di linux devo ammettere
      però che probabilmente sull'ambito
      dei cellulari il pinguino non avrà
      vita facile.
      Quello dei cellulari è un mercato che
      produce molti più soldi con l'indotto
      ed i servizi che con l'hardware vero e
      proprio, per cui tutti cercheranno di
      puntare su piattaforme che gli permettano di
      lucchettare il più possibile e
      offrire il più possibile ad un giusto
      prezzo.Ma chi lo dice che su un sistema operativo Linux embedded non si possano far girare applicazioni lucchettate?Linux e' quella zona franca per il produttore dell'hardware che non impone il pagamento di royalty per i soli tool di sviluppo.Poi tutte le applicazioni che vuoi far girare te le scrivi te e saranno queste a dare accessibilita' o meno ai contenuti che gli farai leggere.Linux insieme all'hardware fara' parte dell'infrastruttura su cui gireranno le applicazioni. Queste applicazioni poi possono essere piu' o meno permissive sui dati che leggeranno sia che si tratti di musica che di filmati video...--Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: La vdeo dura per linux
        una volta per tutte chiariamo una cosail fatto che linux sia open source, non significa che non si possa farci girare software closed source. staroffice, sebbene sia closed, gira tranquillamente su linux, allo stesso modo java e molte altre cose.allo stesso modo nulla impedisce lo sviluppo di sistemi drm su linux.
Chiudi i commenti