Il PageRank sviscerato. O quasi

Una live chat su Google Gruppi svela qualche particolare in più sull'algoritmo che serve a calcolare quanto pesa una pagina web nell'indice del motore di ricerca più usato della rete

Roma – Google PageRank ha qualche segreto in meno: in una sessione di Q&A del gruppo Google Webmaster Help tenutasi negli ultimi giorni di ottobre, Matt Cutts, Maile Ohye e altri Google-man hanno risposto alle domande dell’utenza e (appunto) dei webmaster riguardo alcune questioni spigolose sulle modalità di ranking delle pagine web adoperate nell’algoritmo matematico più celebre di Internet.

La sessione non ha portato alla pubblicazione di nulla di trascendentale, né d’altronde PageRank è in sé portatore di verità universali ignote ai più, visto che è un marchio brevettato e documentato. Tuttavia le risposte collezionate sono servite a sciogliere certi dubbi su quello che realmente conta per scalare le classifiche di gradimento del mega-cervellone matematico di Google. E per contribuire a generarne altri, a dirla tutta.

Tra le risposte più interessanti vi è ad esempio quella che assicura il mantenimento del PageRank delle pagine anche in caso di errori HTML 301, vale a dire un redirect permanente dell’URL verso una nuova destinazione. Il PageRank rimane identico anche in caso di redirect ricorsivi , ma considerando che lo standard HTML 1.0 ne concede al massimo 5 in serie è il caso di non esagerare.

Il PageRank viene poi calcolato in maniera diversa all’interno di ogni ecosistema linguistico quando i contenuti vengono tradotti, dicono gli uomini di Google, e su questo probabilmente non occorreva una Q&A per fugare gli eventuali dubbi in proposito. L’algoritmo di ricerca negli indici di Mountain View viene modificato spesso ? E quanto spesso? “Tanto” è la prevedibile risposta, lo scorso anno i tweak sono ammontati a oltre 450.

Conta la velocità con cui una pagina viene caricata nel calcolo del PageRank? Sì, probabilmente conta parecchio, anche se i Google-man non lo dicono in maniera esplicita. Così come affermano, tra le righe, che se il post di un blog ha tanti commenti viene classificato prima nei risultati di ricerca e che meno link sono presenti su un sito più gli URL di destinazione dei detti link varranno all’interno degli indici calcolati sulla base di PageRank.

Tra le considerazioni che meno risultano chiare vi è la questione sul “se” e “se sì, quanto” l’età virtuale di un sito web influenza la sua posizione all’interno delle ricerche. In questo caso i G-man prima sostengono che “sì, se il tuo dominio è stato credibile per anni la cosa può aiutare” e che acquistare un nuovo dominio, trasferirvi i propri contenuti e sperare di avere lo stesso PageRank di sempre è mera utopia. Poi, però, contraddicendo quanto espresso in precedenza rivelano che “nella maggioranza dei casi la cosa non ha importanza, perché vogliamo presentare le migliori informazioni, non solo quelle più vecchie”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Vatlupienta lcul Balengu scrive:
    complimenti a chojin
    sei un grande :|
  • Marco Ravich scrive:
    Pirateria: NO, GRAZIE (facciamo da soli)

    Forward AgencyIn progress we (always) trust.
    • oniram scrive:
      Re: Pirateria: NO, GRAZIE (facciamo da soli)
      Veramente, un formato DRM a prova di bomba esiste, ed è il Super Audio CD.È assolutamente incopiabile, per il semplice fatto che masterizzatori SACD non esistono.Si può in teoria ottenere il flusso DSD da una uscita digitale di un lettore SACD, ma da questo poi non si potrebbe rimasterizzare un SACD, e quindi non si può ottenere una vera copia dell'originale...La domanda è: se avevano tanto a cuore il DRM, perché i progettisti dei BD non hanno adottato una soluzione simile a quella dei SACD?
      • Wolf01 scrive:
        Re: Pirateria: NO, GRAZIE (facciamo da soli)
        Eh, infatti, quello che dicevo io un po' più in suSe non commerci i masterizzatori puoi fare tutte le copie che vuoi in altri formati, ma non in quel formato
        • Beppe scrive:
          Re: Pirateria: NO, GRAZIE (facciamo da soli)
          - Scritto da: Wolf01
          Eh, infatti, quello che dicevo io un po' più in su
          Se non commerci i masterizzatori puoi fare tutte
          le copie che vuoi in altri formati, ma non in
          quel
          formatoMa cosa ti frega di avere quel formato, poniamo che io voglia vedere un film in alta definizione e con audio sorround, se inserisco il cd/dvd/br nel mio lettore hd e funziona, lo vedo e sento bene, poco mi interessrà se sarà nel formato proprietario o meno, l'importante è vederlo.Poi la storia della pirateria è la più assurda che esiste, se non ci fosse, le case di player non venderebbero i lettori, la sony stessa non venderebbe milioni di cd/dvd all'anno, non ci sarebbe la ricerca di nuovi formati compatibili, si userebbe il solito e nessuno ricomprerebbe il nuovo player, ma lo sapete che sono anni avanti in progettazione rispetto a quella venduta, perchè?Perchè se saltassero subito al formato cineteca in un solo supporto perderebbero i guadagni di tutti gli aggiornamenti da oggi al futuro player, la pirateria fa girare più soldi a tutti, compresi quelli che si lamentano per le perdite, se volessero potrebbero distribuire il film su un chip inalterabile modello SD, piccolo, dalla spedizione facile, costo basso su larghi consumi, e riutilizzabile dalla casa per eventuali fallimenti di share, non lo vendo, bene lo cancello e ci metto sopra un altro film, questo è possibile, ma non lo faranno mai, ci rimetterebbero troppo senza la pirateria.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Pirateria: NO, GRAZIE (facciamo da soli)
            Semplicemente perchè non potendo masterizzare in quello specifico formato sai che quello specifico formato contiene sempre materiale legale, se non c'è nessun altro che può mettere dentro roba illegale tranne l'azienda/le aziende con la licenza e gli apparati per masterizzare si sa subito chi beccareSiccome da sempre l'industria ci ha dato la manna delle radio-registratori, registratori-vhs, masterizzatori cd/dvd/bluray è solo da colpevolizzare l'industria!
  • 0verture scrive:
    Domanda tecnica
    Una volta, quando parlare di mp3 è come farlo adesso di divx, si era come creata una "tabella" di conversione che aiutava a farsi due conti al volo. Una cosa del tipo: 1 minuto in mp3 a 128k corrisponde circa ad 1MB, quindi 1 CD può contenere circa 650 minuti di musica. Adesso, precisione a parte (non saranno 650, ma 600/620), uno poteva avere una mezza idea di qual'era il rapporto qualità/peso file di un mp3 ma non mi pare di aver mai visto niente di simile per tutti i formati successivi, tanto che spesso e volentieri non si trovano tanto facilmente filmati codificati con il giusto bitrate (spesso sovrabbondante).Sapete niente quindi di una tabella che aiuti a capire quali sarebbero le "equivalenze" in termini di qualità tra i vari codec ?Per esempio, un DVD dual layer sono circa 8GB in mpeg-2 AC3 ed un bitrate medio di 6Mbit. Il corrispettivo in Divx senza artefatti di quanto dovrebbe essere ? Ed in Avc ?
    • chojin scrive:
      Re: Domanda tecnica
      - Scritto da: 0verture
      Una volta, quando parlare di mp3 è come farlo
      adesso di divx, si era come creata una "tabella"
      di conversione che aiutava a farsi due conti al
      volo.


      Una cosa del tipo: 1 minuto in mp3 a 128k
      corrisponde circa ad 1MB, quindi 1 CD può
      contenere circa 650 minuti di musica. Adesso,
      precisione a parte (non saranno 650, ma 600/620),
      uno poteva avere una mezza idea di qual'era il
      rapporto qualità/peso file di un mp3 ma non mi
      pare di aver mai visto niente di simile per tutti
      i formati successivi, tanto che spesso e
      volentieri non si trovano tanto facilmente
      filmati codificati con il giusto bitrate (spesso
      sovrabbondante).

      Sapete niente quindi di una tabella che aiuti a
      capire quali sarebbero le "equivalenze" in
      termini di qualità tra i vari codec
      ?

      Per esempio, un DVD dual layer sono circa 8GB in
      mpeg-2 AC3 ed un bitrate medio di 6Mbit. Il
      corrispettivo in Divx senza artefatti di quanto
      dovrebbe essere ? Ed in Avc
      ?MPEG-4 Part 10 H.264 AVC è progettato per ottenere almeno la stessa qualità di MPEG-2 utilizzando 1/3 della banda.Il futuro H.265 nelle prime fasi di progettazione dovrebbe richiedere metà banda e quindi bitrate dell' H.264 a parità di qualità.
      • 0verture scrive:
        Re: Domanda tecnica
        1/3 quindi il bitrate medio dovrebbe stare sui 2Mbit e per i Divx ?Comunque sarebbe veramente interessante trovare dei confronti completi a riguardo sia nei confronti di mpeg2 che mpeg1
  • Nome scrive:
    All'industria interessa solo il DRM !
    Ed ho pure letto che sono single layer !Questo dimostra come all'industria dei contenuti interessi solo il DRM !per l'alta definizione erano sufficienti dei normali dischi dual layer e non hardware costosissimo e superblindato (anche a livello di cavi e monitor per pc: il segnale sui primi DVI è già in digitale ma non crittografato)
    • Be&O scrive:
      Re: All'industria interessa solo il DRM !
      Questo era OBIO !Su un Dual-Layer se si vuole si ottiene un ottimo1080p basta togliere tutti i fronzoli ed extra edotimizzare tutto il processo.L'HD-DVD ed il Blue-Ray è nato solo per far cambiaretutto l'Hardware e cercare (Vana Speranza) un nuovomodo per Eliminare gli "Zero Day".Vedi che i primi Blue-Ray usavano i 1080p in formatoMpeg2, lo stesso dei DVD !25Giga MPeg2 1080p...1/3...8Giga MPeg4 1080p....(rotfl)In Jappone il Blue-Ray viene usato spesso per ridurrele serie TV in un unico supporto in NTSC-J piuttostoche 7 DVD..... (Poco spazio in casa...)
  • Il Detrattore scrive:
    in cina vende solo VCD e DVD
    solito articolo scopiazzato.in cina posso garantire che vendono bene solo i DVD e tirano ancora tantissimo i vetusti VCD.di lettori blu-ray per ora se ne vedono pochissimi.
    • chojin scrive:
      Re: in cina vende solo VCD e DVD
      - Scritto da: Il Detrattore
      solito articolo scopiazzato.

      in cina posso garantire che vendono bene solo i
      DVD e tirano ancora tantissimo i vetusti
      VCD.

      di lettori blu-ray per ora se ne vedono
      pochissimi.Perchè tu scrivi dalla Cina e sai tutto. Onniscente.
  • Star scrive:
    Chi ama la qualità...
    ... di certo non compra simile oscenità.La qualità è appena superiore a quella di un normale DVD... a fronte di una risoluzione maggiore la compressione AVC/HD non è sufficiente per mantenere un livello di compressione ottimale in soli 8Gb di spazio.Quindi nelle scene movimentate sicuramente si vedranno dei bei quadrettoni... cosa che non avviene su un DVD classico di buona qualità, anche se ha una risoluzione inferiore.Se i veri dischi Blu-Ray hanno una capacità di 50Gb (contro gli 8Gb dei DVD) un motivo ci sarà anche O)
    • chinchillart scrive:
      Re: Chi ama la qualità...
      Io ho provato diversi rip Matroska e H264. Film in 720p compressi in 4.3 GB. Guardati su monitor da 24 pollici 1920x1200.Francamente non ho notato quadrettoni o difetti macroscopici.C'è da dire che il pubblico di massa se ne sbatte altamente della qualità. I produttori di Hardware e contenuti ci hanno abituato così, quando hanno iniziato a vendere lettori MP3 e lettori DiVX. Adesso proporre un formato ad alta definizione è nettamente in controtendenza.Il bimbominkia medio, pensa come prima cosa come riversare il BRD o il DVD sul suo nuovo fiammante ipod.Per gustarsi un buon film, un ottimo lettore DVD con upscaling e un buon sistema home-theatre sono più che sufficienti. Comunque anni luci avanti rispetto al vecchio VHS.
      • anonimo scrive:
        Re: Chi ama la qualità...
        - Scritto da: chinchillart
        Io ho provato diversi rip Matroska e H264. Film
        in 720p compressi in 4.3 GB. Guardati su monitor
        da 24 pollici
        1920x1200.
        24 pollici non è abbastanza per fare dei test, anche io ho un monitor di quelle dimensioni, ma tra questo e il televisore in sala che è full hd 46 pollici c'è una bella differenza e la compressione la noti molto di più.
        • chinchillart scrive:
          Re: Chi ama la qualità...
          Purtroppo non posso permettermi un full HD di quelle dimensioni.Tuttavia, credo che tra guardare un 24" da 50 cm di distanza e un 46" da uno o due metri di distanza, a parità di risoluzione, non ci siano grosse differenze di percezione del dettaglio.O forse gioca il fatidico dot-pitch? Monitor più grande =
          dot-pitch maggiore.Ovviamente è solo una mia opinione dettata dal background fotografico.Giusto per curiosità, hai collegato il 46" al PC via HDMI ?
          • anonimo scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: chinchillart
            Giusto per curiosità, hai collegato il 46" al PC
            via HDMI
            ?Sì, però solo per fare una prova il televisore lo uso per vedere i film. Cmq usare il computer su uno schermo così è un'esperienza che tutti dovrebbero provare.
        • fred scrive:
          Re: Chi ama la qualità...
          Direi che qualsiasi schermo se in alta risoluzione guardato ad una distanza adeguata puo' andare bene, basta solo creare legiuste condizioni e ........ trovarli ovviamente perche' nel consumer e' un po' difficile a prezzi decenti.Posso citare qualche esempio, le telecamere ad alta definizione (non quelle da 4 soldi) hanno un viewfinder da 1.5" con una lente oppure un monitor da 5" piazzato in cima se viene usata in studio su cavalletto;purtroppo hanno dei costi proibitivi, orientati per l'uso dove vengono installate e a noi poveri mortali rimangono i tv classici e i monitor per pc.Poi c'e' il solito discorso a cui avete accennato, se si e' distanti dal tv si perdono i dettagli e distinguere i vari formati diventa difficile;per curiosita', sono riuscito di recente a provare un 74" , talmente grande e pesante che non l'ho nemmeno sfilato dalla base della scatola (dovevo solo verificarne l'integrita' dopo il viaggio); a parte l'onda calorica infrarossa che emanava mi sono divertito a giocare un gioco su pc per alcuni minuti guardando attraverso quel mostro, la risoluzione era la classica full hd, la qualita' video so-so e l'immagine era graaaande; e' roba da fiere.
        • BrUtE AiD scrive:
          Re: Chi ama la qualità...
          Mah, gli XviD di buona qualità si vedono decentemente anche su 4x3 mt con un videoproiettore DLP a 800x600.Comunque chi compra televisori così grandi non ha capito una fava, IMHO.ReSiStAnCe Is FuTiLe
          • fred scrive:
            Re: Chi ama la qualità...

            Comunque chi compra televisori così grandi non ha
            capito una fava, IMHO.per chi fosse appassionato di fansub e le piglia periodicamente per guardarsele avrebbe un senso in quanto vengono rilasciate sia in formato standard che 720 e la produzione di materiale di quella categoria e' enorme (tuttavia e' un genere di nicchia per gli amanti del genere).In questo specifico caso i televisori Hd-ready piu' economici dei full-hd si adattano alla perfezione, basta che abbiano un ingresso dvi; credo sia difficile trovare una combinazione di utilizzo migliore di questa tranne che nei videogames.
    • krane scrive:
      Re: Chi ama la qualità...
      - Scritto da: Star
      ... di certo non compra simile oscenità.
      Se i veri dischi Blu-Ray hanno una capacità di
      50Gb (contro gli 8Gb dei DVD) un motivo ci sarà
      anche O)Pensavo fosse per schiacciarci un numero maggiore di film compressi in DVX !!! :$
    • fred scrive:
      Re: Chi ama la qualità...
      Non e' cosi'; le compressioni software fatte da un pc (e non dalle costose macchine dedicate) hanno sorpassato quei limiti che descrivi;chi volesse provare i risultati ottenibili puo' sperimentare il gratuito mediacoder caricando uno dei preset forniti col pacchetto di nome h264/aac+ e sperimentare i risultati ottenibili; per comprimere 2 ore di hdtv con 4 core a 3ghz probabilmente ci vorra' una settimana, ma se e' vero che si trovano in giro film a 4mbit in ottima qualita' vuol dire che ci sono persone che fanno questo sforzo.
      • chojin scrive:
        Re: Chi ama la qualità...
        - Scritto da: fred
        Non e' cosi'; le compressioni software fatte da
        un pc (e non dalle costose macchine dedicate)
        hanno sorpassato quei limiti che
        descrivi;
        chi volesse provare i risultati ottenibili puo'
        sperimentare il gratuito mediacoder caricando uno
        dei preset forniti col pacchetto di nome
        h264/aac+ e sperimentare i risultati ottenibili;
        per comprimere 2 ore di hdtv con 4 core a 3ghz
        probabilmente ci vorra' una settimana, ma se e'
        vero che si trovano in giro film a 4mbit in
        ottima qualita' vuol dire che ci sono persone che
        fanno questo
        sforzo.Non sai di che parli e devi avere problemi di vista. Gli artefatti creati dalla compressione, specie con encoder opensource, sono evidenti. Non è magia, quando abbassi il bitrate complessivo del flusso dati crei per forza di cose artefatti, anche utilizzando i parametri di codifica più complessi messi a disposizione da un encoder ed anche usando i filtri più complessi e con la precisione più alta. Non si sfugge. Una ricompressione anche H.264 ma a basso bitrate non potrà mai essere paragonabile ad un sorgente Blu-Ray H.264 30-35Mbps !
        • SIGLAZY scrive:
          Re: Chi ama la qualità...


          Non e' cosi'; le compressioni software fatte da

          un pc (e non dalle costose macchine dedicate)

          hanno sorpassato quei limiti che descrivi
          Non sai di che parli e devi avere problemi di
          vista. Gli artefatti creati dalla compressione,
          specie con encoder opensource, sono evidenti.Non sai di che parli.Gli artefatti creati dalla compressione fatta off-line sono nulla in confronto a quelli generati dalla riscalatura fatta in tempo reale dal televisore.A meno che, ovviamente, tu non usi uno schermo diverso per ogni formato HD (un televisore per vedere la TV, uno per i DVD, uno per i BluRay 720p, uno per i BluRay 1080p ...)
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: SIGLAZY


            Non e' cosi'; le compressioni software fatte
            da


            un pc (e non dalle costose macchine dedicate)


            hanno sorpassato quei limiti che descrivi


            Non sai di che parli e devi avere problemi di

            vista. Gli artefatti creati dalla compressione,

            specie con encoder opensource, sono evidenti.

            Non sai di che parli.
            Gli artefatti creati dalla compressione fatta
            off-line sono nulla in confronto a quelli
            generati dalla riscalatura fatta in tempo reale
            dal
            televisore.
            A meno che, ovviamente, tu non usi uno schermo
            diverso per ogni formato HD (un televisore per
            vedere la TV, uno per i DVD, uno per i BluRay
            720p, uno per i BluRay 1080p
            ...)Sei tu che non sai di cosa stai parlando. La riscalatura del televisore che cosa avrebbe mai a che vedere con la ri-compressione completa eseguita da un encoder? Un encoder fa qualcosa in più della semplice eventuale riscalatura.... eh!
        • ruppolo scrive:
          Re: Chi ama la qualità...
          - Scritto da: chojin
          Una
          ricompressione anche H.264 ma a basso bitrate non
          potrà mai essere paragonabile ad un sorgente
          Blu-Ray H.264 30-35Mbps
          !Vero, ma 30-35 Mbps sul formato 1920x1080p corrispondono a 13,3-15,6 Mbps sul formato 1280x720p e la metà sul 1280x720i. Su quest'ultimo formato, un flusso a 15,6 Mbps per 2 ore produce 7 GiB di dati, che stanno comodamente su un DVD-DL (7,95GiB max). E senza artefatti da compressione.Oppure, a 13,3 Mbps e 1280x720p, ci sta un film da 1 ora e 20.Un DVD così concepito si vedrà stupendamente sulla maggior parte dei TV LCD e plasma, che hanno una risoluzione vicina a 1280x720 (i cosiddetti "HD Ready"). Tra l'altro anche l'HD di SKY ha tale risoluzione.Su un Full HD non si noteranno differenze: l'upscaling non produce effetti visibili se non osservando il monitor a meno di mezzo metro.
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: chojin

            Una

            ricompressione anche H.264 ma a basso bitrate
            non

            potrà mai essere paragonabile ad un sorgente

            Blu-Ray H.264 30-35Mbps

            !
            Vero, ma 30-35 Mbps sul formato 1920x1080p
            corrispondono a 13,3-15,6 Mbps sul formato
            1280x720p e la metà sul 1280x720i. Su
            quest'ultimo formato, un flusso a 15,6 Mbps per 2
            ore produce 7 GiB di dati, che stanno comodamente
            su un DVD-DL (7,95GiB max). E senza artefatti da
            compressione.
            Oppure, a 13,3 Mbps e 1280x720p, ci sta un film
            da 1 ora e
            20.I tuoi calcoli sono campati in aria e basati su tue convinzioni personali errate. Le corrispondenze di cui parli non solo non esistono ma non hanno alcun senso. Le cose sono molto più complicate di quello che credi tu. Poi quando affermi che non vi sono artefatti da compressione dimostri evidentemente di non avere la più pallida idea di cosa stai parlando. Non basta usare i programmi opensource e seguire le guide su alcuni siti web per conoscere il funzionamento reale dei sistemi di compressione video. Hai una gran confusione in testa, ti sei fatto idee totalmente sbagliate.
            Un DVD così concepito si vedrà stupendamente
            sulla maggior parte dei TV LCD e plasma, che
            hanno una risoluzione vicina a 1280x720 (i
            cosiddetti "HD Ready"). Tra l'altro anche l'HD di
            SKY ha tale
            risoluzione.
            Su un Full HD non si noteranno differenze:
            l'upscaling non produce effetti visibili se non
            osservando il monitor a meno di mezzo
            metro.L' HD di Sky è 1080i e basso bitrate, infatti fa piuttosto schifo, specie se confrontato con i Blu-Ray 1080p ad alto bitrate. E scrivi ancora cose senza senso, l'upscaling non produce effetti visibili? E da dove sorge una simile convinzione, errata? Da meno di mezzo metro ? Continui a scrivere cose che non sono vere e le consideri la verità. La tua verità è sbagliata, totalmente.
          • ruppolo scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: chojin


            Una


            ricompressione anche H.264 ma a basso bitrate

            non


            potrà mai essere paragonabile ad un sorgente


            Blu-Ray H.264 30-35Mbps


            !

            Vero, ma 30-35 Mbps sul formato 1920x1080p

            corrispondono a 13,3-15,6 Mbps sul formato

            1280x720p e la metà sul 1280x720i. Su

            quest'ultimo formato, un flusso a 15,6 Mbps per
            2

            ore produce 7 GiB di dati, che stanno
            comodamente

            su un DVD-DL (7,95GiB max). E senza artefatti da

            compressione.

            Oppure, a 13,3 Mbps e 1280x720p, ci sta un film

            da 1 ora e

            20.

            I tuoi calcoli sono campati in aria e basati su
            tue convinzioni personali errate. Le
            corrispondenze di cui parli non solo non esistono
            ma non hanno alcun senso.I miei calcoli sono fatti con la calcolatrice:1920*1080=2073600 pixel1280x720=921600 pixel921600/2073600=0,444444. Questo è il coefficiente a cui va moltiplicato il bitrate del formato 1920x1080 per ottenere l'equivalente a 1280x720.
            Le cose sono molto più complicate di quello che
            credi tu.Può darsi, ma io a differenza tua porto dei dati oggettivi.
            Poi quando affermi che non vi sono artefatti da
            compressione dimostri evidentemente di non avere
            la più pallida idea di cosa stai parlando.Lo affermo sulla base dei numeri, a differenza tua.
            Non basta usare i programmi opensource e seguire
            le guide su alcuni siti web per conoscere il
            funzionamento reale dei sistemi di compressione
            video.Ho detto questo?
            Hai una gran confusione in testa, ti sei fatto
            idee totalmente sbagliate.Probabile, ma intanto le mie idee le ho verificate con i numeri.
            L' HD di Sky è 1080i e basso bitrate, infatti fa
            piuttosto schifo, specie se confrontato con i
            Blu-Ray 1080p ad alto bitrate.Un link a riprova di quanto affermi è doveroso...
            E scrivi ancora cose senza senso, l'upscaling non
            produce effetti visibili? E da dove sorge una
            simile convinzione, errata? Da meno di mezzo
            metro ?Sorge da semplice osservazione di un comune monitor LCD attaccato ad un comune computer, il quale può essere impostato a diverse risoluzioni (oltre quella nativa).
            Continui a scrivere cose che non sono vere e le
            consideri la verità. La tua verità è sbagliata,
            totalmente.Io la mia verità l'ho avallata da calcoli precisi, ora sta a te avallare la tua.
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: ruppolo

            I tuoi calcoli sono campati in aria e basati su

            tue convinzioni personali errate. Le

            corrispondenze di cui parli non solo non
            esistono

            ma non hanno alcun senso.
            I miei calcoli sono fatti con la calcolatrice:
            1920*1080=2073600 pixel
            1280x720=921600 pixel
            921600/2073600=0,444444. Questo è il coefficiente
            a cui va moltiplicato il bitrate del formato
            1920x1080 per ottenere l'equivalente a
            1280x720.Se pensi che basti un calcolo tanto banale dimostri di non avere idea di come funzionano le cose.
          • ruppolo scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: ruppolo


            I tuoi calcoli sono campati in aria e basati
            su


            tue convinzioni personali errate. Le


            corrispondenze di cui parli non solo non

            esistono


            ma non hanno alcun senso.

            I miei calcoli sono fatti con la calcolatrice:

            1920*1080=2073600 pixel

            1280x720=921600 pixel

            921600/2073600=0,444444. Questo è il
            coefficiente

            a cui va moltiplicato il bitrate del formato

            1920x1080 per ottenere l'equivalente a

            1280x720.

            Se pensi che basti un calcolo tanto banale
            dimostri di non avere idea di come funzionano le
            cose.Allora vediamo cosa sei capace di dimostrare tu.Prego...
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: chojin

            - Scritto da: ruppolo



            I tuoi calcoli sono campati in aria e basati

            su



            tue convinzioni personali errate. Le



            corrispondenze di cui parli non solo non


            esistono



            ma non hanno alcun senso.


            I miei calcoli sono fatti con la calcolatrice:


            1920*1080=2073600 pixel


            1280x720=921600 pixel


            921600/2073600=0,444444. Questo è il

            coefficiente


            a cui va moltiplicato il bitrate del formato


            1920x1080 per ottenere l'equivalente a


            1280x720.



            Se pensi che basti un calcolo tanto banale

            dimostri di non avere idea di come funzionano le

            cose.

            Allora vediamo cosa sei capace di dimostrare tu.
            Prego...Non devo dimostrarti nulla. Non basta lo spazio nè ho il tempo qui per mettermi a spiegarti le basi della teoria dei segnali, la costruzione dei filtri e della compressione video/audio. Le equivalenze ed i paragoni che fai con calcoli non-lineari basati sul semplice conteggio dei pixel non tengono minimamente conto di quello che avviene al segnale, non puoi pensare di avere un'equivalenza in maniera così banale. Fosse tutto così semplice non servirebbero anni di studio e pratica su queste tecnologie, nè vi sarebbe tanto dispendio di risorse da parte delle multinazionali in R&D.
          • Be&O scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            YAWN ! :-oTroppo facile mascherarsi dietro la frasetroppe pagine, troppo complicato per la gleba, non ho tempo.A parità di filmato maggiore è la matricee migliori alla fine sono le ottimizzazionipossibili in compressione, e poi se il videoviene ricompresso, va ricordato che esiste anche il bitstream variabile, che non èusabile su acquisizione in tempo reale masu codifica non in tempo reale si puòanche dimezzare lo spazio.Come al solito la verità sta nel mezzo e8GIGA sono sufficienti per un Ottimo 1080pvolendo.
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: Be&O
            YAWN ! :-o

            Troppo facile mascherarsi dietro la frase
            troppe pagine, troppo complicato per la
            gleba, non ho tempo.

            A parità di filmato maggiore è la matrice
            e migliori alla fine sono le ottimizzazioni
            possibili in compressione, e poi se il video
            viene ricompresso, va ricordato che esiste
            anche il bitstream variabile, che non è
            usabile su acquisizione in tempo reale ma
            su codifica non in tempo reale si può
            anche dimezzare lo spazio.

            Come al solito la verità sta nel mezzo e
            8GIGA sono sufficienti per un Ottimo 1080p
            volendo.E tu avresti dato una spiegazione tecnica ?1) Non hai detto nulla2) Ti sei dato ragione da solo dicendo nulla3) Quello che hai detto è assolutamente sbagliato."
            A parità di filmato maggiore è la matrice
            e migliori alla fine sono le ottimizzazioni
            possibili in compressione, e poi se il video
            viene ricompresso, va ricordato che esiste
            anche il bitstream variabile,"Questo che vorrebbe dire? Hai qualche idea di quello che hai scritto lì ? Perchè ciò che hai detto non significa assolutamente nulla. Prima di fare il saputello e lo spaccone e dare dell'ignorante agli altri magari dovresti pensarci un attimo e riflettere. Non hai evidentemente idea di cosa stai parlando.
          • Be&O scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            Non vedo dove ci sia scritto Ignorante nelmio sunto, ho solo detto che Tutti e pureio lo faccio non diamo spiegazioni.Non faccio ne lo spaccone ne il saputellosemplicemente la stessa SONY lo ha dimostrato25Giga in 1080p in formato MPeg2 bastano eavanzano per 2 Ore di Film senza fronzoli.Dividilo per 3 e ottieni 8Giga in Mpeg4 apari qualità.Se poi tu sei uno che ha investito nellapresa dei fondelli dell' FULL HD problemituoi, la Cina ha fatto una mossa che dimostrain pieno quanto labile sia il mercato dei DRM.Tu continua a vendere schermi Full HD e decantarele qualità del 1080p in Mpeg4 dolbi 9.1 Digitalche nel frattempo la gente non arriva a fine mesee si avvicina pure la possibilità di una terza guerra per aiutare il commercio mondiale....(rotfl)Altrimenti come gira l'economia.Io non ho basi, ma non ci vuole un genio pervedere le mosse del mercato, e se anche vinceval'HD-DVD le cose non cambiavano.Su 29 di film al consumatore che sia Blue-Rayo HD-DVD non cambia tanto tra 1 o 2 di aggiuntala spesa era solo sull'adattamento dei macchinaridi chi porta a casa già paghe a 8Zeri.....Vorrà dire che ci accontenteremo di vedere i pelisu una gamba della Lara Croft un poco più sfumatisul terzo Tomb Raider.PS:....Ignorante.... almeno così potrai dire chete l'ho detto. (amiga)
          • ruppolo scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: chojin
            Non devo dimostrarti nulla.Non PUOI dimostrare nulla. È diverso.
            Non basta lo spazio
            nè ho il tempo qui per mettermi a spiegarti le
            basi della teoria dei segnali, la costruzione dei
            filtri e della compressione video/audio.Non è che ti manca il tempo, ti manca la conoscenza. Non sai un emerito... tubo.
            Le equivalenze ed i paragoni che fai con calcoli
            non-lineari basati sul semplice conteggio dei
            pixel non tengono minimamente conto di quello che
            avviene al segnale, non puoi pensare di avere
            un'equivalenza in maniera così banale. Fosse
            tutto così semplice non servirebbero anni di
            studio e pratica su queste tecnologie, nè vi
            sarebbe tanto dispendio di risorse da parte delle
            multinazionali in
            R&D.Bla bla bla...Dall'alto della tua presunta sapienza ti basterebbero poche parole per tacitarmi, invece.... fuffa.Com'è che dicono qui? Ah si, TROLL!
          • fred scrive:
            Re: Chi ama la qualità...

            1920*1080=2073600 pixel
            1280x720=921600 pixel
            921600/2073600=0,444444. Questo è il coefficiente
            a cui va moltiplicato il bitrate del formato
            1920x1080 per ottenere l'equivalente a
            1280x720.non puoi fare un paragone del genere, devi tenere conto di come questi dati vengono esaminati e riscritti in formato compresso; passando dal 720 al 1080 l'incremento di informazioni *compresse* necessarie mantenendo la stessa perdita e' esiguo al punto che non considero mai di riscalare ad un formato inferiore salvo di non ritrovarmi in condizioni limite con lo spazioo la banda disponibile.Voglio inoltre portarvi a conoscenza del motivo per cui questi due formati sono stati progettati cosi', la spiegazione breve e' che un 1080i e un 720p hanno lo stesso pixel clock pari a 1,485 serializzato (vi rimando al formato hd-sdi su wikipedia) con il risultato che la circuitazione necessaria al trasporto e lavorazione del segnale e' la stessa e lavora in maniera identica in entrambi i casi (si parla di trattamento dei segnali in realtime quindi non subentrano compressioni ma al limite dve hardware), tecnicamente la quantita' di pixel e quindi di dati su cui lavorare e' quasi identica.Possiamo parlare di 1080 progressivo ma e' un formato quasi inesistente perche' non vi e' quasi nulla di produzione hardware a livello industriale che lo supporti, manca completamente l'hardware per lavorarlo in tempo reale per cui e' relegato a soluzioni software e alla stampa per i film.
          • ruppolo scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: fred

            1920*1080=2073600 pixel

            1280x720=921600 pixel

            921600/2073600=0,444444. Questo è il
            coefficiente

            a cui va moltiplicato il bitrate del formato

            1920x1080 per ottenere l'equivalente a

            1280x720.

            non puoi fare un paragone del genere,Paragone? Io non ho fatto alcun paragone, ho fatto un semplice calcolo sul bit rate. Il peso di un fotogramma, a parità di compressione, è dato dal numero di pixel. Doppi pixel, doppio peso. La matematica non è una opinione. E questo vale anche quando vi sono compressioni sullo spazio temporale, a parità di soggetti.
            devi tenere
            conto di come questi dati vengono esaminati e
            riscritti in formato compresso; passando dal 720
            al 1080 l'incremento di informazioni *compresse*
            necessarie mantenendo la stessa perdita e' esiguo
            al punto che non considero mai di riscalare ad un
            formato inferiore salvo di non ritrovarmi in
            condizioni limite con lo spazioo la banda
            disponibile.I dati vengono "esaminati e riscritti" (solo tu sai cosa significa) allo stesso modo per qualunque risoluzione, visto che gli algoritmi sono sempre gli stessi.
            Voglio inoltre portarvi a conoscenza del motivo
            per cui questi due formati sono stati progettati
            cosi', la spiegazione breve e' che un 1080i e un
            720p hanno lo stesso pixel clock pari a 1,485
            serializzato (vi rimando al formato hd-sdi su
            wikipedia) con il risultato che la circuitazione
            necessaria al trasporto e lavorazione del segnale
            e' la stessa e lavora in maniera identica in
            entrambi i casi (si parla di trattamento dei
            segnali in realtime quindi non subentrano
            compressioni ma al limite dve hardware),
            tecnicamente la quantita' di pixel e quindi di
            dati su cui lavorare e' quasi
            identica.
            Possiamo parlare di 1080 progressivo ma e' un
            formato quasi inesistente perche' non vi e' quasi
            nulla di produzione hardware a livello
            industriale che lo supporti, manca completamente
            l'hardware per lavorarlo in tempo reale per cui
            e' relegato a soluzioni software e alla stampa
            per i
            film.I film operano in tutt'altra direzione, sia in termini di risoluzione che di algoritmi di compressione. In sostanza non sai nulla dell'argomento.Hardware che tratta in tempo reale i fotogrammi esiste anche per risoluzioni ben superiori a 1920x1080p. Non solo una comune scheda video, ma addirittura i chip set utilizzati nei pc portatili senza scheda video dedicata sono in grado di decodificare in tempo reale il 1920x1080p. Anzi, gli resta pure il tempo per un downscaling bicubico.
          • fred scrive:
            Re: Chi ama la qualità...

            Paragone? Io non ho fatto alcun paragone, ho
            fatto un semplice calcolo sul bit rate. Il peso
            di un fotogramma, a parità di compressione, è
            dato dal numero di pixel. Doppi pixel, doppio
            peso. La matematica non è una opinione. E questo
            vale anche quando vi sono compressioni sullo
            spazio temporale, a parità di soggetti.ma la compressione video come la compressione jpeg non lavora esclusvamente sulla risoluzione ma sul contenuto dell'immagine altrimenti saremmo di fronte ad un algoritmo lossless;se l'algoritmo di comoressione funziona correttamente, se tu prendi il video o l'immagine e lo comprimi, se tu riscali al doppio il video o l'immagine hai quadruplicato i pixel ma la compressione ti dara' un file con le stesse dimensioni altrimenti singifica che la compressione non e' efficente.Allo stesso modo passando da 720 a 1080 i dettagli aggiunti non sono tali da incrementare notevolmente la quantita di informazioni effettivamente contenute nel video, a sua volta la perdita della compressione lima via delle parti e sono piu' di quanto lima dal formato inferiore con il risultato che il compresso ha una differenza di occupazione minore se rapportato.La matematica non e' un'oprinione ma se noi non riotteniamo l'originale allora non e' piu' matematica.
            I dati vengono "esaminati e riscritti" (solo tu
            sai cosa significa) allo stesso modo per
            qualunque risoluzione, visto che gli algoritmi
            sono sempre gli stessi.questo va corretto: le informazioni contenute nei dati vengono esaminate e riscritte allo stesso modo a prescindere dalla risoluzione, e non c'e' legame fra la risoluzione e la quantita' di dati contenuti;su uno schermo grigio uniforme senza rumore di fondo i dati contenuti sono di soli 3 bytes, sta all'algoritmo di compressione accorgersene e sfruttarlo a suo vantaggio.se cosi' non fosse il bitrarte delle compressioni sarebbe costante.
            I film operano in tutt'altra direzione, sia in
            termini di risoluzione che di algoritmi di
            compressione. In sostanza non sai nulla
            dell'argomento.
            Hardware che tratta in tempo reale i fotogrammi
            esiste anche per risoluzioni ben superiori a
            1920x1080p. Non solo una comune scheda video, ma
            addirittura i chip set utilizzati nei pc
            portatili senza scheda video dedicata sono in
            grado di decodificare in tempo reale il
            1920x1080p. Anzi, gli resta pure il tempo per un
            downscaling bicubico.leggi quello che scrivo per favore, in broadcast le latenze non sono ammissibili, i dati devono circolare i ntempo reale e mantenersi tutti nel campo di ritardo di una linea, quindi non solo non c'e' tempo per un processo temporale ma nemmeno per introdurre la correzione di errore e infatti un hdsdi quando ha problemi di trasmissione genera sullo schermo minuscoli pixel bianchi o colorati.Quando un segnale hd deve essere trattato in tempo reale deve fare un percorso molto lungo, deve uscire da un ccd, essere trattato in gamma, compressione , dettaglio orizzontale e verticale e compressione dei bianchi, poi deve percorrere u ncavo triax e l'elettronica fissa connessa al lato opposto della camera, quindi deve passare una piu' volte per una matrice , forse un mixer video, un dsk per le titolazioni e infine va a finire in una borchia che tramite fibra ottica va a finire in un centro di smistamento dati (ma talvolta si usa un link satellitare a 70mbit o differente).Il segnale in tutto questo percorso e' ritardato tipicamente di un tempo pari a 4 linee di scansione (qualch decina di microsecondi), tempi materiali per fare qualsiasi trattamento che richiede di immagazzinare dei byte no nve ne sono ad eccezzione del circuito che mette in fase il sync orizzontale situato all'ingresso dei mixer video (un vero e proprio tbc con una linea di memoria).al di fuori di questo allineamento di sync i ltempo di propagazione va sue 3 5 10 microsecondo dovuti sia allo slew-rate dei componenti sia dal ritardo di propagazione dei cavi coassiali; e ogni volta questi tempi o io o chi altri se li deve calcolare....
          • ruppolo scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: fred
            ma la compressione video come la compressione
            jpeg non lavora esclusvamente sulla risoluzione
            ma sul contenuto dell'immagine altrimenti saremmo
            di fronte ad un algoritmo
            lossless;
            se l'algoritmo di comoressione funziona
            correttamente, se tu prendi il video o l'immagine
            e lo comprimi, se tu riscali al doppio il video o
            l'immagine hai quadruplicato i pixel ma la
            compressione ti dara' un file con le stesse
            dimensioni altrimenti singifica che la
            compressione non e'
            efficente.Falso.L'algoritmo jpeg divide l'immagine sempre in blocchi da 8x8 pixel, indipendentemente da quanti pixel ci sono nell'immagine. Pertanto un fotogramma con il doppio dei punti conterrà il doppio di blocchi compressi.
            Allo stesso modo passando da 720 a 1080 i
            dettagli aggiunti non sono tali da incrementare
            notevolmente la quantita di informazioni
            effettivamente contenute nel video, a sua volta
            la perdita della compressione lima via delle
            parti e sono piu' di quanto lima dal formato
            inferiore con il risultato che il compresso ha
            una differenza di occupazione minore se
            rapportato.
            La matematica non e' un'oprinione ma se noi non
            riotteniamo l'originale allora non e' piu'
            matematica.Tu sati facendo un banale errore: le immagini a 1920x1080 non sono ottenute ingrandendo immagini a risoluzione inferiore, pertanto esse contengono i maggiori dettagli che ci si aspetta.
            questo va corretto: le informazioni contenute nei
            dati vengono esaminate e riscritte allo stesso
            modo a prescindere dalla risoluzione, e non c'e'
            legame fra la risoluzione e la quantita' di dati
            contenuti;Ti stai contraddicendo da solo.È vero che le informazioni vengono trattate a prescindere dalla risoluzione, ma questo comporta un legame direttamente proporzionale alla quantità di informazioni.Altrimenti, come dici tu, qualunque immagine di qualunque dimensione avrebbe sempre lo stesso peso.
            su uno schermo grigio uniforme senza rumore di
            fondo i dati contenuti sono di soli 3 bytes, sta
            all'algoritmo di compressione accorgersene e
            sfruttarlo a suo
            vantaggio.
            se cosi' non fosse il bitrarte delle compressioni
            sarebbe
            costante.Ciò non toglie che i dati vengono sempre analizzati matrici da 8x8 pixel, ed ogni matrice produce una certa quantità di dati.Infatti se fai un jpeg di una immagine perfettamente bianca e poi un altro jpeg della stessa immagine, ma più grande, otterrai due files di peso differente.
            leggi quello che scrivo per favore, in broadcast
            le latenze non sono ammissibili, i dati devono
            circolare i ntempo reale e mantenersi tutti nel
            campo di ritardo di una linea, quindi non solo
            non c'e' tempo per un processo temporale ma
            nemmeno per introdurre la correzione di errore e
            infatti un hdsdi quando ha problemi di
            trasmissione genera sullo schermo minuscoli pixel
            bianchi o
            colorati.

            Quando un segnale hd deve essere trattato in
            tempo reale deve fare un percorso molto lungo,
            deve uscire da un ccd, essere trattato in gamma,
            compressione , dettaglio orizzontale e verticale
            e compressione dei bianchi, poi deve percorrere u
            ncavo triax e l'elettronica fissa connessa al
            lato opposto della camera, quindi deve passare
            una piu' volte per una matrice , forse un mixer
            video, un dsk per le titolazioni e infine va a
            finire in una borchia che tramite fibra ottica va
            a finire in un centro di smistamento dati (ma
            talvolta si usa un link satellitare a 70mbit o
            differente).
            Il segnale in tutto questo percorso e' ritardato
            tipicamente di un tempo pari a 4 linee di
            scansione (qualch decina di microsecondi), tempi
            materiali per fare qualsiasi trattamento che
            richiede di immagazzinare dei byte no nve ne sono
            ad eccezzione del circuito che mette in fase il
            sync orizzontale situato all'ingresso dei mixer
            video (un vero e proprio tbc con una linea di
            memoria).
            al di fuori di questo allineamento di sync i
            ltempo di propagazione va sue 3 5 10 microsecondo
            dovuti sia allo slew-rate dei componenti sia dal
            ritardo di propagazione dei cavi coassiali; e
            ogni volta questi tempi o io o chi altri se li
            deve
            calcolare....Da questo tuo ultimo discorso infarcito di tecnicismi capisco che non hai una visione globale delle cose.Il ritardo del trattamento delle immagini da trasmettere non ha alcuna attinenza con la ricezione delle stesse. In trasmissione si possono tollerare ritardi di qualsiasi entità, per farti capire il concetto, anche di anni, non di microsecondi.Il problema sta nella ricezione, il cui tempo di processo non può superare la cadenza del flusso di fotogrammi ricevuti. In ogni caso in qualunque ricevitore digitale (e per ricevitore non intendo solo i ricevitori radio) viene concepito con un buffer, dove vengono stipati i dati attesa di essere processati. Questo permette ai processori di compiere operazioni asincrone, come gestire altre faccende hardware/software non attinenti al processo del segnale.
          • fred scrive:
            Re: Chi ama la qualità...

            Falso.
            L'algoritmo jpeg divide l'immagine sempre in
            blocchi da 8x8 pixel, indipendentemente da quanti
            pixel ci sono nell'immagine. Pertanto un
            fotogramma con il doppio dei punti conterrà il
            doppio di blocchi compressi.Ma se i pixel hanno lo stesso colore l'occupazione sara' molto inferiore.
            Tu stai facendo un banale errore: le immagini a
            1920x1080 non sono ottenute ingrandendo immagini
            a risoluzione inferiore, pertanto esse contengono
            i maggiori dettagli che ci si aspetta.l'incremento dei dettagli c'e' ma e' molto basso;si ha un grosso incremento solo in presenza di segnali critici che non rappresentano il contenuto tipico del video ad alta definizione, l'unico vero problema e' nel cambio camera.
            È vero che le informazioni vengono trattate a
            prescindere dalla risoluzione, ma questo comporta
            un legame direttamente proporzionale alla
            quantità di informazioni.la quantita' di informazioni e' indipendente dalla risoluzione
            Altrimenti, come dici tu, qualunque immagine di
            qualunque dimensione avrebbe sempre lo stesso
            peso.e io che ho detto?

            su uno schermo grigio uniforme senza rumore di

            fondo i dati contenuti sono di soli 3 bytes, sta

            all'algoritmo di compressione accorgersene e

            sfruttarlo a suo vantaggio.

            se cosi' non fosse il bitrarte delle compressioni

            sarebbe costante.
            Ciò non toglie che i dati vengono sempre
            analizzati matrici da 8x8 pixel, ed ogni matrice
            produce una certa quantità di
            dati.
            Infatti se fai un jpeg di una immagine
            perfettamente bianca e poi un altro jpeg della
            stessa immagine, ma più grande, otterrai due
            files di peso differente.saranno tanto piu' vicine quanto piu' e' efficente l'algoritmo di compressione, quello del jpeg lo e' fino un certo punto, in fondo jpeg ha la sua eta' ed era progettato per l'hardware diffuso in quel periodo;anche winrar commetteva degli errori ad esempio; ho compresso 1gb di zeri con winrar e mi ha prodotto un archivio di 40k, ho ricompresso l'archivio rar con winrar e ho ottenuto 1,5k , ma considerando che l'header e' di poche decine di bytes si sarebbe potuti arrivare ad un archivio di poche decine di bytes.
            Da questo tuo ultimo discorso infarcito di
            tecnicismi capisco che non hai una visione
            globale delle cose.lo vedo dal lato della produzione
            Il ritardo del trattamento delle immagini da
            trasmettere non ha alcuna attinenza con la
            ricezione delle stesse. In trasmissione si
            possono tollerare ritardi di qualsiasi entità,
            per farti capire il concetto, anche di anni, non
            di microsecondi.no, in fase di postproduzione e' indispensabile lavorare con tempi minimi poiche' questo e' richiesto per lavorare decentemente.in un sistema di editing il ritardo dei display recenti e' la croce degli operatori rvm e costringe alla ricerca di macchine adeguate; pensa che i monitor lcd da editing sono interlacciati e flickerano come i cinescopi.
            Il problema sta nella ricezione, il cui tempo di
            processo non può superare la cadenza del flusso
            di fotogrammi ricevuti. In ogni caso in qualunque
            ricevitore digitale (e per ricevitore non intendo
            solo i ricevitori radio) viene concepito con un
            buffer, dove vengono stipati i dati attesa di
            essere processati.
            Questo permette ai processori
            di compiere operazioni asincrone, come gestire
            altre faccende hardware/software non attinenti al
            processo del segnale.comincio a perdermi poiche' ho mille cose da faretornando al discorso di inizio sto dicendo che-la compressione realtime e' poco efficente perche' lavora su una quantita' di dati ridotta e non puo' sfruttare le capacita' del compressore; la compressione realtime permette l'uso di hardware semplice e molto veloce ed e' indispensabile in fase di postproduzione, ha costi molto elevati sia in termine di trattamento che di trasporto.-la compressione offline effettuata su un gran quantita' di dati permette di sfruttare le capacita' degli algoritmi di compressione al limite della loro efficenza a discapito delle capacita' dell'hardware e della velocita' (anche in riproduzione occorre un extra di potenza di calcolo); puo' ridurre piuo o meno notevolmente il bitrate a parita' di qualita' ed e' relegata quasi esclusivamente a compressione software e richiede molto calcolo;essendo offline e' a portata di tutti e costa meno nel traporto.e per ora chiudo perche' sono cotto.
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: fred
            Voglio inoltre portarvi a conoscenza del motivo
            per cui questi due formati sono stati progettati
            cosi', la spiegazione breve e' che un 1080i e un
            720p hanno lo stesso pixel clock pari a 1,485
            serializzato (vi rimando al formato hd-sdi su
            wikipedia) con il risultato che la circuitazione
            necessaria al trasporto e lavorazione del segnale
            e' la stessa e lavora in maniera identica in
            entrambi i casi (si parla di trattamento dei
            segnali in realtime quindi non subentrano
            compressioni ma al limite dve hardware),
            tecnicamente la quantita' di pixel e quindi di
            dati su cui lavorare e' quasi
            identica.
            Possiamo parlare di 1080 progressivo ma e' un
            formato quasi inesistente perche' non vi e' quasi
            nulla di produzione hardware a livello
            industriale che lo supporti, manca completamente
            l'hardware per lavorarlo in tempo reale per cui
            e' relegato a soluzioni software e alla stampa
            per i
            film.??? Ma che stai dicendo ? Il 1080p è un formato inesistente ? In cosa? Nel realtime?A quanti anni fai sei rimasto?---http://www.design-reuse.com/articles/12849/designing-a-real-time-hdtv-1080p-baseline-h-264-avc-encoder-core.html Designing A Real-Time HDTV 1080p Baseline H.264/AVC Encoder Coreby Vincenzo Liguori and Kevin Wong, Ocean Logic Pty LtdAbstractThe hardware implementation of the emerging H.264/AVC video compression standard presents a number of difficult challenges when it comes to real-time encoding at HDTV rates. This paper describes an efficient implementation of a baseline H.264/AVC encoder core capable of encoding a 1920x1080 video stream in real time at 30 frames per second (HDTV 1080p). A very favorable comparison with the JM 8.6 software reference model also will be presented. While the specific target of the design was HDTV 1080p, the small size and low clock frequency required make this core suitable for a variety of applications, from mobile communication devices to HDTV camcorders and video surveillance systemsConclusionThe authors have implemented a very fast and small real-time baseline H.264/AVC core suitable for a variety of applications. The cores support for the highest HDTV resolution, 1920x1080 @ 30 fps progressive opens a whole new range of applications from high-end video camcorders to high-resolution video surveillance at very low cost. ----------http://findarticles.com/p/articles/mi_m0EIN/is_2007_August_29/ai_n27358075Harmonic Introduces World's First 1080p High Definition H.264 Real-Time Compression SolutionBusiness Wire, August 29, 2007 * E-mail * Print * LinkSupport for 1080p24 to Be Added to Market-Leading DiviCom[R] Electra[TM] 7000 Encoder; Harmonic Demonstrates Next Generation 1080p50 Encoding at IBC 2007SUNNYVALE, Calif. -- Harmonic Inc. (NASDAQ:HLIT) today announced support for high definition (HD) 1080p encoding at 24 frames per second (fps) on its market-leading MPEG-4 AVC (H.264) encoder, the DiviCom[R] Electra[TM] 7000. Today, seven of the ten largest satellite operators worldwide utilize Harmonic's compression systems, and the majority of these customers have selected the Electra 7000 to power their HD H.264 services. Harmonic also announced that it will showcase its next generation H.264 compression technology for 1080p at 60 or 50 fps -- currently the most advanced HD technology available -- in the world's first public demonstration at IBC 2007.-------http://avid.broadcastnewsroom.com/articles/viewarticle.jsp?id=522763-0Digital Rapids Takes H.264 Encoding and Streaming to New Heights with Real-Time HD SupportCombines the feature richness and format flexibility of a software solution with real-time performance traditionally only avaDigital Rapids, a leading developer of solutions for bringing television, video and movie content to the latest generation of viewing devices today unveiled new real-time, high definition encoding capabilities for the Digital Rapids Studio AVC Encoder software. Combining the real-time performance previously only available in hardware encoders with the feature and format flexibility of a software-centric solution, the Digital Rapids Studio AVC Encoder will support H.264 ingest, encoding, transcoding and streaming in high definition formats including 720p, 1080p and 1080i. The enhanced HD H.264 capabilities will also be available in upcoming models of the StreamZ Live family of live streaming encoders.---------http://keznews.com/17294=Fujitsu_s_H_264_video_processor_encodes_decodes_1080p_in_real-timeFujitsu's H.264 video processor encodes/decodes 1080p in real-timeserver: winbeta.org - 22.05.2007ust to get a sense of how much processing power Fujitsu's chip has, it took 2 quad-core AMD Barcelona chips (8-core system) at the AMD demo in Monterey, California to encode 1080p H.264 in http://hardocp.com/news.html?n ews=MjU2OTYsLCxoZW50aHVzaWFzdC wsLDE=
            nearly real-time.Japanese electronics firm Fujitsu today announced the release of what it believes is the industryâs first single-chip video processor capable of handling true high-definition H.264 video in real time.H.264 is the latest high-performance video compressor/decompress or âcodecâ that offers high-quality video with comparatively little data. It is used by Apple on its video-capable iPods and is part of the video standards for both HD DVD and Blu-ray movie disc formats.Fujitsu sees typical applications for the chip coming from digital video recorders and high-definition camcorders.-------
          • fred scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            Confermo, in postproduzione hardware per il 1080p realtime non esiste, il limite e' posto da bus sdi che e' limitato a 1,485gbit; esistono delle telecamere che forniscono il 1080p ma utilizzano due flussi paralleli su due bnc separati ma non e' ancora implementato nel firmware della camera quidni difatto non esistono telecamere per il normale mercato che facciano un vero 1080p, il che relega tutto aa un uso limitato normalmente in quisizione dalla pellicola o perlomento dentro un'area di lavoro ristretta; capito?la grande distribuzione ne 'e tagliata fuori......che sonso ha encoding realtime in 1080 progrssivo se non c'e' la sorgente? e ti garantisco che nei cataloghi di macchine in grado di reggere 2,97gbit per ogni canale quasi non ce ne sono, prevalentemente sono buffer passivi.cito fra l'altro anche questo "The hardware implementation of the emerging H.264/AVC video compression standard presents a number of difficult challenges when it comes to real-time encoding at HDTV rates."e queste difficolta' sono una parte di cio' che ha chiuso l'accesso a quel formato.non sono rimasto indietro, anzi e' probabile che pochi siano cosi' immersi in questo campo come me e i miei colleghi per cui sappiamo benissimo cosi si puo' fare ma non si fara' mai.
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: fred
            Confermo, in postproduzione hardware per il 1080p
            realtime non esiste, il limite e' posto da bus
            sdi che e' limitato a 1,485gbit; esistono delle
            telecamere che forniscono il 1080p ma utilizzano
            due flussi paralleli su due bnc separati ma non
            e' ancora implementato nel firmware della camera
            quidni difatto non esistono telecamere per il
            normale mercato che facciano un vero 1080p, il
            che relega tutto aa un uso limitato normalmente
            in quisizione dalla pellicola o perlomento dentro
            un'area di lavoro ristretta;
            capito?
            la grande distribuzione ne 'e tagliata fuori......Non direi.. -------http://news.thomasnet.com/fullstory/516931SDI Chipset supports SMPTE 424M specification.May 16, 2007 - Comprised of LMH0344 adaptive cable equalizer, LMH0346 reclocker, and LMH0302 cable driver, 3 Gbps Serial Digital Interface Chipset is suited for serial routing and distribution as well as video production and processing applications. It supports 1,080p HD broadcast video at up to 60 frames/sec. Equalizer guarantees less than 0.3 UI of alignment jitter, while reclocker automatically detects and retimes incoming signal, and driver supports 75 ohm transmission lines at data rates from DC-2.97 Gbps. ------http://www.em.avnet.com/evk/home/0,1719,RID%253D0%2526CID%253D48896%2526CCD%253DUSA%2526SID%253D32214%2526DID%253DDF2%2526LID%253D32232%2526BID%253DDF2%2526CTP%253DEVK,00.html EXP 3 Gbps SDI Module Availability- Americas and selected countries in Asia Today's designers of high-speed video applications have a significant challenge on their hands to address both the digital IP and analog physical interface requirements of their Audio/Video Broadcast (AVB) products. A combination of National Semiconductor's outstanding Smart SerDes devices paired with a Xilinx FPGA combine the best of the analog and digital worlds into a highly integrated solution, creating an optimally partitioned system. The Avnet/National Semiconductor EXP 3 Gbps SDI module contains both transmit and receive 3 Gbps/HD/SD SDI signal paths, and is intended to be paired with the Xilinx Spartan-3A DSP Starter Kit. In combination, these boards allow for rapid evaluation and system development with the National Semiconductor LMH0340/0341 3 Gbps Smart SerDes serializer and deserializer. --------http://findarticles.com/p/articles/mi_m0EIN/is_2008_April_7/ai_n25126981Gennum Delivers Industry's First Single-Chip HD and 3Gb/s Transmit and Receive SolutionsBusiness Wire, April 7, 2008 Tags: industry * E-mail * Print * LinkIntegrated SerDes with Video and Audio Processing Offer Significant Development Time ReductionBURLINGTON, Ontario -- Continuing to pioneer advanced technologies for the broadcast industry, Gennum Corporation (TSX: GND) has developed the industry's first single-chip transmit and receive solutions to support 3 gigabits per second (Gb/s), as well as high definition (HD) and standard definition (SD), for serial digital interface (SDI) applications. These highly integrated chips provide broadcast and professional video equipment manufacturers a complete SDI solution, eliminating the requirement for any external processing and dramatically reducing development time. With serializer/deserializer (SerDes) capabilities, along with integrated cable driver, voltage controlled oscillator (VCO), and full video and audio support, the new transmitter and receiver offer over 30 percent savings in cost, power, and board area compared to existing HD solutions.---------
          • fred scrive:
            Re: Chi ama la qualità...

            Non direi.. sta sicuro che se questa tecnologia prende piede passera da me prima che altrove, al momento non se ne parla se non a livello sperimentale (e quindi io son otagliato fuori);attualmente i costi sono problematici sia per vendita che assitenza, chissa' per quella roba cosa chiedono;per un buffer di ricambio (l'integratino) chiedono 80 euro, se e' quello con l'autoequalizzazione 150 euro enon ho idea di cosa costa quello del reclock (in questo caso mi riferisco a esperienze reali).Qualcosa mi dice che ne passera' di acqua sotto ai fiumi prima di riuscire a vedere cambiamenti del genere.E comunque ti garantisco che anche con l'1.5gbps bisogna sempre fare i conti con le lunghezze ammesse dai cavi perche' anche quelli costano come il platino e non bisogna abusarne, visto che si usano a chilometri (1000 metri di cavo in meno su un preventivo fanno la differenza).
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: fred

            Non direi..

            sta sicuro che se questa tecnologia prende piede
            passera da me prima che altrove, al momento non
            se ne parla se non a livello sperimentale (e
            quindi io son otagliato
            fuori);
            attualmente i costi sono problematici sia per
            vendita che assitenza, chissa' per quella roba
            cosa
            chiedono;
            per un buffer di ricambio (l'integratino)
            chiedono 80 euro, se e' quello con
            l'autoequalizzazione 150 euro
            e
            non ho idea di cosa costa quello del reclock (in
            questo caso mi riferisco a esperienze
            reali).
            Qualcosa mi dice che ne passera' di acqua sotto
            ai fiumi prima di riuscire a vedere cambiamenti
            del
            genere.

            E comunque ti garantisco che anche con l'1.5gbps
            bisogna sempre fare i conti con le lunghezze
            ammesse dai cavi perche' anche quelli costano
            come il platino e non bisogna abusarne, visto che
            si usano a chilometri (1000 metri di cavo in meno
            su un preventivo fanno la
            differenza).?? Lavori in una tv locale o cosa? Se parli di costi dei componenti, di costo del cavo come fossero cifre enormi .. e quelle non sono certo cifre enormi... mah!
          • fred scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            non ha importanza dove lavoro, ci tengo al mio anonimato;su un impianto grosso serve molto cavo, puo' essere ad alta perdita e basso costo ma si fanno pochi mentri, oppure costoso a bassa perdita fino al centinaio di metri poi si reclocka oppure si butta tutto e si usa fibra (e qui i costi diventano stratosferici);il singolo componente ha un prezzo che puo' sembrare non elevato ma ritengo che lo sia poiche' se ne usano in quantita'; purtroppo quando gli impianti si ingrnadiscono aumentano sia i guasti che le complicazioni e i costi annuali diventano tutt'altro che trascurabili.
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: fred
            non ha importanza dove lavoro, ci tengo al mio
            anonimato;
            su un impianto grosso serve molto cavo, puo'
            essere ad alta perdita e basso costo ma si fanno
            pochi mentri, oppure costoso a bassa perdita fino
            al centinaio di metri poi si reclocka oppure si
            butta tutto e si usa fibra (e qui i costi
            diventano
            stratosferici);
            il singolo componente ha un prezzo che puo'
            sembrare non elevato ma ritengo che lo sia
            poiche' se ne usano in quantita'; purtroppo
            quando gli impianti si ingrnadiscono aumentano
            sia i guasti che le complicazioni e i costi
            annuali diventano tutt'altro che
            trascurabili.Stai dicendo delle banalità. Tutte le aziende hanno un costo dei materiali necessari che implica delle quantità superiori a quelle di un privato, ovviamente. Ma tipo un network televisivo che non abbia i fondi per acquistare la componentistica non avrebbe ovviamente neanche senso di essere tale, farebbe meglio a chiudere.
          • Be&O scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            Ma dai...... Basta Mediaset Premium !!!Ora ci da pure Hero !!!DivX ....e vai !!! Altro che 1080p
          • ruppolo scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: fred
            non ha importanza dove lavoro, ci tengo al mio
            anonimato;Non perderesti il tuo anonimato dicendo che lavori per una tv locale piuttosto che un fornitore di apparecchiature broadcast.Quindi di fatto fai un lavoro che non ti darebbe credito del discorso.
        • fred scrive:
          Re: Chi ama la qualità...

          Non sai di che parli e devi avere problemi di
          vista. Gli artefatti creati dalla compressione,
          specie con encoder opensource, sono evidenti.X264 e' il miglio encoder ed e' opensource
          Non è magia, quando abbassi il bitrate complessivo
          del flusso dati crei per forza di cose artefatti,
          anche utilizzando i parametri di codifica più
          complessi messi a disposizione da un encoder ed
          anche usando i filtri più complessi e con la
          precisione più alta. Non si sfugge.non e' corretto; il vero guadagno si fa comprimendo offline su di un gop molto lungo perche' permette di sfruttare al meglio gli algoritmi di tracking dei movimenti e quelli dell'h264 sono molto piu'avanzati e permettono di riconoscere efficacemente anche se separatamente sia il tracking sugli assi xy che z;lavorando su un range cosi' ampio i dati che devi integrare al frame precedente sono molto inferiori specie nei movimenti poiche' una gran parte del lavoro rappresente nello spostare e riscalare le informazioni gia' esistenti integrando solo pochi dettagli minimi.Una compressione di questo tipo ovviamente deve lavorare su una quantita' di dati enorme, molti frame consecutivi, ed e' appannaggio solo degli encoder software piu' recenti;inoltre gli algoritmi di cosidetto motion estimation sono dei veri e propri cpu killer, a seconda di quello scelto il calcolo cpu richiesto puo' essere piu' o meno elevato ma ancora di piu' conta la profondita' ovvero la quantita' di frame adiacenti su cui fare la ricerca (non ricordo adesso il nome esatto di quell'impostazione); passando da 16 a 64 frame di gop il lavoro richiesto incrementa di alcune decine di volte ma i risultati sono buoni se al'interno di questo gop ci sono dei movimenti lineari costanti ed estesi specie se molto ampi.
          Una ricompressione anche H.264 ma a basso bitrate non
          potrà mai essere paragonabile ad un sorgente
          Blu-Ray H.264 30-35Mbpsnon si potra' mai arrivare all'originale, ogni compressione perde per definizione, ma qui stiamo cercando di usare tutti i trucchi possibili per trascinare (poiche' qui parliamo di motion) piu' dati possibili cercando di aggiungerne meno possibili.Cercando quella soglia in cui gli occhi non vedono gli artefatti si trova quel compromesso che porta alla minima perdita accettabile con un bitrate decisamente piu' basso e spesso paragonabile con il bitrate di un comune dvd; in rete si cominciano a trovare da poco compressioni fatte bene.I link che avevo riportato sull'altro post dimostrano come usare efficacemente l'agoritmo h264 (quei demo sono fatti con mencoder e x264) e si riesca ad ottenere un video accettabile in formato 720 a 500kbps e 1080 a 1.5mbps al punto di includerli in un semplice video flash....i settaggi usati dall'autore Fabio Sonnati sono pubblici e utilizzabili a piacimento tuttavia andrebbero ritoccati lievemente in base alle caratteristiche del video che si deve trattare (ad esempio i demo sono cbr ma dato che non faccio streaming preferisco il vbr eliminado i passaggi multipli).in ogni caso ho a che fare con macchine che lavorano in realtime ed essendo innammissibile qualsiasi tipo di ritardo si lavora solo con video non compresso serializzato su singolo cavo coassiale, un settore quindi completamente diverso dove si lavora in 1080i con un segnale seriale pari a 1,485gbit per ogni canale video dove 16 canali audio a 24bit sono incorporati nella parte non attiva della scansione video, ma ribadisco, quello e' un altro settore.
          • chojin scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            - Scritto da: fred

            Non sai di che parli e devi avere problemi di

            vista. Gli artefatti creati dalla compressione,

            specie con encoder opensource, sono evidenti.

            X264 e' il miglio encoder ed e' opensource??? No,dico.. ma dici sul serio? MPEG-4 Part 10 H.264 AVC è lo standard ufficiale. x264 è solo un encoder opensource gratuito compatibile con lo standard. E tu credi che sia il migliore encoder H.264 esistente? Ma per favore! Ma che dici?
            non e' corretto; il vero guadagno si fa
            comprimendo offline su di un gop molto lungo
            perche' permette di sfruttare al meglio gli
            algoritmi di tracking dei movimenti e quelli
            dell'h264 sono molto piu'avanzati e permettono di
            riconoscere efficacemente anche se separatamente
            sia il tracking sugli assi xy che
            z;??? Ma che dici? Fai confusione fra 2D e 3D. MPEG-4 ha delle modalità di riconoscimento degli oggetti sulle scene ma non è che stai parlando di rendering 3D... Il GOP lungo ... santo cielo.. ma cosa dici? Tu non hai idea degli utilizzi del GOP e perchè si creino lunghi o corti e con fotogrammi P e B (o P-VOP, B-VOP).
            lavorando su un range cosi' ampio i dati che devi
            integrare al frame precedente sono molto
            inferiori specie nei movimenti poiche' una gran
            parte del lavoro rappresente nello spostare e
            riscalare le informazioni gia' esistenti
            integrando solo pochi dettagli
            minimi.?? Ma che miscuglio di cose scrivi? I filtri di rescaling, se necessari, lavorano a monte e non nell'encoder (a meno che non parliamo di stima del movimento di bassa precisione per il calcolo dei vettori ed alcune implementazioni utilizzano su luma e/o croma una versione a bassa frequenza della scena per l'analisi...!)
            Una compressione di questo tipo ovviamente deve
            lavorare su una quantita' di dati enorme, molti
            frame consecutivi, ed e' appannaggio solo degli
            encoder software piu'
            recenti;?? Ma che dici? La compressione di norma al livello professionale si fa sempre su sorgenti non-compressi o con compressione lossless. Ed in tali casi si utilizza hardware dedicato praticamente senza limiti di spesa o quasi.
            inoltre gli algoritmi di cosidetto motion
            estimation sono dei veri e propri cpu killer, a
            seconda di quello scelto il calcolo cpu richiesto
            puo' essere piu' o meno elevato ma ancora di piu'
            conta la profondita' ovvero la quantita' di frame
            adiacenti su cui fare la ricerca (non ricordo
            adesso il nome esatto di quell'impostazione);
            passando da 16 a 64 frame di gop il lavoro
            richiesto incrementa di alcune decine di volte ma
            i risultati sono buoni se al'interno di questo
            gop ci sono dei movimenti lineari costanti ed
            estesi specie se molto
            ampi.?? La Motion Estimation non c'entra nulla con la creazione del GOP. Non sai cosa stai dicendo. Lascia perdere, è meglio. Movimenti lineari e costanti ? Ma di che parli? Ricordi forse qualcosa riguardo le considerazioni che si fanno sull'asse del flusso ottico ma evidentemente hai una gran confusione in testa e mischi tutto assieme non sapendo separare le cose correttamente e non capendone il funzionamento.

            Una ricompressione anche H.264 ma a basso
            bitrate
            non

            potrà mai essere paragonabile ad un sorgente

            Blu-Ray H.264 30-35Mbps

            non si potra' mai arrivare all'originale, ogni
            compressione perde per definizione, ma qui stiamo
            cercando di usare tutti i trucchi possibili per
            trascinare (poiche' qui parliamo di motion) piu'
            dati possibili cercando di aggiungerne meno
            possibili.Puoi usare tutti i trucchi che ti pare e piace, non cambia nulla.
            Cercando quella soglia in cui gli occhi non
            vedono gli artefatti si trova quel compromesso
            che porta alla minima perdita accettabile con un
            bitrate decisamente piu' basso e spesso
            paragonabile con il bitrate di un comune dvd; in
            rete si cominciano a trovare da poco compressioni
            fatte
            bene.Sì, certo.. ed infatti i video in Flash che usa un'implementazione MPEG-4 a basso bitrate su YouTube sono come un originale HDTV su Blu-Ray, eh? Ma per favore!E no, neanche gli MKV 720p che trovi in rete ricompressi dai network USA che trasmettono su flussi MPEG-2 1080i sono paragonabili alle versioni Blu-Ray 1080p 30-35Mbps.
            I link che avevo riportato sull'altro post
            dimostrano come usare efficacemente l'agoritmo
            h264 (quei demo sono fatti con mencoder e x264) e
            si riesca ad ottenere un video accettabile in
            formato 720 a 500kbps e 1080 a 1.5mbps al punto
            di includerli in un semplice video
            flash....Accettabili per chi? Un video in Flash accettabile per cosa? Ma che paragoni fai?
            i settaggi usati dall'autore Fabio Sonnati sono
            pubblici e utilizzabili a piacimento tuttavia
            andrebbero ritoccati lievemente in base alle
            caratteristiche del video che si deve trattare
            (ad esempio i demo sono cbr ma dato che non
            faccio streaming preferisco il vbr eliminado i
            passaggi
            multipli).

            in ogni caso ho a che fare con macchine che
            lavorano in realtime ed essendo innammissibile
            qualsiasi tipo di ritardo si lavora solo con
            video non compresso serializzato su singolo cavo
            coassiale, un settore quindi completamente
            diverso dove si lavora in 1080i con un segnale
            seriale pari a 1,485gbit per ogni canale video
            dove 16 canali audio a 24bit sono incorporati
            nella parte non attiva della scansione video, ma
            ribadisco, quello e' un altro
            settore.Le connessioni professionali SDI su cavo coassiale 4GHz certificato supportano ben oltre il 1080i. Limitarsi ad un 1080i nel 2008 significa non sapere cosa si sta facendo e buttare soldi su tecnologie antiquate offrendo un servizio scadente.
          • fred scrive:
            Re: Chi ama la qualità...
            rispondo brevemente perche' non ho tempo
            ??? No,dico.. ma dici sul serio?
            MPEG-4 Part 10 H.264 AVC è lo standard ufficiale.
            x264 è solo un encoder opensource gratuito
            compatibile con lo standard. E tu credi che sia
            il migliore encoder H.264 esistente? Ma per
            favore! Ma che dici?trovi diversi test comparativi sul web, x264 e' il migliore fra quelli esistenti anche se il gap fra x264 e quelli commerciali migliori e' talmente basso da poter parlare di parita' di risultato.
            ??? Ma che dici? Fai confusione fra 2D e 3D.
            MPEG-4 ha delle modalità di riconoscimento degli
            oggetti sulle scene ma non è che stai parlando di
            rendering 3D...??? non ti capiscoh264 e' in grado di rilevare vari tipi di movimento delle informazioni e di replicare i movimenti delle informazioni presenti invece di aggiungerne di nuove, sia nei movimenti orizzontali e verticali sia separatamente sull'asse z (in sostanza ricoscere un paesaggio che si muove in prospettiva e replicare in riproduzione tale movimento riducendo la quantita' di dati da aggiungere al frame precedente); non so se intendi questo.
            Il GOP lungo ... santo cielo.. ma cosa dici? Tu
            non hai idea degli utilizzi del GOP e perchè si
            creino lunghi o corti e con fotogrammi P e B (o
            P-VOP, B-VOP).gli algoritmi di tracking del movimento devono poter lavorare su una lunga sequenza di frames per poter riconoscere il movimento dei dati, ma forse qui mi sono spiegato male io o ho usato i termin isbagliati; per gop intendo la sequenza di immagini su cui viene fatta la ricerca del movimento, non il prodotto dell compressione.
            ?? Ma che miscuglio di cose scrivi? [cut]???stiamo parlando di cose diverse?
            Ma che dici? La compressione di norma al
            livello professionale si fa sempre su sorgenti
            non-compressi o con compressione lossless. Ed in
            tali casi si utilizza hardware dedicato
            praticamente senza limiti di spesa o
            quasi.non esiste hardware dedicato senza limiti di spesa, fidati;l'hardware dedicato e' necessario per il processo realtime ed e' una grossa limitazione, sopratutto nella possibilita' di espanderne la capacita';ovvero, su un gate array puoi avere centomila porte e un tempo di passaggio non nullo, quando le hai esaurite o quando la catena e' troppo lunga non puoi fare nulla;ne e' avvantaggiato il software i cui limiti sono del programmatore e del tempo di calcolo.
            ?? La Motion Estimation non c'entra nulla con la
            creazione del GOP. [cut]??????
            [cut] ma qui stiamo

            cercando di usare tutti i trucchi possibili per

            trascinare (poiche' qui parliamo di motion) piu'

            dati possibili cercando di aggiungerne meno

            possibili.

            Puoi usare tutti i trucchi che ti pare e piace,
            non cambia nulla.allora se comprimo un'immagine vuota ottengo la stessa dimensione di un'immagine piena di dettagli?

            Cercando quella soglia in cui gli occhi non

            vedono gli artefatti si trova quel compromesso

            che porta alla minima perdita accettabile con un

            bitrate decisamente piu' basso e spesso

            paragonabile con il bitrate di un comune dvd; in

            rete si cominciano a trovare da poco
            compressioni fatte bene.

            Sì, certo.. ed infatti i video in Flash che usa
            un'implementazione MPEG-4 a basso bitrate su
            YouTube sono come un originale HDTV su Blu-Ray,
            eh? Ma per favore!ho il dubbio che tu ce l'abbia solo con me;ho evidenziato che si e' risuciti ad ottenere un'immagine di qualita' accettabile con un bitrate pari a 1/20 1/25 di quello do un filmato gia compresso, ed evidenzio che si parla di 20 o 25 volte, e' chiaro che non lo puoi paragonare all'originale, pero in compenso non ti serve nrmmeno un dvd ma solo un cd o un canale di streaming con carattiristiche per il consumer.
            E no, neanche gli MKV 720p che trovi in rete
            ricompressi dai network USA che trasmettono su
            flussi MPEG-2 1080i sono paragonabili alle
            versioni Blu-Ray 1080p 30-35Mbps.qualcuno e molto ben fatto, in fondo siamo agli inizi;anche i primi mp3 che giravano avevano una qualita' mediocre se conforntati a quelli che produciamo attaualmnte con lo stesso bitrate senza cambiare formato, qui vale lo stesso discorso.

            I link che avevo riportato sull'altro post

            dimostrano come usare efficacemente l'agoritmo

            h264 (quei demo sono fatti con mencoder e x264)
            e

            si riesca ad ottenere un video accettabile in

            formato 720 a 500kbps e 1080 a 1.5mbps al punto

            di includerli in un semplice video

            flash....

            Accettabili per chi? Un video in Flash
            accettabile per cosa? Ma che paragoni fai?ma perche' ce l'hai con me?io trovo che sia un risultato eccezzionale considerando che la risoluzione non cala, che le perdite qualitative sono ammissibili che che il bitrate e meno di un ventesimo; e' ottimo per le tecnologia attuali e per il mio modem.

            i settaggi usati dall'autore Fabio Sonnati sono

            pubblici e utilizzabili a piacimento tuttavia

            andrebbero ritoccati lievemente in base alle

            caratteristiche del video che si deve trattare

            (ad esempio i demo sono cbr ma dato che non

            faccio streaming preferisco il vbr eliminado i

            passaggi

            multipli).



            in ogni caso ho a che fare con macchine che

            lavorano in realtime ed essendo innammissibile

            qualsiasi tipo di ritardo si lavora solo con

            video non compresso serializzato su singolo cavo

            coassiale, un settore quindi completamente

            diverso dove si lavora in 1080i con un segnale

            seriale pari a 1,485gbit per ogni canale video

            dove 16 canali audio a 24bit sono incorporati

            nella parte non attiva della scansione video, ma

            ribadisco, quello e' un altro

            settore.

            Le connessioni professionali SDI su cavo
            coassiale 4GHz certificato supportano ben oltre
            il 1080i.non c'e' l'hardware, non ci sono i buffer, non ci sono i modulatori per la fibra, non ci sono le macchine insomma e quello che c'e' per il 1080i ha dei costi che oggi sono ancora troppo elevati considerata la bassa penetrazione nel mercato, investirci sopra e' un rischio, e poi a chi lo vendi?
            Limitarsi ad un 1080i nel 2008
            significa non sapere cosa si sta facendo e
            buttare soldi su tecnologie antiquate offrendo un
            servizio scadente.Ma se il blue ray e l'HD in generale non decolla che senso ha tentare di andare oltre?Se oggi proponi da vendere il 1080 della demo il flash ad un prezzo irrisorio e a fianco quello a 35mbit a prezzo pieno (o un formato superiore) cosa credi che ti comprano? capito il problema dove sta?la crisi e' arrivata anche qui........
        • Marco Ravich scrive:
          Re: Chi ama la qualità...
          - Scritto da: chojin
          Gli artefatti creati dalla compressione,
          specie con encoder opensource, sono evidenti.
          Questa è proprio buona ! XDHai mai pensato di andare a Zelig ?
      • fred scrive:
        Re: Chi ama la qualità...
        Per curiosita' posto un link interessante, a seconda delle vostre macchine e connessione potrebbe vedersi piu'o meno bene, ricordatevi di commutare in fullscreenhttp://www.flashvideofactory.com/test/demofullscreen345.htmlse avete anche un monitor adeguato provate questohttp://3172.voxcdn.com/DEMO1080-HEIMA-1500.html
      • Be&O scrive:
        Re: Chi ama la qualità...
        4Core 3ghz ..... in una notte la fai la codificasoprattutto se il software sfrutta a dovere il multithreading.570p..... 4 ore1080p.... 16 oreCon i prossimi processori che anno 8 thread oGPU o SPE...... si arriverà a fare dei FULL-HDin un paio di orette.
    • SIGLAZY scrive:
      Re: Chi ama la qualità...

      ... di certo non compra simile oscenità.Chi ama davvero la qualità evita come la peste l'attuale "HD".Già il fatto che un (anche ottimo) televisore Full HD non è in grado di far vedere tutti gli standard HD al meglio è un indizio: per vedere un 720p su uno schermo a 1080 linee al meglio, occorrerebbe un processore molto più veloce di quelli montati attualmente per fare il downscaling, e così il software è costretto a "prendere delle scorciatoie" per mantenere il frame rate e il risultato assomiglia molto alla TV analogica ...
      La qualità è appena superiore a quella di un
      normale DVD... a fronte di una risoluzione
      maggiore la compressione AVC/HD non è sufficiente
      per mantenere un livello di compressione ottimale
      in soli 8Gb di spazio.In compenso si possono vedere su qualunque schermo, mentre i Blu Ray a volte non li vedi neppure - grazie al merDaviglioso sistema DRM che, al fine di non permettere a chi ha comprato un film in alta definizione di farne una copia, a volte litiga con il monitor (se vai in un negozio, noterai che la maggior parte dei televisori in dimostrazione non sono collegati al lettore con l'interfaccia digitale, ma con i cavi RGB analogici - "perché a volte", mi ha detto un negoziante, "se attacchi due televisori della stessa marca e modello capita che uno funzioni e uno no" ...)
      Quindi nelle scene movimentate sicuramente si
      vedranno dei bei quadrettoni... cosa che non
      avviene su un DVD classico di buona qualità,
      anche se ha una risoluzione
      inferiore.... ma che succede a volte con un Blu Ray (perchè il televisore non riesce a stare dietro al lettore ...)
      Se i veri dischi Blu-Ray hanno una capacità di
      50Gb (contro gli 8Gb dei DVD) un motivo ci saràDev'essere lo stesso motivo per il quale il rip di un film DVD occupa 3-4 Gigabyte, ma stranamente quasi tutti i DVD messi in commercio sono Dual Layer = 5-9 Gigabyte (hint: se è grande, è più difficile da copiare) ...
      • chojin scrive:
        Re: Chi ama la qualità...
        - Scritto da: SIGLAZY
        Chi ama davvero la qualità evita come la peste
        l'attuale
        "HD".
        Già il fatto che un (anche ottimo) televisore
        Full HD non è in grado di far vedere tutti gli
        standard HD al meglio è un indizio: per vedere un
        720p su uno schermo a 1080 linee al meglio,
        occorrerebbe un processore molto più veloce di
        quelli montati attualmente per fare il
        downscaling, e così il software è costretto a
        "prendere delle scorciatoie" per mantenere il
        frame rate e il risultato assomiglia molto alla
        TV analogica
        ...A parte che un 720p se lo vedi sul 1080p viene upscalato e non downscalato... Ma che roba hai visto? Qualsiasi schermo tu abbia visto chi lo ha impostato deve aver usato dei sorgenti pessimi se hai avuto simili brutte esperienze, oppure semplicemente non hai mai visto nulla e non sai di che parli. Gli LCD non vanno a scatti oramai da un 3 anni, anche quelli delle peggiori marche oramai hanno algoritmi più che sufficienti. Se uno prende LCD Samsung,Sony e plasma Panasonic va sul sicuro ed ha la massima qualità. Simile alla tv analogica? Non reggono il frame rate? Ma vorrai scherzare!
        In compenso si possono vedere su qualunque
        schermo, mentre i Blu Ray a volte non li vedi
        neppure - grazie al merDaviglioso sistema DRM
        che, al fine di non permettere a chi ha comprato
        un film in alta definizione di farne una copia, a
        volte litiga con il monitor (se vai in un
        negozio, noterai che la maggior parte dei
        televisori in dimostrazione non sono collegati al
        lettore con l'interfaccia digitale, ma con i cavi
        RGB analogici - "perché a volte", mi ha detto un
        negoziante, "se attacchi due televisori della
        stessa marca e modello capita che uno funzioni e
        uno no"
        ...)Il negoziante di turno che non sa di cosa sta parlando. Se poi è tanto preparato da usare l'uscita analogica RGB di un lettore invece della HDMI... oh, santo cielo! Esistono switcher e matrici di switcher HDMI 1.3a/1.3b .. magari il tuo negoziante di fiducia dovrebbe informarsi un pò meglio prima di diffondere notizie sbagliate.E poi minimo dovrebbe usare dei cavi HDMI di qualità come gli Atlona certificati HDMI 1.3a/1.3b
        ... ma che succede a volte con un Blu Ray (perchè
        il televisore non riesce a stare dietro al
        lettore
        ...)Ma dove? Ma di che parli? Ma che stai dicendo? Ma ci credi davvero ad una simile idiozia?
        Dev'essere lo stesso motivo per il quale il rip
        di un film DVD occupa 3-4 Gigabyte, ma
        stranamente quasi tutti i DVD messi in commercio
        sono Dual Layer = 5-9 Gigabyte (hint: se è
        grande, è più difficile da copiare)
        ...?? Mah!
        • Be&O scrive:
          Re: Chi ama la qualità...
          Chi è poi che da dell'ignorante a tutti......Hai ragione, per questo domani tutti a buttareil proprio ....TVVideoregistratoreLettore DVD & Lettori DivX.....E compratevi tutti l'ultimo Sharp Aquos.......da 72" e impianto Bose........................Correte in Massa.........................PS: Andate ad aquistarlo all'estero.................probabilmente a Tokio, perchè altrimentiil rivenditore non è Professionale, bisogna comeminimo sappia a memoria tutte le caratteristichedel prossimo HDMI 1.4z perchè altrimenti non hail bollino rivenditore.PS3: Comperatevi la Playstation 3 che almeno quando non vedrete i film potrete pure giocarci.PS: Tra poco esce DivX 7 e ne vedremo delle bellesoprattutto sul supporto Full HD.
    • Be&O scrive:
      Re: Chi ama la qualità...
      NO !I primi Blue-ray erano MPeg2/1080p
  • Wolf01 scrive:
    Sradicare la pirateria
    "Quando abbiamo creato le specifiche per Blu-ray, eravamo decisi a provare a sradicare alla radice i dischi pirata indipendentemente da dove essi si trovassero nel mondo"Semplicemente basta inventarsi un nuovo supporto e un nuovo lettore, così come ha fatto la bravissima* Sony con il diffusissimo* formato UMD, infatti chi non ha un lettore UMD collegato alla tv al giorno d'oggi? (* Tono alquanto scherzoso)Facevano i BRD quadrati come i vecchi floppy da 8" così non potevano lamentarsi di copie, in più i masterizzatori non li vendevano!"E come facciamo noi poveri utenti con i backup?" NON SI FA BACKUP SU BRD!Prendetevi un hard disk piuttosto, già mi veniva il panico quando dovevo fare backup su DVD perchè momentaneamente a corto di spazio su HDD, visto che con un graffietto saluti qualche file... decina nel caso del BRD (non venitemi a dire "usali con più cura" perchè ho trovato cd rovinati da non so cosa non avendoli mai usati o usati mooolto raramente, e certamente mai usati come sottobicchieri per la birra)Non me ne preoccupo più da quando ho vari terabyte di possibile spazio di archiviazione (per immagini di backup di sistema, lavori vari e qualsiasi cosa venga scaricata da internet, che sia l'installer di spybot o qualsiasi altra cosa)
    • asd scrive:
      Re: Sradicare la pirateria
      - Scritto da: Wolf01
      "Quando abbiamo creato le specifiche per Blu-ray,
      eravamo decisi a provare a sradicare alla radice
      i dischi pirata indipendentemente da dove essi si
      trovassero nel
      mondo"
      Semplicemente basta inventarsi un nuovo supporto
      e un nuovo lettore, così come ha fatto la
      bravissima* Sony con il diffusissimo* formato
      UMD, infatti chi non ha un lettore UMD collegato
      alla tv al giorno d'oggi? (* Tono alquanto
      scherzoso)non esiste o_o' solo la psp può leggere gli umd,visto che era un formato apposito per essa,e di psp ce ne sono quasi 40 milioni nel mondo quindi mi pare che l'umd venga usato abbastanza ^^
      • fred scrive:
        Re: Sradicare la pirateria
        non per i film; se ne vendevano troppo pochi in quel formato che ora e' stato abbandonato.In fondo chi compra la psp tendenzialmente l'ha presa per i giochi e non per guardarvi film e tv...
        • asd scrive:
          Re: Sradicare la pirateria
          - Scritto da: fred
          non per i film; se ne vendevano troppo pochi in
          quel formato che ora e' stato
          abbandonato.
          In fondo chi compra la psp tendenzialmente l'ha
          presa per i giochi e non per guardarvi film e
          tv...sisi questo è vero,ma probabilmente la colpa non è proprio del formato ,ma come hai detto te tendenzialmente usare la psp per vedere i film è una pratica inesistente anche xkè se voglio vedermi un film me lo guarderei sicuramente su uno schermo più grande,poi certo magari capita quella volta che voglio guardarmi un film dove non esiste un televisore,magari su un autobus,ma sono comunque casi troppo isolati...
    • Wolf01 scrive:
      Re: Sradicare la pirateria
      Guarda, io sono contro il backup su supporto otticoSarà anche più affidabile di un supporto magnetico visto che sarà capitato più di qualche volta di appoggiare sbadatamente il floppy vicino alle casse del pc e magari ritrovarselo illeggibile, o direttamente il cellulare vicino alla cassetta DAT dentro alla borsaPerò! A meno di non adarsele a cercare creando campi magnetici, i supporti magnetici sono molto più stabili nel tempo.Ho più di qualche cd che mi si è arrugginito letteralmente a causa di allagamento, e non perchè si trovasse sott'acqua, ma semplicemente per l'umidità, visto che l'acqua non era più alta di 2cm e i cd erano ad 1,5m da terraI cd vergini sembrano fatti con materiali assurdi, probabilmente per essere economici, infatti una cosa del genere con quelli stampati non mi è mai capitata.Inoltre i supporti magnetici sono riutilizzabili e normalmente sono abbastanza resistenti a graffi e cadute, se si spacca il contenitore, con un po' di attenzione e colla lo si ripara, se è irrimediabilmente rotto si può spostare il supporto magnetico in un altro contenitore, e almeno qualcosa sarà recuperabileCon questo chiudo la discussione su "ma io non ci trovo niente di sbagliato ad usare BRD come backup" e riprendo quella del formato diverso: se non volevano che si copiasse, semplicemente non avrebbero dovuto permettere un abbassamento di prezzi tale da permettere la vendita dei masterizzatoriSe i masterizzatori costassero 50.000 probabilmente molti produttori di copie pirata cinesi, napoletane o chichessia non esisterebbero, inoltre si potrebbe risalire ben presto a chi ha comprato il masterizzatore.Quando una tecnologia per la copia diventa di portata comune, non puoi più lamentarti ed accusare il singolo utente di pirateria perchè dovresti accusare tutto il mondoSe vuoi fare qualcosa di nuovo che non possa venir copiato allora ti inventi un nuovo formato hardware e usi quello senza dare la possibilità alla gente di poterlo copiare, un po' com'è successo con le umd sony, quante ne trovi contraffatte in giro?Certo puoi sempre rippare e mettere su memory stick, su hard disk, su cd etc ma quando vai a comprare e ti danno una scatola con dentro una memory stick invece di una umd qualcosa forse non torna, no?La trovata di sti cinesi invece è stata molto facilitata, il BRD e il DVD sono della stessa dimensione, della stessa forma, ci stampi la copertina e non sono minimamente differenti... arrivi a casa, lo infili nel lettore e scopri che è un dvd!
    • Be&O scrive:
      Re: Sradicare la pirateria
      - rifiuta di leggere una copia come succede con le console?più o meno funziona così, il filmato ha una firma digitalemessa come una filigrana( Watermark), in mezzo all'audio ed il video, questa filigrana è presente solo sui Blue-Rayprotetti BD+ i quali hanno la chiave equivalente scritta sulla spirale della traccia, durante la pressatura codificata, non nel flusso dati.il Blue-Ray masterizzato ha pre incisa la spirale di guida del laser, che non presenta la chiave.Il lettore blue-ray quando legge il flusso video e trovala firma digitale prima di avviare il video cerca la chiavesulla spirale del Blue-ray, non trovandola capisce che ilBlue-Ray non è originale ed è stato fatto un Rippaggio ene impedisce l'avvio.L'ultimo AnyDVD permette il RIP dei BD+ ma non so se cancelli il Watermark presente nel flusso video.Si tratta di una riedizione in chiave moderna dellasequenza di boot della Playstation, solo rivista e corretta.Quindi non ci sei andato lontano parlando di Console.
    • fred scrive:
      Re: Sradicare la pirateria

      Per quanto riguarda i supporti, su eBay da
      venditori giapponesi puoi acquistare Blu-Ray 25GB
      a prezzi da 4.5-5.5euro cadauno spediti ed i 50GB
      a 10-12euro cadauno.sperando che un giorno rileggi questo thread; hai qualche fonrnitore da indicarmi per i vergini? attualmente no ntrovo nulla sotto i 5-6 euro, visto i costi vorrei cominciare a sperimentare e prendere LG
      Se ne compri in quantità di 80pezzi o oltre puoi
      arrivare a pagarli appena 3.5-3.8euro spedizione
      inclusa al cambio.anche di piu' se il funzionamento e' buono; su ebay forse sto sbagliando a cercare perche' non trovo grossi quantitativi o spindle, cosa devo cercare? il masterizzatore LG si trova con facilita', cerchero' un review per assicurarmi che scriva bene i dvd nel caso che poi non lo uso come tale.grazie e ciao.
  • Super_Treje scrive:
    Correzione testo : "bel daffare"
    .....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 novembre 2008 01.57-----------------------------------------------------------
  • Dedrisproject scrive:
    i cinesi hanno solo copiato i napoletani
    a napoli già si faceva da qualke mese, dvd dual layer con film in alta qualità
    • 0verture scrive:
      Re: i cinesi hanno solo copiato i napoletani
      Ecco dove stanno la ricerca e lo sviluppo itagliani !Dovremmo esserne perfino orgogliosi (ah la fame)
    • gioshanghai scrive:
      Re: i cinesi hanno solo copiato i napoletani
      ...bravo! Vantati anche!Quindi i napoletani sono peggio dei cinesi?Dio ci salvi allora...
    • rockroll scrive:
      Re: i cinesi hanno solo copiato i napoletani
      - Scritto da: Dedrisproject
      a napoli già si faceva da qualke mese, dvd dual
      layer con film in alta
      qualitàDifatti, e mi sembra la cosa più logica, e non escludo che diventerà uno standard di fatto, come insegna la storia di DivX (Xvid) ed MP3, alla faccia delle ridicole protezioni volute dalle sanguisughe e degli altrettanto ridicoli standard tecnici imposti mafiosamente al solo scopo di fare da ostacolo... Se è per questo anche io me ne sono fatta qualcuna di queste cosine, chiaramente ad uso personale, per quei pochissimi titoli che meritavano (poi mi sono stufato di contenuti indegni!); e non ne vedo la difficoltà una volta che si abbia il flusso input decrittato (= sprotetto, e basta cercarne per trovarne... a buon intenditor poche parole).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 novembre 2008 04.16-----------------------------------------------------------
      • Wolf01 scrive:
        Re: i cinesi hanno solo copiato i napoletani
        AAHAHA sarebbe un bello smacco all'industria, hanno affossato DVD-HD per preferire BRD? Bene, usiamo i normali DVD per metterci dentro film HD!Massì, chi se ne frega dei menu fighetti e della possibilità di vedere la scena da diverse angolazioni, a me già basterebbe se potessi mettere su il film e farlo partire direttamente come una videocassetta, al massimo uso la scelta del capitolo
        • 0verture scrive:
          Re: i cinesi hanno solo copiato i napoletani
          Ma te sei mai riuscito a trovarli questi fantomatici dvd girati da "diverse angolazioni" ?
          • Wolf01 scrive:
            Re: i cinesi hanno solo copiato i napoletani
            DVD no, ma BRD si, the Bourne supremacy (l'ultimo, mi pare sia questo) ti permetteva di rivedere la scena girata con una diversa angolazione (in pratica le parti tagliate perchè non piacevano al regista e che nella versione normale di un film non ci sono)
          • 0verture scrive:
            Re: i cinesi hanno solo copiato i napoletani
            Ahhh ecco le famose scene girate con angolazioni diverse...Sarebbero gli scarti di produzione !hihihi, poi si lamentano che la gente copia e scarica... roba da matti...Sarà sbagliato finchè si vorrà ma è dura sentirsi in colpa dopo certe stilettate-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 novembre 2008 17.21-----------------------------------------------------------
  • Orange_Man scrive:
    'sti cinesi sono...
    ... meno fessi di chi cerca di far pagare loro il copyright.In fin dei conti 720p è HD, e il fatto di usare un supporto sparso gia' a macchia d'olio come il dvd non è neanche una cattiva idea.Poi tanto chi usa un HDready non credo noterebbe grosse differenze...Simpatica dimostrazione dell'"acquirente che non sa distinguere mazzi da...".
    • 200 OK scrive:
      Re: 'sti cinesi sono...
      È già bello che stanno li a riconvertire.In fondo l'idea è anche buona. Sfruttano meglio i DVD (ma credo che tagliano via gli extra e qualche lingua). Dopotutto lo spazio è quello che è...
    • fred scrive:
      Re: 'sti cinesi sono...
      Attualmente per distinguere un 1080 da un 720 su di un display da 40" bisogna distare da esso di una distanza che deve essere non superiore al metro (o a mezzo metreo a seconda della persona);la qualita' dell'immagine infatti non e' solo l'elevata risoluzione ma anche una insieme di caratteristiche che nei display attuali sono andate addirittura peggiorando.
      • ruppolo scrive:
        Re: 'sti cinesi sono...
        - Scritto da: fred
        Attualmente per distinguere un 1080 da un 720 su
        di un display da 40" bisogna distare da esso di
        una distanza che deve essere non superiore al
        metro (o a mezzo metreo a seconda della
        persona);
        la qualita' dell'immagine infatti non e' solo
        l'elevata risoluzione ma anche una insieme di
        caratteristiche che nei display attuali sono
        andate addirittura
        peggiorando.Dici bene, e aggiungo che la qualità del master spesso non è adeguata alla risoluzione. Basta osservare bene uno dei tanti filmati HD 1920x1080 che si trovano per Internet. Fin'ora non ne ho visto nessuno la cui risoluzione dell'immagine (e non del file...) sia effettivamente quella.
    • Diego scrive:
      Re: 'sti cinesi sono...
      HD, FULL HD....tutti qui a chiederci come si vedrà un rip...ma no... è molto peggio di un originale in full hd sul mio LCD 42" !!!Ed intanto tutti a lamentarsi che non si arriva a fine mese coi soldi dello stipendio!Io a fine mese ci arrivo bene, mi tengo il mio 100Hrz Sony a tubo catodico, mi ci vedo i film in DVD ed mi accontento dei rip DivX. Cosi se mi va di andare al cinema coi miei figli non gli dico di no perchè ho troppe rate da pagare ed ho finito il soldi!
Chiudi i commenti