Il Pentium 4 s'invola a 2,8 GHz

Intel risponde al superAthlon di AMD con quattro nuovi modelli di P4, fra cui un chip a 2,8 GHz. Giù i prezzi dei modelli precedenti


Santa Clara (USA) – Se con il suo nuovo Athlon XP 2600+ AMD ha proclamato di aver battuto le prestazioni di qualsiasi altro processore desktop per PC, lo stesso primato è ora rivendicato, a pochi giorni di distanza, da Intel, che proprio ieri ha lanciato sul mercato quattro nuovi Pentium 4, incluso un chip a 2,8 GHz. Quest’ultimo, insieme al nuovo modello da 2,66 GHz, adotta il nuovo front-side bus (FSB) da 533 MHz introdotto da Intel lo scorso maggio . Gli altri due nuovi modelli di P4, il 2,6 GHz e il 2,5 GHz, adottano invece un FSB tradizionale da 400 MHz.

I riflettori del mercato si sono naturalmente focalizzati sul nuovo P4 a 2,8 GHz, una CPU che, anche grazie al supporto del nuovo e più veloce FSB e delle memorie Rambus DRAM da 1066 MHz, sembra in grado di rimettere un po ‘ di strada fra sé e il suo più diretto concorrente: l’Athlon 2600+ di AMD. Secondo vari test eseguiti da noti e autorevoli laboratori, fra cui TomsHardware.com , il P4 a 2,8 GHz risulta vincente nella stragrande maggioranza dei benchmark e dei test applicativi, anche se spesso il divario è ristretto. Bisogna naturalmente tener conto del fatto che l’attuale generazione di Athlon adotta un FSB da 266 MHz e supporta memorie che, anche nel caso delle DDR333, offrono una banda passante sensibilmente inferiore a quella offerta dalle RDRAM 1066.

AMD avrà l’opportunità di riaffancarsi e forse superare il nuovo P4 a ottobre, mese in cui ha pianificato il rilascio di un Athlon 2800+ che, come si è riportato ieri, potrebbe integrare per la prima volta il supporto ad un front-side bus a 333 MHz.

Per il periodo natalizio la sfida fra le due eterne rivali proseguirà, per la gioia dei patiti dell’alta velocità, con il rilascio di un P4 a 3,066 GHz da parte di Intel e di un Athlon 3000+ da parte di AMD.

I prezzi dei nuovi P4 sono di 508$ per il modello a 2,8 GHz, 401$ per i modelli a 2,66 GHz e 2,6 GHz, e 243$ per il 2,5 GHz. L’arrivo dei nuovi chip ha avuto il benefico effetto di far crollare il costo dei modelli precedenti: il P4 a 2,53 GHz è calato addirittura del 62%, un ribasso che ne ha portato il prezzo, pari a 243$, sullo stesso livello di quello del nuovo modello a 2,5 GHz (con bus a 400 MHz) e poco più caro dei 241$ condivisi dai modelli a 2,26 GHz e 2,2 GHz. Paradossalmente il P4 a 2,4 GHz conserva invece il vecchio prezzo di 400$, rendendolo di fatto il modello meno conveniente in assoluto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    errore?
    ma non sarà che avere troppi formati concorrenti penalizzerà il mercato che per forza di cose si spezzetterà? Un film uscirà in un formato piuttosto che in un altro a seconda degli accordi che hanno le case di produzione?
  • Anonimo scrive:
    Avete presente il SVHS?
    ... l'unico fesso che compro' il VCR fui io, 2.800.000 del 1991 per un Grundig che faceva di tutto e di piu', un mostro.Qualcuno poi ha mai visto un film Originale in SVHS? Mai prodotto uno.E adesso che mi sono comprato piu' di 100 DVD il prossimo anno li butto via e me li ricompro in alta definizione? Seeee buona notte,,,,
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete presente il SVHS?
      Non bisogna mai farsi prendere troppo dalle novità appena introdotte, sono sempre una fregatura. Meglio aspettare e vedere l'effettivo vantaggio dell'utilizzo delle stesse.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete presente il SVHS?
      Complimenti per i 100 e piu' DVD.Perche' non li porti in formato DIVX e li metti in rete?Pensaci...!!!
Chiudi i commenti