Il Pinguino nelle armi del futuro

Il Pinguino nelle armi del futuro

Linux è il sistema operativo scelto dalla U.S. Army per equipaggiare una vasta gamma di armi intelligenti, fra cui veicoli da combattimento in grado di agire senza intervento umano
Linux è il sistema operativo scelto dalla U.S. Army per equipaggiare una vasta gamma di armi intelligenti, fra cui veicoli da combattimento in grado di agire senza intervento umano


Washington (USA) – Con il progetto Future Combat Systems , la US Army, in collaborazione con la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), sta vagliando diversi progetti per la creazione di nuovi sistemi da combattimento intelligenti, fra cui veicoli robotizzati, piattaforme di controllo e comunicazione wireless, sistemi di puntamento con visuale a tre dimensioni, nuove armi portatili con tecnologie avanzate di riconoscimento degli obiettivi.

Come si legge in queste FAQ , il comitato tecnico del progetto FCS ha scelto Linux come sistema operativo di riferimento per tutte le armi intelligenti partorite in seno all’FCS. Fra i sistemi operativi scartati dalla U.S. Army vi sono Windows, VX Works e Lynxos.

Linux dovrà garantire che i dispositivi su cui verrà adottato possano funzionare in modo affidabile anche in situazioni estreme.

Non è la prima volta che il Pinguino viene arruolato fra i ranghi della U.S. Army: nel 2000 Rymic Systems, un’azienda specializzata in embedded appliance, fornì all’esercito americano dispositivi di diagnostica e controllo basati su di una versione embedded di Linux.

Il progetto FCS, il cui obiettivo dichiarato è quello di “minimizzare il rischio massimizzando l’abilità”, vede già colossi come Lockheed Martin, General Dynamics e la stessa Boeing impegnate nello sviluppo di prototipi che possano, entro la fine di questo decennio, dar vita alla prima generazione di robot da combattimento.

Queste unità intelligenti dovranno essere in grado di schierarsi sul campo di battaglia nel minor tempo possibile e con piena capacità offensiva, ed il loro primo obiettivo dovrà essere quello di “dominare la minaccia e vincere”.

I robottoni della US Army, che a differenza di quanto ci si possa immaginare non avranno forma umanoide, somiglieranno a piccoli carroarmati e saranno dotati di armi di nuova generazione, fra cui cannoni laser e a microonde.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 03 2003
Link copiato negli appunti