Il Portable Media Center è realtà

Ieri Microsoft ha annunciato la disponibilità commerciale del primo Portable Media Center, capostipite di una nuova famiglia di player audio e video basati su Windows Mobile. Fuori anche Windows Media 10
Ieri Microsoft ha annunciato la disponibilità commerciale del primo Portable Media Center, capostipite di una nuova famiglia di player audio e video basati su Windows Mobile. Fuori anche Windows Media 10

Redmond (USA) – Era l’inizio del 2003 quando Microsoft annunciò per la prima volta una nuova variante della sua piattaforma mobile, all’epoca denominata Media2Go , dedicata ad una nuova generazione di dispositivi multimediali portatili capaci di gestire musica, video e immagini.

Tale piattaforma, battezzata con il nome ufficiale di Windows Mobile for Portable Media Centers (PMC), è oggi finalmente pronta ad imboccare la via del mercato a bordo del primo dispositivo PMC: il Creative Zen Portable Media Center di Creative Labs .

Il player tuttofare di Creative, già disponibile sul negozio on-line di quest’ultima, era già stato mostrato all’inizio dell’anno presso il CES di Las Vegas. Il dispositivo ha una classica forma rettangolare con i tasti di controllo posti ai lati dello schermo LCD. Quest’ultimo è un modello TFT a colori, retroilluminato, con una dimensione di 3,8 pollici, dunque simile a quella del display di un tipico PDA. Il dispositivo per l’archiviazione dei file è costituito da un hard disk da 20 GB che, secondo Creative, è in grado di contenere fino a 85 ore di video con bit-rate a 500 Kbps, fino a 9.000 canzoni da 64 kbps e decine di migliaia di foto. La batteria ricaricabile è sostituibile e, secondo quanto dichiarato nelle specifiche tecniche, fornisce un’autonomia di 7 ore continuate di riproduzione video e di 22 ore di riproduzione audio.

Lo Zen PMC ha un prezzo di 499 dollari, ma è probabile che Creative ne rilascerà anche un modello più economico con hard disk di capacità inferiore.

Il sistema operativo di questa nuova famiglia di player portatili, che come tutte le versioni della piattaforma Windows Mobile si basa su Windows CE, supporta la riproduzione o la visualizzazione di numerosi formati di file:
– Windows Media Video e Photo Story (.wmv,.asf) alla risoluzione di 320 x 240 pixel e ad un bit-rate massimo di 800 Kbps;
– Windows Media Audio (.wma);
– MP3 (.mp3);
– JPEG (.jpg,.jpg,.jpe,.jfif);
– Microsoft Recorded TV Show (.dvr-ms);
– MPEG (.mpeg,.mpg,.mpe,.m1v,.mp2v,.mpeg2);
– Windows Video (.avi);
– Windows Audio (.wav).

Windows Mobile for PMC supporta inoltre la tecnologia di digital rights management (DRM) e le funzionalità di sincronizzazione dei contenuti introdotte da Microsoft nel nuovo Windows Media Player (WMP) 10. Il sistema operativo include poi funzionalità per la ricerca e l’organizazione dei file multimediali.

I dispositivi PMC sono dotati di una porta USB 2.0 attraverso cui è possibile connetterli ad un PC e trasferire file e playlist. Se si dispone di Windows XP Media Center Edition o di un PC con un sintonizzatore TV compatibile, è anche possibile trasferire verso il PMC delle registrazioni TV utilizzando la funzione Auto Sync di WMP 10. Per gli utenti più smaliziati resta tuttavia possibile registrare programmi TV, o qualsiasi altro contenuto video, in un formato riconosciuto da Windows Mobile for PMC e trasfrirlo poi nel dispositivo in modo manuale.

Microsoft spera che la piattaforma PMC possa divenire un mezzo privilegiato attraverso cui veicolare contenuti a pagamento come eventi sportivi registrati o film. A tal proposito il big di Redmond ha annunciato che i siti americani CinemaNow e Major League Baseball sono già pronti per offrire contenuti che possono essere direttamente trasferiti, una volta scaricati dal Web, su di un PMC.

Su CinemaNow, ad esempio, sarà possibile noleggiare film ad un costo compreso fra 2,99 e 3,99 dollari o acquistarli a prezzi compresi fra 9,99 e 14,99 dollari. Tutti i file video saranno protetti con la tecnologia di DRM del WMP 10.

Microsoft ha fatto sapere che durante l’autunno arriveranno sul mercato altri due player PMC svilppati da Samsung e iRiver.

Nelle scorse ore è stata rilasciata anche la nuova versione di Windows Media Player: ecco le principali novità. In concomitanza con il debutto del primo player PMC e di una versione d’anteprima del negozio di musica MSN Music, Microsoft ha rilasciato sul proprio sito il nuovo Windows Media Plater (WMP) 10, ultima reincarnazione del popolare software di riproduzione integrato in Windows.

WMP 10 include una nuova sezione, chiamata Digital Media Mall, attraverso cui gli utenti possono cercare ed acquistare musica e film presso vari negozi on-line, tra cui CinemaNow, Musicmatch, Napster e il neonato MSN Music.

Come detto, il nuovo player include poi una nuova funzionalità, chiamata Auto Sync, che consente di sincronizzare automaticamente la propria collezione di file video e audio con un dispositivo basato su Windows Mobile for PMC. WMP 10 supporta il trasferimento dei file con circa una settantina di altri dispositivi.

La strategia di Microsoft per la conquista del mercato del digital entertainment e, in particolare, di quello della musica, passa proprio dal nuovo WMP: similmente ai jukebox di Apple e RealNetworks, il big di Redmond vuole infatti utilizzare il proprio player come interfaccia preferenziale verso contenuti e servizi a pagamento, primo fra tutti il suo nuovo MSN Music, che supportano i propri formati e la propria tecnologia di DRM. Ancora una volta, dunque, il gigante americano spera di far leva sull’enorme diffusione di Windows, di cui WMP è un componente integrato, per penetrare in nuovi settori di business.

“WMP 10 è un elemento chiave della strategia di Microsoft per portare il digital entertainment ovunque”, ha affermato Will Poole, senior vice president della Windows Client Division di Microsoft.

Le altre novità salienti del nuovo WMP 10 consistono in un look e in un design dell’interfaccia parzialmente rinnovati, in alcune nuove funzionalità che promettono di facilitare e rendere più potente la ricerca dei vari tipi di media digitali, e strumenti migliorati per l’estrazione, la compressione e la masterizzazione su CD della propria musica.

il WMP 10 è già disponibile qui in lingua inglese e francese: il rilascio delle altre localizzazioni, fra cui la versione italiana, è atteso per l’inizio dell’autunno.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 09 2004
Link copiato negli appunti