Il PremioWWW spinge SMS a pagamento?

Ne parla un lettore che si ritrova iscritto ad un servizio a pagamento per aver usato un SMS per partecipare al concorso de IlSole24Ore. Ma è tutto scritto nel Regolamento

Roma – Scrive Maurizio G.: “Gentile redazione di Punto Informatico, scrivo per segnalare quella che ritengo quantomeno una cattiva comunicazione da parte del Sole24Ore rispetto al famoso PremioWWW a cui il mio sito come quelli di tanti altri partecipano anche quest’anno. In particolare mi riferisco alla possibilità di votare via SMS, una comodità, se non fosse che nasconde una sorpresina.

Se andate sulla home page del premio troverete le informazioni per votare via SMS, in pratica si tratta di mandare l’indirizzo del sito che si vota ad un certo numero. Cliccando su Istruzioni per il voto si spiega che ci sono dei limiti nella quantità di voti effettuabili, si spiega che votare costa quanto costa un SMS tradizionale (più o meno) e che se il voto viene confermato arriverà un SMS di conferma dal costo di mezzo euro. E allora? Direte voi: allora succede che quando voti sei iscritto anche ad un servizio di notizie via SMS a pagamento, costa ogni singolo SMS che si riceve, ma non c’è scritto da nessuna parte!!!”

In verità quella di Maurizio G. è la prima segnalazione del genere e ad una veloce indagine sulle modalità del celebre premio del Sole non risulta esatta. Sebbene sia vero che sulla pagina che descrive il voto via SMS non si dica nulla sull’iscrizione a un qualsiasi servizio aggiuntivo, se ne parla invece nel PDF del Regolamento del premio stesso.

In particolare si dice, alla voce “Modalità”, che chi vota accede automaticamente ad “un servizio informativo sui principali temi di attualità, finanza, economia o altro”. In quella sede non si parla di costi ma più avanti, alla voce “Avvertenze”, si legge che “il servizio di informazioni tramite SMS ha un costo fisso di 0,50 euro Iva inclusa per ogni SMS inviato all’utente”.

Dire quindi che non è scritto da nessuna parte è errato. Per essere scritto, infatti, è scritto.

Update : una segnalazione sulla cosa è apparsa ieri anche sui forum di Punto Informatico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Che dire...
    Soliti discorsi.Se avesse parlato a Napoli avrebbe detto che fare la pizza aiutava a programmare, probabilmente.Io al lavoro uso il 15% di quello che so. E non per pigrizia, ma perchè sono i vecchi "conservatori" dell'informatica, uniti a coloro che di investire non gliene frega nulla, a rovinare tutto.
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione...
    E' sempre piu' difficile trovare professionisti che si facciano sfruttare e poi buttare nel WC, soprattutto in Europa.In ogni caso visti il numero di virus creati dai paesi dell'est, potrebbe valer la pena pagarli di piu' data la loro competenza e lo studio dei sistemi Microsoft.
  • Anonimo scrive:
    Osservazione acuta
    Bill gates si è reso conto che non ci sono più validi programmatori (windows)...Beh... 30 anni di software chiuso hanno fatto terra bruciata, i giochi distraggono i giovani programmatori e l'elevatissimo costo degli strumenti di sviluppo ha fatto il resto.Se non puoi leggere non saprai mai scrivere. E' una legge che sapeva anche Guttemberg..."Hello World" è carino ma se non hai una base di codice su cui studiare e magari da modificare... perderai l'interesse alla programmazione.Meno male che c'è l'open source che ha riaperto la conoscenza.Ciao microsoft, buona caduta.
  • Anonimo scrive:
    Il draga ha ragione.
    Per una volta mi trovo d'accordo con il draga. Sorvolando sugli immancabili tentativi di piazzare i suoi (fallimentari) tablet pc per "favorire l'innovazione" non ha torto sulla generale carenza di competenze.Guardiamo semplicemente il nostro paese. E' pieno di persone che si iscrivono a lettere, filosofia, scienze della comunicazione (con un enorme e inspiegabile predominanza femminile) più tutte le varie facoltà derivate.Le iscrizioni in facoltà tecnico/scientifiche sono sempre di meno (ma lo stesso dicasi anche per la scuola). In pochi decenni ci ritroveremo invasi dai filosofi e dai letterati incapaci di progettare anche un semplice filtro passa banda o di scrivere il gestionale in visual basic, che saranno alla ricerca di non si sa quale posto di lavoro. Insegnamento? E quanti insegnanti ci saranno? Qui siamo in periodo di tagli dei rami secchi... Qualche bel concorsino pubblico per andare a riscaldare per 40 anni qualche sedia a spese dei contribuenti? Ma i concorsi si sa, 20 posti e 800000 domande e passano sempre i soliti amici.Il resto sono i soliti buoni a nulla che si vanno a chiudere in qualche caserma.Quello che la gente non vuole capire è che in Italia (ma non solo) bisogna PRODURRE, bisogna SAPER FARE, non solo sapere e basta. E' questo che alza il pil, non i filosofi.E in questo non si può negare che il draga abbia ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il draga ha ragione.
      - Scritto da:
      Per una volta mi trovo d'accordo con il draga.
      Sorvolando sugli immancabili tentativi di
      piazzare i suoi (fallimentari) tablet pc per
      "favorire l'innovazione" non ha torto sulla
      generale carenza di
      competenze.

      Guardiamo semplicemente il nostro paese. E' pieno
      di persone che si iscrivono a lettere, filosofia,
      scienze della comunicazione (con un enorme e
      inspiegabile predominanza femminile) più tutte le
      varie facoltà
      derivate.

      Le iscrizioni in facoltà tecnico/scientifiche
      sono sempre di meno (ma lo stesso dicasi anche
      per la scuola). In pochi decenni ci ritroveremo
      invasi dai filosofi e dai letterati incapaci di
      progettare anche un semplice filtro passa banda o
      di scrivere il gestionale in visual basic, che
      saranno alla ricerca di non si sa quale posto di
      lavoro. Insegnamento? E quanti insegnanti ci
      saranno? Qui siamo in periodo di tagli dei rami
      secchi... Qualche bel concorsino pubblico per
      andare a riscaldare per 40 anni qualche sedia a
      spese dei contribuenti? Ma i concorsi si sa, 20
      posti e 800000 domande e passano sempre i soliti
      amici.

      Il resto sono i soliti buoni a nulla che si vanno
      a chiudere in qualche
      caserma.

      Quello che la gente non vuole capire è che in
      Italia (ma non solo) bisogna PRODURRE, bisogna
      SAPER FARE, non solo sapere e basta. E' questo
      che alza il pil, non i
      filosofi.

      E in questo non si può negare che il draga abbia
      ragione.quotone, c'è però un altro problema:non c'è lavoro per gli ingegneri. Gli ingegneri sono messi a fare gli informatici e quando esci da ingegneria hai una preparazione completamente insufficiente al lavoro e anche il discorso "con il tempo imparerà" lascia il tempo che trova. In informatica diplomati, letterati ed ingegneri sono buttati tutti insieme nel calderone ed escono quelli bravi, non con il pezzo di carta. Gli ingegneri escono dalle lauree più tardi degli altri e non hanno ciò che serve. Dovrebbero creare settori tecnologici in modo da favorire l'inserimento. Oggi gli ingegneri guadagnano troppo poco (ho amici ingegneri che prendono 1000 euro al mese dopo 5 anni di ingegneria). La situazione non è buona
    • Anonimo scrive:
      Re: Il draga ha ragione.

      In pochi decenni ci ritroveremo
      invasi dai filosofi e dai letterati incapaci di
      progettare anche un semplice filtro passa banda o
      di scrivere il gestionale in visual basic, Voglia il cielo che sia vero!!!Sai quanti grattacapi risparmiati ad amministratori di sistema o a programmatoriprofessionisti che devono perdere tempo a rivedere codici che dire siano assurdi e inefficenti e' dir poco.Meglio filosofo che smanettone !!!!!!!
      che
      saranno alla ricerca di non si sa quale posto di
      lavoro. Marketing, comunicazione, ecc...
      Quello che la gente non vuole capire è che in
      Italia (ma non solo) bisogna PRODURRE, bisogna
      SAPER FARE, non solo sapere e basta. E' questo
      che alza il pil, non i
      filosofi.Hummm, non credo che tu abbia capito come funzionano le cose in Italia.

      E in questo non si può negare che il draga abbia
      ragione.Il draga vuole avere un esercito di smanettoni, possibilmente paganti e non pirati, a cui vendere i suoi framework, sistemi operativi ecc...Programmatori ed ingegneri del software che sono in grado di valutare un prodotto al dila' del marketing non sono appetibili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il draga ha ragione.
      Per fare un gestionale in VB non serve certo unalaurea...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il draga ha ragione.
      - Scritto da:
      Per una volta mi trovo d'accordo con il draga.
      Sorvolando sugli immancabili tentativi di
      piazzare i suoi (fallimentari) tablet pc per
      "favorire l'innovazione" non ha torto sulla
      generale carenza di
      competenze.

      Guardiamo semplicemente il nostro paese. E' pieno
      di persone che si iscrivono a lettere, filosofia,
      scienze della comunicazione (con un enorme e
      inspiegabile predominanza femminile) più tutte le
      varie facoltà
      derivate.

      Le iscrizioni in facoltà tecnico/scientifiche
      sono sempre di meno (ma lo stesso dicasi anche
      per la scuola). In pochi decenni ci ritroveremo
      invasi dai filosofi e dai letterati incapaci di
      progettare anche un semplice filtro passa banda o
      di scrivere il gestionale in visual basic, che
      saranno alla ricerca di non si sa quale posto di
      lavoro. Insegnamento? E quanti insegnanti ci
      saranno? Qui siamo in periodo di tagli dei rami
      secchi... Qualche bel concorsino pubblico per
      andare a riscaldare per 40 anni qualche sedia a
      spese dei contribuenti? Ma i concorsi si sa, 20
      posti e 800000 domande e passano sempre i soliti
      amici.

      Il resto sono i soliti buoni a nulla che si vanno
      a chiudere in qualche
      caserma.

      Quello che la gente non vuole capire è che in
      Italia (ma non solo) bisogna PRODURRE, bisogna
      SAPER FARE, non solo sapere e basta. E' questo
      che alza il pil, non i
      filosofi.

      E in questo non si può negare che il draga abbia
      ragione.e gli investimenti dovrebbero premiare il settore della ricerca scientifica finalizzata.In quale paese conta di piu' essere un calciatore un politico oppure una velina?Non esiste,in un paese normale che si investa milioni di euro in settori dove non si creano posti di lavoro.Eppure la gente sembra accontentarsi....salvo stupirsi dopo....quando i dati dicono che il paese va a rotoli.Bisogna investire pesantemente nel settore energetico ed industriale.Il mattone non cambia le sorti di questo paese.Infine aggiungo che le responsabilita' devono essere finalmente attribuite altrimenti sono solo chiacchere da bar.
  • Anonimo scrive:
    Sciopero generale degli informatici
    Se stessimo tutti fermi per un giorno intero, intendo tutti gli addetti al settore IT, si fermerebbe tutto il paese.Perché certa gente dell'IT se ne ricorda solo quando gli fa comodo, ma quando si parla di condizioni di lavoro migliori (anche di base: sedia, postazione, illuminazione stanza ecc) non ci sentono. Servirebbe per prendere coscienza e far capire che questo settore è fondamentale per la crescita (anche culturale) del paese.Non che è più importante di tutti, ma che ha pari dignità, perché adesso manco quella gli è riconosciuta.Carlo
  • Anonimo scrive:
    NON SA PIU A CHI COPIARE ....
    (geek)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Mancano competenze?
    Per forza, devi sempre restare aggiornato, e fare corsi, per prendere due lire.L'imbianchino più economico che ho trovato vuole 350 euro(iva esclusa ovviamente) per un lavoro e ci mette mezza giornata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mancano competenze?
      Il buon Bill parla senza sapere le condizioni economiche in cui lavora un buon informatico con tanto di laurea e specializzazione qui in Italia. Se dopo 20 anni di studio e altrettanti di lavoro arrivi a guadagnare poco piu' di un cameriere (e a volte anche meno) ti chiedi se ne è valsa veramente la pena...
  • Anonimo scrive:
    Leggere tra le righe
    Mancano competenze dice.Vuol dire che le professionalità IT di buon livello costano care perché c'è penuria e quelli rimasti si vendono meglio che possono.Un'invasione di informatici abbasserebbe il loro costo. Come ancora? Già in Italia non ti danno più di un piatto di pasta.Usate i TabletPC la vera rivoluzione del XXI secolo.Usatelo perché M$ ha brevetti sul riconoscimento della scrittura e sulle interfacce che si usano col pennino, lì Linux e altri sistemi operativi avranno difficoltà e M$ regnerà sovrana finché saranno di moda quelle cose inutili.Vende pentole, non è un informatico Bill Gate$.Ma non si era tolto dai co%%ioni per dedicarsi al suo malloppo e alla beneficenza? Che cacchio ci fa in Russia a vendere ancora la fuffa di M$?
  • Anonimo scrive:
    Bill Gates
    Dovunque va, .......parla come un piazzista da baraccone con la differenza che lui ha DRAGATO tanti dindini ai TONTOLONI ed è ricchissimo e per questo trova sempre altri piazzisti mediatici che gli fanno da grancassa spacciando le caxxate che spande come oro colato.
  • Anonimo scrive:
    Le solite stronzate
    Qui non troviamo manodopera specializzataE' per questo motivo che chiudiamo le fabbriche in Europa e America per aprirle in India, Cina, altri paesi del terzo mondoNo, non è perchè laggiù la manodopera costa 1/10, lavora 80 ore e + alla settimana, nessuna ferie, quale pensione, e se t'ammali sono cazzi tuoiLe solite stronzate da 40 anni...Ma andate a caaagare
    • Anonimo scrive:
      Re: Le solite stronzate
      - Scritto da:
      Qui non troviamo manodopera specializzata
      E' per questo motivo che chiudiamo le fabbriche
      in Europa e America per aprirle in India, Cina,
      altri paesi del terzo
      mondo

      No, non è perchè laggiù la manodopera costa 1/10,
      lavora 80 ore e + alla settimana, nessuna ferie,
      quale pensione, e se t'ammali sono cazzi
      tuoi

      Le solite stronzate da 40 anni...

      Ma andate a caaagareIl bello e' che si sono comprati fior fiore di distro (Suse) per fare di Linux un prodotto americano.Noi invece babbei siamo ancora li con il piattino che elemosiniamo tecnologia sorpassata(Windows).
      • Anonimo scrive:
        Re: Le solite stronzate
        si infatti, Linux e' la vera innovazione (capace solo di copiare da Windows)...ma fatemi il piacere e ricompilatevi il kernel invece di scrivere stupidate sul forum...
        • Anonimo scrive:
          Re: Le solite stronzate
          - Scritto da:
          si infatti, Linux e' la vera innovazione (capace
          solo di copiare da Windows)...ma fatemi il
          piacere e ricompilatevi il kernel invece di
          scrivere stupidate sul
          forum...Multiutenza? sbaglio o M$ l'ha copiata da noi.Poi geniotto mi piacerebbe proprio sapere cosa ci sarebbe di copiato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Le solite stronzate
            - Scritto da:
            Multiutenza? sbaglio o M$ l'ha copiata da noi.

            Poi geniotto mi piacerebbe proprio sapere cosa ci
            sarebbe di
            copiato.Contrariamente a quanto molti credono, i sistemi MS non sono multiutente: non importa se una monoposto può ospitare un'altra persona dopo che ne sono sceso, resta una monoposto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Le solite stronzate
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Multiutenza? sbaglio o M$ l'ha copiata da noi.



            Poi geniotto mi piacerebbe proprio sapere cosa
            ci

            sarebbe di

            copiato.

            Contrariamente a quanto molti credono, i sistemi
            MS non sono multiutente: non importa se una
            monoposto può ospitare un'altra persona dopo che
            ne sono sceso, resta una
            monoposto.Che minchiata che hai detto, o forse no? ah si è vero, ci vuole un processore per ogni utente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Le solite stronzate
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Multiutenza? sbaglio o M$ l'ha copiata da noi.





            Poi geniotto mi piacerebbe proprio sapere cosa

            ci


            sarebbe di


            copiato.



            Contrariamente a quanto molti credono, i sistemi

            MS non sono multiutente: non importa se una

            monoposto può ospitare un'altra persona dopo che

            ne sono sceso, resta una

            monoposto.

            Che minchiata che hai detto, o forse no? ah si è
            vero, ci vuole un processore per ogni
            utente.Si, sai che ficata!Un sistema multiutente è accessibile a più utenti allo stesso tempo, se perchè acceda y x deve staccarsi, siamo in presenza di una monoutenza a turni.Ovviamente la multiutenza è molto comoda, ma non è un requisito irrinunciabile per un buon SO, quindi non sto trollando contro Ms.
        • Anonimo scrive:
          Re: Le solite stronzate
          - Scritto da:
          si infatti, Linux e' la vera innovazione (capace
          solo di copiare da Windows)...ma fatemi il
          piacere e ricompilatevi il kernel invece di
          scrivere stupidate sul
          forum...Magari lo copiassero, cosi' si avrebbe un SO desktop che funzioni e non che per solo leggere e scrivere su un hard disk devi digitare qualche Kb di comandi da shell :| :|
  • Anonimo scrive:
    1000 euro al mese
    come uno che avvita bulloni.... finimiamola che l'informatica è diventatauna fuffa
    • Anonimo scrive:
      Re: 1000 euro al mese
      - Scritto da:
      come uno che avvita bulloni.... finimiamola che
      l'informatica è diventatauna
      fuffa
      Una vergogna che uno come te non guadagni 100 volte di più di un operaio sottosviluppato mentale. Sei un incompreso, bon ti consiglio comunque di andare da detto operaio a lamentarti altrimenti ti mette una sfilza di bulloni su per il(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: 1000 euro al mese
      - Scritto da:
      come uno che avvita bulloni.... finimiamola che
      l'informatica è diventatauna
      fuffaio ne prendo 1800 dopo 3 anni di lavoro tra .Net, C, Sql Server ed Oracle. Non sono neanche laureato. Nel mio gruppo stiamo tutti tra i 1600 ed i 2500. Il posto è una azienda privata.Ma dove abitate per farvi pagare così poco?Cosa sviluppate?
      • Anonimo scrive:
        Sei fortunato
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        come uno che avvita bulloni.... finimiamola che

        l'informatica è diventatauna

        fuffa

        io ne prendo 1800 dopo 3 anni di lavoro tra .Net,
        C, Sql Server ed Oracle. Non sono neanche
        laureato. Nel mio gruppo stiamo tutti tra i 1600
        ed i 2500. Il posto è una azienda
        privata.
        Ma dove abitate per farvi pagare così poco?
        Cosa sviluppate? Forse abiti a San Marino. :)Gli stipendi medi nel settore sono sui 950 eur, se non meno, probabilmente tu sei capitato in un'azienda seria, di medie dimensioni, con una strategia chiara ecc. L'azienda tipica del settore è guidata da uno che ci capisce poco ma ha parecchi soldi, pochi dipendenti, disorganizzata. Se invece è un'azienda con vari soci provenienti da altri settori, stai sicuro che sono sempre a litigare perché sono uno più ignorante dell'altro. Ne ho viste parecchie del genere, nate sull'onda del boom.In generale le aziende private con stipendi sopra la media sono in due zone: milano e roma (dove hanno commissioni da enti pubblici). 900 euro al mese con contratto precario è la tipica condizione di un lavoratore IT.Lontano dalle grandi città anche i più bravi difficilmente ottengono stipendi congrui.Un corriere col proprio furgoncino guadagna decisamente di più, per fare un esempio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sei fortunato
          - Scritto da:
          ...

          900 euro al mese con contratto precario è la
          tipica condizione di un lavoratore
          IT.
          Lontano dalle grandi città anche i più bravi
          difficilmente ottengono stipendi
          congrui.

          Un corriere col proprio furgoncino guadagna
          decisamente di più, per fare un
          esempio.Sicuro. E da quel che ho sentito se il furgoncino non è suo è capace di guadagnare ancora di più...
      • Anonimo scrive:
        Re: 1000 euro al mese
        Scusa, mi dice il nome dell'azienda? A Milano io guadagno 1000 euro al mese circa ... e non sempre.saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: 1000 euro al mese
        Bene. Assumete per caso?Il mio curriculum: tutto quello che hai detto tu, più altre 6/7 cose varie, 5 anni di esperienza, piena soddisfazione di tutti i miei clienti.
      • Anonimo scrive:
        Re: 1000 euro al mese mi dici dove lavor
        mi dai il nome della tua azienda che cerco di farti le scarpe ho più anni di esperienz di te progetti per grandi banche industrie multinazionali sono un super scova bugs conosco tanti linguagi che ormai non ricordo neanche piùe prendo 150 euro lordi al giornoqualcuno dira ma va prendi troppo e si togli l'iva le tasse (grazie prodi) l'inarcassa l'anticipo dell'iva le ferie e malattie non pagate, poi siccome a differenza del mio dentista non riesco a scaricare nientese riesco a raggiungere i mille sono fortunato.comunque scrivici il nome dell'azienda che ci penso io a farti le scarpe :-)
  • Anonimo scrive:
    Ma BIll è laureato???
    boh, non l'ho mai capito, ma lui si è mai laureato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma BIll è laureato???
      - Scritto da:
      boh, non l'ho mai capito, ma lui si è mai
      laureato?Si mi pare sia dottore in dragalogia! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma BIll è laureato???
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        boh, non l'ho mai capito, ma lui si è mai

        laureato?

        Si mi pare sia dottore in dragalogia! :De che è? una trollata.... lol :pma seriamente?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma BIll è laureato???
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          boh, non l'ho mai capito, ma lui si è mai


          laureato?



          Si mi pare sia dottore in dragalogia! :D

          e che è? una trollata.... lol :p

          ma seriamente?Boh credo di no....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma BIll è laureato???
          Si era iscritto a legge e matematica, in seguito abbandonati.. all'inizio non era interessato all'informatica e desiderava proseguire gli studi, poi quando comincio a guadagnare i primi dollaroni cambiò idea..
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma BIll è laureato???
            - Scritto da:
            Si era iscritto a legge e matematica, in seguito
            abbandonati.. all'inizio non era interessato
            all'informatica e desiderava proseguire gli
            studi, poi quando comincio a guadagnare i primi
            dollaroni cambiò
            idea..Peccato...non gli hanno spiegato quanto carino e' far l'avvocato o studiare la soluzione del teorema di Fermat?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma BIll è laureato???
      - Scritto da:
      boh, non l'ho mai capito, ma lui si è mai
      laureato?No! Ha mollato per fondare Microsoft. E' uno spin-out.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma BIll è laureato???
      - Scritto da:
      boh, non l'ho mai capito, ma lui si è mai
      laureato?No, Bill è un uomo che si è fatto da se. Purtoppo avendo perso il manuale di istruzioni, al primo riavvio il cervello ha dato schermata blu.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma BIll è laureato???
        mizzega come rode a chi non conta nulla come te, vero?! che coraggio, parlare male di uno che ha creato la storia dell'informatica...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma BIll è laureato???

          che coraggio, parlare male di uno che ha creato
          la storia
          dell'informatica...Per favore dimmi che stai facendo ironia o stai trollando e che non credi davvero a quello che hai scritto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma BIll è laureato???
            - Scritto da:



            che coraggio, parlare male di uno che ha creato

            la storia

            dell'informatica...

            Per favore dimmi che stai facendo ironia o stai
            trollando e che non credi davvero a quello che
            hai
            scritto.Nel bene e nel male, tra luci e ombre, il nostro uomo con la sua azienda ha contribuito non poco nella storia dell'informatica. E come tutti i grandi Bill è una figura controversa. Poi sicuramente tu sarai dell'opinione che ha fatto più male che bene, altri dell'opinione contraria. Forse riusciremo a valutarne il ruolo con obiettività fra 50, 100 anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma BIll è laureato???
            - Scritto da:
            Nel bene e nel male, tra luci e ombre, il nostro
            uomo con la sua azienda ha contribuito non poco
            nella storia dell'informatica. E come tutti i
            grandi Bill è una figura controversa. Poi
            sicuramente tu sarai dell'opinione che ha fatto
            più male che bene, altri dell'opinione contraria.
            Forse riusciremo a valutarne il ruolo con
            obiettività fra 50, 100 anni.

            E' il solito discorso, i linari rodono che Bill si e' fatto un sacco di soldi e loro no, e quindi non gli resta da fare che sparare m@@@a su di lui. Un po' come la volpe che non arriva all'uva :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma BIll è laureato???

            m@@@a Non capisco. Che intendevi scrivere merda è chiaro, è chiaro pure che non sei un'educanda perchè non penseresti alla merda e non scriveresti neppure m@@@a. Allora spiegami una cosa. Perchè non scrivi MERDA?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma BIll è laureato???
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Nel bene e nel male, tra luci e ombre, il nostro

            uomo con la sua azienda ha contribuito non poco

            nella storia dell'informatica. E come tutti i

            grandi Bill è una figura controversa. Poi

            sicuramente tu sarai dell'opinione che ha fatto

            più male che bene, altri dell'opinione
            contraria.

            Forse riusciremo a valutarne il ruolo con

            obiettività fra 50, 100 anni.





            E' il solito discorso, i linari rodono che Bill
            si e' fatto un sacco di soldi e loro no, e quindi
            non gli resta da fare che sparare m@@@a su di
            lui. Un po' come la volpe che non arriva all'uva
            :)Casomai la volpe e l'uva è la parte del winaro... che spera che basti incensarlo per avere i suoi soldi!...E invece i soldi rimangono nelle sue tasche e quelle del winaro si svuotano alla velocità della luce!Il "modello lnaro" ammesso che esista non è certo quello dello zio bill è a voi che piacerebbe quel tipo di uva!Caro il mio volpino!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma BIll è laureato???
            - Scritto da:
            Casomai la volpe e l'uva è la parte del winaro...
            che spera che basti incensarlo per avere i suoi
            soldi!...
            E invece i soldi rimangono nelle sue tasche e
            quelle del winaro si svuotano alla velocità della
            luce!

            Il "modello lnaro" ammesso che esista non è certo
            quello dello zio bill è a voi che piacerebbe quel
            tipo di
            uva!
            Caro il mio volpino!Il winaro i soldi li fa eccome, perche' la sua macchina richiede poca manutenzione e funziona con hardware non specifio. Cosi' la produttivita' aumenta e si guadagna. tutto il contrario degli open sorciari. :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma BIll è laureato???
            - Scritto da:

            Nel bene e nel male, tra luci e ombre, il nostro
            uomo con la sua azienda ha contribuito non poco
            nella storia dell'informatica. E come tutti i
            grandi Bill è una figura controversa. Poi
            sicuramente tu sarai dell'opinione che ha fatto
            più male che bene, altri dell'opinione contraria.
            Forse riusciremo a valutarne il ruolo con
            obiettività fra 50, 100 anni.
            Informati meglio. Bill Gates non ha inventato un bel niente. Ha sempre copiato. Quel poco che ha scritto da zero, lo ha fatto coi piedi.Se non ci fosse stato lui, credi che oggi saremmo senza PC?? Saremmo tutti senza windows, il che è diverso!Oggi avremmo un OS basato probabilmente su unix (ma non quella ciofeca di linux), o tipo Beos. Senza windows tutta l'informatica ne avrebbe guadagnato. Le basi tecnologiche e le alternative non mancavano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma BIll è laureato???
          - Scritto da:
          mizzega come rode a chi non conta nulla come te,
          vero?!


          che coraggio, parlare male di uno che ha creato
          la storia
          dell'informatica...Bhe aspetta...la storia dell'informatica l'ha fatta gente del calibro di Bill Joy.Gates ha solo dato un grande contributo nel portare idee gia' sviluppate da altri sulle scrivanie di tutti.Ma finisce tutto li.La storia e' altra cosa,e come sempre (mi limito al nostro paese) i fatti vengono distorti in funzione delle convenienze attuali.
    • Anonimo scrive:
      Ed i linari?
      - Scritto da:
      boh, non l'ho mai capito, ma lui si è mai
      laureato?Ed i linari sono laureati? No? Ah, ecco perche' fanno i programmatori open (rotfl) :D.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ed i linari?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        boh, non l'ho mai capito, ma lui si è mai

        laureato?

        Ed i linari sono laureati? No? Ah, ecco perche'
        fanno i programmatori open (rotfl)
        :D.Ancora le equazioni LAUREA = CONOSCENZA o LAUREA = BENE! Peccato che nel mondo reale non succeda questo (soprattutto in Italia).
  • Anonimo scrive:
    Collaborazione??
    Forse voleva dire..tranquilli..li prendiamo noi i vostri disoccupati e li sfruttiamo alla grande!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Collaborazione??
      Anche gratis !Di questi tempi dove non ti prendono neanche a vendere a mediaworld se non hai 5 anni di esperienza nel settore (e ribadisco max 22 anni d'età) anche lavorare gratis in microsoft sarebbe un passo avanti dal punto di vista del cv...
      • Anonimo scrive:
        Re: Collaborazione??
        - Scritto da:
        Anche gratis !

        Di questi tempi dove non ti prendono neanche a
        vendere a mediaworld se non hai 5 anni di
        esperienza nel settore (e ribadisco max 22 anni
        d'età) anche lavorare gratis in microsoft sarebbe
        un passo avanti dal punto di vista del
        cv...Sempre meglio che lavorare gratis da parte degli open sorciari.
    • Anonimo scrive:
      Re: Collaborazione??
      - Scritto da:
      Forse voleva dire..tranquilli..li prendiamo noi i
      vostri disoccupati e li sfruttiamo alla
      grande!!!!!!!Io sarei prontissimo a farmi "sfruttare" da MS, magari con un bel contratto da 300.000 dollari l'anno piu' stock options e benefits. Informatevi un po' su cosa vuol dire lavorare per una multinazionale all'estero e confrontate con i vostri contratti da 950 euro / mese. Ho incontrato indiani che guadagnavano molto piu' di me...
  • Anonimo scrive:
    Certo, i tablet
    Si certo i tablet dove ha già messo le radici.. ahahah :DBilly gatto riprenditi le tue visioni e tornatene a casa..
    • Anonimo scrive:
      Re: Certo, i tablet
      - Scritto da:
      Si certo i tablet dove ha già messo le radici..
      ahahah
      :D
      Billy gatto riprenditi le tue visioni e tornatene
      a
      casa..A me vien da piangere. Quant'è, tre anni? quattro? Mi fa pene vedere l'uomo più facoltoso del mondo andarsene in giro dappertutto a cercare di piazzare questi tablet PC. Ma ci sarà un motivo perché non li vuole nessuno!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo, i tablet

        Mi fa pene vedere l'uomo più facoltosoOOOPS! PENA! volevo dire mi fa penA.Troppo tardi....venghino siori venghino... facili battute a go-go!
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo, i tablet
        - Scritto da:
        Ma ci sarà un motivo perché non li vuole
        nessuno!!!Forse perchè la gente non li prova?Io ne ho uno da tempo che uso nelle riunioni per prendere e organizzare gli appunti con OneNote. Spesso molti dei miei interlocutori ne hanno comprato uno dopo averlo visto in azione.Certo è che se tornassi all'università lo userei di sicuro (20 anni fa non c'erano purtroppo).
        • Anonimo scrive:
          Re: Certo, i tablet
          ..i soliti gingillini per fare i cool alle riunioni.. in alcune città se non hai il tablet e l'I-Pod non sei nessuno..
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            - Scritto da:
            ..i soliti gingillini per fare i cool alle
            riunioni.. in alcune città se non hai il tablet e
            l'I-Pod non sei
            nessuno..Io ne ho trovato uno appeso dentro il cesso della stazione ferroviaria di Luino.E' cool?
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            - Scritto da:
            ..i soliti gingillini per fare i cool alle
            riunioni.. in alcune città se non hai il tablet e
            l'I-Pod non sei
            nessuno..Guarda, l'iPod proprio non mi interessa. Il tablet invece è utilissimo per vari motivi: organizza gli appunti, elimina la carta, ti permette di avere tutto a portata di mano, ti permette di fare ricerche sui tuoi appunti, ti permette di condividere facilmente i tuoi appunti, ti permette di mescolare facilmente testi con disegni. In particolare poi OneNote ti permette anche di organizzare informazioni diverse e integrarle con gli appunti (per esempio documenti Word, PDF o pagine HTML).Io uso un convertibile e quando mi serve come tablet lo uso con la penna e lo schermo. Quando mi serve come portatile lo uso con la tastiera. Il meglio dei due mondi!Bisogna provare, come dice la pubblicità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            - Scritto da:

            Bisogna provare, come dice la pubblicità.
            LOL !! ma e' una battuta o sei serio ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Bisogna provare, come dice la pubblicità.


            LOL !! ma e' una battuta o sei serio ?Serissimo! Come al solito su questi forum si critica senza conoscenza diretta ma basandosi solo su "sentito dire" (oltretutto assai poco obiettivi). Per esempio a me piacerebbe sapere quanti sanno che il sistema di ricerca MS per i desktop indicizza anche la calligrafia. O vorrei sapere se qualcuno ha mai visto uno di quei bloc notes matematici che ti permettono di scrivere espressioni matematiche anche complesse e che fanno direttamente i calcoli. Oppure, più semplicemente, quanti hanno usato Microsoft Office OneNote. Vedrai che tra i critici del sistema ce ne saranno ben pochi. Non dico che il tablet non abbia difetti ma in generale i pregi sono molti. E il sistema è di indubbia utilità per chi fa un certo tipo di lavoro (nel mio caso è ottimo pre prendere appunti durante le riunioni di analisi dei requisiti e di progettazione dei sistemi).E poi se allo stesso prezzo di un laptop normale riesco ad avere un convertibile perchè non comprarlo? Ovvio che non sto parlando di pc di fascia bassa ma di pc di fascia alta (cioè quelli che a me servono per lavorare).
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            ..beh certo non l'ho mai provato, l'ho visto da amici ma il solo fatto che usa software microzozz fa si che io non sia interessato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            - Scritto da:
            ..beh certo non l'ho mai provato, l'ho visto da
            amici ma il solo fatto che usa software microzozz
            fa si che io non sia
            interessato.Certo, bravo, questo post rende molto di quanto intelligente devi essere
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            Grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            Vedi, o manager dallo stipendio di giada, io per adesso ho bisogno di una macchina che mi permetta di fare di tutto, non solo di prendere appunti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            - Scritto da:
            Vedi, o manager dallo stipendio di giada, io per
            adesso ho bisogno di una macchina che mi permetta
            di fare di tutto, non solo di prendere
            appunti.E un convertibile cosa fa? Dimostri di non sapere di che parli!
    • Anonimo scrive:
      Re: Certo, i tablet
      Bill spinge sui tablet perché ha numerosi brevetti sul riconoscimento della scrittura e altre cazzatine che hanno a che fare con quegli obrobri.Sarebbe difficile dotare Linux di tutte quelle tecnologie senza andare ad infrangere qualche brevetto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo, i tablet
        - Scritto da:
        Bill spinge sui tablet perché ha numerosi
        brevetti sul riconoscimento della scrittura e
        altre cazzatine che hanno a che fare con quegli
        obrobri.

        Sarebbe difficile dotare Linux di tutte quelle
        tecnologie senza andare ad infrangere qualche
        brevetto...
        Bill spinge sui tablet perchè appartiene ad una generazione che credeva (e crede) nel computer personale. I brevetti sono dei sottoprodotti del lavoro che MS ha fatto e non sono tutti di MS (ti ricordo che già nel passato esistevano sistemi con la penna ma che solo ora sono accettabili grazie alla potenza di calcolo disponibile su un portatile).Ma dovete sempre vedere complotti?
        • Anonimo scrive:
          Re: Certo, i tablet
          Bill ha investito molto sui tablet e ora gli secca che non se li caga nessuno.. ma che ci vuoi fare se non sa fare le previsioni futuristiche non è mica colpa sua.. ..lo stesso protocollo usato in messenger per la scrittura "a mano libera" deriva da quello che utilizzano per i tablet..
        • Anonimo scrive:
          Re: Certo, i tablet
          Complotti?Sta spingendo prodotti nei quali ha brevetti ed esclusive che lo renderanno monopolista ed avrà meno concorrenza anche in quel settore.Se lo vuoi chiamare complotto allora sì quello è un complotto.Vogliamo ancora ricordare che M$ è pluripregiudicata e tuttora accusata di abuso di posizione, monopolio, ricatto e abusi nei confronti dei produttori e tante belle cosucce?
        • Anonimo scrive:
          Re: Certo, i tablet
          Il TABLET e il TOUCH SCREENsono:"Una stronzata pazzesca!!!"sai cosè l'ergonomia ???????sia nel tablet che nel tousch screenquando fai l'input copri il displayquesto oltre a impataccarlo alla velocitàdella luce DA FASTIDIO durante il lavoro !!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, i tablet
            - Scritto da:
            Il TABLET e il TOUCH SCREEN

            sono:

            "Una stronzata pazzesca!!!"

            sai cosè l'ergonomia ???????


            sia nel tablet che nel tousch screen

            quando fai l'input copri il display

            questo oltre a impataccarlo alla velocità
            della luce

            DA FASTIDIO durante il lavoro !!!!Certo, infatti prendere appunti su un pezzo di carta è completamente diverso
        • Anonimo scrive:
          Re: Certo, i tablet
          Ma tu ci sei o ci fai?Non sono complotti, si chiama marketing.Rileggiti su wikipedia la storia di microsoft e vedrai quanti esempi ci trovi di "sogni di gioventù" di Bill Gates...
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo, i tablet
        - Scritto da:
        Sarebbe difficile dotare Linux di tutte quelle
        tecnologie senza andare ad infrangere qualche
        brevetto...
        Guarda che un'azienda che vendeva tablet Linux c'era in america. Quindi non è difficile da quel punto di vista, il difficile è non fallire.
  • Anonimo scrive:
    Ma grazie tante...
    che l'occidente perde professionalità IT. Se quelli come MS castrano tutto e tutti coi loro brevetti, so anch'io!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma grazie tante...
      - Scritto da:
      che l'occidente perde professionalità IT.
      Se quelli come MS castrano tutto e tutti coi loro
      brevetti, so
      anch'io!Castrano uguale in Asia e Americhe, eppure la situazione e' migliore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma grazie tante...
        e poi c'e' la commissione Europe (Mario Monti) che appioppa multe clamorose a MS e poi dei soldi cosa ne fa? li investi in fondi per l'agricoltura...morale - non vi lamentate dello zio Bill e di MS quando in Europa (come in Italia) governo dei babbei...
        • danieleMM scrive:
          Re: Ma grazie tante...

          e poi c'e' la commissione Europe (Mario Monti)
          che appioppa multe clamorose a MS e poi dei soldi
          cosa ne fa? li investi in fondi per
          l'agricoltura...clamorose? meno male che c'è qualcuno che ha il coraggio di agire contro un colosso senza scrupoli!
          morale - non vi lamentate dello zio Bill e di MS
          quando in Europa (come in Italia) governo dei
          babbei...quanta saggezza in queste parole.. non se ne sentiva così tanta dai tempi di "grande puffo"
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma grazie tante...
        La situazione è migliore perchè non li pagano un cazzo! SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!
Chiudi i commenti