Il Presario a partizione forzata

Compro un pc con un hdd da 20 giga... e devo PER FORZA sprecarne un quarto per della roba che la compaq poteva benissimo mettermi su 5 o 6 cd?

Web – L’altro giorno, preso da una crisi irrefrenabile, mi sono comprato un pc portatile. Dopo un po’ di giri ho optato per un compaq presario 700, che mi è sembrato un ottimo pc rispetto al prezzo. Il particolare a farmi gola era la dotazione di ram e l’hard disk, da ben 20 giga, sul quale vi era preinstallato windows XP. Per lavoro però sono costretto ad usare windows 98, o al massimo millenium, mentre per interesse personale uso linux.

Arrivato a casa quindi, dopo un rapido giro sotto XP, decido di formattare tutto… anche perchè su 20 giga di disco, ben 4 e mezzo (ovvero circa un quarto) erano occupati da una partizione con dati compaq. Guardo all’interno della scatola per assicurarmi che ci sia il “recovery cd”, nel caso qualcosa dovesse andarmi storto… lo trovo, mentre non trovo il cd di windows XP (poco male, non mi serve). Bene, procedo con fdisk, ripartiziono il disco ed installo prima di tutto linux, assegnandogli 10 giga. E’ la volta di windows millenium, a cui assegno i restanti dieci… viene il fatidico momento dei driver ed io, fiducioso, inserisco il cd di recovery pensando che, come nella migliore tradizione di altre ditte, in esso vi sia tutto il necessario, dal sistema operativo ai driver. Invece nulla. Boh, strano. Finisco l’installazione senza driver (niente suono, niente modem, video in vga standard) ed al termine guardo il contenuto del cd di recovery.

SORPRESA!

Il cd contiene una sola sessione da 1,8 mega (avete letto bene, poco più di un floppy) il cui unico compito è quello di avviare la fatidica partizione compaq. Rimango un attimo esterrefatto perchè mi chiedo: io compro un pc con un hdd da 20 giga… e devo PER FORZA sprecarne un quarto per della roba che la compaq poteva benissimo mettermi su 5 o 6 cd??? Siccome penso che in 3,8 milioni che ho pagato ci potessero far stare anche quelli mi dico: “non avrò capito” e mi metto a sfogliare la “starting guide” (o qualcosa del genere).

Bene, per farla molto breve, se io voglio usare tutto il mio hard disk ed avere un cd con sopra windows XP (di cui, lo ricordo, HO PAGATO LA LICENZA, quindi ne avrei diritto DA SUBITO) devo spedire una letterina con scritto chi sono ed allora la compaq mi spedirà gratuitamente (bontà loro!) un cd di ripristino completo.

Un Presario Ora, nel mio lavoro mi trovo ad installare per varie ditte intere batterie di portatili, ed ho avuto a che fare con marche diverse. La dotazione, ovviamente, di volta in volta cambia, ma non mi è MAI capitato di trovare pc sprovvisti del cd di ripristino completo, del cd dei driver e di quello del sistema operativo.

Quello che mi chiedo è: ma è legale un comportamento del genere? Perchè io pago la licenza di un software che in realtà non possiedo? Perchè per usare il pc devo per forza dedicare un quarto del disco alla compaq senza che questo mi venga presentato in nessuna brochure?

Ora lo sapete: evitate.

Byez
Elettrico

ps: in questo momento ho attualmente sul portatile linux slackware 8, per il quale ho trovato quasi tutti i driver, e windows me, per il quale invece non ne ho trovato nessuno, nemmeno sul sito della compaq.

ps2: i driver video li ho invece trovati sul sito della S3, nell’area ftp “protetta” (ma ti dicono di usare username e password “archive”), i driver sono quelli del chipset “twister”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Beato te...
    ...si, beato te che quando chiami il 158 ti risponde qualcuno... Io ho tentato per due giorni di fila a qualunque ora del giorno e della notte senza ottenere la comunicazione con i cosiddetti "consulenti Wind"...Solo a seguito di una telefonata in sede a Sesto S. Giovanni sono riuscito ad attivare la carta Wind aziendale di mia moglie...
  • Anonimo scrive:
    Devono dare il traffico anche alle prepagate!!!
    Mi occupo di privacy e sicurezza IT nelle tlc: il Garante si è pronunciato contro Omnitel nella decisione del 3 maggio 2001 - Diritto di Accesso - Accesso ai dati personali concernenti le chiamate telefoniche (v. www.garanteprivacy.it/decisioni/ricorsi/2001).Gli operatori devono far accedere l'utilizzatore della carta prepagata ai relativi dati di traffico perchè sono dati personali sui quali è sempre riconosciuto il diritto d'accesso ai sensi dell'art.13 l.675/96.
  • Anonimo scrive:
    Fortunato anche io...
    ...ma per un'altra storia. Per qualche misterioso motivo (non sto a scrivere tutta la storia) mi vengono addebitate erroneamente 7200 lire di chiamate al 12 di Telecom (che costa uno sproposito, non fatelo mai da un Wind !!). Dopo protesta e dialogo con un tecnico, constatata l'anomalia mi vengono riaddebitate 10000 lire tonde tonde. A parte questo e a parte un call-center dall'attesa spesso eterna ;)) posso dire di essere soddisfatto del servizio di Wind.
  • Anonimo scrive:
    LIETO FINE ? SEI PAZZO !
    MAKE LIETO FINE,E' STATO UN PURO CASO KE HANNO AMMESSO IL LORO SBAGLIO,DOVRESTI ANZI CITARLI X DANNI ORA KE HAI LA PROVA KE TI AVEVANO FREGATONESSUNO AVRA' MAI PIETA' X TE,SE SBAGLI LA PAGHERAI CARA,SIA ECONOMICAMENTE KE PENALMENTE,PERKE' DEVI PERDONARLI,SOLO PERKE' DIO E' SCESO IN TERRA E TI HA DATO UNA MANO ?
  • Anonimo scrive:
    Anche a me è successo
    però non mi sono lamentano. (purtroppo)
  • Anonimo scrive:
    E lo chiama lieto fine?
    A me non sembra affatto lieto, sinceramente, per il semplice fatto che Wind (bontà sua!) ha, sì, restituito il maltolto, ma nessuno le avrebbe potuto impedire di tenersi i soldi indebitamente sottratti ai clienti, se avesse voluto far finta di niente. Possibile che non ci sia nessuna possibilità di controllo degli addebiti anche sulle prepagate?
    • Anonimo scrive:
      Re: Direi di si
      Ok, ci vorrebbe la possibilità di controllare sulle prepagate però almeno hanno restituito i soldi... a me hanno restituito soldi addebitati per errore sulla bolletta wind in quanto mi avevano fatto pagare un servizio che nel contratto NON avevo chiesto.Telecom non mi ha mai ridato i soldi sprecati con la loro "tin e lode" che per 6 mesi non ha funzionato nonostante io avessi regolarmente pagato - inutile telefonare al numero per l'assistenza, tutti idioti che mi dicevano che IO avevo sbagliato la conf del modem (ma guarda caso Wind, Infostrada, Tiscali e tutti gli altri andavano a meraviglia).Secondo me sono i più onesti fino ad ora.
Chiudi i commenti