Il rally dei Super SUV robotizzati

Sensori laser, videocamere, GPS e sette computer a bordo. Prodotto da Volkswagen e dall'università statunitense di Stanford, questa macchina è tra i candidati vincitori del DARPA Grand Challenge
Sensori laser, videocamere, GPS e sette computer a bordo. Prodotto da Volkswagen e dall'università statunitense di Stanford, questa macchina è tra i candidati vincitori del DARPA Grand Challenge


Los Angeles (USA) – L’ Università di Stanford e la Volkswagen hanno unito le forze per creare un avanzatissimo modello di SUV (acronimo di Sports Utility Vehicle ) completamente autonomo. E’ stato affettuosamente chiamato “Stanley” ed è nato con un obiettivo ben preciso: vincere il DARPA Grand Challenge , lo spettacolare rally tra macchine robotizzate.

Dietro il nome apparentemente innocuo del SUV si nasconde un bestione di lamiera e silicio, parente stretto degli humvee impiegati in operazioni belliche, che può percorrere lunghi tragitti senza pilota . Questo incredibile SUV è dotato di un equipaggiamento senza precedenti: sensori al laser (identici a quelli utilizzati dai missili “intelligenti”), telecamere stereoscopiche, GPS e ben sette portatili a bordo. “Vogliamo semplicemente vincere” ha dichiarato Sebastian Thrun, professore a capo dello Stanford Racing Team.

Stanley è soltanto uno dei candidati che tenteranno di qualificarsi per questa insolita gara automobilistica, indetta ogni anno dal DARPA . L’importantissimo laboratorio di ricerca alle dipendenze della Difesa statunitense, per certi versi “culla” dell’attuale Internet, selezionerà soltanto i venti migliori veicoli progettati da soggetti pubblici e privati: chi vince conquista un ricchissimo premio di 2 milioni di dollari. Come riporta il New Scientist , l’edizione 2005 del rally dei robot si svolgerà tra i deserti della California a partire dall’ 8 di ottobre .

Tra gli oltre 100 candidati per l’edizione 2005 della corsa ci sono caterpillar modificati nonché dune buggy e motociclette pilotate da computer. Nonostante l’entusiasmo dei ricercatori e degli appassionati, finora nessuna macchina robotizzata è riuscita a completare più di 12 chilometri senza alcun aiuto esterno: un record in pugno al team dell’ Università Carnegie Mellon di Pittsburgh.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 05 2005
Link copiato negli appunti