Il robot è direttore d'orchestra

In Giappone, il robot umanoide di Sony ha vestito per un giorno i panni del direttore d'orchestra mentre, nella vicina Corea, un suo collega spera di farsi assumere come guardiano della casa. Robot in cerca d'impiego


Roma – Per spingere i propri robot sul mercato di massa, i produttori sono decisi a dimostrare che questi sono ben più di sofisticati e costosi giocattoli hi-tech.

QRIO , il robot umanoide presentato da Sony alla fine dello scorso anno, si è recentemente esibito come direttore d’orchestra. Grazie ad un apposito software e alle sue sembianze umane, lo scorso martedì il robot di Sony ha accompagnato, avvalendosi della gestualità tipica di un vero direttore d’orchestra, l’esecuzione della Quinta di Beethoven da parte di una delle più grandi orchestre giapponesi.

L’intento di Sony non è – almeno per il momento – quello di proporre i robot come sostituti a bassa parcella dei direttori d’orchestra, ma quello di mostrare le vaste potenzialità dei robot umanoidi “consumer”.

A sfidare i colossi giapponesi, in questo settore, c’è un’azienda coreana, MOSTiTECH, che ha annunciato l’imminente introduzione sul mercato di un robot su ruote capace di girare autonomamente per la casa e, in assenza dei “padroni”, fare la guardia. Questa funzione, già vista anche in altri robottini simili, si avvale della capacità di percepire oggetti in movimento attraverso la piccola videocamera integrata e di trasferire immagini e messaggi via rete cellulare. Attraverso un telefono mobile è altresì possibile comandare il robot da remoto.

MOSTiTECH offrirà il proprio robot “guardiano” al prezzo di 854 dollari, nettamente inferiore ai 17.800 dollari a cui viene proposto, in Giappone, un robot simile prodotto da Sanyo. In futuro l’azienda coreana ha in piano di aggiungere al proprio robot la capacità di distinguere i volti delle persone “amiche”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: W apple!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    BRAVO.sicuramente non hai capito nulla dell'articolo e ovviamente spari cavolate a raffica.cosa c'entrano questi processi???....con il "pizzo" di 20 euro per ogni lettore iPod venduto in Francia?tu sei bravo...a non capire il senso degli articoli!.
  • Anonimo scrive:
    Re: W apple!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    rubando sui copyright e passandola liscia ?veramente non la passa liscia...informati meglio!
    ha il processo con il TOG, ha quello con
    eminem e ora rischia con il governo
    francese...il frocetto impasticcato di eminem può attaccarsi al tram...il Governo francese...se hai letto e capito l'articolo (ho seri dubbi) sbaglia.
    Esulti per una ditta che ha fatto mosse
    illegali.Qui si parla di mosse illegali da parte di questa SACEM francese.
    BRAVO.ma cerca di capire gli articoli...oppure levati dalle OO
  • Anonimo scrive:
    Re: W apple!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    rubando sui copyright e passandola liscia ?
    ha il processo con il TOG, ha quello con
    eminem e ora rischia con il governo
    francese...
    Esulti per una ditta che ha fatto mosse
    illegali.

    BRAVO.Sempre con Apple complimenti...ma cerca di capire l'articolo!imbranato.
  • Anonimo scrive:
    Re: W apple!!!!!
    - Scritto da: bacarozz83
    grande apple!!!!!!! fagliela vedere te alle
    major!!!!!!!!!!!rubando sui copyright e passandola liscia ?ha il processo con il TOG, ha quello con eminem e ora rischia con il governo francese...Esulti per una ditta che ha fatto mosse illegali.BRAVO.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che schifo!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    SACEM, SIAE e compagnucci hanno la faccia
    come il c*lo, ho tre hard disc sul desktop e
    uno esterno per il portatile e NEMMENO UN
    SOLO file audio che non sia già MIO.
    Perché devo pagare tasse ai Pooh o a
    Masini sui MIEI HD?
    Perché non andate a lavorare?
    PORCI!!!!!!!!!che poi se avessi file illegali, sarei comunque accusato...quindi sta tassa a cosa serve????LADRIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!1
  • Anonimo scrive:
    Re: ladro vs. ladro
    siae = criminalità organizata legale
  • Anonimo scrive:
    Re: ladro vs. ladro
    il p2p ha danneggiato il settore o i 50 euro a cd?penso nel mio piccolo i 50 euroche abassasero i prezzi
  • Anonimo scrive:
    Re: Domanda .... ma i soldi ?

    Ma allora se mi registro alla siae, ogni
    mese ricevo dei soldi a titolo di indennizzo
    per ipotetico furto ?
    In teoria i soldi dovrebbero andare anche
    agli artisti per compensare il presunto
    "danno" subito; ci arrivano veramente ?Puoi togliere il condizionale.Certo che arrivano, eccome.Il problema è che fino all'anno scorso il consiglio d'amministrazione della SIAE era totalmente in mano a manigoldi come Mogol, che facevano il buono e il cattivo tempo alla facciazza dei piccoli produttori (in Italia, il grosso della ripartizione siae arriva dalle discoteche e non mi risulta che mogol e compagni di merende vari producano house).Con le ultime elezioni, molto è cambiato e grazie a due sentenze del TAR del Lazio stiamo cominciando a riavere i nostri diritti d'autore che ci erano stati rubati in passato.Mi spiego meglio: c'era gente che con una sigletta televisiva a cui nessuno faceva caso guadagnava 10 miliardi all'anno, chiaramente provenienti dalla siae pagata dalle discoteche italiane. Non era un caso isolato ma la regola: in Italia i criteri di ripartizione erano gestiti da una vera e propria cupola mafiosa.BigSam
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma...allora...
    - Scritto da: Anonimo
    Ma se io compro un iPod e 20 dei miei euros
    vanno a sanare diritti d'autore lesi, allora
    ho il diritto di fruire di 20 euros di
    materiale coperto da diritto d'autore;
    cioè posso scaricarmi dalla rete
    l'equivalente dei 20 euros donati alla nobil
    causa dei diritti d'autore???(Mica sto
    RUBANDO come sostiene qualche brillante
    mente della SIAE in Italia sto prelevando un
    prodotto che ho già pagato); e
    siccome per un CD devolvo qualcosa come 0.50
    euro che sarà grosso modo quello che
    intasaca di diritti la SIAE per una canzone,
    per ogni CD che compro posso scaricare una
    canzone in modo del tutto legale...
    Se le mayor dicono bisogna pagare i diritti
    d'autore per ciò che si prende
    varrà pure l'inverso che si deve
    prendere ciò che si paga
    ...o no???Il tuo discorso potrebbe essere valido se tutti ragionassero così, ma siccome c'è gente che scarica migliaia di canzoni in maniera illegale, i tuoi 20 Euri vanno a compensare il furto degli altri.Ovviamente la soluzione del problema non è certo quella di far pagare i 20 Euri agli "onesti", ma capisci che stiamo parlando di un cane che si morde la coda, e gli onesti sono tra la coda e il muso, costretti a correre per non farsi mordere, ma con la prospettiva di vedere solo il buc0 del cu|0 del cane...Bisognerebbe combattere seriamente la pirateria organizzata (cacchio sono capaci tutti di comprare un CD illegale su una bancarella, possibile che gli unici a non trovarli siano le forze dell'ordine???) e nel contempo abbassare i prezzi dei CD e abolire quegli inutili e fastidiosi sistemi anticopia che servono solo a rompere le scatole a chi compra la musica originale.Ciao
  • Anonimo scrive:
    infatti... [Re: non capisco...
    - Scritto da: Anonimo
    mi pareva d'aver capito che l'i-pod dovrebbe
    essere il mezzo per ascoltare gli mp3
    *comprati* e non un semplice lettore come
    tanti altri giusto?Sbagliato.L'iPod è un normale lettore MP3, AAC e AIFF.In più ci puoi leggere "anche" i file AAC "protetti" che compri sull'iTunes Music Store.Che senso avrebbe un lettore come quello che dici tu che legge solo files comprati in rete???
    in tal caso i diritti
    non sono già versati? se il mio
    presupposto è corretto non significa
    che la sacem vorrebbe i diritti due volte?Il tuo presupporto è errato, ma in ogni caso non sarebbe questo il punto della questioneCiao
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...
    - Scritto da: Anonimo



    ok d'accordo...



    www.nierle.de per esempio, ma ce ne sono

    altri

    elenca, elenca ;)
    Grazie in anticipo :)Questa pagina conteneva parecchi link:maihm.free.fr/shopping.htm(in questo momento però non mi si apre) :(
  • Anonimo scrive:
    Re: ladro vs. ladro
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Tassa sugli hd e sui lettori audio?

    Profondamente ingiusta.



    Ma ricordate che ad iniziare è
    stato

    l'utente che utilizza la tecnologia p2p
    per

    il download abusivo di musica.

    Questa tua affermazione e' tutta da
    dimostrare.
    Come c'e' gente che giura che l'olocausto
    non e' mai esistito, io posso egualmente
    sostenere che il p2p non e' affatto
    utilizzato per il download abusivo di
    musica.
    Chi condivide lo fa con brani di cui detiene
    i diritti e chi scarica, scarica solo brani
    di cui detiene i diritti perche' non e'
    capace di trasformarli in mp3.
    Dimostrami il contrario!


    Se non avete mai scaricato (grandi

    quantità di) musica, allora
    avete il

    diritto di scagliare la prima pietra e

    chiamare costoro "ladri". Altrimenti,
    almeno

    state zitti.

    grandi quantita' che cosa significa? Un
    brano si puo' scaricare e 1000 no? E 500
    allora?
    Non facciamo gli ipocriti: scaricare e'
    illegale sempre e comunque quindi visto che
    scaricarne 1 o 1000 e' la stessa cosa
    scarichiamone 10000 e ricondividiamo!


    Per quanto riguarda l'"andate a lavorare

    porci" vi posso garantire che chi
    produce

    musica lavora assai più di un
    normale

    lavoratore dipendente (nel mio caso
    circa 10

    ore di studio d'incisione al giorno per
    6

    giorni alla settimana).

    Ma te lo ha ordinato il dottore di fare il
    musicista? O siamo nel medioevo che i figli
    devono fare il lavoro dei padri?
    Lo fai perche' ti piace e perche' ti rende.
    Ringrazia che e' cosi', che c'e' a chi il
    proprio lavoro non piace ma deve campare lo
    stesso, e pure c'e' chi il lavoro non lo
    trova.


    Nessuno ti paga uno stipendio "fisso":
    se

    non fai hits, fai la fame.
    Come sopra. Compila un bel curriculum,
    portalo ad una agenzia interinale e vieni
    anche tu a zappare e raccogliere pomodori.


    Se invece sei bravo e riesci a sfondare
    il

    muro, hai la ragionevole pretesa di
    poter

    vivere del tuo (onesto) lavoro, di
    poterci

    sfamare i figli e andare in vacanza di
    tanto

    in tanto.
    Ma che bel quadretto, calza proprio a
    pennello con la figura tipica dell'artista
    di successo.
    Onesto lavoro, sfama i figli e una volta
    l'anno va una settimana in riviera.
    Niente macchinoni, niente droga, niente
    alcool, niente donne.
    Che vita morigerata.Sei il classico esempio di personalità negativa.Non meriti risposta alcuna, tanto ti commenti da solo.BigSam
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...


    ok d'accordo...

    www.nierle.de per esempio, ma ce ne sono
    altrielenca, elenca ;)Grazie in anticipo :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente balzelli in Germania
    Mi pare che anche in Germania il balzello ci sia, così come c'era in Italia anche in precedenza, MA dell'ordine di 2-3 centesimi di Euro per CD. In Italia è stato però aumentato del 2000% circa in una botta sola l'anno scorso.Altro indirizzo utile che ho già scritto in un altro thread: www.nierle.de
  • Anonimo scrive:
    Niente balzelli in Germania
    "una legislazione che trova corrispondenze quasi identiche anche in altri paesi europei, tra cui l'Italia, "Si', tra cui l'Italia, ma non la Germania, questo per dimostrare che questo ignobile balzello non ha la dignità di una direttiva europea ma è solo il metodo che le varie associazioni dei detentori dei diritti per la musica hanno ideato per guadagnare indebitamente dal lucroso mercato dell'elettronica di consumo, nonchè per chiarire che se volete acquistare CD-R e DVD-R a prezzi notevolmente piu' contenuti (causa mancanza balzello) potete comprarli in Germania, tramite ebay.de , da appositi venditori che fanno offerte molto convenienti. Prendetene 100 per volta cosi' siete a posto per un po', li potete dividere anche con i vostri amici. Questo e' il modo migliore per opporsi al balzello SIAE: non comprare piu' nessun CD, e comprare i supporti scrivibili in Germania.Alberto
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Per quanto riguarda i CD e DVD vergini

    consiglio di mettersi d'accordo con
    amici

    per dividere le spese di spedizione e

    farseli mandare dalla Germania
    acquistandoli

    su siti internet (non metto il link al
    sito

    per non fare pubblicità).

    No, che cosa?
    Mettilo il link, falla la pubblicita'!
    Dicci chi vende supporti esenti dalla
    gabella SIAE.
    ok d'accordo...www.nierle.de per esempio, ma ce ne sono altri20 euro di spese di spedizione in Italia
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...
    - Scritto da: Anonimo
    Per quanto riguarda i CD e DVD vergini
    consiglio di mettersi d'accordo con amici
    per dividere le spese di spedizione e
    farseli mandare dalla Germania acquistandoli
    su siti internet (non metto il link al sito
    per non fare pubblicità).No, che cosa?Mettilo il link, falla la pubblicita'!Dicci chi vende supporti esenti dalla gabella SIAE.
  • lele2 scrive:
    Re: ladro vs. ladro
    - Scritto da: Anonimo

    Il p2p, oltre ad avere palesemente
    danneggiato il mercato musicale delle Majors
    (che ora hanno tutte e dico tutte il
    bilancio in rosso), sta distruggendo quello
    di nicchia delle indipendenti, che sono
    costrette a chiudere.
    ma perche' non provano a guadagnare in altri modi e lasciare circolare la musica liberamente tipo regalare i cd con l'acquisto di altri prodotti ecc.. ecc.. poi chiedere al cantante una percentuale sull'incasso dei concertipiu' consumo di musica perche' piu' economica e facile da reperire=piu' gente ai concertiin fondo l'interesse dei cantanti dovrebbe essere quella di far arrivare le loro canzioni alla gente in qualsiasi modo, poi da cosa nasce cosae non puntare solo sulla vendita dei dischi
    Infatti, si tratta di "imprese marginali"
    nelle quali la differenza tra la vita o la
    morte la fanno le 500 copie in più o
    in meno di ogni lavoro pubblicato.

    Il p2p per tantissime indies ha fatto
    sparire le "500 copie in più" che
    permettevano di tenere aperti i battenti.

    Con buona pace dei gruppi giovani e
    impoverendo così a dismisura il
    panorama musicale degli ultimi anni.

    BigSam
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...
    Per quanto riguarda i CD e DVD vergini consiglio di mettersi d'accordo con amici per dividere le spese di spedizione e farseli mandare dalla Germania acquistandoli su siti internet (non metto il link al sito per non fare pubblicità).I DVD-R nelle campane costano meno di un euro l'uno, i CD circa 25 centesimi.
  • Anonimo scrive:
    Re: ladro vs. ladro

    il p2p non danneggia minimamente la vendita
    dei dischi chi scarica non comprerebbe
    comunqueRispetto le tue idee. Ma questa frase è proprio ridicola.Il p2p, oltre ad avere palesemente danneggiato il mercato musicale delle Majors (che ora hanno tutte e dico tutte il bilancio in rosso), sta distruggendo quello di nicchia delle indipendenti, che sono costrette a chiudere.Infatti, si tratta di "imprese marginali" nelle quali la differenza tra la vita o la morte la fanno le 500 copie in più o in meno di ogni lavoro pubblicato.Il p2p per tantissime indies ha fatto sparire le "500 copie in più" che permettevano di tenere aperti i battenti.Con buona pace dei gruppi giovani e impoverendo così a dismisura il panorama musicale degli ultimi anni.BigSam
  • lele2 scrive:
    Re: ladro vs. ladro
    - Scritto da: Anonimo
    Tassa sugli hd e sui lettori audio?
    Profondamente ingiusta.
    SI SI SI
    Ma ricordate che ad iniziare è stato
    l'utente che utilizza la tecnologia p2p per
    il download abusivo di musica.
    il p2p non danneggia minimamente la vendita dei dischi chi scarica non comprerebbe comunque
    Se non avete mai scaricato (grandi
    quantità di) musica, allora avete il
    diritto di scagliare la prima pietra e
    chiamare costoro "ladri". Altrimenti, almeno
    state zitti.no no parloMAJORS=LADRI

    Per quanto riguarda l'"andate a lavorare
    porci" vi posso garantire che chi produce
    musica lavora assai più di un normale
    lavoratore dipendente (nel mio caso circa 10
    ore di studio d'incisione al giorno per 6
    giorni alla settimana).POVERINO

    Nessuno ti paga uno stipendio "fisso": se
    non fai hits, fai la fame.colpa delle majors non del p2p e dei supporti

    Se invece sei bravo e riesci a sfondare il
    muro, hai la ragionevole pretesa di poter
    vivere del tuo (onesto) lavoro, di poterci
    sfamare i figli e andare in vacanza di tanto
    in tanto.
    si peccato che i tuoi amici delle majors ne fruttano i diritti per secoli e poi piangono miseriae se non bastasse leccano il culo ai politici per farsi approvare leggi solo per i loro SPORCHI interessivedi la proposta urbaniCHE VADANO A LAVORARE FINALMENTEproporrei a tutti di non comprare piu' ne cd ne dvd
    BigSam
  • Anonimo scrive:
    Domanda .... ma i soldi ?
    Ma allora se mi registro alla siae, ogni mese ricevo dei soldi a titolo di indennizzo per ipotetico furto ?In teoria i soldi dovrebbero andare anche agli artisti per compensare il presunto "danno" subito; ci arrivano veramente ?ciaoGiu
  • Anonimo scrive:
    Re: ladro vs. ladro

    perché devi prendere
    soldi da ME che ho versato il mio obolo
    COMPRANDO i CD che ascolto?E' questo che non
    sopporto, NON voglio pagare il tuo lavoro se
    non ne usufruisco, così come penso
    darebbe "fatidio" a te se ti chiedessero
    soldi per il MIO lavoro.Su questo non c'è alcun dubbio. Questa tassa è ingiusta e, come tale, sarà prima o poi abolita.Nel frattempo, speriamo che la morte definitiva del cd avvenga in tempi brevi.Banda larga+download pagati+lettori mp3 economici=più musica meno cara per tutti e più soldi per i musicisti (e anche per le case discografiche che comunque svolgono un lavoro sacrosanto).BigSam
  • MemoRemigi scrive:
    Re: SPAM utile
    - Scritto da: Anonimo
    Che sarei immediatamente tra i primi. Anche
    a rischio di farla cestinare da tutti.
    Ho visto la puntata SIAE di Report l'anno
    scorso e sono ancora imbufalito.Fa piacere sapere che il sentimento è diffuso :)
    PS: è o non è incredibile che
    la tassa sui supporti colpisca anche tutti i
    nastrini per videocamere, notoriamente
    utilizzate solo per riprese self-made?Ogni cosa è buona, con sta scusa hanno buttato nel calderone di tutto, ci mancano solo le candele e lo spago da salumiere !Io credo che comincerò a metter giù il testo della mail con calma e razionalità, in modo che sia chiaro, scorrevole, diretto e più dannoso possibile per quella manica di ladri.
  • Anonimo scrive:
    Re: ladro vs. ladro
    - Scritto da: Anonimo
    Tassa sugli hd e sui lettori audio?
    Profondamente ingiusta.

    Ma ricordate che ad iniziare è stato
    l'utente che utilizza la tecnologia p2p per
    il download abusivo di musica.

    Se non avete mai scaricato (grandi
    quantità di) musica, allora avete il
    diritto di scagliare la prima pietra e
    chiamare costoro "ladri". Altrimenti, almeno
    state zitti.

    Per quanto riguarda l'"andate a lavorare
    porci" vi posso garantire che chi produce
    musica lavora assai più di un normale
    lavoratore dipendente (nel mio caso circa 10
    ore di studio d'incisione al giorno per 6
    giorni alla settimana).

    Nessuno ti paga uno stipendio "fisso": se
    non fai hits, fai la fame.

    Se invece sei bravo e riesci a sfondare il
    muro, hai la ragionevole pretesa di poter
    vivere del tuo (onesto) lavoro, di poterci
    sfamare i figli e andare in vacanza di tanto
    in tanto.

    BigSamTutto bello, tutto giusto ma..........perché devi prendere soldi da ME che ho versato il mio obolo COMPRANDO i CD che ascolto?E' questo che non sopporto, NON voglio pagare il tuo lavoro se non ne usufruisco, così come penso darebbe "fatidio" a te se ti chiedessero soldi per il MIO lavoro.Ripeto, più convinto di prima: PORCI!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Devono fallire
    altro che 20 euro di ricarico per un reato ipotetico.Non comprerò nulla fino a che non saranno col culo per terra..poi se ne riparlerà.
  • Anonimo scrive:
    Perché non tassare le orecchie?
    Sarebbe più pratico e i sordi potrebbero essere esentati...
  • Anonimo scrive:
    Re: non capisco..

    mi pareva d'aver capito che l'i-pod dovrebbe
    essere il mezzo per ascoltare gli mp3
    *comprati* e non un semplice lettore come
    tanti altri giusto? in tal caso i diritti
    non sono già versati? se il mio
    presupposto è corretto non significa
    che la sacem vorrebbe i diritti due volte?che c'entra, puoi metterci su anche gli mp3 che scarichi gratuitamente da internet. non c'è alcun controllo, quindi, paghi in anticipo per l'ipotetico reato.
  • Anonimo scrive:
    Re: ladro vs. ladro

    Non ti senti sfruttato allora? Io
    personalmente il tuo lavoro lo pagherei, ma
    non pago volentieri chi è sopra di
    te, ovvero chi si prende la fetta più
    grossa del tuo lavoro. Intendi dire "la fetta più grossa del prezzo di un cd"?In questo caso, non dare la colpa alle case discografiche o alla siae (la siae paga anche me con la tassa su cd vegini e hd mica solo i Pooh).La colpa è dell'aliquota iva troppo alta, dei costi di produzione del supporto fisico e dei booklet, dei costi di distribuzione (negoziante e distributore nel caso delle indies). Infine, della pubblicità, ma quella, si sa, è l'anima del commercio.Tali costi rappresentano oggi il 70% del prezzo del disco.Ti garantisco che i miei contratti con le case discografiche sono ottimi... quando hai alcune hit sei tu che "sfrutti" loro :-). Io voglio pagarti per il tuo
    lavoro e per chi canta. Gli altri a spaccar
    pietre in miniera.Un artista o un produttore necessita il supporto organizzativo e "logistico" di una casa discografica, piccola o grande che sia.Non si può mandare tutti in miniera, altrimenti non ci sarà più musica nuova.Cosa che peraltro, a causa dei download abusivi, sta già accadendo (parlo delle indies che falliscono una dopo l'altra).BigSam
  • Anonimo scrive:
    Re: ladro vs. ladro
    Non ti senti sfruttato allora? Io personalmente il tuo lavoro lo pagherei, ma non pago volentieri chi è sopra di te, ovvero chi si prende la fetta più grossa del tuo lavoro. Non ho molta musica scaricata, non ho grande passione in fatto di musica. Cerco a volte quelle canzonette che si sentono nelle pubblicità oppure vivo del mio metal rigorosamente originale. Ma l'idea che la parte più grossa vada a chi non ha fatto niente per quelle canzoni mi fa imbufalire. Dovreste essere i primi a combattere questa situazione. Il p2p è diventato quello che è a fronte dei furti perpretati dalle Major. Io voglio pagarti per il tuo lavoro e per chi canta. Gli altri a spaccar pietre in miniera.
  • Anonimo scrive:
    ladro vs. ladro
    Tassa sugli hd e sui lettori audio? Profondamente ingiusta.Ma ricordate che ad iniziare è stato l'utente che utilizza la tecnologia p2p per il download abusivo di musica.Se non avete mai scaricato (grandi quantità di) musica, allora avete il diritto di scagliare la prima pietra e chiamare costoro "ladri". Altrimenti, almeno state zitti.Per quanto riguarda l'"andate a lavorare porci" vi posso garantire che chi produce musica lavora assai più di un normale lavoratore dipendente (nel mio caso circa 10 ore di studio d'incisione al giorno per 6 giorni alla settimana).Nessuno ti paga uno stipendio "fisso": se non fai hits, fai la fame. Se invece sei bravo e riesci a sfondare il muro, hai la ragionevole pretesa di poter vivere del tuo (onesto) lavoro, di poterci sfamare i figli e andare in vacanza di tanto in tanto.BigSam
    • Anonimo scrive:
      Re: ladro vs. ladro
      - Scritto da: Anonimo
      Tassa sugli hd e sui lettori audio?
      Profondamente ingiusta.

      Ma ricordate che ad iniziare è stato
      l'utente che utilizza la tecnologia p2p per
      il download abusivo di musica.Questa tua affermazione e' tutta da dimostrare.Come c'e' gente che giura che l'olocausto non e' mai esistito, io posso egualmente sostenere che il p2p non e' affatto utilizzato per il download abusivo di musica.Chi condivide lo fa con brani di cui detiene i diritti e chi scarica, scarica solo brani di cui detiene i diritti perche' non e' capace di trasformarli in mp3.Dimostrami il contrario!
      Se non avete mai scaricato (grandi
      quantità di) musica, allora avete il
      diritto di scagliare la prima pietra e
      chiamare costoro "ladri". Altrimenti, almeno
      state zitti.grandi quantita' che cosa significa? Un brano si puo' scaricare e 1000 no? E 500 allora?Non facciamo gli ipocriti: scaricare e' illegale sempre e comunque quindi visto che scaricarne 1 o 1000 e' la stessa cosa scarichiamone 10000 e ricondividiamo!
      Per quanto riguarda l'"andate a lavorare
      porci" vi posso garantire che chi produce
      musica lavora assai più di un normale
      lavoratore dipendente (nel mio caso circa 10
      ore di studio d'incisione al giorno per 6
      giorni alla settimana).Ma te lo ha ordinato il dottore di fare il musicista? O siamo nel medioevo che i figli devono fare il lavoro dei padri?Lo fai perche' ti piace e perche' ti rende.Ringrazia che e' cosi', che c'e' a chi il proprio lavoro non piace ma deve campare lo stesso, e pure c'e' chi il lavoro non lo trova.
      Nessuno ti paga uno stipendio "fisso": se
      non fai hits, fai la fame. Come sopra. Compila un bel curriculum, portalo ad una agenzia interinale e vieni anche tu a zappare e raccogliere pomodori.
      Se invece sei bravo e riesci a sfondare il
      muro, hai la ragionevole pretesa di poter
      vivere del tuo (onesto) lavoro, di poterci
      sfamare i figli e andare in vacanza di tanto
      in tanto.Ma che bel quadretto, calza proprio a pennello con la figura tipica dell'artista di successo.Onesto lavoro, sfama i figli e una volta l'anno va una settimana in riviera.Niente macchinoni, niente droga, niente alcool, niente donne.Che vita morigerata.
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...
    Anch'io sto boicottando la SIAE da diversi mesi.Non è un boicottaggio integrale, però, visto che devo anche lavorare.Di vergini con la gabella SIAE ne ho comperati davvero pochi, 2 o 3, da quando l'hanno messa.Però bisognerebbe organizzarsi meglio e uscire allo scoperto pubblicamente in qualche modo, non è credibile una proposta di boicottaggio di un pugno di forumisti sfigati.Io comunque ci sono.Ci sono da molto tempo.
  • Anonimo scrive:
    Re: SPAM utile
    Che sarei immediatamente tra i primi. Anche a rischio di farla cestinare da tutti.Ho visto la puntata SIAE di Report l'anno scorso e sono ancora imbufalito.Ho appena acquistato due HD per lavoro, e mi girano a vortice se penso che non solo sto pagando per fatti che non commetto, ma sto pagando 2 volte, visto che mi servono per riversare e montare filmati fatti con la videocamera.PS: è o non è incredibile che la tassa sui supporti colpisca anche tutti i nastrini per videocamere, notoriamente utilizzate solo per riprese self-made?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma...allora...
    Il ragionamento è viziato.La parte degli introiti discografici tutelata dalle varie Società degli autori non rappresenta la totalità dei proventi.A questa vanno infatti aggiunte le royalties sulla vendita del "supporto fisico" o sul "download" e le tasse.Quindi i "20? di bounus musicale" riguarderebbero solo autori ed editori, ma staresti ancora rubando alle case discografiche (ed evadendo l'iva).BigSam (che ritiene scandalosa una tassa sugli hd, dato che la musica l'ha sempre pagata)
  • Anonimo scrive:
    Siete tutti ladri
    Siete tutti ladri, quindi non c'è bisogno di dimostrarlo per farvi restituire il maltolto. Però se venite sorpresi andate anche in galera. Ma tale punizione non è per aver rubato, che è vero per definizione, ma per esservi fatti prendere. In questi tempi vengono puntiti i ladri scarsi e premiati quelli bravi. Se poi, nella innominabile ipotesi, siete 0n&5t1 (ho dovuto celare la sacrilega parola) allora siete proprio fottuti.
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: NeutrinoPesante

    ... e' che sono totalmente
    disorganizzati.



    Se cosi' non fosse, sono convinto che

    basterebbe un mese di protesta con
    completa

    astensione da qualsiasi acquisto di

    CD/DVD/VHS per far scendere le lobby del

    multimediale a piu' miti consigli.



    Invece (ed e' sempre e' stato cosi')
    tanto

    potere nelle mani di poche persone conta

    infinitamente di piu' di poco potere
    nelle

    mani di molte persone.



    Peccato.



    Ciao


    Cominciamo da qui, cominciamo a lanciare un
    sasso e a far si che l'onda si propaghi a
    tutti quelli che conosciamo.

    PROPONGO di astenersi dall'acquisto di
    QUALUNQUE oggetto recante il marchio SIAE da
    oggi giovedi 11 marzo 2004 fino a quando la
    suddetta società di mafiosi
    rinuncerà alle sue gabelle medievali
    spalmate su persone che NON vogliono usare i
    PROPRI supporti per la musica ma per
    LAVORARE o DIVERTIRSI.





    Non capisco perché il thread è
    stato giudicato OT.io ho iniziato da molto... ma da molto molto....ciao!
  • MemoRemigi scrive:
    SPAM utile
    Premetto subito che sono contro lo SPAM e che ne sono parecchio infastidito dato che ricevo un centinaio di messaggi inutili al giorno.Però forse se tutti sopportassimo un po' di SPAM in più potrebbe anche essere che la consapevolezza del popolo italiano si svegli un attimo.Cosa intendo ?Semplice, intendo far partire quintalate di messaggi verso amici e conoscenti, quintalate catene di S. Antonio, quintalate di spam UTILE pergiove !!!Bisogna rendere cosciente la popolazione italiana del fatto che la SIAE è un'organizzazione mafiosa atta a estorcere illegalmente soldi agli ignari consumatori.Si perchè la quasi totalità dei consumatori è totalmente ignara del fatto che, per esempio, quando comprano un cd vuoto, un pacco di floppy disc o un bell'hard disk per lavorare stanno pagando, e ripeto PAGANDO la SIAE, anche se su quei supporti non ci sarà mai neanche un misero mp3 !Non capisco perchè devo dare i miei soldi alla SIAE se compro un iPod per metterci su gli mp3 rippati dai miei cd originali.Questa è una vera e propria estorsione, ed è giusto che la maggior parte degli utilizzatori di computer in italia (ovvero almeno una buona metà dei lavoratori) VENGA A SAPERE ciò !Intendiamoci, non sto proponendo SPAM selvaggio come quello "to enlarge your penis" o "to gain BIG BUCKS !!!", ovvero non sto proponendo di mandare mail a casaccio verso gli smtp dei provider !Sto proponendo di mandare una bella mail ricca di dettagli e particolari a tutti i vostri amici e di chiedere loro di rigirarla ai loro amici e così via.Certo in questo modo si avrà un bufera di mail RIVELATORIE, la gente comincerà a riceverne sempre di più per un certo periodo, fino a quando la gente stessa non si stancherà di fare forward.In questa breve bufera potrebbe essere che forse magari si risvegli la consapevolezza degli italiani DEFRAUDATI dei loro soldi da un'organizzazione mafiosa come la SIAE.Bisognerebbe che questa mail fosse ben redatta, ricca di particolari, chiara e che colpisca direttamente al cuore del problema.Bisognerebbe che in questa mail si evidenziassero le vari contraddizioni e le varie proteste che spesso saltano fuori qui nei forum di PI.Cosa ne pensate ?
  • Anonimo scrive:
    non capisco..
    mi pareva d'aver capito che l'i-pod dovrebbe essere il mezzo per ascoltare gli mp3 *comprati* e non un semplice lettore come tanti altri giusto? in tal caso i diritti non sono già versati? se il mio presupposto è corretto non significa che la sacem vorrebbe i diritti due volte?
  • MemoRemigi scrive:
    100% daccordo
    SIAE e compagnia bella sono la vergogna della razionalità !LADRI !!!
  • Anonimo scrive:
    Ma...allora...
    Ma se io compro un iPod e 20 dei miei euros vanno a sanare diritti d'autore lesi, allora ho il diritto di fruire di 20 euros di materiale coperto da diritto d'autore; cioè posso scaricarmi dalla rete l'equivalente dei 20 euros donati alla nobil causa dei diritti d'autore???(Mica sto RUBANDO come sostiene qualche brillante mente della SIAE in Italia sto prelevando un prodotto che ho già pagato); e siccome per un CD devolvo qualcosa come 0.50 euro che sarà grosso modo quello che intasaca di diritti la SIAE per una canzone, per ogni CD che compro posso scaricare una canzone in modo del tutto legale...Se le mayor dicono bisogna pagare i diritti d'autore per ciò che si prende varrà pure l'inverso che si deve prendere ciò che si paga...o no???(linux)
  • bacarozz83 scrive:
    W apple!!!!!
    grande apple!!!!!!! fagliela vedere te alle major!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Che schifo!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    SACEM, SIAE e compagnucci hanno la

    faccia


    come il c*lo, ho tre hard disc sul

    desktop e


    uno esterno per il portatile e
    NEMMENO

    UN


    SOLO file audio che non sia
    già

    MIO.


    Perché devo pagare tasse ai
    Pooh

    o a


    Masini sui MIEI HD?


    Perché non andate a
    lavorare?


    PORCI!!!!!!!!!



    molto crudo il tuo commento ma lo
    condivido!

    Sarà crudo ma anch'io la penso
    così.anche io la penso cosi' .. dei ladri legalizzati ..
  • Anonimo scrive:
    StrozziniItalianiAssociatixEstorsione
  • sh4d scrive:
    Re: REDAZIONEEE.....
    E cosa ti fa credere che daranno le cifre *reali* di quanto hanno guadagnato con questo furto subliminale?
  • Anonimo scrive:
    REDAZIONEEE.....
    Ci vuole subito un'articolo/intervista direttamente alla SIAE con LE CIFRE!!!!!Vogliamo sapere quanto ha guadagnato la SIAE dagli HD, dai CD vergini, dalle radio, dalla TV.Vogliamo capire le cifre che sono in gioco.Vogliamo VEDERE a chi vanno sti soldi, quanto costa LA GESTIONE della macchina burocratica.Vorrei capire cosa risponde la SIAE.Se avete visto l'ormai famoso servizio di Reporter sapete già bene la situazione, ma sarebbe l'ora che PI, tramite interviste precise e non partigiane (haha) riportasse la posizione della SIAE, dei musicisti (se parlano), delle etichette, dei politici.Si avvicinano le elezioni, l'attuale politica e' una merxa, iniziamo a votare i politici che VERAMENTE stanno capendo questa (e altre situazioni).Lo so che e' un ragionamento scemo, ma per disperdere il mio voto preferisco darlo a uno che su un'argomento come questo dice cose intelligenti che a uno che ce lo pianta nel cuxo....Grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...
    - Scritto da: NeutrinoPesante
    ... e' che sono totalmente disorganizzati.

    Se cosi' non fosse, sono convinto che
    basterebbe un mese di protesta con completa
    astensione da qualsiasi acquisto di
    CD/DVD/VHS per far scendere le lobby del
    multimediale a piu' miti consigli.

    Invece (ed e' sempre e' stato cosi') tanto
    potere nelle mani di poche persone conta
    infinitamente di piu' di poco potere nelle
    mani di molte persone.

    Peccato.Si, questo si chiama oligopolio, che dovrebbe essere impedito da qualcuno più organizzato dei consumatori, cioè il legislatore. La conclusione la sai ovviamente. :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Che schifo!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    SACEM, SIAE e compagnucci hanno la
    faccia

    come il c*lo, ho tre hard disc sul
    desktop e

    uno esterno per il portatile e NEMMENO
    UN

    SOLO file audio che non sia già
    MIO.

    Perché devo pagare tasse ai Pooh
    o a

    Masini sui MIEI HD?

    Perché non andate a lavorare?

    PORCI!!!!!!!!!

    molto crudo il tuo commento ma lo condivido!Sarà crudo ma anch'io la penso così.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che schifo!!!!!!
    E ci scommetto che se un giorno riuscissero a fermare del tutto il p2p la tassa rimarrebbe.........(era stata messa come mezzo di freno al warez...).L - A - D - R - I
  • Anonimo scrive:
    Re: Che schifo!!!!!!
    E non dimentichiamoci la tassa sui cd....Proprio da ladri...Se già hanno messo una tassa, perchè continuano a perseguire chi scarica musica? In fondo... la paga appena la masterizza.(e se masterizza foto la paga ugualmente...).Bah, sono ladri.
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Il problema dei consumatori...
    - Scritto da: NeutrinoPesante
    ... e' che sono totalmente disorganizzati.

    Se cosi' non fosse, sono convinto che
    basterebbe un mese di protesta con completa
    astensione da qualsiasi acquisto di
    CD/DVD/VHS per far scendere le lobby del
    multimediale a piu' miti consigli.

    Invece (ed e' sempre e' stato cosi') tanto
    potere nelle mani di poche persone conta
    infinitamente di piu' di poco potere nelle
    mani di molte persone.

    Peccato.

    CiaoCominciamo da qui, cominciamo a lanciare un sasso e a far si che l'onda si propaghi a tutti quelli che conosciamo.PROPONGO di astenersi dall'acquisto di QUALUNQUE oggetto recante il marchio SIAE da oggi giovedi 11 marzo 2004 fino a quando la suddetta società di mafiosi rinuncerà alle sue gabelle medievali spalmate su persone che NON vogliono usare i PROPRI supporti per la musica ma per LAVORARE o DIVERTIRSI.Non capisco perché il thread è stato giudicato OT.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che schifo!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    SACEM, SIAE e compagnucci hanno la faccia
    come il c*lo, ho tre hard disc sul desktop e
    uno esterno per il portatile e NEMMENO UN
    SOLO file audio che non sia già MIO.
    Perché devo pagare tasse ai Pooh o a
    Masini sui MIEI HD?
    Perché non andate a lavorare?
    PORCI!!!!!!!!!molto crudo il tuo commento ma lo condivido!
  • NeutrinoPesante scrive:
    [OT] Il problema dei consumatori...
    ... e' che sono totalmente disorganizzati.Se cosi' non fosse, sono convinto che basterebbe un mese di protesta con completa astensione da qualsiasi acquisto di CD/DVD/VHS per far scendere le lobby del multimediale a piu' miti consigli.Invece (ed e' sempre e' stato cosi') tanto potere nelle mani di poche persone conta infinitamente di piu' di poco potere nelle mani di molte persone.Peccato.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Che schifo!!!!!!
    SACEM, SIAE e compagnucci hanno la faccia come il c*lo, ho tre hard disc sul desktop e uno esterno per il portatile e NEMMENO UN SOLO file audio che non sia già MIO. Perché devo pagare tasse ai Pooh o a Masini sui MIEI HD?Perché non andate a lavorare? PORCI!!!!!!!!!
Chiudi i commenti