Il traffico internet sale di tre volte

Lo afferma uno dei padri di ARPANET, secondo cui negli USA l'aumento dell'uso della rete è costante. Ma non durerà per sempre. La parola a Larry Roberts

New York (USA) – L’uso della rete è sempre più intensivo, soprattutto da parte delle aziende, al punto che negli ultimi due anni il traffico internet è cresciuto di tre volte ogni anno.

Ad affermarlo è Larry Roberts, uno dei “padri” di ARPANET, rete considerata “progenitrice” di internet, che da tempo monitora il traffico internet che circola sulle reti dei 20 più importanti provider americani.

Larry Roberts Secondo Roberts – che ha presentato i risultati ottenuti con la sua azienda Caspian Networks – non bisogna dare ascolto agli studi che testimoniano una contrazione nell’uso di internet, dal momento che è invece triplicato sin dalla seconda metà degli anni ’90 e persino quadruplicato tra aprile 2000 e aprile 2001. Ogni mese, ha spiegato Roberts, cambia la quantità di traffico: normalmente rallenta a dicembre e nei mesi estivi. Un dato che prova, secondo l’esperto, che la maggior parte del traffico è generato in ambito corporate.

Roberts sostiene che l’idea di alcuni analisti secondo cui la crescita sta rallentando, nasce dalla confusione tra l’effettiva crescita del traffico e le previsioni di capacità di banda delle reti. Alcuni studi, secondo Roberts, confondono persino il calo delle entrate dei provider con il calo della crescita o creano un rapporto tra le due cose, rapporto che non esiste.

La verità, secondo Roberts, è che il traffico internet può crescere anche se gli utenti internet smettono di crescere, come sostengono alcuni studi, e questo perché le imprese che producono il massimo traffico utilizzano internet sempre più massicciamente.

Roberts ha spiegato di aver potuto mettere insieme i dati relativi agli operatori con il proprio team di ricerca grazie ad accordi specifici di riservatezza, accordi che gli impediscono di dettagliare i risultati di ogni singolo carrier internet. Ma ritiene che, almeno per quanto riguarda gli Stati Uniti, questi siano dati attendibili. “Ci vorrà del tempo – ha spiegato – per sapere quello che accade nel resto del mondo, perché è molto più complesso. La maggioranza del traffico, comunque, attraversa gli Stati Uniti”.

Entro il 2010, predice Roberts, la crescita del traffico subirà un rallentamento, da un fattore di 3 ad un fattore di 1,5.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Pigliatelo in culo, Telecom.
    Quanto ci godo. Sti colossi possono permettersi sempre, col loro stuolo di avvocati parrucconi mastrerizzati, di schiacciare il singolo, mettendolo nell'angolo con la minaccia di finire davanti ad una corte.Ma questa volta, guarda in poco, TELECOM SE L'E' PRESA IN CULO, PER LA GIOIA DI TUTTI GLI ITALIANI. TI BRUCIA IL CULETTO, TELECOM? SE VUOI TI PRESTO UNA POMATA A BASE DI SALAMOIA!PASSA DA CASA MIA, TE LA APPLICO CON UNA BELLA SPUGNA ABRASIVA.
  • Anonimo scrive:
    La chiave per entrare nel nuovo millenio.
    "La chiave per entrare nel nuovo millenio, si trova nella fornitura di pacchetti servizio altamente qualificati, che solo una grande azienda come la TELECOM....."Quest frase è stata detta ad un convegno da uno degli alti papaveri telecom....poi per attivare disattivare uno Stupidissimo servizio come quello delle chiamate a distanza, fanno tutte ste storie?..bha!!!!!!!! mha!!!! Bo!!!!
  • Anonimo scrive:
    W LA CONCCORRENZA!!!!
    E' una buona idea della concorrenza per accaparrarsi clienti!!!!!! non è complicato, basta concedere a chi attiva la preseleziona automatica l'attivazione/disabilitazione, (magari con password)delle chiamate più onerose (144,166, 00......)
  • Anonimo scrive:
    pensavano che dovevo farlo io ?
    servizi scarsi a costi alti senza possibilità di replica ma sopratutto senza garanzie
  • Anonimo scrive:
    La figuraccia di Telecom: grazie GCN!
    Il gruppo di coordinamento newsgroupha decretato di rifiutare i messaggiprovenienti da news.tin.it perche`la TELECOM ITALIA NETWORK e` troppo tollerantecon chi invia pubblicita` indesiderata...Ma che tipo di pubblicita` e`?Per il 90% e` pubblicita` di 1) siti porno2) siti per cellularidai quali si scarica un programmino .EXEche aggiunge una connessione di Accesso Remotoimpostandola come predefinita, verso un numerointernazionale;il risultato e` che poi chi ha scaricatoil programmino quando va su internetpaga 2500 lire al minuto usando come POPun numero internazionale anziche` pagare lanormale telefonata urbana;la TIN ha dimostrato di strafottersenedi questo perche` i dialer rendonoun sacco di soldini;questa sarebbe la liberta` di impresa?----------------------------------"Come vorresti che fosse il tuo futuro?""Potendo scegliere, senza monopolio, grazie"----------------------------------Pino Silvestrepinosilvestreatdespammeddotcom
  • Anonimo scrive:
    Telecozza prevedo un ribasso!!! Molto Fallimentare
    E questo in relazione alle statistiche di mercato internazionale delle telecomunicazioni in base decennale.Aspettando la tua fine, e non ti servirà più la tua bella protezione politica per andare avanti, ti dovrai totalmente confrontare, sempre che tu ci riesca.
Chiudi i commenti