Il valzer dei nanobot

Minuscoli robot che si agitano al suono della musica. Possono svolgere quasi qualsiasi compito nella scala del super-piccolo

Roma – Accarezzati dalle note dei violini, i due si muovono leggeri sulla pista da ballo. È un passo a due, due corpi che si muovono all’unisono al suono di un valzer. Peccato solo che la pista da ballo sia più stretta di un millimetro , e che i due ballerini non siano altro che due minuscoli robot. Artisticamente dotati, ma pur sempre delle nanomacchine.

Il passo doppio in video Il suggestivo video Pas de Deux avec les Microrobots è stato realizzato dal team del professor Bruce Donald , docente di informatica e biochimica presso la prestigiosa Duke University . I due mini-robot, dalla forma che ricorda la pala di un mulino a vento, sono il risultato del lavoro della sua squadra: la peculiarità del progetto, spiega il professore, sta nella precisione con la quale è possibile controllarne il movimento .

“È meraviglioso essere in grado di assemblare e controllare oggetti così piccoli”, racconta Donald: secondo i ricercatori, sarebbero i più piccoli nanorobot MEMS (Micro Electro-Mechanical Systems) mai realizzati, in grado di muoversi nel microscopico e svolgere una serie di compiti anche spostando del materiale.

Per consentire un movimento guidato, i ricercatori controllano i robot attraverso l’ applicazione di un campo elettrico attorno alla superficie su cui si trovano. Fino ad oggi sono riusciti a controllarne al massimo cinque, facendogli svolgere un lavoro coordinato mediante un singolo sistema di guida: “Il nostro lavoro è il primo esempio di ecosistema multi-microrobotico privo di vincoli” spiegano.

Il pezzo forte dei nanocosi ballerini non è la velocità di movimento, ma la loro iperattività: leggeri e snelli, grazie all’ assenza di complessi sistemi di collegamento all’apparecchio di controllo, possono ripetere i loro minuscoli passettini da 1 milionesimo di metro anche 20mila volte al secondo . L’energia necessaria è fornita dal campo elettrico che li circonda, e dunque non c’è limite alla loro azione.

Diversi i possibili utilizzi di questo tipo di tecnologia. Uno su tutti potrebbe essere la realizzazione di microchip modellati da nano-robot operai : ciascuno dei robot è in grado di muoversi indipendentemente, e dunque può svolgere un compito specifico coordinandosi con gli altri secondo schemi predefiniti.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • msdead scrive:
    Le major volevano così?
    Mi sembra che anche le major volevano esattamente fare una cosa del genere giusto?Usare la tecnica del deep packet ispection e il traffic shaping per scovare gli utenti che usano il P2P per incastrarli.Nel caso abbia detto bene, se una cosa del genere viene dichiarata illegale allora le major non potranno essere accontentate e non potranno costringere i provider a spiare le attività e limitare le connessioni di noi utenti.
  • PinoLallo scrive:
    Geniale....
    Ma la rete chi la paga?Attenzione questa e' di fatto una tecnocrazia usurpativa.Il tecnocrate vuole una rete performante, ti fa pagare questa innovazione, ma poi vuole DECIDERE come questa performance debba essere utilizzata.Ma con quale diritto?Ma davvero questi pensano che la gente utilizzi la banda CHE PAGA senza poi utilizzarla COME GLI PARE?Il tecnocrate viola la privacy della tua comunicazione e decide, sulla base di questa sua violazione, che tu non puoi comunicare su di una connessione che hai pagato.Il tecnocrate e' quello che, senza aver la necessita' di giustificare una qualsiasi delle azione, ti usurpa del dominio.Il tecnocrate ha potere sulle tue liberta' fondamentali ma questo potere di decidere regole e policy. Un potere autoreferenziato ed insindacabile, corruttibile ed impunibile: che eredita' stiamo lasciando ai nostri figli? A quando questo potere censorio diverra' dittatura intellettuale?A cosa serve la politica quando questa e' vecchia e totalmente assente dall'evoluzione della societa'?
    • krane scrive:
      Re: Geniale....
      - Scritto da: PinoLallo
      Ma la rete chi la paga?
      Attenzione questa e' di fatto una tecnocrazia
      usurpativa.Quoto tutto, speriamo che arrivi presto GnuNet, cosi' non potranno piu' distinguere tra un traffico e l'altro e finalmente si dovra' decidere seriamente cosa fare.
  • bash scrive:
    Re: In Italia?
    - Scritto da: Bic Indolor
    anche
    senza usare il P2P: una musichetta di sottofondo
    infilata a tradimento in un sito web di un Paese
    meno attento al copyright, un filmato su YouTube
    anche rimaneggiato, uno streaming da una web
    radio che magari ha pagato i diritti ma il filtro
    non lo sa, un MP3 acquistato legalmente da un
    negozio web che il filtro di stato non conosce...Bravo! Tu si che hai capito tutto di come funzionano i filtri.Ma ti pare che il filtro possa analizzare un singolo pacchetto e da quello dedurre la natura del file?I filtri filtrano le porte, non i dati.
    • Bic Indolor scrive:
      Re: In Italia?
      - Scritto da: bash
      - Scritto da: Bic Indolor

      anche

      senza usare il P2P: una musichetta di sottofondo

      infilata a tradimento in un sito web di un Paese

      meno attento al copyright, un filmato su YouTube

      anche rimaneggiato, uno streaming da una web

      radio che magari ha pagato i diritti ma il
      filtro

      non lo sa, un MP3 acquistato legalmente da un

      negozio web che il filtro di stato non
      conosce...

      Bravo! Tu si che hai capito tutto di come
      funzionano i
      filtri.

      Ma ti pare che il filtro possa analizzare un
      singolo pacchetto e da quello dedurre la natura
      del
      file?
      I filtri filtrano le porte, non i dati.Sarà... ma se a me parlano di "deep packet inspection" (prevista dal filtraggio sarkosiano) io traduco dall'inglese "ispezione approfondita dei pacchetti". Dove sbaglio?
      • Paperino scrive:
        Re: In Italia?
        - Scritto da: Bic Indolor
        - Scritto da: bash

        Ma ti pare che il filtro possa analizzare un

        singolo pacchetto e da quello dedurre la natura

        del

        file?

        I filtri filtrano le porte, non i dati.

        Sarà... ma se a me parlano di "deep packet
        inspection" (prevista dal filtraggio sarkosiano)
        io traduco dall'inglese "ispezione approfondita
        dei pacchetti". Dove
        sbaglio?Da nessuna parte. "Deep packet inspection" è il nome specifico della tecnologia, inizialmente di Cisco con il Service Control Engine, e ora adottata da altri, che fa esattamente questo (detto molto rozzamente): analizza il traffico pacchetto per pacchetto, e contemporaneamente il traffico nel suo complesso, sempre relativamente ad uno specifico utente, per fare traffic shaping secondo le specifiche richieste dal provider.In particolare dispone di una serie di regole per riconoscere il traffico P2P di vari tipi, e rallentarlo o addirittura bloccarlo completamente. Per info:http://www.cisco.com/en/US/products/ps6150/prod_brochure0900aecd80241955.htmlhttp://www.securityfocus.com/infocus/1817Bye, G.
  • Enjoy with Us scrive:
    Stronzate!
    Bell ha stipulato dei contratti, vendendo delle ADSL con una determinata banda, non puo' poi accusare dopo gli utenti di abusarne. Se non e' in grado di onorare i contratti, li rescinda con le dovute penali e ne stipuli di nuovi con velocita' massime inferiori!Se tu vendi una ADSL 8 Mbit devi essere in grado di sostenerla, altrimenti se non hai abbastanza banda vendi ADSL 4 o da 2 Mbit! Mica esiste una legge che obbliga a fornire ADSL a 8/20 Mbit!
    • Sbabba scrive:
      Re: Stronzate!
      Sembra che tu non sappia come funzionano le cose. Esiste nel contratto una cosa che si chiama banda minima garantita. Loro ti dicono "ok 8 mbit, ma sono teorici. Noi ti garantiamo almeno 32kbit, quelli li hai sicuri, sopra noi non garantiamo nulla" una volta firmato tu accetti questa condizione e poi purtroppo ti devi attaccare. Bell ha fatto quello che da noi infostrada e soprattutto tele2 fanno da sempre, ma lo fanno tutti in generale.
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Stronzate!
        - Scritto da: Sbabba
        Sembra che tu non sappia come funzionano le cose.
        Esiste nel contratto una cosa che si chiama banda
        minima garantita. Loro ti dicono "ok 8 mbit, ma
        sono teorici. Noi ti garantiamo almeno 32kbit,
        quelli li hai sicuri, sopra noi non garantiamo
        nulla" una volta firmato tu accetti questa
        condizione e poi purtroppo ti devi attaccare.
        Bell ha fatto quello che da noi infostrada e
        soprattutto tele2 fanno da sempre, ma lo fanno
        tutti in
        generale.certo basta essere chiari nei contratti, cosa che in italia non accade.Tele2 ad esempio è abbastanza chiara sul perchè riesca a contenere i costi, infostrada lo è molto molto meno.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Stronzate!
        E infatti sarebbe meglio pubblicizzare "SuperADSL 256kb garantiti (e in piccoletto: possibili picchi fino a 20Mb)" che altrimenti fra un po' ci ritroveremo con banda a 10Tb ma che si va a 15Kb perchè vendono aria e dividono la bandaCerto fa gola avere tanti nuovi clienti senza spendere per incrementare la fuffa da vendere, però finchè i clienti non iniziano ad incazzarsi come caimaniOltre un certo limite la sovrapopolazione non piace nè al popolo nè al venditore
      • Funz scrive:
        Re: Stronzate!
        - Scritto da: Sbabba
        Sembra che tu non sappia come funzionano le cose.
        Esiste nel contratto una cosa che si chiama banda
        minima garantita. Loro ti dicono "ok 8 mbit, ma
        sono teorici. Noi ti garantiamo almeno 32kbit,
        quelli li hai sicuri, sopra noi non garantiamo
        nulla" una volta firmato tu accetti questa
        condizione e poi purtroppo ti devi attaccare.
        Bell ha fatto quello che da noi infostrada e
        soprattutto tele2 fanno da sempre, ma lo fanno
        tutti in
        generale.Sono condizioni assurde e del tutto vessatorie, sarebbe anche ora che li facessero smettere con queste prese in giro.
Chiudi i commenti