Il VoIP flat di Telecom Italia

In sordina, esce un'offerta che solleva già polemica tra gli operatori: un canone di 15 euro al mese permette chiamate illimitate gratuite tramite ADSL. Anche per chi l'ADSL ce l'ha a consumo


Roma – Quando vuole, Telecom Italia sa rinunciare a modelle e a corridori ed essere discreta, perfino e soprattutto se si tratta di lanciare un’offerta destinata a fare tremare il mercato: una flat rate VoIP rivolta agli utenti Alice che sottoscrivano i servizi Alice mia. A 15 euro al mese IVA inclusa (più i 4,95 euro di Alice Mia) è possibile fare illimitate chiamate nazionali, inviare infiniti SMS e MMS verso qualsiasi numero di rete fissa di Telecom Italia, purché si usino i telefoni associati ai cinque numeri aggiuntivi creati con Alice Mia. L’offerta flat è apparsa nei giorni scorsi sul sito di Alice, semi nascosta, in basso nelle pagine e con caratteri minuscoli. Ha acquisito il nome di Alice Mia Voce, dopo essersi chiamata per un po’ di tempo Alice Mia Full Services.

L’aspetto eccezionale dell’offerta non è il canone: Parla.it e Tiscali ne chiedono uno inferiore, 19,89 e 19 euro al mese rispettivamente, per fare illimitate chiamate nazionali. Ciò che soltanto Telecom Italia riesce al momento a fare, poiché proprietaria della rete, è un’altra cosa: un piccolo gioco di prestigio. Permettere anche agli utenti con ADSL a consumo di chiamare in VoIP a tariffa flat, con Alice Mia Voce. Ossia senza pagare il tempo di connessione quando telefonano.

Già: gli utenti a consumo sono il grosso del parco ADSL, 75 per cento delle linee, quota che diventa circa il 95 per cento se si considerano solo quelle attivate presso famiglie. Adesso questi utenti hanno un’offerta che riesce a conciliare l’inconciliabile. Quando navigano, pagano a consumo. Quando alzano il telefono collegato al router Alice Gate (portato a casa dell’utente Alice Mia) continuano a sfruttare la connessione ADSL, “ma su un canale virtuale a parte, always on e a tariffa flat”, spiega a Punto Informatico Guido Tripaldi, membro del consiglio direttivo dell’ AIIP (l’associazione dei principali provider italiani) ed esperto di servizi VoIP. “Così Telecom può rivolgersi al grosso del mercato ADSL, precluso a noi operatori alternativi: quello delle connessioni a consumo”, aggiunge.

Com’è noto, quando chiama con il VoIP, l’utente paga sia le chiamate sia la connessione. “Per questo motivo”, nota Tripaldi, “sarebbero servizi destinati ad attecchire soltanto presso gli utenti con connessioni flat…che però sono una piccola parte del totale. Il grosso degli utenti, grazie ad Alice Mia, rischia di finire in mano a Telecom”.

Certo, i provider non ci stanno a subire quella che considerano “una mossa anticoncorrenziale”. Il mese scorso hanno inviato, attraverso l’AIIP, una diffida a Telecom contro la flat Alice Mia, le cui caratteristiche erano infatti note loro già da aprile. Ne era apparsa una fuggevole notizia sul sito 187.it, poi cancellata. Ed era stata inclusa nelle slide del discorso fatto da Riccardo Ruggiero, amministratore delegato Telecom, durante la presentazione dei piani industriali . Curioso: Alice Mia Voce, all’epoca “Full Services”, appare nelle slide ma non è descritta a voce da Ruggiero, che invece si è soffermato sul passo successivo in programma: nei prossimi mesi il VoIP di Telecom sarà lanciato anche all’utenza business. Si noti che a Telecom, comunque, la parola VoIP non piace: non appare nemmeno una volta sul sito. Alice Mia, per il grande pubblico, non è chiamata VoIP. Tale è descritta soltanto nel discorso di Ruggiero.

Tentennamenti? C’è chi ritiene che a Telecom non convenga istruire il grande pubblico su questa alternativa alla rete fissa tradizionale. Basta peraltro una ricerca in rete per scoprire una molteplicità di operatori, che magari permettono di avere il VoIP senza la linea e il canone di Telecom .

La questione, com’è ovvio, è aperta. La diffida degli operatori non ha sortito effetti, l’offerta alla fine è apparsa sul sito; sebbene, forse per prudenza e per evitare ulteriori polemiche, sia stata lanciata senza fare troppo rumore. L’AIIP aveva chiesto a Telecom di rinunciare alla flat VoIP; o almeno di lasciare gli utenti Alice Mia liberi di scegliere di telefonare con qualsiasi operatore VoIP tramite quel canale virtuale always on. Così anche i concorrenti avrebbero potuto sfruttarlo per rivolgersi all’utenza dotata di ADSL a consumo.


Al momento la situazione è in sospeso, non si sa se la proposta degli operatori sarà accolta. Né Telecom risponde a Punto Informatico, che, già venti giorni fa aveva chiesto una replica alle accuse fatte dagli operatori ad Alice Mia Voce.

I rischi in ballo sono però facili da immaginare e hanno anche tratti paradossali. Il VoIP nelle mani dei provider ancora fino a pochi mesi fa poteva essere pensato come l’arma con cui sarebbe stato forse possibile scardinare gli equilibri della telefonia fissa tradizionale; adesso invece già minaccia di apparire come la possibile futura contrada, una delle tante, del regno di Telecom Italia. Essere i soli operatori a potersi rivolgere agli utenti dotati di ADSL a consumo può avere infatti un effetto dirompente sul mercato.

Il punto è che le regole, nel settore VoIP, sono in ritardo . Telecom può sfruttare questo stato di far west per accumulare quote di mercato e mettere in ginocchio i rivali; quando, eventualmente, sarà costretta ad aprire Alice Mia ai concorrenti potrebbe essere troppo tardi, i giochi saranno fatti. E allora, se i concorrenti saranno deboli, si potrà persino permettere di alzare i prezzi del VoIP, equipararli a quelli della telefonia fissa. La novità sarà ridotta ai vecchi schemi del business.

Il rischio per gli utenti, secondo qualcuno, è quello di vedersi strappate le promesse del VoIP sotto il naso. Non solo. Il VoIP già si è trasformato per Telecom in un’opportunità, da minaccia che poteva essere per il business tradizionale.

“Su quei numeri aggiuntivi di Alice Mia Telecom non è tenuta a rispettare gli obblighi che le sono stati imposti, in quanto operatore dominante, nel settore della rete fissa”, spiega Tripaldi. Per esempio, non c’è portabilità dei numeri aggiuntivi di Alice Mia: o con Telecom o niente. Gli utenti che non vorranno perderli non cambieranno operatore. Una fetta dell’utenza verrebbe così bloccata, in barba alle esigenze del libero mercato.

Alessandro Longo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    A me niente ...
    nessuna mail, nonostante sia in possesso di tutti i miei clienti e di alcuni fornitori.Che sia perchè è tutta gente che ha imparato a gestire correttamente il PC ??Forse davvero sarebbe più corretto disconnettere forzatamente le macchine che sono pericolosamente lasciate a se stesse . ......
  • Anonimo scrive:
    fantastica vignetta
    lol
  • Anonimo scrive:
    paranoia
    Siamo alla paranoia totale:patentino per usare internetprovider che scansiona ogni messaggioisolare i pc infettiio uso un mac, non ho virus non ho worms, non ho dialer, perche' dovrei fare un patentino?perche' qualcuno dovrebbe controllare il mio computer?ma siamo diventati matti?
    • Anonimo scrive:
      Re: paranoia
      Lascia perdere, non ti danno neanche retta...La fascia di visitatori di P:I é così suddivisa:Linuxari: 10%Winsozzari: 60%Finti linuxari che usano windows: 20%Frequentatori equilibrati: 9%Utenti mac: 1%E non pensare che stia sparando sti dati alla *****, so quello che dico:D
  • Anonimo scrive:
    VIRUS su WiNZoZZ?
    Ma va?Ma guarda che novità!! ;);););););););););););););)Ve le cercate e poi frignate.Peggio x voi.UTONTI!!
    • Anonimo scrive:
      Re: VIRUS su WiNZoZZ?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma va?
      Ma guarda che novità!!
      ;);););););););););););););)

      Ve le cercate e poi frignate.
      Peggio x voi.
      UTONTI!!Un worm che si propaga con la mail. Dove vedi la responsabilità di Windows in questa propagazione?
      • Anonimo scrive:
        Re: VIRUS su WiNZoZZ?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ma va?

        Ma guarda che novità!!

        ;);););););););););););););)



        Ve le cercate e poi frignate.

        Peggio x voi.

        UTONTI!!

        Un worm che si propaga con la mail. Dove vedi la
        responsabilità di Windows in questa propagazione?Andò la vedo?La vedo in quei TONTOLONI sporcaccioni e winZoZZari che aprono gli allegati a quelli mail e propagano l' infezione con loro zozzone e primitivo anche se colorato SO.Twe non lo vedi perchè ormai sei cecato.
        • Anonimo scrive:
          Re: VIRUS su WiNZoZZ?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Ma va?


          Ma guarda che novità!!


          ;);););););););););););););)





          Ve le cercate e poi frignate.


          Peggio x voi.


          UTONTI!!



          Un worm che si propaga con la mail. Dove vedi la

          responsabilità di Windows in questa
          propagazione?

          Andò la vedo?
          La vedo in quei TONTOLONI sporcaccioni e
          winZoZZari che aprono gli allegati a quelli mail
          e propagano l' infezione con loro zozzone e
          primitivo anche se colorato SO.
          E questo cosa c'entra con Windows?
          • Anonimo scrive:
            Re: VIRUS su WiNZoZZ?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            Ma va?



            Ma guarda che novità!!



            ;);););););););););););););)



            Ve le cercate e poi frignate.



            Peggio x voi.



            UTONTI!!


            Un worm che si propaga con la mail. Dove vedi la


            responsabilità di Windows in questa

            propagazione?

            Andò la vedo?

            La vedo in quei TONTOLONI sporcaccioni e

            winZoZZari che aprono gli allegati a quelli mail

            e propagano l' infezione con loro zozzone e

            primitivo anche se colorato SO.
            E questo cosa c'entra con Windows?Su Mac non fa nulla, su linux non fa nulla... Su windows fa danno... Fai tu...
      • Anonimo scrive:
        Re: VIRUS su WiNZoZZ?
        nell'architettura di windows che e' aperta ai virus e co. Prova un mac e mi saprai dire.
  • Anonimo scrive:
    Che lo pago a fare il provvider ???
    Vedo thread ...utonto qui ... utonto la' ...tonto vaderetro !!!IMHO questi sono problemi che DEVE risolvere il provvider ...Mette un bel filtro antispam e antivirus ...aggiunge 1 euro al mese sul contratto e tutti vissero felici e contenti
  • Anonimo scrive:
    (OT) 5 siti
    Ma l'email per segnalare un sito, non funziona più?
    • Anonimo scrive:
      Re: (OT) 5 siti
      Certo che funziona perché?- Scritto da: Anonimo
      Ma l'email per segnalare un sito, non funziona
      più?Ciao, grazie.==================================Modificato dall'autore il 17/05/2005 16.20.04
  • Anonimo scrive:
    per bloccare queste email..
    Una soluzione è basarsi sui Subject: di qs email per bloccarle a livello di MTA oppure con tool antispam... Pensando di farvi cosa gradita vi allego gli header_checks che uso su postfix, da questi è possibile ricavare una lista di Subject da usare con altri software.Credo sia pressochè completa../^Subject: Dresden Bombing Is To Be Regretted Enormously/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Blutige Selbstjustiz/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Du wirst ausspioniert ....!/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Vorbildliche Aktion/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Multi-Kulturell = Multi-Kriminell/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: The Whore Lived Like a German/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Hier sind wir Lehrer die einzigen Auslaender/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Trotz Stellenabbau/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Verbrechen der deutschen Frau/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Auf Streife durch den Berliner Wedding/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Massenhafter Steuerbetrug durch auslaendische Arbeitnehmer/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: S.O.S. Kiez! Polizei schlaegt Alarm/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Paranoider Deutschenmoerder kommt in Psychiatrie/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Transparenz ist das Mindeste/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Dresden 1945/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Deutsche Buerger trauen sich nicht .../ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Auslaenderpolitik/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Hier sind wir Lehrer die einzigen Auslaender/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: 60 Jahre Befreiung: Wer feiert mit?/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: 4,8 Mill. Osteuropaeer durch Fischer-Volmer Erlass/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Auslaender bevorzugt/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Du wirst zum Sklaven gemacht!!!/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Armenian Genocide Plagues Ankara 90 Years On/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Schily ueber Deutschland/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Paranoider Deutschenmoerder kommt in Psychiatrie/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Turkish Tabloid Enrages Germany with Nazi/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Augen auf/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Deutsche werden kuenftig beim Arzt abgezockt/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Gegen das Vergessen/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Graeberschaendung auf bundesdeutsche Anordnung/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Tuerkei in die EU/ REJECT Nazi Spam!!/^Subject: Volk wird nur zum zahlen gebraucht!/ REJECT Nazi Spam!!
    • Anonimo scrive:
      Re: per bloccare queste email..
      Grazie per la lista :-)a livello di client Spamihilator (sugerito da P.I. Tempo fa)Blocca perfettamente le mail. Peccato sia solo un tampone e che la banda sia gia consumata.
    • Anonimo scrive:
      Re: per bloccare queste email..
      il consiglio è buono, ma meglio usare DISCARD invece di REJECT, altrimenti si producono delle email di errore che cmq arriverebbero alle persone sbagliate.ciao
    • teddybear scrive:
      Re: per bloccare queste email..
      - Scritto da: Anonimo
      Una soluzione è basarsi sui Subject: di qs email
      per bloccarle a livello di MTA oppure con tool
      antispam... Attenzione a basarti solo sul subject. Anche se ti sembrera' strano, ho ricevuto piu' di qualche email quest'anno che sarebbero state bloccate dal tuo sistema. E le email erano perfettamente valide, e per niente razziste.
  • Anonimo scrive:
    PER LA REDAZIONE..
    Innanzitutto vorrei fare i complimenti per la rivista, il restyling introdotto da ieri è stato qualcosa di veramente eccezionale sotto molti punti di vista (grafica, tempi di messa in produzione veramente bassi, alcun tipo di anomalia riscontratata). Vorrei precisare un paio di punti relativi a questo virus : l'ondata non è arrivata oggi, è da domenica notte che anche in italia si riscontra questo massive spamming. Io lavoro per un importante software house del centro italia (preferisco non menzionare il nome) e vi posso dire che solo a me ieri mi è arrivato un qualcosa come 120 email con i subject piu' strani. Parlando con l'amministratore della posta ho avuto la conferma che questa ondata è stata particolarmente violenta ed ha richiesto la modifica di gran parte delle policy di antispam. Ho sempre adottato delle politiche molto ristrette nell'usare gli indirizzi di posta di lavoro proprio per evitare alla radice il problema di spam, in questo modo dopo 5 anni ero riuscito a stare sulle 2-3 mail di spam al giorno, ma ieri è stata veramente una giornata devastante, cancellare circa 120 email, significa perdere come minimo 5 minuti e non sto esagerando, perchè se considerate che uno sta facendo un'attività, vede arrivare una mail, si sposta sul client di posta, nota il subject strano, la marca come spam, ritorna al suo lavoro, capirete anche voi che se moltiplicate questi passi per 120, il numero di secondi cresce molto!Altra nota, domenica notte mi sono arrivate anche sull'indirizzo gmail, indirizzo che non ho fornito a nessuno ad eccezione di 3 miei colleghi.
    • Anonimo scrive:
      Re: PER LA REDAZIONE..
      - Scritto da: Anonimo
      Innanzitutto vorrei fare i complimenti per la
      rivista, il restyling introdotto da ieri è stato
      qualcosa di veramente eccezionale sotto molti
      punti di vista (grafica, tempi di messa in
      produzione veramente bassi, alcun tipo di
      anomalia riscontratata). Coplimenti un par de bale.Questa grafica è ottimizzata per SO MocroZoZ.Ad esempio con Konqueror no va...., ma già, che lo dico a fà, voi siete UTONTI e quindi usate tutti micorZoZ......a proposito, non rompete se poi siete pure UTONTI infettati da VIRUS.
      • Anonimo scrive:
        Re: PER LA REDAZIONE..
        Suse 9.2, Konqueror va perfettamente.
        • Anonimo scrive:
          Re: PER LA REDAZIONE..
          - Scritto da: Anonimo
          Suse 9.2, Konqueror va perfettamente.Con la SuSe 9.3 non va.Si impalla la pagina.
          • Anonimo scrive:
            Re: PER LA REDAZIONE..
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Suse 9.2, Konqueror va perfettamente.

            Con la SuSe 9.3 non va.
            Si impalla la pagina.Beh anch'io coun vecchio Amiga lo vedo un po' sfasato, dovrebbero fare qualcosa
      • Anonimo scrive:
        Re: PER LA REDAZIONE..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Innanzitutto vorrei fare i complimenti per la

        rivista, il restyling introdotto da ieri è stato

        qualcosa di veramente eccezionale sotto molti

        punti di vista (grafica, tempi di messa in

        produzione veramente bassi, alcun tipo di

        anomalia riscontratata).

        Coplimenti un par de bale.
        Questa grafica è ottimizzata per SO MocroZoZ.
        Ad esempio con Konqueror no va...., ma già, che
        lo dico a fà, voi siete UTONTI e quindi usate
        tutti micorZoZ......a proposito, non rompete se
        poi siete pure UTONTI infettati da VIRUS.se era ironia non l'ho capita anche io uso linux e ora sono qui con konqueror
      • Anonimo scrive:
        Re: PER LA REDAZIONE..

        Coplimenti un par de bale.
        Questa grafica è ottimizzata per SO MocroZoZ.
        Ad esempio con Konqueror no va...., ma già, che
        lo dico a fà, voi siete UTONTI e quindi usate
        tutti micorZoZ......a proposito, non rompete se
        poi siete pure UTONTI infettati da VIRUS.Io con Safari (motore Koqueror quindi) nessun problema, PI va a sassata.
      • elcabesa scrive:
        Re: PER LA REDAZIONE..
        che vuol dire che l'impaginazione non va? se per caso hai un problema di incolonnamento l'ho notato pure io con konqueror, ma ho trovato una soluzione :) rimpicciolire i caratteriprova e forse tutto si sistemase è un altro il problema allora non so.p.s. oper rimpicciolire i caratteri premi l'icona fatta forma di - (meno) ciao tentar non nuoce
  • opazz scrive:
    Sarà anche..
    ma almeno da me tutto tace..Non che non ci siano virus, anzi, ma del Sober.Q non se ne parla.. Netsky_P a palla, ma da tempo oramai..Le statistiche dicono quasi un 60% di tentativo di infezione a mezzo mail di quel virus..
  • ishitawa scrive:
    patentino per internet
    la rete è un mare? allora perchè non pensare seriamente ad un patentino per chi chiede l'allacciamento all'ADSL?in fondo un pc in rete mal configurato, pieno di schifezze fa danni, non saranno i danni immediati di un deficiente che va per strada senza rispettare i segnali e gli stop, ma sono comunque danninon so se EUCDL possa andare, ma per lo meno non si potrà più dire "e io che ne sapevo"però....allora ci vorranno anche le multe...
    • Anonimo scrive:
      Re: patentino per internet
      - Scritto da: ishitawa
      la rete è un mare? allora perchè non pensare
      seriamente ad un patentino per chi chiede
      l'allacciamento all'ADSL?
      in fondo un pc in rete mal configurato, pieno di
      schifezze fa danni, non saranno i danni immediati
      di un deficiente che va per strada senza
      rispettare i segnali e gli stop, ma sono comunque
      danni
      non so se EUCDL possa andare, ma per lo meno non
      si potrà più dire "e io che ne sapevo"
      però....allora ci vorranno anche le multe...http://punto-informatico.it/p.asp?i=40042
    • Anonimo scrive:
      Re: patentino per internet
      Ed avere così l'effetto di allargare il gap fra coloro che usano PC ed Internet e coloro che intimoriti stentano ad accostarsi a questa realtà, tantopiù se per farlo devono superare un più o meno difficile esame. Me l'immagino mia madre, cinquantenne che a stento sono riuscito a farle capire cos'è Internet e come fare qualche ricerca basilare, superare quell'esame.Senza contare le speculazioni che ci sarebbero dietro a queste "patenti", esattamente com'è stato dietro a quelle europee del computer.No, non credo sia questa la strada.L'informazione sul problema certamente è la base, ma dev'essere accessibile a tutti e gratuita. Ma a questo si deve aggiungere una presa di coscienza da parte di ISP, sistemisti di rete e fornitori di connettività in generale. Gli strumenti per isolare virus e spam ci sono. Un PC di un ignaro utente privato infetto è facilmente individuabile da bots posizionati a monte della sua connessione perchè soggetto a traffico anomalo... in entrata su porte "note" per essere quelle dei malware e delle backdoors più diffuse (la lista andrebbe aggiornata continuamente) ed in uscita quali sessioni TCP sulla porta 25 verso destinatari diversi in rapida successione che denotano al 99% la generazione di mail di spam. Una volta individuato un PC potenzialmente infetto lo si può isolare e contattare il proprietario affinchè prenda le dovute precauzioni, possibilmente guidato dal provider o dal responsabile aziendale se risulta essere inesperto.Perchè non sfruttare quindi le competenze tecnologiche anzichè rivalersi esclusivamente sulle persone più deboli, quelle informaticamente parlando più ignoranti, che finirebbero per essere ancora più escluse ?
    • DarkDirtyDwarf scrive:
      Re: patentino per internet

      Mentre sappiamo tutti che il primo passo verso la
      sicurezza del proprio PC sta per l'appunto nel
      RIMUOVERE IE e OE Baggianate. Ci sono molti modi per proteggersi e non e' necessario rimuovere IE o OE.Non prendo virus da anni anche se bazzico spesso siti che tentano in tutti i modi di infilarteli nel PC e uso quotidianamento IE ed OE per navigare e leggere la posta.La vera sicurezza non si ottiene seguendo le solite scemenze anti microsoft, ma imparando ad usare il computer.
      • Anonimo scrive:
        Re: patentino per internet
        - Scritto da: DarkDirtyDwarf

        Mentre sappiamo tutti che il primo passo verso
        la

        sicurezza del proprio PC sta per l'appunto nel

        RIMUOVERE IE e OE

        Baggianate. Ci sono molti modi per proteggersi e
        non e' necessario rimuovere IE o OE.
        Non prendo virus da anni anche se bazzico spesso
        siti che tentano in tutti i modi di infilarteli
        nel PC e uso quotidianamento IE ed OE per
        navigare e leggere la posta.
        La vera sicurezza non si ottiene seguendo le
        solite scemenze anti microsoft, ma imparando ad
        usare il computer.
        se una falla per IE rimane scoperta per 5 mesi, come poni rimedio ? genio ...
        • DarkDirtyDwarf scrive:
          Re: patentino per internet

          se una falla per IE rimane scoperta per 5 mesi,
          come poni rimedio ? genio ...Ti proteggi a monte. Semplice.E' come quando qualcuno parlava di sicurezza per l'home banking nel caso di reti wireless. Se sei cosi' fesso da "installarti" un trojan (sempre che sai di cosa si tratta), cosa vuoi che importi la sicurezza della rete?Un buon antivirus, un buon firewall, qualche utility per i malware e sei a posto. Ripeto, bazzico un sacco di siti in cui vengono usati sotterfugi per segare le macchine dei visitatori "indesiderati" e a me non e' mai capitato nulla.Ma se si vuole a tutti i costi dire che per essere sicuri bisogna installare browser e mail manager alternativi fatelo, ma e' una fandonia per mettere il cuore in pace alle casalinghe e ai loro mariti che nella foga di scaricare pornazzi "scattano yes" ogni volta che salta fuori un messaggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: patentino per internet
            - Scritto da: DarkDirtyDwarf

            se una falla per IE rimane scoperta per 5 mesi,

            come poni rimedio ? genio ...

            Ti proteggi a monte. Semplice.
            E' come quando qualcuno parlava di sicurezza per
            l'home banking nel caso di reti wireless. Se sei
            cosi' fesso da "installarti" un trojan (sempre
            che sai di cosa si tratta), cosa vuoi che importi
            la sicurezza della rete?
            Un buon antivirus, un buon firewall, qualche
            utility per i malware e sei a posto. Ripeto,
            bazzico un sacco di siti in cui vengono usati
            sotterfugi per segare le macchine dei visitatori
            "indesiderati" e a me non e' mai capitato nulla.queste sono regole valide in generale su qualunque piarttaforma, rimane da capire perchè un sistema venduto a caro prezzo e spacciato come sicuro sia così vulnerabile... ma forse è chiaro, stanno cominciando a 'vendere' protezioni http://punto-informatico.it/p.asp?i=52843&r=PIe gli utenti verranno ancora una volta 'munti' a dovere...
            Ma se si vuole a tutti i costi dire che per
            essere sicuri bisogna installare browser e mail
            manager alternativi fatelo, ma e' una fandonia
            per mettere il cuore in pace alle casalinghe e ai
            loro mariti che nella foga di scaricare pornazzi
            "scattano yes" ogni volta che salta fuori un
            messaggio.no, il discorso è che diversificando i sistemi operativi, gli applicativi e i sw che si interfacciano alla rete si ha sempre una scappatoia...
          • Anonimo scrive:
            Re: patentino per internet
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: DarkDirtyDwarf


            se una falla per IE rimane scoperta per 5
            mesi,


            come poni rimedio ? genio ...



            Ti proteggi a monte. Semplice.

            E' come quando qualcuno parlava di sicurezza per

            l'home banking nel caso di reti wireless. Se sei

            cosi' fesso da "installarti" un trojan (sempre

            che sai di cosa si tratta), cosa vuoi che
            importi

            la sicurezza della rete?

            Un buon antivirus, un buon firewall, qualche

            utility per i malware e sei a posto. Ripeto,

            bazzico un sacco di siti in cui vengono usati

            sotterfugi per segare le macchine dei visitatori

            "indesiderati" e a me non e' mai capitato nulla.

            queste sono regole valide in generale su
            qualunque piattaforma, No. Chi naviga con un Mac non usa niente di tutto questo.In rete ci sono diversi warning più o meno ridicoli, ma la realtà dei fatti resta che con OSX puoi visitare qualunque sito e cliccare su ogni cosa senza rischiare nulla. Oltre alla mancanza (ZERO, proprio NADA) di virus e trojan, non esiste nemmeno un solo spyware.rimane da capire perchè
            un sistema venduto a caro prezzo e spacciato come
            sicuro sia così vulnerabile... ma forse è chiaro,
            stanno cominciando a 'vendere' protezioni ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: patentino per internet

            Ti proteggi a monte. Semplice.la prima regola per proteggersi a monte è appunto quella di togliere IE e OL.I problemi meglio prevenirli che curarli, la miglior prevenzione è nn usare M$
      • Anonimo scrive:
        Re: patentino per internet
        Quoto! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: patentino per internet
      - Scritto da: ishitawa
      la rete è un mare? allora perchè non pensare
      seriamente ad un patentino per chi chiede
      l'allacciamento all'ADSL?perche' finirebbe come l'ECDL, diventerebbe un esame per scimmie ammaestrate che devono conoscere un particolare OS e dei particolari applicativi; per assurdo una scimmia clickante passerebbe l'esame e un kernel hacker no.Ritengo molto piu' funzionale una legge che renda gli utenti responsabili, in sede civile, dei danni causati dalle loro macchine in rete (a meno che non abbiano preso tutte le misure del caso; se han patchato e il problema era ad esempio una vulnerabilita' non nota, ovviamente non possono essere ritenuti responsabili).
      • ishitawa scrive:
        Re: patentino per internet
        beh, anche l'esame di guida per la patente non sarà perfetto (i soliti giapponesi addrittura hanno delle piste con gli ostacoli artificiali, tipo sagome di bambini che sbucano all'improvviso) però qualcosa fanon vedo perchè PER FORZA deve essere un esame "per scimmie ammaestrate" o cose similiè chiaro che se si chiede come in ECDL in quale menu su trova il dato comando... si sono daccordi con tema se l'esame è su cosa sono i virus etcPS: per la legge italiana gli utenti sono già penalmente responsabili di quello che fa il proprio PC (se il tuo pc è infetto e mi manda un virus posso denunciarti come complice) però tra il dire e il fare..
      • Anonimo scrive:
        Re: patentino per internet
        - Scritto da: Anonimo
        Ritengo molto piu' funzionale una legge che renda
        gli utenti responsabili, in sede civile, dei
        danni causati dalle loro macchine in rete (a meno
        che non abbiano preso tutte le misure del caso;
        se han patchato e il problema era ad esempio una
        vulnerabilita' non nota, ovviamente non possono
        essere ritenuti responsabili).E ritenere responsabili pure i produttori di software pensato con l'ano e fatto con i piedi? Non riesco a capire perche' chi produce software praticamente puo' infilarti una bomba nel pc e non esserne responsabile, ma dico, siamo pazzi o cosa? Tu Produttore mi dici che sto coso fa' questo e quello, ma se non lo fa' per una tua inegligenza te ne sbatti altamente, se si applicasse lo stesso principio ai farmaci ( esempio mooolto tirato) si avrebbe che un qualunque farmaco se ti fa' schiattare, chi lo ha prodotto non rischia nulla Stessa storia per qualunque altro prodotto, ti esplode il frullatore e ti trancia qualche dito, nulla da fare, il produttore non e' responsabilebah!
        • Anonimo scrive:
          Re: patentino per internet
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Ritengo molto piu' funzionale una legge che
          renda

          gli utenti responsabili, in sede civile, dei

          danni causati dalle loro macchine in rete (a
          meno

          che non abbiano preso tutte le misure del caso;

          se han patchato e il problema era ad esempio una

          vulnerabilita' non nota, ovviamente non possono

          essere ritenuti responsabili).

          E ritenere responsabili pure i produttori di
          software pensato con l'ano e fatto con i piedi? gia lo sono, il problema e' che spesso nell'EULA, che tu accetti, con cui ti concedono in licenza il software declinano ogni responsabilita'
          • Anonimo scrive:
            Re: patentino per internet
            - Scritto da: Anonimo
            gia lo sono, il problema e' che spesso nell'EULA,
            che tu accetti, con cui ti concedono in licenza
            il software declinano ogni responsabilita'Alt, se lo sono per le vigenti leggi italiane, non c'e' eula che tenga, in italia vale il codice civile/penale, non l'eula di un mister x qualunque.Poi, come fo' a leggere il contratto senza accettarlo? Mi dirai che e' estremamente difficile e costoso dimostrare che si ha ragione, allora èposso pure starci
    • Anonimo scrive:
      Re: patentino per internet
      - Scritto da: ishitawa
      la rete è un mare? allora perchè non pensare
      seriamente ad un patentino per chi chiede
      l'allacciamento all'ADSL?
      in fondo un pc in rete mal configurato, pieno di
      schifezze fa danni, non saranno i danni immediati
      di un deficiente che va per strada senza
      rispettare i segnali e gli stop, ma sono comunque
      danni
      non so se EUCDL possa andare, ma per lo meno non
      si potrà più dire "e io che ne sapevo"
      però....allora ci vorranno anche le multe...Sai quanti winari fuori dai coglioni....
  • Anonimo scrive:
    Finche' ci saranno utonti come codesto
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=52591&r=PIsaremo pieni di zombie in rete ........ e a farne le spese saremo tutti, come avevo gia' detto nel mio intervento (sempre relativo all'articolo sopra linkato)http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=991649&tid=991649&p=1&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: Finche' ci saranno utonti come codes
      - Scritto da: Anonimo
      http://punto-informatico.it/p.asp?i=52591&r=PI

      saremo pieni di zombie in rete ........ e a farne
      le spese saremo tutti, come avevo gia' detto nel
      mio intervento (sempre relativo all'articolo
      sopra linkato)
      http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=9916Il problema è davvero nel software, non nell'utente. Purtroppo molti di noi/voi continuiamo a distinguerci dalla categoria dell'UTONTO finché non installiamo un antivirus o un antispyware e ci rendiamo conto di esserlo anche noi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Finche' ci saranno utonti come codes


        Il problema è davvero nel software, non
        nell'utente. Purtroppo molti di noi/voi
        continuiamo a distinguerci dalla categoria
        dell'UTONTO finché non installiamo un antivirus o
        un antispyware e ci rendiamo conto di esserlo
        anche noi...la colpa è di entrambe le cose, l' utondo dovrebbe chiedersi piu "spesso casa fare" , "perchè lo fa", "quali cause porteà quella deteminata azione che sta svolgendo" e come ha detto giustamente qlcun altro in post precedenti, bisognerebbe che ci fosse un patentino.la seconda è ovviamente il software, le alternative ci sono, ma se l' utonto nn vuole cambiare mentalità, allora ognuno pianga di se stesso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Finche' ci saranno utonti come codes

          la colpa è di entrambe le cose, l' utondo
          dovrebbe chiedersi piu "spesso casa fare" ,
          "perchè lo fa", "quali cause porteà quella
          deteminata azione che sta svolgendo" e come ha
          detto giustamente qlcun altro in post precedenti,
          bisognerebbe che ci fosse un patentino.
          la seconda è ovviamente il software, le
          alternative ci sono, ma se l' utonto nn vuole
          cambiare mentalità, allora ognuno pianga di se
          stesso.Perché mai dovrebbe farlo? Il software è prodotto su misura per uno che non ci capisce nulla di computer: prendi l'assistente di office, l'hanno fatto per il guru che macina indirizzi ip e subnetmask e l'unica cosa che ascolta al pc è il rumore che fanno i pacchetti ip quando li invii alla scheda audio?Il target è l'utente che non sa nulla, che fa parte di un gruppo più numeroso e quindi in termini assoluti, più remunerativo.Ovviamente se il software è insicuro, non dobbiamo poi accusare l'utente che non sa nulla se si prende un virus...
    • Anonimo scrive:
      Re: Finche' ci saranno utonti come codes
      - Scritto da: Anonimo
      http://punto-informatico.it/p.asp?i=52591&r=PI

      saremo pieni di zombie in rete ........ e a farne
      le spese saremo tutti, come avevo gia' detto nel
      mio intervento (sempre relativo all'articolo
      sopra linkato)
      http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=9916quello non è un utonto... è solo un utente stanco di vessazioni e licenze-truffa che una multinazionale gli obbliga ad accettare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finche' ci saranno utonti come codes
      Non c'entra assolutamente l'antivirus in questi casi, in azienda da me ieri è successo il fini mondo e soltanto io mi sono ritrovato la casella di posta infestata da 120 email (prima mi arrivavano circa 2-3 mail al giorno di spam). Mi sono arrivate mail anche sull'indirizzo di gmail e quello non l'ho mai dato a nessuno, mi spiegate come è possibile che su gmail abbia ricevuto 10-20 email??
  • Anonimo scrive:
    Politicamente scorretto...
    ...definire worm i teutonici: solo perché sono bianchicci?
  • Anonimo scrive:
    La posta di poste.it
    E' irraggiungibile da qualche ora...ora ho capito il perchè :'(I vecchi vizi persistono.
  • Cavallo GolOso scrive:
    lo segnalavo qui...
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=998085&tid=998085&p=1&r=PIma pensavo più a spam "normale" ... invece è Sober! :-/
  • Anonimo scrive:
    e noi osserviamo
    capacità di Sober.U di diffondersi sui sistemi Windows (linux)
  • matteo.moro scrive:
    Isolare i pc infetti dalla rete
    Tempo fa, proprio su PI, si parlava di un'iniziativa di alcuni provider riguardante la possibilità di "isolare dalla rete" i pc infetti (http://punto-informatico.it/p.asp?i=48738).Non mi sembra sia una cattiva idea, ovviamente applicata in modo corretto avvertendo l'utenza in modo chiaro sul motivo dell'isolamento del pc, e indicando le modalità corrette per "ripulire" il pc senza fare del terrorismo psicologico sul fenomeno virus/worm ma spiegando le cose in modo semplice e corretto.In questo modo si favorirebbe l'apprendimento dell'uso di queste macchine da parte dell'utenza, o quantomeno il fatto che l'utenza stessa, in mancanza di competenze, si affidi a dei tecnici che lavorino in modo decente, se non altro per la "paura" di ritrovarsi improvvisamente isolati dal resto della rete.ciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net
    • zirgo scrive:
      Re: Isolare i pc infetti dalla rete
      mah...non sarebbe meglio avvisarlo prima di isolarlo?Almeno ha il tempo di cercare su internet le informazioni necessarie per "curarsi"...sennò una volta fuori come fa a tornare dentro?Formattone? :D
      • matteo.moro scrive:
        Re: Isolare i pc infetti dalla rete
        - Scritto da: zirgo

        non sarebbe meglio avvisarlo prima di
        isolarlo?Almeno ha il tempo di cercare su
        internet le informazioni necessarie per
        "curarsi"...sennò una volta fuori come fa a
        tornare dentro?Formattone? :D
        Quando parlo di "tecnici che lavorino in modo decente" intendo dire che configurino il sistema in modo da separare il sistema dai dati e che forniscano su cd/dvd un'immagine del sistema "pulito", in modo da ripristinare tutto in modo rapido e molto piu' indolore delle varie tecniche di rimozione di virus e worm.Diciamo un "formattone" più mirato e meno doloroso.ciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net==================================Modificato dall'autore il 17/05/2005 1.19.53
    • Anonimo scrive:
      Re: Isolare i pc infetti dalla rete
      - Scritto da: matteo.moro
      Tempo fa, proprio su PI, si parlava di
      un'iniziativa di alcuni provider riguardante la
      possibilità di "isolare dalla rete" i pc infetti
      (http://punto-informatico.it/p.asp?i=48738).
      Non mi sembra sia una cattiva idea, ovviamente
      applicata in modo corretto avvertendo l'utenza in
      modo chiaro sul motivo dell'isolamento del pc, e
      indicando le modalità corrette per "ripulire" il
      pc senza fare del terrorismo psicologico sul
      fenomeno virus/worm ma spiegando le cose in modo
      semplice e corretto.
      In questo modo si favorirebbe l'apprendimento
      dell'uso di queste macchine da parte dell'utenza,a me pare che tutto lo spam che è arrivato a me arrivi da mipps.org (o net, non ricordo ora) che è un fornitore di connettività wi-fi e banda larga...qualcosa di più di un utente
      • matteo.moro scrive:
        Re: Isolare i pc infetti dalla rete



        a me pare che tutto lo spam che è arrivato a me
        arrivi da mipps.org (o net, non ricordo ora) che
        è un fornitore di connettività wi-fi e banda
        larga...

        qualcosa di più di un utente
        Il mio era un discorso generale, non limitato a questo caso. La maggior parte delle macchine che diffondono spam/worm sono macchine private "controllate da remoto" attraverso malware di ogni genere.ciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net
    • Madder scrive:
      Re: Isolare i pc infetti dalla rete
      Non sono particolarmente esperto, ma non sarebbe sufficiente chiudere tutte le porte tranne la 80 (http) e magari la 443 (https) per lasciare abbastanza spazio per scaricare, magari dal provider stesso, qualche aggiornamento e/o simili ? Senza le altre porte, sarebbe difficile per il mailserver sparare spam, come anche per il master controllare lo zombie, una specie di firewall forzata. Madder
      • Anonimo scrive:
        Re: Isolare i pc infetti dalla rete
        E magari anche la 53 TCP/UDP giusto per permettergli di risolvere i nomi di dominio :)
      • Vide scrive:
        Re: Isolare i pc infetti dalla rete
        - Scritto da: Madder
        Non sono particolarmente esperto, ma non sarebbe
        sufficiente chiudere tutte le porte tranne la 80
        (http) e magari la 443 (https) per lasciare
        abbastanza spazio per scaricare, magari dal
        provider stesso, qualche aggiornamento e/o simili
        ? Le porte di CHI, esattamente? La 80 dei PC client connessi al provider? e a che serve, a parte inibire il lecito funzionamento di un piccolo web server personale sul proprio PC di casa? cosa diamine c'entra col discorso worm?guarda che il worm non si inventa niente, legge i dati del server di invio posta da OE e invia tramite quello le sue quintalate di spam e trojan, attraverso normalissimi messaggi di posta elettronica. E di porte in ascolto non ne apre per questa cosa...al massimo puó aprire porte in ascolto su numeri "strani" per attendere comandi remoti per fare in genere dei DDoS. Ma quello che hai detto tu, ripeto, c'entra nulla.
        • Anonimo scrive:
          Re: Isolare i pc infetti dalla rete
          - Scritto da: Vide

          - Scritto da: Madder

          Non sono particolarmente esperto, ma non sarebbe

          sufficiente chiudere tutte le porte tranne la 80

          (http) e magari la 443 (https) per lasciare

          abbastanza spazio per scaricare, magari dal

          provider stesso, qualche aggiornamento e/o
          simili

          ?

          Le porte di CHI, esattamente? La 80 dei PC client
          connessi al provider? e a che serve, a parte
          inibire il lecito funzionamento di un piccolo web
          server personale sul proprio PC di casa?
          cosa diamine c'entra col discorso worm?
          guarda che il worm non si inventa niente, legge i
          dati del server di invio posta da OE e invia
          tramite quello le sue quintalate di spam e
          trojan, attraverso normalissimi messaggi di posta
          elettronica.i dati del server di invio di posta sono leggibili con qualunque client di posta ?
        • Madder scrive:
          Re: Isolare i pc infetti dalla rete
          ehm... no...qualcuno propone di tagliare i servizi a quei pc che si rendono colpevoli di spam (cioè di quegli utenti che lasciano che il loro PC diventi uno zombie spara spam). Così, altri rispondono che non puoi tagliarlo fuori perchè non sarebbero in grado di ricevere assistenza, come anche di scaricare gli aggiornamenti di antivirus, antispyware, ... Io chiedevo se non fosse possibile inibire tutte quelle porte usate dagli spammer, e lasciare aperto il minimo indispensabile per andare a recuperare il software e l'assistenza per correggere i problemi. Ovviamente solo a quei PC che evidentemente sono stati "posseduti". Madder
          • Anonimo scrive:
            Re: Isolare i pc infetti dalla rete
            - Scritto da: Madder
            ehm... no...
            qualcuno propone di tagliare i servizi a quei pc
            che si rendono colpevoli di spam (cioè di quegli
            utenti che lasciano che il loro PC diventi uno
            zombie spara spam). Così, altri rispondono che
            non puoi tagliarlo fuori perchè non sarebbero in
            grado di ricevere assistenza, come anche di
            scaricare gli aggiornamenti di antivirus,
            antispyware, ...
            Io chiedevo se non fosse possibile inibire tutte
            quelle porte usate dagli spammer, e lasciare
            aperto il minimo indispensabile per andare a
            recuperare il software e l'assistenza per
            correggere i problemi. Ovviamente solo a quei PC
            che evidentemente sono stati "posseduti".
            MadderMa il problema sarebbe: quale porta ??? Microsoft caz&maz condivisione dei problemi ? telnet per linux e mac ? Oppure condvisione di X, anche nel Mac si potra... Oppure ancora una porta definita dallo Stato ?? Quale stato poi ? Europa usa cina ? Decideranno ovviamente porte diverse :-)Senza dimenticare che il giorno dopo che la / le porte sono state decise saranno immediata preda dei virus :-)
Chiudi i commenti