Il WAP? Regala buoni voti

Matura.it annuncia: connettetevi al nostro sito durante gli esami, vi passeremo la versione di greco!
Matura.it annuncia: connettetevi al nostro sito durante gli esami, vi passeremo la versione di greco!


Roma – Tempo di esami. In passato era il compagno di banco a “passare” la versione di latino o greco. Le mode cambiano: ora toccherà copiare dal proprio cellulare.

Chi ha detto che il WAP è inutile? I webmaster di matura.it negano con decisione: il WAP è ben più di un trastullo, aiuta persino nei momenti difficili della vita! A scanso di equivoci, il cellulare non diventerà un distributore automatico di prozac (in futuro, chissà…); il telefonino sarà, invece, uno strumento per ottenere la traduzione della versione di greco valevole per la prova scritta della maturità. Il testo sarà tradotto (correttamente, spera qualcuno) dai gestori di matura.it e messo a disposizione il giorno degli esami per tutti gli studenti che si collegheranno tramite WAP al sito.

Naturalmente, tutti i dubbi e gli scetticismi su questa operazione sono legittimi.

Come farà matura.it a ottenere in tempo utile il testo della prova scritta? Corromperà il ministro della Pubblica Istruzione…? I fogli contenenti il brano da tradurre, com’è noto, sono custoditi in una busta sigillata e, secondo la legge, nessuno in teoria potrebbe esaminarli in anticipo. Matura.it è un sito che si occupa di fornire consigli, di solito più “ortodossi”, agli studenti che si preparano ad affrontare gli esami; adesso, tuttavia, il compito sembra davvero arduo. “Non garantiamo nulla”, dichiarano infatti i webmaster i matura.it.

Sono anche altre le ragioni di scetticismo verso quest’impresa: il sito già adesso è lento (un minuto per accedervi con l’ADSL), come anche confessato in home page dai gestori; come sarà durante la prova d’esame, soprattutto per coloro che si connettono tramite WAP?

Tutti questi problemi lasciano pensare che si tratti soltanto di una mossa pubblicitaria, che si sgonfierà come una bolla di sapone al momento dell’esame. E ‘ meglio che gli studenti non ci facciano troppo affidamento…

In ogni caso, l’obiettivo principale dei gestori del sito sarà raggiunto: diffondere in rete la fama di matura.it (già adesso ne hanno parlato le agenzie di stampa nazionali e ora anche P.I.); il portale sarà ricordato, a seconda dell’esito finale dell’operazione, come chi ha osato violare i sacri penetrali della Pubblica Istruzione oppure come la fonte di una bufala sensazionale.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 06 2001
Link copiato negli appunti