Il web come testimonianza

di L. Assenti. L'ultimo sforzo è quello della EFF, che propone un sito che dia consigli ma anche sia memoria della censura. In Italia proliferano iniziative analoghe o parallele. A caccia di una verità che rimanga sul mezzo digitale


Roma – Sono in tanti ad aver accusato Internet di dare voce e spazio a chiunque al punto da creare un “rumore” capace di soffocare anche ciò che vale: un’accusa banalotta che viene spesso pronunciata da chi la rete la conosce poco e non sa come districarsi, come scegliere e come orientarsi o da chi teme per questo che anche gli altri non lo sappiano fare. Curioso e interessante allo stesso tempo, quindi, che ormai da qualche tempo stiano nascendo siti pensati come “luoghi di memoria”, “nuclei elettronici” che da un lato difendono il senso del libero flusso digitale delle informazioni e dall’altro evidenziano uno degli aspetti più entusiasmanti di quello strumento culturale che è la Grande Rete.

L’ultimo di questi “nodi” informativi di auto-difesa arriva dalla sempre attiva Electronic Frontier Foundation , senza dubbio l’organizzazione che da più tempo e con maggiori sforzi si occupa di difendere le libertà digitali quale garanzia al mantenimento delle promesse della diffusione di Internet sul pianeta.

EFF ha infatti creato il sito Chilling Effects Clearinghouse , uno spazio che da un lato offre una consulenza gratuita a coloro che operano su Internet e si trovano schiacciati da iniziative censorie nate sulla spinta delle grandi corporation e dall’altro si presenta come un archivio che testimonia, in un continuo divenire, gli eventi di censura ai danni del mezzo digitale.

In Italia pochi giorni fa l’associazione Isole nella Rete ha annunciato la creazione di Sotto Accusa , sito web nato espressamente per la difesa del cyberspazio. All’interno di questo spazio Internet confluiranno via via le testimonianze e i resoconti di episodi di censura considerati di particolare gravità dalla storica associazione telematica. Motore del sito la mailing list cyber-rights , uno dei più longevi e vivaci spazi di dibattito sulle libertà digitali in Italia.

Andando solo un altro po’ più in là e rimanendo nel nostro paese c’è stato anche il varo, da parte di alcuni esponenti della comunità ebraica, di InformazioneCorretta.com , un sito che punta a mettere in luce le occasioni nelle quali la stampa, in particolare quella cartacea, ha riportato in modo errato notizie attinenti al mondo ebraico fornendo una nuova versione dei fatti. Qualcosa di simile a quanto già fa nel mondo e anche in Italia Honest Reporting .

L’elenco potrebbe andare avanti. Anche perché gli spazi Internet pensati per rappresentare “testimonianza” e “memoria storica” – in un progress continuo possibile soltanto su questo medium – si stanno moltiplicando.

Che alcuni di questi siti, o di queste mailing list, possano risultare “di parte” è probabilmente inevitabile, com’è inevitabile che sia “di parte” chiunque abbia la pretesa di “dare informazioni” (diffidare di chi afferma la propria obiettività…). Ma poco importa, perché dimostrano, a chi è assordato dal rumore, che i toni acuti e i toni grevi della rete risuonano ben distinti: non avvertire la differenza è solo segno di mancanza di esercizio.

Lamberto Assenti

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    CHIEDETE IL RIMBORSO
    HO AVUTO LO STESSO PROBLEMA. Ho inviato fax di protesta e dopo 2 mesi ho ottenuto il rimborso della maggior spesa sostenuta. 40?
  • Anonimo scrive:
    FATE COSi'....
    1°ATTIVATE UN OPERATORE UNICO AD ES. INFO...CHE CON 60 KARTE TI PERMETTE DI RESTARE ALTELEFONO FIN KE CAMPI. 2° CHIAMATE UN QUALSIASI POP CHE VI PASSA X IL CERVELLO TIN, TISCALI, O LO STESSO LIB... ANTEPONENDO 10.. AL (PREF/N. TELEFONICO ) DELLA TUA ZONA.FUNZIONA GENTE FUNZIONA...AVRETE TELFONO E INTERNET SENZA LIMITI A 60 KARTE AL MESE.
  • Anonimo scrive:
    per la redazione: tariffe?
    Dov'è finito nella sezione "telefonia" il supertabellone calcola-tariffe e l'altro supertabellone megafikata?:(
  • Anonimo scrive:
    In risposta a coloro che dicono....
    .... che la carrier selection lega all'operatore con la quale è stata sottoscritta.Se si sottoscrive una carrier selection con operatori diversi da telecom( ad esempio come ho fatto io con infostrada) per utilizzare altri operatori basta anteporre al numero chiamato, la carrier selection dell'operatore desiderato, chiamando così con l'operatore che si vuole!!!Ad esempio io se voglio effettuare chiamate con telecom italia da casa, antepongo il carrier 1033, davanti al numero e io telefonerò con telecom. Chiedete pure a chi volete.. ma sapete lavoro per un gestore telefonico...che effettua carrier selection....
  • Anonimo scrive:
    Operatore Unico? No Grazie
    Sarà che sono un tipo liberale, liberista e libertino (come dice Pannella) ma soprattutto libero e mi piace sentirmi libero di scegliere il mio operatore, quindi sinche le cose non cambiano non lascerò MAI Telecom, se gli altri mi costringono ad usare il proprio.Riguardo all'utonto in questione, mi pare sull'imbranato andante. Può configurare gli account di posta per usare qualsiasi provider, basta avere l'accortezza di usare il server di libero per l'invio. La ricezione delle email poi non pone problemi mai, qualsiasi sia il provider a cui ti colleghi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Operatore Unico? No Grazie
      - Scritto da: Laaaaaaaaaaaaaa
      Sarà che sono un tipo liberale, liberista e
      libertino (come dice Pannella) ma
      soprattutto libero e mi piace sentirmi
      libero di scegliere il mio operatore, quindi
      sinche le cose non cambiano non lascerò MAI
      Telecom, se gli altri mi costringono ad
      usare il proprio.

      Riguardo all'utonto in questione, mi pare
      sull'imbranato andante. Può configurare gli
      account di posta per usare qualsiasi
      provider, basta avere l'accortezza di usare
      il server di libero per l'invio. La
      ricezione delle email poi non pone problemi
      mai, qualsiasi sia il provider a cui ti
      colleghi.Infatti, proprio cosI' si fa il gioco di Telecom che puo' continuare ad imperversare su tutti alla faccia della liberalizzazione della telefonia e con buona pace di noi utenti che continueremo altrettanto beatamente a pagare il canone A VITA!
  • Anonimo scrive:
    CHIAMATE IL 155 E CHIEDETE...
    Come mai una chiamata ad un numero urbano di un provider che non sia Operatrice ha una tariffa diversa... questa che segue è la "trascrizione" di una mia chiamata fatta tempo fa...Operatrice: "Perché è una chiamata dati"Voi: "No guardi, non è una chiamata dati; è una chiamata voce in cui un modem fischia in una linea... Telecom non ha mica cambiato la mia linea per collegarmi ad Internet..."Operatrice: "Attenda un attimo..."Operatrice: "Grazie per avermi atteso; noi abbiamo l'elenco di tutti i POP dei provider"Voi: "Ma io non chiamo un POP di un provider; chiamo un numero del mio ufficio tramite il quale mi collego ad Internet"Operatrice: "Attenda un attimo..."Operatrice: "Grazie per avermi atteso; abbiamo apparati fatti apposta che sentono sulla linea se lei parla o si collega ad Internet"Voi: "Allora voi ascoltate la mia linea senza avvisarmi?"Operatrice: "Attenda un attimo..."Operatrice: "Mi lasci un recapito... la ricontatteremo"Inutile dire che sia ancora in attesa... tutto risale a Maggio 2000... quando Punto Informatico se n'era già occupato!Però ricordo che per un certo periodo su segnalazione di qualche Garante, non era stata più fatta differenza tra chiamate voce ed a pop internet.Saluti a tuttidado
  • Anonimo scrive:
    Anche con il fisso Wind è così.....
    Pur essendo oramai Wind=Infostrada, anche il gestore arancione per il fisso da ottobre ha fatto una cosa simile. Per i vecchi abbonati al 1088 light (ora non più attivabile) ha cambiato le carte in tavola, infatti per i pop non Wind (esclusi anche quelli di libero) è stato tolto lo sconto del 50% dopo il terzo minuto di chimata, in passato non tanto remoto venivano considerate chiamate voci normali.In ogni caso continuo ad usare wind con il fisso perchè con le mie tipologie di consumi ci risparmio molto.Ciao a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche con il fisso Wind è così.....
      Anche con Tibercom mi succede la stessa cosa se mi connetto con tiscali!In realta' cioì e' dovuto al fatto che ogni gestore, per una questione di portafoglio, vorrebbe che i suoi abbonati si connettessero con il provider da loro gestito.In fondo e' la stessa cosa che succede nel campo della telefonia cellulare dove se chiami, ad esempio un numero TIM con una sim OMNITEL scopri che la relativa tariffazione e' decisamente piu' alta.Anzi proprio Omnitel in questi giorni e' piu' che mai nell'occio del ciclone perche con i suoi ultimi "ritocchi" (in alto) chiamare un numero della concorrenza costa quasi come una chiamata verso gli Stati Uniti.Meditate gente.....Meditate!
  • Anonimo scrive:
    Con Tele2 si può
    Anch'io ho avuto la stessa disavventura con Omnitel.Per un po' ho usato Telecom perchè Tele2 a cui ero abbonato non consentiva di chiamare ISP, poi a gennaio 2002 ho provato di nuovo e ora funziona!Quindi ora uso tranquillamente Tele2 con un discreto risparmio su Telecom...Questo a Milano, chi è interessato rpovi!Max
  • Anonimo scrive:
    Abbonati a Tiscali anzichè a Infostrada! informati
    Ma non lo sai che Tiscali dà anche la possibilitàdi fare le telefonate urbane? e risparmiando?Anzi è stata la prima compagnia italiana, ancora prima di Infostrada e Wind a rompere il monopolio di Telecom.SE poi navighi con Tiscali sui pop Tiscalinetaccumuli credito telefonico: in pratica ti pagano mentre navighi!vai a confrontare su www.tariffe.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbonati a Tiscali anzichè a Infostrada! informati
      - Scritto da: Mariobusy
      Ma non lo sai che Tiscali dà anche la
      possibilità
      di fare le telefonate urbane? e risparmiando?ah si? ma "solo infostrada" sekondo te ke è?il "e risparmiando" è strettamente legato all'uso ke ne fai del telefono... se kiami 4/5h al giorno altro ke risparmio...
      Anzi è stata la prima compagnia italiana,
      ancora prima di Infostrada e Wind a rompere
      il monopolio di Telecom.si vabbè... infostrada sarà arrivata 2 mesi dopo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbonati a Tiscali anzichè a Infostrada! informati
      Disgustoso
  • Anonimo scrive:
    infostrada nn ha avvisato?
    "Per fortuna!Se avessi scelto Infostrada come operatore unico, adesso sarei costretto a connettermi per forza di cose con Libero, e quindi a modificare gli account di posta, cosa scomoda al momento visto che ricevo decine di e.mail al giorno"Questa è una kazzata, ormai l'han gia detto tutti ... 8o)Eppoi un kambio di tariffe raramente viene segnalato dalla kompagnia telefonika... di solito si leggono kommenti in giro per il web o i giornali...E' mai successo ke "mamma Telekom" kambiasse il piano tariffario e lo facesse sapere agli utenti mesi prima in bolletta? nn so...byez
  • Anonimo scrive:
    Concorrenza?
    Vedo con dispiacere che si parla ancora di concorrenza e di trasparenza.Ragazzi, ancora non ci siamo resi conto che tutto cio' non esiste? E' un mercato virtuale, creato ad hoc da chi regge le fila del mondo, per farci credere di essere LIBERI di scegliere! Ma dove sta la liberta'? In nome della concorrenza ci sbandierano offerte speciali, occasioni da non perdere, assistenza impareggiabile, e chi piu' ne ha piu' ne metta. Nella realta', siamo solo quelli da far abboccare. Dopo, non importa come andranno le cose: l'importante e' che ci annoverano tra i loro clienti. I commerciali che hanno il compito di fare tutto cio' vengono pagati anche in base al numero di clienti che acquisiscono. E' ovvio che piu' ne portano piu' guadagnano. E' ovvio che cercheranno di farvi credere che le loro offerte sono le migliori, cosi' voi ci cascate, firmate il contratto e loro si fregano le mani pensando "E' fatta, un altro pollo ha abboccato e io faccio il budget". Funziona cosi' dappertutto, anche in banca dove esiste un budget per ogni prodotto: cosi', se il consulente di turno vi dice "Ho questo prodotto, che fa sicuramente al caso suo" vuol dire che ha un budget da raggiungere che gli fara' guadagnare il premio a fine anno. Non gli frega niente delle vostre necessita'... mettetevelo bene in testa!Nel campo dei servizi telefonici ne abbiamo viste di tutti i colori, si e' sbandierata la concorrenza e ci ritroviamo con un duopolio (che forse e' anche peggio del monopolio di stato che era la telecom) in cui i contendenti fanno finta di combattersi a suon di offerte speciali, per poi fregarci in altri modi. Smettiamola di lamentarci. Siamo noi che abbiamo voluto tutto questo. Siamo noi che ci lasciamo abbagliare dalle offerte speciali, senza pensare alle conseguenze. Quanti hanno detto di si' alle varie offerte tempo-zero/teleconomy pensando di spendere meno e poi si sono accorti che in realta' spendono di piu' perche' ormai la maggior parte delle chiamate si fanno a cellulari (che *ovviamente* non sono incluse nel forfait ma hanno solo uno sconticino)??? Ci siamo chiesti perche' non hanno incluso le chiamate ai cellulari in queste "offerte"? Semplice: hanno preso i tabulati, hanno visto che in media l'80% dell'importo delle chiamate effettuate da telefoni fissi e' generato da chiamate verso i cellulari e hanno detto: "se noi gli sbandieriamo offerte con nomi come "Tempo zero" o "Spazio Zero" o "Teleconomy 24" o "Teleconomy no-stop", i polli crederanno che sia incluso tutto e abboccheranno: ovviamente invece gli regaliamo (?) solo le chiamate verso rete fissa..., tanto non leggono le scritte microscopiche...".Il marketing e' una truffa. La piu' colossale truffa che sia mai stata inventata e tuttora impunita. Ve lo dice uno laureato in marketing.
    • Anonimo scrive:
      Re: Concorrenza?

      Il marketing e' una truffa. La piu'
      colossale truffa che sia mai stata inventata
      e tuttora impunita.
      Ve lo dice uno laureato in marketing.Intanto ti ammiro: hai il coraggio di sputare nel piatto in cui mangi. E questo ti fa onore.Cmq, tu m'insegni, è una spirale.Il marketing crea prodotti e il loro consumo. La produzione aumenta la ricchezza. La gente ha più soldi da spendere. E cerca nuovi consumi.Vogliamo disintegrare il castello ? Toerniamo indietro di un centinaio di anni ?Siamo tanti al mondo.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Concorrenza?
      Concordo in pieno
  • Anonimo scrive:
    cambiare mail?
    Guarda che collegarti con Libero non ti impedisce l'uso di email con altri provider!!!!
  • Anonimo scrive:
    Cogliere l'essenza.
    MA perche' tutti questi operatori hanno il libero arbitrio di cambiare le tarrife come e quando vogliono, anche senza avvertire od avvertendo con ritardi? Perche' nessuno impone loro che se vogliono fare aumenti o variazioni debbano mandare una lettera scritta (con ricevuta di ritorno, si intende) e che solo dopo aver ricevuto conferma di accettazione da parte del cliente (con altra lettera e firma) possano procedere con le variazioni, mentre in caso contrario il cliente venga considerato NON consenziente e quindi li si lasci liberi di risolvere ogni contratto?Sarebbe magnifico! Ci penserebbero prima di lanciare offerte temporalmente limitate, atte solo ad accalappiare clienti! Ci sarebbe maggiore serieta'!Oggi? Nemmeno si degnano di informarti! Te ne devi accorgere da solo con spiacevoli sorprese in bolletta (ed intanto loro ci hanno guadagnato un bel po' , anche se subito disdici...).
    • Anonimo scrive:
      Re: Cogliere l'essenza.
      - Scritto da: pig
      MA perche' tutti questi operatori hanno il
      libero arbitrio di cambiare le tarrife come
      e quando vogliono, anche senza avvertire od
      avvertendo con ritardi? Perche' nessuno
      impone loro che se vogliono fare aumenti o
      variazioni debbano mandare una lettera
      scritta (con ricevuta di ritorno, si
      intende) e che solo dopo aver ricevuto
      conferma di accettazione da parte del
      cliente (con altra lettera e firma) possano
      procedere con le variazioni, mentre in caso
      contrario il cliente venga considerato NON
      consenziente e quindi li si lasci liberi di
      risolvere ogni contratto?
      Sarebbe magnifico! Ci penserebbero prima di
      lanciare offerte temporalmente limitate,
      atte solo ad accalappiare clienti! Ci
      sarebbe maggiore serieta'!
      Oggi? Nemmeno si degnano di informarti! Te
      ne devi accorgere da solo con spiacevoli
      sorprese in bolletta (ed intanto loro ci
      hanno guadagnato un bel po' , anche se
      subito disdici...).Perchè siamo prima di tutto in un paese di merda, e all'estero non penso sia gran che migliore, ergo siamo in un mondo di merda.Dal medioevo ad ora la sostanza non cambia, la maggior parte delle persone se lo prendono sempre in uel posto
      • Anonimo scrive:
        Re: Cogliere l'essenza.
        Vedi, sono riusciti nel loro intento! Ti hanno tolto la voglia di reagire, di dare il tuo piccolo contributo, positivo e costruttivo.Stai a casetta tua, felicemente bombardato di radiazioni dal tuo CRT (PC o TV che sia), lagnandoti passivamente con chi puoi...Ti hanno convinto che la realta' attuale e' immodificabile, inalterabile, perpetua!E guardando la storia, non ti aiuti! Cosa potrebbero risponderti le donne, passate da esseri insignificanti dal valore inferiore ad un cane ad aventi diritto di voto e ad aventi pari opportunita'? Loro dovrebbero dirti che se vogliamo, possiamo migliorare!Ma se i mass media ti convincono che siamo piccoli, deboli, imbelli a modificare lo status quo, beh, furbi loro ma non tu, che ti lasci ingannare (per abilita' loro o per pigrizia?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cogliere l'essenza.
      - Scritto da: pig
      MA perche' tutti questi operatori hanno il
      libero arbitrio di cambiare le tarrife come
      e quando vogliono, anche senza avvertire od
      avvertendo con ritardi? Perché ogni azienda del Pianeta Terra (escluse quelle cinesi e cubane) decide la propria politica, a proprio rischio e pericolo.Gli avvertimenti ci sono, basta leggere bene le bollette.Perche' nessuno
      impone loro che se vogliono fare aumenti o
      variazioni debbano mandare una lettera
      scritta (con ricevuta di ritorno, si
      intende) e che solo dopo aver ricevuto
      conferma di accettazione da parte del
      cliente (con altra lettera e firma) possano
      procedere con le variazioni, mentre in caso
      contrario il cliente venga considerato NON
      consenziente e quindi li si lasci liberi di
      risolvere ogni contratto?Perché non sono stupide (saresti un bel direttore marketing, vai). Le notizie buone si strombazzano, quelle cattive si dicono sottovoce. Se tu avessi un negozio esporresti in vetrina: "PREZZI RIALZATI DEL 20%! ACCORRETE!"?(ed intanto loro ci
      hanno guadagnato un bel po' , anche se
      subito disdici...).No, dai, discorsi a parte, hai ragione ma pensa: se un'azienda si comportasse sempre così, si ci guadagna nel breve periodo qualche bolletta rubata, ma alla lunga perderebbe tutti i clienti uno dietro l'altro, non credi? Ovviamente non è così.Io ad es. ho Libero Sogno, ho smoccolato quando la tariffa è quasi raddoppiata x poche ore in più, però mi son fatto due conti e il rapporto costi/benefici tutt'ora è + che soddisfacente x le mie esigenze.
  • Anonimo scrive:
    carrier preselection &c
    Io ho scelto LombardiaCom per la carrier preselection.Quando ho voglia di chiamare con altri operatori (per esempio, con la telecom, per arrivare a un'ora al bimestre) faccio il prefisso opportuno.Mi sono tenuto l'account di posta vecchio. Ho cambiato solo il nome del server smtp.
    • Anonimo scrive:
      Re: carrier preselection &c
      Infatti.. se uno vuole, anche con il carier preselection puo' effettuare chiamate attraverso altri carrier digitando il prenumero dell'operatore... quindi se uno ha infostrada preselezionato e vuole chiamare con teledue basta cha metta davanti al numero il 1022... o forse mi sbaglio? Io ero a conoscenza di questa cosa gia' da tempo....
      • Anonimo scrive:
        Re: carrier preselection &c
        No, sbagli. Con la CP puoi solo usare i servizi dell'operatore preselezionato
        • Anonimo scrive:
          Re: carrier preselection &c
          - Scritto da: Liberty
          No, sbagli. Con la CP puoi solo usare i
          servizi dell'operatore preselezionatoInformati prima di sparare ca%%ate. Anche con Telecom sei in CPS, ma com'è che se mi abbono a un altro operatore basta che digito il 1055, 1022, 1088 o quello che sia e ne usufruisco?Se sono in CPS con Infostrada e voglio utilizzare Telecom faccio il 1033, se voglio utilizzare Wind faccio il 1088, ecc. ecc. per gli altri operatori.
          • Anonimo scrive:
            Re: carrier preselection &c
            Il problema non è la preselezione dell'operatore (o carrier preselection che dir si voglia).Il problema è l'opzione Infostrada come operatore UNICO.Attivando questa opzione (l'unica possibile attualmente per la tariffe flat di Infostrada - tra l'altro le uniche che convengono) NON è più possibile fare altri prefissi per utilizzare altri operatori (1033, 1088 (NEANCHE WIND, pur essendo la stessa società), ecc..)Spiderman
  • Anonimo scrive:
    L'avevano detto....
    Sono utente Infostrada da diversi anni e vi assicuro che le loro comunicazioni sono state sempre puntuali.Dopo aver usato "a sbafo" la connessione flat del provider dove lavoro :-), essendo abbonato 1055, mi collegavo sempre e solo ai POP di Libero, in quanto era quello con le tariffe migliori.La comunicazione della variazione della tarifa per i POP non loro (più che legittima, secondo me, come scritto qualche post più addietro...) è iniziata oltre un mese prima dell'effettiva entrata in vigore.Era scritto sulla bolletta, sul sito e sulla newsletter che mandano loro.Il fatto è che spesso, molto spesso, si vuole la botte piena e la moglie briaca.........oltre a NON leggere MAI ciò che si firma....
    • Anonimo scrive:
      Re: L'avevano detto....
      - Scritto da: The Maty
      Sono utente Infostrada da diversi anni e vi
      assicuro che le loro comunicazioni sono
      state sempre puntuali.
      Dopo aver usato "a sbafo" la connessione
      flat del provider dove lavoro :-), essendo
      abbonato 1055, mi collegavo sempre e solo ai
      POP di Libero, in quanto era quello con le
      tariffe migliori.
      La comunicazione della variazione della
      tarifa per i POP non loro (più che
      legittima, secondo me, come scritto qualche
      post più addietro...) è iniziata oltre un
      mese prima dell'effettiva entrata in vigore.
      Era scritto sulla bolletta, sul sito e sulla
      newsletter che mandano loro.
      Il fatto è che spesso, molto spesso, si
      vuole la botte piena e la moglie briaca.....
      ....oltre a NON leggere MAI ciò che si
      firma....Dai maty, un po di decenza per favore.Se IO devo comunicare qualcosa devo farlo con raccomandata A/R e devo sbattermi, se loro lo fanno pretentono di farlo tramite newsletter? Non so tua moglie, ma tu sei completamente ubriaco.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'avevano detto....

        Dai maty, un po di decenza per favore.
        Se IO devo comunicare qualcosa devo farlo
        con raccomandata A/R e devo sbattermi, se
        loro lo fanno pretentono di farlo tramite
        newsletter? Guarda che la newsletter era uno dei tanti mezzi........era scritto chiaramente già due conti prima dell'entrata in vigore
        Non so tua moglie, ma tu sei
        completamente ubriaco....non sono sposato.... :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: L'avevano detto....

      La comunicazione della variazione della
      tarifa per i POP non loro (più che
      legittima, secondo me, come scritto qualche
      post più addietro...) è iniziata oltre un
      mese prima dell'effettiva entrata in vigore.L'aumento in questione non e' assolutamente "piu' che legittimo" perche' arriva a triplicare (+300%) il costo della connessione rispetto a quando ti colleghi con Libero. Gli bastava aggiungere il 30, max 50% e dal punto di vista dei ricavi erano gia' a posto.Qui il punto e' un altro: si vuole IMPORRE all'utente di usare Libero, per costringerlo a usare i servizi (comunita' virtuale, posta elettronica, pubblicita' etc) della stessa Infostrada.E questo non e' corretto.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'avevano detto....

        Qui il punto e' un altro: si vuole IMPORRE
        all'utente di usare Libero, per costringerlo
        a usare i servizi (comunita' virtuale, posta
        elettronica, pubblicita' etc) della stessa
        Infostrada.
        E questo non e' corretto.Certo che no! Ma ti sei mai chiesto come mai questo avviene? Te lo dico io: mai sentito parlare di cross-selling? E' una diavoleria inventata per generare ricavi legando indissolubilmente un cliente alla tua azienda. Vedi le banche: se ti vendono solo il conto corrente, tu appena ne trovi uno che costa meno, te ne vai. Se pero' contemporaneamente al conto ti vendono: il bancomat, la carta di credito, l'assicurazione auto, l'assicurazione vita, l'assicurazione casa, l'assicurazione medica, l'accredito dello stipendio, l'addebito di TUTTE le bollette, il pagamento delle tasse, il pagamento dell'affitto, il mutuo, i fondi comuni di investimento, le obbligazioni della banca (che di solito hanno tassi da fare schifo), la cassetta di sicurezza... ti sfido a cambiare banca! ci impieghi un anno a risistemare tutto nella nuova banca epoi, magari vorresti cambiare anche quella, ma ci rinunci definitivamente per non affrontare nuovamente i disagi che tuttto questo comporta (senza pensare che un'altra banca difficilmente si prende in carico fondi comuni o obbligazioni di un concorrente).bene, il cross-selling vale anche su internet. Tu vuoi la liberta' di collegarti (tramite infostrada) a pop non-libero? PAGHI! (e' l'equivalente dello stress da combio banca di cui sopra).Beh, c'e' anche un altro mio post, piu' sopra, al riguardo. Oggi sono veramente logorroico. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: L'avevano detto....
          Certo, può dare fastidio, ma mi pare del tutto legittimo che un'azienda cerchi di legare a sé il cliente evitando che questi faccia guadagnare la concorrenza.In ogni caso, come è già stato detto nel forum, alla base c'è sempre la libertà di scelta del provider, ossia nessuno ti obbliga a iscriverti a Libero Infostrada.Quanto a chiudere i rapporti, può essere scomodo, ma di certo non impossibile: es di una banca, il bancomat e la carta si tagliano e si consegnano, i fondi rimangono con la nuova banca, le assicurazioni possono essere pagate tramite bonifico.Insomma, si può brontolare, ma c'è libertà di scelta.Un saluto...
      • Anonimo scrive:
        Re: L'avevano detto....

        Qui il punto e' un altro: si vuole IMPORRE
        all'utente di usare Libero, per costringerlo
        a usare i servizi (comunita' virtuale, posta
        elettronica, pubblicita' etc) della stessa
        Infostrada.
        E questo non e' corretto.guarda ke nn è poi kosì male kome provider infostrada...e cmq dimmi un po'... qual'è quel provider ke nn cerka di spingere per i propri servizi o prodotti?è così in tutti i merkati... dalle bibite a ki ti vende qualsiasi tipo di servizio.L'uniko timore è ke una volta raggiunta una certa fetta di merkato sia difficile e/o costoso poter scegliere di kambiare in meglio...ma non kredo ke modifikare un numero telefoniko su accesso remoto o 2 parametri nell'account di posta sia una kosa impossibile da fare...byez
      • Anonimo scrive:
        Re: L'avevano detto....

        L'aumento in questione non e' assolutamente
        "piu' che legittimo" perche' arriva a
        triplicare (+300%) il costo della
        connessione rispetto a quando ti colleghi
        con Libero. Gli bastava aggiungere il 30,
        max 50% e dal punto di vista dei ricavi
        erano gia' a posto.
        Qui il punto e' un altro: si vuole IMPORRE
        all'utente di usare Libero, per costringerlo
        a usare i servizi (comunita' virtuale, posta
        elettronica, pubblicita' etc) della stessa
        Infostrada.
        E questo non e' corretto.Non sei obbligato a usare il 1055Non sei obbligato a usare LiberoNon sei obbligato a usare i servizi della community Libero.Ti servono altre libertà ?Sennò torniamo a pagare la tariffa urbana e 250.000£ l'anno di abbonamento........preferisci ?
  • Anonimo scrive:
    E' successo anche a me!
    Mi è successa la stessa identica cosa. Quando ho chiamato l'155 per chiedere spiegazioni mi è stato detto che loro avevano avvisato di questo cambiamento nella bolletta di settembre. Ma quando mai? Chi credono di prendere in giro? E se io a settembre non avessi ricevuto nessuna bolletta perchè avevo usato altri operatori quando me lo dicevano? E poi nella bolletta di settembre non si diceva nulla, ed io mi sono sentito truffato, perchè a partire dalla metà di ottobre le tariffe sono più che triplicate. Se questo lo chiamano rispetto per il cliente...
  • Anonimo scrive:
    Info$trada
    Io faccio soprattutto traffico urbano e Internet, e -fatti due conti- mi sono reso conto che a me Info$trada non conviene. Se dovessi invece fare tante interurbane ci sono provider che costano molto meno. Solo che Info$trada fa moooolta pubblicita' ! Da altri mi faro' fregare, senza dubbio, ma almeno da loro no !Ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    Cambiare gli account di posta elettronica?
    E perchè mai dovresti cambiare gli account di posta elettronica???ti colleghi con qualsiasi PROVIDER, ma sei sempre in internet...Boh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cambiare gli account di posta elettronica?
      - Scritto da: ud
      E perchè mai dovresti cambiare gli account
      di posta elettronica???
      ti colleghi con qualsiasi PROVIDER, ma sei
      sempre in internet...Perchè puoi ricevere posta su tutti gli account, ma di solito puoi sppedire solo da quello con cui ti stai collegando
      • Anonimo scrive:
        Re: Cambiare gli account di posta elettronica?
        - Scritto da: Ansia

        Perchè puoi ricevere posta su tutti gli
        account, ma di solito puoi sppedire solo da
        quello con cui ti stai collegandono, di solito puoi inviare lo stesso usando semplicemente il provider da cui ti connetti (nel caso dell'utonto in questione, avrebbe potuto benissimo usare l'smtp di libero).
        • Anonimo scrive:
          Re: Cambiare gli account di posta elettronica?
          infatti.per tutti gli utonti (come me); questa la so anche io!è sufficiente tenere come login di accesso quella del provider di accesso ad internet ... ma come "indirizzo di posta" e "indirizzo per risposte" mettete l'indirizzo che vi interessa.il pop è sempre raggiungibile, quindi è tutto risolto.in questo modo per esempio potete mandare mail usando Outlook express senza passare per di qua ... con indirizzi del tipo nick@punto-informatico.com ... certo poi dovete comunque usare la webmail per leggere ...comunque è già qualcosa...per quanto riguarda wind, infostraGa, tin, caz, tiscali ecc, il problema si risolve così!se non ho capito male è così che mandano vagonate di spamming!:-)ovviamente se lo fate spammando siete delle kakke invereconde ... e comunque verreste beccati (se avete bisogno di queste istruzioni)- Scritto da: gygy


          - Scritto da: Ansia




          Perchè puoi ricevere posta su tutti gli

          account, ma di solito puoi sppedire solo
          da

          quello con cui ti stai collegando

          no, di solito puoi inviare lo stesso usando
          semplicemente il provider da cui ti connetti
          (nel caso dell'utonto in questione, avrebbe
          potuto benissimo usare l'smtp di libero).
    • Anonimo scrive:
      Re: Cambiare gli account di posta elettronica?
      X UD.Forse non ti sei accorto che se sei connesso con Libero, i pop e l'SMTP di libero non ti permettettono di inviare o ricevere posta da altri provider (genie ad es.), la stessa cosa capita al contrario.Ciao MatteoPSPer essere liberi di scegliere forse e purtroppo lunico operatore rimane Telecom.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cambiare gli account di posta elettronica?
        - Scritto da: Matteo
        Forse non ti sei accorto che se sei connesso
        con Libero, i pop e l'SMTP di libero non ti
        permettettono di inviare o ricevere posta da
        altri provider (genie ad es.), la stessa
        cosa capita al contrario.Veramente l'unico obbligo che c'è è di usare il server SMTP del proprio provider, ma nel From: ci si può mettere quel che si vuole; mentre il collegamento ai POP per scaricare posta è permesso da qualsiasi provider.Infatti io gestisco più account su più provider diversi usandone uno solo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cambiare gli account di posta elettronica?

        con Libero, i pop e l'SMTP di libero non ti
        permettettono di inviare o ricevere posta da
        altri provider (genie ad es.), la stessanon e' vero. Puoi benissimo configurare l'account mettendo il pop di tiscali o genie o quello che vuoi e ricevere benissimo.Come smtp devi mettere mail.libero.it, ed a quel Punto puoi benissimo spedire posta e continuare ad usare mail di genie, ciaoweb, tiscali e quello che vuoi.Quindi in questo caso ci si poteva benissimo collegare con Libero, o Tempo Zero, o Spazio zero, e continuare ad usare anche 10 caselle di posta di 10 provider diversi.Prima di protestare col provider, informatevi :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Cambiare gli account di posta elettronica?
        - Scritto da: Matteo
        X UD.

        Forse non ti sei accorto che se sei connesso
        con Libero, i pop e l'SMTP di libero non ti
        permettettono di inviare o ricevere posta da
        altri provider (genie ad es.), la stessa
        cosa capita al contrario.

        Ciao Matteo

        PS
        Per essere liberi di scegliere forse e
        purtroppo lunico operatore rimane Telecom.not true!io a casa navigo con tiscali e invio e scarico posta di libero, katamail, virgilio e tiscalicia
  • Anonimo scrive:
    Vi racconto la mia...
    Lo scorso anno navigavo usando la flat libero-sogno. Quando il costo mensile si è raddoppiato ho disdetto tale contratto e ho cessato di usare Infostrada e, ovviamente, per oltre un anno non mi hanno inviato le loro bollette.In questi giorni ho avuto una comunicazione Telecom dove mi avvisano che da oltre un mese tutte le mie chiamate (comprese le connessioni Internet) vengono "dirottate" sul 1055 tramite la preselezione automatica (!!!).Ora a parte che io non ho mai chiesto la preselezione 1055, anzi ho disdetto tutti i servizi da oltre un anno conservando solo l'abbonamento, mi chiedo: è corretto agire a mia insaputa così? Di certo mi hanno fregato solo qualche settimana di chiamate, le ultime perchè stavolta farò anche la disdetta dell'abbonamento!
  • Anonimo scrive:
    ATTENTI A TISCALI!
    Sino a qualche mese fa, per avere consulenza Tiscali, si chiamava un normale numero a pagamento ovvero lo 070 46046. Oggi, invece, per la stessa consulenza, bisogna chiamare un 166...che costa l'ira di Dio...Tiscali, quo vadis?
    • Anonimo scrive:
      Re: ATTENTI A TISCALI!
      Questo è il trend di moltissime aziende che hanno problemi con le entrate. Per farvi un altro esempio ieri sera ho notato che anche Tele+ ha cambiato numero di assistenza e di ordinazione dei film Pay per View: da un comune 02... ad un carissimo 199!!
  • Anonimo scrive:
    Piccole precisazioni...
    1. Attivando la preselezione automatica (nel mio caso con Tele2) se si vuole usare Telecom basta anteporre il prefisso 1033. Credo valga anche con Infostrada-Wind.2. L'unica modifica da fare agli accounts di posta e' la voce "Posta in uscita" (nel tuo caso "mail.libero.it").3. Non preoccuparti, anche io a suo tempo ho fatto il tuo stesso ragionamento e usavo Infostrada... Ovviamente sono cascato nel tranello del cambio tariffario e me ne sono accorto dopo 2 settimane per puro... ...fortuna!Chissa' quanti non se ne sono ancora accorti...Ciao, FeWoR.
    • Anonimo scrive:
      Re: Piccole precisazioni...
      - Scritto da: FeWoR
      1. Attivando la preselezione automatica (nel
      mio caso con Tele2) se si vuole usare
      Telecom basta anteporre il prefisso 1033.
      Credo valga anche con Infostrada-Wind.È vero, io sono utente Infostrada e quando mi hanno comunicato che potevo scegliere la preselezione automatica dell'operatore mi hanno anche comunicato che anteponendo il 1033 potevo ancora utilizzare Telecom anche se non l'ho mai fatto :-)
  • Anonimo scrive:
    Non che con la Telecom vada meglio
    E' appena arrivata la nuova bolletta, e con essa una gradita sorpresa. Mi hanno tolto il canone a basso traffico per omaggiamri del canone da vecchie £ 24.000 mensili.. Tengo la linea telecom solo per potere usufruire dell'ADSL (tralascio il fatto che questo e' secondo me un ricatto) ma non chiamo mai..risultato 100.000£ di bolletta di cui 20.000£ di telefonate (ivate).. fate vobis.
  • Anonimo scrive:
    I contratti
    Ciao,mi spiace per te, ma i contratti si leggono prima di firmare. Lo so, e' una rottura, ma non ci si puo' lamentare troppo se arriva un'enciclopedia solo perche' si aveva fretta e' quel giorno si e' firmato di corsa un modulo per la strada.Poi andiamo da Lubrano, parliamo di truffe, raggiri...troppo comodo...La prima firma si puo' fare leggendo piu' o meno per capire il senso, ma la seconda e successve firme IMPONGONO attenzione.La prossima volta fatti furbo. Spiacente per te.PS: puoi usare il provider che vuoi, le caselle email rimangono...basta cambiare il server di posta in uscita con quello del provider che usi e tenere il pop3 con quello presso cui hai le email. O usare i servizi di webmail
    • Anonimo scrive:
      Re: I contratti
      Forse non mi sono spiegato bene:il contratto, firmato anni fa era ben chiaro.E soprattutto conveniente.Poi la cosa è cambiata, senza troppa pubblicità.Quanto alle caselle di posta, tutto vero quello che dici, ma non se sei moderatore e frequentatore di svariate mailing. Paolo B.
      • Anonimo scrive:
        Re: I contratti
        - Scritto da: PB
        Poi la cosa è cambiata, senza troppa
        pubblicità.beh, sulle fatture la cosa è stata scritta
        Quanto alle caselle di posta, tutto vero
        quello che dici, ma non se sei moderatore e
        frequentatore di svariate mailing.per ovviare al problema, fattene una a pagamento con pobox.com : con 15$ l'anno e un indirizzo che resta sempre quello, rigiri la posta verso gli account che vuoi tu (e che puoi cambiare in ogni momento).
    • Anonimo scrive:
      Re: I contratti
      A proposito è da tempo che sono tentato di abbonarmi a Libero e proprio adesso ho tentato di rovistare nel sito di libero per trovare uno straccio di contratto da leggere prima (!!) senza riuscirci.
  • Anonimo scrive:
    Perchè vi stupite?
    Non capisco cosa ci sia di così tanto strano... Se ci ragioniamo un attimo è ovvio che Infostrada faccia pagare di più le connessioni ad altri provider. Come saprete una parte dei soldi che voi spendete come 'telefonata urbana' collgandovi ad un qualunque provider 'gratis' vanno al provider stesso. Un'altra parte vanno al gestore fisico della rete, in questo caso a Telecom spetta sempre una fetta... Fatevi i conteggi e capirete che se Infostrada dovesse far pagare le connessioni a Tiscali come semplici urbane non solo non ci guadagnerebbe nulla, ma andrebbe persino perdita.Diverso sarebbe il discorso se Infostrada avesse una propria rete e non si dovesse accollare le vessazioni da parte di Telekkom.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè vi stupite?
      Mi stupisco del fatto che dopo tutto questo liberalizzare va a finire che sganciarsi da telecom risulta impossibile.Perchè se hai l'ADSL c'è telecom, se chiami un provider conviene telecom, etc etcTradotto, vuol dire che la liberalizzazione non è reale. O quanto meno che la concorrenza non riesce a fornire altrettanto.........
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè vi stupite?
      Sara' ma 56 lire al minuto sono un furto!
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè vi stupite?

        Sara' ma 56 lire al minuto sono un furto!Non sei obbligato a spenderle... Cambia provider, siamo in regime di libero mercato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè vi stupite?
      - Scritto da: bender
      Diverso sarebbe il discorso se Infostrada
      avesse una propria rete e non si dovesse
      accollare le vessazioni da parte di
      Telekkom.Infostrada/Wind *ha* una propria rete, altrimenti col fischio che si potrebbe permettere tariffe flat.A Telecom paghi (col canone) solo "l'ultimo miglio".
Chiudi i commenti