Il web sarà gestito da Alphachip?

Ci spera Compaq che con il lancio dei nuovi serveroni mette al sicuro nuove quote di mercato e sferra un attacco senza precedenti ai web server di Sun Microsystems. Che accusa il colpo


New York (USA) – Da tempo si attendeva da Compaq una strategia aggressiva nel settore e questa è finalmente arrivata con la presentazione nelle scorse ore di una nuova linea di server web; una linea pensata per colpire al cuore il business della rivale Sun Microsystems .

I nuovi macchinoni, il cui nome in codice era non a caso Wildfire (“fuoco selvaggio”), saranno azionati dai potenti chip Alpha che potranno essere adottati in blocchi simultanei scalabili, da otto fino addirittura a 32. Si tratta evidentemente di una potenza di cui possono aver bisogno le attività di e-commerce e in generale i siti più trafficati della rete.

Secondo gli analisti, proprio il forte appeal che i nuovi Alphaserver hanno sui grossi siti può mettere in crisi Sun Microsystems, in ritardo di nove mesi nella produzione della sua “risposta” all’attacco di Compaq. E quest’ultima è tanto convinta della sua offerta da aver già dichiarato che mira a raddoppiare le proprie quote di mercato nel settore dei server web. Come a dire, dunque, che la battaglia con Sun è appena iniziata.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti