Il web sarà gestito da Alphachip?

Ci spera Compaq che con il lancio dei nuovi serveroni mette al sicuro nuove quote di mercato e sferra un attacco senza precedenti ai web server di Sun Microsystems. Che accusa il colpo
Ci spera Compaq che con il lancio dei nuovi serveroni mette al sicuro nuove quote di mercato e sferra un attacco senza precedenti ai web server di Sun Microsystems. Che accusa il colpo


New York (USA) – Da tempo si attendeva da Compaq una strategia aggressiva nel settore e questa è finalmente arrivata con la presentazione nelle scorse ore di una nuova linea di server web; una linea pensata per colpire al cuore il business della rivale Sun Microsystems .

I nuovi macchinoni, il cui nome in codice era non a caso Wildfire (“fuoco selvaggio”), saranno azionati dai potenti chip Alpha che potranno essere adottati in blocchi simultanei scalabili, da otto fino addirittura a 32. Si tratta evidentemente di una potenza di cui possono aver bisogno le attività di e-commerce e in generale i siti più trafficati della rete.

Secondo gli analisti, proprio il forte appeal che i nuovi Alphaserver hanno sui grossi siti può mettere in crisi Sun Microsystems, in ritardo di nove mesi nella produzione della sua “risposta” all’attacco di Compaq. E quest’ultima è tanto convinta della sua offerta da aver già dichiarato che mira a raddoppiare le proprie quote di mercato nel settore dei server web. Come a dire, dunque, che la battaglia con Sun è appena iniziata.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 05 2000
Link copiato negli appunti