Il Wi-Fi italiano ha un'associazione

I provider che offrono servizi wireless in Italia decidono di unire le proprie forze in un'associazione, per difendere i diritti dei WISP e sostenere la diffusione del wireless
I provider che offrono servizi wireless in Italia decidono di unire le proprie forze in un'associazione, per difendere i diritti dei WISP e sostenere la diffusione del wireless


Roma – Si chiama @WISPItalia la prima associazione italiana pensata da alcuni fornitori di connettività wireless per riunire gli operatori del settore e agevolare così lo sviluppo dei servizi e delle infrastrutture senza fili.

All’indirizzo www.wispitalia.it al momento sono visibili solo i logo delle imprese che partecipano, vale a dire Megabeam, Nocable e Freestation, senza dubbio tre delle realtà maggiormente impegnate nel settore in Italia.

I Wireless Internet Service Provider italiani vogliono esplicitamente proporsi come interlocutore verso le istituzioni per sottoporre problemi, opportunità e necessità di un settore, quello del wi-fi, tanto giovane quanto promettente.

“Il mercato Wi-Fi – ha dichiarato Marco Caldarazzo, amministratore delegato Nocable – continua ad essere sempre più vivo ed innovativo. Ma è anche estremamente nuovo ed in continua evoluzione. Perché si sviluppi nella maniera migliore è quindi importante porre le giuste basi fin dal principio”.

Tra gli obiettivi dell’associazione anche la promozione di accordi di roaming nazionali e internazionali con gli altri operatori.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 10 2003
Link copiato negli appunti