Il wi-fonino di Telecom parla ADSL, GSM e GPRS

Un apparecchio, due bollette: il supertelefono fisso-mobile dell'incumbent arriverà il prossimo anno. Insieme alla tv digitale terrestre, in casa e sul telefonino


Roma – L’obiettivo prioritario del gruppo Telecom Italia è la convergenza. Non quella da controllare sulle ruote delle auto aziendali ma quella tra telefonia fissa e mobile. Arriverà infatti entro il prossimo anno l’apparecchio Telecom che consentirà conversazioni sia su rete fissa che su rete mobile .

Il telefono è basato sulla tecnologia UMA (Unlicensed Mobile Access): in ambito domestico sarà considerato alla stessa stregua di un cordless e utilizzerà la rete fissa ADSL mediante collegamento in modalità wi-fi . All’esterno di case e uffici avrà le stesse funzionalità di un telefonino cellulare, interfacciato con GSM, GPRS ed EDGE. Le chiamate telefoniche saranno fatturate all’utente in funzione del profilo tariffario scelto dal cliente rispettivamente per la linea fissa e per quella mobile. Il risultato è qualcosa di molto simile a quanto presentato a giugno dal colosso inglese British Telecom .

Intanto, entro fine anno dovrebbero essere commercializzati videotelefoni fissi in grado di effettuare videochiamate verso telefonini UMTS, per il momento solo verso numerazioni TIM. E l’occasione è propizia per le iniziative commerciali di vendita abbinata. Verranno infatti commercializzati “bundle” composti da un videotelefono e un telefono cellulare UMTS, con prezzi a partire da 199 euro.

A conferma dell’imminente orientamento convergente del gruppo, i due brand, come già spiegato da Punto Informatico ieri , offriranno da novembre i primi piani tariffari “convergenti”, il primo dei quali è denominato “Famiglia”.

Dicembre, inoltre, è da tempo annunciato da Telecom come il mese che segnerà l’arrivo dell’ IPTV . Chi avrà la possibilità di dotarsi di un collegamento ADSL, con uno speciale “Set Top Box” tramite la TV avrà la facoltà di accedere all’offerta di contenuti televisivi che comprendono cinema, informazione, sport, musica, eventi live e gli ormai irrinunciabili reality show. Sarà inoltre possibile navigare in Internet e inviare e-mail mediante una tastiera a raggi infrarossi.

La sperimentazione sta terminando proprio in questo periodo e un assaggio commerciale del nuovo servizio di IPTV era presente all’ultimo Smau nell’area Digital Life, dedicata alla convergenza digitale. In quell’occasione il presidente di Telecom Italia Tronchetti Provera ha affermato che, oltre alle 21 città previste per la partenza del servizio, si potrebbe arrivare a un centinaio di province nel 2007.

Il Gruppo sta inoltre sperimentando le tecnologie necessarie a trasferire i contenuti televisivi anche sui terminali mobili per catturare quella parte di audience che non ha problemi di vista e non bada alle dimensioni.

“Le nuove offerte – spiega Telecom Italia in un comunicato – sono anche il risultato degli investimenti del Gruppo sul fronte dell’innovazione e dello sviluppo di nuove tecnologie che nel triennio 2005-2007 ammonteranno a circa 10 miliardi di euro, pari al 70% degli investimenti complessivi. Il Gruppo Telecom Italia, con una quota del 17%, è l’operatore telefonico europeo che investe di più rispetto al fatturato”.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    sai che bella storia se hanno windows ?
    immaginatevi uno di quei cosi all'interno del corpo umano mentre il windows nel computer guida da i numeri come spesso accade?spero proprio che non arrivino ad usare mai un win* per tali delicate operazioni
  • Anonimo scrive:
    Nuova frontiera per i virus!
    Già mi immagino il virus Bal-Zac che infetterà i microrobot controllati da Windows Svista Microsurgeon Edition.Ovviamente per almeno dieci anni MS negherà il problema, anzi, lo spaccerà per una fìciur e conierà lo slogan "Anche tu soprano con Windows".(troll2) :D :p :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuova frontiera per i virus!
      - Scritto da:
      Già mi immagino il virus Bal-Zac che infetterà i
      microrobot controllati da Windows Svista
      Microsurgeon
      Edition.

      Ovviamente per almeno dieci anni MS negherà il
      problema, anzi, lo spaccerà per una fìciur e
      conierà lo slogan "Anche tu soprano con
      Windows".

      (troll2) :D :p :D Ti ricordo che Vista è stato programmato da capo(in c# no c++)!!! E per giunta vediamo con lin* che tutti conoscono il suo code sorgente (chi è più attaccabile?) Se controlliamo quei robot con lin* vedremo omicidi via internet con pre ordine (un nuovo mestiere) :D(ghost) O)
      • Anonimo scrive:
        Re: Nuova frontiera per i virus!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Già mi immagino il virus Bal-Zac che infetterà i

        microrobot controllati da Windows Svista

        Microsurgeon

        Edition.



        Ovviamente per almeno dieci anni MS negherà il

        problema, anzi, lo spaccerà per una fìciur e

        conierà lo slogan "Anche tu soprano con

        Windows".



        (troll2) :D :p :D
        Ti ricordo che Vista è stato programmato da
        capo(in c# no c++)!!! E per giunta vediamo con
        lin* che tutti conoscono il suo code sorgente
        (chi è più attaccabile?) Fai il confronto con BSD ( i cui sorgenti sono disponibili a tutti ) ed avrai la risposta.
        Se controlliamo quei
        robot con lin* vedremo omicidi via internet
        con pre ordine (un nuovo mestiere) :D(ghost)
        O)Sii si, link ? Esempi ?Per adesso i virus se li beccano i windows.
  • Anonimo scrive:
    ne voglio 2!!
    ...sempre attivi dentro la pancia!cosí se facessi un brutto incidente ho buone possibilitá di cavarmela. :)
Chiudi i commenti